Rimozione del pancreas: prognosi e conseguenze della resezione

Il pancreas svolge un ruolo importante nel normale funzionamento del corpo umano. È coinvolto nella produzione di numerosi ormoni, il più importante dei quali è l'insulina. Con una carenza di questo ormone nel corpo inizia a sviluppare il diabete.

Alcune malattie del pancreas, ad esempio la pancreatite, sono trattate con farmaci e una dieta rigorosa. Tuttavia, ci sono malattie in cui si raccomanda di rimuovere il pancreas o parte di esso. Una soluzione così radicale aiuta a salvare la vita di una persona. Tuttavia, quale sarà la vita di un uomo senza pancreas.

Funzioni del pancreas

La funzione principale del pancreas è la produzione di enzimi per garantire il funzionamento del sistema digestivo. Sono loro che influenzano la scissione di proteine, carboidrati e grassi, così come la formazione di un cosiddetto pezzo di cibo che scende lungo il tratto digestivo. Senza il normale funzionamento di questa ghiandola, il processo di digestione del cibo e il metabolismo verranno interrotti.

La causa della rottura del corpo può diventare cattive abitudini, bere alcolici, cibo troppo grasso. Di conseguenza, può verificarsi la più comune malattia, pancreatite. In assenza di infiammazione, neoplasie e cisti, una condizione stabile può essere raggiunta aderendo a una dieta speciale. In altri casi, è richiesto l'intervento chirurgico.

Tuttavia, gli stessi esperti raccomandano questo metodo di trattamento nei casi più estremi. Dopo tutto, il pancreas è un organo estremamente tenero ed è difficile prevedere le conseguenze dell'operazione. Anche se l'operazione ha successo, ciò non garantisce la re-infiammazione dell'organo. L'infiammazione prolungata e la pancreatite pancreatica acuta possono essere trasformati in un organo canceroso.

La pancreaticectomia è un metodo per rimuovere il pancreas

La pancreasectomia è il principale metodo di trattamento chirurgico delle malattie del pancreas. Durante questa operazione, il pancreas o parte di esso viene rimosso. In alcuni casi, con pancreaticectomy, vengono rimossi gli organi situati nelle immediate vicinanze:

  • milza,
  • cistifellea,
  • la parte superiore dello stomaco.

L'operazione per rimuovere il pancreas è la seguente. Il medico apre la cavità addominale nel pancreas. A seconda della gravità della malattia, parte del pancreas o dell'intero organo viene rimosso, così come altri organi danneggiati dalla malattia. Quindi l'incisione viene cucita e fissata con punti speciali.

Durante e dopo l'intervento chirurgico, c'è un alto rischio di complicanze. Non si tratta solo di possibili processi infiammatori e infezioni, ma anche dell'ulteriore funzionamento del corpo.

Fino a poco tempo fa, si credeva che una persona non potesse vivere senza un pancreas, ma oggi la previsione è favorevole. Attualmente, una persona può vivere senza questo organo, e le sue conseguenze non hanno paura, tuttavia, devono rispettare rigorosamente i consigli del medico e prendere gormonosoderzhaschie farmaci che sostituiscono gli enzimi prodotti dal pancreas, e compresse speciali da pancreatite pancreas.

Fattori che influenzano l'insorgenza di complicanze dopo l'intervento chirurgico

  • in sovrappeso;
  • età del paziente;
  • dieta impropria;
  • fumare e bere alcolici;
  • problemi con il sistema cardiovascolare.

Il processo di riabilitazione dopo una pancreatectomia

Anche in assenza di complicazioni, il processo di riabilitazione dopo la rimozione del pancreas richiede un lungo periodo di tempo, ma la prognosi è favorevole. Dopo l'intervento chirurgico, viene prescritta una dieta rigorosa, prendendo un gran numero di farmaci e iniettando l'insulina.

Ci vorrà molto tempo per ripristinare il corpo. Il paziente per lungo tempo sarà tormentato da sensazioni dolorose. Tuttavia, possono essere ridotti al minimo prendendo un anestetico. Molto più importante per il paziente può essere il sostegno morale di parenti e amici.

Dieta dopo la rimozione del pancreas

Per evitare complicazioni dopo l'intervento, al paziente viene prescritta una dieta rigorosa. Nei primi giorni dopo l'operazione, il paziente deve morire di fame. Gli è permesso di bere circa 1,5 litri di acqua pulita e non areata al giorno. La norma giornaliera dell'acqua deve essere divisa in più parti e bevuta a piccoli sorsi.

Dopo alcuni giorni, alla dieta del paziente è permesso introdurre tè non zuccherato e una frittata albume fatta con uova cotte a vapore. Puoi mangiare il grano saraceno o il porridge di riso cotti sull'acqua o latte magro.

Una settimana dopo, una piccola quantità di pane, ricotta a basso contenuto di grassi e burro possono essere aggiunti alla dieta. Le zuppe di verdure, in particolare i cavoli, saranno utili. Prima dell'uso, tutti gli ingredienti della zuppa devono essere accuratamente strofinati.

Più lontano nella dieta del paziente introdurre gradualmente carne e pesce senza grassi. Quando prepari i piatti, ricorda che devono cucinare solo per una coppia o mangiati in una forma cotta.

Il principio fondamentale della dieta dopo la rimozione del pancreas è un contenuto massimo di proteine ​​nei piatti, e la quasi totale assenza di grassi e carboidrati. Dovrebbe ridurre l'assunzione di sale, non più di 10 grammi al giorno, e abbandonare completamente l'uso di zucchero. In ogni caso, il paziente deve sapere esattamente cosa può essere mangiato con pancreatite pancreatica.

L'intera dieta giornaliera deve essere divisa in 5-6 pasti. Le porzioni dovrebbero essere piccole. Hai bisogno di mangiarli lentamente, masticando accuratamente. Il cibo dovrebbe contenere un gran numero di vitamine. Si raccomanda inoltre di assumere vitamine e minerali in compresse. Particolare attenzione al regime idrico del corpo. La norma giornaliera dell'acqua dopo l'operazione dovrebbe essere 1,5-2 litri.

Dopo la rimozione del pancreas, dovresti smettere completamente di fumare e bere alcolici. Limitare anche il consumo di patate, dolci, farina, bevande gassate e caffè forte. Categoricamente non è raccomandato mangiare cibi grassi, fritti e affumicati.

Quindi, la dieta approssimativa del paziente dovrebbe assomigliare a questa:

  1. cibo contenente la quantità massima di proteine;
  2. cibo senza zucchero e solo leggermente salato;
  3. Le spezie nel cibo dovrebbero essere completamente assenti;
  4. nella dieta devono essere necessariamente presenti prodotti caseari con un basso contenuto di grassi, composte non zuccherate, succhi naturali;
  5. Carne e pesce magri dovrebbero essere la base della dieta;
  6. frutti non zuccherati;
  7. minestre di verdure macinate e puree vegetali;
  8. biscotti secchi e pane di ieri.

Oltre alla corretta alimentazione e al rispetto di una dieta rigorosa, è necessario evitare qualsiasi stress, poiché la rimozione dell'organo è quindi un grande stress per il corpo.

Quali conseguenze possono essere dopo un'operazione per rimuovere il pancreas

Il pancreas consiste di cellule ghiandolari. Alcuni di loro si collegano ai dotti e producono un ricco di enzimi segreti, altri secernono il loro segreto - ormoni - direttamente nel sangue. Delle cellule ghiandolari di questo organo si possono formare tumori benigni e maligni; a causa dell'infiammazione, in essa si formano delle cavità - cisti e ascessi; nei suoi condotti si formano le pietre. Tutte queste condizioni sono trattate operativamente.

In questo articolo considereremo le conseguenze della chirurgia sul pancreas, poiché l'organo è presente nel corpo al singolare ed è molto specifico.

Indicazioni per l'intervento chirurgico

Le operazioni sul pancreas sono effettuate a:

  • trauma d'organo;
  • alcune malformazioni;
  • cisti;
  • pancronecrosi, quando il trattamento conservativo non produce un effetto;
  • tumori, incluso metastatico;
  • ascessi;
  • fistole;
  • pietre in-flusso, che portano al loro blocco;
  • peritonite causata da infiammazione della ghiandola;
  • sanguinamento dai vasi sanguigni del corpo.

Tipi di operazioni sul ferro

Con le patologie del pancreas, vengono eseguiti vari tipi di interventi chirurgici, a seconda della natura della malattia e delle condizioni del paziente:

  1. Quando la ghiandola viene traumatizzata, la sacca della ghiandola viene aperta, il sangue rimosso, il tessuto schiacciato e la secrezione della ghiandola secreta. Quindi il tessuto viene suturato, i vasi sanguinanti vengono fasciati. Fuori dalla ghiandola, il drenaggio viene drenato verso l'esterno.
  2. Se c'è una rottura completa dell'organo o del suo condotto principale, viene cucita o, a seconda della situazione, viene creato un messaggio artificiale (anastomosi) tra la ghiandola e il digiuno. La sacca di omento è drenata.
  3. Grosse pietre vengono rimosse dopo la dissezione di una parte della ghiandola, quindi il condotto viene drenato e l'organo viene suturato.
  4. Se ci sono molte pietre nei dotti, e inoltre ci sono molti restringimenti cicatriziali dei dotti, le pietre vengono rimosse, il restringimento è sezionato, dopo di che viene posta una anastomosi tra la ghiandola e il digiuno.
  5. Quando la cisti viene formata, viene rimossa, spesso insieme a un sito di tessuto pancreatico. È anche possibile condurre il drenaggio dal lume della cisti allo stomaco, quindi, dopo essere stato rilasciato dal contenuto, si cicatrerà da solo.
  6. Se viene rilevato un percorso patologico che collega il pancreas con organi interni o emergenti verso l'esterno, esso viene o escisso ed escreto da un drenaggio temporaneo esterno o forma una connessione artificiale tra la ghiandola e l'intestino.


Se il tessuto dell'organo è danneggiato in modo significativo, la medicina moderna ha imparato a rispondere affermativamente alla domanda se sia possibile rimuovere il pancreas. Nel mondo ci sono diverse decine di migliaia di operazioni eseguite con successo sulla pancreatectomia.

Attenzione! Le persone con la ghiandola estratta continuano a vivere, ma hanno sempre bisogno di aderire a una dieta rigorosa e, sotto il controllo di alcuni test, assumono costantemente la terapia sostitutiva.

Quando è necessaria una rimozione del pancreas

Prelievo di un organo - un passo estremo, alla quale i chirurghi sono stringenti indicazioni per tale intervento è molto difficile, traumatica ed è accompagnata da un alto tasso di mortalità. Questo è dovuto alla particolarità del corpo: enzimi prodotti in esso, se entra nel sangue provoca uno shock lampo, e nel caso del tessuto circostante li digerire.

Le ragioni per rimuovere il pancreas sono le seguenti:

  1. Trauma con danni alla maggior parte delle parti del corpo;
  2. Cancro del pancreas;
  3. Necrosi pancreatica

Il pancreas può essere rimosso in due modi:

  1. Se il tumore si trova più vicino alla testa della ghiandola, eseguito un intervento chirurgico Whipple: rimossa la testa e parte del duodeno, spesso - con una porzione dello stomaco, cistifellea e vie biliari, linfonodi. Le connessioni del corpo pancreatico si formano con lo stomaco e parte dell'intestino tenue. I drenaggi vengono posizionati, la cavità addominale viene suturata.
  2. Se il tumore prende la localizzazione vicino alla coda della ghiandola, viene rimossa la parte del corpo della ghiandola, della coda, della milza e dei suoi vasi.

Dopo la pancreatectomia

La prognosi dopo la rimozione del pancreas è ambigua. Include lo sviluppo di complicazioni così precoci come:

  • sanguinamento;
  • danno ai nervi o ai vasi che si trovano vicino al pancreas;
  • complicanze infettive;
  • pancreatite postoperatoria.

C'è una possibilità molto alta che nel periodo postoperatorio ci sarà una carenza nella produzione di entrambi gli enzimi e gli ormoni della ghiandola. Pertanto, per mantenere una qualità della vita sufficiente, oltre alla terapia sostitutiva con preparati enzimatici e insulina o glucagone, è necessario seguire una dieta dopo la rimozione del pancreas.

  1. Tre giorni dopo l'intervento, il paziente mangia e riceve fluido solo attraverso la vena. È permesso bere solo acqua senza gas a piccoli sorsi, fino a un litro al giorno.
  2. Il quarto giorno, un debole tè senza zucchero viene introdotto nella dieta, nel giorno si possono mangiare 1-2 briciole di pane bianco.
  3. Un po 'più tardi, è permesso mangiare zuppa grattugiata con una piccola quantità di sale, cracker, frittata di vapore.
  4. Più tardi, l'espansione della dieta si verifica a causa di riso e farina di grano saraceno, cotto su acqua o brodo vegetale. Puoi mangiare pane bianco.
  5. Dal settimo giorno, purè di patate, zuppe, carne al vapore e pesce sotto forma di soufflé.
  6. Dal nono al decimo giorno, la dieta viene ampliata con "grandi passi". Ma manca ancora di cibi fritti, grassi, carne affumicata, pesce grasso e carne.

Suggerimento: Rompere la dieta prescritta da un medico è pericoloso. Espandilo solo dopo una consultazione preliminare con lo specialista operativo.

Ma forse è più corretto trattare non una conseguenza, ma una ragione?

Raccomandiamo di leggere la storia di Olga Kirovtseva, di come ha curato lo stomaco. Leggi l'articolo >>

Rimozione del pancreas o parte di esso (testa, coda), conseguenze e vita in assenza

La funzione principale del pancreas - un piccolo organo di forma allungata nella parte superiore della cavità addominale - è la secrezione degli enzimi digestivi. Questa ghiandola è costituita da tessuti collegati da piccoli dotti, che trasportano il succo pancreatico nell'intestino.

Un altro dei suoi scopi è la sintesi degli ormoni da parte di un certo gruppo di cellule che non hanno dotti enzimatici. L'ormone più importante prodotto da questo corpo è l'insulina. Quando una ghiandola si rompe, una persona sviluppa una malattia chiamata "diabete mellito".

Come puoi vedere, il pancreas per l'uomo è importante. Cosa può comportare la sua assenza nel corpo? È possibile rimuovere il pancreas dal paziente e dargli una vita normale?

A volte, senza rimuovere il pancreas non può fare, altrimenti la morte del paziente sarà inevitabile. Le sue funzioni possono essere violate per molte ragioni, ma le principali sono: alcolismo cronico, fumo, abuso di cibi molto grassi. Alcune malattie e lesioni possono anche provocare problemi con il pancreas. E se in esso ci sono varie neoplasie che si trasformano in cancro, è necessaria una rimozione parziale o completa dell'organo.

Quale sarà la vita del paziente dopo la rimozione del pancreas? L'assenza di un organismo così importante, ovviamente, ha le sue conseguenze. Dopo una tale operazione, una persona tutta la sua vita dovrà mangiare secondo certe regole, prendere gli enzimi e fare iniezioni di insulina. Cioè, cosa stava portando avanti questo organo sano, ora è necessario riempirlo in altri modi.

Nella prima settimana dopo la rimozione del corpo, al paziente viene prescritta una dieta rigorosa, a partire dal digiuno. Questa dieta è prescritta da un medico che monitora la sua stretta aderenza. Dopo la dimissione dall'ospedale, al paziente viene consigliato un determinato cibo, che è limitato a piatti piccanti e condimenti, patate e prodotti a base di farina, latte intero, caffè e dolci. Escluso dal consumo di cibi fritti e prodotti con fibre grossolane. La dieta si basa sul consumo di alimenti prevalentemente proteici e sulla massima riduzione della quantità di grassi, carboidrati e, naturalmente, zucchero.

I pazienti con un pancreas disteso devono assumere cibo 5-6 volte al giorno in porzioni moderate. Il volume giornaliero di liquido dovrebbe essere 1,5-2 litri. Per ripristinare il corpo dopo un'operazione difficile, è necessario assumere vitamine e minerali.

Cause e indicazioni per la rimozione di parte del pancreas

L'intervento chirurgico per il trattamento del pancreas è indicato se i metodi di trattamento conservativi sono inefficaci. Tali operazioni sono caratterizzate da maggiore complessità, traumatismo e alta mortalità.

  • La resezione parziale è indicata se diagnosticata con:
  • Tumori, fistole e pseudocisti.
  • Neoplasie maligne nei tessuti dell'organo.
  • Lesioni all'organo.
  • Cambiamenti strutturali nei tessuti dell'organo.
  • Esacerbazione della pancreatite cronica.

Tutti i tessuti asportati vengono inviati per studi di laboratorio per condurre l'esame istologico e identificare le cause della patologia. Sulla base dei risultati ottenuti, vengono sviluppate le tattiche del trattamento postoperatorio.

Rimozione della testa pancreatica

Secondo le statistiche, nell'80% dei casi il tumore pancreatico è localizzato nella sua testa. Nel caso in cui il tumore è operabile, viene eseguita la procedura di Whipple (operazione pancreatoduodenale). Si svolge in due fasi:

  • Resezione della parte in cui si sono formati la patologia e gli organi vicini.
  • Restauro del canale digerente, cistifellea, condotti.

Al paziente viene data l'anestesia generale. L'accesso al corpo avviene attraverso piccole incisioni. Con l'aiuto di un laparoscopio, il chirurgo conduce uno studio della regione da operare. Le navi che alimentano la ghiandola sono bloccate e rimosse. In alcuni casi, è necessario rimuovere il duodeno, la cistifellea, parte dell'intestino, i linfonodi situati l'uno accanto all'altro. Per ripristinare il sistema digestivo, il chirurgo forma connessioni interne del corpo della ghiandola con lo stomaco e la parte centrale dell'intestino tenue.

Una complicazione postoperatoria comune è una violazione dell'assorbimento di sostanze nutritive a causa della mancanza di enzima digestivo.

Rimozione della coda del pancreas

Quando una formazione si trova nella coda del pancreas, viene eseguita una pancreotomia parziale distrofica. Se il tumore si diffonde alla milza, anche la milza e i suoi vasi vengono rimossi durante l'operazione. Il resto del pancreas viene suturato lungo la linea di taglio. L'operazione non comporta lo sviluppo del diabete e la violazione del metabolismo dei carboidrati. Il periodo di riabilitazione è di 14-20 giorni.

Operazione per rimuovere il pancreas

Il pancreas svolge la funzione più importante per l'industria alimentare: rilascia enzimi digestivi.

Il pancreas svolge la funzione più importante per l'industria alimentare: rilascia enzimi digestivi.

Inoltre, il pancreas produce un ormone insulina, che regola il livello di zucchero nel sangue. Le violazioni nel lavoro di questo corpo portano allo sviluppo del diabete mellito, al malfunzionamento dell'apparato digerente e persino al malfunzionamento di numerosi organi addominali. A volte, con grave compromissione delle funzioni pancreatiche che possono svilupparsi a causa dell'eccessivo consumo di alcol, fumo e consumo di grandi quantità di cibi grassi, l'intervento chirurgico è prescritto per rimuovere completamente o parzialmente questo organo.

Effettuare un'operazione per rimuovere il pancreas

L'operazione per rimuovere il pancreas è chiamata pancreatectomia e viene prescritta principalmente come trattamento per il cancro di questo organo.

Le operazioni di tale piano sono estremamente rare e solo se il trattamento senza intervento chirurgico non ha dato risultati positivi.

La rimozione parziale del pancreas è prescritta con tali diagnosi:

  • pseudocisti, fistole, gonfiore;
  • la presenza di neoplasie maligne;
  • grave trauma alla ghiandola;
  • cambiamenti irreversibili nella struttura dei tessuti dell'organo;
  • esacerbazione della pancreatite cronica.

In alcuni casi, viene prescritta una rimozione completa del pancreas. Le ragioni di questa decisione possono essere sia tumori maligni, sia altre manifestazioni di cancro di questo organo.

In alcuni casi, viene prescritta una rimozione completa del pancreas. Le ragioni di questa decisione possono essere sia tumori maligni, sia altre manifestazioni di cancro di questo organo.

Prima di un intervento chirurgico su consiglio di un medico, può essere prescritto un ciclo di chemioterapia e radioterapia aggiuntiva. Questo è necessario per garantire che prima dell'operazione la dimensione del tumore fosse ridotta al minimo il più possibile. Le procedure di preparazione comprendono esami medici visivi, prelievi e analisi del sangue, studio della diffusione del cancro con immagini ad ultrasuoni, puntura del pancreas. Se il paziente sta assumendo farmaci, quindi una settimana prima dell'operazione, si dovrebbe escludere da questo elenco tali gruppi di farmaci:

  • farmaci antinfiammatori non steroidei;
  • fluidificanti del sangue;
  • antiaggregante.

I preparativi di queste categorie possono provocare complicazioni durante e dopo l'operazione. Per il pronto intervento di un tale piano, viene prescritta l'anestesia generale, con l'aiuto del quale il paziente viene iniettato negli stati di sonno, bloccando le sensazioni del dolore. Iniettabile nelle vene delle mani o delle mani.

Praticare la rimozione completa o parziale del pancreas. Le operazioni per la rimozione del pancreas possono durare da 4 a 8 ore e dipendono dalle dimensioni del lobo rimosso.

Questo tipo di operazione viene eseguita secondo lo schema seguente. Per fornire un migliore accesso al pancreas, utilizzare un'incisione trasversale superiore, che viene utilizzata per eseguire l'autopsia della cavità addominale. Tale taglio fornirà un numero molto minore di possibili complicanze nel periodo postoperatorio rispetto all'incisione longitudinale più frequentemente utilizzata sotto forma di un T. invertito. Dopo l'apertura, il pancreas dovrebbe essere isolato. Ciò è ottenuto attraverso la dissezione dei legamenti e degli schizzi intestinali, nonché l'applicazione delle legature alle navi vicine. Dopo questo, il pancreas può essere rimosso. Il taglio deve essere chiuso usando cuciture o punti metallici. Nella maggior parte dei casi, un tubo di drenaggio è posto nella cavità addominale, che fornirà un deflusso di liquido che può accumularsi nel sito di chirurgia. Se è necessario fornire nutrizione enterale, un altro tubo viene ritirato verso l'esterno. È necessario per la produzione di tale cibo.

In alcuni casi, non è completo, ma viene prescritta una rimozione parziale del pancreas.

Con varie diagnosi, alcune parti di questo organo vengono rimosse. Nella maggior parte dei casi, le operazioni più frequenti sono la rimozione della testa o della coda del pancreas. Quando si rimuove la testa, viene eseguita la cosiddetta procedura Whipple. Questa procedura ha due fasi principali.

Il primo è quello di rimuovere la parte in cui la patologia è localizzata, e al secondo stadio vengono effettuate manipolazioni per ripristinare il canale digestivo, la cistifellea e i suoi dotti.

In questo caso, viene anche indicata l'anestesia generale. Per fornire l'accesso al pancreas, vengono effettuate diverse piccole incisioni attraverso le quali l'organo viene esaminato utilizzando un apparato chiamato laparoscopio. Dopo questo, è necessario chiudere e rimuovere i vasi attraverso i quali viene alimentata la ghiandola. In alcuni casi, anche gli organi vicini devono essere gestiti.

Al fine di ripristinare il sistema digestivo, il corpo della ghiandola si connette allo stomaco e alla parte centrale dell'intestino tenue. Questo tipo di operazione spesso comporta un livello inadeguato di produzione di enzimi digestivi. Nel caso in cui i tumori si trovano sulla coda del pancreas, viene eseguita un'operazione che viene chiamata pancreatomia parziale distrettuale. La coda della ghiandola viene rimossa e quindi suturata lungo la linea di taglio.

Complicazioni nel periodo postoperatorio

La pancreatectomia è un'operazione estremamente complessa e pericolosa che può portare a una serie di gravi complicazioni, inclusa la morte.

Le principali complicazioni possibili e spesso riscontrate includono:

  • sanguinamento pesante;
  • diffusione dell'infezione;
  • reazione negativa del paziente all'anestesia;
  • penetrazione del succo pancreatico dal pancreas nella cavità addominale;
  • danno agli organi addominali vicini.

Ci sono una serie di fattori che possono provocare complicazioni o aggravarle.
Includono:

  • l'obesità;
  • fumo di tabacco;
  • una certa categoria di età - persone di età avanzata;
  • cibo di scarsa qualità;
  • presenza di alcune malattie cardiache e polmonari.

Eccesso di peso e malnutrizione sono fattori che possono scatenare complicazioni dopo l'intervento chirurgico.

Periodo postoperatorio

Immediatamente dopo il completamento dell'operazione, il paziente viene inviato ad un reparto speciale dove verrà osservato un certo periodo di tempo fino al momento del recupero. Di solito la previsione di questo periodo dura da 5 a 20 giorni. Se ci sono conseguenze di qualsiasi tipo, il periodo di degenza in ospedale può essere esteso a discrezione del medico curante.

Se la sindrome del dolore persiste dopo la fine dell'anestesia, viene ridotta mediante l'uso di antidolorifici.

I sintomi del cancro del pancreas

Come vivere ulteriormente. Cancro del pancreas. Salute. (2015/12/13)

Operazione per rimuovere il pancreas

La rimozione del pancreas è la misura a cui i medici ricorrono in un caso eccezionale. Questo corpo svolge un ruolo importante nel garantire la completa digestione del cibo, la produzione di insulina e la rimozione del succo pancreatico nell'intestino.

Di regola, le malattie del pancreas sono più comuni negli uomini. Ciò è dovuto al fatto che i rappresentanti del sesso più forte sono più inclini a dipendenze dannose, più spesso consumano cibi grassi e piccanti. Per questo motivo, l'intero sistema digestivo soffre - la bile e la vescica, il fegato e i reni. Ma soprattutto le cattive abitudini influenzano il pancreas. Alcolisti cronici e amanti del cibo delizioso si lamentano costantemente di avere un mal di stomaco. Se la malattia è iniziata, c'è il rischio di formazione di tumori. In questi casi, il ferro deve essere rimosso. Questa è un'operazione piuttosto pericolosa, ma la previsione è favorevole. Fino a poco tempo fa si credeva che la vita dopo la rimozione del pancreas fosse impossibile. Oggi, grazie ai risultati della medicina, i pazienti possono vivere felici e contenti, limitandosi solo al cibo.

Considerare, a causa di ciò che accade un fallimento nel lavoro e la rimozione del pancreas. Cosa può e dovrebbe essere fatto da coloro che sono stati rimossi da questo organo vitale.

Indicazione per intervento chirurgico

Il pancreas produce enzimi, senza i quali la digestione nel lume dell'intestino tenue è impossibile. Questi enzimi assicurano la ripartizione di grassi, proteine ​​e carboidrati. La digestione completa del cibo e l'allocazione dei suoi componenti utili è dovuta al pancreas. Tuttavia, questo corpo ha un margine limitato di sicurezza. Complicazioni e disturbi nel suo lavoro portano a infiammazione e dolore severo. Questo fenomeno è chiamato pancreatite. La malattia si presenta nelle forme acute e croniche. Le conseguenze della pancreatite possono essere piuttosto gravi e pericolose per la vita.

Le indicazioni per la chirurgia nei pazienti sono tali patologie:

  1. Complicazioni derivanti dopo la rimozione della cistifellea. L'operazione di questo organo viene eseguita a causa della formazione di calcoli o quando i dotti biliari sono attorcigliati. Senza la bile, il processo di digestione del cibo è notevolmente ostacolato, questo crea un onere aggiuntivo per la milza. Di norma, dopo la rimozione della cistifellea, i pazienti devono seguire una dieta costante. Altrimenti, la probabilità di conseguenze patologiche per il pancreas è molto alta.
  2. Violazione della funzione vitale e completo rifiuto della milza. Una patologia simile porta all'esordio della necrosi. In questi casi, l'operazione per rimuovere il pancreas viene eseguita immediatamente. Il recupero richiede molto tempo, ma con questa patologia le persone vivono una vita piena.
  3. La formazione di tumori di vario tipo. Anche una cisti ordinaria presenta un potenziale pericolo per la vita. Sotto l'influenza del fumo, dell'alcool e del cibo malsano, può degenerare in un'entità maligna.
  4. Penetrazione della pietra dai condotti dopo la rimozione della cistifellea. Di regola, è quasi impossibile rimuovere una pietra dalla ghiandola con una prognosi per il suo recupero. I tessuti di questo organo sono scarsamente fusi.
  5. Pancreatite cronica con prognosi infausta In assenza di risultati positivi con la terapia farmacologica può essere curato solo con colecistectomia.

Oggi, la chirurgia per rimuovere la milza viene eseguita in quasi tutti gli ospedali dove esiste un reparto chirurgico. Nella maggior parte dei casi, l'intervento chirurgico ha successo.

Le specifiche dell'operazione

Peculiarità del pancreas è che i suoi tessuti sono molto teneri e suscettibili di effetti. Ci sono casi in cui la pancreatite inizia dopo operazioni su organi interni situati non nelle immediate vicinanze del pancreas. Un altro fattore che i chirurghi prendono in considerazione è che le pareti della ghiandola sono fragili, le cuciture su di esse non possono essere un fissatore affidabile.

Prima dell'operazione, i pazienti sottoposti a un esame per la tollerabilità di anestesia, antibiotici e coagulabilità del sangue. Prima di rimuovere il pancreas, si esegue la pulizia dell'intestino. Durante il giorno prima della procedura, il paziente viene alimentato per via endovenosa con soluzione salina fisiologica.

L'operazione stessa viene eseguita in anestesia generale e non richiede più di un'ora. Dopo la disinfezione della pelle, la cavità addominale viene aperta, i vasi sanguigni vengono bloccati e gli scarichi sono installati. Il chirurgo esamina le condizioni del pancreas e degli organi vicini. Dopo ciò, viene presa la decisione sulla quantità di rimozione dei tessuti molli. Con la pancreatite cronica, solo una parte della milza può essere rimossa. Quando vengono rilevate metastasi, viene presa la decisione di rimuovere l'intero pancreas, parte dell'intestino, stomaco e altri organi interessati.

Durante l'operazione, tali complicazioni sono possibili:

  • abbassamento della pressione sanguigna;
  • insorgenza di sanguinamento;
  • confluenza in un coma;
  • di infezione.

Il rischio di complicanze aumenta in modo significativo se i pazienti sono in sovrappeso, abusano di fumo e alcool, hanno problemi con il sistema cardiovascolare. Molto più peggio dell'intervento chirurgico persone oltre 60 anni, perché il loro corpo è molto usurato.

Campioni di tessuto sequestrato vengono inviati per esame istologico. Sulla base dei suoi risultati, viene presa una decisione su ulteriori trattamenti. Se viene diagnosticata una patologia oncologica, saranno prescritti chemioterapia o radioterapia.

Periodo di recupero

La prima volta dopo la rimozione della cistifellea e della milza è piuttosto complicata. Il paziente avverte un forte dolore, che dura diversi giorni mentre si verifica la cicatrizzazione delle articolazioni. La sindrome del dolore viene eliminata con antidolorifici. Inoltre, il paziente sente una forte fame, dal momento che uno stomaco vuoto fornisce al cervello segnali appropriati. Durante la prima settimana dopo l'intervento, una persona ha bisogno di supporto psicologico.

Per accelerare il recupero e prevenire le complicanze, al paziente viene prescritto un ciclo di antibiotici e farmaci antinfiammatori. Sono somministrati per via endovenosa o intramuscolare. La dose di droghe e il corso del loro apporto sono determinati in ogni caso. Le dosi di insulina vengono abitualmente somministrate su base obbligatoria. Ciò impedirà lo sviluppo del diabete.

I primi 2 giorni dopo la rimozione della milza il paziente si trova in una posizione reclinata. Mangiare cibo in qualsiasi forma è controindicato. È consentito bere non più di 1 litro di acqua minerale senza gas. L'acqua nel corpo viene introdotta in piccole porzioni di 100-150 ml 5-6 volte al giorno. Il paziente riceve energia vitale attraverso un contagocce. Dopo 2 giorni dall'intervento, si consiglia al paziente di sedersi per primo, quindi di fare piccole passeggiate con supporto obbligatorio. Il movimento è necessario per prevenire la formazione di aderenze nella cavità addominale.

Dopo aver cicatrizzato le ferite, al paziente è permesso di mangiare purè o cibo cotto a vapore. Il cibo viene riscaldato a temperatura corporea. Mentre le incisioni interne sono guarite, il paziente viene gradualmente trasferito in zuppe, cereali e bevande dolci senza gas.

Di norma, dopo 7-10 giorni, le cuciture vengono rimosse e il paziente viene dimesso dall'ospedale. Il periodo di riabilitazione dura altri 10-20 giorni, a seconda della quantità di intervento chirurgico. Dopo questo, una persona può iniziare a lavorare a casa o al lavoro.

Nutrizione dopo l'intervento chirurgico

Dopo la rimozione del pancreas, la dieta viene prescritta per tutta la vita. Il paziente deve osservare una dieta rigorosa, assumere il cibo solo in un determinato momento. L'enfasi principale dovrebbe essere fatta su cibi ricchi di proteine. Il consumo di alimenti ricchi di grassi e carboidrati dovrebbe essere limitato al minimo. Prendere il cibo dovrebbe essere diviso, ogni 2-3 ore, in porzioni di 150-200 grammi.

Fortemente rifiutare da questi prodotti:

  • alcol in qualsiasi forma;
  • tè e caffè forti;
  • carne e pesce fritti;
  • piatti dolci (torte, gelati, dolci, marmellate, latte condensato);
  • pesce salato ed essiccato;
  • Carne affumicata (salsiccia, balyk, prosciutto);
  • piatti piccanti e speziati;
  • bacche fresche, verdure e frutta con un alto contenuto di acidi.

Tutti i prodotti devono essere controllati per i nitrati e i solfati. Queste sostanze hanno un effetto devastante sul sistema digestivo. Oltre alle restrizioni alimentari, il paziente deve astenersi dal fumare e usare forti sostanze psicotrope.

Dopo l'operazione trasferita nel menu è necessario includere solo prodotti qualitativi, naturali e freschi. Hai bisogno di cucinare zuppe, cereali e purè di patate. Bere un giorno hai bisogno di almeno 2 litri di acqua, senza contare tè e composte. Una singola dose di liquido non deve superare i 200 ml.

Nella dieta dovrebbe introdurre tali prodotti:

  • carne magra (bollita o al vapore);
  • uova sode;
  • latte, panna acida, ricotta;
  • succhi e composte senza zucchero;
  • frutta e verdura, al vapore o al forno;
  • la pasta;
  • biscotti secchi e pane raffermo.

Oltre alle restrizioni dietetiche, una persona deve normalizzare il regime di lavoro e di riposo, cercare di evitare situazioni stressanti, ipotermia, esposizione prolungata al sole o nel bagno turco.

Operazione per rimuovere il tumore della testa del pancreas

Pubblicato il: 15 ottobre 2014 alle 10:28

A seconda della posizione del tumore, del suo stadio e del tipo (benigno, maligno), viene assegnata una delle operazioni:

resezione - rimozione parziale della prostata, localizzazione caratteristica nella coda della sbramatura - anche rimozione incompleta del cancro, frequente per insulitis duodenite - interferenza complesso colpisce corpi più contorno (con rimozione completa o parziale) ectomy distale - cancro corpo e controindicazioni corpo coda - l'inesperienza del chirurgo, lo stadio di sviluppo è superiore al secondo, i principi oncologici devono essere rigorosamente osservati.

Laparatoskopiya serve per l'ispezione visiva diretta dell'organo introducendo nell'attrezzatura di incisione. Serve come metodo per una diagnosi accurata del pancreas, che si traduce in una diagnosi di operabilità del tumore (o della sua incapacità di rilevare metastasi).

L'anestesia può essere generale o locale, invece di un'incisione della cavità, vengono praticate diverse forature, la durata varia tra 3 e 2 ore. La comoda posizione del tumore in combinazione con piccole dimensioni consente di rimuoverlo in questo modo con l'aiuto di strumenti speciali. Tutte le altre operazioni del pancreas sono di tipo aperto:

sbramatura - tumore ha capsula, i chirurghi tentano di rimuovere meno tessuto investigato condotto corpo, eventualmente in anastomosi derivato piccolo intestino (tubo di plastica, in sostituzione del condotto) pankreaektomiya - utilizzando il laparoscopio viene effettuata un'operazione di eliminazione sui tumori benigni, per l'accesso al maligno aprire la cavità addominale, milza raramente riesce a salvare, così come fiele e limfauzly, tagliare i siti ulcera con lesioni nell'intestino e

L'ultima operazione è la più complicata, le complicazioni possono diventare:

danno alla penetrazione di organi vicini degli enzimi pancreatici nella reazione della cavità all'anestesia, sanguinamento abbondante

A volte, il tumore viene rimosso dopo chemioterapia o radioterapia (ridurre le dimensioni del tumore). Al paziente vengono dati test, esami hardware, esami fisici. C'è una lista di farmaci che smettono di prendere una settimana prima dell'intervento chirurgico:

antitrombocitico - dopiridamolo, ticlopidina, assottigliamento del sangue clopidogrel - warfarin, ginkgo biloba, lecitina antibiotici - naprossene, ibuprofene

La ferita postoperatoria dopo la cucitura viene cucita con una cucitura non assorbibile, il tubo di drenaggio viene ritirato attraverso il controtempo. Le cuciture sintetiche di lento assorbimento vengono utilizzate in caso di danni al dotto della ghiandola. La presenza di complicazioni future dipende dalla tecnica di enucleazione.

Operazione con un tumore alla testa del pancreas

L'operazione con un tumore alla testa del pancreas viene eseguita in relazione al danno d'organo e alla possibilità di alterare i tessuti molli circostanti. L'intervento chirurgico di emergenza è richiesto solo in quei casi in cui il paziente ha segni di emorragia interna o peritonite. Quando il paziente è in condizioni stabili, viene eseguita un'operazione pianificata.

Senza l'anestesia generale, la chirurgia non viene eseguita. Oggi, molto spesso, la resezione parziale viene eseguita utilizzando la tecnologia Whipple, che ha 2 fasi. Nella prima fase viene utilizzato un metodo laparoscopico che consente un esame più dettagliato dell'organo e una valutazione dell'estensione del suo danno. E solo dopo iniziano il secondo stadio - l'operazione stessa, durante la quale viene praticata un'incisione di 2 - 3 cm sul corpo del paziente, che apre l'accesso alla testa del pancreas.

Poiché il tumore ha la capacità di diffondersi agli organi più vicini, potrebbe essere necessario rimuovere le parti interessate del duodeno, della cistifellea e dei linfonodi. Dopo la loro rimozione, il medico esegue un "assemblaggio" del sistema digestivo, collegando il corpo del pancreas con organi sani.

Cancro del pancreas dopo l'intervento chirurgico

Il cancro del pancreas dopo l'operazione può dare ricadute, quindi il paziente deve regolarmente eseguire test che determinano il livello di ormoni nel sangue, che quando il tumore inizia a crescere rapidamente.

Le analisi consentono inoltre di determinare la presenza di processi infiammatori nel corpo che si verificano nel cancro nel 30% dei casi.

Se un qualsiasi indicatore supera la norma, il paziente deve sottoporsi a un esame completo per rilevare la patologia. E, in caso di ripetuto rilevamento di un tumore, è necessario ripetere l'intervento chirurgico.

Rimozione del pancreas nel cancro

La completa rimozione del pancreas nel cancro consente di riassicurare il paziente da ulteriori ricadute e complicanze che si verificano dopo la resezione parziale.

Tuttavia, questo metodo di trattamento ha un grosso svantaggio - il paziente sarà costretto a tutta la vita per fare preparati speciali, il cui contenuto sarà sostituire gli enzimi prodotti dal pancreas, indispensabili per una corretta digestione.

Il trattamento chirurgico del cancro del pancreas consiste nella rimozione di neoplasie maligne, seguita da terapia riabilitativa e restaurativa. L'intervento chirurgico dipende dalla diffusione e dalla forma del processo del cancro. Viene eseguita la rimozione parziale o completa del tumore pancreatico.

Metodi di trattamento chirurgico di un tumore

Trattamento chirurgico del pancreas

Prima di scegliere un metodo per rimuovere la ghiandola, vengono eseguiti diversi test diagnostici. Si tratta di un esame visivo all'appuntamento di un oncologo, analisi a raggi X, esame fisico, ecografia addominale, TC e altri. Dopo che il focus cancerogeno è stato completamente studiato, viene eseguita un'operazione.
Tra i principali metodi con cui viene rimosso il pancreas, si distingue un'operazione laparoscopica. La procedura viene eseguita esclusivamente in anestesia locale. Durante l'operazione, il chirurgo oncologo produce diverse piccole incisioni sulla cavità addominale - la parte anteriore. Attraverso questi tagli, vengono introdotti strumenti speciali e una videocamera. Con l'aiuto di quest'ultimo, il chirurgo osserva l'operazione con la massima precisione. E gli strumenti ripetono da remoto i movimenti che sta facendo il medico. Questa operazione viene eseguita nel caso in cui le metastasi del tumore non sono andate. Altrimenti viene prescritto un trattamento chemioterapico e la radioterapia viene utilizzata per mantenere le condizioni del paziente oncologico dopo l'inizio dello sviluppo dell'ultima fase.

A seconda della posizione del tumore pancreatico, possono essere eseguiti diversi tipi di rimozione chirurgica:
• L'operazione mediante il metodo di Whipple viene eseguita quando i limiti del tumore si trovano nella regione della testa del pancreas. Nel processo di rimozione, il chirurgo asporta il tessuto della testa e parte dell'intestino tenue, dello stomaco e del dotto biliare. Dopo questo, l'integrità del tratto gastrointestinale e delle vie biliari viene ripristinata;
• pancreatectomia distale - rimozione dopo questo metodo viene eseguita quando la neoplasia maligna è localizzata nella parte caudale della ghiandola. In questo caso, il chirurgo oncologo esalta il corpo della ghiandola e la coda, catturando la milza;
• la pancreatectomia totale viene eseguita quando la diffusione del tumore progredisce e occupa già la maggior parte della milza. O nel caso di più lesioni patologiche sulla ghiandola. La rimozione di tali organismi comprendono: l'intero pancreas, parte del piccolo intestino e parte dello stomaco, dei dotti biliari, della cistifellea, milza e linfonodi regionali.

Operazione - la rimozione parziale del pancreas è la più difficile in termini di conduzione e conseguenze. Prolungato per almeno 6 ore. L'operazione con il metodo Viple viene eseguita in due fasi in anestesia generale. Innanzitutto, il ferro viene esaminato per via laparoscopica, dopodiché il chirurgo procede direttamente alla rimozione.
In primo luogo, il chirurgo esegue le dimensioni di taglio richieste, quindi ritaglia i vasi sanguigni che forniscono la ghiandola. Inoltre, vengono rimossi altri organi vicini ai focolai patologici e vengono inviati alla ricerca per rilevare le cellule tumorali in essi.
Si può dire che durante la procedura il chirurgo riassembla e installa il sistema digestivo del paziente oncologico.

Dopo ogni tipo di operazione, a seconda dell'esito, possono essere eseguiti trattamenti chemioterapici e radioterapici finalizzati alla completa distruzione di cellule patologiche.
Quando si verifica la completa rimozione del pancreas, le misure riabilitative differiscono leggermente dai metodi standard e dipendono dalle complicazioni causate dall'intervento chirurgico.

Complicazioni dopo l'intervento chirurgico

Complicazioni dopo l'intervento chirurgico

Le conseguenze della chirurgia sul pancreas non possono essere previste con precisione. Tutto dipende dalle condizioni del paziente, dalla diffusione del processo patologico, dal sistema immunitario e da altri fattori. Ma è possibile individuare le conseguenze più frequenti che si verificano durante e dopo una procedura chirurgica:
• sanguinamento, che non può essere fermato con mezzi improvvisati;
• è possibile lo sviluppo del diabete nel periodo postoperatorio;
• infezione di organi interni;
• danni ai nervi e ai vasi sanguigni.

Dopo l'operazione, gli scarichi rimangono nella cavità addominale per una settimana per rimuovere il liquido. Si consiglia di trascorrere almeno un mese dopo aver rimosso la ghiandola a casa, essere in congedo per malattia ed evitare il lavoro fisico, i rapporti sessuali. Si raccomanda inoltre di condurre una serie di inoculazioni contro le patologie infettive e ricevere dosi di enzimi e insulina. Il livello di quest'ultimo è significativamente ridotto dopo la rimozione del pancreas.

Riabilitazione dopo il trattamento

Riabilitazione dopo lecheniya

La diagnosi di cancro è sempre sotto shock e il paziente è in uno stato di stress. Inoltre, le sue condizioni peggiorano la rimozione del pancreas. Pertanto, nel periodo postoperatorio, tali pazienti necessitano di un approccio speciale e di una tattica di riabilitazione.
Dopo l'intervento chirurgico per rimuovere il processo patologico, il paziente viene sottoposto ad un regolare esame presso l'oncologo ogni tre mesi: il primo anno, dopo di che visita un centesimo ogni sei mesi e quando la condizione è praticamente ripristinata - ogni due o quattro anni.
Le misure di riabilitazione consistono in una serie di regole a cui un paziente oncologico dovrebbe aderire, questo è:
• seguire la dieta prescritta da uno specialista;
• Non bere alcolici e smettere di fumare;
• Non impegnarsi in pesanti lavori fisici;
• Prendere tutti i farmaci prescritti dall'oncologo in rigoroso ordine.

Inoltre, la riabilitazione è divisa in tre obiettivi principali, ma con un unico compito: ripristinare la salute del paziente oncologico:

• Prevenzione delle complicanze della patologia. Tale riabilitazione è finalizzata a creare buone condizioni stazionarie nel periodo postoperatorio;
• mantenimento del livello di salute con l'aiuto di un'adeguata influenza medicamentosa;
• Il recupero completo è diretto all'esito positivo dell'operazione senza perdita di capacità di lavoro del paziente oncologico.

Principi di riabilitazione dopo la rimozione del tumore:

• tempestività;
• Precisione;
• competenza;
• messo in scena;
• una soluzione individuale per ogni paziente.

Per alleviare i sintomi del dolore durante il periodo postoperatorio, al paziente oncologico vengono prescritti farmaci per il dolore che hanno un effetto positivo. Inoltre, ai pazienti vengono prescritti vaccini antitumorali, preparati immunitari, vitamine, una dieta speciale e un ritmo di vita rilassato.

Quasi l'obiettivo principale della riabilitazione è l'impatto sullo stato psicologico del paziente, la formazione del suo pensiero positivo e dell'umore, finalizzato al pieno recupero. L'immagine psicosomatica è molto importante, quindi lavorare con uno psichiatra e vari training influenzerà favorevolmente la condizione di un paziente oncologico, poiché i pensieri negativi aggravano la malattia.
La prognosi del processo del cancro dopo la rimozione è positiva. Coloro che non hanno ricevuto il trattamento in modo tempestivo possono sperimentare le ricadute. Una piccola percentuale di pazienti anche dopo l'operazione non riceve un recupero completo, e quindi il trattamento terapeutico è finalizzato a mantenere la qualità della vita di un paziente oncologico.

Il pancreas è un organo unico in quanto è sia una ghiandola di secrezione esterna che interna. Produce enzimi che sono necessari per la digestione e immettere i dotti escretori nell'intestino, così come gli ormoni che entrano direttamente nel sangue.

Il pancreas si trova nel piano superiore della cavità addominale, direttamente dietro lo stomaco, retroperitoneale, abbastanza profondo. Condizionato in tre parti: testa, corpo e coda. Appartiene a molti organi importanti: la testa circonda il duodeno, la sua superficie posteriore è strettamente attaccata al rene destro, adrenale, aorta, vene cave superiori e inferiori, molti altri vasi importanti, la milza.

struttura pancreatica

Il pancreas è un organo unico non solo in termini di funzionalità, ma anche in termini di struttura e posizione. È un organo parenchimale costituito da un tessuto connettivo e ghiandolare, con una fitta rete di condotti e vasi.

Inoltre, possiamo dire che questo corpo è poco conosciuto in termini di eziologia, patogenesi e, di conseguenza, il trattamento delle malattie che lo riguardano (in particolare pancreatite acuta e cronica). I medici sono sempre diffidenti nei confronti di questi pazienti, poiché il decorso delle patologie pancreatiche non può mai essere previsto.

Una tale struttura di questo corpo, così come la sua posizione scomoda, lo rendono estremamente scomodo per i chirurghi. Qualsiasi intervento in quest'area è pieno di molte complicazioni: sanguinamento, suppurazione, recidiva, l'uscita di enzimi aggressivi oltre il corpo e lo scioglimento dei tessuti circostanti. Pertanto, possiamo dire che il pancreas è operato solo per indicazioni vitali - quando è chiaro che nessun altro metodo può alleviare le condizioni del paziente o impedirne la morte.

Indicazione per intervento chirurgico

Infiammazione acuta con necrosi pancreatica e peritonite. Pancreatite necrotica con suppurazione (indicazione assoluta per un'operazione di emergenza). Ascessi. Lesioni con sanguinamento. Tumori. Cisti e pseudocisti, che sono accompagnate da dolore e compromissione del deflusso. Pancreatite cronica con sindrome da dolore grave

Tipi di operazioni sul pancreas

Necrectomia (rimozione del tessuto morto). Resezione (rimozione di parte dell'organo). Se è necessario rimuovere la testa, viene eseguita la resezione pancreatoduodenale. Quando la coda e il corpo sono interessati, si verifica la resezione distale. Pancreatectomia totale Drenaggio di ascessi e cisti.

Operazioni con pancreatite affilata

Va detto che non ci sono singoli criteri per le indicazioni per la chirurgia per pancreatite acuta. Ma ci sono diverse terribili complicazioni, dove i chirurghi sono unanimi nell'opinione: la non interferenza porterà inevitabilmente alla morte del paziente. All'intervento chirurgico fatto ricorso a:

Pancreonecrosi infetta (fusione purulenta dei tessuti della ghiandola). Inefficacia del trattamento conservativo per due giorni. Ascessi del pancreas. Peritonite purulenta.

La suppurazione della necrosi pancreatica è la complicazione più formidabile della pancreatite acuta. Con la pancreatite necrotica si verifica nel 70% dei casi. Senza un trattamento radicale (operazione), la mortalità si avvicina al 100%.

L'operazione con necrosi pancreatica infetta è una laparotomia aperta, una necrectomia (rimozione del tessuto morto), il drenaggio del letto postoperatorio. Di norma, molto spesso (nel 40% dei casi) è necessario ripetere laparotomia dopo un certo periodo di tempo per rimuovere i tessuti necrotici riformati. A volte per questo scopo la cavità addominale non viene suturata (lasciata aperta), con il rischio di sanguinamento il posto di rimozione della necrosi viene temporaneamente tamponato.

Recentemente, tuttavia, operazione di selezione per questa complicanza è necrectomy in combinazione con intensiva postoperatoria lavaggio: Dopo la rimozione del tessuto necrotico postoperatorio tubo campo drenaggio ferie silicone con cui viene condotta intensivi soluzioni di lavaggio antisettici e antibiotici, con l'aspirazione attiva simultanea (aspirazione).

Se la causa della pancreatite acuta è la colelitiasi, colecistectomia concomitante (rimozione della cistifellea).

a sinistra: colecistectomia laparoscopica, a destra: colecistectomia aperta

I metodi minimamente invasivi, come la chirurgia laparoscopica, non sono raccomandati per la necrosi pancreatica. Può essere eseguito solo come misura temporanea in pazienti molto gravi per ridurre il gonfiore.

Ascessi pancreatici sorgere su uno sfondo di necrosi limitata dopo l'infezione o nel periodo a lungo termine quando supponendo pseudocisti.

L'obiettivo del trattamento, come ogni ascesso, è l'apertura e il drenaggio. L'operazione può essere eseguita in diversi modi:

Metodo aperto La laparotomia viene eseguita, un ascesso viene aperto e la cavità viene drenata fino alla completa pulizia. Drenaggio laparoscopico: sotto il controllo del laparoscopio, si apre l'ascesso, si eliminano i tessuti non vitali e si impostano i canali di drenaggio, oltre che con un'ampia necrosi pancreatica. Drenaggio interno: l'apertura dell'ascesso avviene attraverso la parete posteriore dello stomaco. Tale operazione può essere eseguita sia per laparotomia, sia per via laparoscopica. Il risultato - l'uscita del contenuto dell'ascesso avviene attraverso la fistola artificiale formata nello stomaco. La cisti viene gradualmente cancellata, l'apertura fistolosa viene stretta.

Operazioni con pseudocisti del pancreas

Le pseudocisti nel pancreas si formano dopo la risoluzione di un processo infiammatorio acuto. La pseudocisti è una cavità senza guscio formato, pieno di succo pancreatico.

Le pseudocisti possono essere abbastanza grandi (più di 5 cm di diametro), pericolose perché:

Possono spremere i tessuti circostanti, i dotti. Provoca dolore cronico. Possibile suppurazione e formazione di un ascesso. Il contenuto di una cisti contenente enzimi digestivi aggressivi può causare erosione vascolare e sanguinamento. Infine, la cisti può penetrare nella cavità addominale.

Tali cisti di grandi dimensioni, accompagnate da dolore o costrizione dei dotti, sono soggette a pronta rimozione o drenaggio. I principali tipi di operazioni per le pseudocisti:

Drenaggio transdermico esterno della cisti. Escissione della cisti. Drenaggio interno Il principio è la creazione di una cisti di anastomosi con un ciclo di stomaco o intestino.

Resezione del pancreas

La resezione è la rimozione di una parte dell'organo. La resezione del pancreas è più spesso causata da una lesione del pancreas, con trauma, meno frequente - con pancreatite cronica.

A causa delle caratteristiche anatomiche dell'erogazione del sangue pancreatico, è possibile rimuovere una delle due parti:

La testa insieme al duodeno (poiché hanno un apporto di sangue comune). Sezione distale (corpo e coda).

Resezione pancreatoduodenale

Un'operazione abbastanza comune e ben consolidata (operazione di Whipple). Questa rimozione della testa del pancreas insieme con l'involucro del duodeno, cistifellea e parte dello stomaco, così come i linfonodi adiacenti. È prodotto più spesso con tumori situati nella testa del pancreas, cancro della papilla faringea e anche in alcuni casi con pancreatite cronica.

Oltre a rimuovere l'organo interessato insieme ai tessuti circostanti, un passo molto importante è la ricostruzione e la formazione del deflusso biliare e delle secrezioni pancreatiche dal moncone del pancreas. Questo reparto del tubo digerente viene ricomposto. Sono state create diverse anastomosi:

Dipartimento di uscita dello stomaco con digiuno. Un protocollo di ceppo di un pancreas con un cappio di un intestino. Dotto biliare comune con intestino.

Esiste una tecnica per il ritiro del dotto pancreatico non nell'intestino, ma nello stomaco (pancreatogastroanastomosi).

Resezione distale del pancreas

Eseguita con tumori del corpo o della coda. Va detto che i tumori maligni di questa localizzazione sono quasi sempre inutilizzabili, poiché germinano rapidamente nei vasi dell'intestino. Pertanto, molto spesso tale operazione viene eseguita con tumori benigni. La resezione distale viene di solito eseguita insieme alla rimozione della milza. La resezione distale è più associata allo sviluppo del diabete nel periodo postoperatorio.

Resezione distale del pancreas (rimozione della coda del pancreas insieme alla milza)

A volte il volume dell'operazione non può essere previsto in anticipo. Se l'esame rivela che il tumore è molto diffuso, è possibile la completa rimozione dell'organo. Tale operazione è chiamata pancreatectomia totale.

Chirurgia per pancreatite cronica

La chirurgia per la pancreatite cronica viene eseguita solo come metodo per alleviare le condizioni del paziente.

Drenaggio dei condotti (con pronunciata alterata duttilità, si crea una anastomosi con il digiuno). Resezione e drenaggio delle cisti. Resezione della testa con ittero meccanico o stenosi del duodeno. Pancreatectomia (con una sindrome del dolore persistente pronunciata, ittero meccanico) con danno d'organo totale. Se ci sono pietre nei dotti pancreatici, impedendo deflusso o secrezione causando forti dolori possono effettuare operazioni virsungotomii (incisione condotto e rimozione pietra) o sopra l'ostruzione del condotto di scarico (pankreatoeyunoanastomoz).

Periodi preoperatori e postoperatori

Prepararsi a un'operazione sul pancreas non è molto diverso dalla preparazione per altre operazioni. La peculiarità consiste nel fatto che le operazioni sul pancreas si svolgono principalmente per motivi di salute, è solo nei casi in cui il rischio di interferenze è molto maggiore del rischio dell'operazione stessa. Pertanto, una condizione molto grave del paziente è una controindicazione per tali operazioni. Le operazioni sul pancreas vengono eseguite solo in anestesia generale.

Dopo l'intervento chirurgico sul pancreas primi giorni tenutasi nutrizione parenterale (soluzioni nutritive vengono somministrati per via endovenosa nel sangue) o durante il funzionamento viene impostata sonda intestinale e miscela nutritiva speciale una volta introdotte attraverso di esso nell'intestino.

In tre giorni è possibile prima bere, poi strofinare cibo semi-liquido senza sale e zucchero.

Complicazioni dopo le operazioni sul pancreas

Complicazioni infiammatorie purulente - pancreatite, peritonite, ascessi, sepsi. Bleeding. Insufficienza di anastomosi. Diabete mellito. Disturbi della digestione e assorbimento del cibo - sindrome da malassorbimento.

Vita dopo resezione o rimozione del pancreas

Il pancreas, come già accennato, è un organo molto importante e unico per il nostro corpo. Produce un numero di enzimi digestivi, oltre che solo Il pancreas produce ormoni che regolano il metabolismo dei carboidrati: insulina e glucagone.

Tuttavia, va notato che entrambe le funzioni di questo corpo possono essere compensate con successo mediante terapia sostitutiva. Una persona non può sopravvivere, per esempio, senza un fegato, ma senza un pancreas con il giusto stile di vita e un trattamento adeguatamente selezionato, può vivere abbastanza per molti anni.

Quali sono le regole della vita dopo le operazioni sul pancreas (specialmente per quanto riguarda la resezione di una parte o di tutto l'organo)?

Rigorosa aderenza alla dieta fino alla fine della vita. Mangi i piccoli pasti 5-6 volte al giorno. Il cibo dovrebbe essere facilmente digeribile con un contenuto di grassi minimo. Eliminazione assoluta di alcol. L'assunzione di preparati enzimatici nel rivestimento enterico, prescritto da un medico. Auto-monitoraggio della glicemia. Lo sviluppo del diabete mellito con resezione del pancreas non è necessariamente una complicazione. Secondo varie fonti, si sviluppa nel 50% dei casi. Quando si stabilisce la diagnosi di diabete mellito - terapia insulinica secondo gli schemi prescritti dall'endocrinologo.

Di solito nei primi mesi dopo l'operazione il corpo si adatta:

Il paziente, di regola, perde peso. C'è disagio, pesantezza e dolore allo stomaco dopo aver mangiato. C'è una frequente perdita di feci (di solito dopo ogni pasto). Vi è debolezza, malessere, sintomi di beri-beri dovuti ad alterazioni dell'assorbimento e restrizioni nella dieta. Quando si prescrive la terapia insulinica per la prima volta, sono possibili condizioni ipoglicemiche frequenti (pertanto, si raccomanda di mantenere il livello dello zucchero al di sopra dei valori normali).

Ma gradualmente il corpo si adatta alle nuove condizioni, il paziente impara anche l'autoregolazione e la vita alla fine entra in un solco normale.