Stomaco e duodeno

Ulcera gastrica e ulcera duodenale È una malattia di tipo ricorrente che è cronica. In questo caso, un'ulcera allo stomaco e / o un'ulcera duodenale appaiono come un difetto ulcerativo. Di conseguenza, c'è uno squilibrio significativo tra le proprietà protettive della zona gastroduodenale e i fattori di aggressione.

Questa malattia è considerata la lesione più comune del tubo digerente. Le statistiche mostrano che circa il 10% dell'intera popolazione soffre di ulcera peptica. Di norma, la malattia colpisce sia i giovani che le persone di mezza età. Più spesso l'ulcera peptica viene diagnosticata negli uomini. Ad oggi, i medici hanno notato un "ringiovanimento" caratteristico della malattia, nonché una manifestazione più frequente della forma grave della malattia e una diminuzione dell'efficacia del trattamento.

Cause dell'ulcera peptica

Di regola, il disturbo si sviluppa come conseguenza dell'influenza sul corpo umano di diversi fattori predisponenti. Poiché le ragioni dello sviluppo di questa malattia determinano gli errori nell'attività dei meccanismi ormonali e neurali che regolano l'attività dello stomaco e del duodeno, nonché la mancanza di un giusto equilibrio tra gli effetti su questi organi acido cloridrico, enzimi, pepsina ecc. e i fattori protettivi a cui il bicarbonati, limo, rigenerazione cellulare. In particolare, l'ulcera peptica si sviluppa in persone che sono ereditarie per la sua manifestazione, così come coloro che sperimentano regolarmente stress emotivo, non rispettano le regole del mangiare sano.

Le cause dell'ulcera peptica si dividono in predisposizione e realizzazione. Le cause predisponenti includono il fattore genetico. Alcune persone hanno un numero aumentato geneticamente determinato di cellule dello stomaco che producono acido cloridrico. Di conseguenza, una persona soffre di una maggiore acidità. Inoltre, ci sono altre caratteristiche genetiche che influenzano lo sviluppo dell'ulcera peptica. Ci sono anche studi che indicano che l'ulcera peptica è più comune nelle persone con il primo gruppo sanguigno.

Un fattore importante sono alcune caratteristiche dello stato neuropsichico. Le malattie sono più suscettibili a coloro che soffrono di compromissione del funzionamento sistema nervoso autonomo.

Anche il fattore cibo è preso in considerazione. Lo sviluppo della malattia da ulcera peptica può essere facilitato dall'uso costante di cibi piccanti, pasti irregolari, mancanza di pietanze calde a pieno titolo nella dieta. Ma fino ad oggi, non vi è alcuna prova esatta dell'esposizione diretta a questo fattore sulla manifestazione di ulcera peptica.

Ulcere allo stomaco possono anche provocare un trattamento a lungo termine con alcuni farmaci. Tali farmaci includono aspirina, preparati non steroidei con azione antinfiammatoria, sintetico ormoni corteccia surrenale. L'ammissione di questi farmaci può influire negativamente sulla condizione della mucosa dello stomaco e del duodeno. Inoltre, attivano l'aggressività del succo gastrico e allo stesso tempo riducono la funzione protettiva. Se una persona soffre di un'ulcera cronica, questi fondi possono provocare un peggioramento del disturbo.

La presenza di cattive abitudini può anche portare a manifestazioni di ulcera peptica. Forti bevande alcoliche possono danneggiare le mucose, inoltre, l'alcol contribuisce ad aumentare la secrezione nello stomaco. Se usi regolarmente l'alcol e un lungo periodo, allora una persona può svilupparsi gastrite cronica.

Fumare non è meno pericoloso, poiché la nicotina, come l'alcol, aumenta la secrezione gastrica. In questo caso, la fornitura di sangue dello stomaco si deteriora. Ma, come il fattore nutrizionale, questa ragione non è ancora considerata provata.

Come causa realizzativa, le manifestazioni di ulcera gastrica e duodenale determinano la presenza di una persona Infezione da Helicobacter pylori. L'infezione può verificarsi con l'uso di cibi sporchi, così come l'uso di strumenti medici scarsamente sterilizzati.
Helicobakter pylori genera tsitotoksinvy - sostanze che danneggiano le cellule della mucosa, che alla fine possono causare lo sviluppo di erosione e ulcere gastriche. Anche se queste sostanze non sono prodotte dagli helicobacteria, una gastrite cronica si sviluppa in una persona.

Sintomi di ulcera peptica

In generale, l'ulcera peptica del duodeno e dello stomaco si manifesta, soprattutto, sensazioni dolorose nella parte superiore dell'addome (cioè "sotto il cucchiaio"). Molto spesso il dolore diventa intenso, quando una persona sente la fame, si manifesta principalmente tra i pasti. A volte un attacco di dolore disturba il paziente durante la notte. Con tali attacchi, una persona deve alzarsi per prendere medicine o cibo. In tale situazione, l'aiuto è fornito da quei farmaci che riducono la secrezione di acido cloridrico nello stomaco o lo neutralizzano completamente. Di norma, circa mezz'ora dopo aver assunto un pasto o le medicine indicate, il dolore diventa meno intenso e gradualmente diminuisce. Inoltre, come sintomo di ulcera peptica, possono comparire nausea periodica, sensazione di grave sovraccarico dello stomaco e una sensazione di grave gravità in esso immediatamente dopo l'ingestione. In casi più rari, il paziente soffre di vomito, dopo di che si avverte una sensazione di sollievo. A volte una persona riduce significativamente il peso corporeo a causa del deterioramento dell'appetito.

In generale, la manifestazione dei sintomi della malattia e il quadro clinico complessivo dipendono direttamente da dove si localizza il processo patologico e da quale stadio del disturbo si verifica.

Il primo stadio è una condizione in cui si forma un'ulcera fresca del duodeno o dello stomaco. In questo caso, il sintomo principale è la manifestazione del dolore nella regione epigastrica, che diventa più forte se la persona ha fame, e può manifestarsi anche diverse ore dopo che la persona ha preso il cibo. È in questa fase che ci sono dolori notturni, manifestazioni gravi sindrome dispeptica (eruttazione, bruciore di stomaco, costipazione, nausea). Il paziente segna dolore quando palpando l'addome.

Il secondo stadio della malattia è il periodo di epitelizzazione iniziale del difetto ulcerativo. Il dolore nella regione epigastrica in questa fase si verifica principalmente durante il giorno. Dopo aver mangiato, una persona avverte un notevole sollievo. Durante questo periodo, le manifestazioni dispeptiche sono molto meno pronunciate.

Il terzo stadio è il periodo di guarigione dell'ulcera. In questo momento, il paziente può provare dolore solo durante la manifestazione di una sensazione di fame, con manifestazioni dispeptiche non osservate.

Al quarto stadio della malattia, che è una remissione, una persona si sente relativamente normale e non si lamenta. A una palpazione di uno stomaco di morbilità non è sentito.

Complicazioni di ulcera peptica

Ci sono rapporti di specialisti che le complicanze dell'ulcera peptica dello stomaco e del duodeno sono più frequenti nei rappresentanti del sesso maschile. La complicazione più comune della malattia è considerata emorragia. Più spesso il sanguinamento si sviluppa nelle persone con ulcera duodenale.

Se l'ulcera aumenta gradualmente, allora alla fine il muro della nave può essere esposto, che viene successivamente distrutto dall'acido. Dopo questo, si manifesta il sanguinamento interno. A seconda del volume di perdita di sangue, il paziente presenta alcuni sintomi. Ma i principali segni di sanguinamento sono una sensazione di improvvisa debolezza forte, un debole, una manifestazione di vomito, in cui viene allocato sangue scarlatto o coagulato, una forte diminuzione pressione sanguigna. La sedia del paziente con sanguinamento sarà tarry liquido.

È importante considerare che il sanguinamento può essere trattato esclusivamente nel reparto chirurgico dell'ospedale. Per determinare dove si trova la fonte del sanguinamento, al paziente viene dato un esame gastroscopico. Al momento della gastroscopia, il sangue smette di usare soluzioni appositamente preparate. Inoltre, la nave che sanguina può essere cucita con fermagli appositamente usati. I pazienti per via endovenosa vengono iniettati con farmaci che riducono la produzione di acido cloridrico.

Anche dopo aver smesso di sanguinare, il paziente viene mostrato alcuni giorni in ospedale sotto la stretta supervisione del medico. Nel caso in cui l'interruzione del sanguinamento sia impossibile senza intervento chirurgico, il paziente è intervenuto chirurgicamente, il tipo di cui lo specialista determina individualmente.

Con lo sviluppo di un'ulcera allo stomaco, c'è il rischio di manifestarsi perforazione dell'ulcera. Per questo stato, che è anche chiamato perforazione dell'ulcera, caratteristica è l'aspetto di un foro passante nella parete dell'organo colpito dall'ulcera. A causa della formazione di una tale parte del foro del contenuto del duodeno o dello stomaco è nella cavità addominale. Di conseguenza, c'è sviluppo peritonite.

Con tale complicazione della malattia, il paziente avverte dolore acuto nella regione epigastrica. Queste sensazioni di intensità possono essere confrontate con un coltello nello stomaco. Il dolore è così grave che minaccia lo sviluppo di uno stato di shock. Poi c'è una graduale diffusione del dolore in uno degli addome laterale. Così la persona a causa di sensazioni dolorose così forti diventa pallida, diventa coperta, quindi la coscienza può diventare confusa. Con un attacco così acuto, è costretto a rimanere in una posizione sdraiata immobile - la cosiddetta postura dell'embrione. La sua temperatura corporea aumenta, l'aridità della lingua si manifesta.

Questa condizione si manifesta nel paziente in tre fasi: inizialmente arriva uno shock, seguito da un periodo di benessere immaginario, dopo il quale si sviluppa la peritonite progressiva. Un altro sintomo distintivo di questa condizione è lo stato di stress dei muscoli della parete addominale anteriore.

La perforazione dell'ulcera si verifica in conseguenza della progressione dell'ulcera peptica. Più spesso la perforazione viene diagnosticata negli uomini in età lavorativa. È molto importante prontamente ospedalizzare un paziente con tale complicazione, poiché senza un'operazione chirurgica il paziente è minacciato di morte. Senza un intervento chirurgico, è impossibile curare la perforazione.

Ci sono anche casi di ulcere perforate chiuse, nelle quali, dopo la perforazione, dopo circa un'ora, l'apertura è coperta da un organo situato nelle vicinanze. Ma, di regola, il foro è coperto da impervia, quindi si sviluppa comunque la peritonite.

La sua unica complicazione di ulcera peptica - penetrazione dell'ulcera. In questo stato, c'è anche un'apertura nel muro del duodeno o dello stomaco. Ma questa apertura non si aprirà nella cavità addominale, ma in quegli organi che si trovano fianco a fianco. I sintomi di tali complicanze si manifestano nel paziente, a seconda di quale organo è coinvolto.

Tuttavia, ci sono anche tipici sintomi comuni. In particolare, questo è un forte dolore, che col tempo diventa più intenso e si manifesta costantemente. Tale dolore non può essere curato da droghe-antiacidi. Aumento caratteristico della temperatura corporea Puoi trattare questa patologia solo chirurgicamente.

a stenosi del piloro e del duodeno (questo stato è anche chiamato ostruzione dello stomaco piloricoIl cibo dallo stomaco all'intestino incontra notevoli difficoltà, che derivano dalla cicatrizzazione dell'ulcera, che si sviluppa sia nella parte iniziale del duodeno che nella parte finale dello stomaco. Se questo restringimento è insignificante, allora può essere espresso dalla manifestazione di una sensazione di pesantezza per qualche tempo dopo il consumo di cibo. Periodicamente, un paziente può provare vomito, dopo di che nota sollievo. Se la stenosi si sviluppa ulteriormente, allora parte del cibo si attarda nello stomaco, che a sua volta si allunga. L'uomo osserva la comparsa dell'odore putrefattivo dalla bocca, la costante voglia di vomitare, il forte dolore all'addome. Dopo un po 'di tempo, il disturbo nel processo di digestione progredisce e la persona è marcatamente esaurita, il suo corpo è disidratato.

Diagnosi di ulcera peptica

Per stabilire la diagnosi corretta, il medico dovrebbe familiarizzarsi con un'anamnesi per studiare l'evoluzione della malattia. Quando si raccoglie l'anamnesi, è importante tenere conto delle informazioni sul fatto che il paziente abbia un disturbo digestivo. A volte un'ulcera si verifica senza manifestazione di sintomi visibili, nel qual caso i segni della malattia vengono rilevati solo quando si manifesta la complicazione della malattia.

Nel processo di definizione della diagnosi, viene anche esaminato il paziente. Questo prende in considerazione se il peso corporeo di una persona è abbassato, se il dolore è presente nella regione epigastrica.

Dopo questo, viene utilizzata una varietà di metodi di ricerca paraclinici. Lo studio più semplice è uno studio a raggi X, che può anche rilevare alcune complicanze della malattia.

Ma se un paziente ha segni di complicanza dell'ulcera peptica, gli viene dato un esame radiografico senza contrasto, fibrogastroduodenoscopia. Per escludere il cancro, viene eseguita un'analisi istologica dei campioni, che sono selezionati per biopsia.

A volte è consigliabile effettuare la laparoscopia diagnostica, che a volte si trasforma in una laparotomia. Di conseguenza, può essere eseguita un'operazione, in cui vengono eliminate le cause delle complicanze dell'ulcera.

Durante la diagnosi è anche importante determinare la presenza di infezione da Helicobacter pylori nel corpo. Per questo, viene eseguito un esame speciale del sangue del paziente. Durante la diagnosi, l'ulcera dovrebbe essere differenziata da altri disturbi.

Trattamento dell'ulcera peptica

È importante che il trattamento dell'ulcera peptica dello stomaco e del duodeno venga effettuato in un complesso e in alcune fasi. Nella fase di esacerbazione della malattia, la sua terapia è obbligatoria in ospedale. Il trattamento inizia immediatamente dopo la diagnosi. Inizialmente pochi giorni il paziente dovrebbe aderire al riposo a letto, osservare rigorosamente i principi dieta. La terapia complessa include il trattamento con non adsorbibile antiacidi, farmaci antisecretorie. Inoltre, con l'aiuto di alcuni farmaci (applicato Drotaverinum, metoclopramide, papaverina cloridrato, domperidone) elimina la discinesia da hypermotor nella zona gastroduodenale. Se il paziente ha Helicobacter pylori, viene utilizzata una speciale terapia a tre componenti, che dura diverse settimane.

Al secondo stadio, viene eseguita una terapia periodica anti-recidiva, si osserva una dieta, si esegue un trattamento complessi vitaminici.

Nella terza fase è auspicabile condurre un ciclo di trattamento di sanatorio, che viene prescritto al paziente circa quattro mesi dopo la terapia in ospedale.

Nel trattamento dell'ulcera peptica è importante aderire a determinati principi generali che sono estremamente importanti per il recupero. Prima di tutto, è importante che un paziente smetta completamente di fumare. Un tale passo contribuirà a una cicatrizzazione più attiva delle ulcere, riducendo il numero di esacerbazioni. Inoltre, il consumo di alcol dovrebbe essere ridotto al minimo. Se possibile, si raccomanda di astenersi dall'utilizzare farmaci antinfiammatori non steroidei e steroidi. Se ciò non è possibile, la dose del farmaco deve essere ridotta il più possibile.

È necessario aderire ai principi dell'alimentazione dietetica. Dieta per l'ulcera peptica può ridurre significativamente la frequenza di manifestazione di attacchi della malattia. È molto importante non usare questi prodotti, dopo i quali i sintomi dell'ulcera peptica diventano più intensi.

Nel trattamento dell'ulcera peptica, la fitoterapia è abbastanza efficace. Alcuni decotti e infusi a base di erbe forniscono una protezione affidabile per la membrana mucosa, fornendo un effetto astringente e avvolgente. Inoltre, eliminano il dolore, favoriscono una più rapida guarigione dei tessuti, hanno un effetto antinfiammatorio.

Quando si raccolgono le erbe per il trattamento della malattia da ulcera peptica, è necessario tenere conto del livello di acidità di un particolare paziente. Nel trattamento delle ulcere, vengono utilizzate le tasse da camomilla, radici di ara, liquirizia, badana, althea, frutti di finocchio, foglie di piantaggine. È anche efficace per trattare l'erba di erba di San Giovanni, la radice di valeriana, cicoria, ecc. Il decotto di semi di lino ha un efficace effetto avvolgente sulla membrana mucosa dello stomaco e del duodeno. I decotti di erbe dovrebbero essere presi ogni giorno più volte. Il corso generale di trattamento dura almeno due mesi.

Nutrizione terapeutica con ulcera peptica

Fino ad ora, i medici hanno sostenuto che una corretta alimentazione con l'ulcera peptica contribuisce a una cura più attiva. È importante che i pazienti, specialmente quelli con un'ulcera di lunga durata, tengano conto di questo momento e rispettino le regole della sana alimentazione con l'ulcera peptica. In considerazione del fatto che il danno principale, sia nello stomaco che nel duodeno, si verifica sotto l'influenza dell'acido cloridrico, è necessario ridurre nella dieta il numero di alimenti che eccitano la secrezione di succo gastrico. Se possibile, non dovrebbero essere usati affatto. L'alimentazione dietetica deve necessariamente contenere un numero sufficiente di proteine, grassi, vitamine. È desiderabile usare quei piatti che stimolano debolmente la secrezione dello stomaco. Si tratta di zuppe lattiero-casearie, pesce bollito, carne, precedentemente ben bollita. Si consiglia inoltre di includere nel menu prodotti caseari, uova, pane bianco della cottura di ieri, cereali nel latte, tè leggero. Allo stesso tempo, alcol e bevande gassate, cibo in scatola, tutti i cibi piccanti, tè e caffè forti e ricchi brodi di carne, pesce e funghi sono fortemente stimolati nello stomaco. Pertanto, la nutrizione per l'ulcera peptica non dovrebbe includere questi alimenti e bevande. Inoltre, anche quei prodotti che irritano meccanicamente le mucose sono indesiderabili. Stiamo parlando di ravanello, rapa, asparagi, legumi, così come frutta e frutta immature con pelle troppo dura. Non mangiare cibo da cibi con tessuto connettivo ruvido: carne troppo rigida, pelle, cartilagine.

Prevenzione dell'ulcera peptica

Molto spesso, la manifestazione di ulcera peptica nell'uomo è osservata in autunno o in primavera. Al fine di evitare esacerbazioni e anche prevenire completamente la manifestazione di ulcera peptica, è necessario garantire un sonno completo - almeno 6-8 ore al giorno, non mangiare cibi fritti, affumicati e grassi troppo spesso. Ai primi sintomi della malattia del tratto digestivo, dovresti sottoporti ad un esame completo visitando uno specialista. È ugualmente importante monitorare attentamente la salute dei denti, non permettere un sovraffaticamento nervoso. La malattia può provocare l'uso di alcol e fumo, quindi è importante sbarazzarsi di tali dipendenze nel tempo. In generale, uno stile di vita sano e attivo e un atteggiamento adeguato verso la propria salute sono importanti per la prevenzione della malattia ulcera peptica.

Capitolo 11. Stomaco e duodeno

Lo stomaco si trova nella metà sinistra del piano superiore della cavità addominale, e solo la sezione di uscita di esso si trova a destra del piano mediano del corpo. Sulla parete addominale anteriore è proiettata nella regione dell'ipocondrio sinistro e nella regione epigastrica. Nello stomaco, si distinguono la parte cardiale (cardia), il fondo, il corpo, l'antro e il canale pilorico. Il gatekeeper è il confine tra lo stomaco e il duodeno.

Il duodeno arrotonda la testa del pancreas. Il legamento di Treetz forma una curva duodenale-digiunale. La lunghezza del duodeno è di 25-30 cm. Distingue le parti orizzontali superiori, discendenti, inferiori orizzontali e ascendenti. Sulla parete mediale posteriore della parte discendente c'è una grande papilla del duodeno - il luogo in cui il dotto biliare comune e il dotto del pancreas entrano nell'intestino.

Rifornimento di sangue (Figura 11.1). L'apporto di sangue arterioso allo stomaco e al duodeno è ottenuto dai rami del tronco celiaco. I vasi dello stomaco, che si anastomizzano l'uno con l'altro e con rami dell'arteria mesenterica superiore, formano una rete ramificata di vasi interni alla parete, il che rende difficile fermare il sanguinamento. Le vene corrispondono alla posizione delle arterie. Sono afflussi della vena porta. Il plesso venoso nello strato sottomucoso del cardias collega il sistema della vena porta alla vena cava inferiore, formando una anastomosi naturale di portocavallo. A volte vene varicose-dilatate di questo plesso (con ipertensione portale) possono diventare una fonte di sanguinamento.

Drenaggio linfatico si verifica sui percorsi linfatici che accompagnano i vasi dello stomaco.

Fig. 11.1. Rifornimento di sangue arterioso dello stomaco e del duodeno. I punti indicano la localizzazione più frequente di ulcere sanguinanti.

I - tronco celiaco; 2 - arteria gastrica sinistra; 3 - arteria splenica; 4 - arteria gastro-omentale sinistra; 5 - arteria pancreatoduodenale anteriore inferiore; 6 - arteria pancreatoduodenale anteriore superiore; 7 - arteria ghiandola occlusale destra; 8 - arteria mesenterica superiore; 9 - arteria gastro-duodenale; 10 - arteria gastrica destra; II - arteria epatica intrinseca; 12 - arteria epatica comune.

innervazione lo stomaco viene praticato dai rami del vago e dai nervi simpatici, formando plessi nervosi interstatali negli strati sottomucoso, intermuscolare e subserous. nervo vago (Fig. 11.2) un fronte (sinistra) e posteriore (destra) testato tronchi lungo l'esofago per formare un 3-6 tronchi più piccoli a dell'esofago addominale e cardias, e quindi formare un ramo vicino allo stomaco. A questo livello, il tronco anteriore (a sinistra) emette il ramo epatico e dallo stelo destro (posteriore) si estende al nodo celiaco. Inoltre, entrambi i tronchi passano nei rami gastrici anteriori e posteriori del Latarez, da cui partono i piccoli rami che vanno insieme ai vasi alla piccola curvatura dello stomaco. A volte dal baule posteriore del nervo vago lascia un piccolo ramo, che va dietro l'esofago e cardias verso l'angolo Gisa - il cosiddetto nervo criminale Gras-si. Se durante la vagotomia questo ramo non viene visto e rimane non incrociato, la vagotomia sarà incompleta, il che creerà i prerequisiti per la ricorrenza dell'ulcera.

Funzione della mucosail tubo e il duodeno. In tutte le parti della superficie mucosa gastrica è rivestita con un singolo strato di epitelio colonnare cui cellule secernono "muco visibili" - gelatinoso viscoso consistenza liquida, consistente in una neperemeshinayuschegosya strato

muco, bicarbonati, fosfolipidi e acqua. Il gel in forma di pellicola copre ermeticamente l'intera superficie della mucosa, facilita il passaggio di scrittura, protegge la mucosa da danni meccanici e chimici e succo gastrico autodigestione. Surface cellule della mucosa insieme con gel muco-bicarbonato creare barriera fisica e chimica che impedisce il retro diffusione di cationi idrogeno dalla cavità gastrica e mantenere il pH neutro sulla superficie cellulare (Fig. 11.3).

Fig. 11.2. Anatomia dei rami del nervo vago sullo stomaco.

I - tronco anteriore (a sinistra): 2 - tronco d'aspirazione (a destra); 3 - ramo epatico del tronco anteriore (sinistro); 4 - ramo celiaco del tronco posteriore (destro); 5 - ramo aggiuntivo del bagagliaio posteriore (a destra).

La membrana mucosa del duodeno produce 2 volte più bicarbonati rispetto alla mucosa dello stomaco. Nel mantenere la stabilità della mucosa gastrica e ulcere duodenali da fattori dannosi sono importanti: la capacità delle cellule di riparare, buono stato del microcircolo, e la secrezione di mediatori chimici di protezione (prostaglandina-dina, epidermiche e fattori di crescita trasformanti).

Tre zone ghiandolari si distinguono nella mucosa dello stomaco (Figura 11.4).

Zona di ghiandole cardiache che secernono muco.

La zona delle ghiandole fondamentali contenente quattro tipi di cellule: la principale (isolati pepsinogeni); parietale, o sovrapposizione (sulla loro membrana ci sono i recettori

per istamina, acetilcolina, gastrina; produrre acido cloridrico - HC1); addizionale o intermedio (secreto muco solubile avente proprietà tampone); Le cellule indifferenziate sono il punto di partenza per tutte le altre cellule della mucosa. L'area totale delle ghiandole di base è di circa 3,5 m 2.

3. La zona delle ghiandole di antrum che secernono muco solubile con un pH vicino al pH del fluido extracellulare contiene cellule G endocrine (producono la gastrina ormonale), cellule S

Parietale mucoso CELL CELL

Fig. 11.3. Strato di bicarbonato di muco.

1 - lume dello stomaco; 2 - muco (gel); 3 - la membrana mucosa dello stomaco.

(producono secretina), cellule I (producono colecitkinin).

Oltre alla gastrina, la mucosa gastrica produce un "fattore interno di Kastlya" (reparto delle basi), gastron, glucagone, che consente di trattare lo stomaco come un organo endocrino.

Non esiste un chiaro confine tra le zone del fondo e le ghiandole di antrum. La zona in cui si trovano entrambi i tipi di ghiandole è chiamata transitoria. È particolarmente sensibile agli effetti di fattori dannosi. È qui, al confine che secernono e non secernono la mucosa dell'acido cloridrico, il più delle volte, e ci sono ulcerazioni. Con l'età, le ghiandole di antrum si diffondono nella direzione prossimale, cioè al cardias, a causa dell'atrofia delle ghiandole fundali (il fenomeno della "progressione antracardica").

Fig. 11.4. Zone della sede delle ghiandole della mucosa gastrica.

io - Cardato cancro; 2 - ghiandole fundali; 3 - ghiandole di antrum; 4 - zona di transizione.

Nelle cellule esocrine mucosa duodenale disposti tra endocrino: G-cellule (produzione di gastrina), S-kdstki (produrre secretina), I-cellule (produzione di colecistochinina).

In una persona sana, in condizioni di riposo per un'ora, vengono secreti circa 50 ml di succo gastrico. La produzione di succo gastrico aumenta nel processo di digestione e in risposta all'azione di fattori mentali ed emotivi. secrezione gastrica correlate all'assunzione di cibo, è convenzionalmente suddiviso in tre fasi: il riflesso (neurogena o vagale), gastrica (umorale o gastrina), e intestinale.

Il succo gastrico può danneggiare e digerire i tessuti viventi a causa della presenza di HC1 e pepsina. Lo stomaco di una sana proprietà corrosive umani del fattore peptiche acido-sky attenuato l'azione del succo gastrico cibo ingerito, saliva ingestione, muco secreto alcalini, alcalini rimessa nello stomaco e il contenuto duodenale influenza degli inibitori della pepsina.

stomaco e del duodeno tessuti sono protetti da self-digestione protettivo barriera mucosa-bicarbonato, un sistema integrato di meccanismi, stimolare e inibendo la secrezione di HC1, la motilità dello stomaco e del duodeno. La barriera protettiva della mucosa mucosa e bicarbonato costituito da: 1) uno spesso strato di muco che copre epiteli dello stomaco in forma di uno spessore del film di 1,0-1,5 mm e conteneva ioni bicarbonato in esso; 2) la membrana apicale delle cellule; 3) membrana cellulare basale. gel viscido rallenta la velocità di diffusione inversa di ioni H + (dal lume della mucosa dello stomaco), neutralizza ioni H +, impedisce loro di danneggiare le cellule.

La stimolazione della secrezione di HC1 avviene sotto l'influenza di acetilcolina, gastrina, istamina e prodotti di digestione del cibo (peptidi, amminoacidi).

L'acetilcolina è un mediatore del sistema nervoso parasimpatico. E 'rilasciato nella parete dello stomaco in risposta alla stimolazione sia nervo vago (in fase riflettore della secrezione gastrica) e la stimolazione del nervo locale intramurale plesso quando il cibo nello stomaco (in fase secrezione gastrica). L'acetilcolina è una media resistenza prodotti stimolatore HC1 e forte agente di rilascio di gastrina da G-cellule. Inoltre, i vaghi eccitazione sensibilizzante obkleyte Zling cellule agli effetti della gastrina e migliora la motilità gastrica.

Gastrina - un ormone polipeptide secreto dalle cellule G-dell'antro e nell'intestino tenue superiore, stimola la secrezione di HC1 da cellule parietali e migliora la loro sensibilità alla stimolazione parasimpatico e l'altro. Il rilascio di gastrina da G-cellule causare stimolazione parasimpatica, alimenti proteici, peptidi, aminoacidi, calcio, allungamento meccanico dello stomaco e il pH alcalino nel suo dipartimento Antral-Prefecture. funzione endocrina di gastrina caratterizzata non solo dalla azione stimolante OMS sulla secrezione gastrica, ma anche un effetto trofico sulla mucosa e en-terohromaffinnye cellule. Prodotti gastrina inibiscono effetto neurogenica (inibitore-Wide fibre parasimpatiche), effetti chimici (basso pH nello stomaco antro), antagonisti ormonali (Deli, calcitonina, somatostatina, glucagone).

L'istamina è un potente stimolatore della secrezione di HC1. Istamina endogena nello stomaco

sintetizzare e conservare le cellule della membrana mucosa (obesi, entrocromaffina, parietale). La secrezione stimolata dall'istamina è il risultato dell'actinizzazione di H2-recettori sulla membrana delle cellule parietali. I cosiddetti antagonisti di H2 -i recettori (cimetidina, ranitidina, famotidina, nizatidina, ecc.) bloccano l'azione dell'istamina e di altri stimolanti della secrezione gastrica.

L'antro dello stomaco, a seconda del pH del suo contenuto, regola la produzione di HCI da parte delle cellule parietali. La gastrina rilasciata dalle cellule G stimola la secrezione di HC1, e la sua eccedenza, causando zakislenis contenuto della antro dello stomaco e del duodeno, inibisce il rilascio di gastrina. Con un pH intragastrico inferiore a 2,0 e un pH intraduodendale inferiore a 2,5, il rilascio di gastrina e la secrezione di HC1 cessano. Come la diluizione e la neutralizzazione della HCI ghiandole antrali alcalino segreto ad un pH superiore a 4,0 nello stomaco e duodeno pH sopra 6,0 e il rilascio di gastrina secrezione di HCI vengono ripresi. È così che funziona il "meccanismo di frenatura anoduodenale".

L'ingresso di contenuti acidi dallo stomaco nel duodeno stimola la funzione endocrina delle cellule S. A pH inferiore a 4,5 liberato nell'intestino inibisce la secrezione di HC1 secretina stimola la secrezione di bicarbonato e pancreas acqua, fegato, duodenali (brunnerovymi) ghiandole. Quando neutralizza HC1 con una secrezione alcalina nella cavità del duodeno, il valore del pH aumenta, il rilascio di secrezioni di secretina e la secrezione di HC riprende]. Questo è il modo in cui funziona il "meccanismo inibitore della secretina".

I forti inibitori della secrezione di HC1 sono la somatostatina, prodotta dalle cellule D endocrine dello stomaco e dalla parte superiore dell'intestino tenue; polipeptide vasoattivo, intestinale (V1P), prodotto da cellule Dl dello stomaco e dell'intestino. La secrezione di HC1 è influenzata dal polipeptide inibitorio gastrico (polipeptide gastrointestinale GIP). L'aumento della concentrazione di GIP nel sangue si osserva dopo l'assunzione di alimenti grassi e ricchi di carboidrati.

Come risultato dell'effetto coordinato della secrezione di HC1 stimolante e inibente, la produzione da parte delle sue cellule parietali viene effettuata entro i limiti necessari per la digestione e il mantenimento di un normale stato acido-base.

Funzione del motore Al di fuori della fase di digestione gastrica, lo stomaco è in uno stato collasso. Durante un pasto, a causa di un cambiamento nel tono muscolare ("rilassamento ricettivo"), lo stomaco può contenere circa 1500 ml senza un notevole aumento della pressione della cavità. Mentre si mangia, si osservano due tipi di contrazioni muscolari nello stomaco - tonico e peristaltico.

Il fondo e il corpo dello stomaco svolgono principalmente la funzione del serbatoio e la digestione gastrica, e la funzione principale del reparto pylorientale è la miscelazione, la macinatura e l'evacuazione dei contenuti nel duodeno.

La muscolatura del corpo dello stomaco esercita una leggera pressione costante sul suo contenuto. Le onde peristaltiche mescolano la poltiglia di cibo con il succo gastrico e la spostano nel compartimento dell'antro. In questo momento il gatekeeper è accorciato e chiude strettamente l'uscita dallo stomaco. Reflusso del contenuto dello stomaco nell'esofago è impedito meccanismo fisiologico riflesso complesso contribuendo alla chiusura zhsludochnogo giunzione gastroesofagea (tono dello sfintere esofageo inferiore, l'angolo acuto di His, valvola viscido Gubareva). La pappa alimentare si sposta nella sezione di antrum, dove si macina ulteriormente e si mescola con il segreto alcalino delle ghiandole di antrum. Quando l'onda peristaltica raggiunge il guardiano, si rilassa, parte del contenuto del dipartimento antrale entra nel duodeno. Quindi il gatekeeper si chiude, c'è una riduzione totale delle pareti della sezione antrale. L'alta pressione nella regione antrale induce il suo contenuto a muoversi all'indietro nella cavità corporea dello stomaco, dove viene nuovamente esposto a HCl e pepsina.

Il duodeno prima dell'entrata del chimo gastrico in esso è un po 'ingrossato a causa del rilassamento della muscolatura della sua parete.

Così, l'evacuazione del contenuto gastrico dovuto alla riduzione seguente e variazioni di pressione endocavitarie nella antro, parte piloro e duodeno. Il reparto antrale e piloro regolano la durata della digestione del cibo nello stomaco. A causa dell'azione del dispositivo di chiusura, viene impedito il reflusso del contenuto duodenale nello stomaco.

nervi vaghi stimolare le contrazioni peristaltiche dello stomaco, abbassare il tono dello sfintere piloro e dello sfintere esofageo inferiore. Il sistema nervoso simpatico ha l'effetto opposto: inibisce la peristalsi e aumenta il tono degli sfinteri. Gastrin abbassa il tono dello sfintere piloro, secretina e colecistochinina causare la sua contrazione. Normale secretoria e contrattile funzione del sistema digestivo fornisce mediatori interazione nervi terminazioni vago (acetil-colina), ammine biogene (istamina, colecistochinina, secretina, etc.), acidi liposolubili (Prostaglandine).

Le principali funzioni dello stomaco e del duodeno. Nella fase gastrica della digestione, il cibo assunto è sottoposto a trattamenti chimici, enzimatici e meccanici.

L'acido cloridrico del succo gastrico ha un effetto battericida sul contenuto dello stomaco. La parte antrale dello stomaco, il canale pilorico, il duodeno rappresentano un singolo complesso di attività motoria ("pompa o laminatoio del piloroantrale").

Nel duodeno, tutti gli ingredienti alimentari sono digeriti, regola le funzioni del sistema epatobiliare e del pancreas, la secretoria e funzione motoria dello stomaco e dell'intestino. Nel duodeno, il chimo gastrico viene sottoposto ad un ulteriore trattamento meccanico e chimico. Tutti gli ingredienti alimentari sono digeriti con enzimi proteolitici, amilolitici e lipolitici.

Lo stomaco e duodeno sono coinvolti nella ematopoiesi, influenzano le funzioni multiple di vari apparati, coinvolti nel metabolismo interstiziale, regolazione del sangue fornire omeostasi.

Anatomia del duodeno e trattamento di possibili malattie

Il duodeno nel corpo umano svolge un ruolo importante nel processo di digestione. Si trova all'inizio dell'intestino, quindi c'è un assorbimento attivo dei nutrienti e la trasformazione del nodulo di cibo. Questa zona dell'intestino non è immune dallo sviluppo di molte malattie. La loro insorgenza porta a disturbi significativi della digestione, che influiscono negativamente sulla salute della persona nel suo insieme.

IMPORTANTE DA SAPERE! Un cambiamento nel colore delle feci, diarrea o diarrea indica la presenza nel corpo. Leggi di più >>

L'intero intestino di una persona è condizionatamente diviso in due sezioni: l'intestino tenue e quello piccolo. All'inizio dell'intestino tenue è il duodeno. È chiamato così perché la sua lunghezza è approssimativamente uguale a dodici dita o dita.

Si trova tra lo stomaco e il digiuno. Al punto di partenza dallo stomaco è lo sfintere. Anatomicamente, il duodeno è diviso in quattro parti:

  • la parte superiore (il bulbo del DPC) si trova nella regione della dodicesima vertebra toracica e prima lombare, la sua lunghezza è di 5-6 cm;
  • la parte discendente va a destra delle prime tre vertebre lombari, la lunghezza è di 7-12 cm;
  • la parte orizzontale è al livello della terza vertebra lombare, la lunghezza è 6-8 cm;
  • la parte ascendente sale alla seconda vertebra lombare, la lunghezza è di 4-5 cm.

La parte discendente contiene un dotto escretore del pancreas e una grande papilla duodenale. La lunghezza totale del WPC è 22-30 cm.

Il muro dell'intestino ha una struttura a strati:

  • lo strato interno è rappresentato dalla mucosa con un gran numero di pieghe, villi e rientranze;
  • lo strato intermedio, o sottomucosa, consiste in un tessuto connettivo in cui si trovano i plessi vascolari e neurali
  • il terzo strato - il muscolo, fornisce le contrazioni dell'intestino nel processo di digestione;
  • Lo strato sieroso esterno protegge dai danni.

Il duodeno è su tutti i lati in contatto con altri organi interni:

  • fegato e dotto biliare comune;
  • rene destro e uretere;
  • pancreas;
  • colon ascendente.

Questa anatomia dell'organo determina le peculiarità delle malattie che si presentano in esso.

Infiammazione del duodeno (duodenite) - sintomi e caratteristiche del trattamento

L'intestino umano è costituito da diverse sezioni e in ciascuna di esse possono verificarsi processi infiammatori. L'infiammazione nel segmento superiore, nel duodeno, veniva chiamata duodenite. Il duodeno è una sezione intermedia tra l'intestino tenue e lo stomaco e, a causa della sua posizione, è esposto a un doppio rischio di infezione: verso il basso insieme al contenuto gastrico e ascendente dalle parti intestinali inferiori.

La duodenite in sé, come una malattia separata, non è comune. Di solito, 12 ulcere duodenali si infiammano sullo sfondo di altre malattie del sistema gastrointestinale:

  • gastrite,
  • pancreatite,
  • colecistite,
  • colite e altri.

La frequenza di insorgenza di questa patologia non ha alcuna connessione con l'età o il sesso di una persona, si verifica ugualmente in diversi gruppi di pazienti.

Cause di infiammazione del duodeno

La causa, che porta alla comparsa del processo infiammatorio nel duodeno, è il danno alla sua membrana mucosa. Molto spesso, questo si verifica quando il contenuto proviene dallo stomaco con una maggiore concentrazione di acido. Succo gastrico con proprietà iperacide, penetra nell'intestino, irrita il suo strato mucoso e porta a un'infiammazione acuta.

La duodenite secondaria è una conseguenza del ritardo delle masse alimentari nel segmento duodenale dell'intestino. La ragione di questo fenomeno - duodenostasis - abbassa il tono delle pareti del tubo intestinale, in cui i contenuti dello stomaco per lungo tempo è nella parte superiore e un effetto negativo sulla mucosa. La duodenostasi può anche essere causata dalla presenza di un'ostruzione al passaggio del cibo (aderenze, cicatrici dopo l'infiammazione o intervento chirurgico).

I fattori che contribuiscono alla comparsa di infiammazione acuta del duodeno sono i seguenti:

  • intossicazione alimentare;
  • abuso di cibi piccanti e bevande alcoliche;
  • ferita al corpo estraneo mucoso.

La malattia cronica si sviluppa sullo sfondo di patologie dell'apparato digerente:

  • epatite acuta e cronica (danno epatico);
  • colecistite (infiammazione della cistifellea);
  • ulcere gastriche e gastrite (malattie della mucosa gastrica);
  • Morbo di Crohn (malattia intestinale cronica di eziologia poco chiara);
  • giardiasi;
  • Sindrome di Whipple - compromissione cronica dell'assorbimento di grasso nell'intestino tenue;
  • Malattia di Zollinger-Ellison (tumori pancreatici);
  • ischemia intestinale (disturbi circolatori nella regione intestinale);
  • frequenti manifestazioni dispeptiche (disagio all'addome, gonfiore, nausea);
  • diarrea cronica.

Un ruolo speciale nella comparsa di duodenite gastroenterologi dà un'infezione batterica causata da Helicobacter pylori. Questo microrganismo è considerato la principale causa di gastrite e ulcera gastrica. Per lungo tempo il batterio può esistere asintomaticamente nel corpo e, in presenza di condizioni favorevoli, inizia a moltiplicarsi, stimolando l'aumento del rilascio di acido cloridrico nello stomaco. Un terreno eccessivamente acido distrugge la mucosa intestinale e, se non si sbarazza degli elicobatteri, la duodenite prima o poi finirà con un'ulcera duodenale.

Lo sviluppo dell'infiammazione cronica è inoltre promosso dall'azione di condizioni negative per un lungo periodo di tempo:

  • mangiare irregolare e malsano;
  • presenza di focolai di infezioni croniche in altri sistemi corporei (nei genitali, nel rinofaringe, ecc.);
  • grave stress;
  • cattive abitudini;
  • prendendo un certo numero di farmaci.

Sintomi di duodenite

L'infiammazione dell'intestino superiore può avvenire senza segni pronunciati, ma nella maggior parte dei casi i suoi sintomi si manifestano ancora, costantemente o periodicamente. Si può sospettare che qualcosa sia sbagliato con la presenza di tali reclami:

  • digestione disturbata, scarso appetito;
  • disagio all'addome, specialmente dopo aver mangiato (pesantezza, sensazione di eccesso di cibo);
  • costante indigestione: flatulenza, diarrea, eruttazione;
  • nausea e vomito periodici;
  • dolore nell'addome superiore al centro;
  • dolori affamati e notturni di carattere rumoroso, che danno alla zona del petto;
  • scarico di sangue con le feci o vomito;
  • anemia, che indica la presenza di sanguinamento interno;
  • stato di debolezza.

Con diversi tipi di duodenite, il quadro clinico dell'infiammazione può differire, il che consente una diagnosi più accurata basata sull'anamnesi.

  1. Con il lento passaggio del cibo attraverso il duodeno (duodenostasi), il dolore è localizzato nella regione epigastrica e nel giusto ipocondrio. Le sensazioni dolorose sono convulsioni, hanno il carattere di raspiraniya, torsioni. Il dolore è accompagnato da un forte gonfiore dell'addome, da una sensazione di trasfusione del liquido, dal brontolio. Nella bocca ci può essere un sapore amaro, se c'è il vomito, allora il più delle volte è la bile.
  2. La combinazione di duodenite e ulcera provoca forti dolori a stomaco vuoto. Sono presenti anche i restanti sintomi dell'infiammazione, ma è il dolore "affamato" che consente di sospettare la presenza di ulcera duodenale.
  3. Se anche le parti inferiori dell'intestino sono influenzate dall'infiammazione, il dolore "discende" dallo stomaco all'area dell'intestino tenue e crasso. Il paziente è preoccupato per i problemi tipici della colite, enterite: diarrea, aumento della peristalsi, gonfiore.

Il lungo decorso della malattia porta a conseguenze così gravi, come l'atrofia della membrana mucosa del duodeno. In questo caso, il processo di secrezione degli enzimi digestivi viene interrotto, il deterioramento del cibo e l'assorbimento dei nutrienti nell'intestino peggiorano. Questo già minaccia non solo la patologia multipla del tratto gastrointestinale, ma influenza anche il lavoro di tutto il corpo: anemia, carenza di micronutrienti, carenza di vitamine, problemi cardiovascolari, muscolari, nervosi. È importante identificare la malattia in una fase iniziale, senza attendere che causi problemi irreversibili di salute.

Per diagnosticare la duodenite, è necessario consultare uno specialista in gastroenterologia. Diagnosi preliminare, sarà in grado di erogare già sulla base dell'anamnesi e della palpazione addominale: quando la palpazione nella zona epigastrica sarà caratterizzata da sensazioni dolorose. Per chiarire la natura della duodenite e la sua differenziazione da altre malattie, vengono effettuati studi obiettivi:

  1. EFGDS (esofagogastroduodenoscopia): il paziente viene iniettato attraverso la bocca con un tubo (sonda) con retroilluminazione e una telecamera che consente di ispezionare la parte superiore del tratto gastrointestinale per patologie.
  2. Se necessario, durante la procedura endoscopica, il biomateriale per l'analisi viene prelevato, biopsiato. Una gastrobiopsia avvistata consente di rilevare focolai di migrazione di Helicobacterial e di indagare la mucosa in caso di sospetta malattia tumorale.
  3. L'esame ecografico degli organi della cavità addominale è oggi una procedura standard che è utile per rivelare neoplasie, modificare le dimensioni degli organi, ecc.
  4. Radiografia dello stomaco e del duodeno: l'introduzione di un mezzo di contrasto aiuta a "illuminare" gli organi digestivi e rilevare i difetti.
  5. Analisi del succo gastrico per studiarne la composizione, il livello di acidità.
  6. Analisi per Helicobacter pylori - per identificare un possibile agente eziologico dell'infezione.
  7. Un coprogramma è uno studio delle feci per valutare le prestazioni del tubo digerente.
  8. Triplice esame delle feci per sangue occulto.
  9. Biochimica del sangue - determina gli indicatori che caratterizzano il funzionamento del tratto digestivo (bilirubina, colesterolo, elettroforesi delle proteine ​​del siero del latte).
  10. Analisi specifica degli anticorpi prodotti nel corpo nell'eziologia autoimmune della gastroduodenite.

Classificazione della duodenite

L'infiammazione del duodeno (duodenite) è una malattia suddivisa in diversi tipi di localizzazione, la natura del decorso, l'agente patogeno, ecc. Una classificazione approssimativa di questa malattia è la seguente:

  • duodenite acuta - caratterizzato da un evento imprevisto, sintomi luminosi, breve corso, possono essere nella forma catarrale, flemmana e ulcerativa;
  • infiammazione cronica - esiste per lungo tempo (fino a diversi anni) con deboli manifestazioni cliniche; può agire come una malattia indipendente (primaria) o come risultato di altre patologie (duodenite secondaria).

2. Dalla posizione dei fuochi di infiammazione:

  • diffondere (Comune);
  • locale - Popilite (infiammazione della papilla grande), bulbitis (duodenite prossimale), duodenite postbulbare (coinvolgimento distale).

3. Per la profondità della lesione della mucosa:

  • superficie (edema, iperemia);
  • interstiziale (con penetrazione in strati profondi);
  • atrofico (assottigliamento e assenza di mucosa nella zona di infiammazione);
  • erosivo (la comparsa di erosione e ferite sulle pareti dell'intestino).

In un gruppo speciale, viene individuata una duodenite specifica, causata da un'infezione fungina, tubercolosi, stati di immunodeficienza, morbo di Crohn e altre malattie.

Dieta con duodenite

La direzione principale nella terapia della duodenite è lo sviluppo e l'aderenza ad una dieta terapeutica. Il suo principio principale - l'effetto più parsimonioso sulla membrana mucosa dello stomaco e dell'intestino. Questo significa:

  • 5-6 pasti al giorno durante il giorno;
  • piccole porzioni;
  • metodo di cottura: al vapore o bollito;
  • consistenza dei piatti - liquido, semi-liquido, pastoso (il cibo duro deve essere macinato o macinato);
  • temperatura del cibo - calda; freddo e soprattutto caldo dovrebbe essere evitato;
  • completa esclusione di acido, salato, speziato, affumicato, arrostito, in scatola;
  • rifiuto di alcol.

Una dieta rigorosa dovrebbe essere rispettata, almeno, 10-12 giorni, fino al termine di un periodo acuto di infiammazione. Nella duodenite cronica, a seconda della forma della malattia e della sua associazione con altre patologie, si raccomanda al paziente di osservare per tutta la vita l'alimentazione dietetica:

  • tabella numero 1, 1b - con uno sviluppo ulcerativo;
  • tabella numero 2 - con gastrite a bassa acidità;
  • tabella numero 5 - con patologie del fegato, della cistifellea e dei dotti biliari;
  • tabella numero 5p - in presenza di pancreatite.

Ci sono altre opzioni per una dieta terapeutica, quale è più adatta per un determinato paziente, il medico dovrebbe determinare dopo il sondaggio. Le raccomandazioni generali per l'alimentazione nella duodenite sono le seguenti:

  1. Prodotti lattiero-caseari e grassi: latte intero, bevande al latte acido, ricotta fresca, panna acida, formaggi di media durezza, aggiunta di latte a tè, zuppe, cereali; burro, oli vegetali raffinati; una coppia strapazzata.
  2. I primi piatti: le zuppe sono ammesse su brodo vegetale, un brodo di carne sottile, sul latte. La consistenza raccomandata è la zuppa cremosa, la zuppa cremosa (tutti gli ingredienti solidi nella zuppa sono aggiunti nella forma irregolare).
  3. Pappe e contorni: cereali cotti sull'acqua o sul latte (riso, grano saraceno, semolino, fiocchi d'avena); pasta piccola, casseruole e budini dei prodotti elencati.
  4. Verdure: patate bollite, carote, zucchine, cavolfiori, broccoli (tutto sotto forma di purè di patate).
  5. Frutto: frutti e bacche morbidi, non acidi, preferibilmente al forno o bolliti (da composta), sotto forma di mousse.
  6. Carne e pesce: varietà a basso contenuto di grassi sotto forma di carne macinata bollita, cotolette di vapore, polpette di carne e altri piatti a pezzetti.
  7. Bevande: composta di bacche dolci e frutta secca, gelatina, brodo di rosa selvatica, tè leggero, diluito con acqua, succhi di verdura.
  8. Prodotti di pane: pane grattugiato, pane bianco essiccato.

Sotto il divieto di caduta:

  • pane morbido e prodotti a base di pasta;
  • frittelle, frittelle;
  • fagioli;
  • cereali grossolani (orzo perlato, miglio);
  • pasta grande;
  • uova fritte e uova sode;
  • latte grasso;
  • formaggi di varietà grasse e acide;
  • carne e pesce grassi;
  • gelato, dolciumi;
  • tè e caffè forti;
  • soda;
  • alcol;
  • condimenti e salse piccanti;
  • friggere come un modo di cucinare.

Trattamento di infiammazione del duodeno

Nel trattamento della duodenite vengono combinati metodi di terapia, fisioterapia e sanatorio-resort. Durante l'infiammazione acuta o esacerbazione di una malattia cronica, è indicata la nomina della terapia sintomatica:

  1. Per rimuovere la sindrome del dolore, si consiglia di assumere antispastici (No-shpa, Drotaverin, Papaverin).
  2. Per ridurre l'alto livello di acidità dell'aiuto antiacido succo gastrico (Almagel, Omeprazolo).
  3. La protezione della mucosa dello stomaco e del duodeno implicava l'avvolgimento di formulazioni mediche (Vis-Nol, De-Nol).
  4. In caso di rilevamento di Helicobacteria è necessario sottoporsi a terapia antibiotica (Flemoxin soluteab e altri).
  5. Se la causa della duodenite è l'invasione elmintica, prescrivere farmaci per sbarazzarsi di parassiti.
  6. Con la duodenesi diagnosticata, la peristalsi intestinale è aiutata da farmaci che stimolano la motilità (Domperidon, Maalox).

La forma cronica di duodenite presuppone un lungo ricevimento di farmaci prescritti dal gastroenterologo:

  • I colinolitici (atropina, gastrotepina, peritolo) riducono le sensazioni dolorose;
  • enterosorbenti e antiacidi (Enterosgel, Smecta, Fosfalugel) aiutano a proteggere la mucosa dagli effetti dei fattori negativi;
  • i farmaci curativi e antinfiammatori (Duogastron, Methyluracil, vitamina B, estratto di aloe) migliorano la rigenerazione dei tessuti, prevengono la progressione dell'infiammazione;
  • i dopamina-bloccanti (Tserukal, Reglan) combattono con nausea e vomito in caso di disfunzione motoria del duodeno;
  • i sedativi (valeriana, motherwort) affrontano le manifestazioni di nevrastenia, spesso accompagnate da duodenite.

L'infiammazione secondaria richiede, prima di tutto, di eliminare la malattia di base, solo in questo caso il trattamento della duodenite darà un effetto positivo ea lungo termine. Abbastanza rara forma di duodenite - flemmatica, che è un'infiammazione purulenta acuta, viene trattata chirurgicamente con successiva terapia antibiotica. In aggiunta alla duodenite, vengono utilizzate procedure fisioterapeutiche che vengono eseguite al di fuori della esacerbazione della malattia:

  • riscaldamento della regione epigastrica;
  • applicazioni di paraffina e ozocerite;
  • ultrasuoni;
  • terapia diadinamica;
  • terapia magnetica;
  • electrosleep;
  • balneoterapia.

La fisioterapia favorisce l'attivazione del flusso linfatico e dell'afflusso di sangue agli organi addominali, riduce il dolore, ha un effetto antinfiammatorio, migliora la funzione secretoria del sistema digestivo.

Nel periodo di remissione, tutti i pazienti con duodenite mostrano un trattamento in un sanatorio per ridurre la frequenza delle recidive.

Trattamento dell'infiammazione del duodeno (duodenite) con rimedi popolari

Indipendentemente trattati con l'aiuto di rimedi popolari nel caso del duodeno non è raccomandato, perché senza capire i tipi e la gravità del processo infiammatorio, è possibile renderlo ancora peggio. Ma, come le misure di sostegno nella lotta contro cure naturali duodenite può fare un buon lavoro, se li si usa in aggiunta alla nomina di un medico e di consultarsi con il gastroenterologo.

Il ricevimento dei rimedi popolari dovrebbe essere mirato a ridurre l'aggressività del succo gastrico, proteggendolo dagli effetti della mucosa intestinale e dalla sua rigenerazione. Per questi scopi, fitoterapia, prodotti delle api, oli vengono utilizzati con successo.

Ecco le 10 ricette più efficaci per il trattamento dell'infiammazione del duodeno:

  1. Essiccato da aloe Per oltre un secolo, l'aloe è noto per le sue proprietà antimicrobiche e cicatrizzanti. Determinano l'efficacia di questa pianta nella lotta contro la duodenite. Tuttavia, ci sono alcune sottigliezze per fornire il massimo effetto benefico del farmaco: l'età delle piante dovrebbe essere nell'intervallo di 3-5 anni, e prima di strappare le foglie devono astenersi dal irrigazione per circa 2 settimane. Dal mezzo chilo di foglie lavate devi spremere il succo e metterlo in un contenitore di vetro. Quindi aggiungere ½ litro di vino rosso secco e 500 grammi di miele. La miscela è lasciata riposare per circa 10 giorni, quindi drenare il liquido e imbottigliare per la conservazione. Programma di trattamento: 1 °, 4 ° e settimane successive - 1 cucchiaino. farmaci dopo colazione, pranzo e cena; 2 e 3 settimane - 1 cucchiaio. bere da aloe nello stesso regime. Termine di ammissione - fino a 3 mesi.
  2. Tintura spiritica di propoli. Insistere per 20 giorni 20 grammi di propoli su mezzo litro di alcool al 70%. Metti la bottiglia in un luogo buio e scuotila ogni giorno. Per pompare 15 gocce del farmaco in un cucchiaio di latte caldo dolce, bere prima dei pasti tre volte al giorno. Questo strumento è controindicato per i bambini.
  3. La terapia Juice. Per il trattamento dei succhi vegetali adatti: cavolo, patate, sedano. Ad esempio, succo fresco di una bevanda di patate dopo ogni pasto sulla metà di un bicchiere. Il succo deve essere spremuto dai tuberi con la pelle, è preferibile prendere una varietà con una tonalità viola. Una miscela di cavolo e succo di sedano in una proporzione di 4 a 1 prenda 5 volte al giorno a stomaco pieno per un mese, solo un giorno preparato circa un litro di liquido.
  4. Brodo di patate Le patate possono aiutare dalla duodenite, non solo sotto forma di succo fresco, e l'acqua in cui viene cotta è adatta. Il brodo deve essere caldo, senza sale e condimenti. Bere 0,5 - 1 bicchiere al manifestarsi di segni sgradevoli.
  5. Olio di olivello spinoso. Questo olio è uno dei più noti agenti di guarigione delle ferite. 1 cucchiaino l'olio, assunto al mattino durante un pasto, avvolge lo strato mucoso dello stomaco, l'intestino, allevia l'infiammazione e provoca un rapido ripristino dei tessuti.
  6. Il miele, come sostanza disinfettante e antinfiammatoria, è stato a lungo utilizzato nel trattamento delle patologie gastrointestinali. Quando duodenite dovrebbe essere consumato sciolto in acqua (1-2 cucchiai per mezzo bicchiere raffreddato ad una temperatura confortevole acqua bollente) 3 volte al giorno. Il corso di ammissione - fino alla scomparsa di segni di malattia.
  7. Tè alla camomilla Tè di camomilla - noto alle erbe antisettico, in gastroenterologia, è famoso per il fatto che H. pylori è in grado di distruggere, responsabile per lo sviluppo di gastroduodenite e ulcere. Il tè freddo va bevuto più volte al giorno. La camomilla può essere alternata a una calda infusione di fiori di tarassaco.
  8. Erba. Far bollire 2 tazze d'acqua con 2 cucchiai. raccolta di erbe, fresco e sforzo. Prendi metà bicchiere di brodo prima di ogni pasto, per 30 minuti. Ingredienti inclusi nella raccolta contro la duodenite: achillea, sacchetto del pastore, zampa d'oca; radici di marshmallow, erba di grano, melissa, valeriana, dente di leone; foglie di ortica e madre-e-matrigna; fiori di lavanda - ogni materia prima di 50 gr.
  9. Jelly. Questa bevanda deliziosa e salutare è usata per curare la duodenite con una clinica sia superficiale che erosiva. Kissel può essere cucinato da varie bacche, ad eccezione dei mirtilli, ma è meglio cucinarlo dalla rosa canina. Ricetta: un bicchiere di frutta versare un litro di acqua bollente, lasciare per 1 ora in una forma chiusa, scolare. Fondere il liquido e mettere da parte le bacche. Devono essere schiacciati in un disordine, versare mezzo litro d'acqua e far bollire per 15 minuti. Brodo filtrato miscelato con infuso raffreddato, aggiungere i fianchi macinati, mettere su un piatto. Al momento di bollire, aggiungi l'amido diluito in acqua nella bevanda. Bere con duodenite invece di tè.
Prevenzione delle malattie infiammatorie del duodeno

La prevenzione primaria di duodenite è la dieta corretta e coerente che esclude il consumo eccessivo di cibi piccanti e alcool, così come la diagnosi precoce e il trattamento di disturbi gastrointestinali, per liberarsi dei parassiti, focolai di infezione in altri organi.

Se una persona ha già incontrato questa spiacevole malattia, il compito prioritario per lui diventa la conformità con le misure di prevenzione secondaria. Ha lo scopo di prevenire ricadute e ulteriore diffusione del processo infiammatorio, la transizione della duodenite all'ulcera duodenale.

Un paziente con duodenite viene inserito in un registro gastroenterologico, sottoposto a esami programmati per controllare e correggere le misure preventive. Di regola, consistono in osservanza di una dieta, ricevimento delle medicine raccomandate, terapia di antiulcer. Ad alto rischio di formazione di ulcera, il paziente viene mostrato ricovero per un sollievo rapido ed efficace dello stato pre-ulcera.