I polipi nell'intestino sono i primi sintomi e manifestazioni. Diagnosi, rimozione e trattamento della poliposi a livello intestinale

Il corpo umano è costantemente rinnovato, spesso compare neoplasie che non recano danno diretto, ma non sono naturali dal punto di vista della fisiologia. Le forme benigne di crescita possono interferire con la normale attività vitale.

Quali sono i polipi nell'intestino?

Polipi - una patologia benigna, che è soggetta a lume dell'intestino o di altri organi cavi. Rappresentano una specie di tumore (un ammasso di cellule) di piccole dimensioni, che è attaccato con un piede o un'ampia base ai tessuti e sporge nella cavità intestinale. Tale formazione è caratteristica per qualsiasi età, specialmente nei pazienti che hanno ereditato la poliposi dell'intestino.

Quali sono i polipi nell'intestino?

Poliposi (codice ICD 10 - D12) si riferisce a malattie con eziologia non rilevabile (occorrenza). Ciò significa che la medicina moderna non è ancora in grado di determinare la causa della comparsa di neoplasie nell'intestino. Ci sono tre teorie che spiegano l'aspetto dei tumori, ma nessuno di questi è provato. Ognuno di essi ha una giustificazione scientifica, ma considera solo uno dei fattori chiave della poliposi:

  1. Teoria infiammatoria Le formazioni rappresentano uno stadio intermedio tra un tumore canceroso e un processo infiammatorio locale dell'organo, pur essendo un'entità benigna.
  2. La teoria del disregeneratore afferma che la malattia è una violazione o un'attivazione accidentale troppo frequente del processo di rigenerazione delle cellule danneggiate, il che porta ad un aumento di accumulo in questo luogo.
  3. Teoria embrionale Afferma che lo sviluppo embrionale patologico delle membrane mucose è coinvolto nella comparsa di tumori a causa di traumi o infiammazioni.

Un diverso approccio alla causa principale non contraddice il fatto che le ragioni per la formazione di polipi nell'intestino sono le seguenti (con le quali, secondo la maggior parte degli esperti):

  • predisposizione genetica (fattore ereditario);
  • alimentazione scorretta con il predominio di grassi animali, carboidrati;
  • stile di vita sedentario;
  • malattia da reflusso;
  • patologia dell'intestino.

Sintomi di polipi nell'intestino negli adulti

I polipi del retto, come il polipo dell'intestino crasso, non sono definiti nella maggior parte dei casi clinici, non hanno sintomi particolari. Il trattamento è molto difficile da avviare in tempo. Spesso, la terapia inizia con una forma sviluppata. I sintomi di polipi nell'intestino del complesso possono farti pensare di andare dal dottore. All'atto di esposizioni generali o comuni di malattia possibile o probabile è necessario consultarsi all'esperto. I sintomi della malattia sono i seguenti:

  • disagio nell'addome con dolore severo;
  • defecazione problematica e scomoda;
  • presenza di sangue, muco nelle feci;
  • frequente voglia di andare in bagno;
  • feci liquide periodiche non sistemiche;
  • alternanza di stitichezza, ostruzione, diarrea;
  • dolore all'addome, vomito, prurito, bruciore attorno al canale anale, comparsa di bande di muco sulle masse fecali (caratteristica della poliposi dell'intestino crasso).

Sintomi di polipi nell'intestino dei bambini

Il bambino non può determinare autonomamente la presenza della malattia da solo, quindi i genitori dovrebbero monitorare il benessere dei bambini. I principali segni di polipi nell'intestino dei bambini sono gli stessi dei pazienti adulti. In caso di feci problematiche o comparsa di sangue nelle feci del bambino, è necessario mostrare al medico. Ci sono diversi tipi di educazione nei bambini:

  1. Polipi giovanili Formato in 3-6 anni, la maggior parte è auto-assorbita senza conseguenze.
  2. Poliposi linfoide. Lo sviluppo della malattia si verifica nel periodo tra i sei mesi e la pubertà. I germogli primari si formano all'età di 1-3 anni. Questo modulo è soggetto a trattamento obbligatorio a causa del pericolo di patologie, sanguinamento, costante disagio, problemi con la defecazione.
  3. La sindrome di Peits-Jagers. La malattia è principalmente ereditaria. Le formazioni sono localizzate nell'intestino tenue o nel retto. Sviluppo a lungo termine, le prospettive positive non aboliscono il trattamento obbligatorio.
  4. Poliposi adenomatosa (poliposi familiare del colon). Crescita massiccia delle formazioni a 3000 unità di volumi ineguali, che tendono ad essere maligni.
  5. La sindrome di Gardner. Poliposi multipla nella localizzazione di neoplasie non solo nell'intestino, ma anche nello stomaco (formazioni iperplastiche), nella ghiandola tiroidea.

Tipi di polipi nell'intestino

A seconda della localizzazione nel corpo, la moderna classificazione endoscopica dei polipi distingue i seguenti tipi:

  1. Giovanile. Forma pediatrica della malattia che colpisce le mucose del retto. Sembra un grappolo d'uva con una superficie liscia (polipo sulla gamba). Tali formazioni non si sviluppano in forme maligne.
  2. Iperplastica. Formazioni a forma di cono di piccole dimensioni (2-4 mm). Anche con un gran numero appare come ispessimento della mucosa intestinale. Molto raramente vai al cancro.
  3. Il ghiandolare. La forma più comune della malattia, il secondo nome - polipi adenomatosi. Formazione di una forma circolare, con un grande aumento di oltre 2 cm nel 50%, si verifica la malignità.
  4. Il nasale - entrambi con lo stesso nome e ghiandolare-villoso.Questi polipi iperplastici hanno un tappeto o una forma nodosa, si trovano su un'ampia base. Localizzato nel retto e nel colon sigmoideo. Nel 90% dei casi diventano forme oncologiche.

Può un polipo crescere in un cancro?

Questa domanda viene posta da quasi tutti i pazienti che affrontano polipi. Anche se l'educazione è di per sé benigna, ma ha una tendenza alla rinascita: tutto dipende dall'età del paziente, dal sesso, dalla posizione delle formazioni. Sopra, c'erano gruppi di rischio esemplari con la probabilità di un esito del cancro per diversi tipi di neoplasie.

Per diverse localizzazioni, la degenerazione del polipo in cancro è prevista come segue:

Polipi nell'intestino: segni, sintomi, trattamento negli adulti

Le escrescenze polipoidi nell'intestino sono una delle patologie più comuni dell'apparato digerente. I polipi sono localizzati principalmente nell'intestino crasso e nel retto. Per lungo tempo crescono senza sintomi e vengono spesso rilevati per caso, durante il passaggio dell'esame endoscopico. A causa dell'alto rischio di malignità, i polipi nell'intestino si consiglia di essere rimossi chirurgicamente.

Quali polipi ci sono?

A seconda della struttura morfologica, i polipi intestinali possono essere dei seguenti tipi:

  • ghiandolare (adenomatosa);
  • iperplastica;
  • villoso (papillare);
  • giovanile;
  • ghiandolare-villoso (adenopapillare).

I polipi ghiandolari sono più comuni nell'intestino crasso. Sono rilevati da specialisti nella maggior parte dei pazienti con polipi. Il polipo adenomatoso è capace di ingrandimento (malignità). Esternamente, assomiglia a crescite di funghi situati lungo la membrana mucosa. Di solito il polipo adenomatoso ghiandolare non sanguina, motivo per cui l'inizio ritardato del trattamento è associato.

Il polipo iperplastico non è soggetto a malignità. È un morbido nodulo che si solleva leggermente sulla membrana mucosa. All'apparenza esteriore, l'intestino è praticamente invariato a causa delle piccole dimensioni della neoplasia (i polipi iperplastici di diametro non superano i 3-5 mm).

I polipi degli insetti possono essere sotto forma di nodi o formazioni striscianti di colore rosso intenso. Sono localizzati nel retto, hanno molte navi, quindi spesso sanguinano e rilasciano abbondanti secrezioni di muco. Si riferiscono a tumori benigni, ma sono soggetti a trattamento chirurgico.

Le escrescenze di poliposi giovanile possono raggiungere grandi dimensioni. Hanno una gamba e vengono rilevati principalmente nei bambini e negli adolescenti. Non sono inclini alla malignità. Si trovano singolarmente.

La forma intermedia tra le formazioni papillare e quella adenomatosa sono i polipi adenopapillari nell'intestino. Sono accompagnati da un rischio oncogenico medio.

Perché compaiono polipi?

Le cause esatte dei polipi nell'intestino non possono essere indicate. Gli specialisti fanno solo supposizioni, analizzando le storie dei pazienti negli ultimi dozzine di anni. I medici avanzano diverse ipotesi che spiegano perché i polipi possono comparire sulle pareti dell'intestino. Uno dei motivi principali è un processo infiammatorio cronico nella mucosa, associato a malnutrizione, malattie infettive, cattive abitudini, basso nella dieta delle fibre.

Formazioni con alto rischio oncogenico appaiono a causa dell'alto contenuto di grassi nella dieta, cibi fritti contenenti agenti cancerogeni. Sullo sfondo di una mancanza di frutta e verdura fresca, la peristalsi intestinale è ridotta, i suoi contenuti entrano in contatto con le pareti intestinali per lungo tempo. Gli agenti cancerogeni degli alimenti trasformati vengono assorbiti nell'epitelio, causando processi iperplastici nelle cellule ghiandolari.

Il gruppo a rischio per la formazione di polipi comprende persone che:

  • spesso usano bevande e cibi che irritano la mucosa del tubo digerente;
  • soffre di stitichezza cronica;
  • subì una procedura diagnostica o chirurgica traumatica a livello intestinale;
  • abusare di bevande alcoliche;
  • avere patologie croniche del tratto gastrointestinale, specialmente di natura infettiva-infiammatoria;
  • impegnato in pesanti lavori fisici;
  • condurre uno stile di vita sedentario;
  • mangiare fast food, carne grassa, prodotti fast food contenenti carcinogeni e conservanti;
  • prendi un po 'di fibra insieme al cibo

Possibili complicazioni

È impossibile ignorare gli specialisti di qualsiasi formazione nell'intestino, in particolare i polipi inclini alla malignità. Spesso sono formati senza ulteriori segni e una persona non può sapere per molti anni della loro presenza fino a quando l'esame non è completato o appaiono evidenti manifestazioni cliniche della malattia. Ma cosa sono i polipi così pericolosi nell'intestino? Perché hanno bisogno di essere trattati in tempo?

Il principale pericolo dei polipi è la magnetizzazione. È il rischio di degenerazione nel cancro che preoccupa maggiormente gli specialisti. Particolarmente pericolosi sono i polipi adenomatosi dell'intestino crasso. Non sono inclini alle ulcerazioni e il paziente non sa da decenni che soffre di patologia precancerosa. Il tasso medio di degenerazione del polipo ghiandolare nel cancro è di 7-10 anni. Ma gli esperti preferiscono non correre rischi e portare a termine l'operazione immediatamente dopo l'individuazione di escrescenze polipo- siche.

Con il flusso prolungato e la crescita attiva, i polipi possono portare alle seguenti complicazioni:

  • costipazione cronica;
  • sanguinamento;
  • ostruzione intestinale;
  • flatulenza prolungata;
  • l'anemia;
  • stitichezza, diarrea;
  • curvatura dell'intestino;
  • perforazione della parete intestinale;
  • infiammazione cronica della parete intestinale a causa di danni alle pareti della neoplasia.

Per evitare complicazioni, è necessario, quando compaiono i primi sintomi di polipi nell'intestino, contattare immediatamente gli specialisti per un ulteriore esame.

Le persone con anamnesi, appesantite da malattie infiammatorie del tratto gastrointestinale, ereditarietà avversa, regolari esami preventivi di specialisti sono raccomandati. Questo ti permetterà di iniziare un trattamento precoce e di liberarti dai polipi in modi meno traumatici.

Quadro clinico di polipi

Nella maggior parte dei pazienti, i segni dei polipi sono assenti per lungo tempo, fino a quando le formazioni raggiungono la dimensione massima. Le neoplasie crescono, spremono i tessuti circostanti, causando ischemia locale. Interferiscono con l'avanzamento delle feci, provocando stitichezza, sanguinamento, dolore e altri segni di polipi dell'intestino.

I polipi del duodeno crescono asintomaticamente. I dolori appaiono all'altezza della malattia, sono localizzati nell'addome, accompagnati da pesantezza allo stomaco, nausea, frequenti eruttazioni. Nella crescita attiva il polipo può chiudere il lume del duodeno, a causa del quale il cibo è lungo nello stomaco. In questa condizione, il dolore diventa acuto, simile alle manifestazioni dell'ostruzione intestinale.

I polipi nell'intestino tenue crescono anche per lungo tempo senza sintomi luminosi. I pazienti si lamentano di flatulenza regolare, dolore addominale, nausea costante. Se la neoplasia è localizzata all'inizio dell'intestino tenue, spesso ci sono attacchi di vomito. I grandi polipi portano alla curvatura dell'intestino, all'ostruzione intestinale, causando sanguinamento e altri sintomi acuti che richiedono cure mediche immediate.

Il polipo nell'intestino crasso a lungo cresce inosservato per il paziente. Può essere formato a causa di un'altra patologia del tratto gastrointestinale. I polipi nell'intestino di questa localizzazione nella maggior parte dei casi sono accompagnati dal rilascio di muco e sangue dall'ano. Alcuni mesi prima dell'apparizione delle manifestazioni cliniche caratteristiche, i pazienti notano sensazioni di disagio nella regione intestinale, i disturbi della digestione possono verificarsi sotto forma di alternanza di diarrea e costipazione.

Come rilevare i polipi intestinali?

Allo scopo di rivelare escrescenze polipiche sulle pareti dell'intestino, gli specialisti applicano i seguenti metodi di indagine:

  • colonscopia;
  • esofagogastroduodenoscopia;
  • biopsia endoscopica;
  • tomografia computerizzata;
  • imaging a risonanza magnetica;
  • clisma opaco;
  • sigmoidoscopia;
  • esame istologico

Per produrre una diagnosi accurata, determinare il numero e la posizione della localizzazione del neoplasma, è necessario passare più di uno studio, ma diversi contemporaneamente. Se gli specialisti non prescrivono un'operazione e scelgono la gestione in attesa, vengono eseguiti regolari esami endoscopici del lume intestinale, durante i quali è possibile valutare lo stato della mucosa e la qualità del trattamento.

Caratteristiche del trattamento

Il trattamento dei polipi nell'intestino inizia il prima possibile. La terapia conservativa viene utilizzata nella fase preoperatoria, al fine di ridurre le dimensioni dei tumori. Nella maggior parte dei casi è necessario un intervento chirurgico. Il trattamento conservativo è anche usato in presenza di polipi multipli che coprono la mucosa dell'intero tratto gastrointestinale. Le tattiche incinte sono anche applicate a pazienti anziani che hanno controindicazioni all'intervento chirurgico.

Tra i metodi più comuni di trattamento chirurgico sono i seguenti:

  • polipectomia endoscopica;
  • rimozione transanale dell'istruzione;
  • rimozione del polipo durante la colotomia;
  • resezione di parte o intestino intero.

I polipi del retto vengono rimossi mediante endoscopia. Gli strumenti microchirurgici sono inseriti attraverso le aperture naturali e sotto il controllo di un ottico, lo specialista conduce l'escissione dei tumori. I materiali raccolti in futuro sono soggetti a uno studio dettagliato. Se gli specialisti individuano le cellule maligne, il trattamento sarà completato dalla chemioterapia.

La chirurgia endoscopica è spesso combinata con l'elettrocoagulazione della base del polipo. Poiché l'intervento chirurgico viene eseguito senza danni massicci, il periodo di riabilitazione viene abbreviato. I pazienti tollerano la rimozione endoscopica dei polipi bene, mentre il rischio di recidiva della patologia con conformità alle raccomandazioni mediche e alla dieta è minimo.

La rimozione transanale delle neoplasie viene effettuata con speciali forbici o un bisturi, dopo di che i tessuti mucosi vengono suturati. Tali operazioni vengono utilizzate se necessario per rimuovere da vicino l'ano di polipi. L'escissione viene eseguita in anestesia locale. Per comodità del lavoro del chirurgo, il canale anale viene ingrandito con uno specchio rettale.

La colonscopia viene utilizzata in presenza di polipi o polipi larghi localizzati nel colon sigmoideo. Le neoplasie vengono asportate insieme a un certo numero di mucose disposte, quindi vengono applicate le suture. Con la poliposi familiare e diffusa, è spesso necessario asportare l'intero intestino crasso. Gli specialisti durante l'operazione collegano l'estremità dell'ileo all'ano.

Nessuno può garantire l'assenza di una recidiva dopo la rimozione del polipo. Tutti i tessuti rimossi sono sottoposti ad esame istologico, durante i primi anni dopo il trattamento chirurgico, i pazienti sottoposti a regolare diagnostica preventiva.

È mostrato non solo da un paziente con polipi in un'anamnesi, ma anche da tutte le persone che hanno raggiunto l'età di 40 anni.

Poliposi diffusa

Poliposi diffusa - è una patologia ereditaria, accompagnata da lesioni multiple con polipi dell'intero intestino crasso e parti adiacenti del tubo digerente. La malattia si trova più spesso tra i parenti di pazienti con la stessa patologia. La poliposi porta allo sviluppo del cancro del colon-retto. È quasi impossibile evitare lo sviluppo della malattia, poiché si verifica in seguito a una mutazione in un gene specifico responsabile della proliferazione della mucosa del canale digerente. Come risultato di questo difetto, i tessuti epiteliali proliferano rapidamente con la formazione di polipi multipli.

La presenza di polipi diffusi è più frequente nell'adolescenza, quando ci sono dolori addominali, diarrea sanguinolenta e altri segni caratteristici della malattia. Tali pazienti ingrassano male, spesso sembrano emaciati. A causa dell'anemia cronica di perdita di sangue si sviluppa, la pelle diventa pallida. Per rilevare numerosi polipi, il proctologo riesce anche durante un esame rettale di routine.

L'ingrandimento delle lesioni poliposiche si verifica nella maggior parte dei pazienti. Il trattamento è sempre rapido, e prima i pazienti cercano aiuto, minore è il rischio di sviluppare il cancro intestinale. In una fase iniziale, può essere eseguita la resezione del retto e del colon sigmoideo. Lo sfintere può essere preservato. Con la distribuzione diffusa della poliposi, è richiesto l'uso di anastomosi. In caso di rilevamento del cancro, la colectomia totale viene eseguita con la rimozione dello sfintere e la creazione di una stomia nella parete addominale.

Dieta per polipi

La frequenza della malattia è influenzata direttamente dalla natura del cibo. Se la dieta è a basso contenuto di fibre e un sacco di alimenti ricchi di agenti cancerogeni, si creano condizioni favorevoli per l'iperplasia della mucosa, la progressione della costipazione e il danneggiamento dell'epitelio da parte dei vitelli, con la sua ulteriore crescita. Non farti trasportare con fagioli, sottaceti e cibi affumicati. Questi prodotti sono in grado di provocare un processo infiammatorio nel tratto digestivo.

Una dieta rigorosa per polipi nell'intestino non viene effettuata. Si consiglia di rinunciare all'alcol, piatti speziati che irritano le mucose. Nella dieta dovrebbe essere la fibra naturale. Puoi prenderlo da verdure, frutta, cereali. Fibra a forma di fibra pulisce l'intestino e promuove le feci, prevenendo la comparsa di stitichezza. Il cibo dovrebbe essere a temperatura confortevole - caldo, ma non caldo o freddo.

Le persone con polipi intestinali si raccomandano di mangiare i seguenti piatti:

  • purè di porridge;
  • zuppe su brodo di carne magro;
  • frutta non acida, verdure bollite;
  • frutti di mare;
  • bevande analcoliche, fiocchi di latte.

L'alcol è controindicato in qualsiasi forma. Assunzione di alcol può causare sanguinamento e provocare lo sviluppo di ostruzione intestinale in grandi polipi. Si raccomanda inoltre di smettere di fumare, poiché la nicotina e il catrame contengono agenti cancerogeni che possono causare la degenerazione dei tessuti.

prevenzione

La prevenzione della qualità dei polipi intestinali dovrebbe iniziare molto prima che vengano rilevati. Nessuno è immune dallo sviluppo di questa malattia e non si può escludere il rischio che si verifichino. Ma, seguendo le seguenti raccomandazioni, è possibile ridurre al minimo la probabilità di crescita di formazioni polifere:

  • aderire alle regole della nutrizione razionale, mangiare il meno possibile i cibi fritti che contengono agenti cancerogeni;
  • aumentare la quantità di fibra vegetale nel cibo, bevande con latte acido che supportano una microflora intestinale sana;
  • rinunciare a forti bevande alcoliche, fumare;
  • trattare tempestivamente le malattie dell'apparato digerente, combattere con costipazione cronica;
  • condurre uno stile di vita attivo, controllare il peso;
  • Non trascurare gli esami preventivi, dopo aver raggiunto l'età di 40 anni regolarmente condurre la diagnostica intestinale utilizzando tecniche moderne.

Con polipi nell'intestino, il cibo dovrebbe essere frequente. Mangia piccole porzioni, ma almeno ogni 2-3 ore. In questo caso, il cibo trasformato non ristagna nei cappi dell'intestino per lungo tempo. Particolare attenzione alla prevenzione della poliposi dovrebbe essere rivolta alle persone che hanno una predisposizione ereditaria alla comparsa di polipi.

La medicina tradizionale aiuterà?

Molte persone sono interessate a sapere se la medicina tradizionale aiuterà i polipi nell'intestino? Va notato subito che i processi di poliposi appartengono a gravi neoplasie, spesso complicate dal cancro del colon-retto. Se il polipo adenomatoso o le formazioni adenopapillari non vengono rimosse in tempo, il tessuto può magnetizzarsi nel giro di pochi anni. Pertanto, i rimedi popolari dovrebbero essere considerati solo come un supplemento ai metodi chirurgici di rimozione delle neoplasie intestinali. Anche se il polipo ora non ha segni di malignità, possono apparire in pochi mesi o anni.

Per quanto riguarda l'efficacia della medicina tradizionale nella poliposi, ci sono ancora controversie nel mondo scientifico. Molti medici credono che i metodi popolari possano essere usati solo a scopo profilattico, e che i polipi debbano essere rimossi immediatamente, fino a quando non sono maligni. Usa o meno i metodi di trattamento delle persone: tocca a te.

Uno dei modi conosciuti per combattere i polipi è l'uso di una miscela speciale a base di semi di zucca, tuorli d'uovo e olio vegetale. È necessario prendere 12 cucchiai da dessert di semi di zucca, macinarli nella farina, mescolare con 7 tuorli d'uovo sodo e 2 bicchieri di olio vegetale. La composizione risultante deve essere accuratamente miscelata e conservata per 15 minuti a bagnomaria. Dopo di ciò, puoi iniziare il trattamento. Significa prendere la mattina, prima dei pasti, per una settimana. Singola dose - 1 cucchiaino.

I polipi dell'ano vengono rimossi con una miscela di polvere celidonia secca e vaselina borica. I tamponi con questo composto vengono inseriti nell'ano più volte al giorno. Tratta polipi e decotti di coni di luppolo. L'agente viene utilizzato per una settimana, quindi fa una breve pausa. Quando poliposi utili prodotti delle api. Prendi regolarmente miele naturale, polline di fiori, pappa reale. Tutti questi prodotti hanno aumentato l'attività biologica, la capacità di attivare riserve interne di riserva del corpo e regolarlo per il recupero.

10 sintomi caratteristici dei polipi nell'intestino

I polipi nell'intestino i cui sintomi non sono immediatamente evidenti, sono forme benigne che si attaccano alle pareti dell'intestino. A volte questa montatura ha una base larga, ma può essere fissata con un piede. Quanto sono pericolose queste nuove crescite, come trattarle? Polipi - cos'è, come appare questa formazione, per quale motivo possono sorgere? Possono essere formati solo all'ano? Quali sono i sintomi e il trattamento? Se le lesioni sono benigne, hai bisogno di cancellarle? Questo articolo ti aiuterà a rispondere a queste domande.

localizzazione

Questa patologia si verifica in persone di diverse età. Sebbene il polipo nell'intestino sia benigno, c'è ancora il rischio di passare all'oncologia. La malattia è più comune nella popolazione maschile che nelle donne.

I polipi dell'intestino sono formazioni benigne che consistono in tessuti di confine (epiteliali ghiandolari), attaccati al muro su un peduncolo o su un'ampia base.

Luoghi di distribuzione:

  1. I polipi compaiono più spesso nell'intestino durante l'adolescenza. Le statistiche sostengono che neoplasie benigne sull'intestino crasso si trovano in persone di età superiore al 40-15%, nei bambini e nei ragazzi - 25%. Di questi, nel 4% dei pazienti, le formazioni benigne avevano già una condizione precancerosa.
  2. Circa il 70% di tali neoplasie sono attaccate al tessuto mucoso del retto e del colon sigmoideo.
  3. Il restante 30% si trova agli angoli della milza e del fegato, nel colon ascendente e nel colon.
  4. La poliposi dell'intestino causa tumori che si sono depositati all'interno del retto. E va notato che in 8 casi su 10, quando compaiono, il cancro del retto inizia a svilupparsi.
  5. Molto raramente influenzano la formazione del duodeno. Con una tale patologia, tutti i pazienti vengono immediatamente inviati per un intervento chirurgico con l'assunzione della presenza di un tumore maligno. Le formazioni benigne sul duodeno (DPC) sono chiamate acido-mediate, sono localizzate vicino al bulbo e sono rilevate in pazienti con gastrite di acidità aumentata.
  6. I polipi del DPC sono meno comuni, sono chiamati bile-condizionati, la posizione della loro posizione è l'area dello sfintere. Sono rilevati in pazienti con problemi di colecistite e colecistite calcicola. Problemi simili si riscontrano in pazienti di età compresa tra 35 e 60 anni.
  7. L'educazione nell'intestino tenue è molto rara.

Qual è la causa della formazione benigna?

Quali sono le ragioni per la comparsa di polipi? Per quanto strano possa sembrare, non sono state ancora scoperte le ragioni esatte per la comparsa dei polipi, perché questo problema non è stato ancora studiato. Per oggi, ci sono solo suggerimenti su ciò che sta accadendo, che contribuisce all'emergere e allo sviluppo di questa educazione benigna. Pertanto, non vi è una risposta chiara alla domanda sul perché ci siano polipi. Ci sono solo ipotesi e ipotesi:

  • Polipi nell'intestino - la causa della loro formazione può essere infiammata mucosa. Non danneggiano i tessuti sani. Quindi, forse, la comparsa di queste patologie è preceduta dalle seguenti malattie: può essere successiva alla febbre tifoide; dopo enterite; a causa della colite ulcerosa; dopo o durante la proctosigmoidite; a causa della dissenteria. Come prova di questa ipotesi è l'evidenza che dopo il corso del trattamento di tutte le patologie elencate, le entità polifere scompaiono simultaneamente. È possibile che l'impulso per la formazione della poliposi possa essere discinesia o ritardi ripetuti delle feci nel corpo. Nella maggior parte dei pazienti con infiammazione dell'intestino, polipi sono stati trovati nell'ano a causa del fatto che la persona ha stitichezza molto frequente.
  • Influenza dell'ecologia Probabilmente, solo una persona pigra non darebbe la colpa a tutto per l'ecologia. Ciò è spiegato dal fatto che anche i bambini iniziano a soffrire di piaghe, che si sono verificate prima solo nell'età adulta.
  • Potenza. Molti prodotti vengono consumati da persone che irritano le mucose dell'intero tratto gastrointestinale (tratto gastrointestinale). Mangiare a caso
  • Ipodinamica aggrava solo la situazione.
  • Bere alcol e sigarette.
  • Lo stato delle navi. Cioè, qualsiasi cambiamento, ad esempio, la dilatazione varicosa può diventare un impulso alla comparsa di formazioni.
  • Qualsiasi patologia dell'apparato digerente, che è associata alla mucosa intestinale.
  • Le cause dell'educazione possono essere genetiche. Ci sono casi in cui i polipi si sviluppano in bambini sani, quindi assumono che in questo caso vi sia una predisposizione genetica.
  • Glutine non tollerato o altre allergie alimentari
  • C'è un'ipotesi, perché ci sono polipi nel corpo, che i posti nell'intestino, dove si formano i polipi, sono stati erroneamente formati nel periodo intrauterino. E sono rivelati in seguito, grazie a fattori aggiuntivi.

Riconoscimento dei sintomi

Quando hai dei sintomi devi andare dal proctologo

Per rilevare la presenza di polipi nell'intestino è molto difficile, dal momento che non ci sono sintomi specifici delle loro manifestazioni. Qual è la barriera alla diagnosi precoce.

Se una persona sente uno o più segni elencati, questa è la ragione per chiedere consiglio al proctologo:

  • L'aspetto del dolore nell'addome.
  • Aspetto del disagio durante la defecazione.
  • L'apparizione di tracce di sangue sulle feci.
  • Quando ci sono tracce di muco nelle feci.
  • Difficoltà nel movimento delle feci, che possono alternarsi con le feci diluite.
  • Frequente voglia di escrementi.

A volte i sintomi non specifici della poliposi del colon sono confusi con le emorroidi. La maggior parte dei pazienti con poliposi è caratterizzata dalla posizione del tumore sul lato sinistro dell'organo. Accadono fino a 6 cm e provocano la comparsa di colite e altre patologie del colon.

I segni che indicano la presenza di poliposi sono la comparsa di muco e striature di sangue nelle feci.

La malattia "poliposi" può svilupparsi lentamente, senza dare segni della sua presenza. Viene rilevato più spesso per caso, quando vengono effettuati studi endoscopici su persone dopo 50 anni. Ma se, per esempio, c'è un'infiammazione, la testimonianza può cambiare drasticamente. Ci sono già degli scarichi di muco e sangue. In questo caso, non puoi esitare, ma devi andare a un consulto con il proctologo.

Le neoplasie che occupano il colon sigmoideo causano una regolare congestione, con alternanza di diarrea.

Questa malattia viene diagnosticata molto raramente, può provocare la comparsa di ostruzione intestinale e altre patologie.

I sintomi della poliposi dell'intestino tenue si manifestano:

  • flatulenza;
  • nausea e vomito;
  • bruciori di stomaco;
  • eruttazione;
  • una sensazione di stomaco pieno;
  • dolori nella parte superiore dell'addome.

In questo caso il dolore si manifesta per contrazioni nell'addome.

Le neoplasie che compaiono nel duodeno di solito non disturbano affatto un lungo periodo.

Solo se le neoplasie sono diventate grandi, i pazienti cominciano a sentire:

  • dolore all'ombelico;
  • stomaco sovraffollato;
  • l'eruttazione è marcia, la nausea;
  • c'è un'ostruzione intestinale;
  • la conchiglia di polipi sanguina.

Il processo di diagnosi della patologia

È molto difficile identificare la malattia in una fase iniziale, perché i sintomi del polipo sono difficili da notare. Ad esempio, i polipi del budello duodeno, nella maggior parte dei casi, non si tradiscono, la persona non sospetta nemmeno del loro sviluppo.

Per questo motivo, molti paesi hanno adottato un decreto che stabilisce che ogni persona di età superiore a 40 anni deve passare una feci ogni anno per la presenza di sangue. Tali test consentono di rilevare il sangue, anche quando è evidente. Ma anche questo metodo può dare un risultato negativo in presenza di un tumore.

Classificazione per specie

Secondo la struttura istologica, i tipi di polipi nell'intestino sono definiti:

  1. Aspetto adenomatoso con una superficie rotonda e liscia ma densa. Di solito è coperto da una rete vascolare, quindi non spicca. La dimensione di esso può essere grande, che aumenta il rischio di transizione al cancro.
  2. Aspetto appariscente. Questi polipi intestinali si espandono su un'ampia area, formando un tappeto, poiché sono ricoperti di villi. Di questi, il 40% può svilupparsi in un tumore maligno.
  3. Le specie iperplastiche crescono a piccole dimensioni, il sito della loro localizzazione della parete del retto.
  4. Aspetto amartomatoso: la formazione avviene con un tessuto sano. Il loro aspetto è associato a insolite combinazioni di cellule, ma forse questo è il risultato di anomalie.
  5. L'aspetto giovanile si forma nei bambini. Ha l'aspetto di un grappolo d'uva appeso a un gambo. Lui non va in oncologia.

Il polipo rivelato nell'intestino, i cui segni permetteranno di determinare a quale tipo di malattia appartenga, è necessario trattare. Dalla fase del suo sviluppo, verrà scelto il metodo appropriato di terapia.

Differenza del processo di trattamento

È impossibile salvare il paziente dal problema con l'aiuto di medicinali. Il trattamento dei polipi dell'intestino non è possibile e con l'aiuto di rimedi popolari. Devo cancellare polipi? Posso fare senza un'operazione? Il polipo del canale anale non viene trattato con medicine o supposte, deve essere rimosso.

Solo nei rari casi in cui un medico esegue l'endoscopia del retto, può rimuovere il polipo se il tumore è di piccole dimensioni e se la sua localizzazione ha successo.

Le misure preventive

I polipi nell'intestino, i cui sintomi e trattamenti sono correlati, devono essere necessariamente trattati. I sintomi di questa patologia possono essere notati quando la malattia si sviluppa a tutta velocità. Il trattamento è possibile solo chirurgico. Sebbene i polipi siano considerati benigni, è comunque auspicabile eliminarli tempestivamente.

Pertanto, la prevenzione dei polipi nell'intestino è molto importante. Ecco un detto molto utile: è più facile da prevenire che trattare. È vero, c'è una circostanza, è difficile dirlo bene - il processo dei polipi in via di maturazione è molto lento. Non sono stati osservati sintomi speciali. Quindi, cosa fare? I medici raccomandano di visitare il medico per conoscere la loro salute.

Bene, coloro che hanno già fatto la rimozione, sono tenuti a seguire la dieta nel periodo post-operatorio e a visitare il medico all'ora specificata.

E assicurati di seguire le regole della nutrizione:

  1. Cerca di osservare il regime. Se il cibo viene consegnato allo stesso tempo, il corpo si abitua a produrre enzimi in questo momento. E il processo di digestione del cibo è normalizzato.
  2. Il cibo dovrebbe essere una frazione. Con questo approccio, il carico sull'intestino è ridotto.
  3. Bevo molta acqua, fino a tre litri al giorno.
Cosa evitare:
  1. Per evitare lo sviluppo di peritonite, è necessario rimuovere completamente dalla dieta legumi, noci, funghi.
  2. Il cibo non dovrebbe essere untuoso.
  3. Il cibo deve essere ben masticato.
  4. Il cibo dovrebbe essere ben bollito, cotto al vapore o al forno. Non farti coinvolgere in carne grassa e fritta.
  5. Nella dieta dovrebbe essere presente carne di pollo, tacchino, carne bovina non grassa, latte e prodotti lattiero-caseari preferibilmente sgrassati, uova.
  6. Rinuncia a piatti taglienti, usa spezie.

Con qualsiasi disturbo dell'intestino, i sintomi possono notificare lo sviluppo di infiammazione nel tratto digestivo, che deve essere immediatamente curato in modo che il polipo non possa formarsi. Appariranno segnali simili di corpo, è necessario essere attenti a se stessi.

Polipi nell'intestino - è pericoloso? Sintomi e rimozione di polipi

I polipi sono formazioni benigne che sono localizzate sulla mucosa e penzolano nel lume. Si formano durante un fallimento della rigenerazione dell'epitelio, quando nuove cellule si moltiplicano a velocità anomala e formano escrescenze che coprono le pareti dell'intestino con colonie, occupando un'area considerevole.

Man mano che l'epitelio si accumula, i polipi possono essere danneggiati da masse fecali, provocando emorragie interne. Grandi dimensioni possono ostruire il lume, contribuendo alla stitichezza. Il danno sistematico ai polipi può causare una formazione maligna, quindi l'aspetto dei polipi è considerato una condizione precancerosa, devono necessariamente essere rimossi.

Cos'è?

I polipi nell'intestino sono neoplasie benigne, spesso localizzate sulle sue pareti interne, come in altri organi cavi. Escrescenze simili sono formate dall'epitelio ghiandolare e sporgono nel lume dell'intestino, a volte si attaccano al piede, ea volte è assente, e poi parlano di polipi su un'ampia base.

cause di

Le cause esatte dei polipi nell'intestino non possono essere indicate. Gli specialisti fanno solo supposizioni, analizzando le storie dei pazienti negli ultimi dozzine di anni. I medici avanzano diverse ipotesi che spiegano perché i polipi possono comparire sulle pareti dell'intestino. Uno dei motivi principali è un processo infiammatorio cronico nella mucosa, associato a malnutrizione, malattie infettive, cattive abitudini, basso nella dieta delle fibre.

Il gruppo a rischio per la formazione di polipi comprende persone che:

  • subì una procedura diagnostica o chirurgica traumatica a livello intestinale;
  • spesso usano bevande e cibi che irritano la mucosa del tubo digerente;
  • soffre di stitichezza cronica;
  • impegnato in pesanti lavori fisici;
  • condurre uno stile di vita sedentario;
  • mangiare fast food, carne grassa, prodotti fast food contenenti carcinogeni e conservanti;
  • abusare di bevande alcoliche;
  • avere patologie croniche del tratto gastrointestinale, specialmente di natura infettiva-infiammatoria;
  • prendi un po 'di fibra insieme al cibo

Formazioni con alto rischio oncogenico appaiono a causa dell'alto contenuto di grassi nella dieta, cibi fritti contenenti agenti cancerogeni. Sullo sfondo di una mancanza di frutta e verdura fresca, la peristalsi intestinale è ridotta, i suoi contenuti entrano in contatto con le pareti intestinali per lungo tempo. Gli agenti cancerogeni degli alimenti trasformati vengono assorbiti nell'epitelio, causando processi iperplastici nelle cellule ghiandolari.

classificazione

Le neoplasie benigne nell'intestino hanno una diversa struttura, forma, dimensioni. Inoltre ci sono veri polipi - proliferazione di cellule mucose e pseudopessi geneticamente modificati, costituiti da cellule immutabili e che appaiono sotto effetti avversi (ad esempio, con un processo infiammatorio locale prolungato).

La struttura distingue i polipi:

1) ghiandolare (adenomi). Sono costituiti da un tessuto ghiandolare proliferante del guscio interno dell'intestino, raggiungendo 2-3 cm di diametro, di consistenza densa. Tali formazioni non sono soggette a ulcerazioni e sanguinamento. Questo tipo di polipi è più comune e più incline alla degenerazione in un tumore canceroso.

  • polipi tubolari, che sono caratterizzati da un colore rosa e una superficie liscia.
  • villosi - noduli di media taglia o lungo il muro dell'educazione, riccamente vascolarizzati, quindi hanno un colore rosso e una tendenza al sanguinamento, ulcerazione e necroticisation;
  • villi ghiandolare;
  • tubolare villi.

2) Giovanile. Consiste di tessuti embrionali che rimangono nella parete dell'intestino a causa di difetti dello sviluppo. Molto spesso, i bambini di età inferiore ai 10 anni sono malati, più ragazzi.

3) Iperplastico. Queste sono piccole formazioni, con dimensioni fino a 5 mm, consistenza morbida, simile al colore del tessuto circostante. Il polipo iperplastico dell'intestino si trova raramente in un singolo campione, più spesso la malattia è di natura multipla.

4) Gamartromy. Conglomerati di tessuto epiteliale normale e alterato. Si ritiene che crescano allo stesso modo dei tessuti circostanti, ma più disorganizzati. L'incidenza è associata all'ereditarietà.

5) Lymphoid. Nella composizione ci sono cellule allargate di tessuto linfoide. Questa forma è spesso complicata da sanguinamento e il bambino può causare intussuscezione dell'intestino.

I polipi si trovano nella forma:

  • formazione nodale di una consistenza densa;
  • fungo sul piede;
  • spugne di una struttura lobata;
  • grappolo d'uva.

Per la quantità di:

  • singolo;
  • multiplo - fino a cento, può essere organizzato in gruppi;
  • diffuso - il numero può raggiungere diverse migliaia.

Le ultime due specie sono definite come poliposi dell'intestino, diffusa è ereditata.

Qual è la probabilità di degenerazione del polipo nel cancro intestinale?

Quali polipi possono trasformarsi in maligni? Questi tipi di tumori comprendono quasi il 75% di tutti i polipi nell'intestino, sono chiamati adenomi o polipi adenomatosi. Secondo il comportamento delle cellule di polipi al microscopio, in medicina è consuetudine suddividere gli adenomi in sottotipi - ghiandolare-villoso, villoso e ghiandolare (tubulare). I tubuli hanno meno probabilità di diventare maligni, quando un adenoma villoso porta molto spesso alla degenerazione del cancro.

Se il polipo è minacciato dalla neoplasia, viene ulteriormente influenzato dalla dimensione della formazione. Più è alto, maggiore è il rischio. Quando la crescita del volume supera i 20 mm, la minaccia è aggravata del 20%. A causa del fatto che anche i polipi più piccoli aumenteranno costantemente, devono essere rimossi immediatamente dopo il rilevamento. Esistono anche varietà di polipi che non sono minacciati di malignità: si tratta di formazioni iperplastiche, infiammatorie e amartomiche.

  1. Dopo la rimozione della formazione adenomatosa, viene mostrato ad una persona un esame regolare per nuovi polipi nell'intestino;
  2. I grandi polipi rinascono malignamente con un maggiore grado di probabilità.
  3. Le formazioni adenomatose sono le più pericolose. Hanno un alto potenziale di malignità.
  4. La medicina moderna ha prove speciali che permettono di diagnosticare la predisposizione ereditaria allo sviluppo del cancro intestinale. Questa tecnica rende possibile in modo tempestivo prevenire l'insorgere della degenerazione oncologica dei polipi.
  5. La colonscopia, la sigmoidoscopia e la sigmoidoscopia sono procedure diagnostiche obbligatorie per il passaggio regolare per le persone di età superiore ai 50 anni che hanno un'eredità pericolosa. Se non si riscontrano escrescenze, la prossima volta che viene in clinica è raccomandata tra due anni.

sintomi

Nella fase iniziale, i polipi non causano alcun sintomo poiché sono piccoli e pochi. Inoltre, tali neoplasie sono difficili da rilevare con metodi conservativi di ricerca, tranne che con l'aiuto di una colonscopia. Con l'ulteriore crescita di tumori non maligni, c'è il rischio di lesioni ai loro flussi di materia fecale.

In questo caso, il danneggiamento dell'integrità del polipo porta al rilascio di sangue o muco. Di solito il sanguinamento è di natura minore e quindi viene rilevato solo attraverso test per il sangue occulto. Qualsiasi sindrome del dolore in questo momento è assente o così poco espressa che non consente di assumere lo sviluppo della poliposi.

La presenza di grandi polipi negli intestini spessi e piccoli, al contrario, può essere diagnosticata dai segni disponibili. Il paziente è osservato:

  1. Stitichezza regolare Le feci escono da sole, ma raramente e dolorosamente, con clisteri o lassativi.
  2. Sanguinamento dall'ano. I pazienti spesso confondono questo sintomo con ragadi anali, emorroidi e fistole. Di norma, il sanguinamento è accompagnato da un sacco di muco.
  3. Sensazione di corpo estraneo. La sensazione sorge nel retto vicino all'ano.
  4. Sensazioni dolorose I grandi polipi causano dolore cramping nell'intestino (in alcuni casi, confuso con flatulenza). E il dolore può anche apparire nell'addome inferiore.
  5. Danni. A causa della stitichezza, si verifica un processo infiammatorio, in cui le feci dure danneggiano le pareti dell'intestino. Spesso ci sono ragadi anali, che devono essere trattati con antisettici e agenti anti-infiammatori. Se ciò non viene fatto, si possono formare fistole purulente.
  6. La diarrea. Svuotamento frequente con feci molli. Potrebbero esserci impurità di sangue, pus e secrezioni sierose.
  7. Perdita. Se la neoplasia si trova nel retto, può cadere durante la defecazione o bloccare il passaggio di masse fecali intorno allo sfintere. Questo sintomo è anche accompagnato da sanguinamento.
  8. L'esaurimento. I polipi sono un tessuto molle che cresce a causa della nutrizione. Viene attraverso il sistema circolatorio e le correnti linfatiche. Il paziente spesso osservava un aumento dell'appetito o, al contrario, una diminuzione. Ci possono essere sintomi di anemia: pelle pallida, cerchi sotto gli occhi, vertigini, nausea, mal di testa. In alcuni casi, l'anemia è un sintomo clinico.

Esamina e prescrive il trattamento: un coloproctologo. Il metodo principale per trovare un polipo è una colonscopia.

Polipi nell'intestino - trattamento o rimozione?

Non esiste un trattamento farmacologico conservativo per i polipi nell'intestino. A volte durante l'endoscopia del retto, è possibile rimuovere polipi nell'intestino, se sono piccoli e ben localizzati. In altri casi, è richiesto l'intervento chirurgico. Se il polipo si trova in basso nel retto, può essere rimosso transanamente.

Quando vengono individuati piccoli polipi durante una colonscopia, durante la procedura endoscopica possono essere rimossi con un elettrodo ad anello, mediante elettroescissione, quando la gamba delle escrescenze viene fissata con un elettrodo. In alcuni casi, la polipectomia può causare la perforazione della parete intestinale e sono complicate da sanguinamento. In tutti i casi, i polipi dell'intestino rimossi vengono esaminati istologicamente. Se i risultati dell'istologia danno una conclusione positiva sulla presenza di cellule tumorali, ricorrere alla resezione di questa parte dell'intestino.

Ci sono i seguenti tipi di intervento chirurgico:

  1. Elettrocoagulazione. La procedura viene eseguita inserendo un colonoscopio operativo attraverso l'ano. Attraverso questo strumento viene introdotto un anello speciale nel lume dell'intestino, che passa la corrente, che lo fa riscaldare fino a una certa temperatura. Prende anche il polipo e lo interrompe.
  2. Escissione transanale. Questo tipo di intervento chirurgico è raccomandato per i pazienti con posizione di formazione patologica a non più di 10 centimetri dal passaggio anale. Durante l'operazione viene utilizzata l'anestesia locale. Quindi il canale anale viene espanso con uno specchio speciale e il polipo viene asportato con forbici o un bisturi, dopo di che le cuciture vengono applicate sulla mucosa.
  3. Resezione transanale del retto. È raccomandato per le persone con formazioni precancerose. La sua essenza è di rimuovere il retto attraverso l'ano e rimuovere l'area interessata insieme alle formazioni.
  4. Escissione transanale endomicrochirurgica. Un'operazione viene eseguita attraverso l'ano con un rettoscopio. Attraverso lo strumento viene introdotto un anello endoscopico, a cui viene tagliata la formazione. La procedura viene spesso utilizzata per rimuovere grandi tipi di polipi di tipo villoso.
  5. Kolotomiya. Questo è un intervento chirurgico, che viene eseguito attraverso l'incisione della cavità addominale. Attraverso la ferita, viene estratto un certo intestino, seguito dalla rimozione delle formazioni. Tale procedura viene eseguita con difficoltà di interventi transanal con l'aiuto di un rectoscope e altri strumenti.

Con poliposi familiare diffusa, e soprattutto se associata a tumori di altri tessuti o alla sindrome di Gardner, il trattamento prevede la resezione completa dell'intestino crasso, con l'ano che si collega alla parte terminale dell'ileo. Dopo 1-3 anni dalla rimozione di polipi di grandi dimensioni, possono verificarsi recidive di patologia, quindi si raccomanda che un anno dopo l'operazione si esegua la colonscopia e la diagnostica endoscopica eseguita ogni 5 anni. Polipi grandi e multipli, così come la poliposi familiare, hanno il maggior rischio di degenerazione in oncologia.

Ad oggi, non esistono misure preventive che possano prevenire lo sviluppo di polipi nell'intestino. Pertanto, solo una diagnosi regolare tempestiva dopo 40 anni o con una predisposizione genetica al cancro intestinale può determinare la presenza di polipi oncogeni nel corpo nelle prime fasi del loro sviluppo. Con il rilevamento tempestivo e la rimozione delle cellule tumorali, il recupero si verifica nel 90% dei casi.

Regole nutrizionali

La dieta dei pazienti sottoposti a intervento chirurgico per la rimozione di polipi nell'intestino dovrebbe essere parsimonioso e fornire almeno sei pasti al giorno. I prodotti utilizzati dovrebbero contenere una grande quantità di fibre vegetali, antiossidanti e vitamine.

Controindicato nell'uso:

  • latticini;
  • qualsiasi cibo in scatola;
  • sottaceti;
  • prodotti affumicati;
  • cibi fritti e grassi;
  • Prodotti raffinati contenenti un gran numero di aromi e coloranti.
  • mare e cavolo bianco;
  • piatti di zucca;
  • carote fresche, cipolle, spinaci;
  • germe di grano;
  • minestre e cereali strofinati;
  • tutti i tipi di prodotti a base di latte fermentato;
  • tè verde;
  • frutto non di natura acida;
  • Varietà di carne povera di grassi, cotta o cotta a bagnomaria.

Tutto il cibo deve essere caldo (i piatti troppo freddi e caldi sono dannosi per il paziente). I prodotti proteici non dovrebbero essere consumati con cibi contenenti amidi.

Rimedi popolari

Il trattamento con i rimedi popolari non ha una giustificazione scientifica e non porta i pazienti, che rifiutano di rimuovere il tumore, il risultato desiderato.

Su Internet, molte informazioni sull'uso di celidonia, chaga, erba di San Giovanni e persino rafano con miele, che può essere assunto per via orale. Va ricordato che tale autotrattamento è pericoloso non solo per la perdita di tempo, ma per traumatizzare la mucosa intestinale, che porta a sanguinamento e aumenta significativamente il rischio di malignità del polipo.

prevenzione

Al fine di ridurre il rischio di sviluppare polipi nell'intestino, devono essere seguite alcune regole preventive, tra cui:

  • rifiuto di fumare;
  • stile di vita attivo;
  • trattamento tempestivo e completo delle malattie intestinali;
  • corretta alimentazione;
  • eliminazione della stitichezza;
  • rifiuto di alcol;
  • esame preventivo dell'intestino 1 volta in 3 anni, e se necessario e più spesso.

Nel caso in cui una persona sia a rischio di polipi nell'intestino, dovrebbe consultare un medico in anticipo, scegliere uno schema individuale di esami preventivi dell'intestino e conoscere i primi sintomi dei polipi che potrebbe avere. Queste azioni avvertono la malattia o, se si verifica, aiutano a farvi fronte con successo.

Polipi nell'intestino: sintomi, trattamento, rimozione, foto

Abbastanza spesso la patologia dell'intestino umano, così come altri organi cavi è polipo. Questa patologia si riferisce a formazioni benigne. Il polipo si trova nell'intestino, attaccato alla sua parete con un peduncolo o una base larga, mentre si protende nel lume intestinale. Tale formazione simile a un tumore si verifica sia negli adulti che nei bambini.

Se poliposi è un'origine ereditaria, molto spesso v'è una transizione verso malignità nell'intestino, in modo da queste malattie deve immediatamente rimuoverli perché appartengono a una condizione precancerosa. polyp intestinale non è sempre sintomi evidenti, ma nella maggior parte dei casi, e generalmente asintomatici, se un polipo si forma nel retto, poi ci sono i sintomi tipici - è flatulenza, gonfiore, erosione costipazione, prurito intenso a volte può essere formato, che provoca sanguinamento. Se un polipo è collegato a tale infezione, può essere una ragade anale o ascesso.

Secondo dati statistici, circa il 10% della popolazione oltre i 40 anni ha polipi nel retto e nell'intestino crasso, mentre gli uomini soffrono di questa patologia 1,5 volte più spesso rispetto alle donne. Dato che la malignità si manifesta con sanguinamento, l'accesso tempestivo a uno specialista e la consegna regolare di un'analisi delle feci per il sangue occulto aiuteranno a identificare la malattia in una fase precoce. Data una diagnosi precoce di patologia nell'85-90% dei casi dopo trattamento e chirurgia precoci, il paziente può essere completamente curato e la sopravvivenza dopo il trattamento è piuttosto lunga.

Polipi nell'intestino di solito ha una consistenza morbida e diverse forme: sferiche, funghi, ramificazione, formazione di colore può variare dal giallo chiaro al rosso scuro al melma rossastro-grigio sulla superficie. E in funzione del numero di tumori polipi può essere diffusa (famiglia), singole e multiple (fino al 30% dei casi), che sono disposti in gruppi in diverse parti dell'intestino.

Cause di polipi

Per oggi in medicina non c'è opinione comune sui motivi per la comparsa di polipi nell'intestino, in quanto l'eziologia della poliposi non è stata studiata a fondo. Ci sono solo ipotesi sul possibile meccanismo di formazione e origine delle formazioni patologiche negli organi dell'apparato digerente:

Infiammazione cronica nelle pareti dell'intestino.

Questa è la teoria più comune e più ovvia sull'origine dei polipi nell'intestino. I polipi non si sviluppano nei tessuti sani, pertanto il principale fattore patogeno per lo sviluppo dei polipi è la presenza di malattie infiammatorie della mucosa, che causano l'invecchiamento dell'epitelio della mucosa e la sua rapida atrofia.

La crescita dei polipi contribuisce a: dissenteria, proctosigmoidite, colite ulcerosa, enterite, febbre tifoide. Ciò è parzialmente dimostrato dal fatto che dopo una completa guarigione clinica della colite ulcerosa nel paziente, anche i fuochi della crescita poliposica scompaiono. Si ritiene inoltre che l'inizio dello sviluppo dei polipi nell'intestino sia la costipazione permanente e la discinesia dell'intestino. Nella maggior parte dei pazienti con una storia di processi infiammatori a livello intestinale, i polipi sono stati localizzati proprio nei luoghi di irritazione causati dalla congestione e sono soggetti a un aumento del traumatismo.

Il generale indebolimento della salute della popolazione sullo sfondo di una situazione ecologica sfavorevole.

Negli ultimi anni, la popolazione è il significativo deterioramento dello stato di salute generale, particolarmente evidente in aumento del numero di pazienti e bambini con patologie gravi. I bambini di oggi soffrono di malattie che sono stati precedentemente sviluppate solo in età avanzata, v'è una significativa "ringiovanimento" di tutte le malattie. Inoltre, gli effetti sul corpo e altri fattori che possono causare lo sviluppo di polipi intestinali - è mangiare irregolari, che abusano di nicotina e alcool fumi in città, uno stile di vita sedentario, un forte utilizzo di sostanze chimiche negli alimenti, cui componenti possono irritare le mucose, lo squilibrio di potere, l'effetto negativo generale dell'ecologia.

Lo stato patologico degli organi digestivi e dei vasi sanguigni.

La mucosa intestinale è ampiamente indipendente di una delle malattie degli organi appartenenti al sistema digestivo, e in particolare sulla malattia diverticolare intestinale. Inoltre, un effetto significativo sulla mucosa trovi condizione vascolare, per cui la presenza di trombosi vascolare mesenterica, addominale aortica (provoca lesioni ischemiche intestinali), vene varicose organi interni contribuisce alla patologia.

Teoria embrionale

C'è anche una teoria che lega lo sviluppo di sintomi insorgenza di polipi nell'intestino di età del paziente e lo sfondo e l'inizio di origine dei tumori sono stabilite prima della nascita, quando nel periodo prenatale nella formazione della mucosa del tratto gastrointestinale è una violazione che si traduce in patologia delle pareti intestinali.

Predisposizione genetica.

Esiste una teoria secondo cui lo sviluppo dei polipi nell'intestino dipende dalla predisposizione genetica. Ci sono casi in cui un organismo pediatrico completamente sano subisce la formazione di polipi nell'intestino per il motivo che alcune aree della mucosa sono geneticamente programmate per formare cambiamenti patologici.

Reazioni allergiche alimentari e ipersensibilità al glutine.

Fino a poco tempo fa, le persone che soffrivano di allergie alimentari erano relativamente poche, ma oggi ci sono molti casi di celiachia (intolleranza al glutine), e questa malattia è particolarmente comune nei bambini. Nelle persone con questa malattia, quando ingerito nei prodotti del tratto gastrointestinale contenenti glutine, si sviluppa una risposta atipica del sistema immunitario, che danneggia la mucosa intestinale.

Se non si esclude l'uso di prodotti contenenti glutine, il paziente può sviluppare gravi malattie - dall'osteoporosi al carcinoma intestinale.

Probabilità di degenerazione di un polipo in un oncology

Quindi quali tipi di polipi possono portare al cancro dell'intestino? Questo risultato è probabile per il 75% dei polipi disponibili nell'intestino, sono anche chiamati polipi adenomatosi o adenomi. Con un esame dettagliato di un tale polipo al microscopio, si possono distinguere i seguenti sottotipi: ghiandolari (tubulari), villosi, ghiandolari-villosi. Gli adenomi tubulari hanno meno probabilità di degenerare in tumori maligni, mentre le cellule villose spesso portano a malignità.

Inoltre, un criterio importante per una possibile degenerazione di un polipo in un tumore maligno è la sua dimensione, rispettivamente, più grande è il polipo, maggiore è la probabilità di malignità. Se la formazione ha una dimensione di 2 cm, il rischio di oncologia aumenta del 20%, quindi si consiglia di rimuovere anche i piccoli polipi se vengono rilevati. Oltre agli adenomi, ci sono altri tipi di polipi. Iperplastico, infiammatorio, amartomico - questi sono polipi che non hanno il potenziale di degenerazione del cancro.

È importante ricordare:

Esiste un modo moderno di test genetici, che consente di determinare la predisposizione ereditaria al cancro intestinale dalla sindrome: Gardner, Turkot, Lynch, polipo adenomatoso familiare. Lo scopo del test è diagnosticare il tumore intestinale precoce con sigmoidoscopia e colonscopia flessibili per aumentare le possibilità di fermare il suo sviluppo.

Dopo il rilevamento e la rimozione del polipo adenomatoso, il paziente deve essere regolarmente esaminato per nuove lesioni nell'intestino.

Dopo 50 anni, si raccomanda di sottoporsi a colonscopia e sigmoidoscopia flessibile per escludere o confermare la presenza di polipi nell'intestino. Se gli studi sono negativi, la diagnosi deve essere ripetuta dopo 5 anni.

Il rischio di malignità di un polipo dipende dalle sue dimensioni.

I più pericolosi dal punto di vista della degenerazione sono i polipi adenomatosi.

Sintomi di polipi nell'intestino

Nella maggior parte dei casi, la formazione e lo sviluppo dei polipi nell'intestino passa asintomaticamente. Sfortunatamente, non ci sono segni clinici specifici, manifestazioni, sintomi della presenza di polipi nell'intestino, quindi è molto difficile determinare la poliposi in una fase precoce del suo sviluppo. La presenza e la gravità dei sintomi dipendono dall'ubicazione, dalle dimensioni e dal numero di polipi, nonché dall'assenza o dalla presenza di un processo oncologico nell'educazione.

Con polipi adenomatosi villosi nelle feci, si può osservare il sangue e una grande quantità di muco.

I grandi polipi possono a volte causare dolori crampi e assomigliano ai sintomi che sono caratteristici dell'ostruzione intestinale con frequente stitichezza e sanguinamento mucocutaneo. In questa patologia si accompagna dolore nell'addome inferiore, nel suo ileo, nella sensazione di un oggetto estraneo nell'ano.

Molto spesso, i polipi hanno sintomi misti con altre malattie gastrointestinali, quindi vengono rilevati accidentalmente nella diagnosi di altre patologie.

Entro 5-15 anni sullo sfondo della presenza nell'intestino di polipi adenomatosi villosi il 90% dei casi sviluppa un cancro colorettale.

Uno dei segni dei polipi è la diarrea e la costipazione, poiché la formazione causa una violazione della peristalsi intestinale. Particolarmente spesso la stitichezza si sviluppa in presenza di grandi polipi di dimensioni, poiché il lume dell'intestino diminuisce, questo porta a un'ostruzione parziale dell'intestino e a fenomeni stagnanti.

Quando c'è dolore nell'addome o nell'intestino, ciò può indicare l'attaccamento alla patologia dell'infiammazione.

Il sintomo più pericoloso del polipo è il sanguinamento rettale. In caso di un tale sintomo, dovresti vedere un medico, perché questo può essere un sintomo di formazione maligna nell'intestino. Prima viene stabilita la diagnosi, maggiore è la probabilità di successo della terapia.

Diagnosi della malattia

Dal momento che il rischio di degenerazione del polipo intestinale in una forma di cancro è molto alta, ed i sintomi dei tumori è basso nella maggior parte dei paesi hanno adottato ogni anno per prendere un campione di feci dopo aver raggiunto l'età di quarant'anni. Durante uno studio di laboratorio, è possibile rilevare il sangue latente nelle feci, che non si nota con un semplice esame visivo. Questo metodo è opzionale, poiché la presenza o l'assenza di sangue nelle feci non è confermare o escludere la presenza nella polipi nell'intestino.

Molto spesso nel corso della diagnosi vengono utilizzati dispositivi che eseguono scansioni TC e MRI del corpo per la presenza di polipi nell'intestino. Per studiare le cellule dirette e sigmoidi, viene utilizzata la rettomannoscopia, che consente di esaminare le pareti dell'intestino con l'aiuto di un rettoscopio. Dopo 50 anni, i proctologi raccomandano la conduzione di sigmoidoscopia flessibile ogni 3-5 anni.

In alcuni casi, la presenza di polipi nel canale anale o porzione terminale del retto può essere rilevato con un semplice esame digitale dell'intestino, in quanto questo metodo contribuirà a diagnosticare una cisti tessuto adrectal, tumori, emorroidi, ragadi anali.

L'irrigoscopia è uno studio a raggi X dell'intestino crasso utilizzando un mezzo di contrasto. Aiuta a determinare la presenza di polipi nel colon, la cui dimensione supera 1 centimetro.

Lo studio più informativo per la diagnosi del colon è la colonscopia. Questo è il metodo migliore per determinare i polipi nell'intestino, mentre viene esaminata la mucosa dell'intestino, che aiuta a determinare la presenza di altre patologie. Nel corso dell'esame endoscopico, il medico può prendere un materiale per ulteriori esami citologici e istologici al momento del rilevamento del polipo.

I polipi dovrebbero essere differenziati da altre patologie, in particolare:

Morbo di Crohn, che può manifestarsi come una pseudopoliposi con la sua localizzazione nelle parti superiori dell'intestino crasso;

actinomicosi del colon, che più spesso colpisce il cieco;

un tumore o un mioma dello strato muscolare, che si verifica molto raramente e provoca disturbi nella permeabilità intestinale;

un tumore di eziologia vascolare (angioma), che porta a gravi emorragie;

Lipoma - spesso raggiungendo una grande dimensione e localizzato a destra nel colon;

un tumore di origine non epiteliale, che di solito ha grandi dimensioni e non ha un peduncolo.

L'esame istologico è il modo principale per determinare la natura di qualsiasi neoplasma nell'intestino.

Trattamento dei polipi dell'intestino

Non esiste trattamento farmacologico e conservativo dei polipi nell'intestino. Ci sono casi in cui durante l'endoscopia è possibile rimuovere polipi, ma solo se sono piccoli e ben localizzati. Tutti gli altri casi implicano un intervento chirurgico per eliminare la poliposi. Con una posizione a basso polipo, la rimozione transanale è possibile.

Piccoli polipi trovati durante una colonscopia vengono rimossi usando un elettrodo ad anello (elettroescessione), ovvero la gamba del polipo viene schiacciata dall'elettrodo. In alcuni casi, la polipectomia porta alla perforazione della parete intestinale e complicanze sotto forma di sanguinamento. Qualsiasi polipo distante è sottoposto ad un esame istologico. Se durante tale studio viene confermata la presenza di cellule cancerose nell'intestino, il paziente viene sottoposto a resezione del tratto intestinale danneggiato.

Con poliposi familiare diffusa, e soprattutto se associata a tumori di altri tessuti o alla sindrome di Gardner, il trattamento prevede la resezione completa dell'intestino crasso, con l'ano che si collega alla parte terminale dell'ileo.

Dopo 1-3 anni dalla rimozione di polipi di grandi dimensioni, possono verificarsi recidive di patologia, quindi si raccomanda che un anno dopo l'operazione si esegua la colonscopia e la diagnostica endoscopica eseguita ogni 5 anni. Polipi grandi e multipli, così come la poliposi familiare, hanno il maggior rischio di degenerazione in oncologia.

Ad oggi, non esistono misure preventive che possano prevenire lo sviluppo di polipi nell'intestino. Pertanto, solo una diagnosi regolare tempestiva dopo 40 anni o con una predisposizione genetica al cancro intestinale può determinare la presenza di polipi oncogeni nel corpo nelle prime fasi del loro sviluppo. Con il rilevamento tempestivo e la rimozione delle cellule tumorali, il recupero si verifica nel 90% dei casi.