Tumori benigni dell'intestino crasso

Tumori benigni dell'intestino crasso - neoplasie localizzate in diverse parti del colon, provenienti da diversi strati della parete intestinale e non inclini a metastasi. I sintomi di questo gruppo di malattie sono il dolore periodico lungo il colon, il sanguinamento minore dai disturbi dell'ano e delle feci. Per diagnosticare tumori benigni del colon utilizzando una colonscopia, clisma opaco, sigmoidoscopia, esplorazione rettale, sangue occulto nelle feci, esame emocromocitometrico completo. Il trattamento dei tumori benigni consiste nella loro rimozione per endoscopia o per resezione dell'area intestinale.

Tumori benigni dell'intestino crasso

I tumori benigni dell'intestino crasso sono diversi nelle neoplasie della struttura, di solito crescono nel lume intestinale e non danno metastasi ad altri organi. Il più delle volte sono rappresentati da polipi adenomatosi, che si sviluppano dal tessuto epiteliale. Meno comuni sono lipomi, angiomi, fibromi, leiomiomi e altri tumori non epiteliali. Queste formazioni si verificano prevalentemente in persone di età superiore ai 50 anni. Tuttavia, ci sono forme ereditarie della malattia che possono essere rilevate nei bambini e per lungo tempo essere asintomatiche. Questi includono, ad esempio, la poliposi familiare dell'intestino crasso. Il pericolo di questa patologia è che nel tempo può trasformarsi in cancro, che è associato alla perdita della capacità delle cellule tumorali di differenziarsi. Proctologia e oncologia sono coinvolte nello studio dei tumori benigni della localizzazione del colon-retto. La diagnosi e il trattamento di questa patologia sono effettuati da proctologi, oncologi, gastroenterologi e chirurghi addominali.

Le cause dei tumori benigni dell'intestino crasso

Le cause della formazione di tumori benigni dell'intestino crasso non sono state completamente studiate. Uno dei fattori chiave che giocano un ruolo importante nello sviluppo di tumori intestinali, l'ereditarietà è considerato: se i parenti sono polipi intestinali, il rischio di sviluppare tumore benigno aumenta intestinali.

Questo processo patologico può svilupparsi sullo sfondo del consumo eccessivo di cibi grassi e dell'introduzione insufficiente di cibi contenenti fibre nella dieta. Il rischio di tumori benigni del colon aumenta nelle persone con costipazione frequente e prolungata. Spesso la malattia si sviluppa su uno sfondo di colite ulcerosa non specifica, infiammazione cronica dell'intestino crasso e morbo di Crohn. I fattori di rischio includono anche esperienza a lungo termine sul fumo, bassa attività fisica ed età oltre i 50 anni.

Classificazione dei tumori benigni dell'intestino crasso

I tumori benigni del colon vengono presentati lipomi, leiomiomi, linfangioma, neuromi, fibroma, emangioma, polipi adenomatosi villosi e tumori. Inoltre, questa categoria include la poliposi familiare dell'intestino crasso e dei tumori carcinoidi. I tumori benigni più comuni dell'intestino crasso sono i polipi adenomatosi, che si sviluppano dal tessuto epiteliale. Il tumore benigno più comune della genesi non epiteliale è il lipoma. In termini di prevalenza, è solo leggermente inferiore ai polipi. Il lipoma si differenzia da altre neoplasie in una consistenza morbida.

Un tumore del colon relativamente raro è considerato come fibroma, che si sviluppa dal tessuto connettivo e si verifica principalmente nelle persone anziane. Leiomioma, che ha origine da fibre muscolari lisce, appartiene anche a tumori rari. Il neurinoma è di piccole dimensioni e cresce all'interno delle membrane mucose e sierose. L'emangioma si sviluppa dal tessuto dei vasi dell'intestino crasso e si trova più vicino al bordo del retto. Questo tumore benigno è più spesso manifestato da sanguinamento intestinale.

Sintomi di tumori benigni dell'intestino crasso

La sintomatologia clinica dei tumori benigni dell'intestino crasso dipende dalla loro dimensione. Piccole neoplasie di piccole dimensioni possono non apparire affatto e si trovano spesso solo durante l'endoscopia. Pertanto, nella maggior parte dei casi, tali tumori benigni dell'intestino crasso procedono praticamente in modo asintomatico. Quando la dimensione della lesione è superiore a 2 cm, si manifesta come spotting nell'atto di defecazione e altri sintomi che dipendono dalla struttura e dalla localizzazione del processo. Inoltre, i tumori benigni sono accompagnati da dolore addominale di varia intensità. Le sensazioni del dolore sono solitamente localizzate nelle zone laterali dell'addome. Il dolore può avere sia dolori che crampi. Di regola, è intensificato prima dell'atto di defecazione e si placa dopo che l'intestino è stato svuotato.

Nei tumori benigni dell'intestino crasso, ci possono essere disturbi delle feci sotto forma di diarrea o stitichezza. Se il paziente ha sanguinamento dal tumore, la comparsa di sintomi di anemia, come debolezza, pelle pallida e ridotta efficienza. I tumori periodicamente benigni dell'intestino crasso si manifestano con gonfiore, vomito o tenesmo. Una caratteristica distintiva di questi tumori maligni è l'assenza di sintomi di intossicazione da tumore: perdita di peso, sudorazione eccessiva, affaticamento e perdita di appetito.

La poliposi diffusiva del colon è spesso accompagnata da sanguinamento intestinale periodico, che assomiglia ai sintomi delle emorroidi. Lo scarico sanguinoso di solito si verifica dopo un dolore cramping nella metà inferiore dell'addome o nella defecazione. Molto spesso, si osserva sanguinamento quando i polipi sono localizzati nelle aree sigmoide e retto. Se la poliposi diffusa si verifica senza complicazioni, di solito non porta a una violazione del benessere generale dei pazienti. Inoltre, con un decorso non complicato della malattia, la palpazione non sarà accompagnata da dolore nella proiezione dell'intestino crasso. Tuttavia, i grandi polipi benigni possono portare a ostruzione intestinale completa o parziale, che è una complicanza formidabile.

Diagnosi di tumori benigni dell'intestino crasso

Per diagnosticare tumori benigni dell'intestino crasso, vengono utilizzati metodi di indagine strumentali e di laboratorio. I dati del sondaggio oggettivo sono nella maggior parte dei casi disinformativi. In alcuni casi, si può notare il pallore della pelle e la presenza di scarico sanguinante dall'ano.

Da metodi di laboratorio l'analisi generale di un sangue in cui a presenza di bleedings il livello di erythrocytes e un'emoglobina è segnata è applicata. I segni di anemia sono più spesso osservati con polipi polmonari multipli dell'intestino crasso. Se tumori del colon benigni complicate infiammazione della mucosa, erosioni o aggiunta di un'infezione secondaria, in analisi del sangue generale rivelato miglioramento di leucociti e accelerare ESR. Nell'analisi delle feci per sangue occulto, viene rilevato un sanguinamento minore, che non si nota durante l'esame.

Dai metodi diagnostici strumentali utilizzati irrigoscopy (radiografia colon) colon per una migliore visualizzazione di contrasto somministrata comprendente bario. Con l'aiuto di questo studio, vengono rilevati difetti nel riempimento della mucosa, che indica la presenza di un tumore. criteri radiografici colon tumori benigni è la presenza di riempimento dei difetti cellulare con sollievo mucosa intatta liscia, piana e bordi taglienti. La presenza di questi segni rende possibile distinguere le neoplasie benigne da quelle maligne.

Un metodo importante per diagnosticare i tumori benigni è l'endoscopia di varie parti dell'intestino crasso. Con l'aiuto della sigmoidoscopia, vengono esaminati il ​​retto e le parti inferiori dell'intestino crasso. La colonscopia consente di esaminare l'intero intestino per neoplasie benigne. Nell'effettuare questa procedura diagnostica, il proctologo può prelevare campioni di tessuto per l'esame morfologico, che ci consentirà di chiarire la morfologia del tumore e di determinare le tattiche del trattamento.

Nella maggior parte dei casi (60-75%), i tumori benigni dell'intestino crasso sono ben visualizzati utilizzando un rettoscopio o un colonscopio. I polipi possono essere posizionati su un gambo sottile o su una base larga. La mucosa dei tumori benigni dell'intestino crasso ha un colore rosa normale, anche se in alcuni casi può essere rosso porpora, che si staglia sullo sfondo dei tessuti circostanti. Con lo sviluppo dell'infiammazione, la membrana mucosa dei tumori benigni diventa edematosa e iperemica, che è chiaramente visibile nell'endoscopia dell'intestino crasso. In caso di erosione, viene visualizzato un difetto della mucosa con bordi edematosi ricoperto da un rivestimento fibroso.

Trattamento di tumori benigni dell'intestino crasso

Per il trattamento di tumori benigni dell'intestino crasso vengono utilizzati metodi chirurgici che comportano la rimozione di tumori. La farmacoterapia con questo gruppo di malattie è considerata inefficace.

La poliposi di qualsiasi localizzazione è una patologia precancerosa, pertanto si raccomanda di eliminarla tempestivamente. I singoli polipi vengono rimossi mediante elettrocoagulazione endoscopica o resezione del colon. Con poliposi multipla espressa con alto rischio di sviluppare il cancro, può essere raccomandata la rimozione del colon radicale - la colectomia. Dopo tali interventi chirurgici vengono eseguite operazioni ricostruttive sul colon, che consentono di ripristinare il normale funzionamento dell'intestino.

La tattica di trattare altri tipi di tumori benigni del colon è determinata dal tipo di neoplasia, dalle sue dimensioni e dalla presenza o assenza di complicanze. Per eliminare singoli tumori benigni dell'intestino crasso, oggi viene utilizzata la colonscopia con rimozione endoscopica dell'istruzione. Questo metodo è applicabile in presenza di un nodo tumorale solitario con una gamba prominente. La rimozione endoscopica è ben tollerata dai pazienti che vengono completamente restaurati il ​​giorno successivo e possono tornare al loro solito stile di vita.

La neoplasia distante viene necessariamente inviata per l'esame istologico, su cui è possibile chiarire la morfologia del tumore e assicurarsi che non ci siano cellule maligne in esso. In alcuni casi, il trattamento chirurgico viene eseguito eseguendo operazioni di conservazione degli organi o radicali. In presenza di angioma dell'intestino crasso, che è anche una malattia benigna, è indicata la sovrapposizione di legature o criodistruzione.

Dopo la rimozione dei tumori benigni dell'intestino crasso di grandi dimensioni, si raccomanda ogni anno l'endoscopia di controllo, che consentirà di non perdere la formazione di nuovi polipi. Se le neoplasie riappaiono sul sito del tumore rimosso, devono essere rimosse ripetutamente. In assenza di nuovi polipi nella colonscopia di controllo, la seguente procedura diagnostica viene eseguita dopo 3 anni.

Con la corretta e tempestiva rimozione dei tumori benigni dell'intestino crasso, questo gruppo di malattie ha una prognosi favorevole. Tuttavia, se il polipo si trasforma in un tumore maligno, la malattia può portare alla morte. Dopo la rimozione di un tumore benigno per una tempestiva rilevazione delle recidive, si esegue la ripetizione di sigmoidoscopia, irrigoscopia o colonscopia.

Tumori benigni e maligni dell'intestino

Ogni oncologo sa che un tumore intestinale è un pericolo, indipendentemente dal fatto che sia cancerogeno o benigno. Questa neoplasia può portare a compromissione della progressione fecale, si sviluppa un'ostruzione intestinale. Il principale metodo di trattamento dei pazienti con un tumore è la chirurgia.

Tumori di varie parti dell'intestino

Il tratto digestivo è costituito da diverse parti. Il reparto più esteso è l'intestino. La sua lunghezza è di circa 4 m. Ci sono intestini sottili e grandi. Un tumore può comparire in qualsiasi dipartimento. Il più grande pericolo per le persone è il cancro. Un tumore è una neoplasia caratterizzata da una violazione della differenziazione cellulare.

I primi segni della malattia possono comparire nelle fasi avanzate, che peggiorano la prognosi per la salute. Negli adulti, la neoplasia è spesso localizzata nell'intestino crasso. I tumori sono benigni e maligni. Hanno le loro caratteristiche. Neoplasie maligne si distinguono dai seguenti sintomi:

  • completa perdita di cellule da parte delle cellule della capacità di differenziazione normale;
  • atipie;
  • la capacità di dare metastasi a distanza;
  • germinazione dei tessuti circostanti nelle fasi successive;
  • rapido sviluppo;
  • crescita aggressiva;
  • frequenti ricadute.

Il cancro ha tutte queste proprietà. I tumori benigni dell'intestino sono caratterizzati da una crescita lenta, parziale capacità di differenziazione cellulare, mancanza di metastasi e rare recidive. La prognosi con loro è più favorevole. Non germinano mai in altri organi, ma possono comprimerle.

Varietà e fasi di tumori

Le neoplasie sono molto diverse. I tumori benigni più comuni sono:

Il più comune è leiomioma. Viene diagnosticato nel 30-35% dei pazienti. Un po 'meno comune è l'adenoma. È tubolare, villoso e misto. L'adenoma si sviluppa dal tessuto epiteliale (ghiandolare) dell'intestino, simile alla forma di un polipo con una gamba. Spesso, l'adenoma subisce una degenerazione maligna nel cancro.

I tumori dell'intestino si sviluppano principalmente nelle persone anziane. L'incidenza di picco cade su 40-70 anni. Esistono tumori benigni che si sviluppano dal tessuto connettivo, incluso leiomioma. Assomiglia a un nodo senza capsula. Leiomioma è localizzato nello strato sottomucoso della parete intestinale.

A volte i tumori benigni si sviluppano dal tessuto nervoso, sono chiamati schwannomi. Tutti i neoplasmi sono divisi in congeniti e acquisiti. Il primo gruppo comprende linfangiomi ed emangiomi, formati da vasi sanguigni. Queste neoplasie sono pericolose perché possono causare sanguinamento intestinale. I tumori benigni possono svilupparsi esofticamente (nel lume dell'intestino) o endofitico (in profondità).

Tra tumori maligni, leiomiosarcoma, angiosarcoma, linfoma, carcinoide e cancro sono più spesso rilevati. Si sviluppano da diversi tessuti. A volte si sviluppa la forma maligna dello schwannoma. La patologia più comunemente diagnosticata, come il cancro del colon-retto, colpisce l'intestino crasso. Il cancro si verifica in 4 fasi. La metastasi a distanza indica un tumore trascurato, nel qual caso l'operazione è inefficace.

I principali fattori eziologici

Perché ci sono neoplasie nelle donne e negli uomini, nessuno lo sa. Le cause esatte dello sviluppo di tumori non sono state stabilite. Assegna i seguenti fattori di rischio:

  • dieta impropria;
  • il fumo;
  • l'alcolismo;
  • contatto con composti cancerogeni;
  • Presenza di malattie precancerose (ulcera peptica, polipi);
  • ereditarietà gravata;
  • celiachia;
  • colite ulcerosa e enterite;
  • vecchiaia;
  • costipazione cronica;
  • sindromi polipose (Gardner);
  • mancanza di esercizio;
  • danno meccanico all'intestino;
  • malattie parassitarie (elminitiasi);
  • disturbi autoimmuni;
  • Malattia di Crohn;
  • infezioni intestinali acute e croniche;
  • diverticolite.

Il duodeno è spesso influenzato dagli effetti della bile e del succo pancreatico. I fattori di rischio includono la presenza di poliposi familiare. I polipi adenomatosi più pericolosi, spesso degenerano in cancro. Tumori maligni dell'intestino possono svilupparsi su uno sfondo di neoplasie benigne. Questo è osservato nelle persone che non vanno dal dottore per molto tempo.

Lo stato dell'intestino dipende in gran parte dalla natura della nutrizione. L'uso di un gran numero di grassi animali, la mancanza di fibre e vitamine alimentari, l'alcolismo, la dipendenza da cibi acuti e fritti, l'eccesso nella dieta della carne - tutto questo aumenta la probabilità di tumori. Gli agenti cancerogeni sono anche importanti. Queste sostanze possono venire con cibo o aria.

Effetti collaterali sugli integratori alimentari intestinali (coloranti, conservanti). Il rischio di sviluppare il cancro è più alto nelle persone che lavorano in condizioni di lavoro dannose, così come nell'industria chimica.

Segni di neoplasia benigna

Se c'è un tumore nell'intestino, i sintomi nelle fasi iniziali sono spesso assenti. Spesso, la malattia viene rilevata per caso. I tumori benigni dell'intestino tenue in donne e uomini si manifestano con i seguenti segni:

  • nausea;
  • eruttazione;
  • vomito periodicamente in atto;
  • aumento di gas;
  • diminuzione dell'appetito;
  • allentare lo sgabello o la stitichezza;
  • dolore instabile.

Se la papilla del duodeno è interessata, può svilupparsi ittero. I sintomi sono in gran parte determinati dalla localizzazione della neoplasia. Se l'intestino tenue è interessato, i sintomi includono dolore nella parte sinistra dell'addome e vicino all'ombelico, è volubile e opaco. Nelle donne e negli uomini, il tumore è spesso localizzato nell'ileo, il dolore è percepito proprio sotto l'addome.

I sintomi nelle donne e negli uomini sono più pronunciati quando il tumore diventa grande. Questo può causare sanguinamento e ostruzione intestinale. In questo caso, nelle masse di vomito e nelle feci, viene trovato sangue coagulato. Questo sintomo è più spesso osservato con neoplasie vascolari (emangiomi).

Adenomi e polipi causano l'ostruzione intestinale. Si manifesta con il gonfiore e la ritenzione delle feci. A volte manifestazioni extraintestinali sotto forma di oscuramento della pelle, perdita di capelli e danni alle unghie. Questo è possibile sullo sfondo di polipi adenomatosi. Le neoplasie benigne non sono accompagnate da sintomi di intossicazione.

Se il tumore è localizzato nel colon, si osservano i seguenti segni clinici:

  • sgabello instabile;
  • pallore della pelle;
  • la debolezza;
  • disagio nell'addome inferiore;
  • l'aspetto del sangue nelle feci.

I sintomi più comuni sono assenti. In presenza di tumori villosi, l'equilibrio elettrolitico dell'acqua nel corpo è spesso disturbato. Grandi neoplasie causano stitichezza e ostruzione intestinale cronica. Spesso ci sono segni di anemia perniciosa.

Manifestazioni di tumori maligni

Il processo del cancro è più grave. I tumori maligni dell'intestino tenue si manifestano con la sindrome del dolore, perdita di peso corporeo, debolezza, affaticamento rapido, sanguinamento. La perforazione è possibile con il linfoma. Si manifesta un dolore acuto e angosciante. Nel 10% dei pazienti non ci sono sintomi. Adenocarcinomi e carcinoidi con diagnosi prematura portano alla sovrapposizione del lume intestinale.

Con linfoma e leiomiosarcoma, una grande neoplasia può essere palpata attraverso la parete addominale. Il carcinoide si manifesta con la diarrea, una sensazione di afflusso di sangue al corpo, dispnea. Spesso si sviluppa broncospasmo. La complicazione del carcinoide è lo sviluppo di insufficienza cardiaca. I primi sintomi compaiono 6-12 mesi dopo l'inizio della crescita del tumore.

Il tumore del colon-retto più comunemente diagnosticato. Nelle prime fasi si manifesta con i seguenti sintomi:

  • scarica sanguinante durante la defecazione;
  • dolore durante lo svuotamento intestinale;
  • la presenza di una grande quantità di muco nelle feci;
  • dolore nell'addome inferiore a sinistra o a destra;
  • costipazione;
  • diarrea;
  • segni di anemia.

Nelle ultime fasi di intossicazione si sviluppa. Questa è una manifestazione di cancro avanzato. L'intossicazione si manifesta con depressione, debolezza, perdita di forza, pallore, ittero o pelle blu, secchezza delle mucose, febbre, sudorazione notturna, nausea, vomito ripetuto. In caso di danni a organi distanti (polmoni, pancreas, ossa, colonna vertebrale, fegato) compaiono sintomi extraintestinali.

Esame e tattiche di trattamento

Come determinare la presenza del tumore e il suo aspetto, solo il medico lo sa. Il trattamento è prescritto solo dopo i seguenti studi:

  • FEGDS;
  • colonscopia;
  • clisma opaco;
  • analisi cliniche generali;
  • feci per sangue occulto;
  • biopsia;
  • sigmoidoscopia;
  • esame delle dita del retto;
  • la palpazione;
  • analisi del sangue biochimica;
  • ricerca sui consumatori.

Se necessario, vengono organizzati test genetici. L'ultrasuono è obbligatorio. Con l'aiuto di esso è possibile valutare le condizioni di altri organi, rilevare le metastasi. A volte il tumore intestinale si sviluppa una seconda volta, in questo caso è necessario identificare l'obiettivo primario. Il trattamento è determinato dal tipo di neoplasma.

Per escludere tumori maligni, è necessario condurre uno studio citologico, a questo scopo viene prelevato un pezzo di tessuto. La tempestività del rilevamento della malattia è il fattore determinante da cui dipende la prognosi per la salute. Il trattamento dei tumori è principalmente chirurgico. Quando viene rilevato un cancro del colon-retto, viene eseguita una resezione intestinale. Il tumore viene rimosso insieme a parte del tessuto sano.

Quando le lesioni delle divisioni inferiori, il trattamento spesso comporta un'estirpazione addominale. Se il tumore colpisce altri organi o l'intestino tenue, viene eseguita un'operazione estesa. Se si sviluppano complicazioni, può essere necessaria la colostomia. Il tasso di sopravvivenza a cinque anni per il cancro in stadio I è dell'80%, con 4 - circa il 10%. Con più metastasi, il trattamento è palliativo. Anche il trattamento dei tumori benigni è radicale. Le neoplasie polipoidi possono essere rimosse endoscopicamente, l'elettrocoagulazione viene spesso utilizzata.

Tumori benigni dell'intestino crasso: sintomi, rimozione, prognosi e possibili rischi

I tumori benigni dell'intestino crasso sono piccole proliferazioni di cellule, il cui tipo corrisponde al tipo di cellule dell'organo da cui si sono formati i tumori (in questo caso le cellule dell'intestino crasso). Sono formati dallo strato interno del colon e sporgono nel lume.

Questo tipo di tumori è abbastanza comune e il più delle volte si verifica in persone con sovrappeso, la cui età ha raggiunto i 50 anni. La maggior parte dei tumori benigni dell'intestino crasso si trovano nel retto (più del 50%). Alcune cellule tumorali possono perdere la loro differenziazione totale o parziale. In questo caso, il tumore degenera da benigno a maligno.

I sintomi della malattia

Spesso, tumori benigni sono rilevati accidentalmente durante un'indagine relativa ad un'altra malattia, poiché questa malattia spesso si verifica in modo asintomatico.

Un chiaro segno di patologia può essere le seguenti condizioni:

  • Quando si svuota il retto sulle feci, sono visibili le vene del sangue.
  • Sensazione dolorosa nel retto durante lo svuotamento.
  • Localizzato nelle parti laterali dell'addome e nella regione dell'ano del dolore, che si intensifica al momento della defecazione. Indossano rumori o crampi, si placano dopo la defecazione, sono quasi completamente rimossi con l'uso di preparati enzimatici e l'uso di uno scaldino caldo.
  • Stitichezza frequente o viceversa: perdita di feci, vomito, gonfiore.
  • Ridurre la quantità di emoglobina necessaria per trasferire il sangue dall'ossigeno dai polmoni alle cellule.
  • Accompagnato da sensazioni dolorose, falsi desideri per lo svuotamento (tenesmo).
  • L'assenza di intossicazione da cancro, caratterizzata da affaticamento rapido, debolezza, sudorazione grave, perdita di peso e diminuzione dell'appetito.

Tipi di tumori benigni dell'intestino crasso

Diversi tipi di neoplasie benigne possono apparire in diverse parti del colon.

Questi includono:

  • lipomi (dal tessuto adiposo),
  • linfangioma (da vasi linfatici),
  • leiomiomi (dai muscoli lisci)
  • emangiomi (dai tessuti dei vasi sanguigni),
  • fibromi (dalle cellule del tessuto fibromatoso),
  • neurinoma (dalle cellule nervose),
  • polipi.

Polipi dell'intestino crasso

Le cellule che hanno perso la loro differenziazione (cellule tumorali non corrispondono alle cellule del tessuto, da cui sono formate) forma benigna colon tumore adenomatoso - polipi. Questa è una delle neoplasie più comuni.

Vengono in tre tipi:

  • Adenomi tubulari (tubolari), che sono neoplasie con una superficie densa e liscia di colore rosa.
  • Vorsico, per cui le escrescenze ramificate sono caratteristiche.
  • Tubularly villous.

Se un qualsiasi elemento tissutale del tessuto normale si sviluppa in modo sproporzionato, amartomi Crescita nodulare del tumore.

Per gli adulti il ​​più caratteristico polipi iperplastici, situato principalmente nel retto. I tumori sono di piccole dimensioni.

Come risultato di una malattia infiammatoria acuta, polipo infiammatorio, È una neoplasia della mucosa intestinale. Questo tipo di polipo è attaccato al muro dell'intestino in vari modi e può essere di forme diverse.

I tumori dalla forma leggermente allungata o arrotondata, la cui superficie può essere vellutata o ricoperta di papille, sono chiamati tumori villosi.

Poliposi diffusa (l'aspetto di diversi polipi proliferanti) può essere di due tipi:

  1. Vero (o famiglia) - è caratterizzato da un gran numero di polipi in rapida progressione (da centinaia a diverse migliaia). La malattia è ereditaria.
  2. secondario - si verifica a causa della reazione infiammatoria dell'intestino a danno di vari tipi di colon.

I polipi, a seconda del loro numero, sono divisi in:

  • singolo;
  • multiplo (con due o più).

Poliposi ereditaria, cause

Il processo di rinnovamento delle cellule della mucosa intestinale è normale nella norma. In presenza di qualsiasi irregolarità, l'aggiornamento irregolare porta alla comparsa di tumori di tipo benigno.

Fattori che svolgono un ruolo importante nello sviluppo delle neoplasie:

  • Eredità. Se un'anamnesi di parenti indica una poliposi dell'intestino crasso, aumenta il rischio di sviluppare tumori benigni.
  • Malnutrizione associata al consumo eccessivo di alimenti contenenti grassi animali e la mancanza di fibra che è presente in grandi quantità nelle verdure, frutta, pane e altri.
  • La stitichezza, che avviene a lungo, e il loro trattamento è stato eseguito da cenoidi mucosi irritanti.
  • Età superiore a 50 anni.
  • Bassa attività motoria (ipodynamia).
  • Fumo di prodotti del tabacco.
  • Varie malattie intestinali

Alle patologie che possono portare allo sviluppo di tumori benigni dell'intestino crasso, sono inclusi:

  • La malattia di Crohn, capace di colpire qualsiasi parte del tratto gastrointestinale, ma più spesso riguarda l'intestino crasso. La malattia è infiammatoria e colpisce tutti gli strati della parete intestinale.
  • Colite ulcerosa non specifica, Caratteristico principalmente per il colon nella sua mucosa. Rappresenta numerose formazioni infiammatorie ulcerative.
  • colite, che sono malattie dello strato mucoso del colon di natura infiammatoria.

importante: Più velocemente il paziente si rivolge al medico, maggiori sono le possibilità di ridurre il rischio di complicanze e di mantenere la salute. Un oncologo è impegnato nel trattamento della malattia.

Diagnosi della malattia

Per determinare la patologia e stabilire la diagnosi corretta, effettuare:

  • Un'analisi della storia dei reclami e delle malattie del paziente (presenza di dolore, presenza di sangue, feci, presenza di stitichezza) e con la quale questi sintomi sono collegati dal paziente stesso.
  • Analisi della storia medica del paziente (presenza di varie malattie intestinali, come la colite ulcerosa con presenza di un elevato numero di ulcere nello strato mucoso dell'intestino, morbo di Crohn e altre malattie). Prende anche in considerazione lo stile di vita del paziente, la qualità della nutrizione, l'attività motoria, la presenza di cattive abitudini (alcolismo, fumo).
  • Analisi della storia familiare (se il colon ha una malattia dei parenti del paziente).
  • I dati ottenuti come risultato di un esame obiettivo del paziente (spesso non informativo, ma per polipi grandi e multipli caratterizzati da pelle pallida e presenza di sangue nelle feci).
  • Dati strumentali e di laboratorio ottenuti sulla base di:
    • Un esame del sangue generale (controllare il livello di emoglobina, che diminuisce a causa della perdita di sangue quando i tumori sono danneggiati).
    • Sgabello anale con un microscopio per la presenza di sangue in esso.
    • Studi dello stomaco, dell'esofago e del duodeno con l'aiuto di un endoscopio.
    • Ricerca del retto sulla presenza di nuove formazioni per le dita.
    • Irrigoscopia: esame a raggi X dell'intestino usando il contrasto.
    • Introduzione al retto di un tubo flessibile per l'esame e il rilevamento di neoplasie (sigmoidoscopia).
    • Colonscopia - un metodo simile, che è descritto sopra. La principale differenza tra questo è che il dispositivo trasmette un segnale video al monitor. Questa procedura consente anche di prelevare tessuto su una biopsia e rimuovere il tumore direttamente durante l'esame.

Trattamento della malattia

La terapia farmacologica per i tumori benigni dell'intestino crasso è considerata inefficace, quindi ricorrono all'intervento chirurgico.

Le apparecchiature endoscopiche sono utilizzate per il trattamento di singole formazioni. Un tubo flessibile per endoscopio contenente un elettrodo ad anello per catturare il tumore e rimuovere il peduncolo viene inserito nell'ano del paziente. La rimozione di grandi tumori viene eseguita in più fasi. Per rilevare la trasformazione maligna delle cellule, il tessuto tumorale rimosso viene inviato allo studio al microscopio. Il metodo descritto è ben tollerato dal paziente, mentre la prestazione umana viene ripristinata il giorno successivo.

Poliposi diffusa è trattata con il metodo di resezione totale dell'intestino crasso. Questo è necessario perché c'è un alto rischio di tumori maligni. Dopo la rimozione del colon, l'ano del paziente è collegato alla fine dell'intestino tenue.

L'endoscopia di controllo viene prescritta un anno dopo la rimozione di grandi polipi o neoplasie multiple. Se i polipi vengono nuovamente rilevati, vengono rimossi. In loro assenza, il successivo studio che utilizza un colonscopio viene eseguito dopo 3 anni.

Possibili complicazioni e le loro conseguenze

Se il trattamento non viene eseguito in modo tempestivo, possono verificarsi le seguenti complicanze:

  • La comparsa di sanguinamento dal retto, a causa di danni al tessuto tumorale.
  • La degenerazione di cellule benigne in cellule maligne.
  • Perforazione della parete intestinale (l'apertura del foro). Di conseguenza, c'è un'infiammazione della cavità addominale (peritonite).
  • Ostruzione completa o parziale dell'intestino dovuta alla sovrapposizione del lume intestinale da parte di grandi neoplasie.
  • Endocolite acuta (infiammazione della parete intestinale). Questa malattia progredisce molto rapidamente e può portare alla morte.
  • Anemia (diminuzione della quantità di emoglobina nel sangue).
  • Le cosiddette "feci" sono feci solide e dense che derivano da costipazione prolungata.

Prevenzione della malattia

Non esiste una profilassi specifica per questa malattia.

Tuttavia, gli esperti raccomandano:

  • Mangiare correttamente (limitare la quantità di cibi fritti, affumicati, piccanti e grassi, ridurre il consumo di caffè, fast food e soda).
  • Aumentare il numero di alimenti nella dieta contenente fibre, fibre alimentari (mangiare verdure, frutta, grano saraceno e cereali di mais, pane integrale, prodotti di latte acido e oli vegetali).
  • Aumentare il volume del liquido consumato a 2 litri al giorno.
  • Per passare l'esame a un gastroenterologo con l'uso di un endoscopio almeno una volta all'anno (soprattutto per i pazienti che hanno raggiunto i 45-50 anni di età.) Rimuovere i neoplasmi se vengono rilevati.
  • Ridurre il consumo di bevande alcoliche, smettere di fumare.

Sowinskaya Elena, revisore medico

2.875 visualizzazioni in totale, 4 visualizzazioni oggi

B2b-tractor.ru

Intestino sano

Un tumore intestinale può essere benigno

31/05/2012 b2b

Tumore intestinale Come riconoscere?

Un tumore intestinale può svilupparsi in qualsiasi parte di esso. I segni della malattia e le previsioni dipendono dalla localizzazione e dalla struttura morfologica della neoplasia. Consideriamo questo problema in modo più dettagliato.

Tumori dell'intestino tenue

Secondo la classificazione dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, si distinguono i seguenti tumori benigni dell'intestino tenue:

In particolare, l'adenoma. È un polipo con una gamba o una base ampia. Succede:

Formata nello strato sottomucoso e nella zona della cripta della mucosa dell'intestino tenue. Inizialmente, l'integrità dell'epitelio è preservata. Man mano che la malattia si sviluppa, si verificano manifestazioni.

Sono rari. Sono formati da tessuto connettivo, muscolare, grasso, nervoso. specie:

  • Leiomioma (senza nodo della capsula nello spessore del muro);
  • Leiomioblastoma (composto da cellule arrotondate con un citoplasma leggero, capace di metastatizzare);
  • Neurilemoma (formazione incapsulata);
  • Lipoma (nodo incapsulato di cellule adipose);
  • Emangioma, linfangioma (sono singoli e multipli, di solito congeniti).

I segni di un tumore intestinale compaiono solo quando la dimensione della formazione è considerevole. Questi sono:

  • Ostruzione meccanica dell'intestino tenue;
  • Sanguinamento intestinale (con disintegrazione tumorale);
  • Otturazione dell'ittero (con localizzazione dell'educazione nella papilla grande).

Nelle fasi iniziali dei tumori benigni si verificano asintomaticamente. Possono essere rilevati per caso a seguito di un esame a raggi X o di un FGD, condotto in un'altra occasione.

Durante l'esame radiologico, è visibile un difetto di riempimento con bordi chiari e uniformi. Le formazioni possono essere diverse. L'analisi endoscopica conferma la natura benigna del tumore.

Il trattamento di un tumore dell'intestino è solo chirurgico.

Neoplasie maligne

Il cancro dell'intestino tenue è raro. È rappresentato dalle seguenti forme epiteliali:

  • L'adenocarcinoma (localizzato nella regione della grande papilla, ha una superficie vesca);
  • Adenocarcinoma mucinoso;
  • Carcinoma a cellule anulari;
  • Cancro indifferenziato;
  • Non assortite.

Carcinoide maligno è caratterizzato da grave invasione della parete intestinale, espressione della mucosa e metastasi.

Forme non epiteliali di un tumore maligno dell'intestino:

Possono essere nodosi e diffusi, singoli e multipli, primari e secondari.

  • Nelle prime fasi non sono determinati;
  • Sensazione di scoppiare nello stomaco mentre si mangia;
  • Sensazione di pienezza dello stomaco;
  • Nausea e vomito dopo ogni pasto;
  • Perdita di peso;
  • Emorragia intestinale (caratteristica della disintegrazione tumorale);
  • Anoressia più una particolare avversione per i prodotti a base di carne;
  • Alta temperatura corporea;
  • la debolezza;
  • Dolore (con sarcomi).

Metodi di trattamento del cancro dell'intestino tenue:

  • operativa;
  • Sintomatico (in casi trascurati).

Tumori dell'intestino crasso

Formazioni benigne

Possono essere raggruppati in tre gruppi:

  • Epiteliale (adenoma e adenomatosi);
  • Carcinoide (la frequenza è al secondo posto tra i tumori dell'intestino);
  • Non epiteliale (localizzato in qualsiasi strato del muro e formato da diversi tessuti).

L'adenoma è formato dall'epitelio ghiandolare. È una formazione su un peduncolo o una base ampia. Sembra un polipo.

L'adenomatosi viene diagnosticata quando vengono rilevati più adenomi (almeno un centinaio). Tutte le formazioni hanno, di regola, una struttura tubulare e un diverso grado di displasia.

I polipi sono chiamati strutture patologiche che si elevano al di sopra della superficie della mucosa. Oltre ai tumori stessi, possono essere processi tumorali.

I sintomi di un tumore intestinale nelle fasi iniziali sono assenti. Con un aumento significativo della formazione appare ostruzione dell'intestino crasso e con il decadimento del tumore - sanguinamento. I polipi sono spesso convertiti in tumore del colon. Pertanto, il metodo principale di trattamento dei tumori benigni è la loro rimozione.

Cancro al colon

Una delle malattie oncologiche più frequenti. Prende il terzo posto. Gli uomini sono malati il ​​doppio delle donne.

1) In base alle caratteristiche macroscopiche:

  • La forma esofitica del cancro (formata nella parte destra dell'intestino crasso, ha una superficie tuberosa, cresce nel lume intestinale);
  • Forma di cancro endofitica (localizzata nelle parti sinistre dell'intestino, che si estende lungo il muro, abbracciandola anularmente).

2) In base alle caratteristiche istologiche:

  • adenocarcinoma;
  • Carcinoma a cellule squamose;
  • Cancro del muco (mucinoso);
  • Cellulare ad anello;
  • La cellula squamosa ghiandolare;
  • Non assortite.

Il tumore maligno dell'intestino crasso si metastatizza negli stadi successivi. Inclinato alla germinazione negli organi vicini.

I segni clinici dipendono dalla posizione del tumore e dalla struttura del tumore. Nelle fasi iniziali la malattia è asintomatica. I primi segni appaiono con un significativo aumento del tumore.

Il tumore è localizzato nella metà destra dell'intestino crasso. sintomi:

  • Sanguinamento intestinale;
  • il dolore;
  • l'anemia;
  • Alla palpazione si trova un tumore tuberoso.

Il tumore è localizzato nelle parti sinistra del colon. sintomi:

  • Dolore cramping;
  • Violazione delle feci (quindi diarrea, quindi stitichezza);
  • Gonfiore limitato del lato sinistro dell'addome;
  • Ostruzione parziale dell'otturazione.

Il tumore è localizzato nel retto. sintomi:

  • Isolamento del sangue con le feci;
  • Diarrea (a volte - stitichezza);
  • Forma lenta di feci;
  • il dolore;
  • Violazione della defecazione (con affetto dell'ano).

Tutte le localizzazioni sono caratterizzate da segni di avvelenamento generale.

Il trattamento è chirurgico. In casi inutilizzabili - chemioterapia. Senza trattamento, il paziente può vivere da due a quattro anni.

Tumori benigni dell'intestino

I tumori intestinali benigni possono provenire da diversi tessuti della parete intestinale, quindi la loro struttura è molto diversa.

Da tumori del tessuto connettivo, fibromi e miofibromi sono più comuni. Possono essere localizzati all'interno dell'intestino, penetrando nel suo lume o all'esterno, sporgendo sulla sua superficie. Per quanto riguarda le dimensioni, solitamente non sono più di una nocciola, tuttavia, benché molto rari, si riscontrano fibromi di peso fino a 1 kg. Nel tessuto tumorale spesso marcavano aree di necrosi seguite da pietrificazione, fusione e formazione di cavità, talvolta associate al lume intestinale. La membrana mucosa che copre il mioma è facilmente ulcerata. La presenza di fibromi, nonché eventuali tumori, situato all'interno dell'intestino può portare a invaginazione, come fibromi, sviluppantesi lungo la periferia dell'intestino può divertikuloobrazno tirando la parete intestinale. In alcuni pazienti, il tumore diventa maligno.

lipomi meno comuni dell'intestino tenue, che si trovano sotto la mucosa, sotto la membrana sierosa, come componenti separati, o assumono la forma di un polipo, appeso verso l'esterno, mentre la disposizione interna - all'interno del lume intestinale. Una significativa rarità è rappresentata da fibromi, angiomi cavernosi o capillari e linfangiomi. Questi ultimi sono spesso angiectasie e non neoplasie.

Nell'intestino tenue ci sono anche tumori degli elementi del tessuto nervoso: neurofibromi, ganglioneuromi, neurinomi.

Di tumori benigni dell'intestino di natura epiteliale, ci sono polipi, adenomi polipi, che nell'intestino tenue si osservano incomparabilmente meno frequentemente che nell'intestino crasso. Molto raramente ci sono adenomi, con la comparsa di nodi situati nello spessore della parete intestinale.

Occasionalmente tenue sono formazione del tumore, risultante da heterotopia, cioè porzioni sfalsate embrionale epitelio -.. L'enterokistomy cosiddetto, enteromy adenomioma e che può essere multiplo. Ci possono essere ulteriori lobuli pancreatici con dotti che si estendono nell'intestino.

Infine, carcinoidi trovati qui, che rappresentano un piccolo (raramente più di 1 cm di diametro) del tumore rotonda posta sotto una membrana mucosa nettamente delimitati dal tessuto circostante e il taglio avente un bianco-grigiastro o giallo. I carcinoidi si trovano prevalentemente nell'intestino tenue, nell'appendice vermiforme. La struttura istologica del tumore è molto simile al carcinoma a piccole cellule, tuttavia i carcinoidi si sviluppano molto lentamente e, di regola, non forniscono metastasi. Di solito sono una scoperta accidentale durante le operazioni o nelle sezioni.

Sintomi di tumori benigni dell'intestino

Clinicamente, le neoplasie possono manifestarsi come ostruzione a causa dell'occlusione del lume intestinale, se il tumore è grande o dopo l'intussuscezione. Nei tumori vascolari benigni dell'intestino, ci sono emorragie intestinali, a volte fatali. Nella maggior parte dei pazienti, i tumori benigni dell'intestino non causano sensazioni, anche a dimensioni così grandi, quando possono essere rilevati durante la palpazione dell'addome. Una caratteristica distintiva di tali tumori è la loro notevole mobilità, possono essere facilmente spostati in tutte le direzioni e, a causa di ciò, a volte vengono palpati molto bene, e talvolta scompaiono quando viene effettuata la palpazione. Grandi tumori dovuti alla gravità, che ritardano l'intestino, possono gradualmente cadere nella piccola pelvi e qui vengono spesso definiti come la cisti ovarica.

In assenza di effetti dall'intestino (violazione pervietà, sanguinamento gastrointestinale) diagnosi intestino neoplasia può essere messo sotto esame a raggi X dei difetti dalla presenza di riempimento arrotondato con contorni liscia. Se il tumore si trova all'esterno dell'intestino, sotto la radiografia è possibile stabilire la sua connessione con l'ansa contrastata dell'intestino. In generale, la diagnosi di un tumore benigno è solo presunta.

Trattamento di tumori benigni dell'intestino

Nessun esame clinico o radiologico non fornisce informazioni sufficienti per negare con fiducia alla possibilità di una natura maligna della malattia, e ancora di più, a negare la possibilità di ulteriori elementi di malignità. Pertanto, in linea di principio, ogni tumore dell'intestino diagnosticato dovrebbe essere rimosso anche se non si manifesta da nulla.

Un tumore intestinale può essere benigno

Trattamento di un tumore benigno dell'intestino

Se hai intenzione di andare al trattamento di un tumore benigno intestinale in una delle cliniche in Israele. Germania. Singapore. In Finlandia o in un altro paese, puoi sempre rivolgerti a qualsiasi domanda sull'organizzazione del trattamento all'estero e ottenere una consulenza gratuita da specialisti in questo campo.

Non sarà solo aiutare a determinare la più appropriata per il vostro caso della clinica o un centro, ma si calcola il costo approssimativo del trattamento dei tumori intestinali benigni all'estero, rispondere alle altre domande relative alla organizzazione del viaggio.

Puoi ottenere consigli usando il modulo di feedback sulla pagina "Fai una domanda a un dottore". e l'invio di una richiesta all'indirizzo e-mail specificato lì, o semplicemente per telefono.

Dove trattare un tumore benigno dell'intestino

Il nostro portale ha raccolto informazioni sulle attività di centinaia di cliniche straniere, la maggior parte delle quali può effettuare il trattamento necessario per un tumore benigno dell'intestino. Tra le più grandi istituzioni mediche coinvolte nella terapia del cancro, è possibile, in particolare, notare cose come:

L'attrezzatura tecnica della Clinica Oncologica dell'Istituto di Oncologia dell'Accademia Cinese delle Scienze Mediche è ai massimi livelli, il che consente la diagnosi qualitativa e il trattamento del cancro. La clinica è conosciuta per i suoi risultati nel campo della terapia per il cancro dello stomaco e dell'esofago, il cancro del sistema linfatico. Vai alla pagina

Il Centro tedesco occidentale per lo studio del cancro di Essen funziona presso un'università medica locale, specializzandosi principalmente nel trattamento medico del cancro. Oltre alla chemioterapia classica, il Centro utilizza metodi innovativi di trattamento. Vai alla pagina

Clinica universitaria di Monaco LaKUMed in Germania vede una delle sue priorità nella diagnosi e nella cura del cancro. Il Dipartimento di Oncologia, formato presso la clinica, ha ricevuto un premio dal Ministero della Salute della Germania per i suoi risultati nel campo dell'oncologia e della medicina palliativa. Vai alla pagina

Uno dei più grandi centri di cancro a Singapore è la clinica "Gleneagles", che è stata effettuata con successo la diagnosi e il trattamento di malattie come il cancro del tratto gastrointestinale, cancro al seno, cancro ovarico e tumore dell'endometrio, tiroide e del pancreas, ecc.. Vai alla pagina

Una delle direzioni più importanti del lavoro della clinica giapponese "Gate Tower IGT" è il trattamento efficace dei tumori maligni. Gli specialisti della clinica applicano molte nuove tecniche e sviluppi, in particolare, usano ampiamente il metodo di embolizzazione delle arterie, come alternativa al trattamento chirurgico. Vai alla pagina

Il Cancer Center dell'Università giapponese di Keio è stato a lungo coinvolto con successo nella diagnosi e nel trattamento di vari tipi di malattie maligne. Per il successo del trattamento del cancro nel Centro, si formano squadre multidisciplinari di medici di varie specializzazioni, che alla fine forniscono risultati elevati. Vai alla pagina

La clinica privata Main-Taunus in Germania offre ai suoi pazienti la più ampia gamma di servizi nel campo della diagnostica e della cura delle malattie oncologiche. Tra le priorità vi sono il trattamento del cancro del polmone, i tumori benigni dell'intestino, i tumori del fegato, i reni, il cancro della pelle. Vai alla pagina

Dalla storia dello sviluppo dell'oncologia

. Tuttavia, i sintomi clinici forniscono sufficienti informazioni per supporre con sicurezza che il paziente abbia un tumore maligno dei tessuti molli e lo sottoponga a ulteriori metodi di indagine.

Diagnostica a raggi X. Uno dei componenti obbligatori di un esame completo di un paziente affetto da un tumore maligno dei tessuti molli è uno studio a raggi X del sito del tumore.

Esame a raggi X, tomografia. Il test viene eseguito a bassa tensione (40-50 kV) e corrente a 50 mA / s utilizzando schermi di rinforzo, ma senza l'uso di una griglia di schermatura. Circa il 90% dei pazienti con immagini radiografiche "morbide" ha l'opportunità di identificare l'ombra della lesione. Vai alla sezione

I. TESSUTO DEL PICCOLO INTESTINO

1. Tumori benigni dell'intestino tenue.

La classificazione internazionale dei tumori intestinali (WHO, Geneva, 1981) identifica i seguenti tumori benigni dell'intestino tenue:

1) I tumori epiteliali sono rappresentati da un adenoma. Ha l'aspetto di un polipo su un peduncolo o su una base ampia e può essere tubolare, villoso e tubulovescoso.

2) I carcinoidi si trovano nell'area delle cripte della mucosa e dello strato sottomucoso. La copertura epiteliale è inizialmente conservata, e quindi spesso ulcerata.

3) Anche i tumori non epiteliali dell'intestino tenue sono estremamente rari, sono rappresentati da tumori del tessuto muscolare, nervoso, connettivo e adiposo.

-Leiomioma ha l'aspetto di un nodo nello spessore della parete intestinale, più spesso nello strato sottomucoso, senza una capsula.

-Leiomioblastoma è costituito da cellule arrotondate e poligonali con un citoplasma leggero privo di fibrille. Essendo un tumore prevalentemente benigno, può metastatizzare.

-Il neurilemoma (Schwannoma) è un tumore incapsulato con una disposizione di nuclei simile al palis e talvolta strutture organoide complesse.

-Il lipoma è un nodo incapsulato rappresentato da cellule adipose. Situato nello strato di sottomucosa, a volte raggiungendo una grande dimensione, può causare intussuscezione e ostruzione intestinale.

-L'emangioma e il linfangioma sono generalmente congeniti, possono essere singoli e multipli. Emangiomi intestinali comuni sono una manifestazione delle sindromi di Randyu-Osler-Weber e Parkes-Weber-Klippel.

Benigni tumori duodenali in un primo momento per un lungo periodo sono asintomatici e vengono scoperti per caso durante l'esame radiologico o FEGDS intrapreso per un altro motivo, o di profilassi.

Quando un tumore raggiunge grandi dimensioni, di solito si manifesta come sintomi di ostruzione meccanica dell'intestino tenue o in caso di disintegrazione del tumore - sanguinamento intestinale.

In alcuni casi, se il tumore è localizzato nell'area della papilla grande (fusarium) del duodeno, l'ittero di otturazione può essere uno dei primi sintomi.

L'esame a raggi X determina uno o più difetti di riempimento, i contorni di un tumore benigno, di solito chiaro, uniforme. La ricerca endoscopica, integrata con biopsia mirata, in molti casi consente di determinare con precisione la natura del tumore e fare una diagnosi differenziale con cancro e sarcoma dell'intestino 12T.

TRATTAMENTO dei tumori benigni del 12 '- l'intestino è chirurgico. 2. Tumori maligni dell'intestino tenue.

Tumori epiteliali. Il cancro dell'intestino tenue è rappresentato dalle seguenti forme istologiche:

2). adenocarpoma mucinoso;

5). cancro non classificabile

Adenocarcinomi dell'intestino tenue - rari tumori che si presentano nella regione della grande papilla dell'intestino 12T (fter), hanno una superficie viziata, solitamente ulcerata. In altri reparti è possibile un tipo di crescita endofitica, con il tumore che stenota il lume dell'intestino. Il carcinoma a tricofitosi è estremamente raro.

Il carcinoide maligno è istologicamente difficile da distinguere da benigno.

Il criterio della sua malignità è una pronunciata invasione del tumore nella parete intestinale, ulcerazione della mucosa e metastasi nei nodi mesenterici.

I tumori non epiteliali dell'intestino tenue secondo la classificazione istologica internazionale sono rappresentati da due gruppi: miosarcoma e altri tumori.

Nell'intestino tenue può essere vari tipi di linfoma maligno (linfosarcoma, reticulosarcoma, malattia di Hodgkin, tumore di Burkitt) e tumori classificati. I tumori possono essere singoli o multipli, nodulare e diffusa, spesso subiscono necrosi ed ulcerazione.

I tumori maligni dell'intestino tenue possono essere secondari. Tra questi, i più frequenti sono le metastasi di petto, stomaco, polmone, utero e melanoma.

Il tumore del 12T-intestino è un tumore maligno molto raro, che per ragioni statistiche viene rivelato per lo 0,04-0,4% dei pazienti deceduti per cancro. Nella maggior parte dei casi, il tumore si trova nella porzione discendente dell'intestino 12T.

I sarcomi del 12T-intestino sono anche meno comuni del cancro. Comunque, se i tumori di cancro sono più spesso trovati in vecchiaia, allora i sarcomi - in più giovane.

CLINIC. Nelle prime fasi di sviluppo del cancro non si manifesta alcun sintomo o quadro clinico è molto scarso e incerto. Solo quando il tumore di dimensioni sufficienti ci sono sintomi di ostruzione alta intestinale (inizialmente una sensazione di pienezza nella parte superiore dell'addome durante il pasto, "l'overflow dello stomaco", poi nausea e vomito a ogni pasto, anche impossibile mangiare di spessore non solo, ma il cibo liquido), cachessia, fino cachessia, sanguinamento intestinale nei tumori decadimento sviluppa simultaneamente ano-Rex con particolare avversione alla carne, anemizapiya; aumento immotivato della temperatura corporea, debolezza generale.

Nella diagnosi, i principali sono la fluoroscopia e FGDS. Il trattamento è solo chirurgico, nei casi avanzati sintomatici.

B) PICCOLE SUCCESTE

Il sarcoma dell'intestino tenue è molto raro. Più comune negli uomini, e relativamente in giovane età.

La CLINICA è diversa. Un sintomo frequente è il dolore. Tuttavia, nel primo periodo prevalgono i reclami non definiti. Il verificarsi più frequente di sanguinamento intestinale nei sarcomi che nei tumori del piccolo intestino causa delle grandi dimensioni dei tumori alimentazione ricca di sangue e una maggiore tendenza a decadere e ulcerazione. La permeabilità intestinale nei sarcomi lungo non rotto: nel 80% dei casi non è rotto a tutti. La perforazione nei sarcomi dell'intestino tenue è estremamente rara. Tumore nel 75% dei casi metastatizza ai linfonodi. Da remoto (ematogene) metastasi sono più frequenti metastasi epatiche. L'outlook è sfavorevole. L'esame radiologico deve essere eseguito necessariamente, ma non esiste un quadro radiografico temporomonico per il sarcoma dell'intestino tenue. Anche la laparotomia in alcuni casi non porta la necessaria chiarezza. Nella diagnosi, anche l'ecografia è importante, la tomografia computerizzata.

Tumore del retto - sintomi

Per il normale funzionamento del sistema escretore, la formazione finale, così come l'accumulo di feci e la sua escrezione, è il retto. È la parte inferiore dell'intestino crasso e ha una lunghezza di soli 15-20 cm. Nonostante le dimensioni così ridotte, questo organo è suscettibile a molte patologie oncologiche. Il loro trattamento è notevolmente facilitato se in tempo per diagnosticare un tumore del retto - i sintomi di questa malattia dipendono dalla natura e dalla qualità del tumore, dalla lunghezza della sua crescita, dal volume e dalla localizzazione.

Quali sono i sintomi di un tumore benigno del retto?

Il tipo considerato di formazioni patologiche può essere di diversi tipi:

1. Tumori epiteliali:

  • Polipo adenomatoso;
  • Teratoma sacrale-coccigeo;
  • Un gonfiore nasale.

2. Neoplasie del tessuto muscolare e connettivo:

3. Tumori da fasci di vasi e nervi:

Il più spesso la formazione maligna è convertita neoplasie epitelialny. Pertanto, un'attenzione speciale merita i sintomi di un tumore villoso del retto e del teratoma sacro-coccigeo:

  • Disturbi delle feci;
  • Isolamento del sangue nel processo o alla fine della defecazione;
  • Anemia.

A polipi ci sono tali segni:

  • Dolore nell'addome;
  • Frequenti movimenti intestinali;
  • l'anemia;
  • Miscela di sangue e una grande quantità di muco nelle feci;
  • esaurimento;
  • Ostruzione intestinale

Vale la pena notare che nella maggior parte dei casi le neoplasie benigne crescono senza manifestazioni cliniche e non disturbano affatto la persona. Vengono rilevati dal proctologo in modo casuale, durante gli esami strumentali o l'esame delle dita, a volte durante l'intervento.

Sintomi di un tumore maligno di un retto

Ci sono 5 fasi di sviluppo del cancro dell'organo descritto. Sono numerati da 0 a 4, gli ultimi 2 stadi di crescita del neoplasma sono considerati gravi.

Sfortunatamente, nelle fasi iniziali (0-2), tutti i sintomi di un tumore canceroso del retto sono completamente assenti. La dimensione della formazione maligna è ancora troppo piccola per produrre effetti negativi pronunciati sul corpo, e le metastasi non sono ancora in crescita.

Quando la neoplasia aumenta di volume e colpisce i tessuti adiacenti, compresi i linfonodi, la presenza del tumore diventa più evidente:

  • Incontinenza di gas e feci;
  • costipazione;
  • Sensazione di un corpo estraneo nell'intestino dopo l'atto di defecazione;
  • diarrea;
  • Sanguinamento prima del movimento intestinale;
  • Feci del nastro;
  • Dolore all'addome e al retto;
  • l'anemia;
  • Fatica veloce;
  • Diminuzione del peso corporeo;
  • Isolamento del sangue, muco insieme alle feci;
  • Flatulenza.

Sintomi di disintegrazione di un tumore di un retto

Al quarto stadio di crescita maligna, aumenta rapidamente di dimensioni, riempiendo l'intero lume del retto e consente di metastasi agli organi vicini. Ad un certo punto, il tumore inizia a decadere, causando un rilascio intensivo di tossine nella linfa e nel sangue.

I sintomi di questa condizione sono simili ai segni di progressione del cancro, ma sono più pronunciati. Inoltre si nota:

  • Grave nausea;
  • Desideri per la defecazione circa 10-15 volte al giorno;
  • Vomito abbondante;
  • Rumbling dell'addome e gonfiore;
  • Sbiancamento della pelle;
  • Stitichezza per 4-5 giorni;
  • Isolamento di un gran numero di masse purulente con feci;
  • Crampi e dolore prolungato nell'addome.

Spesso, sullo sfondo del cancro, iniziano i processi infiammatori che possono provocare un aumento della temperatura corporea.

Tumore dell'intestino crasso

I tumori dell'intestino spesso possono essere buoni e maligni. Il primo tipo è rappresentato da polipi, lipomi, emangiomi, neuromi, fibromi, linfangioma, ecc Il secondo tipo -... Leiomiosarcoma, angiosarcoma, linfoma e colorettale, ecc anticipata patologia fase asintomatica. Man mano che l'educazione cresce, si verifica sanguinamento, ostruzione intestinale. Il rischio di sanguinamento emorragico è particolarmente alto. Alcune neoplasie benigne degenerano rapidamente in cancro.

Qualsiasi tumore nell'intestino è irto di ostruzione e può essere uno stadio precanceroso.

Cos'è un tumore?

I tumori dell'intestino crasso sono anche chiamati neoplasie patologiche. Un'oncologia è formata dalle cellule mutate, in cui c'erano cambiamenti a livello genetico. Come risultato del fallimento, inizia la loro divisione incontrollata e la crescita.

Esistono due tipi di tumori:

  • Maligno, caratterizzato da rapida crescita, sviluppo aggressivo, germinazione nei tessuti più vicini e loro distruzione graduale. Sono soggetti a metastasi - l'emergere di tumori secondari in organi lontani.
  • Benigno, caratterizzato da una crescita lenta senza intaccare i tessuti circostanti e senza la formazione di metastasi. Ma con l'aumento della quantità di istruzione inizia a spremere un certo numero di organi localizzati, violando la loro funzionalità. Alcune formazioni possono essere maligne, cioè trasformate in cancro.

Tumori benigni

Il rischio per la vita è minimo se il tumore rilevato è benigno, poiché differiscono per la crescita lenta e la bassa probabilità di malignità. Di solito tali formazioni crescono su pareti interne di un intestino diretto. Possono avere una gamba o crescere su una base ampia, aderente alla parete intestinale. Spesso tali crescite sono chiamate polipi.

I tumori benigni dell'intestino crasso non sono curabili. Hanno bisogno di essere asportati, perché almeno un minimo, ma c'è il rischio di rinascita. Inoltre, man mano che il tumore cresce, il lume intestinale verrà schiacciato, causando il blocco e l'ostruzione.

Ci sono 3 gruppi di tumori benigni dell'intestino crasso:

  • Polipi (singoli, multipli):
    • Adenomi ghiandolari e adenopapilomi ghiandolari villici;
    • iperplastica;
    • Granulazione cistica;
    • Polipi fibrosi nell'ano;
    • Polipi non epiteliali.
  • Un gonfiore nasale dell'intestino crasso.
  • Poliposi diffusa:
    • Vero diffuso;
    • Secondario.

    I più comunemente diagnosticati sono:

    • Polipi, che hanno una gamba e pendono giù nel lume dell'intestino. La patologia si riferisce all'acquisizione acquisita e simile nella struttura all'adenoma. Il rischio di malignità è elevato, quindi se vengono trovati polipi, è necessario rimuoverlo.
    • Formazioni inondate che sono maligne nella maggior parte dei casi. Sono di colore rosso, consistenza morbida, di forma rotonda con contorni irregolari.

    Le cause della comparsa di formazioni nell'intestino crasso

    È stata trovata la relazione tra la formazione di polipi e la qualità dei prodotti utilizzati. Un tale cibo provoca la crescita del tumore:

    Tale cibo pesante provoca una maggiore secrezione di acidi biliari, che vengono alimentati lungo i dotti biliari nell'intestino. A causa dell'irritazione della parete intestinale, si verifica una malattia della mucosa, le cui cellule reagiscono con la crescita attiva per formare un tumore.

    Il rischio di polipi è aumentato:

    • Con una mancanza di vitamine, calcio, fibra;
    • Con uno stile di vita sedentario;
    • Con abuso di alcol

    I primi stadi della formazione e della crescita dei polipi si verificano senza sintomi visibili. Come la dimensione del tumore e ulcerazione della superficie ad una costante esposizione ai contenuti del colon aggressivi può sanguinamento durante la defecazione o tra lo svuotamento. È possibile rilevare il sanguinamento con un test di laboratorio speciale.

    È possibile che il polipo cresca verso l'esterno dal lume dell'intestino ascendente, che è tipico per i tumori prianali su una gamba lunga. Esiste una possibilità di sviluppo della poliposi, quando i tumori appaiono diffusamente lungo l'intera lunghezza del colon.

    Una clinica esplicita di patologia è:

    • La comparsa di melanina (macchie marroni) sulla mucosa della bocca, delle labbra, della pelle delle mani, delle articolazioni, dei genitali;
    • Diarrea con muco nelle feci;
    • Emorragia costante dall'ano;
    • Aumento dei sintomi dell'ostruzione intestinale.

    diagnostica

    Per determinare la malattia, viene utilizzata una serie di metodi di ricerca strumentali e di laboratorio:

  • Analisi per sanguinamento occulto (latente). Il materiale per lo studio è le masse delle feci del paziente.
  • Colonscopia dal gruppo di operazioni endoscopiche minimamente invasive. Essenza - un'introduzione al lume del colon-colon con una macchina fotografica. Il medico valuta visivamente le condizioni del lume. Per questo, l'intestino dovrebbe essere vuoto. Se è stato trovato un polipo durante la procedura, viene immediatamente rimosso e inviato a un test istologico.
  • Esame istologico Un'analisi del materiale biologico dopo una colonscopia viene eseguita per diagnosticare o smentire la presenza di cancro.

    Trattamento e prognosi

    I metodi terapeutici tradizionali non sono giustificati. I polipi devono essere rimossi durante la diagnosi mediante colonscopia e inviati ad analisi istologiche e citologiche.

    È impossibile curare i farmaci con tumori nell'intestino, devono essere rimossi chirurgicamente.

    È importante eliminare anche le più piccole crescite. Ciò eviterà la comparsa di cancro.

    I piccoli polipi sono cauterizzati da un diatermocoagulante. Le grandi crescite vengono rimosse in parti.

    Per il trattamento dell'intestino crasso, viene utilizzato un endoscopio con un'ansa speciale per catturare il tessuto patologicamente alterato.

    Con poliposi diffusa, si esegue un'operazione cava in anestesia generale, poiché si assume una parziale resezione dell'intestino.

    Se un tumore benigno è stato rimosso, un esame profilattico dovrebbe essere eseguito annualmente, poiché vi è il rischio di recidiva. In generale, le prospettive sono favorevoli.

    Tumori maligni

    Questo gruppo di formazioni è molto pericoloso non solo per il decorso asintomatico, ma anche per la rapida metastasi ad altri organi. Una prognosi favorevole è possibile solo con la diagnosi precoce del carcinoma del colon senza metastasi, ma questo è praticamente impossibile.

    Tumori cancerosi possono formarsi in qualsiasi parte del retto, ma più spesso si trovano nella mucosa della sezione ascendente o discendente.

    Esistono diversi tipi di oncogeni:

    Cause e fattori di rischio

    Molto spesso, viene diagnosticato un carcinoma del colon-retto. Un tumore si forma dalle cellule che rivestono la parte interna della parete dell'intestino crasso. Il processo inizia a livello genetico quando il codice del DNA cambia. Di conseguenza, inizia la crescita e la divisione cellulare incontrollata.

    • Nutrizione inadeguata (mancanza di fibre, eccesso di grassi animali e cibi solidi);
    • Eredità (poliposi adenomatosa familiare, sindrome di Lynch);
    • Alcolismo, fumo;
    • Uno stile di vita sedentario.

    A rischio sono:

    • Persone che hanno una storia di cancro;
    • Persone oltre i 50 anni.

    Segni e sintomi

    Nelle prime fasi di sviluppo, il tumore maligno non mostra sintomi. In alcuni casi, il carcinoma dell'intestino crasso si manifesta:

    • Disturbi digestivi comuni, come gonfiore, sensazione di pienezza dell'intestino, vomito;
    • Manifestazioni anemiche, che sono causate da sanguinamento (stanchezza, debolezza);
    • Disturbo delle feci (movimenti intestinali irregolari, consistenza delle feci, sensazione di autopulizia incompleta dell'intestino, frequenti messaggi falsi);
    • Sangue, muco nelle feci;
    • Forte perdita di peso;
    • Alta temperatura

    L'aggravamento dei sintomi si verifica nelle fasi successive. C'è un forte dolore nella regione addominale, che può essere crampi, doloranti. Il dolore aumenta prima della defecazione.

    I tumori nell'intestino crasso sono accompagnati da una diminuzione di peso, appetito, vomito, nausea, sudorazione, stitichezza.

    Qualsiasi neoplasma rilascia prodotti tossici di decadimento, che causano gravi intossicazioni. La persona ha perso energia, il peso diminuisce, c'è disgusto per il cibo, ed è per questo che si sviluppa un forte esaurimento.

    Il quadro clinico generale include i seguenti sintomi:

    • Podta costanti con vomito;
    • Sudorazione eccessiva;
    • Temperatura subfebrillare;
    • Ostruzione del retto

    Complicazioni di oncologia dell'intestino crasso:

    • Metastasi negli organi più vicini e remoti;
    • ascite;
    • Anemia grave;
    • Ostruzione completa del retto

    Secondo le caratteristiche specifiche dei sintomi, ci sono 5 forme cliniche di cancro al colon:

    • Carenza di ferro;
    • Enterokoliticheskaya;
    • asintomatica;
    • ostruttiva;
    • Dispeptici.

    All'ultimo stadio del tumore compaiono segni di danno ad altri organi.

    diagnostica

    La diagnosi precoce è possibile solo a caso.

    In caso di sospetto cancro, il paziente è assegnato:

    • Prove generali di sangue, urina e feci;
    • Analisi delle feci per sangue occulto;
    • Esame del sangue per i consumatori.

    Inoltre, viene ordinata una colonscopia per esaminare la superficie interna dell'intestino e prelevare un campione bioptico per l'analisi istologica.

    L'istologia consente di differenziare l'oncologia, determinarne il grado e il tipo. Se la diagnosi preliminare è confermata, viene eseguito un esame strumentale generale per identificare le metastasi. Per fare ciò, applicare:

    • Radiografia generale e radiografia con contrasto;
    • ultrasuoni;
    • CT e RM.

    Poiché la causa principale dell'oncologia è l'ereditarietà, è necessario raccogliere un'anamnesi di famiglia.

    L'eliminazione dell'oncogenesi nell'intestino crasso viene effettuata secondo uno schema terapeutico individuale. La scelta della tattica dipende dalle dimensioni, dalla posizione, dallo stadio del tumore dell'intestino crasso. Di solito viene utilizzato un approccio integrato, tra cui:

    • Operazione chirurgica (per la rimozione dei tessuti interessati);
    • Chemioterapia (per distruggere i resti delle cellule tumorali);
    • Irradiazione (con una posizione bassa del tumore).

    Se il tumore è grande, prima dell'operazione, un ciclo aggiuntivo di chemioterapia. Ciò ti consentirà di ridurre le sue dimensioni e migliorare le possibilità di rimozione completa.

    prevenzione

    Le principali misure preventive sono l'osservanza delle seguenti raccomandazioni:

    • Moderata attività fisica;
    • Dieta sana con un menu arricchito con fibre di frutta, verdura e fagioli;
    • Lo stile di vita corretto (senza cattive abitudini);
    • Trattamento di tutte le patologie croniche del tratto gastrointestinale, in particolare delle ulcere;
    • Sottoposto regolarmente a esami preventivi e sottoponendo a test di sanguinamento occulto, soprattutto oltre i 50 anni.