Prednisolone nella pancreatite

L'uso del prednisolone nella pancreatite è finalizzato all'eliminazione dei focolai infiammatori nel pancreas e alla rimozione del dolore acuto. Questo farmaco contribuisce alla formazione qualitativa delle particelle di potassio e previene il ritardo nel rilascio di sodio e acqua nel corpo del paziente.

Prednisolone pancreatite spesso prescrivono altri farmaci anti-infiammatori grazie alla sua elevata efficienza e luce emessa dagli organi interni. Questo agente si adatta perfettamente alla sintesi e alla secrezione di sostanze attive di natura biologica. Inoltre, il farmaco non causa problemi quando viene assorbito dal tratto gastrointestinale.

Pancreatite prednisolone puramente individuale. Particolare attenzione è dedicata alle caratteristiche fisiologiche del paziente e farmaci che quest'ultima assume prescrizione, poiché in alcuni casi è combinato con alcuni enzimi artificiali possono causare una reazione allergica in un paziente che potrebbe portare a conseguenze pericolose. In generale, il farmaco è ben collaudata e molto spesso usato in gastroenterologia.

"Prednisolone": recensioni di medici, istruzioni per l'uso e composizione

loading...

Secondo le recensioni, "Prednisolone" è un farmaco che si riferisce a glucocorticoidi sintetici (in altre parole, è un farmaco ormonale). È un analogo dell'idrocortisone "acqua privata". Nelle attività mediche, "Prednisolone" viene applicato esternamente, per via orale, sotto forma di compresse, collirio o per somministrazione endovenosa (a volte intramuscolare).

Caratteristiche del principio attivo

loading...

Il prednisolone è una polvere cristallina, inodore e di colore bianco (talvolta con una leggera sfumatura di giallo). Quasi insolubile in acqua. Ma leggermente solubile in alcool, diossano, cloroformio e metanolo. Il suo peso molecolare è 360,444 g / mol.

Azione farmacologica

loading...

Secondo le recensioni, "Prednisolone" ha effetti anti-infiammatori, immunosoppressivi, anti-allergici, glucocortioid e anti-shock.

La sostanza interagisce nel citoplasma con speciali recettori e forma un complesso specifico che viene introdotto nel nucleo, così legame al DNA e inducendo l'espressione di mRNA. Modifiche proteine ​​di formazione sui ribosomi, cellule che esprimono gli effetti. Accelera lipocortina sintetizzare, fosfolipasi A2 inibitorio, e inibisce la biosintesi endoperekisey liberatiou indispensabile per gli acidi corpo arhidonovoy e prostaglandine leykotreinov (contribuire alla progressione di infiammazione, allergia e altri processi Tipiche patologico).

Stabilizza shell membrana lisosoma, inibisce la sintesi di ialuronidasi (un enzima scindere specificamente acido ialuronico), riduce la produzione di linfochine, produce linfociti. Colpisce i processi di essudazione e alterazione con l'infiammazione, ritarda la propagazione del processo infiammatorio.

Inibisce la migrazione nei focolai di infiammazione dei monociti e limita la proliferazione delle cellule del tessuto connettivo, che ha un effetto antiproliferativo. Opprime la formazione di mucopolisaccaridi, impedendo in tal modo all'acqua di connettersi con le proteine ​​plasmatiche nel focus reumatico dell'infiammazione.

Opprime l'intensità della distruzione dei legami peptidici, prevenendo la distruzione dei tessuti e della cartilagine nell'artrite reumatoide.

In quali casi è prescritto Prednisolone per i bambini? Le revisioni confermano che l'effetto antiallergico del farmaco è dovuto a una diminuzione del numero di basofili, a una diminuzione della sintesi e alla secrezione di mediatori di una reazione allergica immediata. Promuove lo sviluppo di linfopenia e l'involuzione del tessuto linfoide, causando in tal modo immunosoppressione.

Riduce la concentrazione di linfociti T nel plasma sanguigno e nella produzione di immunoglobuline. Aumenta la disintegrazione e riduce la produzione di componenti complessi complessi proteici, inibisce i recettori Fc delle immunoglobuline, inibisce le funzioni dei macrofagi e dei leucociti. Aumenta il numero di recettori e normalizza la loro sensibilità a una varietà di sostanze fisiologicamente attive nel corpo. Questo conferma le istruzioni per l'uso e recensioni per l'unguento Prednisolone.

Riduce la sintesi proteica e la sua quantità nel plasma sanguigno, ma allo stesso tempo accelera il suo metabolismo energetico nel tessuto muscolare. Promuove la produzione di fibrinogeno, tensioattivo, eritropoietina, lipomodulina e proteine ​​enzimatiche nel fegato. Contribuisce anche alla ridistribuzione del grasso, alla produzione di trigliceridi e IVH. Si moltiplica l'assorbimento dei carboidrati da parte del tratto gastrointestinale, l'attività fosfoenolpiruvatkinazy e glucosio-6-fosfatasi, che aumenta la gluconeogenesi e mobilita il glucosio nel sangue.

Mantiene acqua e sodio e accelera anche l'escrezione di potassio. Riduce l'assorbimento del calcio nell'intestino, aumentando così l'escrezione dei reni e il lavaggio delle ossa.

farmacocinetica

loading...

"Prednisolone", recensioni, rende effetto antishock attiva la produzione di determinate cellule nel midollo osseo, aumenta il numero di globuli rossi e piastrine nel sangue e riduce anche il numero di monociti, linfociti, basofili e eosinofili.

In caso di ingestione, la medicina è ben assorbita rapidamente dal tratto digestivo. Il 70-90% della sostanza si trova nel plasma in forma legata: con albumina e transcortina. Dopo l'ingestione, la concentrazione massima della sostanza nel plasma sanguigno viene rilevata dopo un'ora e mezza.

Metabolizzato nel fegato mediante ossidazione L'emivita della sostanza dal plasma è di 120-240 minuti, dei tessuti - nell'intervallo da 20 a 34 ore. Meno dell'1% della dose della sostanza penetra nel latte della donna che allatta. Il 20% della sostanza nella forma immodificata viene escreto dai reni.

Indicazioni per l'uso

loading...

Secondo le recensioni, "Prednisolone" viene somministrato per infusione endovenosa o intramuscolare con:

  • reazione allergica acuta;
  • asma bronchiale e stato asmatico;
  • per la prevenzione e il trattamento di reazioni tireotossiche e shock tireotossico;
  • infarto miocardico;
  • insufficienza surrenalica acuta;
  • cirrosi epatica;
  • epatite acuta;
  • avvelenamento con liquidi cauterizzanti.

"Prednisolone" viene somministrato per iniezione intraarticolare quando:

  • artrite reumatoide;
  • anchilosante;
  • artrite post-traumatica;
  • osteoartrite.

compresse

loading...

Nella forma di compresse "Prednisolone", secondo le recensioni, prescritto quando:

  • malattie sistemiche del tessuto connettivo;
  • malattie croniche e acute infiammatorie delle articolazioni: psoriasica e artrite gottosa, osteoartrite, artrite, artrite giovanile, spalla congelata, Still sindrome negli adulti, sinovite e epicondiliti;
  • febbre reumatica e cardiopatia reumatica acuta;
  • asma bronchiale;

Questo è confermato dalle istruzioni per l'uso e il feedback di "Prednisolon". Il prezzo verrà presentato di seguito.

"Prednisolone" sotto forma di unguento viene utilizzato quando:

  • orticaria, dermatite atopica, dermatite atopica, semplice herpes cronica, eczema, dermatite seborroica, lupus eritematoso discoide, dermatite allergica e semplice, reazione farmaco, eritrodermia, psoriasi, alopecia;
  • epicondilite, tendosinovite, borsite, periartrite omerale, cicatrici coliformi, sciatica.

gocce

loading...

"Prednisolone" in forma di collirio somministrati con malattie infettive infiammatorie del segmento anteriore - irite, uveite, episclerite, sclerite, congiuntivite, parenchimale e cheratite disciforme senza danneggiare l'epitelio corneale, congiuntivite allergica, blefarocongiuntiviti, blefarite, processi infiammatori dopo la lesione oculare o chirurgia, oftalmia simpatica.

Prezzo e recensioni di «Prednisolone» sono di interesse per molti. Li descriveremo di seguito.

Controindicazioni per l'uso

loading...

Le controindicazioni all'uso sistemico sono:

  • malattie infettive e parassitarie di natura fungina, virale o batterica;
  • amebiasis;
  • micosi sistemica;
  • tubercolosi latente e attiva;
  • stati di immunodeficienza;
  • gastrite, ulcera peptica e ulcera duodenale, esofagite, colite ulcerosa;
  • malattie dei vasi sanguigni;
  • malattie endocrine;
  • psicosi acuta;
  • l'obesità;
  • il periodo dell'allattamento al seno;
  • la gravidanza.

Questo è confermato dalle istruzioni per l'uso e il feedback di "Prednisolon".

Le controindicazioni alle iniezioni intraarticolari sono:

  • processi infettivi e infiammatori nell'articolazione;
  • malattie infettive comuni;
  • Articolazione "a secco";
  • la gravidanza;
  • instabilità dell'articolazione come risultato dell'artrite.

Le controindicazioni applicate alla pelle sono:

  • malattie della pelle virali, batteriche e fungine;
  • manifestazioni cutanee di sifilide;
  • tubercolosi della pelle;
  • tumori della pelle;
  • acne comune;
  • la gravidanza.

Controindicazioni all'uso di "Prednisolone", in base alle recensioni, sotto forma di collirio possono essere:

  • malattie fungine e virali degli occhi;
  • ulcera corneale purulenta;
  • congiuntivite acuta purulenta;
  • il glaucoma;
  • tracoma.

Reazioni avverse

loading...

La gravità e la frequenza delle reazioni avverse dipendono dalla durata e dal modo di somministrazione del farmaco. In generale, i seguenti effetti indesiderati possono verificarsi con Prednisolone:

  • fallimento del ciclo mestruale;
  • Obesità, acne, irsutismo;
  • ulcere gastriche e ulcere dell'esofago;
  • complesso Itenko-Cushing, osteoporosi;
  • iperglicemia;
  • pancreatite emorragica;
  • anomalie mentali;
  • aumentare la coagulazione del sangue, indebolendo le immunoglobuline.

Ciò è confermato dalle istruzioni e feedback a Prednisolon.

Dosaggio e via di somministrazione

loading...

Il dosaggio è determinato in base alla modalità di somministrazione del farmaco.

Nella forma di targhe «Prednisolone» i dottori consigliano di prendere una volta al giorno o una dose doppia un giorno sì e uno no tra 6 e 8 di mattina. La dose giornaliera totale può essere suddivisa in diversi metodi e al mattino è necessario assumere il farmaco con un dosaggio più elevato. "Prednisolone" sotto forma di compresse deve essere bevuto durante i pasti o dopo di esso. Una cessazione improvvisa del trattamento può portare a conseguenze negative, quindi non è possibile farlo. Il dosaggio del farmaco deve essere aumentato di 1,5-3 volte in condizioni di stress acuto. Se il caso è grave, il dosaggio è aumentato 5-10 volte.

Nella malattia acuta, agli adulti vengono prescritti 4-6 compresse (20-30 mg) al giorno. La dose di mantenimento è di 1-2 compresse (5-10 mg) al giorno. In alcune malattie può essere prescritta una dose iniziale di 5-100 mg / die o come effetto ormonale della terapia, 5-15 mg / die.

Di norma, per i bambini di età superiore ai tre anni, è prescritta una dose di 1-2 mg per 1 kg di peso corporeo al giorno, suddivisa in diversi metodi. La dose di mantenimento per i bambini è di circa 0,5 mg per 1 kg di peso corporeo. Dopo aver raggiunto l'effetto, la dose deve essere ridotta a 5 mg e quindi a 2,5 mg al giorno con una pausa di 3-5 giorni.

Sotto forma di un unguento, la preparazione ormonale "Prednisolone" viene utilizzata esternamente per eruzioni cutanee di natura allergica e prurito della pelle. La crema viene applicata più volte al giorno con uno strato sottile. Inoltre, l'unguento "Prednisolone" può essere utilizzato in ginecologia, ma solo in combinazione con agenti antifungini e antibiotici. Di regola, il corso del trattamento con unguento "Prednisolone" va dai 6 ai 14 giorni. Per mantenere un effetto terapeutico, l'unguento viene applicato una volta al giorno.

Nella forma di una soluzione iniettabile, l'agente viene somministrato per via intraarticolare, endovenosa o intramuscolare in condizioni sterili rigorose. Per la somministrazione intraarticolare del farmaco, la dose raccomandata è 10 mg - nelle piccole articolazioni e 25-50 mg - nelle articolazioni grandi. Tale iniezione può essere ripetuta molte volte. Se l'effetto terapeutico è inadeguato, è necessario considerare di aumentare la dose con il medico responsabile.

Per la somministrazione endovenosa del farmaco, la dose raccomandata è di 25 mg - nelle parti interessate del corpo di piccole dimensioni e 50 - in parti più grandi del corpo.

Sotto forma di collirio applicare 1-2 gocce tre volte al giorno nel sacco congiuntivale. Di norma, il ciclo di trattamento con questi colliri non supera le due settimane.

Istruzioni speciali

loading...

Durante l'applicazione di Prednisolone, si consiglia di seguire le istruzioni specifiche fornite di seguito:

  • con una terapia prolungata, è necessario prescrivere preparazioni di potassio e una dieta per evitare lo sviluppo di ipopotassiemia;
  • dopo la fine della terapia prolungata per il paziente per un altro anno dovrebbe essere osservato dai medici, in modo da non sviluppare insufficienza surrenalica della corteccia;
  • non è possibile annullare improvvisamente l'uso del farmaco, perché può portare a anoressia, debolezza, nausea, esacerbazione della malattia e dolore muscolare;
  • È vietato somministrare vaccini con la terapia con Prednisolone;
  • Non è consigliabile gestire meccanismi e veicoli complessi durante il periodo di trattamento con Prednisolone.

Le ampolle hanno costato circa 30 rubli, unguento - 70 rubli, targhe - circa 100 rubli, gocce - 100-200 rubli. Tutto dipende dalla città e dalla farmacia specifica.

Recensioni dei medici sul farmaco

loading...

Gli esperti dicono che il farmaco realmente in stato di shock e lo stress aiuta in modo efficace, portando le persone da shock anafilattico. In generale, le recensioni su Prednisolone sono positive. Ma non dimenticare le varie reazioni collaterali indesiderabili che tendono a verificarsi a causa di un aumento della dose di, o in connessione con intolleranza individuale al paziente i componenti della droga.

Abbiamo esaminato le istruzioni per l'uso con compresse, iniezioni e unguenti "Prednisolone". Prezzo, le recensioni sono anche descritte.

prednisolone

loading...

Il prednisolone è un farmaco ormonale che viene utilizzato in molte malattie, tra cui la pancreatite acuta. Poiché con l'ammissione a lungo termine questo farmaco può deprimere l'immunità, dovrebbe essere usato solo su consiglio e sotto la supervisione di un medico.

Forma e meccanismo d'azione

loading...

Il prednisolone viene rilasciato sotto forma di compresse 5 mg, 10 mg, 20 mg, 50 mg e sotto forma di ampolle di 30 mg per ml.

Il prednisolone è un analogo sintetico degli ormoni cortisone e idrocortisone.

Sono espulsi dalla corteccia surrenale. Il farmaco rimuove l'infiammazione, ha un effetto antitossico e anti-shock e combatte anche le allergie.

Indicazioni per l'uso

loading...

Il prednisolone è usato nelle seguenti malattie:

  • Poliartrite, reumatismi (infiammazione delle articolazioni);
  • Mononucleosi infettiva;
  • Mieloblasto e leucemia linfoblastica (malattia del sangue maligna);
  • Malattie della pelle: eczema, neurodermatite;
  • glomerulonefrite;
  • Pancreatite (infiammazione del pancreas);
  • Un forte calo della pressione sanguigna;
  • Malattie oftalmiche;
  • Allergy.

Dosaggio e somministrazione

loading...

Le compresse di prednisolone sono assunte per via orale mediante lavaggio con una quantità di acqua sufficiente. Quando la malattia è in una fase di esacerbazione, Prednisolone viene prescritto da 20 a 30 mg al giorno, suddivisi in 3-6 ricevimenti. Dato il ritmo secretivo diurno del farmaco, al mattino la dose deve essere massima, e alla sera minima.

Dose di supporto di Prednisolone 5 o 10 mg al giorno. I bambini prescrivono il farmaco al ritmo di 1 o 2 mg / kg di peso, dividendo in 5-6 ricevimenti. Il prednisolone viene annullato, riducendo gradualmente la dose.

In stato di shock, il farmaco viene somministrato per via intramuscolare o endovenosa a 30 o 90 mg. In altri casi, il prednisolone viene prescritto in una dose di 35-40 mg. Se non vi è alcuna possibilità di inserirlo per via endovenosa, il farmaco viene iniettato per via intramuscolare (in profondità). In futuro, il paziente viene trasferito a Prednisolone in compresse.

Effetti collaterali

loading...

Se il prednisolone viene utilizzato per un lungo periodo, possono verificarsi i seguenti effetti indesiderati:

  • Capelli eccessivi;
  • Aumento del peso corporeo;
  • La comparsa di acne;
  • Malfunzionamenti del ciclo mestruale;
  • Aumento dei livelli di glucosio nel sangue;
  • Ulcera peptica;
  • Pancreatite emorragica (emorragia nel pancreas);
  • Disturbi mentali;
  • Elevata coagulabilità del sangue;
  • Osteoporosi.

Controindicazioni

loading...

Il farmaco non è raccomandato per l'uso nei seguenti casi:

  • Ipersensibilità al farmaco;
  • Diabete mellito;
  • Gravidanza e allattamento;
  • Violazioni gravi della funzionalità renale ed epatica;
  • Endocardite acuta;
  • Disturbi mentali;
  • la tubercolosi;
  • la sifilide;
  • Ulcere gastriche e duodenali;
  • Età avanzata

Interazione con altri farmaci

loading...
  • Quando si utilizza Prednisolon, la vaccinazione non è raccomandata, dal momento che il farmaco deprime il sistema immunitario;
  • Il farmaco può essere combinato con antibiotici e agenti antifungini.

Istruzioni speciali

loading...
  • Il farmaco non influenza la velocità di reazione, quindi può essere utilizzato da persone che guidano veicoli;
  • Il farmaco penetra nel latte materno, quindi quando si tratta il Prednisolonesi consiglia di interrompere l'allattamento al seno;
  • Con la sospensione del Prednisolone, dopo un uso a lungo termine, può esserci un ritiro (esacerbazione della malattia di base o un brusco deterioramento della salute);
  • Overdose del farmaco aumenta gli effetti collaterali. Non esiste un antidoto specifico, si raccomanda una terapia sintomatica.

analoghi

Gli analoghi del prednisolone sono: Antizolone, Dacortin, Kordeks.

Prednisolone nella pancreatite

aggiunto (20.02.2012, 17:47)
---------------------------------------------
Michael, c'è un tale concetto di pancreatite "steroida", qui è iniziato. Leggi gli effetti collaterali su Metipred.

aggiunto (20.02.2015, 21:37)
---------------------------------------------
A proposito di droghe non è la prima volta, dal modo in cui incontro. C'era una ragazza infelice. Anche lei non è stata dimessa.
E perché, in effetti? Cosa dicono?

aggiunto (21 febbraio 2015, 21:47)
---------------------------------------------
Eppure, Tanya, hai una pancreatite autoimmune? Perché hanno preso steroidi?

aggiunto (21 febbraio 2015, 22:32)
---------------------------------------------
Michael, grazie per le parole di supporto Ma quando una persona lotta solo con il destino - questa è una cosa, e l'uomo del condominio si uccide in modo indipendente (nel mio caso) per vivere un invalido è impossibile.

Trattamento della pancreatite cronica, una dieta per esacerbazioni, farmaci

Il trattamento dei pazienti con pancreatite cronica è in gran parte determinato dalla fase di progressione della malattia. Durante esacerbazione è in gran parte simile a quella della pancreatite acuta, mentre in una fase di silenzio riduce vantaggiosamente ad un regime dietetico ed eventi e sostituzione parzialmente terapia stimolante.

Durante l'esacerbazione il trattamento deve essere eseguito in un ospedale. Il paziente è in completa pace. Assegnare un riposo a letto relativamente rigido.

Se la malattia è esacerbata nei primi due giorni, è consigliabile astenersi dal mangiare e iniettare una grande quantità di liquido. Consentito di bere sorsi di tè caldo leggero e non zuccherato a 2-3 bicchieri al giorno. La necessità di un liquido può essere soddisfatta mediante somministrazione endovenosa di soluzioni fisiologiche di cloruro di sodio o glucosio (0,5-1 L). Nei casi più gravi, specialmente accompagnati da una diminuzione della dieta, sono raccomandabili trasfusioni di sangue, plasma o loro sostituti.

Nei casi lievi, l'esacerbazione espresso non v'è alcuna necessità di rispettare nei primi giorni di fame. Il paziente è stato prescritto dal principio una dieta con restrizione di grassi e proteine ​​trudnousvoyaemyh. Cottura degli alimenti è quello di fornire un prodotto chimico, shchazhenie meccanica e termica raccomandato cibo multiplo frazionario (5- utilizzato una volta al giorno). In fase di esacerbazione di contrasto della pancreatite cronica dieta prescritta № № 5 o 5 bis. Solo nella prima settimana il contenuto calorico del cibo può essere alquanto limitato; inoltre si deve prestare attenzione che il totale partita dieta kalorazh 2000-2200 kcal. Introduzione cibo 80-100 g di proteine ​​deve fornire parte da prodotti lattiero-caseari e carne principalmente magra, pollame e pesce, private di estrattivi (trattamento a vapore). Il permesso è bollito uovo, 50-60 g di grassi fusibili (principalmente burro) e 400-500 g di carboidrati digeribili (zuccheri, miele, frutta dolce, verdura e cereali). Allo stesso tempo non deve dimenticare la saturazione sufficiente di cibo vitamine, calcio e sali di fosforo con sale limitazione moderata.

I pazienti non sono autorizzati a bere bevande alcoliche, compresa la birra, così come tè forte, caffè e cacao e cioccolato e anche i suoi prodotti non sono raccomandati. Successivamente, il regime alimentare viene gradualmente esteso, portandolo alla dieta principale numero 5.

Nei primi giorni di trattamento drammaticamente aggravata pancreatite cronica nello stomaco del paziente si consiglia di mettere un impacco di ghiaccio (o neve), alcuni clinici suggeriscono la fattibilità di pompaggio attraverso un tubo sottile di succo gastrico, con la quale, tuttavia, è difficilmente accetta, dal momento che tale manipolazione è doloroso per il paziente e potrebbe influire negativamente sulle sue condizioni generali. Per sopprimere la secrezione nominato soluzioni alcaline deboli interni, tra il "Borjomi". Significativamente migliore per sopprimere sia gastrica e pancreatica ricorso secrezione di somministrazione sottocutanea di 1 ml di una soluzione allo 0,1% di atropina solfato, 1 ml di soluzione 0,2% platifillina tartrato e m. P. somministrato per via endovenosa può aminofillina, spesso elimina Wirsung sfintere spasmo e un capezzolo grasso.

Quando espressi sindrome del dolore nei primi giorni prescritti promedola iniezione omnopona anche la morfina, anche se gli ultimi due non deve essere somministrato per un lungo periodo di tempo, in quanto spesso aumentano lo spasmo dei dotti escretori. In molti casi, la sindrome del dolore è ridotta dall'assunzione di polveri, compresa l'anestesia, la papaverina cloridrato e l'estratto di belladonna.

Attualmente, con esacerbazione di pancreatite cronica iniettata per via endovenosa di tripsina (trasilolo - tzalolo, contatore, ecc.). Il trasilolo viene iniettato per via endovenosa in 200-250 ml di soluzione fisiologica di cloruro di sodio, inizialmente da 15.000 a 25.000 unità al giorno per 5-10 giorni, e quindi da 10.000 a 12.000 unità ciascuna.

È opportuno somministrare acido caproico. Efficace blocco paranephric della neocaina secondo AV Vishnevsky. Essa dovrebbe fornire normali barbiturici paziente sonno appuntamento, in particolare etaminalnatry ecc In alcuni casi, un effetto positivo ha dentro di sé antistaminici di assegnazione: difenidramina - 0,05 g, Prometazina - 0.025 g Suprastinum - 0,025 g di 2-3 volte al giorno, o intramuscolare (. difenidramina - ml.1 soluzione all'1%, prometazina - 1 ml di una soluzione 2,5% di soluzione Suprastinum 1 ml di 2%).

Nella pancreatite cronica, procedendo con la riduzione delle funzioni esocrine efficacemente corticosteroidi (prednisone inizialmente a 15-25 mg somministrato con una graduale riduzione della dose di 5 mg trattamento di 2-3 settimane).

Essa mostra la terapia sostitutiva assegnazione in forma di preparati a secco enzimi pancreatici lo contengono (pankreattin, pankreon e intestopan, panzionorm, Festalum, abomin et al.). Ciò ha senso solo con i fenomeni di insufficienza esocrina del pancreas, i fenomeni dispeptici, in particolare con la diarrea. Con un aumento della concentrazione di enzimi, che si osserva in casi lievi, l'introduzione di preparati enzimatici del pancreas è inopportuna. La pancreatina è prescritta per 1 g 3-4 volte al giorno con ogni assunzione, cibo. Quando acloridria o ipocloridria prescrivono succo gastrico naturale, acido cloridrico diluito, acido pepsina durante ogni pasto.

Quando endocrino insufficienza pancreatica, nonché marcata riduzione della potenza totale è raccomandato terapia insulinica-glyukozovaya (8-10 unità di insulina per via sottocutanea e 10-20 ml di 20-40% soluzione di glucosio per via endovenosa). Con grave insufficienza pancreatica intrasecretoria, accompagnata da iperglicemia e glicosuria, il dosaggio di insulina viene effettuato tenendo conto del loro grado, come nel diabete mellito.

In caso di febbre, devono essere somministrati antibiotici: penicillina (da 800.000 a 1.000.000 di unità al giorno), tetraciclina e altri.

Si dovrebbe prendere in considerazione la carenza di vitamina pancreatite cronica spesso osservata (una violazione della loro assimilazione dal cibo). Prescrivere retinolo, acido ascorbico, ergocalciferolo, vitamine del gruppo B, in particolare cianocobalamina e acido nicotinico. È importante designare sostanze lipotropiche (lipocaina, metionina).

Le procedure fisioterapeutiche non hanno sempre un effetto positivo, ma nello stadio di calma, con l'ipofermentazione pancreatica, il loro scopo è razionale (non assegnare calore).

Per ridurre il dolore nei casi testardi, è raccomandata una terapia a raggi X con una dose totale di 120-150 r, un trattamento particolarmente indicato per le forme pseudotumorali di pancreatite cronica.

Con l'inefficacia del trattamento conservativo (dolore persistente) ricorrere all'intervento chirurgico (resezione della parte caudale o della testa della ghiandola, dissezione della capsula, ecc.).

Durante la remissione, il paziente può essere inviato a un trattamento termale: Essentuki, Zheleznovodsk, Borjomi, Truskavets, così come locale sanatorio gastroenterologica specializzata.

Prof. GI Burchinsky

"Trattamento di pancreatite cronica, una dieta per esacerbazioni, droghe" ?? articolo dalla categoria Gastroenterologia

Pancreatite medica

Pancreatite medica - infiammazione del pancreas, causata dall'uso di determinati farmaci. La sua causa può essere l'uso di preparazioni farmacologiche di vari gruppi: steroidi, antibiotici, inibitori della pompa protonica, farmaci ipotensivi, statine e altri. I sintomi principali sono dolore e dispepsia. Nella diagnosi, una valutazione dettagliata della storia, dei metodi di ricerca strumentale e di laboratorio è importante: ecografia del pancreas, TC, risonanza magnetica degli organi della cavità addominale. Il trattamento consiste nell'abolizione del farmaco, che è diventato la causa della malattia, l'anestesia, la disintossicazione, la soppressione dell'attività enzimatica del pancreas.

Pancreatite medica

La pancreatite da farmaco è una forma nosologica relativamente rara, la sua frequenza è di circa il 3% di tutti i casi di pancreatite acuta. Un po 'più spesso questa malattia si verifica in rappresentanti di gruppi a rischio: pazienti pediatrici e infetti da HIV. Nonostante il fatto che il primo caso di pancreatite da farmaci sia stato descritto già negli anni '50, il problema non perde la sua rilevanza. Ogni anno l'elenco dei farmaci farmacologici che possono provocare danni al pancreas si sta espandendo. È abbastanza difficile valutare la capacità del farmaco di causare pancreatite da farmaci: alcuni farmaci hanno una base di evidenza sufficiente, altri - solo una singola informazione basata sull'opinione del clinico sull'assenza di un'altra eziologia della malattia.

Con l'accumulo di elementi di prova, è stata sviluppata una classificazione dei medicinali basata sulla loro capacità di provocare lesioni al pancreas. Questa classificazione prende in considerazione 4 criteri: pancreatite sviluppata durante il trattamento con questo farmaco; non c'è evidenza dell'effetto di altri probabili fattori eziologici; i sintomi scomparvero dopo l'interruzione del farmaco; al suo appuntamento ripetuto la patologia si ripresentò.

Cause di pancreatite da farmaci

I farmaci, che era significativamente associato con lo sviluppo di pancreatite indotta da farmaci comprendono: agenti anti-microbici (ceftriaxone, ampicillina, tetraciclina, rifampicina, eritromicina, isoniazide, nitrofurantoina, metronidazolo); farmaci antivirali utilizzati per il trattamento dell'HIV (nelfinavir, didanosina); diuretici (clorotiazide, idroclorotiazide, furosemide); farmaci utilizzati nel trattamento di malattie gastrointestinali (ranitidina, cimetidina, omeprazole, octreotide), sistema cardiovascolare (captopril, enalapril, amiodarone, losartan); immunosoppressori / agenti citotossici (citosina arabinoside, ifosfamide, desametasone, paclitaxel, tacrolimus); altri farmaci comunemente prescritti (prednisone, desametasone, codeina, simvastatina, pravastatina, paratsitomol, estrogeni, ergotamina, danazolo, indometacina).

La patogenesi della pancreatite da farmaci non è stata completamente studiata. Molto raramente la malattia si sviluppa con una overdose del farmaco. Esistono teorie sugli effetti immunosoppressivi, osmotici, citotossici e metabolici dei farmaci, sulla trombosi dei vasi sanguigni pancreatici quando si utilizzano determinati farmaci. Nella maggior parte dei casi, la pancreatite da farmaci si verifica a causa di idiosincrasia, che implica lo sviluppo di effetti collaterali quando si utilizza il farmaco in dosi standard. Questo tipo di reazioni avverse non dipende dal dosaggio ed è imprevedibile.

I sintomi del danno pancreatico possono svilupparsi in ritardo, anche dopo l'interruzione del farmaco, che è associato all'accumulo di metaboliti tossici. Alcuni farmaci causano pancreatite da farmaci anche mesi dopo il ritiro (per esempio, pentamidina, azatioprina), altri - anche dopo una singola dose.

Sintomi di pancreatite di una preparazione

La pancreatite da farmaco è quasi sempre acuta, il suo corso può variare da lieve a estremamente grave. Nella maggior parte dei casi, la malattia procede come pancreatite edematosa acuta, in rari casi si sviluppa una forma emorragica necrotica, in cui è possibile un esito fatale.

Il quadro clinico di pancreatite farmaco assomiglia a quella di una tipica infiammazione acuta del pancreas. Il sintomo più caratteristico è il dolore nell'epigastrio, l'ipocondria. sindrome di dolore può avere diverse intensità - da lieve sensazione dolorante per l'insopportabile "che circonda" il dolore, in cui il paziente assume una situazione forzata (che è caratteristico di necrotizzante forma medica pancreatite). Fenomeni dispeptici sono anche tipici: nausea, vomito, diarrea. Capogiri, debolezza generale è possibile.

Diagnosi di pancreatite da farmaci

La diagnosi di pancreatite da farmaci causa grandi difficoltà. Ciò è dovuto al fatto che molti farmaci possono causare danni al pancreas, il tempo tra la somministrazione del farmaco e sviluppo clinico varia notevolmente, ed è caratteristico per il dato sintomi della malattia stimolate con i metodi strumentali e di laboratorio non sono disponibili. La diagnosi è molto importante la consultazione del gastroenterologo, un'indagine approfondita del paziente, la vigilanza del medico contro questa malattia e le informazioni di identificazione di storia su l'uso di medicinali che possono potenzialmente causare questa patologia.

È molto importante escludere un'altra causa di pancreatite, principalmente danni alcolici e colelitiasi. Tuttavia, nel contesto di infiammazione del pancreas da qualsiasi causa durante l'assunzione del farmaco, il farmaco induce danno, indotta da farmaci pancreatite è del tutto possibile, ma i sintomi più spesso associato con le "solite" fattori eziologici. Allo stesso tempo, senza interrompere il trattamento, il decorso della malattia diventa grave, resistente a una terapia potente.

Per i possibili marcatori biochimici della pancreatite da farmaci è il livello di proteina C-reattiva. Quando questa patologia CRP aumenta in misura molto minore rispetto a infiammazione acuta del pancreas altra eziologia, quindi tutti i pazienti con pancreatite origine poco chiara con livelli leggermente elevati di CRP possono assumere eziologia farmacologica. Per escludere la causa autoimmune, viene determinato il livello di IgG4, che dovrebbe essere normale. L'analisi generale di sangue con pancreatite medica ha rivelato leucocitosi, aumento della velocità di sedimentazione eritrocitaria nella chimica del sangue - aumento amilasi nel sangue, D-GTP, LDH, può aumentare la glicemia.

Metodi strumentali di ricerca, che sono condotti con sospetto di pancreatite da farmaci, rivelano l'infiammazione del pancreas, ma non ci sono segni tipici dell'eziologia della droga. L'ecografia del pancreas consente di determinare l'aumento dell'organo, il cambiamento nell'ecogenicità del parenchima. Per una valutazione dettagliata del pancreas e degli organi adiacenti, vengono eseguite TC, MRI, MSCT della cavità addominale.

Trattamento di pancreatite di una preparazione

Il trattamento di pazienti con pancreatite da farmaci a seconda della gravità della malattia può essere condotto nel reparto di gastroenterologia o terapia intensiva. Necessariamente, una dieta è prescritta (nei primi giorni di una fame completa con una transizione graduale al numero di tabella 5). La cosa principale nel trattamento di questa malattia è il ritiro di un medicinale che ha causato danni al pancreas.

La terapia conservativa è l'uso di anestetici, disintossicazione. Per prevenire complicanze infettive, vengono prescritti antibiotici. Inoltre, vengono somministrati farmaci spasmolitici, una miscela di glucosio-novocaina, antistaminici. Vengono somministrate soluzioni per infusione endovenosa a goccia con inibitori della proteasi (aprotinina).

In emorragica forma di pancreatite farmaco per il dolore promedol somministrato. Nel caso di una massiccia tecniche extracorporee pancreatogenic tossiemia utilizzati hemocorrection. Quando la terapia conservativa è inefficace quando i farmaci necrotizzante pancreatite emorragica, intervento chirurgico viene eseguito, che consiste nell'aprire la ghiandola drenaggio capsula pancreatica, la rimozione di porzioni necrotico parenchima (necrectomy). In rari casi la produzione di resezione del pancreas, o la sua completa rimozione.

Prognosi e prevenzione della pancreatite da farmaci

La prognosi per la pancreatite da farmaci dipende dalla gravità della malattia. Nella maggior parte dei casi, la patologia procede in forma benigna e risponde bene alla terapia dopo l'interruzione della terapia. Tuttavia, con la forma emorragica necrotica, la letalità è alta - circa il 70%. È molto importante monitorare la farmacoterapia in corso nel caso di farmaci potenzialmente pericolosi in termini di danni al pancreas.

Prevenzione specifica di questa malattia lì. È severamente vietato usare droghe in modo indipendente, specialmente da quei gruppi che possono causare pancreatite da farmaci.

prednisolone

Prednisolone: ​​istruzioni per l'uso e recensioni

Nome latino: Prednisolone

Codice ATX: D07AA03

Principio attivo: Prednisolone

Produttore: ZAO NPC Elfa, OJSC Biosintez (Russia), OAO Borisov Plant of Medical Preparations (Repubblica di Bielorussia), M.J. Biofarm Pvt.Ltd (India), Warsaw Pharmaceutical Works Polfa (Polonia), Gedeon Richter Plc. (Ungheria)

Aggiorna la descrizione e la foto: 14/05/2018

Prezzi in farmacia: da 28 rubli.

Il prednisolone è un farmaco ormonale, un glucocorticosteroide.

Forma di emissione e composizione

Il prednisolone è prodotto da molte case farmaceutiche, con lo stesso dosaggio del principio attivo, i preparati possono differire nell'aspetto, nel contenuto dei componenti ausiliari e negli imballaggi.

Forme di dosaggio di Prednisolone con il contenuto di sostanza attiva:

  • compresse: colore - bianco, forma - piatta-cilindrica; ingrediente attivo - prednisolone, 1 compressa - 1 mg o 5 mg;
  • soluzione iniettabile (per somministrazione endovenosa e intramuscolare): leggermente opalescente o trasparente, leggermente colorata o incolore; principio attivo - prednisolone sodio fosfato (in termini di prednisolone), in 1 ml - 15 mg o 30 mg;
  • pomata per uso esterno 0,5%: colore - bianco; ingrediente attivo - prednisolone, in 1 g - 5 mg;
  • collirio 0,5%: sospensione bianca; il principio attivo è prednisolone acetato, in 1 ml - 5 mg.

Proprietà farmacologiche

farmacodinamica

Il prednisolone è un glucocorticoide sintetico, un analogo disidratato di idrocortisone. Ha effetto antinfiammatorio, antiallergico, desensibilizzante, antishock, antitossico e immunosoppressivo, antiprurito e antiessudativo.

Interagendo con specifici recettori citoplasmatici, prednisolone complessato penetrando nel nucleo della cellula, stimola la sintesi di RNA messaggero (acido ribonucleico), inducendo la biosintesi delle proteine ​​(compresi Lipokortin) che mediano effetti cellulari. Inibendo l'enzima fosfolipasi A2, Lipokortin inibisce il rilascio di acido arachidonico e la sintesi di prostaglandine e leucotrieni che contribuiscono a processi patologici infiammatorie, allergiche e altri.

Prednisolone inibisce il rilascio di pituitario β-lipotropina, ma la concentrazione di circolazione β-endorfina non riduce, inibiscono la secrezione TGT (ormone stimolante la tiroide) e FSH (ormone follicolo stimolante) aumenta l'eccitabilità del sistema nervoso centrale (CNS), riduce il numero di linfociti, eosinofili, aumenta il numero di globuli stimolando la produzione di eritropoietina.

Azione farmacologica del farmaco in uso sistemico (compresse, soluzione per iniezioni in ampolle Prednisolone):

  • metabolismo proteico: riduce il contenuto di globuline nel plasma, aumentando la sintesi nel fegato e nei reni di albumine (con un aumento del rapporto tra il rapporto albumina / globulina); aumenta il catabolismo proteico nel tessuto muscolare;
  • scambio lipidico: stimola la sintesi di trigliceridi e acidi grassi superiori; ridistribuisce i depositi di grasso, spostandoli principalmente sul viso, sulla cintura della spalla, sull'addome; può portare allo sviluppo di ipercolesterolemia;
  • metabolismo dei carboidrati: aumenta l'assorbimento dal tratto digestivo (tratto gastrointestinale) dei carboidrati; aumenta l'assunzione di glucosio dal fegato nel sangue aumentando l'attività della glucosio-6-fosfatasi; aumenta l'attività di FEPKK (fosfoenolpiruvato carbossilasi) e migliora la sintesi di aminotransferasi attivando la gluconeogenesi; può portare allo sviluppo di iperglicemia;
  • bilancio acqua-elettrolito: ritarda il sodio e l'acqua nel corpo; stimola l'escrezione di potassio a causa dell'aumento dell'attività mineralcorticoide; riduce l'assorbimento di calcio nel tratto digestivo, elimina il calcio dal tessuto osseo, aumentandone l'escrezione nelle urine;
  • processi infiammatori: inibisce il rilascio di mediatori infiammatori da eosinofili e mastociti; induce la formazione di lipocortina e la riduzione del numero di mastociti producenti acido ialuronico; riduce la permeabilità dei capillari; stabilizza le membrane cellulari e le membrane degli organelli (specialmente lisosomali);
  • reazioni allergiche: sopprime la sintesi e la secrezione di mediatori di allergia, inibisce il rilascio di istamina e altre sostanze bioattive da mastociti e basofili sensibilizzati; riduce il numero di basofili circolanti; sopprime lo sviluppo di tessuti linfoidi e connettivi; riduce il numero di mastociti, linfociti T e B; opprime la sensibilità delle cellule effettrici a mediatori di allergia; inibisce la formazione di anticorpi; cambia la risposta immunitaria del corpo;
  • ostruttive malattie respiratorie: processi infiammatori inibisce, impedisce o inibisce lo sviluppo di edema della mucosa, inibisce infiltrazione eosinofila di bronchiale strato dell'epitelio sottomucosa e la deposizione di circolante nella mucosa bronchiale di complessi immunitari; erozirovanie ferma e mucosale desquamazione; Aumenta la sensibilità dei recettori beta-adrenergici a catecolamine endogene e simpaticomimetici esogenamente in bronchi di piccole e medie calibro; Riduce la viscosità del muco di inibizione o la riduzione della produzione;
  • stati di shock, intossicazione: aumento della pressione arteriosa (pressione sanguigna) a causa della maggiore concentrazione di catecolamine circolanti e ripristinare la suscettibilità ad esso adrenorecettori e restringimento del lume dei vasi sanguigni; riduce la permeabilità vascolare, esercita membrana azione attiva gli enzimi epatici coinvolti nel metabolismo di endo e xenobiotici;
  • immunosoppressiva (immunosoppressore) Therapy: inibisce la proliferazione di linfociti (in particolare T-linfociti), inibisce la migrazione delle cellule B e la comunicazione dei linfociti T e B, inibisce il rilascio di citochine (interleuchina-1 e -2, interferone-gamma) da linfociti e macrofagi riducendo la formazione di anticorpi; durante il processo infiammatorio inibisce reazione connettivo e riduce la possibilità di formazione di tessuto cheloidi.

Prednisolone in applicazione esterna (pomata) ha anti-infiammatori, anti-allergici, antiessudativi effetto antiprurito; Inibisce la formazione di acido arachidonico, la formazione e il rilascio di mediatori infiammatori (prostaglandine, rilascio di istamina, enzimi lisosomiali e leucotrieni ave.); Inibisce reazioni infiammatorie della pelle, riduce l'infiammazione vasodilatazione e aumento della permeabilità vascolare.

farmacocinetica

L'assorbimento del prednisolone è alto, con l'assunzione orale di compresse Prednazolone, la massima concentrazione nel sangue viene raggiunta dopo 1-1,5 ore. Fino al 90% della sostanza nel plasma si lega alle proteine: albumine e globulina legante il cortisolo - transcortina.

Il farmaco viene metabolizzato nei reni, fegato, bronchi e intestino tenue. Nelle forme ossidate, la sostanza è glucuronizzata o solfatata. I suoi metaboliti sono inattivi.

T½ (emivita) è di 2-4 ore, prednisolone escreti nella bile e l'urina attraverso la filtrazione glomerulare nel 80-90% riassorbita dai tubuli, fino al 20% viene escreto immodificato dai reni.

Dopo l'iniezione endovenosa di T1 prednisolone dal plasma è di 2-3 ore.

Con applicazione topica dopo assorbimento al flusso sanguigno generale dalla superficie della pelle e dalla cavità congiuntivale, il prednisolone si lega alle proteine ​​plasmatiche ed è metabolizzato prevalentemente nel fegato; è escreto nell'urina invariata ≥ 20%, T½ è di circa 3 ore.

Indicazioni per l'uso

compresse

  • patologie endocrine: insufficienza adrenocorticale primaria e secondaria (compreso lo stato dopo ectomy surrenale) CAH (iperplasia surrenale congenita), tiroidite de Quervain (tiroidite subacuta);
  • malattie del tessuto connettivo diffuse: LES (lupus eritematoso sistemico), artrite reumatoide, sclerodermia, dermatomiosite, periarterite nodulare;
  • Febbre reumatica (febbre reumatica), cardiopatia reumatica acuta;
  • infiammazione delle articolazioni sia in forma acuta e cronica: periartrite scapolo-omerale, la spondilite anchilosante (spondilite anchilosante), artrite gottosa e psoriasica, artrosi (tra cui lo stress post-traumatico), la sindrome Ancora negli adulti, poliartrite, artrite giovanile, borsite, sinovite, tenosinovite non specifica, epicondilite;
  • malattie allergiche nel corso acuta e cronica: reazioni di ipersensibilità agli alimenti e farmaci, esantema medicinali, orticaria, malattia da siero, febbre da fieno, rinite allergica, angioedema;
  • asma bronchiale, compreso stato asmatico;
  • malattie ematopoietiche del sistema e malattia del sangue: linfoidi e mieloidi leucemie acute, anemia emolitica autoimmune, panmielopatiya, malattia di Hodgkin, agranulocitosi, porpora trombocitopenica, trombocitopenia secondaria negli adulti, anemia a cellule rosse (eritroblastopenia), eritroide (congenita) anemia ipoplastica;
  • malattie della pelle: eczema, pemfigo, dermatite esfoliativa / atopica, psoriasi, dermatite da contatto (nelle lesioni di grandi aree della pelle), dermatite atopica, reazione farmaco, sindrome Lyell (necrolisi epidermica tossica), dermatite seborroica, bollosa erpetiforme dermatite, Stevens - Johnson (maligni eritema multiforme);
  • malattie degli occhi, infiammatorie e allergiche: congiuntivite allergica, allergiche ulcere corneali, oftalmia simpatica, anteriori lenta e uveite posteriore, grave, neurite ottica;
  • Malattie dell'apparato digerente: colite ulcerosa, epatite, morbo di Crohn, enterite locale;
  • mieloma multiplo;
  • carcinoma broncogeno (carcinoma polmonare): come parte di un trattamento complesso con citostatici;
  • patologie polmonari: fibrosi polmonare, alveolite polmonare acuta, sarcoidosi di stadio II-III;
  • tubercolosi dei polmoni, meningite tubercolare;
  • polmonite da aspirazione (come parte di un trattamento complesso con chemioterapia specifica);
  • La sindrome di Leffler non è suscettibile di altri tipi di trattamento, la berillio;
  • compromissione della funzione renale di natura autoimmune (inclusa glomerulonefrite acuta), sindrome nefrosica;
  • sclerosi multipla;
  • edema cerebrale (incluso associato a chirurgia, radioterapia, trauma cranico o tumore cerebrale) dopo applicazione preventiva di forme parenterali di prednisolone;
  • ipercalcemia dovuta a malattie oncologiche;
  • nausea e vomito associati alla terapia citotossica;
  • reazione al rigetto del trapianto durante il trapianto di organi - con uno scopo preventivo.

Soluzione per iniezioni

Prednisolone sotto forma di soluzione per uso parenterale viene utilizzato, se necessario, per la terapia di emergenza con le seguenti condizioni che richiedono un rapido aumento della concentrazione di glucocorticosteroidi:

  • shock (traumatico, ustione, chirurgia, cardiogenico, tossico) - se agenti vasocostrittori, farmaci sostitutivi del plasma e altri trattamenti sintomatici sono inefficaci;
  • reazioni allergiche in forma acuta e grave, shock anafilattico, shock di trasfusione del sangue, reazioni anafilattoidi;
  • edema cerebrale (incluso associato a chirurgia, radioterapia, trauma cranico o tumore cerebrale);
  • forma grave di asma bronchiale, stato asmatico;
  • malattie del tessuto connettivo diffuse: LES, artrite reumatoide;
  • crisi tireotossica;
  • insufficienza surrenalica acuta;
  • epatite acuta, coma epatico;
  • avvelenamento con liquidi cauterizzanti - per ridurre l'infiammazione e prevenire cicatrici cicatriziali.

Prednisolone unguento utilizzato nel trattamento di tali malattie della pelle infiammatorie e allergiche eziologia nemikrobnoy, come eczema, dermatite atopica, psoriasi, lupus eritematoso, eritrodermia, nonché allergica, dermatite seborroica e contatto.

Colliri

  • trauma da occhio smussato e acuto;
  • cheratite (sotto la condizione di epitelio intatto completo della cornea);
  • blefarocongiuntivite allergica in corso cronico;
  • uveite del segmento anteriore dell'occhio, scleriti, episclerite;
  • periodo postoperatorio (in caso di sintomi prolungati di irritazione del bulbo oculare).

Controindicazioni

Con l'uso sistemico a breve termine del prednisolone secondo le indicazioni vitali, l'unica controindicazione per il suo utilizzo è una maggiore sensibilità individuale ai componenti recettoriali o ausiliari.

Precauzioni Prednisolone sotto forma di compresse e una soluzione è prescritto per le seguenti condizioni / malattie:

  • infezioni e infestazioni di funghi, la natura batterica o virale (in corso o di recente trasferiti, il contatto incl recente con una persona infetta..): herpes simplex, varicella, herpes zoster (in fase di viremia), il morbillo, micosi sistemiche, strongyloidiasis, amebiasi, la tubercolosi in fasi attive e latenti. In caso di infezioni gravi l'uso di prednisolone è possibile solo in un contesto di una terapia specifica;
  • vaccino perivac (8 settimane prima della vaccinazione e 2 settimane dopo), linfoadenite dopo vaccino contro la tubercolosi BCG (Bacillus Calmette-Guerin);
  • condizioni di immunodeficienza, tra cui la sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS) o il virus dell'immunodeficienza umana (HIV);
  • malattie gastrointestinali: gastrite, ulcera gastrica e ulcere duodenali, esofagite, ulcera peptica in decorso acuto o latente, l'anastomosi neoformato dell'intestino, diverticolite, colite ulcerosa, con la minaccia di perforazione o formazione di ascessi;
  • malattie cardiovascolari, compreso infarto miocardico recente (nei pazienti con / subacuta necrosi miocardica acuta può estendere focolare rallentando la formazione di tessuto cicatriziale, con conseguente scarto può essere muscolo cardiaco), ipertensione, non compensata insufficienza cardiaca cronica, iperlipidemia;
  • disturbi endocrini: tireotossicosi, diabete mellito (compresa una violazione della tolleranza dei carboidrati), ipotiroidismo, malattia di Itenko-Cushing, obesità 3-4 gradi;
  • insufficienza renale / epatica di grado severo, nefrourolythiasis;
  • ipoalbuminemia e predisposizione al suo aspetto;
  • osteoporosi sistemico, miastenia gravis, poliomielite (eccezione - encefalite bulbare), psicosi acuta, glaucoma (open-and-chiusura);
  • la gravidanza.

Prednisolone unguento è controindicato l'uso di batteriche, virali, lesioni fungine della pelle, la tubercolosi, la sifilide, tumori della pelle, acne vulgaris, rosacea, le reazioni post-vaccinazione della pelle, ferite aperte, ulcere trofiche nei bambini sotto 1 anno e sotto ipersensibilità individuale ai suoi componenti.

Con cautela, l'unguento viene utilizzato durante la gravidanza e l'allattamento.

Controindicazioni all'uso di collirio Prednisolone:

  • aumento della pressione intraoculare;
  • cheratite dendritica causata da Herpes zoster, varicella, altre malattie virali della cornea e della congiuntiva;
  • Malattie oculari purulente, fungine, micobatteriche;
  • epiteliopatia corneale;
  • ipersensibilità ai componenti del farmaco.

Istruzioni per l'uso Prednisolone: ​​metodo e dosaggio

La dose di prednisolone e la durata del trattamento sono selezionate dal medico individualmente, in base alle indicazioni e alla gravità della malattia.

compresse

Compresse Il prednisolone viene assunto per via orale, lavato con una piccola quantità di liquido, al mattino (dalle 6 alle 8 del mattino) a colazione o immediatamente dopo.

Di solito prenda una dose giornaliera al giorno, o una dose doppia - a giorni alterni. L'alta dose giornaliera è divisa in 2-4 ammissione, la maggior parte di essa viene assunta al mattino.

In condizioni acute e come trattamento sostitutivo per gli adulti, si raccomanda di iniziare con una dose di 20-30 mg / die; la terapia di mantenimento viene eseguita alla dose di 5-10 mg / die, alcune malattie (ad esempio, sindrome nefrosica, malattie reumatiche individuali) richiedono dosi più elevate. Dosi quotidiane dei bambini: iniziale - 1-2 mg / kg in 4-6 ricevimenti; manutenzione - 0,3-0,6 mg / kg.

Interrompere gradualmente il trattamento, abbassando lentamente la dose. Se c'è una storia di psicosi, la terapia ad alte dosi viene somministrata sotto la stretta supervisione di uno specialista.

All'atto di appuntamento il ritmo di secrezione quotidiano di GKS è considerato: al mattino accetti tutte le dose subito o la maggior parte di esso.

Soluzione per iniezioni

Il prednisolone sotto forma di una soluzione viene somministrato per via endovenosa, di solito la prima iniezione viene eseguita a struyno e le iniezioni ripetute sono a goccia. Se la somministrazione endovenosa è impossibile per qualsiasi motivo, la soluzione nelle stesse dosi viene somministrata per via intramuscolare.

Applicazione secondo le indicazioni:

  • insufficienza surrenalica acuta: dose singola - 100-200 mg; ogni giorno - 300-400 mg;
  • gravi reazioni allergiche: dose giornaliera - 100-200 mg, durata del corso - 3-16 giorni;
  • asma bronchiale: dose di corso - 75-675 mg, durata del corso - 3-16 giorni; nei casi più gravi, è possibile aumentare il tasso di cambio a 1.400 mg e oltre;
  • stato asmatico: la dose giornaliera iniziale è di 500-1200 mg seguita da una diminuzione graduale a 300 mg e il passaggio alle dosi di mantenimento;
  • crisi tireotossica: 100 mg 2-3 volte al giorno, se necessario la dose giornaliera può essere aumentata a 1000 mg; la durata del corso dipende dall'effetto terapeutico e di solito è di almeno 6 giorni;
  • shock, resistente a terapia standard: la dose iniziale, di regola, iniettata, poi trasferita a gocciolamento infusioni; se la pressione del sangue non aumenta entro 10-20 minuti, ripetere l'iniezione del getto. Dopo l'escrezione dallo stato di shock, la somministrazione di gocce viene proseguita fino a quando la pressione si stabilizzi. Singola dose - 50-150 mg (nei casi gravi, aumento a 400 mg); la somministrazione ripetuta viene eseguita dopo 3-4 ore; la dose giornaliera varia da 300 a 1200 mg con un'ulteriore diminuzione graduale;
  • insufficienza epatica / renale acuta (avvelenamento acuto, periodi postoperatori o postparto, ecc.): dose giornaliera - 25-75 mg; secondo le indicazioni, è possibile aumentarlo a 300-1500 mg o più;
  • artrite reumatoide e LES: 75-125 mg / die somministrati per non più di 7-10 giorni in aggiunta all'assunzione sistemica di prednisolone;
  • epatite acuta: dose giornaliera - 75-100 mg, durata del corso - 7-10 giorni;
  • avvelenamento con liquidi cauterizzanti, ustioni delle prime vie respiratorie e apparato digerente: una dose giornaliera da 75 a 400 mg, a seconda della gravità della condizione, la durata del corso è 3-18 giorni.

Non interrompere improvvisamente la terapia prolungata con prednisolone. Dopo il sollievo delle condizioni acute, passano alla somministrazione orale del farmaco sotto forma di compresse con una riduzione graduale della dose.

Dosaggio raccomandato per i bambini: da 2 a 12 mesi - al ritmo di 2-3 mg / kg; da 1 a 14 anni - 1-2 mg / kg; la soluzione viene somministrata per via intramuscolare e quando tale somministrazione non è possibile - per via endovenosa lentamente (circa 3 minuti). Se necessario, è possibile reinserire la stessa dose dopo 20-30 minuti.

L'unguento viene applicato esternamente, applicando uno strato sottile sulla pelle interessata. Per migliorare l'effetto in aree limitate, è possibile utilizzare medicazioni occlusive.

Dosaggio consigliato: applicare unguento 1-3 volte al giorno, la durata del corso è, di regola, 6-14 giorni; nel processo di aftercare, l'uso del farmaco una volta al giorno è consentito.

Al fine di prevenire le ricadute e nel trattamento delle malattie croniche, l'uso di unguenti continua per qualche tempo dopo la completa scomparsa di tutti i sintomi, ma non più di 14 giorni.

Le aree con pelle più densa (palme, piedi, gomiti), così come i luoghi in cui l'unguento è facilmente lavabile, possono essere lubrificati più spesso.

Colliri

Il farmaco è sepolto nel sacco congiuntivale. La durata del corso è determinata dal medico curante.

Regime terapeutico standard di dosaggio Prednisolone: ​​1-2 gocce 2-4 volte al giorno.

Per alleviare i sintomi infiammatori dovuti a traumi del bulbo oculare, si consiglia di eseguire l'instillazione di prednisolone una volta al giorno.

Effetti collaterali

Compresse, soluzione iniettabile

  • sistema endocrino: ridotta tolleranza al glucosio, steroidi diabete / manifestazione di diabete latente, l'inibizione della funzione della corteccia surrenale, sindrome di Cushing - Cushing (obesità, tipo pituitaria, luna faccia, irsutismo, aumento della pressione sanguigna, amenorrea, dismenorrea, strie, debolezza muscolare), pubertà ritardata nei bambini;
  • apparato digerente: nausea / vomito, ulcera gastrica steroidi e duodeno 12, pancreatite, esofagite erosiva, parete di perforazione / sanguinamento gastrointestinale, indigestione, aumento / diminuzione dell'appetito, singhiozzo, flatulenza; raramente - aumento degli enzimi epatici;
  • sistema cardiovascolare: aritmia, sviluppo (con predisposizione) o maggiore gravità dell'insufficienza cardiaca diagnosticata, tipico della hypokalemia cambiare dell'elettrocardiogramma, aumento della pressione sanguigna, bradicardia (fino all'arresto cardiaco), ipercoagulazione, trombosi; infarto miocardico acuto e subacuta - l'espansione del focolare e necrosi rallentando la formazione di cicatrici, che può essere la conseguenza della rottura di un muscolo cardiaco;
  • sistema nervoso: mal di testa, vertigini, disorientamento, euforia, delirio, allucinazioni, depressione, psicosi maniaco-depressiva, paranoia, nervosismo o ansia, aumento della pressione intracranica, vertigini, insonnia, convulsioni pseudotumor cervelletto;
  • sensi: aumento della pressione intraoculare (danni al nervo ottico), posteriore cataratta sottocapsulare, suscettibilità alle secondaria batterica, fungina o virale dell'occhio, esoftalmo, malattia corneale trofica, improvvisa perdita della vista (dovuta alla somministrazione parenterale nel collo, testa, turbinates, una preparazione cuoio capelluto può cristallizzare nei vasi dell'occhio);
  • metabolismo: aumentata escrezione di calcio, ipocalcemia, aumento del peso corporeo, composizione aumento delle proteine ​​(bilancio azotato negativo), iperidrosi; effetti collaterali a causa di attività mineralcorticoide - ipernatremia, edema periferico a causa di ritenzione di liquidi e la sindrome ipokaliemica di sodio si manifesta con ipopotassiemia, aritmia, mialgia o spasmi muscolari, debolezza insolite e stanchezza;
  • Sistema muscolo-scheletrico: chiusura prematura delle regioni epifisari nei bambini con rallentamento dei processi di crescita e di ossificazione, l'osteoporosi, miopatia steroidea, rottura di un muscolo di tendini, atrofia muscolare; molto raramente - necrosi asettica della testa dell'anca e dell'omero, fratture ossee patologiche;
  • pelle e delle mucose: petecchie, ecchimosi, ritardata guarigione delle ferite, assottigliamento della pelle, iperpigmentazione o ipo, strie, acne steroidi, piodermite e propensione a candidosi;
  • reazioni di ipersensibilità: eruzioni cutanee, prurito, reazioni allergiche locali, shock anafilattico;
  • reazioni locali (somministrazione parenterale): nel sito di iniezione - intorpidimento, bruciore, dolore, formicolio, infezione; raramente - formazione di cicatrici, necrosi dei tessuti circostanti; iniezione intramuscolare (specialmente nel muscolo deltoide) - atrofia della pelle e del tessuto sottocutaneo;
  • Altre reazioni: leucocituria, sviluppo / esacerbazione di infezioni (l'uso simultaneo di immunosoppressori e vaccinazione contribuiscono al verificarsi di questo effetto collaterale), sindrome da astinenza.

Possibili effetti collaterali dovuti all'uso di unguento Prednisolone: ​​acne steroidea, porpora, telangiectasia, bruciore, prurito, irritazione e pelle secca.

L'uso prolungato e / o l'applicazione di unguento su grandi superfici può causare lo sviluppo di ipercorticismo a causa dell'effetto di riassorbimento del prednisolone. In questi casi, il farmaco deve essere sospeso e consultare uno specialista.

Se questi effetti indesiderati sono aggravati o si verificano altre reazioni non indicate in questo manuale, dovresti informare il medico su di loro.

Colliri

Dopo l'instillazione di prednisolone, è possibile una sensazione di bruciore transitoria.

Il risultato di un uso prolungato può essere un aumento della pressione intraoculare e quindi i preparati contenenti GCS, non utilizzare più di 10 giorni e sotto controllo regolare della pressione intraoculare.

L'uso continuo della sospensione oculare per 3 mesi o più può causare lo sviluppo di una cataratta postero-laterale.

overdose

Un segno di sovradosaggio sistemico di prednisone è un aumento degli effetti collaterali dose-dipendenti. Si raccomanda di effettuare un trattamento sintomatico con una riduzione graduale della dose, se necessario fino alla sospensione del farmaco.

Un sovradosaggio con applicazione topica (unguento, sospensione oculare) può causare effetti indesiderati locali sotto forma di reazioni allergiche, il cui verificarsi richiede il ritiro immediato del farmaco.

Istruzioni speciali

Prima dell'inizio della terapia, per identificare possibili controindicazioni, è necessario condurre un esame clinico del paziente, compresa la fluoroscopia polmonare, l'esame del tratto gastrointestinale, il sistema cardiovascolare, la visione e il sistema urinario.

Prima dell'inizio del trattamento e durante la terapia steroidea è necessario monitorare regolarmente la conta ematica generale, la concentrazione di elettroliti nel plasma, il contenuto di glucosio nelle urine e nel sangue.

Non vaccinare durante l'uso di GCS, soprattutto in dosi elevate, poiché la sua efficacia sarà ridotta.

Con la tubercolosi il prednisolone viene prescritto solo in combinazione con farmaci anti-tubercolari.

La somministrazione sistemica di dosi medie e alte del farmaco può causare un aumento della pressione sanguigna.

L'uso di prednisolone nelle infezioni intercorrenti associate a condizioni settiche deve essere effettuato con il supporto della terapia antibiotica.

Il trattamento a lungo termine con GCS richiede la somministrazione di preparati di potassio per evitare l'ipokaliemia.

Con l'insufficienza adrenocorticale cronica (malattia di Addison) il prednisolone è controindicato per essere assunto in concomitanza con i barbiturici in relazione al pericolo della crisi addizionale.

In caso di cessazione improvvisa del farmaco, soprattutto quando la terapia con alte dosi di corticosteroidi appare sindrome di cancellazione accompagnato da un deterioramento di appetito, nausea, confusione, dolore muscolo-scheletrico generalizzato, astenia.

Ridurre la probabilità di insufficienza surrenalica e le complicanze associate possono essere, con l'abolizione graduale del prednisolone. In connessione con il fatto che l'insufficienza surrenalica dopo la cancellazione del farmaco può durare per mesi, qualsiasi situazione stressante in questo periodo richiede la ripresa della terapia ormonale.

La presenza di ipotiroidismo e / o cirrosi nel paziente può esacerbare l'effetto di GCS.

I pazienti devono essere avvertiti in anticipo sulla necessità per loro e il loro ambiente di evitare il contatto con morbillo infetto, herpes e varicella. Con l'attuale trattamento sistemico di GCS, o se sono stati usati nei 3 mesi successivi, i pazienti che non ricevono la vaccinazione richiedono immunoglobuline specifiche.

In caso di terapia sostitutiva dell'insufficienza surrenalica dovuta a un debole effetto mineralcorticoide, si raccomanda di usare prednisolone in combinazione con mineralcorticoidi.

Quando il diabete è necessario per monitorare la glicemia e, se necessario, la correzione del regime di dosaggio.

Si raccomanda il controllo periodico dei raggi x del sistema osteoarticolare (foto delle mani, colonna vertebrale).

Nei pazienti con malattie infettive dei reni e delle vie urinarie nel corso latente, il prednisolone può causare leucocituria, clinicamente significativa per la diagnosi.

GCS aumenta i metaboliti di 11- e 17-ossicetocorticosteroidi.

Come altri GCS locali, l'unguento prednisolone non può essere applicato sulla pelle intorno agli occhi a causa del rischio di sviluppare glaucoma / cataratta, nonché di aprire le superfici della ferita.

In caso di complicanze della malattia dovute allo sviluppo di un'infezione fungina o batterica secondaria, alla terapia con prednisolone deve essere aggiunto uno specifico farmaco antibatterico / antimicotico.

Gocce Il prednisolone non è raccomandato con le lenti a contatto, è necessario rimuovere le lenti prima dell'instillazione e indossarle nuovamente non prima di 15 minuti dopo la procedura. L'uso prolungato di gocce può aumentare la pressione intraoculare, quindi se usato per 2 settimane o più, è necessario un monitoraggio regolare della pressione intraoculare.

La terapia SCS può mascherare i sintomi di un'infezione batterica / fungina attuale, la cui presenza è un'indicazione per l'uso di prednisolone come parte di una terapia complessa con antibiotici per uso topico.

Influenza sulla capacità di gestire il trasporto motorio e meccanismi complessi

Secondo le istruzioni, prednisolone utilizzato sistemica, può provocare vertigini e altre reazioni collaterali che possono influenzare la coordinazione dei movimenti, la velocità di reazione e la concentrazione, così controllare i mezzi di trasporto e manutenzione attrezzature meccaniche durante la terapia non è raccomandato.

Dopo l'instillazione della sospensione di Prednisolone, è possibile la lacrimazione e pertanto non è necessario eseguire la procedura immediatamente prima di svolgere attività potenzialmente pericolose.

Non sono disponibili dati sugli effetti del prednisolone sotto forma di un unguento sulla capacità di guidare veicoli e meccanismi complessi.

Applicazione in gravidanza e allattamento

L'uso di prednisolone per via sistemica e topica, sotto forma di colliri durante la gravidanza, è possibile secondo le indicazioni vitali in caso di eccesso giustificabile del beneficio previsto per la madre rispetto al potenziale rischio per il feto.

La terapia sistemica a lungo termine di GCS in donne in gravidanza non esclude la possibilità di una crescita fetale compromessa. L'uso di prednisolone nel terzo trimestre aumenta il rischio di atrofia della corteccia surrenale del feto, in modo che un neonato possa richiedere una terapia sostitutiva.

Applicare il prednisolone per via topica il più breve possibile, l'unguento deve essere applicato su piccole aree della superficie della pelle.

GCS è escreto nel latte materno, in modo da quando viene utilizzato durante l'allattamento è tenuto a prendere le precauzioni, in particolare, non applicare l'unguento sulla pelle del seno poco prima della somministrazione. Se necessario, farmaci sistemici durante l'allattamento, o l'applicazione sulla pelle di unguenti prednisolone in grandi dosi e / o per un periodo prolungato, al seno per essere interrotto per la durata della terapia.

Applicazione nell'infanzia

In pediatria, GCS viene utilizzato solo in condizioni assolute, sotto l'attenta supervisione di un medico, poiché è in grado di causare un rallentamento della crescita nei bambini e negli adolescenti. Di solito, il rischio di sviluppare tali effetti collaterali aiuta a evitare o minimizzare l'uso di prednisolone a giorni alterni.

I bambini che sono in fase di trattamento a contatto con il morbillo o la varicella infetti richiedono specifiche immunoglobuline per la prevenzione.

L'area rapporto al peso corporeo nei bambini che negli adulti, in modo che siano più esposti al rischio di soppressione del sistema ipotalamo-ipofisi-surrene e lo sviluppo della sindrome di Cushing causa della applicazione di eventuali corticosteroidi per uso topico. In questo infante pannolini, pannolini e pieghe cutanee possono avere un effetto simile con bendaggio occlusivo, aumentando così sistemica riassorbimento prednisolone.

Nell'infanzia e nell'adolescenza, il prednisolone deve essere applicato alla dose efficace più bassa, il più breve corso possibile possibile e necessariamente sotto la supervisione di uno specialista.

In caso di violazioni della funzione renale

Compresse e soluzione Prednisolone non è prescritto per i pazienti con insufficienza renale grave e nefropoiesi.

Con violazioni della funzionalità epatica

Compresse e soluzione Prednisolone non è prescritto per i pazienti con grave insufficienza epatica.

Applicazione nella vecchiaia

Con l'uso di GCS negli anziani, l'incidenza delle reazioni avverse aumenta.

Interazioni farmacologiche

In relazione all'elevata attività farmacologica, il prednisolone, come altri GCS, può indebolire o migliorare l'azione di molti farmaci / droghe. Se è necessario utilizzare una soluzione, compresse o collirio di Prednisolone in combinazione con altri farmaci, il medico curante deve prendere in considerazione e tenere in considerazione la loro possibile interazione.

Non ci sono dati sull'interazione farmacologica dell'unguento.

In relazione alla possibile incompatibilità farmaceutica della soluzione di Prednisolone con altri farmaci somministrati per via endovenosa, si raccomanda di somministrarla separatamente: bolo, o attraverso un altro contagocce. La miscelazione di soluzioni di prednisolone ed eparina avviene con la formazione di un precipitato.

analoghi

analoghi Prednisolone sono farmaci per uso sistemico - Deksazon, betametasone, Medopred, Prednizol, idrocortisone, Deksamed, desametasone, Lemod, Medrol, Kenalog, Flosteron, Deltason, Rektodelt, metipred, triamcinolone; unguenti - Idrocortisone, Prednisolone-Ferein; collirio - desametasone, idrocortisone, deksapos, Oftan desametasone, Maksideks, Deksoftan, Deksametazonlong, Prenatsid, Ozurdeks.

Termini e condizioni di conservazione

Conservare in un luogo al riparo dalla luce e fuori dalla portata dei bambini, alla temperatura di: compresse - fino a 25 ° C, unguento, soluzione per iniezione - fino a 15 ° C, non congelare la soluzione; gocce per gli occhi - 15-25 ° C, aprire la bottiglia per 4 settimane.

La durata dipende dal produttore (vedere la confezione).

Condizioni di congedo dalle farmacie

È rilasciato dalla prescrizione.

Recensioni di Prednisolone

Secondo le recensioni, il prednisolone nella somministrazione sistemica (compresse, iniezioni) è abbastanza efficace, ma i pazienti lamentano un gran numero di effetti collaterali. È difficile smettere di ricevere dopo un lungo ciclo di terapia a causa della sindrome da astinenza, quindi è necessario seguire rigorosamente il requisito per una cessazione graduale del trattamento. Ci sono lamentele riguardo a iniezioni dolorose. Si noti che nei casi di emergenza, la somministrazione parenterale di prednisolone sopprime rapidamente le condizioni critiche e può salvare la vita.

L'applicazione del farmaco in forme topiche (unguenti, colliri) praticamente non causa effetti collaterali, e le recensioni su di loro sono per lo più positive.

Prezzo per Prednisolone in farmacia

Prezzo stimato per Prednisolone:

  • compresse 5 mg (100 pezzi per confezione) - da 60 rubli;
  • soluzione iniettabile (Prednisolone in fiale da 30 mg, 3 pezzi per confezione) - 20-60 rubli;
  • unguento 0,5% (10 g per provetta) - da 13 rubli;
  • Gocce oculari 0,5% (10 ml) - 780-850 sfregamenti.