Che aspetto ha la vita dopo una resezione dello stomaco?

La resezione dello stomaco è un intervento chirurgico che comporta la rimozione parziale o completa di questo organo.

L'essenza della metodologia

Un metodo così radicale è prescritto ai pazienti per combattere il cancro o le ulcere. L'intervento chirurgico è un processo complesso e lungo, ma rimane una soluzione comune al problema che è sorto.

Consiglio: anche un'operazione riuscita influisce sullo stato di salute. Per far fronte alle complicazioni, seguire attentamente tutte le raccomandazioni del medico, mangiare bene.

Il processo di riabilitazione è lungo, durante il quale non sono consentiti carichi fisici.

Cause della malattia

L'operazione viene assegnata dopo una serie di analisi. La decisione viene presa collettivamente, tutte le possibili soluzioni sono considerate, poiché è importante facilitare la vita del paziente. I motivi principali per la nomina di resezione possono essere chiamati:

  • grave grado di stenosi cicatriziale;
  • perforazione (attraverso il foro) delle pareti dello stomaco;
  • ulcera duodenale o stomaco;
  • la presenza di polipi che contribuiscono allo sviluppo del cancro;
  • grave obesità.

A seconda del rischio e della gravità delle malattie di cui sopra, viene presa una decisione sulla dimensione della parte della rimozione dello stomaco. Le conseguenze più gravi possono verificarsi dopo il cancro. Ma con gli stadi leggeri, puoi limitare la rimozione dei polipi nello stomaco con un laser.

Risultati dopo l'intervento chirurgico

I risultati e il successo dell'operazione dipendono da una serie di fattori:

  • cause dell'intervento chirurgico;
  • con oncologia lo stadio di abbandono;
  • condizione generale del paziente, ecc.

Come già notato, la malattia più grave che porta alla resezione è il cancro. Molti sono preoccupati per quante persone possono vivere dopo l'operazione. Se il tumore viene rilevato nelle fasi iniziali, il tasso di sopravvivenza è di circa il 90% entro 5 anni. Durante questo periodo il paziente continua a condurre uno stile di vita abituale, a mangiare il cibo abituale (con piccoli aggiustamenti e restrizioni). Allo stesso tempo, conserva il suo solito appetito. Molti pazienti vivono per molti più decenni.

Dopo l'operazione, il compito principale è quello di ripristinare il processo digestivo. Con la normalizzazione della peristalsi, il paziente inizia a prendere gradualmente il solito cibo per lui - prima in una forma liquida e schiacciata, poi - in un solido. Il medico curante indica i prodotti vietati e descrive cosa e quanto può essere consumato quotidianamente.

In genere, il processo di ospedalizzazione è di 7-14 giorni e dipende dalle singole qualità del corpo, dalle esigenze del paziente e persino dallo stato psicologico.

Le principali raccomandazioni del periodo postoperatorio includono:

  • cibo frazionale;
  • mangiare piccole porzioni;
  • l'accettazione di alimenti proteici a basso contenuto di zucchero.

estratto

Indubbiamente, è lo stomaco che svolge il ruolo chiave nel processo digestivo. Ma anche se è parzialmente rimosso, il corpo assume ancora tutti i compiti assegnati e continua a implementarli attivamente.

Se viene eseguita la rimozione totale, l'esofago è combinato con l'intestino tenue. All'incrocio, viene creata una cisterna alimentare, che proviene dall'esofago. A poco a poco, il corpo si adatta ai cambiamenti e ripristina il processo digestivo, ei pazienti vivono come prima. Il recupero richiede diversi mesi

Consiglio: più chiaramente seguirai tutte le raccomandazioni del medico curante, prima puoi iniziare uno stile di vita abituale.

Lo stress fisico durante il periodo di riabilitazione è raccomandato per essere sostituito da escursioni a piedi a breve termine

Nelle prime 6-9 settimane, al paziente è severamente vietata l'attività fisica. Si consiglia di praticare ginnastica speciale o attività fisica leggera.

La durata media del processo di recupero varia da diverse settimane a diversi mesi. Con l'esperienza delle malattie oncologiche e una biopsia dello stomaco con l'aiuto dell'endoscopia, il paziente continua l'osservazione regolare con il medico.

risultati

Quando si esegue un'operazione nel corpo, si forma un nuovo ambiente anatomico per digerire il cibo. Attraverso i resti dello stomaco o il serbatoio creato, il cibo passa rapidamente e l'assorbimento dei nutrienti viene effettuato nell'intestino.

Ma il processo di riabilitazione e di recupero non è facile, a volte è accompagnato da gravi conseguenze e complicazioni. Ahimè, questa tendenza non è rara.

Consiglio: Non perdere la vigilanza e monitorare costantemente le condizioni, seguendo le raccomandazioni di un medico. Anche dopo alcuni anni, possono comparire improvvisamente sindromi dolorose nel sito chirurgico, vomito biliare o persino recidive dell'ulcera nella regione intestinale.

Se si entra nell'intestino di cibo duro e tritato, il paziente può avere una perdita di forza, vertigini, palpitazioni gravi. Se la dieta non viene seguita dopo la resezione dello stomaco, è possibile una perdita di capacità lavorativa. Sono possibili anche le seguenti conseguenze:

  • Anemia (una condizione caratterizzata da un basso contenuto di emoglobina o globuli rossi nel sangue). Può svilupparsi gradualmente. Sorge a causa della mancanza di vitamina B12, ferro, calcio e acido folico nel corpo.
  • Sindrome da dumping (passaggio rapido di cibo a base di carboidrati poco digerito e concentrato nell'intestino). Nello stesso momento c'è un forte capogiro, una sudorazione aumentata, una palpitazione forte. Per eliminare una tale sindrome, il paziente viene trasferito a un cibo frazionato (6-8 volte al giorno), con cibo prevalentemente proteico.
  • Dispersione (violazioni del normale funzionamento del tratto gastrointestinale - comparsa di gas, pesantezza, gonfiore, frequenti eruttazioni). A volte tali sintomi parlano di recidiva dell'ulcera, che viene rimossa dal metodo dell'intervento chirurgico ripetuto. In molti pazienti, la dispersione ha un carattere funzionale che non richiede un intervento chirurgico e viene eliminata regolando la dieta.
  • Disfunzione di assorbimento nel corpo - il cibo scorre ad alta velocità e non ha il tempo di mescolarsi con la secrezione del pancreas e lasciare sostanze utili. La causa di questo fenomeno può essere un aumento dei batteri, che sono dovuti alla stasi del ciclo di deflusso.
  • La diarrea può essere scatenata dalla disfunzione dell'assorbimento di grasso o dalla mancanza di lattasi.

Consiglio: per evitare le conseguenze della resezione dello stomaco, ad eccezione di una corretta alimentazione e del rifiuto da uno sforzo fisico pesante, è necessario monitorare lo stato psicologico. Un atteggiamento positivo è uno dei principali fattori della riabilitazione di successo. Le emozioni possono essere tratte dalla comunicazione con parenti, amici e vicini del reparto ospedaliero. Leggi un libro o una rivista interessante per te, guarda un buon film. Sii coinvolto nel periodo di recupero solo con le tue azioni preferite.

restrizioni

Guarda l'esposizione al sole dopo la rimozione del cancro allo stomaco

Di regola, le restrizioni per i pazienti sono temporanee. Queste persone sono bandite dalla fisioterapia, dalle visite al solarium. Regolare la permanenza al sole, i carichi di calore sotto forma di sauna o bagni sono anche indesiderabili. Tali azioni possono causare la comparsa di metastasi.

Le donne dopo questa operazione (soprattutto a causa del cancro) per 3-4 anni non è raccomandato di rimanere incinta. Poiché questo è un forte stress e una serie di cambiamenti fisiologici per una donna, possono influire sulla sua salute e portare alla ricomparsa del cancro.

prevenzione

La principale misura preventiva è una restrizione rigorosa nel cibo. Escludere dai prodotti dietetici che massimizzano il processo di secrezione biliare. Dal momento che il corpo non può eseguire le sue azioni in modo sufficiente, masticare accuratamente il cibo.

I principali requisiti per la nutrizione terapeutica possono essere chiamati:

  • quantità sufficiente di proteine, carboidrati, vitamine A, B, C;
  • cibo caldo (non caldo e non freddo);
  • assenza di sale da cucina.

La vita dopo l'intervento allo stomaco può essere piena. L'importante è passare correttamente il periodo di recupero. Per fare ciò, seguire tutti i requisiti e gli appuntamenti del medico curante, seguire una dieta, abbandonare lo sforzo fisico. Circondati di emozioni piacevoli e di un atteggiamento positivo, solo così puoi tornare al vecchio modo di vivere.

Conseguenze della gastrectomia

Il significato delle conseguenze a lungo termine della resezione dello stomaco provoca accese discussioni e dispute. monitoraggio metodico dei pazienti, controllare l'aspetto degli effetti della resezione gastrica ed il trattamento in termini remoto dopo la resezione richiesto, altrimenti i pazienti non saranno in grado di ottenere la migliore qualità della vita, anche se l'operazione non è consentita per guarirli. La qualità della vita è un parametro difficile. Sebbene ci siano diversi "strumenti" per studiare la qualità della vita, sono principalmente efficaci nella ricerca. Il regolare monitoraggio del paziente, eseguito da un chirurgo o da altro personale addestrato, è il modo migliore per identificare e risolvere i problemi che riguardano il benessere fisico e psicologico del paziente dopo grandi operazioni.

I principali problemi a lungo termine dopo gastrectomia e complicanze possono essere suddivisi in gruppi:

  • effetti collaterali e problemi dopo aver mangiato;
  • malnutrizione dei pazienti;

Conseguenze della gastrectomia e problemi dopo aver mangiato

Sensazione di un rapido trabocco dello stomaco

La perdita della funzione di riserva dello stomaco porta ad una sensazione di saturazione precoce e (in alcuni pazienti) dolore nella regione epigastrica. Sebbene la parte prossimale del digiuno si estenda dopo la gastrectomia, non può mai sostituire completamente il serbatoio gastrico. Pertanto, tutti i pazienti sono costretti in una certa misura a limitare la quantità di cibo assunto. Per garantire l'assunzione di un numero adeguato di calorie con pasti più frequenti in piccole porzioni di cibo, sono importanti raccomandazioni dietetiche. Il ruolo dei carri armati dell'intestino tenue che sostituiscono lo stomaco è evidenziato sopra: essi indubbiamente riducono la frequenza della saturazione precoce. Lo svuotamento precoce del serbatoio è una conseguenza frequente della resezione dello stomaco e la causa di una sensazione di eccessivo riempimento dopo aver mangiato, in questo caso sono necessarie adeguate azioni dietetiche. Più rari cause della sensazione pienezza in alcuni pazienti dopo la ricostruzione del tratto digestivo utilizzando un'anastomosi a Y sul Roux - violazione della peristalsi lunga griffe anastomosi. Di conseguenza, l'avanzamento del cibo nel ramo viene rallentato, il dolore si verifica durante i pasti e si verifica un rigurgito involontario (e talvolta intenzionale) del cibo.

Sindrome da dumping precoce

Questa è una delle conseguenze più spiacevoli della resezione dello stomaco. Il riempimento accelerato della parte prossimale dell'intestino tenue con cibo ipertonico porta ad un rapido movimento di fluido dallo spazio extracellulare nel lume del tubo digerente. Inoltre innesca una complessa reazione neuroumorale, causando in alcuni pazienti vari sintomi spiacevoli gastrointestinali e cardiovascolari. Soprattutto, la sindrome di dumping fa sì che i pazienti evitino di mangiare. Con gravi conseguenze della resezione gastrica, il paziente diventa disabile dopo aver mangiato o soffre di una diarrea profusa che interferisce con la sua normale attività. La qualità della vita può essere limitata molto e questi pazienti possono sviluppare rapidamente la malnutrizione.

Forse, fortunatamente, i pazienti dopo gastrectomia totale e subtotale hanno un piccolo serbatoio gastrico e quindi non possono mangiare una grande quantità di cibo ipertonico. Questa sindrome appare più spesso (e le sue manifestazioni sono più gravi) nelle persone con uno stomaco intatto, in cui il suino viene distrutto o viene applicata un'anastomosi intorno al piloro. Si verifica anche dopo la resezione di due terzi dello stomaco. Molti pazienti che sono stati sottoposti a gastrectomia, avvertendo i sintomi della sindrome di dumping nelle prime settimane dopo l'intervento chirurgico, ma la maggior parte di loro sono sintomi relativamente lievi e diminuisce dopo una semplice dieta di controllo che i pazienti spesso "scoprono" per se stessi. Nelle prime fasi di osservazione, è importante identificare le manifestazioni significative della sindrome da dumping. Bisogna fare attenzione a fare un'anamnesi. In casi non chiari, al paziente viene chiesto di tenere un registro della natura del cibo assunto e dei sintomi da lui sperimentati dopo aver mangiato. Ogni paziente che avverte dolore pomeridiano durante i primi mesi dopo la gastrectomia deve essere sospettato di sindrome da dumping, poiché è molto più probabile di una ricaduta della malattia. Spesso, i sintomi del "pomeriggio" sono interpretati erroneamente come segni di una recidiva precoce, l'autore ha incontrato pazienti che hanno iniziato a prendere analgesici narcotici per controllare il loro dolore. La maggior parte dei pazienti con gli effetti della resezione dello stomaco può aiutare semplicemente prendendo una dieta adatta. Quando si gestiscono pazienti con sindrome di dumping, è importante coinvolgere un nutrizionista esperto.

Attacchi ipoglicemici reattivi

Spesso convulsioni ipoglicemiche reattive sono erroneamente chiamate "sindrome da dumping tardivo". In molti pazienti, tali conseguenze della resezione gastrica si verificano senza sintomi di sindrome da dumping precoce. Segni di ipoglicemia, compresi svenimenti e analoghi di crisi epilettiche nei casi più gravi, compaiono 2 ore dopo l'ingestione. Spesso un paziente all'inizio di un attacco vuole un debole per i dolci.

Il primo passo nel trattamento delle conseguenze della resezione gastrica è la valutazione della dieta, dopo di che si raccomanda al paziente di ridurre l'assunzione di carboidrati durante il pasto principale e di mangiare una piccola quantità di carboidrati tra il pasto principale. Una spiegazione dettagliata della natura del problema è in genere sufficiente a convincere il paziente che non ha una malattia grave. Gli stessi pazienti che hanno frequenti convulsioni devono assumere compresse di destrosio per prenderli al primo segno di ipoglicemia.

diarrea

La diarrea dopo la resezione dello stomaco può verificarsi per diverse ragioni. Spesso, la diarrea si verifica alla fine o dopo un attacco di sindrome da dumping, come parte di un complesso di sintomi. In contrasto con la diarrea postvagotomia, l'attacco è provocato dall'assunzione di una grande quantità di cibo ipertonico ed è accompagnato da altri segni di sindrome da dumping.

Crescita eccessiva di batteri

Si verifica abbastanza spesso dopo la gastrectomia, durante la quale vengono eseguite complesse ricostruzioni o si creano bacini con un brunch "cieco". La crescita eccessiva di batteri nell'intestino tenue prossimale può verificarsi anche dopo la ricostruzione con anastomosi a forma di Y secondo Py. La combinazione di perdita di acido gastrico, i dannosi batteri patogeni ingerito e la formazione di intestino "loop ciechi" promuove sia i batteri aerobi ed anaerobi proliferazione, che normalmente si verifica solo nel colon. Questi batteri fecali sintetizzano tossine che distruggono gli enzimi dell'epitelio villoso, che sono vitali per la digestione. Essi possono anche assorbire nutrienti importanti come vitamine B microrganismi anaerobi patogeni causano dekonyugirovanie e deossidrilazione degli acidi biliari necessari per il normale assorbimento di grassi nel piccolo intestino prossimale.

Il contenuto di grasso delle feci aumenta in modo significativo. Nei casi peggiori, il paziente sviluppa steatorrea e rapida perdita di peso corporeo. La diagnosi di questo effetto del cancro allo stomaco può essere confermata dall'intubazione del digiuno prossimale con aspirazione del succo intestinale per coltura su coltura di batteri. Il miglior test non invasivo per la determinazione della crescita batterica è la determinazione del glucocolato 14C nell'aria espirata. La comprovata crescita batterica in eccesso che causa diarrea e malnutrizione può essere trattata con antibiotici orali, come la neomicina o il metronidazolo. Durante il corso di trattamento con antibiotici e dopo che dovrebbe essere prescritto yogurt fresco non pastorizzato e preparati da lactobacillus per sopprimere la colonizzazione dell'intestino da parte di batteri patogeni. Solo in casi estremamente resistenti puoi decidere su operazioni ripetute.

stearrhea

Le ragioni di questo conseguenze gastrectomia possono essere i batteri e le relative insufficienza del pancreas causati dalla cattiva miscelazione del contenuto duodenale con prodotti alimentari durante le operazioni ricostruttive largo passaggio duodeno del contenuto intestinale. I pazienti con una violazione dell'assorbimento di grasso si lamentano di flatulenza e colica colica. La sedia è voluminosa, grassa, fluttuante, difficile da lavare. La cronologia raccolta con cura consente di identificare il problema. Se la crescita batterica eccessiva è possibile, o è guarito, mentre persistente malassorbimento di grassi può cedere preparazioni di trattamento contenenti enzimi pancreatici, presa prima di un pasto (preferibilmente in miscela con il cibo).

Reflusso della bile

La fusione di bile e succhi alcalini nel resto dello stomaco o dell'esofago può causare disagio nella regione epigastrica, bruciore di stomaco e vomito, o rigurgito della bile. Nel peggiore dei casi, il paziente rifiuta il cibo, temendo l'aumento dei sintomi. Il reflusso esofageo persistente può causare stenosi.

La diagnosi viene solitamente effettuata sulla base di dati clinici. Obiettivamente, può essere confermato mediante la scansione con tecnezio-99-HIDA. La gastroscopia è necessaria per rilevare possibili danni alla mucosa ed escludere un'altra causa dei sintomi.

Il trattamento è spesso inefficace, quindi il primo posto è risolvere il problema con la chirurgia ricostruttiva che cambia il modo in cui passa la bile. La conservazione dei sintomi diventa la base per una successiva operazione, dirigendo il contenuto duodenale in una direzione diversa o estendendo la mascella dell'anastomosi a forma di Y lungo il Roux.

Indicazioni per la gastrectomia

La resezione dello stomaco, sebbene sia un metodo di trattamento radicale, spesso diventa la misura terapeutica più efficace. Le indicazioni per la resezione comprendono le lesioni più gravi, quando l'effetto terapeutico è impotente. Le moderne cliniche eseguono tali operazioni chirurgiche in modo rapido ed efficiente, il che consente di sconfiggere malattie precedentemente incurabili in precedenza. In alcuni casi, sono possibili alcune complicanze postoperatorie, ma le misure riabilitative correttamente eseguite consentono di eliminarle.

L'operazione per la resezione dello stomaco è la rimozione dell'area interessata con il successivo ripristino della continuità del canale digerente. L'obiettivo principale di tale intervento chirurgico è quello di eliminare completamente il focus della distruzione patologica dell'organo con la massima conservazione possibile delle sue funzioni di base.

Tipi di intervento chirurgico

Il metodo classico di funzionamento è la resezione distale, quando viene rimossa la parte inferiore dell'organo (dal 30 al 75%). La variante più parsimoniosa di questo tipo è considerata una varietà antrale con la rimozione di 1/3 della zona inferiore dello stomaco (regione antrale). Il modo più radicale è una resezione subtotale distale dello stomaco con la rimozione di quasi tutto l'organo. Rimane solo un piccolo ceppo lungo 2,5-4 cm nella zona superiore. Una delle operazioni più comuni è la gastropilorctomia riconosciuta, quando vengono eliminati fino al 70% della porzione inferiore dello stomaco, l'antro (completamente) e il piloro.

Se la rimozione viene eseguita nel sito superiore, questa operazione viene chiamata resezione prossimale dello stomaco. In questo caso, la parte gastrica superiore viene rimossa insieme al cardias e la regione distale può essere completamente preservata. È possibile una variante con escissione solo della zona centrale. Questa è una resezione segmentale e le parti superiore e inferiore non sono interessate. Se necessario, viene effettuata una gastrectomia totale, cioè completa rimozione dell'organo senza lasciare il moncone. Nel trattamento dell'obesità, viene utilizzata un'operazione per ridurre il volume dello stomaco (resezione del PLUV).

Con il metodo di restauro del canale esofageo e la tattica di eseguire l'esposizione, si distinguono tali tipi di gastrectomia:

  1. Il metodo di Billroth-1. Anastomosi si forma sulle "end to end", dai composti duodeno residuo gastrico e canale pischeprovodnogo conservazione anatomia e funzione di riserva dello stomaco conservato, evitando il contatto dello stomaco e nell'intestino mucose.
  2. Il metodo Bilrot-2. Installazione di anastomosi espansa secondo il principio di "side-to-side", quando i confini della resezione dello stomaco si collegano con l'inizio dell'intestino tenue.
  3. Operazione Hofmeister-Finsterer. metodo di miglioramento Billroth-2 con un incavo reticolazione del duodeno e la formazione della anastomosi sul "end-to-side", cioè. E. Accoppiando ceppo stomaco con l'intestino sottile in direzione isoperistaltic, la porzione del digiuno è unito al resto del colon posteriori gastrica mediante un foro il suo mesentere.
  4. Il metodo di Py. L'estremità prossimale del duodeno è completamente chiusa e l'anastomosi viene stabilita tra il resto gastrico e l'estremità distale del digiuno con dissezione.

Miglioramento delle tecnologie di funzionamento

Nell'arco di quasi 140 anni dal primo intervento di gastrectomia, sono state sviluppate tecniche migliorate da utilizzare in contesti specifici:

  • Asportazione distale con formazione di sfintere pilorico di tipo artificiale;
  • Resezione distale con l'installazione, oltre allo sfintere indicato, una valvola di invaginazione formata da tessuti mucosi;
  • Resezione distale con la formazione di polpa pilorica e valvola sotto forma di una valvola;
  • resezione con conservazione dello sfintere pilorico e installazione di una valvola artificiale all'ingresso del duodeno;
  • resezione distale del tipo subtotale con l'esecuzione dell'ernograstroplastica di natura primaria;
  • subtotale o resezione completa con l'uso della tecnica di Roux e la formazione di una valvola di invaginazione sul tratto di efflusso digiunale;
  • resezione del tipo prossimale con l'installazione di esophagogastroanastomosis con una valvola di invaginazione.

Operazioni specifiche

Ci sono diverse indicazioni per la gastrectomia. A seconda dei tipi di patologie, vengono utilizzate alcune operazioni specifiche:

  1. La resezione laparoscopica dello stomaco per il suo scopo non differisce dall'operazione classica. Rimozione della zona interessata dello stomaco con la formazione della continuità dell'esofago. Questa procedura è indicata per ulcere complicate, poliposi, formazioni maligne e benigne, per molti aspetti simili alle tecnologie di cui sopra. La differenza sta nel fatto che la resezione laparoscopica dello stomaco viene effettuata attraverso 4-7 punture al trocar della parete addominale con l'aiuto di speciali dispositivi. Questa tecnologia ha meno rischi di lesioni.
  2. La resezione endoscopica della mucosa gastrica (ERS) è uno dei più moderni metodi minimamente invasivi di trattamento chirurgico. L'intervento viene eseguito in anestesia generale utilizzando strumenti endoscopici specifici - resettotomi. Vengono utilizzati tre tipi principali di attrezzi: resect a forma di ago con punta in ceramica; una forma a forma di uncino e un dispositivo a forma di anello. Il metodo trova la massima applicazione nella rimozione dei polipi e nel trattamento di varie lesioni displastiche dello stomaco, così come neoplasie in una fase precoce attraverso l'escissione profonda dello strato mucoso.
  3. La resezione longitudinale dello stomaco con obesità (resezione verticale o DRA) è mirata a ridurre il volume gastrico, per il quale viene rimossa una parte della parete laterale. Nel processo di tale operazione, viene rimossa una quantità significativa di stomaco, ma tutti gli elementi funzionali di base dell'organo (il piloro, gli sfinteri) rimangono intatti. A seguito di manipolazioni chirurgiche con DRAIN, il corpo dello stomaco si trasforma in un tubo con un volume fino a 110 ml. In un tale sistema, il cibo non può accumularsi e viene accelerato nell'intestino per l'utilizzo. Questa circostanza contribuisce già ad una diminuzione del peso corporeo. Quando la resezione dello stomaco per la perdita di peso in una zona remota sono le ghiandole che producono "l'ormone della fame" - grelina. Quindi, SLOVE riduce il bisogno di cibo. L'operazione non ti consente di aumentare di peso, dopo un breve periodo di tempo una persona inizia a pesare meno, e la perdita di peso in eccesso raggiunge il 65-70%.

Qual è il pericolo del trattamento chirurgico?

Qualsiasi intervento chirurgico radicale non può completamente passare senza lasciare traccia al corpo umano. Quando lo stomaco viene resecato dopo l'operazione, la struttura dell'organo cambia in modo significativo, il che influenza il funzionamento dell'intero sistema digestivo. Le violazioni nel lavoro di questa parte del corpo possono portare ad altri disturbi in diversi organi, sistemi e l'intero organismo nel suo complesso.

Complicazioni dopo gastrectomia dipendono dal tipo di intervento chirurgico e la zona del corpo escissione, la presenza di altre malattie, l'individuo e la qualità della procedura (compreso l'abilità del chirurgo). In alcuni pazienti, l'effetto chirurgico dopo le misure di riabilitazione non ha praticamente alcun effetto. Tuttavia, molti pazienti hanno una categoria caratteristica della cosiddetta sindrome postgastrorezektsionnyh (sindrome di ansa afferente, sindrome di dumping, e così anastomositis. D.).

Uno dei punti principali nella frequenza delle patologie postoperatorie (circa il 9% dei pazienti presenta questa complicanza) è la sindrome del ciclo principale. Questa patologia si verifica solo dopo la gastroenterostomia e la resezione gastrica secondo Bilrot-II. La sindrome del circuito adduttore è stata identificata e descritta quasi immediatamente dopo la diffusione della resezione. Al fine di prevenire questa complicazione, si raccomanda di imporre una anastomosi tra le anse principali e di ritiro del digiuno. La descrizione di questa patologia può essere trovata sotto vari nomi: sindrome del vomito biliare, rigurgito biliare, sindrome duodenale-biliare. Rawks nel 1950 chiamò questa malattia una sindrome di un anello principale. Nella maggior parte dei casi, questa complicanza è trattata in modo conservativo, ma se i sintomi continuano ad aumentare, viene prescritto un intervento chirurgico. La sindrome del ciclo risultante ha una prognosi positiva.

Oltre a fenomeni specifici, possono verificarsi conseguenze generali. La disfunzione di alcuni organi porta allo sviluppo dell'anemia dopo la resezione dello stomaco. Disturbi ematogeni possono provocare un cambiamento nella composizione del sangue e persino anemia.

Sindromi post-resezione

Ci sono molte complicazioni più comuni che spesso causano la rimozione di una parte dello stomaco:

  1. Sindrome di un cappio. Tale fenomeno è possibile dopo l'esecuzione di una resezione con la tecnica Bilrot-2. sindrome dell'ansa conduttivo a causa della comparsa nella sezione dell'intestino cieco e compromessa la sua capacità motorie. Di conseguenza, ci sono problemi con la rimozione degli alimenti trasformati. sindrome dell'ansa conduttivo si manifesta con severità, fastidio e dolore nella regione epigastrica e quadrante superiore destro, vomito bile. Se la sindrome manifesta anello conduttivo, il trattamento previsto dalla terapia dieta, lavanda gastrica e farmaci anti-infiammatori purpose.
  2. Sindrome da dumping o sindrome da fallimento. La complicazione è associata ad un accorciamento dello stomaco e ad un trasporto troppo rapido del cibo, che interrompe il processo digestivo e porta a una violazione dell'assorbimento di nutrienti e ipovolemia. I segni principali sono vertigini, aumento della frequenza cardiaca, nausea, vomito, feci, debolezza generale, disturbi neurologici. Nella sindrome grave, viene eseguita una seconda operazione.
  3. Anastomosi dopo resezione dello stomaco. Questa complicazione è causata dalla comparsa di una reazione infiammatoria al posto della formazione di anastomosi. Nel centro di infiammazione il lume del canale si restringe, il che rende difficile il passaggio del cibo. Di conseguenza, compare la sindrome del dolore, nausea, vomito. Lo stadio iniziale porta alla deformazione dell'organo, che richiede un intervento chirurgico.
  4. Problemi con il peso corporeo. Se la gastrectomia verticale (resezione PLIN) è mirata alla perdita di peso, dopo la maggior parte delle altre operazioni, c'è un altro problema: come ingrassare con uno stomaco troncato. Questo problema è risolto con la dieta e la terapia vitaminica. La dieta è preparata da uno specialista tenendo conto dell'impatto.

La resezione si riferisce a effetti radicali, ma spesso solo una tale operazione è in grado di eliminare il processo patologico. Dopo questo trattamento chirurgico, sono possibili gravi conseguenze, ma correttamente eseguite misure di riabilitazione possono risolvere questo problema.

Chirurgia per rimuovere completamente lo stomaco (gastrectomia): indicazioni, ictus, vita dopo

La rimozione dello stomaco è considerata un'operazione molto traumatica, viene eseguita secondo indicazioni speciali, ma, allo stesso tempo, è il modo più efficace per sbarazzarsi di alcune malattie. I rischi durante l'operazione sono elevati e l'intervento stesso richiede una buona preparazione e condizioni stabili del paziente.

Prima di decidere sulla necessità di rimuovere completamente lo stomaco, il medico pesa sempre i pro ei contro, valuta le conseguenze e i benefici per il paziente, che può perdere per sempre un organo molto importante.

Lo stomaco non è solo un "sacchetto" muscolare, che preleva cibo per la digestione. Prepara i contenuti per avanzare ulteriormente nell'intestino, divide alcuni componenti alimentari, produce importanti sostanze biologicamente attive, regola l'emopoiesi. Con la rimozione di un organo così importante, non solo la digestione nel suo insieme, ma anche molti processi metabolici sono disturbati.

Le indicazioni per la chirurgia sono limitate e quasi sempre, se possibile, il chirurgo cercherà di scegliere metodi di trattamento più delicati, implicando l'abbandono della parte del corpo in cui si concentra l'attività secretoria. Secondo le statistiche, ogni decimo paziente rischia di morire dopo l'intervento, ma la tecnologia moderna e l'alta qualifica del medico contribuiscono a ridurre questa probabilità.

Chi ha bisogno di intervento chirurgico?

Indicazioni per la rimozione dello stomaco:

  • Tumore maligno;
  • Poliposi diffusa;
  • Ulcera cronica con sanguinamento;
  • Perforazione della parete dell'organo;
  • L'estremo grado di obesità.

Il motivo principale per ricorrere alla rimozione dello stomaco, sono tumori maligni. Il cancro gastrico è uno dei più frequenti tipi di tumori che infettano l'uomo, il più comune in Giappone e in Asia, ma in altre regioni la sua frequenza continua a crescere. La presenza di un tumore, specialmente nel terzo medio, reparto cardiaco o pilorico, è considerata un'indicazione diretta per la gastrectomia, che è completata dalla rimozione dei linfonodi e di altre cavità addominali.

Molto meno spesso i medici eseguono un'operazione per rimuovere lo stomaco a causa di altre cause. Ad esempio, ulcera allo stomaco di solito viene trattato in modo conservativo dai gastroenterologi, ma le sue complicanze, come perforazione o emorragia massiva instabile, possono richiedere un'operazione radicale.

Poliposi diffusa, quando i polipi sono multipli e disseminati lungo la mucosa dello stomaco, è anche un'indicazione per la gastrectomia, perché ogni polipo non può essere rimosso e la loro presenza è irta di trasformazione maligna. Perforazione del muro stomaco non solo di origine ulcerosa, ma anche sullo sfondo di lesioni, richiede un intervento di emergenza, che può risultare in gastrectomia.

Un gruppo speciale di pazienti sono persone con un peso eccessivo, quando l'unico modo per limitare la quantità di cibo mangiato è la rimozione del fondo e del corpo dello stomaco.

In casi molto rari, la gastrectomia può essere di natura preventiva, in particolare quando trasporto di un gene CDH1, in cui c'era una mutazione, predetermina la forma ereditaria del cancro allo stomaco diffuso. A tali persone il medico può raccomandare una rimozione preventiva dell'organo, fino a quando il cancro non si è ancora formato.

Data la grande quantità di intervento, possibile perdita di sangue durante l'intervento chirurgico, anestesia prolungata, ci sono controindicazioni a questo tipo di trattamento chirurgico:

  1. Cancro con metastasi agli organi interni e linfonodi (gonfiore inutilizzabile);
  2. Grave condizione generale del paziente;
  3. Patologia scompensata dal sistema cardiovascolare, dai polmoni e da altri organi;
  4. Disturbi della coagulazione del sangue (emofilia, trombocitopenia grave).

Preparazione per la gastrectomia

Un'operazione così complessa, come la rimozione dello stomaco, richiede un accurato esame preoperatorio del paziente e il trattamento delle malattie concomitanti.

Prima dell'operazione pianificata, avrai bisogno di:

  • Esami del sangue generali e biochimici;
  • Analisi delle urine;
  • Studio delle feci per il sangue occulto;
  • Fluorografia o radiografia del torace;
  • Esame ecografico della cavità addominale;
  • CT, risonanza magnetica dell'area interessata;
  • Fibrogastroscopia per esaminare il guscio interno dello stomaco, accertando la natura della crescita del tumore, ecc., Che di solito è integrata con la biopsia.

Prima dell'operazione, se viene effettuata in maniera pianificata passare attraverso una serie di consultazioni di esperti, partendo con il terapeuta. In presenza di malattie cardiovascolari (ipertensione, cardiopatia ischemica), diabete mellito, malattie bronco-polmonari croniche deve essere corretto il loro trattamento per il paziente poteva muoversi in modo sicuro l'anestesia e l'operazione stessa.

I pazienti che assumono farmaci devono essere informati di ciò dal loro medico, e una settimana prima la gastrectomia dovrebbe interrompere l'assunzione di farmaci antitrombotici e fluidificanti (anticoagulanti), farmaci antinfiammatori non steroidei, aspirina. A rischio elevato di complicazioni infettive nel periodo preoperatorio, vengono prescritti antibiotici.

Anche la dieta e lo stile di vita dovrebbero essere rivisti. I pazienti che si preparano per la completa rimozione dello stomaco, è necessaria una dieta moderata, eliminando l'acuto, il salato, il fritto, l'alcol. I fumatori dovrebbero pensare a come separarsi da una dipendenza che aumenta il rischio di pericolose complicanze postoperatorie.

Quando vengono passati tutti i test necessari, la condizione del paziente è stabile e non ostacola il funzionamento, viene posto in un ospedale. Il giorno prima dieta gastrectomia dovrebbe essere particolarmente facile, e la mezzanotte è vietato consumare cibo e acqua, non solo a causa di una possibile sovraffollamento nello stomaco, ma anche a causa di possibili vomito quando somministrato l'anestesia.

Tipi di operazioni per rimuovere lo stomaco

Gastrectomia di solito significa una completa rimozione dello stomaco, ma è anche possibile lasciare piccole parti dell'organo. L'escissione gastrica coinvolge diversi tipi di operazioni:

  1. Gastrectomia subtotale distale, quando viene rimossa la maggior parte dello stomaco, passando nell'intestino.
  2. Gastrectomia subtotale prossimale, utilizzata per tumori del terzo superiore dell'organo, quando si rimuove il frammento prossimale dello stomaco con una piccola curvatura, entrambe le ghiandole, apparato linfatico.
  3. Gastrectomia totale: l'intero stomaco viene rimosso completamente e l'esofago è collegato all'intestino tenue.
  4. Gastrectomia a manica.

Le principali fasi della gastrectomia

Introduzione del paziente in anestesia (endotracheale più miorlaksanty).

  • L'autopsia dell'addome è transaddominale (attraverso la parete addominale anteriore), transtoracicamente (attraverso la cavità pleurica), toracoaddominale (combinazione di entrambi gli accessi).
  • Ispezione della cavità addominale.
  • Mobilitazione dello stomaco.
  • Imporre una connessione tra l'esofago e l'intestino.

Mobilitazione dello stomaco - una parte molto importante dell'operazione, in cui il chirurgo fornisce l'accesso all'organo tagliando legamenti, epiploon, ritaglio e sutura dell'intestino tenue. L'intersezione del legamento gastro-pancreatico nello stesso momento in cui le navi si trovano lì è la fase più significativa, che richiede la massima cura e attenzione. Mentre il legamento viene sezionato, il chirurgo esercita e medita i vasi.

Completare la gastrectomia imponendo una connessione tra l'esofago e l'intestino tenue, il più delle volte - il tipo end-to-side. anastomosi L'end-to-end è raramente applicato, con il sito lungo dell'esofago o dell'intestino tenue da unire.

Corso di operazione con il cancro

Poiché l'indicazione principale per la gastrectomia è un tumore maligno, il più delle volte i medici sono costretti a rimuovere l'intero organo e alcune strutture circostanti contemporaneamente. L'operazione per rimuovere lo stomaco nel cancro ha le sue peculiarità associate alla prevalenza del processo tumorale e al danno ai tessuti vicini.

La gastrectomia viene eseguita in anestesia generale e può richiedere fino a cinque ore. Il paziente viene posto con un catetere urinario e sondino nasogastrico. In oncologia, i tipi aperti di interventi chirurgici sono i più appropriati, è preferibile l'accesso addominale, che implica un'incisione sufficientemente ampia della cavità addominale. Naturalmente, questo è più traumatico, ma offre al chirurgo l'opportunità di esaminare bene l'area interessata e rimuovere tutti i tessuti interessati.

Dopo aver aperto l'organi addominali medico reviziruet, e quindi procede a gastrectomia, rimuovendo lo stomaco come un unico blocco, sia la ghiandola, legamenti stomaco, grasso, linfonodi, rispettivamente stadio della malattia. Quando una distribuzione significativa di tumore può anche richiedere la resezione del pancreas, porzione esofagea, fegato, milza.

Lo stadio finale della gastrectomia totale nel cancro è la riunione dell'intestino tenue con l'esofago. Tutte le fasi dell'operazione sono eseguite con la stretta osservanza dei principi di ablastics per prevenire la diffusione delle cellule tumorali (legatura precoce delle navi, cambio di lino e guanti, ecc.). L'oncologo dovrebbe essere molto attento, perché anche i più moderni metodi di diagnosi non forniscono sempre informazioni accurate sulla diffusione del tumore, e con un esame diretto il medico può rilevare ulteriori sacche di cancro che richiedono l'espansione dell'operazione.

In alcuni casi di oncopatologia, l'accesso alla laparoscopia è possibile quando lo stomaco viene rimosso attraverso una piccola incisione sulla parete addominale. La laparoscopia è molto meno traumatica di una chirurgia aperta, le moderne attrezzature consentono di eseguirla in modo sicuro ed efficace, ma possono verificarsi complicazioni con la rimozione dei linfonodi, quindi la possibilità di tale operazione viene risolta individualmente con ciascun paziente.

Gastrectomia con ulcere e altre lesioni non tumorali

In ulcera cronica, non curabile con metodi conservativi, o le sue complicanze spendono gastrectomia anche cercando di limitare l'intervento chirurgico realizzazioni totali parziali o la rimozione dello stomaco (resezione). Inoltre, quando i processi non neoplastiche (poliposi diffusa, sindrome di Zollinger-Ellison) non devono essere rimosse ghiandole, linfonodi e porzioni altri organi, così interferenza è generalmente più risparmio e meno traumatica per il paziente.

Se l'operazione viene eseguita in caso di emergenza in caso di emorragia massiva, non c'è semplicemente tempo per l'esame, quindi il chirurgo deve determinare la quantità necessaria di intervento durante l'operazione.

Gastrectomia a manica

Un tipo speciale di chirurgia per rimuovere lo stomaco è il cosiddetto gastrectomia a manica, che è mostrato a pazienti con obesità severa. Per ridurre la quantità di cibo che un paziente può mangiare, il chirurgo rimuove il corpo e il fondo dello stomaco, lasciando solo un canale stretto nella piccola curvatura dell'organo. Quando si usa anche una piccola quantità di cibo, la parte rimanente dello stomaco viene rapidamente riempita e inizia un senso di sazietà e il paziente smette di mangiare.

La gastrectomia a maniche è ampiamente praticata in tutto il mondo e mostra buoni risultati. Perdita di peso persistente è stata osservata nella maggior parte dei pazienti, ma ulteriori restrizioni dietetiche non possono essere evitate.

Complicazioni di gastrectomia e possibili conseguenze

La rimozione di tutto l'organo, in questo caso - lo stomaco, non può passare inosservato per il paziente. Il rischio di complicanze è piuttosto alto e le conseguenze non si limitano ai disturbi della digestione del cibo. Molto probabilmente:

  1. Esofagite da reflusso;
  2. l'anemia;
  3. Perdita di peso corporeo;
  4. Sindrome da dumping;
  5. Tumori ricorrenti nel moncone dello stomaco;
  6. Sanguinamento e peritonite.

Sanguinamento e peritonite - patologia chirurgica acuta che richiede un trattamento urgente. Di solito, tali complicazioni sono causate dall'incoerenza delle cuciture imposte durante la rimozione dello stomaco sulle navi e sulle pareti dell'intestino.

Con un decorso favorevole dell'operazione stessa e un periodo postoperatorio precoce, dopo la dimissione, il paziente può affrontare una serie di altre conseguenze del trattamento. Ad esempio, esofagite da reflusso giace nell'infiammazione dell'esofago quando il contenuto dell'intestino con acidi biliari ed enzimi viene gettato in esso, che si manifesta con dolore, bruciore di stomaco e nausea.

Sindrome da dumping è causato da una quantità inadeguata di cibo consumato e si manifesta con tachicardia, sudorazione, vertigini, vomito subito dopo aver mangiato.

La stragrande maggioranza dei pazienti sottoposti a gastrectomia, indipendentemente dalla causa dell'operazione, soffre di mancanza di vitamine, oligoelementi, nutrienti, che manifesta la riduzione del peso, debolezza, sonnolenza, e così via. Anemia G. associato ad una mancanza di fattori, produce mucosa gastrica, e aumenta la formazione di eritrociti.

Stile di vita dopo chirurgia e prevenzione delle complicanze

Nel periodo postoperatorio, il paziente può aver bisogno di cure e aiuto, consistente nell'introduzione di farmaci per il dolore, miscele di nutrienti attraverso la sonda, fluidi per via endovenosa. Fino a quando diventa possibile l'assunzione di cibo attraverso la bocca, le soluzioni speciali vengono somministrate per via endovenosa o attraverso una sonda posta nell'intestino tenue. Per riempire il fluido mancante, viene eseguita la terapia di infusione.

Circa 2-3 giorni dopo l'operazione, al paziente viene offerto di bere liquidi e gustare cibi liquidi. Se tutto va bene, l'intestino inizia a funzionare, quindi la dieta si espande gradualmente dai liquidi ai cereali, ai piatti purè e alla ricezione del cibo ordinario.

Di particolare importanza è la nutrizione dopo la gastrectomia. Ai pazienti sottoposti a intervento chirurgico si consiglia di assumere piccoli pasti fino a 6-8 volte al giorno per prevenire la possibilità di sindrome di scarico e disturbi digestivi. Da grandi volumi di cibo dovrebbe essere scartato.

La dieta dopo la rimozione dello stomaco deve essere gentile, le pietanze vanno cotte al vapore o bollite, preferibilmente una quantità sufficiente di proteine, una diminuzione della proporzione di grassi e il rifiuto di carboidrati digeribili (zucchero, dolci, miele). Dopo aver rimosso lo stomaco dalla dieta dovrà escludere spezie, alcool, piatti fritti e fritti, carne affumicata, sottaceti, ridurre l'assunzione di sale. Il cibo dovrebbe essere ben masticato, non freddo, ma non caldo.

Se la funzione intestinale si rompe sotto forma di diarrea, si raccomandano pasti con riso, grano saraceno e con costipazione - prugne, prodotti a base di latte acido, barbabietole in forma bollita. Puoi bere tè, composte, ma la quantità non deve superare i 200 ml in una volta, ed è meglio dividerla in 2-3 parti.

La carenza di vitamine e microelementi, che si verifica inevitabilmente dopo la rimozione dello stomaco, viene compensata assumendoli sotto forma di farmaci. Necessariamente, la vitamina B12 è prescritta, poiché in assenza dello stomaco, il suo assorbimento non si verifica, che è irto di sviluppo di anemia perniciosa.

Passare alla dieta descritta può essere di un mese e mezzo dopo la rimozione dello stomaco, ma la riabilitazione di solito dura circa un anno. Di particolare importanza è lo stato psicologico e l'umore del paziente. Quindi, l'eccessiva ansia e sospettosità possono portare a lunghe restrizioni ingiustificate nella dieta, di conseguenza - perdita di peso, anemia, beri-beri. C'è un altro estremo: il paziente non resiste al regime, riduce la dieta a tre o quattro pasti al giorno, inizia a mangiare cibi proibiti, che porta alla digestione e allo sviluppo di complicanze.

Per l'attivazione precoce e la stimolazione della funzione intestinale, è necessaria una buona attività motoria. Quanto prima il paziente si rialza dopo l'operazione (entro limiti ragionevoli, ovviamente), minore è il rischio di complicanze tromboemboliche e prima arriverà la guarigione.

Con una corretta e tempestiva operazione eseguita, adeguata riabilitazione e osservanza di tutte le raccomandazioni del medico, i pazienti dopo la gastrectomia vivono tanto quanto tutti gli altri. Molti si adattano alle nuove condizioni di digestione e conducono uno stile di vita molto attivo. La situazione è peggiore per i pazienti sottoposti a chirurgia per cancro. Se il tumore viene rilevato tempestivamente in una fase iniziale, il tasso di sopravvivenza raggiunge l'80-90%, in altri casi questa percentuale è molto più bassa.

Prognosi dopo la rimozione dello stomaco, come aspettativa di vita, dipenderà dal motivo per cui viene effettuata l'operazione, il paziente generale condizione, presenza o assenza di complicazioni. Se il corpo tecnica di rimozione non è stato rotto, è stato possibile evitare complicazioni, non vi era alcuna recidiva di un tumore maligno, la prognosi è buona, ma il paziente deve esercitare il massimo sforzo in modo che riceve il corpo la necessaria importanza nella sua interezza, e il sistema digestivo è privo dello stomaco, non soffre sbilanciato alimentazione elettrica.

Complicazioni di gastrectomia e gastrectomia

Sotto gastrectomia di solito si comprende la rimozione della sua parte con l'applicazione di anastomosi tra la parte restante dello stomaco e il duodeno.

Di regola, queste operazioni vengono eseguite con ulcera peptica o cancro allo stomaco. In rari casi, lo stomaco viene rimosso completamente. Gastrectomia e resezione gastrica possono portare a diverse complicazioni di varia gravità - da una semplice incapacità di mangiare un sacco di cibo in una sola volta a causa della perdita della funzione serbatoio dello stomaco a grave sindrome di dumping e malassorbimento pronunciato.

Sindrome da dumping

patogenesi. La sindrome da dumping deriva dalla mancanza di un gatekeeper, che regola normalmente l'evacuazione dei contenuti gastrici.

  1. Con la sindrome di dumping precoce, piccolo contenuto intestinale iperosmolare facilita l'ingresso di acqua nel lume intestinale, stimola la peristalsi e il rilascio di sostanze vasoattive nel sangue - la serotonina, la bradichinina, neurotensin, sostanza P, VIP. I pazienti sono disturbati da crampi dolori addominali, diarrea, sudorazione, tachicardia, interruzioni di cuore, vertigini, ipotensione. La sindrome da dumping precoce di solito si manifesta entro un'ora dopo aver mangiato.
  2. Con la sindrome da dumping tardiva, l'assorbimento dopo ingestione di una grande quantità di glucosio provoca un forte rilascio di insulina nel sangue, seguito da una diminuzione del livello di glucosio. Tipica tachicardia, svenimento, sudorazione, compaiono 1-3 ore dopo aver mangiato.

diagnostica. Per la diagnosi di solito sono sufficienti sintomi caratteristici in un paziente sottoposto a intervento chirurgico a stomaco.

trattamento. Si raccomanda di mangiare in piccole porzioni 6-8 volte al giorno. Per ridurre l'assorbimento del glucosio, limitare la quantità di carboidrati. Gli agenti che sopprimono la peristalsi dell'intestino, per esempio, diphenoxylate o loperamide, possono aiutare. In rari casi, è necessaria una seconda operazione.

Recidiva di ulcera peptica

patogenesi. piaghe ricorrenti sono quasi sempre posizionati sulla mucosa dell'intestino tenue, adiacente alla anastomosi (duodeno durante la resezione Billroth I e digiuno - resezione Billroth II). La comparsa di tali ulcere è promossa dagli stessi fattori dell'ulcera peptica iniziale. Il ripetersi di un'ulcera dopo un'operazione compromette la qualità dell'operazione stessa. Si dovrebbe anche considerare la possibilità di ipercloridria (gastrinoma o rimozione incompleta della sezione antrale).

diagnostica. La recidiva dell'ulcera si manifesta di solito con il dolore nell'addome; a volte sono come un dolore ordinario con ulcera peptica, a volte no. Di solito il dolore diminuisce dopo aver mangiato, ma in alcuni pazienti può essere peggiore. Come con l'ulcera vera e propria, sono possibili sanguinamento, ostruzione e perforazione della parete intestinale. La diagnosi è confermata dall'endoscopia. Poiché sito anastomosi gastrointestinale è deformato, lo specialista conduzione endoscopia, dovrebbe essere particolarmente attenzione quando visti pieghe e scanalature adiacenti l'anastomosi. Se si verifica una recidiva dell'ulcera, determinare almeno il livello sierico della gastrina a digiuno. I metodi comunemente usati per valutare la secrezione di acido cloridrico, a causa della perdita di acido attraverso un ampio foro per anastomosi, potrebbero non essere applicabili. Se il valore della secrezione basale di acido cloridrico è superiore al 60% della secrezione massima, puo indicare un gastrinoma o iperacidità causato da altri motivi, tuttavia, e con un indice inferiore ipercloridria non può essere esclusa.

trattamento. Il trattamento standard utilizzato per l'ulcera peptica può essere sufficiente. Alcuni pazienti richiedono l'uso a lungo termine di farmaci antisecretori. Se il farmaco non aiuta, viene indicata una seconda operazione. L'iperchloridria può richiedere un trattamento più specializzato.

Disturbi dell'alimentazione e del metabolismo

patogenesi

La perdita di peso, comune dopo le operazioni sullo stomaco, è dovuta a diversi motivi. Innanzitutto, dopo l'operazione, diminuisce la funzione di riserva dello stomaco, che limita la quantità di cibo che un paziente può mangiare alla volta. In secondo luogo, in presenza di sindrome di dumping, il paziente stesso può ridurre la quantità di cibo consumato al fine di evitare sensazioni spiacevoli. Pertanto, l'assorbimento alterato può aggravare la perdita di peso.

Le cause dei disturbi dell'assorbimento sono diverse

  • Con una ridotta secrezione di acido cloridrico, l'assorbimento del ferro è compromesso. Con resezione di Bielrot II, lo "spegnimento" della digestione del duodeno riduce l'assorbimento di ferro, calcio e acido folico. Pertanto, in tali pazienti possono manifestarsi anemia da deficienza di ferro e carenza di folati, oltre a segni di carenza di calcio, in particolare l'osteoporosi.
  • L'esclusione dalla digestione del duodeno significa anche che il rilascio mediato dal cibo di secretina e colecistochinina è ridotto. Di conseguenza, la secrezione di bile e succo pancreatico rallenta e diminuisce. Inoltre, gli enzimi digestivi non si mescolano bene con il cibo, in quanto devono "recuperare" con esso nella sua progressione attraverso l'intestino tenue.
  • L'aspirazione di vitamina B può essere compromessa12. Normalmente biermerin secreta dalle cellule parietali della mucosa gastrica in eccesso, ma di per sé è diminuita secrezione di acido cloridrico dopo l'intervento chirurgico non può portare a malassorbimento di vitamina B12. Tuttavia, coloro che hanno subito la resezione dello stomaco, di solito si sviluppano gastrite cronica - apparentemente a causa di gettare il contenuto dello stomaco dell'intestino tenue - che in pochi anni porta alla mucosa l'atrofia e la perdita di cellule parietali. La secrezione del fattore interno del castello diminuisce e sono possibili sintomi ematologici e neurologici.12-anemia da carenza.

diagnostica. Molte manifestazioni di violazioni dell'assorbimento e del metabolismo associate alla resezione dello stomaco sono evidenti. Determinare la causa dell'anemia e scegliere il trattamento è aiutato da un esame del sangue generale e determinazione dei livelli sierici di ferro, ferritina e vitamina B12. Poiché l'omeostasi del calcio non è compromessa, il livello di calcio nel siero di solito rimane normale.

Valutare la gravità dei disturbi dell'assorbimento quantificando il grasso nelle feci. Tuttavia, va ricordato che, dopo le operazioni di stomaco, anche in assenza di complicazioni livello di grasso nelle feci di solito un po 'aumentato - fino a 5-10 g / die. Quando mescolato o anemia macrocitica rivelare malassorbimento di carenza di vitamina B12 a causa di fattore intrinseco di Castle, utilizzando il test di Schilling. La diagnosi è confermata se nei campioni bioptici prelevati durante EGDS viene rilevata una gastrite atrofica con carenza di cellule di copertura. B. Trattamento. Si raccomanda di mangiare spesso e gradualmente, non permettendo il trabocco del resto dello stomaco. Gli agenti antidiarroici possono aiutare. Se ribalta il malassorbimento dei grassi, prescrivere una dieta povera di grassi, se necessario, integrandone con trigliceridi di acidi grassi a catena media (per il loro assorbimento non richiede acidi biliari). Se c'è una violazione dell'assorbimento di grasso, viene anche mostrata una terapia empirica con tetraciclina.

Sindrome di un anello principale

patogenesi. Si sviluppa dopo una resezione dello stomaco secondo Bilrot II. Non deve essere confuso, come talvolta accade con la sindrome dell'ansa cieca, che si riferisce ad una crescita eccessiva di batteri nel circuito intestino cieco o diverticolo, che porta alla deconiugazione degli acidi biliari e malassorbimento di grassi (naturalmente, si può osservare nel circuito risultante).

La sindrome del ciclo risultante è causata dalla stenosi o attorcigliamento dell'anello dell'anastomosi principale (prossimale) creato durante la resezione dello stomaco secondo Billroth I. È difficile drenare il liquido dal duodeno. Durante il pasto, la bile, il succo pancreatico e la membrana mucosa dell'intestino entrano nel suo lume. Se non riescono a raggiungere liberamente l'anastomosi tra lo stomaco e il digiuno, il ciclo risultante aumenta causando un grave dolore epigastrico. La pressione nell'anello principale aumenta, e ad un certo punto l'ostruzione viene eliminata, mentre si sviluppa un attacco di vomito, dopo il quale il dolore si attenua.

diagnostica. Grave dolore addominale in un paziente sottoposto a resezione dello stomaco secondo Bilrot II, che si verifica durante o poco dopo aver mangiato e passando dopo il vomito, è altamente probabile che indichi una sindrome del ciclo risultante. Tuttavia, è difficile confermare la diagnosi. Con la scintigrafia con acido 2,6-dimetiliminodiacetico, si può vedere come il liquido riempito di isotopi riempie e allunghi l'anello principale durante un attacco di dolore, senza entrare nello stomaco o nella parte distale del digiuno. Quando l'endoscopia è in grado di rilevare un'anestesia da anastomosi o una stenosi del ciclo risultante, tuttavia, è difficile identificare la torsione del ciclo. A volte la torsione del ciclo può essere vista durante l'esame del tratto gastrointestinale superiore con il bario, inoltre, questo studio consente di determinare la lunghezza del ciclo principale e la sua posizione nella cavità addominale.

Anche nei pazienti con sintomi caratteristici, la diagnosi della sindrome da ansa risultante richiede una seria giustificazione e viene solitamente posta sul metodo di eliminazione.

trattamento. I farmaci sono generalmente inefficaci. A volte i pasti frequenti sono presi in piccole porzioni. Se viene rilevata un'ulcera di anastomosi, viene prescritto un trattamento appropriato. Occasionalmente, la condizione dei pazienti migliora nel tempo. Il trattamento radicale è chirurgico. Eseguire una revisione del ciclo iniziale, eliminare i picchi o ridurre il ciclo e creare nuovamente un'anastomosi.

Gastrite cronica e cancro allo stomaco

patogenesi. Nei pazienti, dopo l'intervento chirurgico, si può sviluppare un cancro allo stomaco. Inizialmente, l'incidenza di questa complicanza è stata stimata al 5%, ma in seguito è stato dimostrato che il rischio è molto più basso. Il tumore di solito si sviluppa dalla mucosa gastrica vicino all'anastomosi. La patogenesi del cancro dello stomaco è associata allo sviluppo inevitabile dopo la resezione della gastrite cronica, che è più pronunciata nel sito di anastomosi.

diagnostica. Poiché il rischio di cancro allo stomaco può essere molto più basso di quanto si pensasse in precedenza, l'endoscopia regolare in assenza di sintomi è considerata non redditizia e pertanto non è raccomandata. Allo stesso tempo, il medico che osserva la resezione gastrica del paziente deve prestare particolare attenzione a qualsiasi sintomo o cambiamento nelle condizioni del paziente che possa indicare lo sviluppo del tumore. Ciò include la comparsa di sintomi nuovi o mutevoli, tra cui perdita di appetito, vomito, perdita di peso, sanguinamento gastrointestinale ovvio o nascosto. In questi casi, è indicato l'esame endoscopico con biopsia del sito di anastomosi.