Operazioni sulla cistifellea

Lascia una risposta

I problemi con il sistema di espulsione della bile possono influenzare tutti. L'operazione per rimuovere la cistifellea è molto comune. È prescritto per processi infiammatori cronici nell'organo o per urolitiasi. Nonostante il fatto che la cistifellea svolga una funzione molto importante (ritardi biliari), a volte ha senso sbarazzarsene.

Indicazioni per il funzionamento

La cistifellea (GI) è un organo che accumula la bile dal fegato. È considerato parte del fegato.

La causa più comune per la rimozione della cistifellea è la urolitiasi. A condizione che le pietre siano molto grandi o si formino costantemente. Inoltre, l'operazione cavitaria è prescritta a coloro che hanno malattie infiammatorie croniche nella fase attiva. Sintomi alla rimozione di emergenza: forte dolore, febbre, vomito e diarrea. L'organo viene rimosso se c'è un'alta probabilità di peritonite. Un'operazione è possibile rimuovere pietre nella cistifellea.

Quale è meglio: laparoscopia o chirurgia a cielo aperto?

Per dare una risposta a questa domanda è necessario capire cos'è la laparoscopia. Questo è un metodo chirurgico che non richiede incisioni di grandi dimensioni (0,5-1,5 cm è sufficiente), durante il funzionamento, viene utilizzato un laparoscopio - un dispositivo che è dotato di una videocamera, una torcia elettrica e attraverso il quale viene alimentato anidride carbonica. Quindi, il medico vede sullo schermo cosa sta succedendo all'interno del paziente. Inoltre, non tutti i medici hanno competenze sufficienti per condurre tale manipolazione. Quindi, se il paziente è sicuro della qualifica del chirurgo, allora è meglio ricorrere alla laparoscopia, se no, allora è meglio ricorrere ad un intervento chirurgico aperto.

Vantaggi e svantaggi della chirurgia di rimozione della cistifellea

I vantaggi della laparoscopia possono essere distinti dall'assenza di una grossa cicatrice, l'operazione è più sterile. Il recupero dopo l'operazione per rimuovere la cistifellea è molto più veloce: il paziente è in ospedale per non più di 5 giorni (a condizione che non ci siano complicazioni). Grazie alla fotocamera integrata e alla buona immagine, il chirurgo può vedere molto di più. Ma allo stesso tempo, il dottore non può agire direttamente e questo complica il suo lavoro. Tra le principali carenze si può identificare una scarsa manovrabilità del dispositivo. Ciò porta al fatto che imparare a lavorarci richiede molto tempo e non sempre il medico può lavorare con il dispositivo in modo accurato. Le conseguenze del lavoro scorretto del medico possono portare a complicazioni.

Preparazione preoperatoria

La preparazione per l'intervento chirurgico sulla cistifellea inizia con il momento del ricovero in ospedale. Il paziente deve superare un numero di test:

  • analisi del sangue generale e biochimica;
  • analisi delle urine;
  • fare ultrasuoni;
  • coagulazione;
  • specificare il gruppo sanguigno;
  • Raggi X al torace;
  • verificare la presenza di VL, sifilide o epatite B e C;
  • altri esami

Se ci sono altri problemi di salute, il paziente dovrebbe consultare uno specialista, se non ci sono problemi, allora il terapeuta dovrebbe essere consultato. Dopo il suo permesso, puoi prepararti per un intervento chirurgico. Preparati a rimuovere la cistifellea dalla sera: non mangiare o bere dopo 6 ore, la sera e la mattina per fare un clistere purificante. Se l'operazione è urgente, il medico è costretto a limitarsi solo agli ultrasuoni. In questo caso, la preparazione completa viene assegnata 2 ore.

Colecistectomia tradizionale (aperta)

Colecistectomia si riferisce alla rimozione di HP. In assenza di complicazioni, questa operazione è abbastanza semplice. L'operazione addominale viene eseguita in anestesia generale, quindi la persona non sente nulla. In primo luogo, la pelle viene sterilizzata, quindi la cavità addominale viene tagliata dall'ombelico allo sterno, dopodiché viene tagliato il film grasso che avvolge il fegato e l'HP. Quindi, i canali che collegano la colecisti al fegato vengono bloccati, dopodiché l'organo viene rimosso. L'organo remoto estrae e smette di sanguinare con un laser o un'ecografia. Dopo che il paziente è cucito.

L'operazione dura un'ora e mezza. Dopo l'operazione, una persona trascorre almeno 10 giorni in un letto d'ospedale, a condizione che non vi siano complicazioni. La completa riabilitazione dura 2-3 mesi. Le suture vengono rimosse dopo 6-8 giorni. I primi 1-2 giorni una persona non mangia nulla, beve acqua o tè dolce. Dopo questo tempo, il paziente deve aderire alla dieta numero 5, bere i farmaci prescritti: questi possono essere gli antibiotici, così come gli enzimi che migliorano la digestione. A una persona è vietato sollevare più di 4 kg. Tra le complicazioni si possono identificare avvelenamenti del sangue, sanguinamento, putrefazione. Questo può essere evitato se segui tutti i consigli del medico.

laparoscopica

La laparoscopia della cistifellea viene eseguita anche sotto anestesia. La preparazione per laparoscopia della cistifellea viene eseguita allo stesso modo del metodo aperto. Per cominciare, la pelle viene sterilizzata, quindi vengono eseguite diverse tacche: 2 per 1 cm, 2 per 0,5. Attraverso di loro viene tenuto un tubo con illuminazione e una fotocamera. L'immagine viene visualizzata sullo schermo. L'anidride carbonica viene pompata nella cavità addominale e lo stomaco viene gonfiato come un palloncino. Dopodiché, il dottore entra nel bisturi e nei morsetti, blocca i condotti che collegano gli HP al fegato e agli intestini e li taglia. Le pietre della cistifellea ottengono il primo, solo dopo questo. Inoltre, vengono prese misure per fermare il sangue. Dopo l'operazione, un foro di 0,5 cm viene sigillato con un cerotto chirurgico e viene cucito 1 cm.

La rimozione della cistifellea per via laparoscopica richiede meno di 1 ora. L'ospedale dopo la laparoscopia dura 7 giorni. Al paziente viene assegnata una dieta numero 5. Non è consigliabile per una persona sollevare pesi. Tra le controindicazioni - malattie del sistema cardiovascolare. Inoltre, questa procedura non può essere eseguita in caso di gravi processi infiammatori nell'organo. La procedura laparoscopica non è pericolosa.

Interventi transluminali

Gli interventi transluminali consentono la rimozione degli organi interni attraverso le aperture esterne del corpo. Nelle donne, questa operazione viene eseguita inserendo il tubo nella vagina, negli uomini attraverso la bocca. Questa operazione ti consente di rimuovere l'organo senza lasciare tracce sulla pelle. Il trattamento con questo metodo è un passo avanti nella medicina moderna. Attraverso le aperture naturali una persona viene iniettata con un tubo con una videocamera e un bisturi. Con il suo aiuto, l'organo viene rimosso. A volte ha senso eseguire questa operazione attraverso il naso.

Colecistectomia nei bambini

La colecistectomia nei bambini è prescritta in caso di grave infiammazione della cistifellea. Con la rimozione, viene prescritta la colecistectomia laparoscopica programmata. Ma ci sono casi in cui l'operazione è necessaria immediatamente. Il corso dell'operazione nei bambini non differisce dall'adulto. La principale difficoltà è mantenere il bambino in uno stato di riposo dopo l'operazione. Inoltre, i bambini soffrono di anestesia peggio.

Complicanze e conseguenze postoperatorie

Come ogni intervento chirurgico, la colecistectomia ha una serie di complicanze. Le ragioni sono diverse. Le principali complicanze dopo l'intervento chirurgico sono presentate in tabella:

La vita senza pietre o quanto sia facile trasferire la colecistectomia laparoscopica

Secondo le statistiche, l'8-12% della popolazione dei paesi sviluppati soffre di colelitiasi. Nel tempo, c'è una tendenza ad aumentare la morbilità. Un metodo efficace per il trattamento della colecisti è la chirurgia o la colecistectomia laparoscopica, che, quando si sviluppano le complicanze, diventa vitale.

Cause e indicazioni per la chirurgia

Motivi per la formazione di pietre:

  • l'obesità;
  • Malattie del fegato;
  • Violazione del colesterolo, dell'elettrolita e del metabolismo ormonale;
  • Malattie della colecisti e dei dotti epatici;
  • Vari ostacoli meccanici e funzionali al normale deflusso della bile.

Indicazioni per il funzionamento

Ci sono indicazioni relative e assolute per la colecistectomia:

  • Ostruzione intestinale;
  • Pietre nel dotto biliare (generale);
  • La diagnosi è "colecistite acuta";
  • Cistifellea non funzionante in anamez (basata su ecografia e colecistografia) e coliche ricorrenti nella cistifellea;
  • Cancrena della cistifellea.
  • colecistite calcica cronica, se la malattia si manifesta con la presenza di una o più pietre.

Breve descrizione dell'operazione

La colecistectomia laparoscopica nella maggior parte dei casi viene eseguita negli ospedali - ospedali, cliniche, ospedali. Alcune cliniche moderne offrono di eseguire un'operazione ambulatoriale, ma in questo caso è necessario disporre di un servizio prestabilito per il monitoraggio del paziente a casa. Il paziente non deve avere malattie croniche concomitanti, il che, il più delle volte, è impossibile.

L'anestesia è una questione importante che preoccupa molti pazienti. Questo tipo di operazione eseguito in anestesia generale. Quando si esegue l'anestesia, la ventilazione artificiale è una condizione indispensabile.

Quando si esegue una colecistectomia, la posizione del paziente sul tavolo operatorio è importante. All'inizio dell'operazione, quando l'anidride carbonica viene introdotta nella cavità addominale, il paziente giace sulla schiena con la testa del tavolo abbassata di 10 gradi. Ecco come gli organi interni si muovono verso il diaframma, il che rende possibile inserire in sicurezza l'ago attraverso il quale l'anidride carbonica viene immessa nella cavità pelvica. Dopo l'inserimento dell'ago, la posizione del paziente sul tavolo operatorio cambia. La persona si trova sul tavolo, leggermente girata a sinistra, con un'inclinazione di 10 gradi all'estremità del piede del tavolo operatorio.

Il pneumoperitoneo è l'introduzione di gas nella cavità addominale del paziente.
Un ago con anidride carbonica viene iniettato attraverso l'ombelico, come un posto assolutamente delicato nella cavità addominale anteriore. La cavità addominale viene riempita di gas ad una pressione di 12-15 mm Hg, che viene mantenuta durante l'operazione.

La fase successiva dell'operazione è l'introduzione di trocar.

I trocar sono tubuli di metallo e plastica, la cui funzione principale è di mantenere il biossido di carbonio nella cavità addominale.

Per l'operazione vengono utilizzati 3-4 trocar, attraverso i quali un laparoscopio e gli strumenti vengono inseriti nella cavità addominale.

Dopo l'introduzione degli strumenti, inizia la fase più importante dell'operazione: rimozione del corpo della cistifellea. Ciò avviene con l'aiuto di forbici, morsetti, ganci e apparecchi per l'applicazione di clip, che comprimono il dotto vescicolare e l'arteria.

Il chirurgo tira la colecisti sul fondo. Di conseguenza, egli ha l'opportunità di separare il peritoneo nella regione del collo dell'organo e isolare accuratamente il dotto e l'arteria a cui sono applicate le clip.

Quindi il chirurgo separa il corpo della vescica dal fegato con un gancio elettrochirurgico. Dopo la separazione dell'organo, la cavità addominale viene lavata, drenata da un'elettropompa e il drenaggio (tubicino sottile) viene introdotto nella posizione della cistifellea. Questo è necessario per prevenire lo sviluppo di infezioni nella cavità addominale e per prevenire lo sviluppo di infezioni.

Il modo ottimale è di rimuovere l'organo attraverso l'ombelico, poiché non c'è muscolatura. L'organo è portato a una puntura nella regione dell'ombelico e viene rimosso verso l'esterno insieme al trocar situato lì. L'incisione ombelicale è cucita con una singola cucitura. Questo completa l'operazione.

Laparoscopia della cistifellea in video

I primi mesi dopo la colecistectomia (complicanze, riabilitazione, farmaci)

Il principale vantaggio della colecistectomia laparoscopica è una perdita postoperatoria relativamente facile. Il paziente ha dolore minore nei luoghi di introduzione del trocar, e anche nella regione della spalla a causa dell'introduzione di anidride carbonica nel corso dell'operazione.

Nel periodo postoperatorio, il paziente trascorre 2 ore nell'unità di terapia intensiva, quindi viene trasferito in un reparto normale. Entro le prossime 4-6 ore il paziente non deve bere, ed è anche vietato alzarsi dal letto. Quindi al paziente è permesso di bere l'acqua ordinaria senza gas in piccole porzioni una a una - due sorsi, con un volume totale non superiore a mezzo litro. Il paziente può tranquillamente alzarsi dal letto, per la prima volta sotto la supervisione del personale medico.

Il giorno dopo il paziente viene rimosso dalla cavità addominale. Questa è una procedura indolore che viene eseguita durante le medicazioni quotidiane.

Nutrizione del paziente nei primi sette giorni dopo l'intervento

La nutrizione umana dopo colecistectomia comprende:

  • manzo magro e petto di pollo in forma bollita;
  • zuppe di verdure;
  • grano saraceno e farina d'avena in acqua;
  • prodotti a base di latte fermentato: kefir a basso contenuto di grassi, yogurt, ricotta a basso contenuto di grassi;
  • mele e banane cotte al forno.

Vietato mangiare i seguenti tipi di cibo:

  • cibi fritti e grassi;
  • cibi taglienti e salati;
  • pesce bollito;
  • dolci, in particolare cioccolato;
  • tè forte, caffè;
  • alcol;
  • beve con lo zucchero

Dopo l'intervento chirurgico, una persona dovrebbe monitorare la regolarità del movimento intestinale. Se questo causa difficoltà, allora devi fare un clistere purificante o prendere un'origine vegetativa purgativa (un foglio di fieno, un decotto del cugino).

Durante il corso del periodo di riabilitazione le complicazioni non dovrebbero essere. L'esercizio fisico può essere limitato a causa di possibili dolori addominali che si verificano il secondo giorno dopo l'intervento.

Il paziente viene dimesso il giorno 3, se il periodo postoperatorio passa senza complicazioni. Alla dimissione, il paziente sarà dato un certificato medico (se v'è una tale necessità), così come estratto dalla scheda, che sarà esposto in dettaglio la diagnosi, così come raccomandazioni sulla dieta, l'attività fisica e farmaci. Il congedo per malattia è dato per il periodo di permanenza in ospedale per 3 giorni dopo la dimissione, e quindi deve essere prolungato dal chirurgo nel policlinico comunale.

Complicazioni dopo colecistectomia

Come con qualsiasi intervento chirurgico, sono possibili complicazioni dopo la rimozione della cistifellea. La loro frequenza non supera il 2-3% del numero di operazioni eseguite.

Le principali complicazioni includono:

Lesioni o danni al sito del dotto biliare comune

Questo può accadere per una serie di motivi. Tra questi si segnala anomalie struttura è designato takzhevospalitelnye biliare e cambiamenti nella colecistite acuta, e cambia anche i corpi dei rapporti in aderenze nella cavità addominale. Può anche accadere a causa della manipolazione incurante degli strumenti nel dotto biliare.

Se durante la colecistectomia il dotto biliare viene danneggiato, nella maggior parte dei casi si passa a un'operazione aperta e si esegue il ripristino, sia l'integrità che la pervietà del condotto. Ci sono situazioni in cui il danno al dotto biliare rimane inosservato durante l'operazione. In questo caso, il paziente sviluppa la bile nella cavità addominale o ittero, quindi il paziente necessita di un'operazione urgente ripetuta. La percentuale di tale danno non supera 1.

Danni a grandi navi

La conseguenza di un'introduzione scorretta e incurante di trocar nella cavità addominale è il danneggiamento di grandi vasi, che è irto dello sviluppo di gravi emorragie. Il danno può essere avvertito come localizzato nella cavità addominale e nei vasi della parete addominale. Tuttavia, questa complicanza si verifica durante la colecistectomia laparoscopica molto meno frequentemente rispetto alla chirurgia a cielo aperto.

Infezione delle ferite

L'infezione e la suppurazione della ferita sono un flagello per la chirurgia. Né gli antibiotici né gli antisettici danno il 100% di garanzia di evitare questo tipo di complicanze. La colecistectomia laparoscopica presenta diversi vantaggi rispetto alla chirurgia a cielo aperto, poiché se l'infezione si verifica, procede molto più facilmente e con meno complicazioni.

Danni agli organi interni

Una tipica serie di complicazioni durante le operazioni laparoscopiche. Tuttavia, è abbastanza raro. Durante l'operazione, puoi danneggiare lo stomaco, l'intestino, il fegato, la vescica. I vari danni agli organi sono una conseguenza di una serie di motivi, uno dei quali è la manipolazione incurante degli strumenti. Tuttavia, i chirurghi esperti hanno un numero di strumenti e tecniche per minimizzare il rischio di tale danno.

Se il trauma d'organo è successo, la cosa principale è diagnosticare tempestivamente questo è ciò che permetterà di eliminare le complicazioni senza sforzi particolari.

Con la colecistectomia laparoscopica, non incontrerete mai complicazioni come l'insufficienza articolare, la formazione di cicatrici cheloidi, che sono così caratteristiche della chirurgia a cielo aperto.

I principali farmaci usati dopo la rimozione della vescica

  • Gli stimolanti della produzione biliare sono Osalmide e Ciclovalone;
  • È necessario osservare la ricezione acido ursodesossicolico (300-500 mg al momento di coricarsi). L'acido fa parte di Urosan, Enterosan, Hepatosan, Ursofalk.
  • Per la terapia sostitutiva, usano Liobil, Allochol e Holenzym.

È auspicabile che nei primi 6 mesi del periodo postoperatorio, il processo di recupero del paziente sia stato controllato da un dietologo o gastroenterologo.

Vita dopo colecistectomia laparoscopica

La cosa principale che devi ricordare quando trasferisci un'operazione è che dopo di esso devi sentirti una persona sana e felice. Per questo, è necessario seguire una serie di raccomandazioni riguardanti la dieta e l'attività fisica.

La dieta della colecistectomia laparoscopica: ciò che è utile e ciò che è dannoso

Entro 3 mesi dal periodo postoperatorio, i pazienti devono attenersi alla dieta rigida descritta sopra. Inoltre, la dieta e il menu possono essere gradualmente espansi. Ma vale la pena ricordare che quando rimuovi la dieta della cistifellea sarai il tuo compagno per tutta la vita. Puoi concederti qualcosa di delizioso, ma non abusare di prodotti dannosi.

La regola principale: un cibo frazionario in piccole porzioni.

Elenco dei prodotti mostrati per l'uso:

  • Prodotti lattiero-caseari fermentati: ricotta a basso contenuto di grassi, kefir con additivi bacillari;
  • Le zuppe sono semole, latticini;
  • Brodi incoerenti (pesce e carne);
  • Carni di varietà a basso contenuto di grassi (manzo, pollo, coniglio, tacchino);
  • Uova sotto forma di omelette;
  • Olio vegetale (non più di 25-30 g al giorno);
  • burro;
  • polenta;
  • la pasta;
  • Il pesce è magro (negli stufati, bollito, cotto a vapore);
  • Verdure in forma cruda, al forno, bollite;
  • Miele, marshmallow, marmellata, biscotti secchi;
  • Composte.
  • Tè dolce

Elenco dei prodotti non raccomandati per l'uso:

  • carne grassa;
  • pesce fritto;
  • funghi;
  • caffè forte;
  • spinaci, cipolla, ravanello, aglio;
  • bacche e frutti acerbi;
  • torte, gelati;
  • bevande gassate;
  • pasta, chebureks, torte fritte;
  • spuntini taglienti.

Dopo l'operazione per rimuovere la cistifellea Uso severamente controindicato di alcol e fumo.

Fare sport - la vita in un tono dopo l'intervento

L'attività motoria quotidiana è un impegno di benessere, oltre che una garanzia di evitare il ristagno della bile. Dopo uno o due mesi, è necessario inserire viaggi settimanali in piscina. Camminate regolari per 30-60 minuti promuoveranno un confortevole deflusso della bile, così come l'ossigenazione dei tessuti corporei. Ciò è particolarmente importante nella formazione del normale metabolismo e dell'attività del fegato.

Alcuni giorni dopo l'inizio delle escursioni a piedi, è possibile inserire gli esercizi mattutini. Durante i successivi 6-12 mesi, un intenso sforzo fisico nei pazienti è assolutamente controindicato, in quanto ciò può causare la formazione di un'ernia postoperatoria. Una vita intima può essere ripresa dopo 1,5-2 mesi dalla rimozione della vescica.

Un paio di mesi dopo l'operazione, i pazienti possono e anche bisogno di alzarsi con gli sci. Lo sci dovrebbe svolgersi a un ritmo tranquillo.

Esercizi complessi per esercizi mattutini

  1. La posizione della mano è in vita e le gambe sono poste alla larghezza delle spalle. Riporta i gomiti - inspira, riporta i gomiti sull'espirazione alla posizione di partenza. Dovrebbe essere fatto da otto a dodici ripetizioni..
  2. Steso sullo stomaco, metti le mani lungo il tronco delle tue gambe. In alternativa piegare le gambe sull'espirazione, raddrizzare - sull'inalazione. Dovresti fare sei ripetizioni per ogni gamba.
  3. Steso sullo stomaco, gambe raddrizzate, mano sinistra lungo il tronco, proprio sull'addome. Durante l'inspirazione, sporgiamo fortemente lo stomaco, nell'espirazione - attingiamo. Ripeti l'esercizio otto volte.
  4. Posizione sdraiata su un lato, le gambe sono dritte. Una mano è messa sopra la testa, l'altra per la vita. Pieghiamo la gamba, stando in cima - sull'espirazione, raddrizziamo sull'inalazione. Ripeti l'esercizio dovrebbe essere di almeno otto (dieci) volte.
  5. In piedi, metti i piedi a una distanza dalla larghezza della spalla e porta i pennelli alle spalle. Eseguiamo movimenti circolari con i gomiti 10 volte in avanti e 10 volte indietro. Respira liberamente.

Esami profilattici dal dottore. Follow-up dopo la rimozione della cistifellea

Dopo la dimissione dall'ospedale, non trascurare di visitare uno specialista per controlli di routine. Si consiglia di visitare il medico almeno una volta ogni sei mesi nel primo anno dopo l'operazione e una volta all'anno nel periodo successivo.

Attenzione per favore! Se dopo una colecistectomia laparoscopica sei preoccupato per il dolore o il disagio, consulta immediatamente uno specialista.

La colecistectomia laparoscopica è un'operazione moderna per rimuovere la cistifellea, il rischio di complicanze dopo il quale è solo del 2-3%. Dopo l'operazione, il paziente deve rispettare la dieta, oltre a eseguire il necessario deflusso regolare del complesso biliare di ginnastica dolce. Le passeggiate regolari all'aria aperta e alla piscina sono molto importanti.

Recensioni sulla laparoscopia della cistifellea e sulla vita dopo di essa

Il periodo postoperatorio per tutti passa in modi diversi. Qualcuno si ferma sulla fitoterapia, altri - seguono chiaramente la dieta. La storia di ogni paziente è un'esperienza separata! Se vuoi condividere la tua esperienza di recupero e anche dare un consiglio ad altre persone con un problema simile, lascia un commento. Le tue informazioni saranno molto utili a chiunque sia interessato al tema del recupero del corpo dopo colecistectomia laparoscopica.

Rimozione della cistifellea

La cistifellea è un organo situato nella parte superiore destra della regione addominale. Esegue le funzioni di deposizione (processo di accumulazione) ed escrezione del fluido biliari. Partecipa ai processi digestivi nel corpo.

La bile è prodotta nel fegato. Nei processi patologici, la formazione di pietre (pietre) nella cistifellea richiede un intervento chirurgico per rimuovere l'organo. Nelle donne, la colelitiasi è più comune che negli uomini.

La medicina moderna offre diversi modi per rimuovere l'organo. La procedura con un impatto minimo sugli organi interni è chiamata laparoscopia. Una persona può condurre una vita normale dopo l'intervento chirurgico, osservando alcune restrizioni.

Quando è necessaria la laparoscopia

La cistifellea è sensibile ai processi infiammatori, alla malnutrizione (l'obesità è un fattore grave delle malattie degli organi). Colecistite, colelitiasi (SCI), polipi sulla cistifellea peggiorano lo stato di salute. Sintomi di nausea, vomito, dolore acuto nell'area del giusto ipocondrio, sintomi di febbre, crampi addominali dopo cena e prurito.

La malattia influisce negativamente sul corpo. Le diagnosi sono un'indicazione per la rimozione della cistifellea, perché il funzionamento dell'organo è limitato. Non partecipa al processo digestivo, infatti non funziona. Durante la progressione della malattia della cistifellea, il corpo si adatta gradualmente senza di esso. Per la funzione della secrezione biliare, altri organi iniziano a rispondere.

La procedura in cui la cistifellea ferita viene asportata viene chiamata colecistectomia laparoscopica. Chirurgicamente, l'organo che è al centro del processo infiammatorio e il vettore dell'infezione viene rimosso.

Il rapido rilevamento della malattia e la rimozione tempestiva della cistifellea contribuiscono a un rapido periodo di riabilitazione senza complicazioni. Il metodo chirurgico rimuove le pietre dalla cistifellea. I processi infiammatori, lasciati incustoditi, mettono il rischio di progressione delle malattie degli organi vicini. Ci possono essere infiammazione del pancreas (pancreatite), gastrite, colite ulcerosa del duodeno e dello stomaco. Il periodo postoperatorio in questo caso richiederà più tempo per ripristinare la salute del paziente.

Misure preparatorie per la procedura per la rimozione di HP

Laparoscopia - uno dei tipi di tecnologia moderna in chirurgia, in cui viene eseguita una puntura (attraverso piccole incisioni). È usato come metodo operativo per studiare gli organi della cavità addominale. Il metodo è diventato comune a causa delle conseguenze minime dopo la procedura.

Prima dell'operazione è necessario sottoporsi a una visita medica completa. Il paziente viene indirizzato per test di laboratorio:

  • Urina (analisi generali e biochimiche);
  • Analisi per l'epatite;
  • Esame del sangue per l'HIV;
  • Analisi del sangue generale;
  • Definizione del gruppo sanguigno;
  • Fattore di Rhesus;
  • Risonanza magnetica (MRI);
  • Raggi X al torace;
  • Esame ecografico dell'addome (ecografia).

Quanto i risultati dei test saranno nei limiti della norma, quindi l'esito della procedura sarà più favorevole.

Importante consultazione preliminare con un medico. Assicurati di dire se c'è un'allergia ai farmaci, intolleranza individuale ai componenti. Il medico dovrebbe spiegare al paziente come si svolgerà la procedura di rimozione dell'organo, quanto tempo passerà, spiegare dove la bile entra e scompare dopo aver rimosso la vescica, per conoscere le possibili conseguenze, quali complicazioni possono accadere.

Il medico curante prima della laparoscopia nomina una dieta speciale per la pulizia del corpo. Questo aiuta ad alleviare il peso del sistema digestivo. Per 2-3 settimane escludere: cibi fritti, grassi, affumicati, piccanti, bevande gassate, fagioli, prodotti di latte acido, pane. È vietato bere alcolici in qualsiasi forma. Sono consentite minestre di verdure leggere e pappe. Una corretta alimentazione riduce il carico sullo stomaco.

Una seria preparazione per la chirurgia è importante per la laparoscopia di successo. Al paziente possono essere prescritti lassativi. Il giorno della procedura non è possibile utilizzare liquidi e mangiare. Il paziente riceve un clistere prima di rimuovere l'organo. Nella sala operatoria, è necessario rimuovere tutti gli elementi: orecchini, anelli, orologi, occhiali, lenti a contatto, ecc.

Descrizione della laparoscopia della cistifellea

L'operazione pianificata di rimozione della cistifellea non è complicata, a basso traumatico. Con lo stato di salute normale e la salute del paziente, la procedura è semplice e veloce. Caratteristiche della procedura durante la rimozione dell'organo:

  • L'operatore è posizionato sul tavolo operatorio sulla schiena.
  • Applicare l'anestesia generale.
  • Elabora il sito dove verrà eseguita la puntura.
  • La procedura viene eseguita da dispositivi e apparecchiature mediche sterili (strumenti endoscopici, aspiratore, laparoscopio, trocar, insufflatore).
  • Durante la laparoscopia, vengono effettuate quattro incisioni (forature) sull'addome per rimuovere l'HP. Se il metodo chirurgico della laparoscopia fallisce, allora viene presa una decisione su un'operazione di cavitazione di emergenza. Questo taglia il lato destro dell'addome.
  • Con l'aiuto di dispositivi il condotto dell'organo viene bloccato.
  • Poi c'è una rimozione laparoscopica della cistifellea (l'opzione migliore è attraverso l'ombelico), la bile rimanente viene rimossa.
  • Il luogo del corpo è posto nel drenaggio. Produrrà il deflusso del fluido dal sito di rimozione degli organi.
  • Laparoscopia rimuove le pietre dalla cistifellea attraverso una puntura.
  • Dopo aver rimosso l'organo, viene applicata una cucitura a ciascuna puntura, dopo la cicatrizzazione della cicatrice, non vi è quasi nessuna cicatrice (le incisioni guarite non sono visibili).

Chirurgia della cavità (laparotomia)

È effettuato sotto l'influenza di anestesia. Il paziente viene inciso con un bisturi (circa 15 cm) e rimuove l'HP. Quindi viene eseguito un esame di controllo, le cuciture vengono sovrapposte all'incisione. L'operazione richiede in media 4 ore.

La laparoscopia può essere eseguita in Evpatoria.

Ora dell'operazione

Inizialmente, la fase di addestramento è condotta. Vengono valutati i risultati delle analisi e le condizioni dell'HP per l'operazione. In base alla gravità della malattia e alle caratteristiche anatomiche dell'organo, è previsto il tempo di intervento.

Sarà meglio per una persona se l'operazione passa rapidamente, quindi l'azione dell'anestesia sul corpo richiederà meno tempo. Approssimativamente, la procedura di rimozione richiede circa 1 ora. Precisamente dire quante ore l'operazione richiederà, il chirurgo non può dire. A volte l'operazione dura fino a 6 ore.

Cause che influenzano la durata e il decorso del processo chirurgico:

  1. La presenza di processi infiammatori concomitanti della cavità addominale.
  2. La carnagione umana.
  3. Concrements in the cistifellea.

Il periodo di riabilitazione dipende dalla qualità dell'operazione.

Periodo postoperatorio

Nel corso di un'operazione riuscita, una persona viene trasferita all'unità di terapia intensiva. Il paziente esce dall'anestesia. Il paziente dovrebbe mentire e guardare le prime ore sotto la supervisione di un medico. È vietato alzarsi dal letto e camminare, mangiare, bere. Il paziente prende farmaci per il dolore. Se c'è dolore all'addome e non va via, ma diventa più acuto, viene suturata una sutura, una ferita dolorante, bisogna informare immediatamente il medico.

  • Il secondo giorno è consentito bere leggeri brodi freschi, cagliata dietetica, yogurt. Quindi il menu può essere diversificato da prodotti alimentari autorizzati. Si consiglia di rendere il cibo frazionario. Mangia spesso, in piccole porzioni. Il cibo dovrebbe essere delicato per lo stomaco. Il rispetto della dieta è una regola importante per il periodo di riabilitazione dopo la rimozione degli HP. Si consiglia al paziente di seguire l'aumento di peso ed evitare l'eccesso di cibo.
  • Non puoi mangiare: piatti grassi, cibi piccanti, speziati, salsicce, verdure sott'olio, funghi, dolciumi al cacao, pane bianco, legumi, bevande gassate, kvas, alcolici. Dovresti smettere di fumare.
  • Il primo mese dovrebbe limitare il carico fisico sul corpo, rispettare rigorosamente il menu dieta, monitorare la vostra salute dopo aver mangiato. Non è consigliabile andare su trasporti e strade, dove si agita violentemente. È vietato visitare bagni, piscine, solarium, condurre uno stile di vita attivo, relazioni sessuali entro 90 giorni dalla rimozione del corpo.
  • Al paziente viene prescritto un trattamento complesso per la riabilitazione dopo colecistectomia. Questo farmaco, ginnastica speciale e metodi di esercizi di massaggio, menù dietetico.
  • È importante osservare uno stile di vita sano e le raccomandazioni del medico curante, poiché la bile viene secreta immediatamente nell'intestino, una violazione della dieta rischia di peggiorare lo stato di salute, irto di serie complicazioni.
  • Dopo 6 mesi, il corpo viene ripristinato.

Possibili complicazioni dopo colecistectomia laparoscopica

L'operazione non pone gravi conseguenze per il corpo e la vita umana, dal momento che viene eseguita per via laparoscopica, è un trauma minore. Ma possono verificarsi le seguenti conseguenze post-operatorie:

  • Progressione delle malattie croniche;
  • Pericolo di formazione di ematoma intra-addominale;
  • peritonite;
  • I coaguli di sangue apparivano nelle feci;
  • Sviluppo di una cisti in un letto di ZH;
  • Può essere bruciato nell'addome;
  • Un grumo o un sigillo appare al posto della cucitura;
  • Problemi con l'intestino (feci, flatulenza);
  • Persecuzione in gola, tosse;
  • Recidive di colica epatica;
  • La formazione di pietre nel tratto biliare.

Per evitare conseguenze negative, è necessario seguire le raccomandazioni prescritte di un medico, seguire una dieta. Se vengono rilevati segni di ansia, consultare immediatamente un medico.

Controindicazioni alla colecistectomia laparoscopica

Non ci sono controindicazioni assolute alla procedura. La rimozione di HP aiuta una persona a sbarazzarsi di sintomi spiacevoli e conseguenti complicazioni della malattia. Ma ci sono casi in cui l'operazione dovrebbe essere posticipata:

  • Gravidanza. Primo e ultimo trimestre.
  • Attacchi di colecistite acuta.
  • Scarsi risultati del test del sangue, urina. In questa situazione, la prima terapia farmacologica, dopo il miglioramento, procede alla laparoscopia.
  • Ernie di grandi dimensioni.
  • Scarsa coagulazione del sangue
  • Condizione severa del paziente. Condurre una colecistectomia può aggravare la salute.
  • Chirurgia recente sulla cavità addominale.
  • La sindrome di Mirizzi.
  • Malattie di natura infettiva al momento della procedura.

L'operazione di rimozione dell'HF non funzionante è sicura per gli esseri umani a condizione che la laparoscopia sia adeguatamente addestrata ed eseguita da un chirurgo altamente qualificato.

Dopo la laparoscopia, il paziente deve sempre seguire la dieta. Il numero di prodotti alimentari consentiti viene gradualmente aggiunto alla dieta. Lo stress fisico sul corpo dovrebbe essere limitato a sei mesi.

Rimozione della cistifellea

Un processo di digestione a pieno titolo nel tratto gastrointestinale fornisce una cistifellea, accumulando la bile nelle quantità richieste. L'eccesso forma una pietra e intasa i dotti biliari. L'aspetto dei sintomi della pancreatite, la colecistite può causare complicazioni, richiedono l'implementazione della colecistectomia (la cosiddetta rimozione della cistifellea). Scopri l'operazione.

Qual è la rimozione della cistifellea

Colecistectomia viene eseguita con colecistite (purulenta), tumori della cistifellea. Può succedere in due tipi: attraverso l'incisione del peritoneo (laparotomia) o senza incisioni con l'aiuto della laparoscopia (ci saranno solo tre fori nella parete dell'addome). La laparoscopia è soddisfatta dei benefici: è molto più facile da trasferire, il periodo postoperatorio è più breve, non ci sono praticamente difetti estetici.

Indicazioni per la rimozione

Ce ne sono diversi prova alla rimozione della cistifellea:

  1. dolore permanente nell'ipocondrio destro, frequente infezione dell'organo, che non si presta a metodi conservativi di trattamento;
  2. patologia d'organo;
  3. colecistite cronica;
  4. ittero persistente;
  5. blocco delle vie biliari;
  6. Colangite (causa - trattamento conservativo non aiuta);
  7. presenza di malattie croniche nel fegato;
  8. pancreatite secondaria.

Questi sintomi si riferiscono alle indicazioni generali per la colecistectomia. Ogni singolo paziente è individuale, alcuni casi richiedono un intervento chirurgico urgente e alcuni possono attendere un paio di giorni o settimane. Per determinare il grado di urgenza e le condizioni del paziente, i medici conducono un elenco completo degli studi diagnostici.

Preparazione di

La preparazione completa per qualsiasi tipo di operazione sulla cistifellea comprende:

  • esame ecografico (ultrasuono) della cistifellea e degli organi della cavità addominale (fegato, pancreas, intestino, ecc.);
  • tomografia computerizzata - aiuta a valutare i tessuti periapuzyrnye, i muri, i contorni della vescica, la presenza di nodi o aderenze;
  • fistulografia;
  • MRI - un metodo affidabile di ricerca, che determina le pietre, l'infiammazione, il restringimento delle cicatrici, la patologia dei dotti.

I metodi di laboratorio di esame del paziente consentono di rilevare anomalie. Assegnare il contenuto di transaminasi, bilirubina, fosfatasi alcalina, campione di timolo, la quantità di bile e altri. Spesso richiede un esame completo del cuore e dei polmoni. L'operazione non viene eseguita se il paziente soffre di colecistite acuta, in presenza di processi infiammatori acuti, pancreatite acuta.

Il paziente prima della completa rimozione dovrebbe:

  • smettere di prendere farmaci che sono sangue diluito (influire sulla coagulabilità) per evitare gravi emorragie durante l'intervento chirurgico;
  • la sera prima dell'operazione su consiglio di un medico di smettere di mangiare;
  • al mattino per passare un clistere purificante o la sera per bere lassativi;
  • prima dell'operazione fare una doccia con agenti antibatterici.

Dieta prima dell'intervento

Prima di tagliare l'organo, 3-4 giorni prima dell'operazione prevista, viene prescritta una dieta:

  1. senza prodotti che causano gonfiore (flatulenza);
  2. senza cibo troppo fritto e piccante;
  3. raccomandare l'uso di prodotti a base di latte acido, carne magra e pesce;
  4. escludere completamente i prodotti che portano alla fermentazione - frutta, verdura, fagioli, pane (soprattutto segale).

Metodi di rimozione

Per rimuovere l'organo, viene effettuata una laparotomia o laparoscopia. Laparotomia è la rimozione di una pietra attraverso un'incisione pareti del corpo. Conducilo dal processo xifoideo lungo la linea mediana dell'addome fino all'ombelico. Un'altra opzione per l'eliminazione è tramite mini-accesso. L'incisione è fatta nella posizione delle pareti della bile, il diametro è di 3-5 cm La laparotomia presenta tali vantaggi:

  • una grande incisione consente al medico di valutare facilmente le condizioni dell'organo, per sondarlo da tutti i lati, la durata dell'operazione è di 1-2 ore;
  • Tagliare più velocemente rispetto alla laparoscopia, necessaria in situazioni di emergenza;
  • Durante il funzionamento, non c'è alta pressione del gas.
  1. i tessuti sono gravemente feriti, ci sarà una cicatrice visibile, grossolana;
  2. L'operazione è condotta aperto, gli organi sono in contatto con il mezzo, la strumentazione, il campo operatorio è più contaminato da microrganismi;
  3. soggiorno del paziente in ospedale - almeno due settimane;
  4. forte dolore dopo l'intervento chirurgico.

La laparoscopia è un'operazione per rimuovere la cistifellea, che viene trasportata attraverso piccoli fori (0,5-1,5 cm) sulla parete addominale. Tali buchi possono essere solo due o quattro. Un tubo telescopico viene introdotto in un foro, chiamato laparoscopio, che è collegato alla telecamera, e l'intero corso dell'operazione viene visualizzato sul monitor. Lo stesso metodo è facile da rimuovere pietre.

  • il trauma è molto piccolo;
  • Dopo 3 giorni il paziente può già andare a casa;
  • assenza di dolore, rapido recupero;
  • recensioni - positive;
  • l'operazione con il metodo della laparoscopia non lascia cicatrici di grandi dimensioni;
  • il monitor consente al chirurgo di vedere meglio il campo operatorio, aumentandolo fino a 40 volte.
  • i movimenti del chirurgo sono limitati;
  • la profondità della ferita è distorta;
  • è difficile determinare la forza dell'effetto sull'organo;
  • Il chirurgo si abitua al movimento opposto (le sue braccia) dello strumento;
  • aumento della pressione intra-addominale.

Come rimuovere

Rimuovere la cistifellea di una delle operazioni selezionate dal paziente (la persona sceglie il metodo di rimozione) - laparoscopia o laparotomia. Prima di questo, le persone vengono introdotte nel corso dell'operazione e le sue conseguenze sono firmate accordo e iniziare l'allenamento preoperatorio. Se non ci sono indicazioni di emergenza, il paziente inizia la preparazione con una dieta a casa.

Operazione di cavità

La procedura per la chirurgia addominale è la seguente:

  1. Sezionare la pelle e la cellulosa. Dopo il taglio, la ferita viene asciugata. Sui prestiti vengono posizionati i fermagli per il sangue.
  2. Sezionare l'aponeurosi (legamento). Esse espongono il peritoneo, diluiscono i muscoli retti dell'addome ai lati.
  3. Taglia la parete addominale. Aspirare il sangue, aspirare il liquido e asciugarlo con i tamponi.
  4. Viene eseguita una revisione degli organi addominali e l'organo viene tagliato.
  5. Installare gli scarichi per il deflusso dell'essudato.
  6. Cucire la parete addominale anteriore.

Colecistectomia laparoscopica

Se durante l'operazione rilevano adesioni, infiammazioni, possono iniziare un'operazione cava. La laparoscopia della cistifellea viene eseguita sotto comune l'anestesia, la respirazione artificiale è usata:

  1. Un ago speciale introduce la sostanza preparata nella cavità addominale.
  2. Successivamente, vengono eseguite le forature, in cui vengono avviati la strumentazione e la videocamera.
  3. Durante la rimozione, le arterie e il condotto sono tagliati, sigillati con fermagli metallici, il pancreas non ne risente.
  4. L'organo è estratto dalla più grande apertura.
  5. Il sottile drenaggio viene deposto, la ferita viene cucita, il buco viene lavorato.

Trattamento dopo la rimozione della cistifellea

Dopo l'intervento chirurgico, vengono prescritti antibiotici per prevenire complicanze. Prendono i loro primi tre giorni mentre sono in ospedale. Quindi nomina antispastici: Drotaverine, No-shpa, Buskopan. Successivamente, i farmaci che contengono acido ursodesossicolico vengono utilizzati per ridurre il rischio di calcoli. Per evitare problemi di digestione, il corpo viene aiutato con la droga.

preparativi

I metodi di trattamento conservativi includono la prescrizione di antibiotici ad ampio spettro come:

Preparativi che contengono ursodesossicolico acido - epatoprotettore e coleretico;

Prescrivere l'uso di analgesici per alleviare il dolore:

Ursosan è un farmaco che contiene acido ursodesossicolico. Riduce la sintesi del colesterolo nel fegato, lo assorbe nell'intestino, scioglie i livelli di colesterolo, riduce il ristagno della bile e riduce l'indice di colaticolo. Ursosan è mostrato:

  • dopo l'operazione di rimozione;
  • in presenza di pietre con una funzione preservata della vescica;
  • possibile appuntamento con la malattia dello stomaco;
  • per la terapia sintomatica nella cirrosi biliare primitiva e in altre malattie del fegato.

Il vantaggio del farmaco è la sua capacità di sostituire gli acidi biliari tossici con acido ursodesossicolico non tossico, migliora la capacità secretoria degli epatociti, stimola l'immunoregolazione. Svantaggi del farmaco:

  • può vomitare;
  • causare attacchi di dolore al fegato;
  • causare tosse;
  • aumentare l'attività degli enzimi epatici;
  • le pietre sono spesso formate.

Ursodex è uno dei tipi di epatoprotettori. Buone possibilità, ha azione immunomodulante e colelitolitico. Normalizza le membrane di epatociti e colangiociti. È indicato per la terapia sintomatica:

  • con cirrosi biliare primitiva;
  • la presenza di pietre o la prevenzione della loro formazione;
  • con gastrite da reflusso biliare.

Il grande vantaggio di Ursodex è la sua capacità di ridurre significativamente le dimensioni delle pietre. Dagli aspetti negativi:

  • può causare processi infiammatori acuti nella cistifellea o nei dotti;
  • intasare i dotti biliari (compresi quelli comuni);
  • non di rado provoca indigestione;
  • prurito della pelle;
  • vomito come effetto collaterale;
  • può aumentare l'attività delle normali transaminasi epatiche.

Raccomandazioni dopo la rimozione

Per evitare complicazioni postoperatorie, osservare raccomandazioni per la riabilitazione entro 4-8 settimane (regolarmente):

  • Limitare l'esercizio e l'aumento di peso di oltre quattro chilogrammi. Ciò favorisce la frequente respirazione e tensione dei muscoli addominali interni.
  • Non andare da nessuna parte seguendo una dieta rigida: mangiare una frazione, ma spesso sono ammessi brodo di pollo, carne e pesce magri, polenta, ecc.
  • È necessario bere 1,5 litri di acqua pulita al giorno.

Vita dopo la rimozione della cistifellea

La maggior parte delle persone crede, con l'intervento chirurgico e quando non c'è la cistifellea - la vita normale si ferma e una persona è incatenata per sempre a compresse, uno stile di vita sano, mangiando solo cibo utile. Questo è lontano dal caso. Una dieta rigorosa è solo osservata prima volta, e un gran numero di farmaci diminuirà gradualmente fino alla terapia di mantenimento minima.

complicazioni

La complicazione principale e pericolosa è il sanguinamento. Può essere interno ed esterno. Quello interno è più pericoloso, quando appare, viene eseguita un'operazione di emergenza. Ci possono sviluppare ascessi, infiammazione del pancreas, peritonite. Le complicazioni tardive comprendono la comparsa di ittero. I problemi possono anche verificarsi a causa di errori chirurgici durante l'operazione.

temperatura

Quando c'è una temperatura elevata di 38 ° C o 39 ° C, che è combinata con mal di testa, brividi, dolori muscolari, si dovrebbe consultare immediatamente un medico. Questi sintomi indicano lo sviluppo del processo infiammatorio. Se non si presta attenzione a questo, si possono sviluppare complicanze più gravi, le condizioni del corpo si deteriorano, sarà difficile ripristinare tutti i processi alla normalità.

Attacco dopo la rimozione

Il sequestro postoperatorio nei pazienti può verificarsi con lesioni percorsi extraepatici. Ragioni comuni:

  • Pietre o formazione di cisti in condotti.
  • Malattie del fegato.
  • La stagnazione della bile, che si accumula e quando la capsula viene ingrandita, provoca sensazioni dolorose.
  • Il lavoro degli organi digestivi viene interrotto a causa del rifornimento caotico di bile per l'intestino e il duodeno, il grasso è scarsamente assorbito, la microflora intestinale è indebolita.

effetti

Tutte le conseguenze sono unite dal termine "sindrome da postcolecistectomia". Include:

  • Cambiamenti patologici, colica biliare dopo l'intervento chirurgico.
  • Errori del medico e danni ai dotti, le pietre rimanenti, non completa rimozione, alterazioni patologiche, il dotto cistico è rimasto molto lungo, il granuloma del corpo estraneo.
  • I reclami sono gli organi che non hanno disturbato prima dell'intervento.

donne

Secondo le statistiche, gli interventi chirurgici sono tre volte più frequenti nelle donne che negli uomini. Ciò è dovuto a improvvise irregolarità ormonali e alla gravidanza. Nella maggior parte dei casi Attacchi di dolore e infiammazione i processi sono stati osservati nelle donne in una "situazione interessante". Le conseguenze della rimozione della cistifellea nelle donne sono le stesse degli uomini.

Negli uomini

Si ritiene che gli uomini soffrano di malattie dei dotti biliari meno spesso. Questo è lontano dal caso, perché cadono immediatamente sul tavolo operatorio, non essendo trattati prima. Tutti perché soffrono a lungo di sentimenti dolorosi, quando sarebbe necessario rivolgersi al medico. Dopo l'operazione, il recupero del corpo è più veloce di quello delle donne, iniziano a vivere una vita normale se seguono una dieta ed escludono l'alcol.

Problemi con l'intestino

Quando la cistifellea viene rimossa, l'acido biliare entra costantemente nella mucosa intestinale, che porta alla comparsa di flatulenza, diarrea, che causa problemi ai pazienti nel periodo postoperatorio. Con il tempo, i processi di digestione adattarsi all'assenza di un organo e tutto tornerà alla normalità. Ma c'è un problema opposto: costipazione. Si verifica a causa di una peristalsi rallentata dell'intestino dopo l'operazione.

allergia

Se ci sono reazioni allergiche nell'anamnesi del paziente, l'operazione deve essere eseguita dopo l'esame per la presenza di anticorpi contro gli allergeni (preparati). Se ciò non viene fatto, l'anestesia può causare una reazione allergica grave in una persona, che a volte porta a conseguenze letali. Se sei a conoscenza della presenza di allergie, assicurati di dirlo ai medici.

Quanti vivono dopo la rimozione della cistifellea

Questa operazione non è problematica, la mancanza di colecisti non influisce sulla qualità e sull'aspettativa di vita, la disabilità non viene assegnata, è possibile lavorare. Seguendo semplici cambiamenti nella dieta e le prescrizioni del medico curante, si può vivere fino ad un'età molto avanzata, anche se la vescica è stata rimossa in giovane età. Ciò non influisce sulla funzionalità epatica.

costo del

I prezzi per la chirurgia variano da 38.500 r. fino a 280047 rubli. La tabella mostra le cliniche e il prezzo per l'operazione, la regione è Mosca (risorsa Internet).

Ho rimosso una bolla di cola: quali conseguenze possono essere?

L'operazione per rimuovere la cistifellea è un intervento serio nel sistema digestivo. Dopo l'operazione, il paziente deve aderire a determinate raccomandazioni per prevenire il deterioramento della salute. Con tutte le regole, una persona può vivere abbastanza per diversi decenni, condurre uno stile di vita abituale, svolgere attività quotidiane. Hai rimosso la cistifellea e vuoi sapere quali potrebbero essere le conseguenze? Allora questo articolo è per te.

Ho rimosso una bolla di cola: quali conseguenze possono essere?

Cistifellea: le sue funzioni nel corpo

La cistifellea è un piccolo organo a forma di pera. In lunghezza, non supera i 14 cm (la norma è una lunghezza di 8 cm a 14 cm), una larghezza di soli 3-5 cm.

Il suo compito principale è l'accumulo e la conservazione della bile, che si forma nelle cellule del fegato. Ospita fino a 70 centimetri cubici di bile. Da qui, la bile diventa più densa trama, e poi evacuata dotti biliari nell'intestino attraverso lo sfintere di Oddi, che è coinvolto nella ripartizione di cibo.

Posizione della cistifellea

Funzioni della cistifellea:

  1. Cumulativo o deposito. Qui viene raccolta tutta la bile prodotta dal fegato.
  2. La concentrazione riduce a un ispessimento di bile.
  3. Evacuazione. Quando la colecisti si contrae, spingendo fuori il contenuto, entra nei 12 punti attraverso i dotti. In questo caso, la bile non viene espulsa costantemente o con una certa periodicità, ma solo quando è necessario per la scissione del cibo. Se questa funzione è interrotta, la bile ristagna, diventa eccessivamente spessa. Nel tempo, questo porta alla formazione di sabbia e pietre.

La bile è necessaria per la digestione del cibo. È anche un potente antisettico - disinfetta il contenuto dell'intestino, uccide i batteri più patogeni e in eccesso opportunisti. È grazie a lei che una persona non riceve un'infezione intestinale ogni volta, non appena mangia un prodotto idealmente fresco o pulito.

Nell'intestino duodenale 12, crea un ambiente alcalino che è dannoso per le larve della maggior parte degli elminti. Se la bile è sufficientemente concentrata, la funzione della cistifellea non si rompe: la persona riesce a evitare di contrarre l'elminti anche se ingerita con il cibo nell'intestino.

È anche responsabile per la scissione e l'assorbimento dei grassi, stimola la motilità intestinale e partecipa alla formazione del fluido intra-articolare.

Violazione del deflusso della bile, la sua quantità insufficiente porta a una violazione della digestione. Tali pazienti hanno spesso stitichezza, disbiosi intestinale, una violazione del processo di assimilazione dei grassi.

Se il deflusso della bile è disturbato, si sviluppa un'infiammazione della cistifellea, compare un sedimento che alla fine si accumula nelle pietre. Per rimuovere l'infiammazione e prevenire la formazione di calcoli, vengono prescritti preparati colagoghi.

Indicazioni per la rimozione della cistifellea

La colecistectomia è un'operazione radicale, dopo la quale la vita di una persona cambia leggermente. Pertanto, per nessun motivo, solo con uno scopo preventivo questa operazione non viene eseguita. Le indicazioni per l'intervento chirurgico sono presentate nella tabella seguente.

Tabella 1. Indicazioni per l'intervento chirurgico per rimuovere la cistifellea

Posso fare senza un'operazione?

Malattia di calcoli biliari e altre malattie possono a lungo non farsi sentire. Abbastanza spesso la situazione, quando le pietre nella bile vengono rilevate accidentalmente, durante un esame preventivo. In questo caso, la persona non ha sintomi della malattia. In questo caso, non puoi affrettarti con l'operazione. Ma è necessario essere esaminati di volta in volta per rilevare il deterioramento nel tempo.

Pietre nella cistifellea

Se la malattia è accompagnata da sintomi spiacevoli (colica biliare, ittero della pelle e delle mucose, disturbi digestivi, dolore nel quadrante superiore destro, nausea e vomito), un intervento chirurgico per rimuovere la colecisti è necessario effettuare il più presto possibile. Ciò consentirà al paziente di liberarsi delle manifestazioni dolorose della malattia ed evitare gravi complicazioni.

Come è l'operazione?

La rimozione chirurgica viene eseguita durante la remissione della malattia. In questo caso, il paziente è più facile da trasferire l'intervento, il processo di recupero è più veloce. Ma in alcuni casi, quando la condizione minaccia la vita, operano in condizioni acute.

Esistono due metodi principali:

  1. La chirurgia laparoscopica è meno invasiva, perché viene eseguita attraverso piccole punture.
  2. La colecistectomia aperta è una operazione classica che viene eseguita attraverso un'incisione relativamente grande nell'ipocondrio destro.

Colecistectomia laparoscopica (a sinistra) e aperta (a destra)

Colecistectomia laparoscopica

Dopo di ciò, il paziente rimane in clinica per l'osservazione postoperatoria per solo 1-2 giorni. Il recupero completo e il ritorno al solito ritmo della vita non richiedono più di 20 giorni. La cucitura dopo l'operazione è minima, le sensazioni dolorose sono poco espresse. Questo è tutto - i vantaggi innegabili di questo metodo, grazie al quale i pazienti sono più facili da concordare con il trattamento chirurgico. Questa è un'opzione ideale nel caso in cui non ci siano complicazioni e controindicazioni.

Non è auspicabile usare la laparoscopia nel caso in cui il paziente abbia una grave malattia cardiaca e vascolare. Ciò è dovuto al fatto che l'anidride carbonica viene introdotta durante l'operazione per facilitare l'accesso al sito dell'intervento. L'aumento della pressione sul diaframma, così come le vene del grande circolo della circolazione sanguigna, possono provocare complicazioni dal cuore e dall'apparato respiratorio.

Inoltre, è impossibile per laparoscopia nei casi acuti, la presenza di tumori in peritonite e pancreatite acuta, calcificazione della colecisti.

Colecistectomia aperta

Il corso di questa operazione è stato elaborato per decenni. Anche se il recupero dopo che dura più a lungo, la chirurgia aperta offre al chirurgo più spazio di manovra nel caso in cui compaiono complicazioni o patologie aggiuntive dopo l'incisione. Per tempo, impiega all'incirca lo stesso tempo della laparoscopia. Ma se hai un tumore, puoi rimuoverlo il più possibile.

Se c'è infiammazione del peritoneo (peritonite), durante l'operazione è possibile condurre ulteriori interventi di risanamento al fine di prevenire l'infezione del sangue.

Se l'operazione non ha luogo, i punti vengono rimossi dopo 7 giorni e il 12-14 ° giorno il paziente viene dimesso. Ma all'inizio deve limitare l'attività fisica. Solo dopo 2,5 mesi è possibile iniziare a fare ginnastica leggera, che, a proposito, è necessaria in futuro per il normale funzionamento dell'apparato digerente.

Riabilitazione dopo la rimozione della cistifellea

Bile prende una parte diretta nel processo di digestione e regola la motilità intestinale. Di conseguenza, dopo la sua rimozione, queste funzioni devono essere compensate. Per questo, viene utilizzata tutta una serie di metodi: dall'assunzione di farmaci alla ginnastica terapeutica, che aiuterà a ripristinare la motilità intestinale e non ad aumentare di peso.

dieta

Una corretta alimentazione è una parte importante della vita del paziente dopo la rimozione della cistifellea. Dal momento che il sistema digestivo ora funziona in un modo nuovo, bisogna essere ancora più attenti a ciò che entra nello stomaco.

È necessario eliminare completamente cibi grassi pesanti, fritti, alcolici forti, prodotti senza trattamento termico. Le verdure e i frutti crudi possono essere consumati solo da coloro che hanno costipazione - e quindi in una piccola quantità. La maggior parte della dieta dovrebbe essere verdure che sono state trattate termicamente, carne a basso contenuto di grassi.

Raccomandazioni per la nutrizione dopo colecistectomia

Dopo aver rimosso la cistifellea, puoi usare:

  • minestre leggere su brodo a basso contenuto di grassi;
  • frutta e verdura bollite, in umido o al forno;
  • carne di pollo a basso contenuto di grassi (filetto);
  • soufflé e casseruole (verdure - senza molto formaggio);
  • pesce magro;
  • cotolette di vapore con carne o pesce magri;
  • prodotti di latte acido - idealmente freschi e solo se il corpo lo tollera bene;
  • cereali - solo se sono ben cotti;
  • ha permesso una piccola quantità di verdure e burro.

Non puoi mangiare cibi che causano un aumento della produzione di succo gastrico: limoni e succo di limone, frutta acida. Anche controindicato:

  • bevande gassate;
  • caffè e bevande contenenti caffeina;
  • muffin e confetteria con crema;
  • verdure in salamoia e salate;
  • cavolo bianco;
  • ravanello;
  • acetosa, spinaci;
  • cibo in scatola (carne e pesce);
  • Noci e semi, soprattutto fritti;
  • legumi.

Tutto il cibo deve essere accuratamente masticato. Nutrire questa persona almeno 5 volte al giorno, osservando approssimativamente gli stessi intervalli e non consentire periodi di digiuno prolungato. Le porzioni dovrebbero essere piccole, poiché senza una cistifellea il sistema digestivo è molto difficile da digerire in grandi porzioni. Entro pochi mesi dopo l'operazione, i dotti biliari si allargano leggermente, il che fornisce un maggiore volume di bile che entra nel 12-colon. Ma questo non è ancora un sostituto completo della cistifellea.

Non andare agli estremi e mangiare solo cibo frullato: questo porterà a un rallentamento dell'intero sistema digestivo, una diminuzione della motilità intestinale.

Una dieta particolarmente severa dovrebbe essere nei primi 2 mesi dopo l'operazione. In questo momento, anche carne magra, non sono ammessi frutta e verdura crude: solo cibo leggero che ha subito un trattamento termico approfondito.

Se avverti dolore dopo aver mangiato, nausea, vomito, febbre, dovresti consultare il medico. È anche importante ricordare, dopo quali prodotti ci fu una tale reazione.

Punto importante: la dieta dopo la rimozione della cistifellea non è un fenomeno temporaneo. Aderire al suo paziente è necessario per il resto della sua vita per prevenire altre gravi malattie dell'apparato digerente.

Amministrazione dei farmaci

Dopo la rimozione della cistifellea, è importante che il deflusso della bile dai dotti epatici sia tempestivo. In caso di ristagno, si può sviluppare un'infiammazione del fegato. E se l'operazione è stata preceduta dalla colelitiasi e la bile stessa nel paziente è densa, si possono formare nuove pietre nei dotti epatici.

rilascio improvviso di grandi quantità di bile o sua costante consegna nell'intestino vuoto porta alla formazione duodenite (infiammazione del duodeno 12) ulcera peptica 12 duodeno e nell'intestino.

Per ridurre la probabilità di queste complicanze e normalizzare il sistema digestivo, dopo l'operazione, ai pazienti vengono prescritti farmaci coleretici e altri farmaci.

Farmaci usati dopo colecistectomia:

  1. enzimi. Di solito, quando il cibo entra nel corpo, viene secreta la bile, che a sua volta stimola la produzione di enzimi digestivi nel pancreas. Persone con processo di rimozione della cistifellea è rotto, e spesso v'è una mancanza di enzimi necessari per abbattere proteine, carboidrati e grassi. Un ulteriore Mezim, Creonte o Festal aiuta a ripristinare l'equilibrio degli enzimi, normalizzare la digestione. Specialmente loro ricezione è necessaria nelle fasi iniziali, fino a quando il corpo si abitua a vivere senza cistifellea, e l'uomo si determina la quantità di cibo che può essere consumato in una sola volta senza conseguenze spiacevoli.

I pazienti sottoposti a colecistectomia stanno ricevendo enzimi

Gli antispastici intestinali possono ridurre i meteorismi e gli spasmi

Ursofalk - una preparazione del gruppo di epatoprotectors

È importante ricordare che quanto più attentamente il paziente aderisce alle raccomandazioni dietetiche, tanto meno preparativi ausiliari devono essere assunti.

ginnastica

Una speciale ginnastica terapeutica aiuterà a normalizzare il deflusso della bile dai dotti epatici, per stimolare la peristalsi intestinale. Gli esercizi principali sono volti a rafforzare la parete addominale anteriore.

Molti pazienti possono eseguire esercizi a casa. Ma se una persona ha un sacco di peso in eccesso, soprattutto l'obesità addominale, è meglio praticare in un gruppo speciale sotto la supervisione di un istruttore medico.

Nei primi giorni dopo l'operazione, è necessario rispettare il riposo a letto, e quindi, qualsiasi fiznagruzki escluso. Dopo aver rimosso i punti, è possibile iniziare a eseguire la ginnastica respiratoria. Il cosiddetto diaframmatica respirazione (in cui i muscoli del diaframma sono coinvolti) aiuterà a ristabilire la circolazione sanguigna e prevenire trombosi, così da mantenere la motilità intestinale.

Non un ostacolo e un facile riscaldamento delle articolazioni. Innanzitutto, non crea un onere per l'area operativa. In secondo luogo, con una diminuzione della produzione di bile, la quantità di lubrificazione articolare diminuisce, il che può portare a una restrizione della mobilità e delle malattie infiammatorie delle articolazioni. Esercizi articolari facili aiutano a mantenere la mobilità e stimolano la circolazione del sangue nell'area comune.

Alcune settimane dopo l'operazione e dopo aver consultato un medico, è possibile iniziare esercizi per rafforzare la stampa addominale. È necessario iniziare con un numero minimo di ripetizioni, aumentando il numero di 1-2 un paio di volte a settimana. Se il dolore si verifica durante l'esercizio e dopo la febbre, è necessario interrompere la palestra e consultare un medico.

Fisioterapia dopo colecistectomia

Efficace sarà camminare sulle scale. Colpisce in modo benefico le articolazioni, l'intestino, aiuta a prevenire l'aumento di peso.

Alcuni mesi dopo l'operazione, è possibile utilizzare agenti di ponderazione, attrezzature aggiuntive, sci. Per un carico uniforme, una serie di esercizi (ci vogliono 10-15 minuti) dovrebbe essere eseguita due volte al giorno:

  • al mattino a stomaco vuoto, prima di colazione, per stimolare la produzione di bile;
  • la sera un'ora prima del sonno, per normalizzare il lavoro dell'intestino e migliorare il deflusso della bile immagazzinata dai dotti epatici.

Non è necessario limitarsi solo agli esercizi per la stampa. Dovresti iniziare con un allenamento leggero e respiratorio, quindi eseguire diversi esercizi per le articolazioni (prima - per le mani, poi per le gambe) e dopo aver eseguito gli esercizi per rafforzare la parete addominale.

Le statistiche mediche dicono: quei pazienti che non ignorano la ginnastica, si riprendono più velocemente e hanno molte meno probabilità di incontrare le possibili complicazioni successive della colecistectomia.

Possibili complicazioni dopo la rimozione della cistifellea

Adattamento e recupero in ogni caso si verificano individualmente. Più una persona ha malattie croniche, più difficile e più lunga sarà la guarigione. Tali pazienti necessitano di esami regolari del medico, assunzione di medicinali ausiliari e stretta osservanza della dieta.

Le complicazioni dopo l'intervento si verificano in circa il 5-10% dei casi.

Sindrome postcolecistectomia

Questa diagnosi è apparso negli anni '30 del secolo scorso. È associato a ipertensione e spasmo dello sfintere di Oddi, che assicura l'ingresso della bile nel 12-colon. Lo sfintere non trattiene la bile, a causa di ciò che viene costantemente ostacolato nell'intestino, causando la sua irritazione. Tra i principali sintomi di PCHP ci sono:

  • disturbo delle feci (diarrea colagica);
  • spasmo e dolore nell'ipocondrio destro;
  • nausea;
  • eruttazione;
  • gonfiore dell'intestino.

Cause della sindrome postcholecistectomia

Quando l'intestino è irritato, lo sfintere di Oddi si contrae, sovrapponendosi al dotto biliare. Di conseguenza, la bile si accumula nei dotti epatici, ristagna, provoca lo sviluppo del processo infiammatorio.

Per trattare questa sindrome, vengono utilizzate terapie farmacologiche conservative e una dieta rigorosa.

duodenite

L'infiammazione dell'ulcera duodenale si sviluppa con costante irritazione della bile, così come una violazione della digestione a causa della mancanza di enzimi biliari e digestivi. In assenza di trattamento, può eventualmente diventare un'ulcera. Qualche volta c'è un'enterite - un'infiammazione dell'intestino tenue, provocata dall'azione della bile e del SIBR.

Cos'è la duodenite?

La duodenite si verifica spesso in pazienti con gastrite associata a Helicobacter. Per evitare questa complicazione, è desiderabile trattare l'Helicobacter pylori prima della rimozione della cistifellea.

Sindrome di eccessiva crescita batterica

La bile è un potente antisettico che neutralizza l'infezione, non consente un'eccessiva riproduzione di flora condizionatamente patogena, fornisce un effetto antiparassitario. Quando la sua concentrazione e la sua quantità diminuiscono, i batteri dannosi si attivano nel duodeno e nell'intestino tenue che lo segue. Causano infiammazione, deprimono la microflora utile. In questo caso, è necessario assumere farmaci a base di bifido e lattobacilli, che aiuteranno a normalizzare la composizione della microflora.

In presenza di infiammazione cronica del tratto gastrointestinale e dysbacteriosis intestinale, il paziente deve assumere tali farmaci costantemente.

pancreatite

Quasi l'80% dei pazienti con colelitiasi viene diagnosticato con pancreatite. Rimane dopo la colecistectomia. A volte questa malattia si verifica dopo l'intervento chirurgico a causa di una diminuzione della concentrazione e della bile e di un'azione stimolante sul pancreas.

Cause di pancreatite

Quando intasamento calcoli del dotto (piccole pietre possono ottenere con il flusso della bile nella regione dello sfintere di Oddi e pancreatiche) in spasmo dello sfintere di Oddi verificarsi stagnazione nel pancreas, che porta alla sua infiammazione. Circa il 40% di coloro che si sottopongono a colecistectomia sperimenta una diminuzione della produzione di succo pancreatico. Questo problema può essere risolto con l'aiuto di una dieta rigorosa e di preparati enzimatici.

Diabete mellito

Si verifica sullo sfondo di gravi anomalie nel pancreas, riducendo la produzione di enzimi e insulina. Un ulteriore fattore di rischio è la presenza di eccesso di peso nel paziente. Pertanto, dopo aver rimosso la cistifellea, è importante controllare il livello di zucchero nel sangue in modo tale che, con i più piccoli cambiamenti, prendere misure e prevenire lo sviluppo della malattia.

Artrite e artrosi

Con una diminuzione della concentrazione della bile, la produzione di lubrificazione intraarticolare diminuisce. C'è una cancellazione meccanica della cartilagine. Se il corpo ha una fonte di infezione cronica, questo processo è più veloce. Pertanto, dopo l'operazione di rimozione della cistifellea, è importante fare ginnastica per le articolazioni, bere più liquidi, mangiare cibi ricchi di collagene. Se c'è dolore, un crunch nell'articolazione, una limitazione della mobilità o gonfiore, è necessario consultare un medico.

Colecistectomia e gravidanza

Le malattie della colecisti sono tre volte più frequenti nelle donne rispetto agli uomini. Ci sono anche più donne tra le donne operate. In presenza di colecistite e anche una predisposizione genetica nelle donne durante la gravidanza aumenta la probabilità di formazione di calcoli nella colecisti e dotti biliari sovrapporsi a causa della crescente utero maggiore pressione su tutti gli organi della cavità addominale.

Le operazioni per rimuovere la cistifellea in presenza di gravi indicazioni sono effettuate durante la gravidanza. Laparoscopia controindicata - è solo un'operazione aperta. Inoltre, l'anestesia stessa, la chirurgia e il periodo di recupero sono uno shock per il corpo della donna e possono influire negativamente sul corso della gravidanza. Pertanto, in presenza di indicazioni, è meglio eseguire l'operazione prima dell'inizio della gravidanza.

L'assenza della cistifellea non è un ostacolo all'inizio della gravidanza e al portamento sicuro. Ma le donne incinte dopo la colecistectomia hanno molte più probabilità di affrontare la tossicosi precoce. Inoltre, le violazioni della digestione durante la gravidanza si verificano in quasi il 100% delle donne con una cistifellea a distanza.

Se una donna ha avuto una colecistectomia, è possibile pianificare una gravidanza non prima di 3 mesi dopo l'operazione - dopo il pieno recupero. Durante la gravidanza, è importante mangiare correttamente e mantenere l'attività fisica.

La rimozione della cistifellea non è una frase. A osservanza di referenze mediche il paziente può vivere fino a una vecchiaia profonda senza complicazioni serie.