Reflusso duodenogastrico: consiglio dei medici

Il reflusso duodenogastrico è una patologia che può essere sia una malattia indipendente che un sintomo di un'altra malattia del tubo digerente. Se DDR avviene gettare contenuto duodenale nella cavità gastrica, mentre il livello di acidità in quest'ultimo varia, il che complica il processo di digestione e incide negativamente sulla mucosa gastrica.

Capiremo come riconoscere la patologia, quali sono i moderni metodi diagnostici utilizzati in medicina, se è possibile eliminare completamente la malattia con l'aiuto di terapie farmacologiche, dieta e metodi di cura popolari.

Descrizione e classificazione

Secondo le statistiche, il reflusso gastroduodenale può essere rilevato in più del 15% di tutti gli abitanti del pianeta. E se la malattia non si fa sentire o i suoi segni sono estremamente rari, non è corretto parlare del fenomeno come patologia.

Il principale segno diagnostico che separa la patologia dal fenomeno fisiologico, possiamo nominare il livello di acidità dello stomaco, misurato in ph. Se questa frequenza supera i 5 ph, è possibile diagnosticare il reflusso. Ma per determinare il livello di acidità dello stomaco può essere solo attraverso la diagnosi strumentale.

La classificazione della malattia si basa sul grado di variazione dell'acidità del succo gastrico a seguito del colaggio in esso del contenuto dell'intestino tenue.

  • Circa la metà dei pazienti che hanno consultato un medico con sintomi della RDT sono stati diagnosticati con un primo grado di malattia, in cui la mucosa è leggermente danneggiata e i sintomi sono assenti.
  • Nel 40% dei pazienti viene diagnosticata la seconda fase della patologia.
  • Il restante 10% - il terzo stadio, caratterizzato da sintomi gravi.

Inoltre, il reflusso può essere classificato in base al grado e alla natura delle lesioni della mucosa:

  • superficiale, quando la lesione interessava solo le cellule della mucosa;
  • catarro, quando la mucosa dello stomaco è infiammata e gonfia;
  • erosivo, quando sulla mucosa ci sono focolai di atrofia;
  • biliare, quando la patologia ha causato una violazione del deflusso della bile.

Senza un trattamento adeguato, la malattia di solito progredisce, così diversi tipi e fasi di reflusso possono essere diagnosticati alla stessa persona in tempi diversi.

Cause della malattia

Le cause del reflusso duodenogastrico possono essere suddivise in quelle esterne e interne. Con mezzi esterni fattori che dipendono direttamente dal comportamento della persona e dalle condizioni della sua vita. Ad esempio, statisticamente, DGR è più comune nelle persone sullo sfondo:

  • inattività fisica;
  • la malnutrizione;
  • il fumo;
  • l'alcolismo;
  • assumere medicinali durante la gravidanza;
  • altri fattori che contribuiscono al danno tissutale, nonostante la barriera della mucosa gastrica che li protegge.

Anche un sintomo si trova nel quadro clinico delle seguenti patologie:

  • diminuzione del tono dei muscoli dei buchi nello stomaco;
  • ernia del diaframma;
  • aumento della pressione duodenale;
  • colecistite;
  • pancreatite;
  • La malattia di Botkin.

A volte il rilascio del contenuto dell'intestino tenue nella cavità dello stomaco si verifica dopo operazioni chirurgiche sugli organi del tratto gastrointestinale.

sintomi

La ragione principale per cui DGR è difficile da diagnosticare è il fatto che la sintomatologia della patologia nella maggior parte dei casi è completamente assente. Se sono presenti segni di disturbo del processo digestivo, possono assomigliare a questo:

  • rivestimento giallo sulla lingua;
  • bruciori di stomaco;
  • eruttazione;
  • gonfiore e sfregamento nell'addome dopo aver mangiato;
  • sapore amaro in bocca;
  • nausea e vomito con la bile.

Ovviamente, i sintomi del reflusso duodenogastrico sono simili al quadro clinico di molte malattie dell'apparato digerente. Pertanto, questa patologia viene spesso diagnosticata accidentalmente.

diagnostica

Il reflusso dello stomaco viene rivelato usando metodi di diagnostica strumentale.

  1. FGDS o fibrogastroscopia è un metodo di esame in cui una sonda endoscopica viene inserita nella cavità dello stomaco attraverso l'esofago. Questo metodo di diagnosi è molto informativo, perché al momento è possibile non solo controllare visivamente lo stato della mucosa, ma anche determinare il livello di acidità e produrre tessuti per il campionamento biopsia. Ma il metodo ha un notevole svantaggio: di per sé è in grado di provocare lo sviluppo del reflusso.
  2. La ph-metria quotidiana è il metodo di diagnosi più efficace, poiché consente di monitorare il cambiamento del livello di acidità dello stomaco e di notte. Lo studio richiede l'introduzione di una sonda sottile nello stomaco attraverso il naso per un periodo fino a 24 ore, durante il quale il dispositivo prende le letture del livello ph nello stomaco. L'amministrazione transnasale consente al paziente di parlare e mangiare senza alcuna interferenza.
  3. L'ecografia degli organi della cavità addominale è necessaria per determinare le fonti del processo patologico: malattie della cistifellea, del duodeno e del pancreas.
  4. Esofagogastroduodenoscopia - indagine introducendo nello stomaco una sonda flessibile con immagini sul dispositivo video e per le successive tessuti murali per l'analisi istologica. Ciò consente di valutare il grado di danno alla mucosa gastrica ed escludere la presenza di neoplasie maligne.

Per la diagnosi è richiesto uno studio completo, la raccolta di anamnesi, nonché una serie di test di laboratorio su sangue e urina.

trattamento

Trattamento del reflusso duodenale - una serie di misure volte a migliorare la motilità del sistema digestivo, la protezione della mucosa dagli effetti negativi di acido, facilitando il processo di digestione.

Reflusso duodeno-gastrico

Reflusso duodeno-gastrico - gettando il contenuto del duodeno nella cavità dello stomaco. Come una malattia indipendente è raro, molto più spesso un sintomo di un'altra patologia del tratto gastrointestinale. dolore manifestata e sindromi dispeptiche: il reflusso duodeno-gastrico appaiono vaghe, diffuso dolore addominale, bruciore di stomaco, eruttazione, nausea, vomito, rivestimento giallastro sulla lingua. La diagnosi non è difficile: per questo utilizzare EGDS, elettrogastroenterografia, 24 ore su 24 pH-metria intragastrico. Nel complesso del trattamento procinetici, vengono usati farmaci per ridurre l'acidità dello stomaco, antiacidi.

Reflusso duodeno-gastrico

Duodeno-gastrico reflusso - una condizione che non è sempre un segno di patologia del tratto digestivo - un lancio di contenuti duodenale nello stomaco rilevata in circa il 15% della popolazione sana, soprattutto di notte. reflusso duodeno-gastrico in esame patologico se ad una intragastrica pH-metria giornaliero marcato aumento dell'acidità gastrica superiore a 5, non associata con l'assunzione di cibo e continuando oltre il 10% del tempo. Il reflusso duodenale-gastrico accompagna molte malattie delle parti primarie del tubo digerente, ma circa il 30% dei pazienti può essere considerato come una patologia isolata. Questa condizione è accompagnata da patologie funzionali e organiche del tratto gastrointestinale, è anche abbastanza spesso sviluppa nel periodo postoperatorio colecistectomia, suturando il duodeno ulcera. Alcuni autori osservano che il reflusso gastrico duodenale si verifica al 45-100% di tutte le malattie croniche dello stomaco e del duodeno. Uomini e donne soffrono di reflusso duodenale-gastrico nella stessa misura.

Cause del reflusso duodenale-gastrico

Nello sviluppo di reflusso duodeno-gastrico sono importanti diversi fattori: il cedimento della parte pilorica dello stomaco con iato piloro alterata motilità ulcere gastriche e duodenali, aumento di pressione nella parte iniziale del piccolo intestino, l'azione aggressiva dei contenuti del KDP sulla mucosa gastrica. Gli acidi biliari e gli enzimi pancreatici danneggiano la barriera protettiva della mucosa gastrica; provocare retrodiffusione di ioni idrogeno negli strati più profondi della parete gastrica (che porta ad un aumento di acidità); stimolare ghiandole antrali gastrina e danneggiare le membrane lipidiche delle cellule, aumentando la loro sensibilità al succo gastrico. Inoltre, a causa retrograda colata contenuto duodenale aumento della pressione nella cavità dello stomaco, che può comportare la comparsa di reflusso gastro-esofageo.

Il reflusso duodenale-gastrico spesso accompagna tali malattie come la gastrite cronica, l'ulcera peptica di stomaco e duodeno, il cancro allo stomaco, la violazione del tono dello sfintere di Oddi, la duodenostasi. Abbastanza spesso il reflusso duodenogastrico si verifica nei pazienti sottoposti a operazioni di rimozione della cistifellea e ulcera duodenale. La violazione della motilità dello stomaco e delle parti iniziali dell'intestino tenue è la causa principale del reflusso gastrico duodenale nelle malattie funzionali del tratto gastrointestinale e, nella patologia organica, i disordini motori sono secondari.

Motore scoordinamento porta alla rottura di evacuazione del contenuto dello stomaco e del duodeno, che porta a duodenostasis gastro e peristalsi inversa, valutato massa duodenale nella cavità dello stomaco. disturbi Dismotornye possono verificarsi in diverse parti del tubo digerente, in combinazione con la patologia gatekeeper: un tono normale dello stomaco, accompagnato da pilorospazme e duodenostasis o ipotonia dello stomaco, in combinazione con deiscenza del piloro, ipertensione duodeno.

In precedenza si riteneva che il reflusso duodeno-gastrico è una reazione di difesa al processo infiammatorio nello stomaco e acidità entrare nel succo gastrico duodeno: che il succo duodenale a contatto con lo stomaco alcalizza suo contenuto, che impedisce ulteriori danni alla mucosa duodenale. Tuttavia, ad oggi ha dimostrato che gli acidi biliari nel succo duodenale, come detto sopra, non solo danneggiare la barriera mucosa dello stomaco, ma anche provocare retrodiffusione di ioni idrogeno nello strato sottomucosa e stimolare la secrezione delle ghiandole antrali gastrina, che finisce per un ancora maggiore acidità nello stomaco. Così, si è giustificato ulcerogeno azione duodeno-gastrico riflusso e smentito la teoria della sua natura protettiva.

Sintomi di reflusso duodenale-gastrico

I sintomi del reflusso duodeno-gastrico non sono specifici e sono inerenti a molte malattie del tratto gastrointestinale. Prima di tutto, si tratta di dolori indeterminati diffusi nell'addome superiore, il più delle volte spastico, che si manifestano dopo un po 'dopo aver mangiato. I pazienti lamentano un aumento di flatulenza, bruciore di stomaco (con qualsiasi acidità dello stomaco), rigurgito con acido e cibo, eruttazione dell'aria, vomito con una miscela di bile. Obbligatorio per il reflusso gastrico duodenale è una sensazione di amarezza in bocca, un rivestimento giallastro sulla lingua.

Il reflusso gastrico duodenale di lunga durata può causare gravi cambiamenti nello stomaco e nell'esofago. Inizialmente, l'aumento della pressione nella cavità dello stomaco porta allo sviluppo della malattia da reflusso gastroesofageo. Inoltre, gli acidi biliari e gli enzimi pancreatici causano cambiamenti specifici nella mucosa esofagea, metaplasia intestinale, che può portare allo sviluppo di adenocarcinoma - uno dei tumori più maligni dell'esofago.

Il risultato più probabile duodeno-gastrico riflusso a diagnosi tardiva e la mancanza di un trattamento efficiente - chimico-tossica tipo gastrite C. Con la comparsa della malattia predispone fusione permanente di bile nello stomaco e chimico danni alla barriera della mucosa.

Diagnosi del reflusso duodenale-gastrico

È difficile diagnosticare il reflusso gastrico duodenale per le visite di un gastroenterologo, poiché questa malattia non ha segni specifici. Abbastanza spesso il reflusso gastrico-duodenale viene rilevato accidentalmente, durante gli esami per altre malattie dell'apparato digerente.

Per verificare la diagnosi richiede la consultazione con un medico endoscopista: Solo lui sarà in grado di determinare la quantità necessaria del sondaggio, effettuare una diagnosi differenziale con altre patologie dello stomaco e del duodeno (gastrite con alta acidità, gastrite erosiva, duodenite, ulcera gastrica). Va ricordato che l'esofagogastroduodenoscopia stessa può causare reflusso gastrico duodenale. Il segno distintivo endoscopia indotta e reflusso patologico è la presenza di bile nello stomaco nel secondo caso.

Il metodo più affidabile per diagnosticare il reflusso gastrico duodenale è il pH-metria intragastrico 24 ore. Durante lo studio, vengono registrate tutte le fluttuazioni nell'acidità del succo gastrico, specialmente quelle non associate ai pasti. Per ottenere risultati più accurati, lo studio delle fluttuazioni del pH del succo gastrico viene effettuato nell'intervallo notturno quando il paziente non mangia e non sperimenta lo sforzo fisico.

Contribuire a confermare la diagnosi electrogastrography, antroduodenalnaya manometria - nel corso di questi studi si possono trovare scoordinamento motilità dello stomaco e del duodeno, ipotensione tratto digestivo iniziale. Viene inoltre eseguito un test del succo gastrico per identificare gli enzimi digestivi nel pancreas e negli acidi biliari. Escludere altre malattie del sistema digestivo aventi simile con sintomi duodeno-gastrico reflusso (colecistite acuta, pancreatite, colangite, colelitiasi, ecc) Will ecografia dell'addome.

Trattamento del reflusso duodenale-gastrico

In genere, i pazienti con reflusso duodeno-gastrico non richiedono il ricovero in ospedale, ma di effettuare uno studio completo può essere necessario trovare un paziente a breve termine nel reparto di gastroenterologia. Ad oggi sono state sviluppate chiare raccomandazioni cliniche per il trattamento del reflusso duodenale-gastrico. Essi comprendono prescrizioni, normalizzando la motilità del tratto digestivo primaria, procinetici selettiva moderno (aumentare la peristalsi dello stomaco e del duodeno, migliorando l'evacuazione del loro contenuto), inibitori acidi biliari, bloccanti della pompa protonica e antiacidi.

Tuttavia, un singolo trattamento farmacologico di reflusso duodenale-gastrico non è sufficiente, il paziente deve essere avvertito sulla necessità di un cambiamento radicale nello stile di vita. Dovresti smettere di fumare, bere alcolici, caffè. Incontrollata assunzione di farmaci come è un fattore predisponente per lo sviluppo duodeno-gastrico riflusso, quindi è necessario avvertire il paziente di FANS non autorizzate, farmaci coleretico, e di altre droghe.

Di grande importanza nello sviluppo del reflusso gastrico duodenale è la malnutrizione e l'obesità risultante. Per ottenere l'effetto terapeutico desiderato, si dovrebbe normalizzare il peso corporeo e prevenire l'obesità in futuro. È necessario rifiutare da cibo affilato, fritto e estrattivo. In un periodo acuto della malattia, è richiesto un regime alimentare speciale: il cibo deve essere consumato in piccole porzioni, almeno 4-5 volte al giorno. Dopo ogni pasto, mantenere la posizione verticale per almeno un'ora, evitare uno sforzo fisico pesante. Nella dieta preferiscono varietà non grasse di carne, cereali, prodotti a base di latte acido, verdure e frutta dolce.

La prognosi per una diagnosi tempestiva e un attento follow-up di tutte le raccomandazioni del gastroenterologo è favorevole. Prevenzione del reflusso duodeno-gastrico è quello di aderire alla dieta corretta, fornendo normale attività motoria del tratto gastrointestinale. Grande importanza nella prevenzione di questa malattia è il rifiuto di alcol e sigarette.

Reflusso duodeno-gastrico

La violazione di funzionamento normale del sistema digestivo è molto diffusa. Il reflusso duodeno-gastrico è una patologia che causa il trasferimento della bile dalla parte superiore dell'intestino tenue allo stomaco. Il disturbo si sviluppa spesso sullo sfondo di altre malattie del sistema digestivo umano, come una complicazione dopo le operazioni sul tratto digestivo. Trenta individui su cento che cercano il reflusso dell'aiuto si sviluppano come una malattia indipendente. A 15% della popolazione di notte c'è un colpo di contenuti biliari in uno stomaco, ma non causa sensazioni sgradevoli.

cause di

Il riflusso si verifica a causa di una maggiore pressione interna nel duodeno, motivo per cui il contenuto dello stomaco viene gettato nello stomaco. Assegna cause esterne e interne, che comportano una violazione del lavoro degli organi. Interno si riferisce a:

  • Infiammazione della cistifellea e della microflora nell'intestino;
  • Processi infiammatori che si verificano nel sistema digestivo;
  • Diminuzione del tono dello sfintere dello stomaco;
  • Conseguenze dell'intervento chirurgico;
  • la gravidanza;
  • Perturbazione dell'equilibrio ormonale del corpo.

Fattori esterni che portano all'emergere di DGR:

  • Violazione della dieta e abuso di cibo nocivo;
  • Lunghi scioperi della fame, alternati a spuntini abbondanti;
  • Mancanza di esercizio o esercizio subito dopo aver mangiato;
  • Uso a lungo termine di droghe, che colpisce la muscolatura dell'esofago.

Il bambino reflusso duodenale si manifesta quando il tempo di crescita intensiva del corpo. Anche nei bambini, la malattia può svilupparsi con:

  • Infezione con elminti o microrganismi parassiti;
  • Come conseguenza delle patologie dello sviluppo duodenale;
  • Patologie congenite dello sviluppo del tratto gastrointestinale.

classificazione

A seconda dello stadio di danno alla mucosa,

  1. Reflusso duodenale superficiale - l'integrità dello strato mucoso superiore viene violata, senza alterare gli strati interni con le ghiandole situate lì.
  2. Reflusso catarrale - colpisce la mucosa, ci sono gonfiore e infiammazione delle pareti dello stomaco. Si verifica a causa dell'influenza di sostanze nocive con assunzione prolungata di farmaci, a seguito di allergia al cibo.
  3. Gastroduodenite erosiva - una manifestazione caratteristica sono erosioni e piaghe che colpiscono la membrana mucosa. Si verifica sullo sfondo di avvelenamento con alcol o sostanze chimiche, a seguito di disturbi psicologici.
  4. Duodenite biliare - si verifica sullo sfondo di interruzione delle vie biliari.

Ci sono tre gradi di flusso DGR:

  • Primo grado: una piccola quantità di contenuto duodenale entra nello stomaco. Non ha sintomi pronunciati.
  • Il secondo grado - c'è una fusione di una quantità significativa di terreno alcalino, che la cistifellea allocato, che porta alla comparsa di infiammazione e patologia.
  • Il terzo grado - ha una sindrome del dolore pronunciata e sintomi di anormale funzione gastrointestinale.

I sintomi della malattia

I sintomi del reflusso gastroduodenale sono simili alle manifestazioni di altre malattie dell'apparato digerente. Il primo segno della malattia è la comparsa di una sindrome di dolore entro trenta minuti dopo un pasto, il che significa una violazione del confortevole lavoro dello stomaco. Altri segni della DDR:

  • bruciore di stomaco costante;
  • la comparsa di una sensazione di nausea, vomito di cistifellea;
  • aumento di gas nell'intestino;
  • l'ingresso di aria, che ha un odore acido dallo stomaco nella cavità orale;
  • un rivestimento giallo denso sulla lingua;
  • retrogusto amaro in bocca.

Il reflusso gastroduodenale è accompagnato da sintomi impliciti: una violazione della struttura dei capelli e delle unghie - diventa fragile, fragile; pelle anemica; perdita di peso, scarso appetito.

Con il continuo disprezzo dei sintomi della malattia, si verifica un danno alla mucosa gastrica, si verificano ulteriori patologie. Spesso, la duodenite accompagna l'insufficienza cardiaca - l'ambiente acido-alcalino dello stomaco entra nell'esofago.

diagnostica

Il reflusso duodenogastrico non ha segni chiari, quindi viene spesso diagnosticato quando si eseguono ricerche di gastroenterologia su altre malattie gastroenterologiche.

Un esame completo include:

  • esame di laboratorio del biomateriale del paziente (sangue, urina, feci);
  • esame ecografico del tubo digerente;
  • esame endoscopico - introduzione nello stomaco di uno speciale tubo flessibile dotato di un oculare. Con il suo aiuto viene rilevata la gastropatia eritematosa - i fuochi dell'infiammazione dello strato mucoso dello stomaco;
  • metodo intragastrico ph-metry - mostra il livello di vibrazione dell'ambiente acido nello stomaco, gli esperti ritengono che tale studio sia più informativo nella diagnosi di RDT;
  • l'esame con l'aiuto dell'elettrogastrografo mostra la frequenza della motilità gastrica;
  • uno studio del contenuto dello stomaco per la presenza della bile;
  • manometria anthroduodenal - lo studio degli indici di pressione interna negli organi dell'apparato digerente.

trattamento

Dopo aver studiato le informazioni ottenute durante l'esame, il gastroenterologo prescriverà un regime di trattamento. La terapia ha lo scopo di normalizzare il funzionamento e l'interazione di tutti gli organi coinvolti nella digestione del cibo. Il trattamento complesso include l'uso di farmaci, il passaggio della fisioterapia, la normalizzazione della dieta e l'uso della medicina tradizionale. Per una scelta ottimale del regime di trattamento, è necessario stabilire quali fattori hanno causato l'insorgenza della malattia.

L'uso di farmaci aiuta a ripristinare la funzionalità naturale del sistema digestivo, per ridurre l'effetto patologico delle sostanze iniettate nell'ambiente dello stomaco. Per questo scopo nominare:

  • Preparati con effetto procinetico - normalizzano l'attività della struttura muscolare del tubo digerente;
  • Medicinali che neutralizzano gli effetti degli acidi biliari;
  • Farmaci i cui principi attivi aiutano il bruciore di stomaco.

Le procedure fisioterapeutiche aiutano ad aumentare il tono dei muscoli della cavità addominale.

Se diagnosticato un reflusso duodenale, si raccomanda di modificare il regime e la dieta. Regole sono standard per fornitura di reflusso malattie gastrointestinali: porzioni granularità, con l'eccezione di eccesso di cibo e lunga fame colpisce, per osservare la temperatura di piatti, tutti i pasti pronti sono accuratamente macinati, ad abbandonare i prodotti che provocano la secrezione del succo gastrico (salsiccia, caldo e piatti piccanti). DGR può causare un aggravamento di agrumi, mele, prodotti contenenti caffeina. Periodicamente è necessario per scopi terapeutici bere acqua minerale con un aumentato contenuto di magnesio.

È inoltre possibile trattare la duodenite con rimedi popolari come terapia aggiuntiva. Mescolare in parti uguali camomilla, erba di San Giovanni e achillea e infornare come tè. Mangiare due volte al giorno. Questo brodo aiuta con il bruciore di stomaco.

L'infuso di semi di lino viene preparato da un cucchiaio di materia prima per 100 ml di acqua fredda. Insistere fino alla comparsa di muco sui semi. Bevi a stomaco vuoto.

25 grammi della radice del farmacista saranno mescolati con cento grammi di una miscela di salvia e radice ayr. Un cucchiaino versare un bicchiere di acqua bollente. Lasciare per 20 minuti. Bere 60 minuti dopo aver mangiato.

Prevenzione della DDR

Per curare le manifestazioni di duodenite e per evitare nuove crisi, è necessario osservare alcune regole e limitazioni. Deve rinunciare alla dipendenza da nicotina, ridurre o eliminare completamente l'uso di bevande contenenti alcol, non assumere farmaci incontrollati e seguire una dieta. Cuocere i pasti cucinando, infornando e mettendo fuori. Piatti utili da carne e pesce dietetici. Verdure, frutti di bosco, frutta non dovrebbero essere aspro. Permesso di panna acida non acida, kefir, latte cotto fermentato, latte. Dopo i pasti consigliamo di camminare all'aria aperta.

In caso di riferimento inopportuno a uno specialista, esiste il rischio che la duodenite possa andare incontro al reflusso duodenogastroesofageo. Aderendo ai semplici principi di uno stile di vita sano, c'è una possibilità significativa di ridurre la probabilità di una ricorrenza della malattia.

Reflusso duodeno-gastrico: diagnosi, caratteristiche del trattamento

Reflusso è un nome generalizzato dello stato in cui si osserva il movimento inverso del contenuto degli organi cavi interni. In particolare, il reflusso con gastrite-duodenite è un movimento nella direzione opposta al contenuto naturale del duodeno, cioè nello stomaco.

Quali sono i sintomi della duodenite e come trattare questa malattia?

Cos'è pericolosa questa patologia? Con un breve reflusso gastrico duodenale, non si osservano effetti speciali per il corpo. Ma il lungo decorso della malattia è pieno di complicazioni piuttosto gravi, che si svolgono sullo sfondo delle principali patologie, gastrite e duodenite. Questa è la possibilità di una gastrite tossico-chimica, reflusso gastroesofageo e ulcere gastriche.

I predecessori del reflusso duodenogastrico possono essere qualsiasi patologia del tratto gastrointestinale: gastrite, pancreatite, duodenite, esofagite. Come una malattia indipendente il reflusso gastrite duodenite è relativamente raro - in circa il 30% dei casi.

Si ritiene che anche nelle persone sane, il rilascio del contenuto del duodeno nello stomaco dell'antro avviene in circa una persona su dieci. Ciò si verifica principalmente durante il sonno o quando si eseguono lavori fisici pesanti ed è completamente asintomatico, quindi queste condizioni sono considerate come una sindrome, non una malattia.

sintomi

Le manifestazioni di questa patologia sono poche e sono simili ai sintomi di molte altre malattie gastrointestinali - gastrite, esofagite, alcune forme di pancreatite. In molti casi, la patologia viene rilevata in generale per caso, con fibrogastroduodenoscopia, poiché spesso si verifica in modo asintomatico.

Tra i principali segni di reflusso gastrico duodenale, si osservi quanto segue:

  • disagio e sensazioni dolorose osservate nella regione epigastrica (per lo più di natura spastica) che insorgono dopo aver mangiato a causa di una maggiore attività del tratto digestivo;
  • sensazione di pesantezza, esplosione, gonfiore nella regione epigastrica, osservata immediatamente dopo aver mangiato;
  • la presenza di reflusso può parlare di placca giallastra nella lingua e un sapore amaro in bocca;
  • A volte c'è bruciore di stomaco, che di solito indica un'eccessiva secrezione di acido cloridrico, ma si verifica anche con una diminuzione dell'acidità dello stomaco;
  • nausea accompagnata da vomito, in cui è presente vomito bile - anche evidenza di reflusso gastroduodenale;
  • spesso con reflusso, c'è un'erogazione involontaria, la cui causa è precisamente l'espulsione del cibo dalla bile dall'intestino allo stomaco.

Va notato che il mezzo alcalino predomina nell'intestino e quello acido nello stomaco. Quando la bile viene mescolata con il succo pancreatico, si ottiene una sostanza aggressiva che è in grado di distruggere la barriera mucosa delle pareti dello stomaco e iniziare a decomporre i tessuti interni. Le emissioni a lungo termine di succo duodenale sono pericolose, in quanto causano metaplasia dell'epitelio dello stomaco, infiammazione della mucosa, comparsa di erosioni e ulcere.

Classificazione dei reflussi gastrici duodenali

Il quadro clinico nel movimento inverso del contenuto dell'intestino dipende dal grado di sconfitta dell'epitelio gastrico, secondo il quale i reflussi sono classificati:

  1. La gastrite superficiale reflusso duodenite è una patologia che non porta alla distrofia delle ghiandole gastriche, ma lo strato superficiale dell'epitelio sta già iniziando a degenerare insieme alla sua funzione rigenerativa. Con il reflusso prolungato, la distrofia colpisce le cellule delle ghiandole, si verifica l'infiltrazione della mucosa.
  2. Il reflusso gastrico duodenale catarrale sullo sfondo della gastrite si verifica a causa dell'intossicazione da sostanze chimiche, prodotti stantii, sotto l'influenza dell'uso a lungo termine di determinati farmaci o di allergie alimentari. Questo è accompagnato da infiammazione della mucosa, trasformandosi in edema e la distrofia dell'epitelio in conseguenza di infiltrazione di leucociti attivati ​​dell'attività secretoria, che è stato successivamente sostituito dal fallimento secretoria. In alcuni casi, l'infiammazione diffonde l'intestino, provocando la comparsa di gastroenterocolosi.
  3. La gastrite da reflusso gastrico duodenite, come suggerisce il nome, è caratterizzata dalla comparsa di erosioni, che sono localizzate nello strato epiteliale, senza influenzare il sottostante, il tessuto cicatriziale non si forma durante la guarigione. La causa di questo tipo di patologia sono le emissioni di bile che si verificano durante l'alcol e l'intossicazione chimica, sotto l'influenza dello stress. Tra le complicazioni si osservano spesso patologie endocrine, disturbi somatici.
  4. La gastrite duodenite da reflusso biliare è caratterizzata da una tale violazione come discinesia biliare, accompagnata da malfunzionamenti degli sfinteri. La causa di ciò sono malfunzionamenti nella motilità sincrona della cistifellea e del dotto biliare causati da malnutrizione, disturbi psicoemotivi.

Va notato che il reflusso gastrico erosivo e il reflusso duodenite superficiale sono le forme più lievi di malattie che spesso si verificano asintomaticamente e senza conseguenze irreversibili.

diagnostica

Nella maggior parte dei casi, la diagnosi di reflusso GI non è difficile, ma la diagnosi più accurata può essere ottenuta conducendo un esame completo del paziente, tra cui:

  • Ultrasuoni della cavità addominale;
  • electrogastrogram;
  • pH-metria intragastrico;
  • Radiografia della cavità gastrica mediante mezzo di contrasto;
  • studio fibrogastroduodenoskopicheskoe.

Importante! L'autotrattamento del gastro-reflusso duodenale è inaccettabile. La sintomatologia di questa malattia è simile sotto molti aspetti ad altre patologie del tratto gastrointestinale, pertanto il regime di trattamento deve essere determinato solo dal gastroenterologo e solo sulla base dei risultati di un sondaggio completo.

Le cause del reflusso gastrico duodenale

Per lungo tempo, si riteneva che la causa del gastro-reflusso duodenale fosse una reazione protettiva del corpo all'infiammazione della mucosa gastrica, quando il succo gastrico con acidità entrò nello stomaco 12. Con il rilascio inverso del succo duodenale nello stomaco, è alcalinizzato, il che presumibilmente riduce l'acidità, prevenendo ulteriori danni all'epitelio gastrico.

Allo stato attuale, una serie di studi speciali hanno dimostrato che questa opinione è errata: i succhi duodenali, quando ingeriti, provocano ulteriori danni alla barriera mucosa. Ciò contribuisce alla penetrazione di ioni idrogeno dal liquido nello strato sottomucosa duodenale dello stomaco, che stimolano l'attività delle ghiandole antrali, specializzata nella secrezione di gastrina, che aumenta l'acidità e non ridurlo.

In effetti, lo sviluppo della DGR è influenzato da una varietà di fattori, dalle violazioni del funzionamento della funzione motoria dello stomaco e del PDC all'insufficienza dello stomaco pilorico.

trattamento

Lo scopo della terapia di questa patologia è la normalizzazione del funzionamento del duodeno e dello stomaco, nonché dell'intero tratto gastrointestinale. Inoltre, la terapia farmacologica è completata da una dieta terapeutica, che esclude l'uso di alimenti dannosi per il tratto digestivo.

I farmaci vengono utilizzati per neutralizzare gli effetti nocivi della bile sulla mucosa gastrica, nell'esofago e nella bocca, aumentare il tono dello sfintere e rimuovere rapidamente il contenuto dello stomaco dal corpo.

Ripristino si ottiene una prescrizione motilità-agonisti dei recettori oppioidi muscoli gastrointestinali (Trimedat) per effetti di succo duodenale neutralizzazione su gastriche preparazioni mucosa incontrano di inibitori della pompa protonica (Omez) per una migliore digestione prescrivere farmaci che bloccano i recettori della serotonina / dopamina (Reglan). Infine, per aiutare sbarazzarsi di farmaci bruciori di stomaco di antiacidi (Almagel, Fosfalyugel).

Il reflusso duodeno-gastrico sullo sfondo della gastrite superficiale, la forma più semplice di patologia, può essere interrotto senza terapia farmacologica - seguendo attentamente la dieta, ma questo trattamento sarà più prolungato e non garantisce la cura della gastrite.

Dieta con reflusso duodenogastrico

Il principio di una corretta alimentazione in DGR è praticamente uguale alla dieta utilizzata nel trattamento della gastrite.

Raccomandazioni generali - di escludere dalla dieta (o ridurre al minimo l'uso di) fritti, grassi, cibi piccanti, evitare alcol e tabacco, agrumi, cioccolato, pane fresco, farina, pomodoro fresco, aglio.

La dieta DGR dovrebbe essere formata sulla base dei seguenti piatti:

  • zuppe vegetariane, brodi di carne magro;
  • insalate di frutta / verdura (è vietato utilizzare prodotti acidi e digeribili);
  • yogurt, ricotta a basso contenuto di grassi;
  • acqua minerale, composta da frutta secca.

Pertanto è necessario aderire alle raccomandazioni che contribuiranno a ridurre il carico sul tratto gastrointestinale e prevenire la progressione dei processi infiammatori:

  • deve essere fornita una modalità di alimentazione frazionata (tre pasti principali e tra 2 e 3 in più) con un dosaggio ridotto di prodotti;
  • dovrebbe formare un menu basato su prodotti facilmente digeribili che non hanno un effetto irritante sull'epitelio gastrico;
  • masticare accuratamente il cibo - enzimi contenuti nella saliva, assicurare la digestione preliminare del cibo prima che entri nel tratto digestivo;
  • per un'ora dopo aver mangiato, non assumere una posizione orizzontale (cioè, mentire);
  • con gastrite da reflusso duodenale dovrebbe evitare l'attività fisica associata all'uso dei muscoli addominali per 40-60 minuti dopo aver mangiato;
  • Non indossare indumenti aderenti e utilizzare cinture strette che possano aumentare la pressione intra-addominale, provocando reflusso;
  • mostra passeggiate giornaliere (minimo ogni ora).

prospettiva

Nella maggior parte dei casi, la prognosi per il trattamento del gastro-reflusso duodenale sembra essere favorevole, ma non bisogna dimenticare che per evitare ricadute è necessario liberarsi dalle patologie di accompagnamento - gastrite e / o duodenite.

Durante i periodi di remissione, si dovrebbe continuare ad osservare la dieta corretta, monitorare costantemente il peso corporeo, abbandonare le cattive abitudini e poi si dimenticheranno di eventuali problemi del tratto gastrointestinale.

Reflusso gastrico duodeno: che cos'è, i sintomi, il trattamento

Il reflusso duodeno-gastrico (DGR) è un disturbo del sistema digestivo, che è accompagnato dall'ingestione del contenuto dell'intestino tenue nello stomaco. Di norma, la malattia indica la condizione patologica di uno o più organi dell'apparato digerente, ma viene anche diagnosticata come una malattia indipendente.

Le varianti ricorrenti di scrittura gastrica duodenale, gastrica duodenale o reflusso gastrico non sono corrette.

DGR - che cos'è?

La malattia indipendente è piuttosto rara - nel 30% dei casi. Di norma, la RDT è un sintomo concomitante di patologie gastrointestinali: gastrite cronica, lesioni ulcerative dello stomaco e del duodeno (KDP), gastroduodenite, duodenite.

La patologia può anche svilupparsi come conseguenza dell'intervento chirurgico - dopo l'escissione della cistifellea, la sutura di ulcere perforate dello stomaco o PDC.

Ci sono segni di malattia da reflusso duodenogastrico in persone sane. Nel 15% della popolazione, il cibo dall'intestino superiore può tornare allo stomaco, il che non significa sempre una condizione anormale dell'apparato digerente.

Molto spesso, i calchi si verificano durante la notte e durante lo sforzo fisico senza causare un aumento del livello di acidità dell'ambiente gastrico e senza provocare sensazioni di disagio.

Tuttavia, il decorso prolungato del reflusso gastroduodenale è pericoloso per lo stato dell'apparato digerente. Gli enzimi attivi contenuti nella bile, agiscono in modo aggressivo sulle pareti dello stomaco, traumatizzando il guscio protettivo. Nel tempo, questo effetto chimico porta alla gastrite da reflusso - "erosione" dello strato protettivo e infiammazione delle pareti degli organi interni.

Inoltre, la pressione viene aumentata nello stomaco e contenuto intestinale può essere spinta ulteriormente. Diversamente RDT convenzionale (1 grado), quando il cibo non supera lo stomaco, 2 gradi DGR caratterizzato reflusso del contenuto duodenale nell'esofago (duodeno-gastro-esofageo) o nella cavità orale (duodeno reflusso esofago-gastro-orale).

Sintomi di reflusso duodenale-gastrico

Perché la malattia si verifica e come procede? Tra le principali cause di patologia sono:

  • stenosi gastroduodenale - bassa permeabilità della parte pilorica dello stomaco, restringimento dell'apertura di uscita che porta al PDC;
  • aumento della pressione nella regione superiore dell'intestino tenue;
  • disturbo dell'attività motoria dello stomaco e del duodeno;
  • processi infiammatori cronici che si verificano negli organi dell'apparato digerente (gastrite, ulcere gastriche, cancro), nonché prolungata esposizione a fattori avversi mucosi (fumo, abuso di alcool, uso a lungo termine di farmaci);
  • dieta impropria;
  • conseguenze dell'intervento chirurgico;
  • l'indebolimento dei muscoli esofagei può contribuire alla gravidanza.

Spesso l'impatto sullo sviluppo della patologia ha diversi fattori contemporaneamente.

Quali sono i segni del reflusso duodenogastrico

Rivelare i sintomi luminosi della malattia non è facile, perché sono simili alle manifestazioni di altre patologie nell'attività dell'apparato digerente. A volte una persona non sente alcun disagio e il disturbo viene diagnosticato a caso quando si gestiscono lamentele su altri problemi.

I segnali indicativi di fusione retrograda di contenuti duodenali nello stomaco sono:

  • dolore convulsivo nella parte superiore dell'addome a seguito dell'ingestione;
  • sensazione di gonfiore, pienezza dello stomaco, aumento della formazione di gas;
  • bruciore di stomaco e rigurgito con un sapore aspro;
  • ruttare con l'aria;
  • sapore amaro in bocca;
  • nausea, vomito (resti di cibo con la bile);
  • placca densa nella lingua del giallo.

Il rischio di DGR è che, scorrendo in modo asintomatico, può provocare complicazioni: forma gastroesofageo, gastrite da reflusso, metaplasia intestinale dello stomaco o dell'esofago, crescita di tumori tumorali.

Anche il sistema respiratorio è influenzato negativamente: a causa della RDT, alcuni pazienti sviluppano asma, bronchite e soffrono di polmoni.

Tutti questi gravi cambiamenti sono associati agli effetti aggressivi degli enzimi intestinali e della bile sulla mucosa gastrica e sull'esofago che sono esposti a ustioni chimiche.

Diagnosi della malattia

Determinare la DGR da segni esterni e reclami del paziente non è sempre possibile. Per escludere disturbi simili nel lavoro del tratto digestivo, è necessario sottoporsi alla procedura di esofagogastroduodenoscopia (EFGDS) - esame della cavità dello stomaco e dell'intestino tenue con una sonda con una camera speciale. Questo studio aiuta a stabilire la condizione della mucosa, ma è esso stesso in grado di provocare la DGR.

Il metodo diagnostico più accurato per la verifica della patologia è il pH-metria giornaliero dell'ambiente gastrico. Le fluttuazioni nell'acidità del succo gastrico durante la notte sono accuratamente analizzate, poiché non sono correlate all'assunzione di cibo e all'esercizio fisico.

La diagnosi di GDR viene effettuata se il pH gastrico sale sopra 3. E quando si studia il succo gastrico in esso, devono essere rilevate le impurità della bile.

L'elettrogastroenterografia e la manometria antrodenodenale forniscono informazioni sulla funzione motoria dello stomaco e del duodeno.

Trattamento del reflusso gastrico duodenale

Prima di tutto, è necessario eliminare le malattie concomitanti che hanno comportato e DGR: gastrite, gastroduodenite, ulcera, duodenite.

La normalizzazione del funzionamento del tratto gastrointestinale è possibile solo con l'approccio integrato: l'uso di farmaci, il cambiamento del modo di vivere, il rifiuto delle cattive abitudini.

Terapia farmacologica

Il trattamento del reflusso gastroduodenale dipende dalla causa del suo aspetto. Solitamente farmaci prescritti come:

  • farmaci che normalizzano la peristalsi del tratto gastrointestinale superiore (Trimedat);
  • procinetici, stimolando l'attività motoria dello stomaco e del duodeno e promuovendo un migliore movimento del cibo attraverso il tratto digestivo (Ceruel);
  • farmaci che neutralizzano l'effetto della bile nello stomaco (Rabeprazole, Nexium, Omez);
  • farmaci che riducono l'acidità del succo gastrico, oltre ad alleviare i sintomi spiacevoli, come il bruciore di stomaco (Almagel, Maalox).

Raccomandazioni nutrizionali

Il reflusso duodeno-gastrico dovrà essere trattato con entrambe le compresse e la dieta:

  • è importante rispettare la dieta: prendere il cibo in una volta 4-6 volte al giorno, se possibile, tagliare le porzioni per non abituarsi a mangiare troppo;
  • il cibo deve essere cotto a vapore o saldato; è consentita la cottura nel forno. I piatti fritti dovrebbero essere completamente esclusi dalla loro dieta;
  • la temperatura ottimale del pasto pronto è di 35-37 gradi. Troppo caldo o eccessivamente freddo può danneggiare la mucosa;
  • meglio mangiare cibo tagliuzzato o masticarlo bene;
  • dopo un pasto non puoi mentire, è meglio fare una mezz'ora a piedi, evitando carichi pesanti;
  • rifiutare desiderare da prodotti che irritano le mucose -, piccante, aspro, cibi in salamoia salati, affumicati e prodotti in scatola, lievito di pane, agrumi, pomodori, cipolle e aglio, bibite, caffè;
  • nella razione devono prevalere zuppe e cereali zuppe, carne magra e pesce, così come latte magro; aiuta l'avanzamento del contenuto duodenale attraverso l'intestino usando crusca, verdure fresche (ad eccezione di cavoli, cetrioli, fagioli di asparagi) e frutta (non acida).

Il rifiuto di abitudini dannose - l'alcol, il fumo di tabacco - diventerà un passo efficace verso la guarigione.

Inoltre, la somministrazione non sistematica di farmaci (in particolare i farmaci antinfiammatori coleretici e non steroidei - aspirina, ibuprofene, diclofenac) deve essere interrotta o consultata con un medico in merito alla loro sostituzione.

Ricette popolari

Un aiuto alternativo nel trattamento della DGR può essere la medicina popolare:

Tisana: erba di San Giovanni, camomilla, achillea. Le proporzioni sono scelte per il gusto. Assumere due volte al giorno. Tale infusione aiuta anche nei processi infiammatori del tratto digestivo.

Semi di lino sporchi L'acqua a temperatura ambiente versa il seme di lino (per 1 cucchiaio da tavola - mezzo bicchiere d'acqua). Viene assunto a stomaco vuoto dopo che il lino secerne il muco, che protegge le pareti degli organi interni.

Contro il vomito, aiuta le foglie dello smokey (2 cucchiai per mezzo litro di acqua bollente). Infondere per un'ora. Prendi 50 ml ogni due ore.

Le foglie di radice, che possono essere masticate o aggiunte al tè, aiutano a ripristinare la funzione motoria del tratto digestivo.

Attiriamo la vostra attenzione sul fatto che i rimedi popolari non sono la base del trattamento! Prima di tutto devi visitare un gastroenterologo o un terapeuta!

Prevenzione del reflusso duodenogastrico

La dieta scorretta e il suo effetto - l'obesità provocano lo sviluppo della DGR. Pertanto, il mantenimento del tuo corpo in un tono e attitudine attenta al cibo consumato sono le principali misure preventive per preservare la tua salute.

Inoltre, dovresti cercare un aiuto professionale in caso di sintomi spiacevoli, trattare le malattie diagnosticate dell'apparato digerente, ascoltare i consigli dei medici e seguire le loro raccomandazioni.

Cos'è il reflusso-gastroduodenite?

Quando viene diagnosticato il reflusso gastroduodenite? Il tratto gastrointestinale consiste in sezioni separate, lungo le quali il cibo sta avanzando. In essi viene digerito e assorbito, ed i prodotti latrine vengono poi rimossi dal corpo naturalmente. Quando un tale processo viene interrotto e c'è un flusso inverso di cibo, si verifica reflusso. Se il cibo dallo stomaco rifluisce nell'esofago, con diagnosi di gastrite reflusso o malattia da reflusso gastroesofageo (GERD), se il contenuto del duodeno ricade nello stomaco, v'è reflusso gastro-esofageo.

Il quadro clinico del reflusso duodenale-gastrico

Fino a poco tempo fa, la gastroduodenite da reflusso era considerata medicina ufficiale solo come un sintomo che accompagna altre malattie del tratto gastrointestinale. E solo nel 30% di pazienti si alza indipendentemente, senza mostrare segni clinici. In questi casi, la patologia non influisce negativamente sul tratto gastrointestinale. Pertanto, pochi conoscono la gastroduodenite GDR (reflusso duodeno-gastrico), i suoi sintomi sono simili a quelli di altre condizioni patologiche che si presentano nello stomaco o nel duodeno. Qui ci sono i più comuni di loro:

  • Dolori spastici che compaiono un'ora dopo aver mangiato.
  • Sentimento costante di raspiraniya nell'addome, il suo gonfiore dopo aver mangiato.
  • Bruciore di stomaco.
  • Eruttazione acida.
  • Sapore amaro in bocca, che sprigiona il gusto del metallo.
  • Rivestimento giallo sulla lingua.

Segni simili sono presenti sia nella gastrite che nella duodenite. Identificare il reflusso gastroduodenite aiuta solo fibrogastroduodenoscopia. Se il fenomeno descritto procede in modo indipendente, il suo trattamento si riduce all'osservanza di una dieta rigorosa. È costruito sulla base di diverse regole, che dovrebbero essere discusse separatamente.

Trattamento della gastroduodenite da reflusso

Ci sono malattie che sono facili da trattare. Uno di questi è il reflusso gastroduodenite, il trattamento di esso è un processo lungo. Il paziente dovrà cambiare il suo stile di vita, imparare a mangiare bene, mangiare cinque volte al giorno in piccole porzioni, abbandonare completamente l'alcol, dimenticare e gli eccessi gastronomici.

Nel menu di DGR e GERB è necessario includere solo piatti digeribili. La maggior parte del cibo dovrebbe essere divisa in tre parti, tra le quali è importante organizzare degli snack. Impediranno la fame - il principale provocatore. Per gli snack, è meglio scegliere alimenti che aiutano a eliminare la bile. Questi sono cracker, scricchiolii di segale, crusca e fegato d'avena.

Se il paziente ha DGR gastroduodenite, tutto il cibo deve essere accuratamente masticato durante il pasto, assicurarsi che il cibo sul tavolo fosse caldo.

Queste sono raccomandazioni generali, ma ci sono regole speciali che dovrebbero essere comprese da tutti quelli con reflusso-gastroduodenite cronica:

  • Non puoi assumere una posizione orizzontale per un'ora dopo il pasto principale.
  • Non puoi allenarti per un'ora dopo pranzo e cena ed esercitare attività fisica intensa.
  • Non indossare abiti che possano creare una pressione intrauterina elevata (abiti con larghe cinture strette) per lungo tempo.
  • È necessario condurre uno stile di vita attivo, più per camminare all'aria aperta.
  • Gli appassionati di alcol e fumo dovranno dimenticare le loro cattive abitudini nella forma cronica della malattia.

Cosa posso mangiare con gastroduodenite da reflusso?

Scegliendo i prodotti, è necessario capire che la gastroduodenite reflusso duodeno-gastrico è una patologia che combina due malattie: la gastrite e la duodenite. Pertanto, osservando la dieta, è necessario prendere in considerazione le peculiarità dei due disturbi e cercare i momenti che li uniscono.

Quindi, ad esempio, sia qui che qui puoi mangiare solo varietà magre di carne e pesce, hanno bisogno di essere cucinate per una coppia. Prodotti a base di latte acido vietati e succhi di frutta. Sono ammessi i latticini: latte, latte scremato e yogurt. È possibile creare un menu studiando la dieta "Tabella 1" e "Tabella № 2" e tutti i momenti incomprensibili da coordinare con il gastroenterologo.

È importante capire che una dieta non può aiutare se le cause della malattia non sono state eliminate. Quasi tutti i sintomi torneranno subito dopo la fine. Pertanto, è così importante non impegnarsi nell'auto-medicazione. Va sempre ricordato che i primi facili stadi della patologia, come il reflusso-gastroduodenite superficiale, sono facilmente curabili. Se non si adottano misure per il recupero, la forma superficiale della malattia si sviluppa rapidamente in una cronica, che è caratterizzata da un decorso prolungato.

Affrontarli sarà molto più difficile. Per aiutarti devi chiamare per i farmaci. È complesso Il medico consiglierà di prendere procinetici, antiacidi, bloccanti del recettore dell'istamina. Bene aiuta la fisioterapia, la medicina tradizionale. Ma devono necessariamente andare in coppia con le medicine.

Gastrite superficiale reflusso duodenale gastrico di cosa si tratta?

Reflusso-gastrite cronica antrale superficiale

Inserito il: 25 giugno alle 16:20

Ritieni ancora GASTRIT? È necessario trattare non una conseguenza, ma la causa - dice Olga Kirovtseva.

Molte persone ora soffrono di sensazioni di disagio nello stomaco. Ma poche persone pensano seriamente a ciò che sono chiamati e che cosa fare con loro. Accade spesso che i pazienti e non sospettano lo sviluppo di patologie abbastanza gravi nel sistema digestivo, dal momento che non si mostrano. Tali malattie includono varie forme di gastrite da reflusso.

Di norma, con gastrite da reflusso superficiale, i problemi iniziano a svilupparsi, gradualmente peggiorando a lesioni più gravi. Per questa forma della malattia, sono caratteristiche le alterazioni distrofiche nello strato epiteliale superiore della mucosa gastrica. Naturalmente, viene ripristinato molto più lentamente del solito. Se lo stomaco non viene trattato in tempo, gradualmente la sua prolungata irritazione passerà alla struttura ghiandolare della mucosa.

Gastrite superficiale di DGR (reflusso duodenale-gastrico)

Se il ritorno gettarsi è collegata con l'infiammazione nel duodeno, i cambiamenti dell'endometrio e la debolezza del piloro, che si trova di fronte a lei, poi parlare di gastrite superficiale con reflusso duodeno-gastrico (DGR). Così tutti i contenuti ritorna allo stomaco, oltre al set di enzimi estranei e la bile. Essi creano un ambiente molto ostile intensamente irritare la mucosa, causando il suo rigonfiamento e degenerazione. I medici dicono che la DGR può anche presentarsi come una malattia indipendente. In percentuale, il numero di tali casi è ridotto al 30%. A volte anche le persone sane hanno condizioni simili. Solo loro non causano disagio e danno, rimanendo una variante della norma. Oltre ai sintomi generali caratteristici della gastrite da reflusso superficiale, in questo caso si può osservare anche:

  • dolore nella regione epigastrica sotto forma di spasmi;
  • sensazione di bruciore di stomaco;
  • ruttare con un sapore aspro o il contenuto dello stomaco;
  • placca gialla sulla lingua; sapore amaro in bocca.

Molto spesso vi è una gastrite reflusso superficiale antrale, poiché il processo infiammatorio della mucosa si sviluppa in questa parte dello stomaco.

Metodi per diagnosticare la gastrite da reflusso superficiale

Niente più gonfiore, diarrea, bruciore di stomaco, pesantezza e altri sintomi di GASTRITIS! I nostri lettori per il trattamento della gastrite usano già questo metodo. Leggi di più

Mentre la malattia progredisce antro senza alcun sintomo, si può andare in gastrite cronica reflusso superficiale. Poiché è impossibile formulare una diagnosi sulla base dei soli sintomi, i medici utilizzano una serie di metodi per questo scopo:

  1. Quantitativo (radiografia, analisi del succo gastrico per biochimica, che aiuta a determinare esattamente quanta bilirubina e acidi biliari in esso, ionomonometrici, radioisotopi).
  2. Qualitativo (studi di laboratorio fibrogastroduodenoscopici del contenuto dello stomaco o del vomito per la rilevazione della bile).

Trattamento della gastrite da reflusso superficiale

Per risolvere il problema, si ricorre a tali metodi:

  • farmacologico;
  • fisioterapia;
  • terapia dietetica;
  • intervento chirurgico

Il compito principale di tutti i metodi terapeutici in questo caso è di ridurre l'aggressività dell'effetto biliare sulle pareti dello stomaco ed eliminarne l'entrata in esso. Inoltre, è necessario regolare la motilità dell'organo digestivo, in modo che funzioni in modo più armonioso e venga normalmente svuotato dei contenuti. Per quanto riguarda i farmaci, il loro impatto globale dovrebbe essere finalizzato a risolvere i seguenti problemi.

  1. Accelerare il progresso del cibo.
  2. Creare un film protettivo per prevenire un'ulteriore irritazione della mucosa.
  3. Conversione della bile e dei suoi acidi corrosivi in ​​una forma solubile in acqua.
  4. In alcuni casi, sono prescritte vitamine C, A, E.

Il trattamento della gastrite da reflusso superficiale viene effettuato con l'ausilio di elettroforesi e procedure termiche sotto forma di scaldini, ozocerite e applicazioni di paraffina. La diatermia ha anche un buon effetto. È applicabile nella ghiandola surrenale. La fisioterapia riduce il dolore, ma non tutti. Se il paziente ha aumentato l'acidità, allora il loro decorso può provocare un aumento della sua produzione e aggravare le condizioni generali.

Non l'ultimo posto nel trattamento è occupato da acque minerali. A seconda di quanto fortemente secreta la secrezione di acido cloridrico, vengono prescritti con una maggiore o minore pausa tra i pasti. È importante smettere completamente di fumare e bere alcolici, tè e caffè. I preparati che hanno un effetto irritante sulla mucosa gastrica dovrebbero essere prescritti solo da un medico. L'automedicazione è inaccettabile.

L'operazione è ricorsa nel caso di:

  • sanguinamento nello stomaco;
  • debolezza del piloro;
  • comparsa di tumori;
  • cicatrici, peggioramento della peristalsi.

Dieta con gastrite da reflusso superficiale

La dieta nella malattia della gastrite da reflusso superficiale implica il monitoraggio del rispetto dei suoi principi fondamentali:

  1. I pazienti devono imparare a non mangiare troppo e a mangiare piccoli pasti fino a 5-6 volte al giorno. Non è necessario sdraiarsi dopo un pasto. Ciò contribuisce al suo ritardo nello stomaco, che può innescare un reflusso.
  2. Farò meglio a cucinare al vapore, al forno o bollito. È desiderabile macinarlo.
  3. Rimuovere dalla dieta dovrebbe essere tutto grasso, fritto, affumicato, acido, salato e acido.
  4. Per quanto riguarda la carne e il pesce, dovrebbero essere preferite le varietà non grasse.
  5. I brodi sono meglio per cucinare verdura.
  6. Dal pane puoi fare biscotti o mangiarlo ieri.
  7. Non puoi bere acqua gassata, ci sono frutta e verdura fresca acida.
  8. Naturalmente, non vale la pena parlare di fast food e altri prodotti sintetici.

Tutti i pazienti con gastrite cronica superficiale dovrebbero andare al gastroenterologo due volte all'anno e seguire corsi terapeutici per mantenere il periodo di remissione o alleviare la riacutizzazione. Di regola, è fatto in autunno o in primavera, quando la malattia si fa sentire. Se la recidiva non viene osservata per tre anni, il paziente viene rimosso dal dispensario. La gastrite da reflusso superficiale non deve essere iniziata. È meglio iniziare il trattamento in tempo, quindi non ricorrere a metodi radicali.

In segreto

  • Sei stanco di dolori allo stomaco, nausea e vomito...
  • E questo costante bruciore di stomaco...
  • Per non parlare dei disturbi dello sgabello, che si alternano alla stitichezza...
  • A proposito di un buon umore da tutto questo e ricorda nauseante...

Pertanto, ti consigliamo di leggere la storia di Olga Kirovtseva sulla sua cura da GASTRITA. Leggi di più »

Qual è il reflusso gastrico duodenale? Sintomi e trattamento della malattia

DGR e le ragioni del suo verificarsi

Il reflusso duodenale-gastrico (DGR) si verifica in più della metà della popolazione. Nel 10-15% delle persone questa condizione si verifica sporadicamente, ad esempio, con uno sforzo fisico grave o durante il sonno. Questo stato non è manifestato da sintomi clinici e non è considerato una patologia.

La prevalenza delle informazioni mediche portò al fatto che il termine "reflusso duodeno-gastrico" cominciò a essere distorto. In alcuni mezzi di informazione, è possibile trovare reflusso gastrico duodenale o reflusso gastroduodenale. Queste opzioni sono errate.

Episodi prolungati e frequenti di DGR possono portare a una ristrutturazione irreversibile della mucosa gastrica, alla formazione di ulcere e allo sviluppo di gastrite cronica. La maggior parte dei casi di reflusso gastrico-duodenale-gastrico compare in pazienti sottoposti a chirurgia-gastrectomia.

Altri fattori che contribuiscono al problema:

  • intossicazione da alcool e fumo;
  • periodo di gravidanza;
  • malattie infiammatorie della cistifellea, del pancreas e del fegato;
  • prendendo alcuni farmaci che influenzano la muscolatura liscia dell'intestino e dello stomaco;
  • situazioni stressanti e imprecisioni nell'alimentazione;
  • eccesso di peso

Sintomo di reflusso duodenale-gastrico

Le manifestazioni cliniche della RDT sono non specifiche e simili alla maggior parte delle altre condizioni patologiche del tratto gastrointestinale. La DGR è spesso associata al reflusso gastro-esofageo (gettando il contenuto dello stomaco nell'esofago), poiché queste due malattie hanno fattori di sviluppo comuni.

I segni clinici della malattia dipendono dalle caratteristiche individuali del paziente e dalla gravità della malattia. La DGR può manifestarsi con i seguenti sintomi:

  • bruciore di stomaco e rigurgito;
  • dolore dietro lo sterno e nella regione epigastrica;
  • deglutizione dolorosa;
  • un retrogusto sgradevole e un odore dalla bocca;
  • una sensazione di trabocco dello stomaco;
  • gonfiore addominale;
  • nausea, meno spesso - vomito con una miscela di bile;
  • con la concomitante sconfitta dell'esofago, si verifica un'interruzione nel lavoro delle vie respiratorie (raucedine, tosse secca, sudorazione nella gola) e distruzione dello smalto dei denti.

Sfortunatamente, la gravità di DGR non corrisponde sempre alla gravità dei sintomi. Oltre l'80% dei casi di variazioni del pH nello stomaco e nell'esofago non sono accompagnati da sensazioni soggettive. Il paziente impara più spesso della malattia, quando si sviluppano cambiamenti irreversibili nella mucosa, c'è un'ulcera, una gastrite o altre complicazioni.

Criteri diagnostici

Per la diagnosi di GDR utilizzare:

  • pH-metria lungo, che consente di registrare la frequenza, la durata e il grado di espressione del reflusso;
  • radiografia con l'uso di mezzo di contrasto, attraverso il quale è possibile rilevare l'ingresso di contrasto dal duodeno nello stomaco, e anche per rilevare un'ernia del diaframma;
  • elettrogastroenterografia, che fornisce informazioni sull'attività contrattile dello stomaco e del duodeno;
  • FGDS (fibrogastroduodenoscopia), che consente di valutare la lesione della mucosa gastrica e dell'esofago, per identificare la presenza di ulcere, erosioni e valutare la gravità del processo patologico.

Se nel paziente viene rilevato un reflusso duodeno-gastrico durante l'esercizio programmato della GVHD, che non è accompagnato da un cambiamento nella mucosa gastrica e nei segni clinici, viene lasciato senza attenzione e non viene considerato una patologia.

Come trattare il reflusso gastrico duodenale?

La maggior parte dei pazienti si chiede se questo problema possa essere risolto. La malattia è ben curabile nelle fasi iniziali, quando la ristrutturazione irreversibile della mucosa gastrica non ha avuto inizio e il processo non ha acquisito un decorso cronico. In questi casi, un trattamento e una prevenzione adeguati proteggeranno dallo sviluppo delle complicanze DGR. Gli obiettivi della terapia sono di eliminare i sintomi, migliorare la qualità della vita del paziente, calmare la mucosa gastrica irritata, evitare o eliminare le complicanze della malattia.

  • dopo aver mangiato, non piegarsi in avanti e assumere una posizione orizzontale;
  • durante il sonno la testa dovrebbe essere massimamente elevata;
  • Non mangiare prima di andare a letto;
  • evitare abiti stretti e attillati, corsetti e cinture;
  • ci sono piccole porzioni;
  • La dieta in questa malattia implica il rifiuto di grassi, caffè, cioccolato, alcol e agrumi;
  • controlla il tuo peso;
  • evitare l'uso di farmaci che possono provocare reflusso (sedativi, nitrati, beta-bloccanti, tranquillanti, ecc.).

La terapia conservativa include:

  1. Prendendo preparazioni antiacido come Smecta, Almagel, ecc. Questi rimedi vengono utilizzati per eliminare i sintomi di bruciore di stomaco, eruttazione e retrogusto sgradevole in bocca.
  2. Prokinetics (Tserukal, Raglan, Motilium). Questi farmaci regolano e migliorano la motilità gastrica, accelerando il suo svuotamento.
  3. Farmaci antisecretori (Ranitidina, Omeprazolo). Sopprime la formazione di acido cloridrico e accelera il processo di rigenerazione della mucosa.
  4. L'assunzione di preparati enzimatici (Creonte, Festal, ecc.) È prescritta quando la DGR è associata a malattie pancreatiche.
  5. Stimolanti della secrezione gastrica e agenti che migliorano l'apporto di sangue nella parete dello stomaco (Pentagastrin, Euphyllin, Trental).
  6. Acido ursodesossicolico, che sostituisce gli acidi biliari tossici.

Terapia con rimedi popolari

I preparativi di medicina tradizionale sono usati nello schema di trattamento complesso insieme con medicine. Per il trattamento della malattia usare:

  • erbe medicinali a base di erbe con effetti calmanti (camomilla, salvia, erba di San Giovanni);
  • un po 'di semi di lino ha proprietà avvolgenti e lenisce la mucosa infiammata dello stomaco;
  • la tintura di piantaggine e il tè dell'olivello aumentano la motilità e favoriscono lo svuotamento dello stomaco.

Il trattamento con i rimedi popolari dovrebbe essere effettuato insieme alla terapia medica e sotto la supervisione di uno specialista, al fine di non aggravare il decorso della malattia e ottenere un effetto positivo duraturo.

Reflusso duodenogastrico - trattamento, diagnosi

Il reflusso duodenogastrico (DGR) è una malattia in cui si verifica un trasferimento retrogrado dei contenuti dal duodeno allo stomaco. Molto spesso questa malattia viene diagnosticata come una sindrome che accompagna molte altre malattie dell'apparato digerente, ad esempio, gastrite cronica o ulcera peptica dello stomaco e del duodeno. Solo nel 30% dei casi i medici diagnosticano la DGR come una malattia indipendente. Va notato che il 15% delle persone sane può anche essere diagnosticato un reflusso duodenogastrico, che si verifica periodicamente (durante il sonno, l'esercizio fisico) e non causa sintomi clinici. Poiché in tali casi questa condizione non ha un effetto negativo sul sistema digestivo, la RDT non è considerata una malattia.

Sintomi di reflusso duodenogastrico

I sintomi di questa malattia sono pochi e per molti aspetti simili a quelli di altre malattie del tratto gastrointestinale. A volte la malattia è completamente asintomatica e viene diagnosticata accidentalmente durante fibroadastroduodenoscopy (FGDS), che viene effettuata per un'altra malattia.

I sintomi principali del reflusso duodenogastrico:

  • dolore nella regione epigastrica, il più delle volte di natura spastica, che appare dopo un po 'dopo aver mangiato;
  • sensazione di scoppiare, gonfiore dopo aver mangiato;
  • bruciore di stomaco. che si verifica anche dopo poco tempo dopo aver mangiato;
  • eruttare acido o aria;
  • nausea dopo aver mangiato, a volte vomito con la bile;
  • sapore amaro in bocca;
  • rivestimento giallastro sulla lingua.

La diagnosi della malattia di solito non presenta difficoltà per il medico. Se si sospetta un reflusso duodenogastrico, i pazienti vengono sottoposti a fibroadastroduodenoscopia (FGDS). Ad alcuni pazienti viene assegnata radiografia a contrasto dello stomaco e del duodeno.

Trattamento di GDR

Il trattamento dei pazienti con questa malattia dovrebbe essere completo. Nella maggior parte dei casi, i medici riescono a stabilire la causa del reflusso duodenogastrico e quindi, in primo luogo, è necessario iniziare il trattamento della malattia di base.

I pazienti dovrebbero cambiare il loro stile di vita. È necessario astenersi dal fumare e dal bere bevande alcoliche. L'uso di medicinali, in particolare aspirina, preparati coleretici, caffeina, è possibile solo secondo la prescrizione del medico. I pazienti devono controllare il peso corporeo e prevenire lo sviluppo dell'obesità. Il rispetto della dieta è parte integrante del trattamento.

Dietoterapia per DGR

I pazienti devono osservare una dieta frazionata, il cibo deve essere assunto in 5-6 ricevimenti, il binge eating non dovrebbe essere permesso, il cibo deve essere accuratamente masticato o pre-macinato. Preparare i piatti cuocendo in forno, a bagnomaria o bollente. Ci dovrebbe essere un cibo caldo, non è raccomandato l'uso di cibi freddi o caldi. Dopo aver mangiato per 1 ora non è possibile assumere una posizione orizzontale, consentire uno sforzo fisico, in particolare la tensione dei muscoli addominali.

La dieta con reflusso duodenogastrico elimina il consumo di cibi grassi, speziati, affumicati, fritti e salati. I frutti acidi, gli agrumi, i pomodori, le cipolle, l'aglio, alcuni prodotti a base di latte acido, il pane fresco e le bevande gassate devono essere rimossi dalla dieta.

Si raccomanda di mangiare crusca, purea di minestre, purea di cereali, carne e pesce di varietà a basso contenuto di grassi, latte, latte cagliato, verdure, frutta e bacche (ad eccezione di quelle aspre).

Il trattamento farmacologico dei pazienti con reflusso duodenogastrico è finalizzato alla normalizzazione della motilità del tratto gastrointestinale e alla regolazione della funzione di evacuazione motoria di tutte le parti del sistema digestivo. I farmaci che regolano l'attività motoria del tratto gastrointestinale comprendono Trimedat.

Prokinetics (Cerucal, Domperidone) sono anche prescritti per i pazienti, che aiutano ad accelerare lo svuotamento dello stomaco e promuovere il contenuto attraverso l'intestino tenue.

Al fine di neutralizzare l'azione del contenuto del duodeno sulla mucosa dello stomaco, ai pazienti possono essere prescritti farmaci - inibitori della pompa protonica (Omez, Nexium).

L'uso di altri medicinali ha lo scopo di combattere i sintomi della malattia. Per eliminare il bruciore di stomaco, vengono prescritti i preparati antiacidi, come Almagel, Gaviscon e Fosfalugel.

Il trattamento del reflusso duodenogastrico è necessario anche in quei casi in cui il paziente non ha sintomi della malattia e non lo infastidisce in alcun modo, poiché la DGR può portare allo sviluppo di una grave complicanza - la gastrite da reflusso.

Prevenzione della malattia da reflusso duodenogastrico

Per prevenire l'insorgere di questa condizione, è necessario monitorare la dieta e la dieta. Il cibo dovrebbe sempre essere assunto in modo uniforme, evitare l'eccesso di cibo. Dopo aver mangiato, non è consigliabile sdraiarsi, piegarsi, escludere l'esercizio, che può portare ad un aumento della pressione intra-addominale.

Dovrebbe limitare l'uso di caffè, cioccolato, prodotti da forno freschi, cibi grassi e fritti, alcool. La cessazione del fumo gioca un ruolo importante nella prevenzione della malattia.

A quale dottore applicare

Se si riscontra un reflusso duodeno-gastrico, è necessario consultare un gastroenterologo. Per compilare la giusta dieta, è necessaria una consultazione dietista.