Pancreatite pancreatica cronica

La pancreatite cronica è una malattia in cui il danno irreversibile si verifica nei tessuti del pancreas a causa dell'infiammazione. È una malattia comune che può svilupparsi in persone di qualsiasi età e sesso, ma è più spesso osservata in uomini adulti di età compresa tra 40 e 55 anni.

Negli ultimi decenni, il numero di persone con forme croniche è aumentato significativamente. Inoltre, la causa della malattia nel 75% dei casi è l'alcol, mentre la pancreatite alcolica precedente occupava solo il 40% di tutti i casi.

La malattia si sviluppa per diversi anni ed è caratterizzata da un cambiamento nei periodi di esacerbazione e remissione della malattia. Molto spesso, con pancreatite cronica, i sintomi della malattia sono piccoli o inesistenti. La fase principale del trattamento è l'osservanza di una dieta speciale e una corretta alimentazione in tempi di esacerbazione e remissione.

motivi

Cos'è? Nelle cause della pancreatite cronica nei paesi industrializzati, l'uso eccessivo di alcol svolge un ruolo di primo piano. Cause significativamente meno comuni di questa sofferenza sono la colelitiasi e le sue complicanze (coledocolitiasi, stenosi della grande papilla duodenale).

La patogenesi della malattia non è ben compresa, sebbene sia ormai stabilito con fermezza che il suo legame chiave è la sostituzione del tessuto epiteliale dell'acino pancreatico con un tessuto connettivo. Secondo il lavoro scientifico dell'ultimo decennio, anche le citochine (mediatori dell'infiammazione) svolgono un ruolo importante.

In termini di gravità, la pancreatite cronica è divisa in tre forme:

  1. Decorso grave: esacerbazioni frequenti e prolungate (più di 5 volte all'anno) con sindrome da dolore grave. Il peso corporeo viene drasticamente ridotto fino all'esaurimento causato dalla diarrea pancreatica. Complicazioni di accompagnamento - diabete, stenosi del duodeno come conseguenza della testa allargata del pancreas.
  2. moderata gravità: acute 3-4 volte l'anno, si prolunga con un forte dolore alla analisi delle feci - aumentare il grasso, fibre muscolari, proteina, peso corporeo può essere ridotto, la funzione della ghiandola esocrina può essere ridotto.
  3. Un decorso lieve: le riacutizzazioni si verificano raramente (1-2 volte l'anno), sono brevi, i dolori non sono espressi in modo significativo, si fermano facilmente, la perdita di peso non si verifica, la funzione esocrina della ghiandola non viene disturbata.

La pancreatite cronica si verifica nello 0,2-0,6% delle persone. Allo stesso tempo, il numero di pazienti è in costante aumento, associato alla crescita dell'alcolismo.

Forma acuta e cronica

Esistono due tipi principali di malattia: acuta e cronica.

Nella maggior parte dei casi, pancreatite acuta si pone contro l'abuso di alcol, colelitiasi (fino al 30% dei casi), e anche a causa di avvelenamento (tossicità), una malattia virale, o un intervento chirurgico sul tratto gastrointestinale. pancreatite acuta può verificarsi anche come una riacutizzazione della pancreatite cronica.

A sua volta, senza un adeguato trattamento, la pancreatite acuta può passare alla pancreatite pancreatica cronica.

Tuttavia, pancreatite cronica può verificarsi anche come una malattia indipendente, senza preventiva fase acuta. In questo caso, le cause di pancreatite cronica possono servire in primo luogo la malattia delle vie biliari - colecistite (infiammazione della colecisti), discinesia biliare, colelitiasi.

Sintomi di pancreatite cronica

pancreatite cronica si verifica con periodi di esacerbazione, se attivato sintomi come dolore, nausea, indigestione, e altri, e di remissione, quando il paziente si sente bene.

Il principale sintomo della pancreatite cronica è il dolore grave. La sua posizione dipende dal luogo della lesione del pancreas - può lasciare l'ipocondrio destro o sinistro o il dolore nella fossa dello stomaco (sotto le costole nel mezzo).

Di solito, il dolore si verifica 40 minuti o un'ora dopo aver mangiato, soprattutto se il cibo era troppo grasso o tagliente. Il dolore può aumentare nella posizione prona, così come dare alla scapola sinistra o alla spalla, all'addome inferiore o alla regione del cuore. Spesso l'unica posizione in cui un paziente può essere - seduto con una sporgenza in avanti.

  1. Se l'intero pancreas è interessato, il dolore nella forma di una "cintura" afferra l'intero addome superiore.
  2. Quando viene colpita la testa del pancreas, il dolore si verifica nell'ipocondrio destro.
  3. Quando il corpo della ghiandola è danneggiato, il dolore si verifica nella regione epigastrica.
  4. Se la coda del pancreas è colpita, allora il dolore si fa sentire nell'ipocondrio sinistro o sulla sinistra dell'ombelico.

Quando il pancreas viene colpito, la produzione di enzimi digestivi diminuisce, il lavoro dell'intero apparato digerente viene interrotto. Pertanto, nausea, eruttazione e bruciore di stomaco sono sintomi che accompagnano sempre la pancreatite cronica.

Esacerbazione della pancreatite cronica

Durante una riacutizzazione la pancreatite cronica acquisisce i sintomi della pancreatite acuta, quindi è meglio trattarla in un ospedale, sotto la supervisione di specialisti. I sintomi di esacerbazione possono essere pronunciati o, al contrario, cancellati.

Il paziente di solito lamenta dolore nella regione epigastrica o nell'ipocondrio destro, che può manifestarsi sia dopo aver mangiato che a stomaco vuoto. Possibili manifestazioni di dispepsia (gonfiore, diarrea, brontolio nell'addome, nausea).

All'esame, il medico nota l'aspetto di un rivestimento bianco sulla lingua, una diminuzione del peso corporeo. La pelle del paziente è secca, squamosa. Nella regione addominale possono comparire delle macchie rosse e possono comparire emorragie sottocutanee ai lati dell'addome.

diagnostica

Per valutare il funzionamento del pancreas, vengono utilizzati test coprologic con Elastase-1 (la norma è più di 200 μg / g di feci). A causa della sconfitta dell'apparato incrementale di questa ghiandola nei pazienti in circa un terzo dei casi, si sviluppano violazioni del metabolismo dei carboidrati.

Per la diagnosi differenziale, gli studi a ultrasuoni e radiografici sono spesso utilizzati nella pratica medica.

complicazioni

complicanze precoci della pancreatite cronica, cancro pancreatico sono ostruttivo per violazione del flusso biliare, ipertensione portale, emorragie interne dovute alla perforazione o ulcerazione del tratto gastrointestinale corpi cavi, infezioni e complicanze infettive (ascesso, parapankreatit, flemmone zabryushinnnoy fibra colangite).

Complicazioni di natura sistemica: patologie multiorganiche, insufficienza funzionale di organi e sistemi (renale, polmonare, epatico), encefalopatia, sindrome di DIC. Con lo sviluppo della malattia, possono verificarsi sanguinamento esofageo, perdita di peso, diabete, neoplasie maligne del pancreas.

prospettiva

Il rigoroso rispetto dieta e la dieta, l'astinenza da alcool, stretta aderenza alle linee guida per il trattamento medico riduce significativamente la frequenza di esacerbazioni, processo di trasferimento in rare realizzazione recidivante con lenta progressione. In alcuni pazienti è possibile ottenere una remissione notevole e persistente.

La pancreatite cronica è caratterizzata da un decorso progressivo, ma la cessazione degli effetti dei fattori causali e una terapia adeguata rallentano la progressione della malattia, migliorano significativamente la qualità della vita dei pazienti e la prognosi.

Trattamento di pancreatite cronica

Nella maggior parte dei casi il trattamento con pancreatite cronica comprende diversi metodi che hanno un effetto complesso:

  • dieta;
  • eliminazione della sindrome del dolore;
  • ripristino della digestione, eliminazione della carenza di enzima pancreatico;
  • fermare il processo infiammatorio;
  • restauro del tessuto pancreatico;
  • prevenzione delle complicanze.

In questo elenco, una sorta di standard per il trattamento della pancreatite cronica pancreatite, che è rispettato da tutti i medici. Solo preparazioni medicinali possono differire, a loro scelta le caratteristiche individuali di un organismo del paziente sono considerate.

chirurgia

I pazienti con pancreatite cronica, di regola, non sono mostrati l'intervento chirurgico.

operazione tuttavia, nel dolore, farmaci non-trattamento, in particolare sotto forma di Pseudotumor pancreatite cronica, si raccomanda - sfinterotomia (dissezione e l'espansione del dotto pancreatico apertura di uscita).

Trattamento di esacerbazione di pancreatite cronica

Quando l'infiammazione peggiora, al paziente viene mostrato un ricovero urgente. I primi giorni dopo l'attacco, il paziente può consumare solo acqua alcalina non gassata.

Iniezioni endovenose di analgesici e farmaci che alleviano lo spasmo muscolare. Come nella pancreatite fase acuta è spesso accompagnata da vomito ripetuto e diarrea, grande fluido perdita compensata dripper di soluzione salina.

Lo schema di trattamento di una forma cronica prevede la completa fame nel periodo di esacerbazione della malattia. A questo proposito, soluzione per glucosio iniettata per via endovenosa.

Come trattamento farmacologico, vengono anche prescritti enzimi se il tipo di pancreatite è ipossico-secretorio. In caso di rilascio eccessivo di enzimi da parte del pancreas, vengono prescritti farmaci per ridurre la funzione secretoria. I farmaci per il trattamento sono in gran parte determinati dal tipo di malattia. Pertanto solo il medico curante può prescrivere quelli o altri medicinali.

Gli standard di trattamento della pancreatite cronica nella fase acuta sono invariati ed efficaci. Tre principi che hanno guidato la medicina per molti anni, - la fame, freddo e silenzioso - questi sono i "tre pilastri" su cui poggia il successo del trattamento di questa malattia.
Dopo la normalizzazione della condizione, il medico curante dovrebbe condurre il paziente a una dieta rigorosa, che la persona che soffre di pancreatite deve osservare costantemente.

dieta

Affinché il pancreas possa normalmente far fronte alle sue funzioni, un paziente con pancreatite cronica deve rispettare la dieta. La dieta terapeutica è una parte importante della terapia complessa non solo per la pancreatite acuta, ma anche per la cronica.

In primo luogo la giusta dieta aiuta ad eliminare i fattori che possono provocare un aggravamento della pancreatite cronica (alcool, fumo, caffè, cibi grassi o fritti, carni, vari lievito, cibi vivi, cioccolato, ecc).

I pesci, i funghi o i brodi di carne sono proibiti. Per mangiare è necessario in piccole porzioni (non più di 300 g per un ricevimento), cibo ipocalorico, 5-6 volte al giorno. Non mangiare freddo o caldo.

Bere acqua che neutralizza l'acidità nello stomaco (Borjomi, Essentuki n. 17). Limitazione dell'apporto giornaliero di grassi, fino a 60 grammi al giorno, carboidrati a 300-400 g al giorno, proteine ​​60-120 grammi al giorno. Limitazione dell'apporto di sale al giorno a 6-8 g.

Rimedi popolari

Il trattamento più comune e disponibile di pancreatite da rimedi popolari, ma anche in questo caso, è necessaria una consulenza professionale di un medico.

  1. Baffi d'oro. Per preparare il decotto avrete bisogno di un lenzuolo di 25 cm di lunghezza o di 2 fogli di 15 cm. Dovrebbero essere schiacciati e versati in 0,7 litri di acqua. Quindi il rimedio viene posto su un fuoco silenzioso per un quarto d'ora, dopo di che si insiste per un giorno in un luogo caldo. Prendere 25 ml di brodo caldo durante la remissione della malattia.
  2. Patate e carote Per cucinare, hai bisogno di cinque piccole patate e due carote medie. Le verdure devono essere lavate in acqua fredda, ma non pulite. La cosa principale: togli tutti gli occhi dalla patata e lavati di nuovo. Spremere il succo dalle verdure. Si dovrebbe avere un bicchiere di succo, se inferiore, aggiungere le verdure nella stessa proporzione. Questa miscela medicata deve essere bevuta entro una settimana. Fallo prima di cena una volta al giorno. Quindi fai una pausa per una settimana e poi ripeti il ​​trattamento. Il trattamento della pancreatite in questo modo consiste di tre corsi.
  3. L'avena lavata e innaffiata viene infusa per circa 24 ore, quindi asciugata e schiacciata in farina. Successivamente, la farina viene diluita con acqua, fatta bollire per 3-5 minuti e infusa per 20 minuti. La gelatina pronta viene assunta ogni giorno in una forma fresca e fresca.
  4. Mescolare insieme per 3 cucchiai. l. erba di erba di San Giovanni, motherwort, aggiungere 6 cucchiai. l. fiori secchi delle immortelle. Tutti si mescolano bene. Quindi 1 cucchiaio. l. erbe versare 1 cucchiaio. acqua bollente, coprire, avvolgere, lasciare per 40-50 minuti. Filtrare, bere 1 cucchiaio. prima dei pasti, per mezz'ora Ma non più di 3 volte al giorno. Il trattamento nazionale continua per 2 mesi.
  5. Abbiamo bisogno di assenzio, radice di bardana, radice elecampane, fiori di calendula, camomilla, erba di erba di San Giovanni, palude Cudweed, zecche successione, salvia medicinali e coda di cavallo (10 grammi di ogni ingrediente). Tutti i componenti sono schiacciati e completamente asciugati. Quindi 2 cucchiai. raccolta cucchiaio 250 ml di acqua bollente viene versata, viene riscaldata sotto un coperchio chiuso in un bagno d'acqua per circa mezz'ora e 10 minuti insistono poi filtrato e portato a 250 ml di acqua bollente. Prendete la miscela di erbe tre volte al giorno per mezzo bicchiere per mezz'ora prima dei pasti.

Se sospetti uno sviluppo di pancreatite acuta, il trattamento domiciliare non è ammissibile, poiché tali azioni possono provocare la comparsa di varie complicanze.

Trattamento della pancreatite nella fase di esacerbazione

Pancreatite cronica: sintomi, trattamento, diagnosi. Terapia durante la remissione e l'esacerbazione.

La pancreatite cronica - malattia pancreatica caratterizzata da infiammazione del tessuto del corpo che persiste per sei mesi o più. Con la pancreatite cronica, le cellule pancreatiche vengono distrutte, producendo enzimi digestivi. Al posto delle cellule distrutte, si forma un tessuto connettivo. Per questo motivo, i pazienti con pancreatite cronica hanno problemi digestivi. Inoltre, poiché il pancreas verifica produzione di insulina e glucagone secrezione di ormoni, sua infiammazione può portare allo sviluppo di diabete e stati ipoglicemici (stati causa del forte calo dei livelli di glucosio nel sangue).

Un altro risultato della corrente infiammazione a lungo termine della prostata è la formazione in essa di pietre e cisti (cavità di liquido), che può impedire la fuoriuscita del succo pancreatico dal pancreas pure (a causa della vicinanza anatomica della prostata ai dotti biliari fegato) può creare un ostacolo per il flusso biliare nel duodeno, che porta allo sviluppo di ittero meccanico.

Cioè un aumento della pressione idrostatica all'interno del pancreas e attivazione enzimatica nei suoi condotti (normali proteine ​​enzimi scissione vengono attivati ​​solo nel lume del duodeno) hanno orientato lo sviluppo del dolore nella pancreatite cronica.

Pancreatite cronica: cause.

Nel 70% dei casi nello sviluppo di pancreatite cronica, l'abuso di alcool è colpevole. Spesso la malattia si sviluppa a causa dell'abbondanza nella dieta di cibi grassi e fritti, una grande quantità di proteine ​​(soprattutto sullo sfondo del consumo eccessivo di bevande alcoliche). In alcuni casi, la pancreatite si verifica, al contrario, sullo sfondo di una dieta con un contenuto proteico molto basso.

Tra le altre ragioni degno di nota ereditarietà, ulcera peptica e colelitiasi, malattie autoimmuni e assunzione di alcuni farmaci (corticosteroidi, tetracicline, sulfasalazina, e altri.)

Pancreatite cronica: sintomi.

I pazienti con pancreatite cronica sono interessati a dolori addominali, indigestione e disturbi endocrini (diabete mellito, condizioni ipoglicemizzanti).

Pain. La stragrande maggioranza (85%) dei pazienti ha dolore nella metà superiore dell'addome. Nei primi anni di malattia, è spesso intenso, bruciante. Con una malattia a lungo termine, il dolore diventa meno pronunciato. Può essere versato, circondando, ma più spesso sensazioni sgradevoli sono localizzati nel quadrante in alto a sinistra o destra o nella regione epigastrica. Molti pazienti notano il collegamento del dolore con il cibo: appare o peggiora dopo 20-30 minuti dopo un pasto ed è spesso innescato da una violazione della dieta: mangiare grassi, piccanti, piatti al forno, verdure crude e frutta (soprattutto agrumi). In un certo numero di casi, il dolore può essere di natura permanente e non passare nemmeno ad intervalli tra un pasto e l'altro.

Maldigestione in vari gradi, è presente in tutti i pazienti con pancreatite cronica, poiché il pancreas produce enzimi coinvolti nella digestione dei grassi (lipasi) e carboidrati (amilasi) e di proteine ​​(tripsina, chimotripsina). C'è gonfiore, aumento della formazione di gas, flatulenza, brontolio nell'addome, eruttazione, nausea. Ci può essere vomito, che non porta sollievo.

Un sintomo caratteristico della pancreatite cronica è un cambiamento nel carattere delle feci: diventa frequente (2-4 volte al giorno), abbondante, ha consistenza pastosa, colore grigio, odore fetido. Spesso, con grave carenza della funzione enzimatica della ghiandola, le feci diventano lucide nell'aspetto e scarsamente lavate dalle pareti del water. contiene una grande quantità di grassi non digeriti. Non meno caratteristico per i pazienti con pancreatite e alternanza di diarrea e stitichezza.

Poiché sia ​​il dolore che i fenomeni dispeptici di solito hanno una connessione con il mangiare, molti pazienti iniziano a mangiare sempre meno. Scarsa digeribilità del cibo e malnutrizione porta alla perdita di peso dei pazienti (con una pronunciata compromissione della funzione enzimatica del pancreas). Inoltre, nei casi più gravi, può verificarsi ipovitaminosi A, D, E, K. Per questo motivo, i pazienti con pancreatite cronica possono osservare la comparsa di dolore osseo, peggioramento della visione notturna, disturbi neurologici.

Una parte dei pazienti distrugge le isole di Langerhans, in cui vengono sintetizzati insulina e glucagone. Se la produzione di insulina è più compromessa, il paziente sviluppa diabete mellito - aumento della glicemia, sete, eccessiva minzione, comparsa di grandi quantità di cibo. Nel caso in cui il pancreas non sia in grado di fornire il corretto livello di glucagone nel sangue, si sviluppano condizioni ipoglicemizzanti: comparsa di fame da lupo, grave debolezza, tremori nel corpo, sudorazione. L'ipoglicemia può causare gravi danni al cervello, che è alimentato dal glucosio.

Con una esacerbazione della pancreatite cronica, tutti i sintomi sono aggravati: il dolore può diventare insopportabile, il taglio, la natura delle feci cambia (è probabile che si sviluppi la diarrea), possono comparire sintomi di diabete mellito.

Se il deflusso degli enzimi pancreatici dalla ghiandola è rotto, può verificarsi la loro parziale penetrazione nel flusso sanguigno, che porterà allo sviluppo di complicanze sistemiche potenzialmente letali come shock ipovolemico, insufficienza renale acuta,

Pancreatite cronica: diagnosi

Per diagnosticare la malattia, il medico prescriverà un'analisi delle feci (coprogram), in cui nei pazienti con pancreatite si può rilevare grasso non digerito.

Ultrasuoni, computer e risonanza magnetica (CTG e RM) dell'organo possono aiutare nella diagnosi di pancreatite.

ERCP, colangiopancreatografia retrograda endoscopica - metodo di ricerca in cui si utilizza un endoscopio viene rilevato nel duodeno, dove la bile aperto e pancreatiche (papilla duodenale). Attraverso di esso, i dotti sono riempiti con mezzo di contrasto, dopo di che viene effettuata una radiografia del fegato e del pancreas. Questo metodo consente di studio per valutare la pervietà dei condotti per rilevare le pietre, cisti, sospetti sulla formazione di tumori.

Spesso, il test Lundt viene utilizzato per valutare lo stato funzionale del pancreas. Al test LUNDT durante lo studio, il paziente beve una miscela speciale (contenente grassi, soluzione di glucosio, ecc.), Che provoca un aumento della secrezione degli ormoni del duodeno, della secretina e del pancreosimina. Per la presenza di questi ormoni nel lume intestinale, il pancreas reagisce con la produzione di succo pancreatico, che viene raccolto con una sonda speciale per 2 ore.

Secretin-pankreaziminovy ​​di prova - durante l'indagine così come in Lundt-test, per 2 ore è soggetta a raccogliere il succo duodenale utilizzando la sonda, ma il lavoro come stimolanti pancreas pancreozimina introdotto e iniezione secretina.

Trattamento di pancreatite cronica.

Il trattamento della pancreatite cronica durante la remissione include:

I. Rispetto rigoroso della dieta. Poiché si tratta di un errore nella dieta sono l'innesco per ognuna delle successive esacerbazione, e ogni aggravamento porta alla perdita irreversibile di funzionamento delle cellule del pancreas, diventa chiaro che il rispetto della dieta - un punto molto importante nella questione della conservazione delle prestazioni degli organi.

Il paziente dovrebbe rifiutarsi di bere alcolici, cibi grassi, fritti, affumicati, cibo in scatola e marinate. La preferenza nel cibo dovrebbe essere data ai prodotti cotti al vapore o cotti.

È necessario limitare l'assunzione di latticini (latte, formaggio, fiocchi di latte, ecc.) A 200 ml al giorno.

Da carne è necessario dare la preferenza a carne di manzo grassa (ma non a carne di maiale), a carne a bassa percentuale di grassi di un uccello (pollo, tacchino e altro). Puoi mangiare pesce non grasso, caviale nero.

Le zuppe dovrebbero essere preparate con verdure, contenenti cereali.

Durante la preparazione del porridge, è possibile aggiungere una piccola quantità di latte o cuocerlo in acqua.

È necessario limitare l'uso di prodotti alimentari dall'impasto di lievito (non ci sono più di una volta alla settimana), ma è possibile utilizzare biscotti secchi, bianco stantio e anche pane nero nella dieta alimentare.

Nella dieta quotidiana dei pazienti con pancreatite cronica non dovrebbero essere più di 1 uovo di gallina al giorno. Dalle uova, puoi cucinare una frittata di vapore.

II. Terapia sostitutiva con preparati enzimatici. Nella pancreatite cronica, il tessuto ghiandolare viene sostituito da un tessuto connettivo, a seguito del quale la funzione enzimatica del pancreas viene interrotta. Per questo motivo, molti pazienti richiedono la somministrazione di farmaci contenenti lipasi, amilasi, tripsina, chimotripsina. Per selezionare una dose di preparati enzimatici deve il medico, in quanto il loro sovradosaggio può portare allo sviluppo di infiammazione dell'intestino (colite).

I preparati enzimatici non possono essere masticati, tk. sono ricoperti da uno speciale rivestimento enterico che impedisce il rilascio della sostanza attiva nello stomaco. Altrimenti, gli enzimi sono inattivati ​​dall'azione del succo gastrico acido, non raggiungendo il duodeno.

Poiché la pancreatite riduce principalmente la produzione di lipasi, l'attività della preparazione enzimatica è determinata dall'attività della lipasi. Pertanto, la designazione numerica accanto al nome del farmaco indica l'attività degli enzimi contenuti nella capsula.

Tra i preparati enzimatici ci sono:

  • Pancreatina - 250-500 mg, viene applicata 3-6 volte al giorno poco prima dei pasti. Va lavato con acqua o succo di frutta.

La pancreatina è una parte di molti preparati enzimatici: Panzinorma, Creonte, Forte di Mezim, Hermitage, ecc.

  • Panzinorm 10000 - prendere durante ogni pasto, tra cui un leggero "spuntino", 1-2 capsule. Il numero massimo di capsule al giorno è 15.
  • Creon 10000/25000 - Si usa 1 capsula per pasto.
  • Mezim Fort (Mezim forte 1000) - usato per 1-2 capsule in ogni pasto, senza masticare.

III. Eliminazione del dolore Spesso i pazienti con pancreatite cronica sono preoccupati per il dolore doloroso costante nell'addome nella proiezione del pancreas. Poiché i meccanismi del dolore di vari (deflusso alterata del succo pancreatico attraverso i condotti, l'attivazione di enzimi nel pancreas, et al.), Al fine di eliminare analgesici può essere applicata più gruppi farmacologici.

1. Dispositivi di blocco della pompa protonica. Sopprimono la produzione nello stomaco dell'acido cloridrico, che è uno stimolante della secrezione pancreatica degli enzimi digestivi.

I bloccanti per pompa protonica includono:

  • Omeprazolo (Omez) - 20 mg 1-2 r / giorno;
  • Lansoprazolo (Lanzap, Acrylanz) - 30 mg 1-2 volte al giorno;
  • Pantoprazolo (Nolpaz) - 40 mg una volta al giorno;
  • Rabeprazole (Pariet) - 20 mg una volta al giorno. Se necessario, è possibile ricevere una dose costante in mezza dose.
  • Esomeprazolo (Nexium) - 20-40 mg una volta al giorno. Deglutire, senza masticare, bere con acqua.

2. Bloccanti dei recettori di h3-istamina:

  • Famotidina (Kvamatel) 20-40 mg due volte al giorno.
  • Ranitidina (Zantak, Ranisan) 150 mg due volte al giorno.

3. Spasmolitici. Questi farmaci riducono la pressione nel sistema di canali del pancreas, che porta ad una riduzione del dolore nel paziente.

Gli antispastici includono:

  • Drotaverin (No-shpa, Spazmol) - 40 mg, 1-2 compresse. 2-3 volte al giorno.
  • Mebeverin (Duspatalin) - 200 mg due volte al giorno per 20 minuti prima dei pasti, bere senza masticare.

4. Farmaci antinfiammatori non steroidei. Riducono l'infiammazione e prevengono la distruzione del tessuto ghiandolare del pancreas.

Dei FANS con pancreatite cronica più spesso utilizzati:

  • Diclofenac (Voltaren, Orthofen) 75 mg 1-2 volte al giorno all'interno entro 2-3 settimane.

IV. Trattamento del diabete mellito (se presente). È effettuato secondo lo schema standard, di regola, con preparazioni di insulina durante il periodo di esacerbazione e con l'aiuto di compresse riducenti lo zucchero durante la remissione. Una caratteristica del trattamento del diabete nei pazienti del pancreas è una significativa riduzione della necessità di ipoglicemizzanti (sia completa scomparsa della clinica diabete) sullo sfondo della terapia enzimatica.

Trattamento di pancreatite cronica durante un'esacerbazione.

Come la esacerbazione della pancreatite cronica - una condizione grave e può essere esacerbata dallo sviluppo di shock ipovolemico e altre complicazioni gravi, il trattamento di tali pazienti è nella maggior parte dei casi effettuato in un ospedale.

I principi generali di trattamento sono i seguenti:

Nei primi due giorni viene prescritta una carestia completa. Se il digiuno viene mostrato per più di due giorni, al paziente viene somministrata nutrizione parenterale, il che significa somministrazione endovenosa di nutrienti.

A partire dal terzo giorno, il paziente è permesso di mangiare, ma non più di 200 ml per volta, il cibo dovrebbe essere frequenti, e il cibo - non grassa (in particolare dovrebbe limitare i grassi animali). La preferenza nel cibo dovrebbe essere data ai carboidrati (ma non facilmente digeribili, come, ad esempio, i dolci), non al cibo solido. I pazienti non dovrebbero mangiare carne e brodi di pesce, carne grassa, cibo in scatola e bevande gassate, cibi che contengono elevate quantità di fibre (verdure crude). Alcool categoricamente proibito.

Alcuni pazienti possono richiedere un'aspirazione continua (aspirazione) di succo gastrico con una sonda per diversi giorni.

Nei primi giorni della malattia per via endovenosa, e poi somministrato in forma di compresse, inibitori della pompa protonica, H2-bloccanti, recettori dell'istamina, antiacidi (Maalox, fosfolyugel, Almagelum et al.), Non-steroidei anti-infiammatori (diclofenac).

Quando si diagnostica l'infiammazione della papilla duodenale grande, possono essere utilizzati antibiotici (ampiox, cefaperazone, doxiciclina, azitromicina, ecc.).

In caso di complicazioni sistemiche (shock ipovolemico, insufficienza d'organo), il trattamento sintomatico deve essere prescritto in base alla situazione clinica.

Trattamento di pancreatite cronica in fase acuta

Qualsiasi malattia degli organi digestivi può procedere secondo un tipo cronico, ondulato, con un cambiamento costante di periodi di ricadute e remissioni. Inoltre, l'aggravamento di pancreatite, anche se è stagionale e può verificarsi in qualsiasi coincidenza di fattori avversi (errori nutrizionali negli alimenti, lo stress, l'abuso di alcool). A volte accade così che la patologia infiammatoria della ghiandola digestiva diventa natura continua ricorrenti, cioè appena aggravamento smorzata svasata di nuovo con una vendetta. Perché questo accada, e cosa può essere fatto in questo difficile periodo per alleviare la condizione, il paziente viene sempre spiegato al medico curante. Dà anche consigli individuali su quali medicine saranno d'aiuto durante l'esacerbazione della pancreatite.

I primi segni di una ricaduta della malattia

La forma cronica della patologia molto spesso ha un decorso asintomatico, in questo caso i pazienti manifestano solo occasionalmente disturbi intestinali dispeptici o lieve nausea dopo aver mangiato. Ma qui stiamo parlando solo del periodo di remissione della patologia. Un sintomo completamente diverso appare quando esacerbazione della pancreatite cronica. È così pronunciato che è semplicemente impossibile non notarlo. In particolare, nella fase di esacerbazione, la pancreatite cronica è il seguente quadro clinico:

  • sindrome da dolore acuto, localizzata nella cavità addominale e dorso nella parte posteriore;
  • cambiamento nella consistenza e composizione delle feci (inclusioni di residui alimentari non digeriti compaiono nelle feci polpa);
  • aumento di gas nell'intestino e flatulenza;
  • bruciore di stomaco frequente;
  • nausea costante, a volte con conseguente vomito massiccio, febbre, febbre, debolezza generale e quasi completa perdita di appetito.

Con la ricorrenza della patologia, può anche manifestarsi questa sua manifestazione non specifica, come un'eruzione cutanea. Avrà un colore rosso brillante e coprirà completamente la pelle sulla schiena, sul torace e sullo stomaco.

Se una persona ha tali segni di esacerbazione della malattia, dovrebbe cercare immediatamente un aiuto medico. I sintomi autopulenti di esacerbazione della pancreatite cronica sono fortemente scoraggiati.

Gli esperti avvertono sempre i loro pazienti che l'esacerbazione della pancreatite cronica senza un'adeguata assistenza medica può essere irta di gravi conseguenze e complicanze. Per eliminarlo, è necessaria una terapia appropriata per ogni caso particolare.

Sintomatologia da recidiva

Nel caso in cui una persona ha pancreatite cronica si verifica in una grave forma spesso ricorrenti, colpisce i sintomi che caratterizzano la riacutizzazione della malattia. Molto spesso questa varietà di infiammazione cronica della ricaduta del pancreas negli esseri umani è accompagnato da un brusco aumento della temperatura a un livello critico, e può sviluppare shock anafilattico o collasso.

Questo attacco porta una minaccia molto seria, e nella maggior parte dei casi, la vita di una persona, non solo la sua salute, in quanto può facilmente finire in un risultato fatale. Al fine di rivelare con precisione la gravità della malattia, gli esperti considerano i seguenti fattori:

  • caratteristiche qualitative e quantitative delle lesioni del pancreas;
  • presenza di disturbi funzionali;
  • frequenza delle recidive.

I principali segni negativi nella recidiva di questa forma di patologia sono le sindromi del malassorbimento, la dispepsia gastrica e intestinale, il dolore e anche l'astenia.

Terapia per la ricorrenza della patologia

Con la domanda su cosa fare con esacerbazione della pancreatite, è meglio consultare un medico. Sarà per ogni singolo paziente un piano individuale di misure complesse basato sui risultati dello studio.

A causa del fatto che una ricaduta della condizione patologica del pancreas è una grave, spesso causando gravi complicazioni di malattia, il trattamento della pancreatite cronica in fase acuta è effettuata esclusivamente in un ospedale.

La questione di come trattare un particolare paziente viene risolta dal gastroenterologo individualmente, ma ci sono principi generali di terapia associati alla dieta obbligatoria con questa malattia:

  • Nei primi due o tre giorni dopo l'inizio della terapia della patologia infiammatoria del pancreas, è necessaria la nomina di una carestia completa. Lo scopo di questo evento è di consentire agli organi digestivi di calmarsi e fermare l'ulteriore sviluppo del processo infiammatorio. Al fine di mantenere la forza del corpo durante questo periodo, il tipo di nutrizione parenterale, che significa somministrazione endovenosa di sostanze nutritive, è prescritto a una persona malata.
  • Prendere cibo con pancreatite in fase acuta è consentito dopo tre giorni dall'inizio della patologia, ma la dieta in questo momento dovrebbe essere molto severa, escludendo la maggior parte dei cibi. Inoltre, tutte le parti del paziente, che hanno sofferto di esacerbazione della pancreatite, non devono superare i 200 ml alla volta. Preferenza nel cibo su consiglio di specialisti dovrebbe essere data ai carboidrati, ma solo non quelli che sono in cibi raffinati (dolci) e sono facilmente digeribili.
Solo aderendo alle regole nella dieta è in grado di facilitare il lavoro degli organi digestivi, e quindi creare le condizioni per la rigenerazione rapida tessuto pancreatico danneggiato, e quindi la malattia infiammatoria transizione distruttivo in remissione.

Metodi di trattamento farmacologico

In terapia complessa, il trattamento di sintomi di esacerbazione di pancreatite cronica è presentato. È principalmente di base, in quanto è in grado in breve tempo di salvare il paziente da spiacevoli manifestazioni della malattia.

Il trattamento della pancreatite cronica, effettuato nella fase del suo aggravamento con l'aiuto di farmaci, è finalizzato all'eliminazione dei seguenti problemi:

  • Gestione della sindrome da dolore grave. Per eliminare le sensazioni dolorose acute, vengono prescritti agenti quali Novocaina, No-shpa, Platifillina, Atropina o Papaverina. Nel caso in cui la pancreatite inizi a esacerbare molto forte, viene utilizzata una via di somministrazione endovenosa più efficace di questi fondi.
  • La terapia sostitutiva viene utilizzata per alleviare il pancreas. Nel corso della sua paziente, è necessario bere i preparati enzimatici. Di solito vengono prescritti farmaci come Digestal, Pansinorm, Creon, Mezim e Festal. Ogni farmaco assunto da una persona malata può sostituire un certo tipo di enzima, proteasi, amilasi o lipasi, il cui sviluppo è disturbato.
  • Il trattamento antibiotico è necessario per prevenire lo sviluppo di infezioni pancreatiche. Di solito, per questo sono prescritti gli antibiotici più facili. Secondo l'opinione degli esperti, anche il tablet Ampicilin sarà abbastanza efficace da raggiungere questo obiettivo.
  • Per sopprimere l'aumentata secrezione di questo organo digestivo, vengono utilizzati inibitori della pompa protonica - farmaci come Contrikal o Omeprazolo (Omez).
È severamente vietato utilizzare Naise, Aspirina e altri FANS a scopo terapeutico. Qualsiasi farmaco derivante da questo gruppo di farmaci non solo influisce in modo irritante sulle mucose irritate, ma può anche notevolmente diluire il sangue, che può causare emorragie interne.

Trattamento chirurgico

In alcuni casi che richiedono un intervento chirurgico urgente per lo sviluppo di pancreatiti ricorrenti. Per eseguire l'operazione in una tale situazione è possibile per mezzo di linee (resezione della prostata, rimozione di pietre, cisti drenaggio) e indiretta (trattamento chirurgico del tratto gastrointestinale e del tratto biliare) modalità di intervento.

Tali metodi chirurgici di terapia sono usati nei casi seguenti:

  • l'esacerbazione dell'infiammazione pancreatica è complicata da ittero ostruttivo (causato dalla presenza nel tratto biliare di un'ostruzione meccanica di deflusso libero della bile);
  • dolori acuti non trattati con trattamento conservativo;
  • sviluppando sull'organo digestivo della cisti.

Ma questo sviluppo spiacevole e pericoloso degli eventi può essere completamente prevenuto. Una riacutizzazione della pancreatite cronica non si verificherà se una persona che ha una patologia infiammatoria dell'anamnesi, si conformerà alle necessarie misure preventive. Questi includono un completo rifiuto delle dipendenze, vale a dire l'abuso di alcol, il fumo e l'eccesso di cibo, la dieta e il rafforzamento del regime di bere.

Trattamento di esacerbazione di pancreatite cronica in forma acuta

Come aiutare il paziente con pancreatite acuta?

Il trattamento della pancreatite acuta nella fase acuta significa evitare di mangiare determinati cibi e bevande. Ad esempio, il prodotto principale che causa una forma acuta è l'alcol in qualsiasi forma e può anche causare problemi con il consumo di cibi fritti e grassi.

Rimuovere la riacutizzazione della pancreatite cronica e aiutare il paziente come segue:

  1. All'inizio, se c'erano dolori acuti o no. Puoi assumere farmaci contenenti enzimi o contribuire alla loro produzione. Ideale per preparazioni come "Pancreatin" o "Mezim". Questi stessi farmaci aiuteranno a rimuovere rapidamente il dolore, perché includono antidolorifici.
  2. Se ci sono dolori migratori. In questo caso, questo può indicare il progresso della malattia e gli spasmi degli organi caratteristici di questo stadio. Prendi la riacutizzazione del pancreas in questo caso, hai bisogno di farmaci che alleviano la tensione e rilassino i tessuti molli. Di solito, No-shpa è usato per questi scopi. Non solo rimuove lo spasmo, ma rilassa anche i dotti, contribuendo al deflusso degli enzimi.

Per curare un'esacerbazione di una pancreatite cronica è possibile esclusivamente sotto la guida del gastroenterologo specializzato. L'assunzione di automedicazione e assunzione di farmaci senza prescrizione medica può solo aggravare il problema e portare a gravi complicazioni.

Diagnosi e sintomatologia della malattia

La diagnosi precoce può prevenire lo sviluppo di processi patologici più gravi e prescrivere un trattamento tempestivo. Per consultare un medico è necessario ai primi segni di infiammazione, ad esempio, se non è possibile abbassare la temperatura in caso di esacerbazione della pancreatite cronica.

Prevenzione della malattia

Come trattare la pancreatite cronica

Il pancreas, rilasciando enzimi, aiuta a digerire il cibo e regola i livelli di zucchero nel sangue. Con l'infiammazione cronica, queste funzioni sono violate.

Come e come trattare la pancreatite cronica nella fase di remissione ed esacerbazione?

La pancreatite in forma cronica è più comune nelle persone anziane e di mezza età.

motivi

pancreatite cronica è un'infiammazione prolungata del pancreas, che non possono in ogni caso non trattata, in quanto può portare a gravi conseguenze e persino la morte. Questa malattia può avvenire senza sintomi visibili per mesi o anni, dando un effetto solo quando un fattore stimolante. Una delle più comuni cause di pancreatite cronica - l'abuso di bevande alcoliche, così come una dieta non sana. Tra gli altri fattori che portano a infiammazione cronica nel pancreas, includono:

  • Presenza di pietre nella cistifellea;
  • il fumo;
  • Predisposizione genetica;
  • Tappatura del dotto pancreatico;
  • Assunzione di farmaci (in particolare estrogeni o corticosteroidi, tetraciclina);
  • Malattie infettive (addominale e tifo, epatite virale);
  • Intossicazione cronica di piombo, arsenico o mercurio.

Tuttavia, nel 70% dei casi, la malattia si sviluppa in un contesto di uso eccessivo di alcol. Il processo infiammatorio è particolarmente aggravato da una dieta squilibrata, in cui un gran numero di cibi fritti e grassi predomina, alto o, al contrario, un basso contenuto proteico.

Quadro clinico

La pancreatite cronica è caratterizzata da un costante cambiamento nelle fasi di remissione e di esacerbazione. La durata della fase di estinzione della malattia dipende da come trattare la pancreatite cronica. I pazienti possono essere disturbati dai seguenti sintomi durante il periodo di malattia:

  • Dolore "nella fossa dello stomaco" e sinistra ipocondrio;
  • diarrea;
  • Forte perdita di peso;
  • Violazione di digestione (aumento di gassare, eruttazione, nausea, gonfiore);
  • carenze vitaminiche;
  • Deterioramento della visione notturna;
  • Disturbi nevralgici.

Nel periodo della pancreatite acuta sono tutti sintomi sono esacerbati da: il paziente si sente il taglio dolori forti allo stomaco, cambiare la natura della sedia (nella maggior parte dei casi v'è la diarrea) i sintomi del diabete possono essere osservati pure.

trattamento

Che trattare una pancreatite cronica - questa domanda è impostata da molti pazienti che si sono rivolti al medico per l'aiuto. Prima di tutto, i medici avvertono: non automedicare. Nel decorso cronico della malattia, la probabilità di sviluppare complicanze e malattie secondarie è molto alta. Il tipo di trattamento determina lo stadio del decorso della malattia. Durante i periodi di remissione e di esacerbazione, i gastroenterologi prescrivono regimi di trattamento assolutamente diversi.

Durante il periodo di esacerbazione

Dato che con esacerbazione della pancreatite, le condizioni del paziente peggiorano gravemente e possono causare varie complicanze, è consigliabile trattare il trattamento in un ambiente stazionario. Come trattare la pancreatite cronica durante una riacutizzazione? I medici consigliano i primi due giorni di rifiutare qualsiasi cibo. Se è richiesto un digiuno più prolungato, al paziente viene somministrata la somministrazione endovenosa di nutrienti.

Il terzo giorno il paziente deve iniziare a dare da mangiare, ma non più di 200 ml per ricevimento. Il cibo non deve essere untuoso, leggero, ma nutriente. Con l'esacerbazione della pancreatite, i pesci e i brodi di carne, i dolci, la soda, l'alcol, le verdure crude e la frutta, i cibi in scatola devono essere eliminati. Che trattare una pancreatite cronica a una riacutizzazione? Oltre a una dieta curativa, i gastroenterologi prescrivono anche i seguenti farmaci:

  • Inibitori della pompa protonica;
  • Antiacidi (maalox, almagel e analoghi);
  • FANS (diclofenac).

Durante la remissione

Ma, anche in uno stato di decadimento, la malattia richiede un trattamento. Il trattamento della pancreatite cronica durante la remissione è il seguente:

  • Rispetto di una dieta delicata. La preferenza dovrebbe essere data agli alimenti magri (pollame, zuppe di verdure, cereali, pane nero raffermo). Il cibo dovrebbe essere cotto a vapore o cotto senza usare olio;
  • Ricezione di enzimi. I preparati con pancreatina (mezim forte, creon e altri) ripristinano e normalizzano la funzione enzimatica della ghiandola;
  • Uso di antidolorifici. Poiché nei pazienti con pancreatite cronica i pazienti soffrono costantemente di dolore doloroso all'addome, è consigliabile assumere antispastici (senza spa, spasmol o duspatalina);
  • Ricezione di FANS. I farmaci antinfiammatori non steroidei riducono l'infiammazione e prevengono un'ulteriore distruzione dei tessuti dell'organo. Di questo gruppo di farmaci, il diclofenac è ​​più spesso usato.

Esacerbazione della pancreatite cronica

GENERALI

Questa malattia è una delle complicanze della pancreatite acuta, che non è stata trattata in tempo. Se qualsiasi indicazione tale sindrome del pancreas come amilazemiya, lipazemiya e il dolore si verificano entro sei mesi dopo la diagnosi della malattia, stiamo parlando di un attacco di pancreatite acuta, allo scadere di questo periodo, v'è un'esacerbazione della pancreatite cronica.

Fatti sulla malattia:

  • Tra tutte le malattie gastroenterologiche diagnosticate ufficialmente, la pancreatite cronica presenta una proporzione del 9%, tra tutte le malattie cliniche - fino all'1%.
  • La mortalità per esacerbazioni di questa malattia è di circa il 10% nei primi 10 anni dopo la diagnosi e del 50% nei prossimi 20 anni.
  • La frequenza di rilevamento della malattia è di 10-15 persone ogni 100 mila della popolazione della Federazione Russa.
  • Nel 21 ° secolo, l'età in cui il rischio di essere colpiti al massimo è sceso da 50 a 39 anni.
  • Il disturbo è principalmente suscettibile agli uomini, in particolare quelli con un desiderio malsano per le bevande alcoliche.
  • Negli ultimi anni, il numero di diagnosi nelle donne è aumentato al 30%.
  • La percentuale di esacerbazioni della pancreatite cronica causata dall'abuso di alcol è di circa il 70-75%.

CAUSE

La principale causa di esacerbazione della pancreatite cronica è l'abuso di bevande alcoliche.

Altre cause di esacerbazione della malattia:

  • Malattie croniche di fegato, duodeno e cistifellea.
  • Lesioni addominali meccaniche.
  • Malattie infettive del corpo.
  • Eccessivo consumo di cibi grassi e fritti.
  • Fattori ereditari
  • Vecchiaia (mancanza di enzimi nel corpo).
  • Ricezione di droghe tossiche.
  • Fumare, specialmente sullo sfondo del sovrappeso.
  • Complicazioni dopo l'intervento chirurgico.
  • Diete che suggeriscono un minimo di proteine.
  • Malattie autoimmuni
  • Elevato stress sul sistema nervoso, stress frequente.

CLASSIFICAZIONE

La pancreatite cronica è caratterizzata dai seguenti sintomi.

Per ragioni di accadimento:

primaria:

  • officinalis;
  • a causa di malnutrizione;
  • a causa di meccanismi metabolici disturbati;
  • alcol;
  • atipico.

Post-traumatico.

secondario:

  • a causa di fallimenti nel lavoro del tubo digerente;
  • lymphogenous;
  • holangiogenny;
  • a causa del blocco di uno dei rami dell'aorta del peritoneo;
  • endokrinopatichny;
  • non specificato.

Per manifestazioni:

  • Pain.
  • Dispeptico - si manifesta sotto forma di violazioni della funzione digestiva.
  • Falsi tumori - accompagnati da malattia del Vangelo (ittero).
  • Asintomatica.

A seconda della forma della malattia, i sintomi e il trattamento di esacerbazione della pancreatite cronica possono variare leggermente.

Sintomi

I sintomi con esacerbazione della pancreatite cronica sono fortemente pronunciati e differenziano nettamente la malattia dalla pancreatite nella sua forma acuta.

Manifestazioni cliniche:

  • dolore acuto nell'addome;
  • una violazione della funzione digestiva;
  • interruzioni nel lavoro del sistema endocrino (ad esempio diabete mellito);
  • nausea, vomito grave;
  • bruciori di stomaco;
  • brontolio nell'addome, flatulenza;
  • mancanza di appetito;
  • alta temperatura corporea;
  • fenomeni febbrili;
  • forte debolezza del corpo;
  • secchezza e sapore amaro nella lingua;
  • rapida perdita di peso;
  • stato depresso.

DIAGNOSI

Nella maggior parte dei casi, la diagnosi non causa difficoltà al gastroenterologo, poiché i sintomi della pancreatite cronica sono abbastanza evidenti nella fase acuta.

Metodi di diagnosi:

  • Raccogliere un'anamnesi primaria intervistando un paziente.
  • Analisi del sangue e delle urine.
  • Il coprogramma rivela pezzi di cibo non digerito, che è un segno di anomalie nel pancreas.
  • Ultrasuoni della cavità addominale.
  • Radiografia.
  • Studio degli organi del peritoneo mediante tomografia computerizzata.
  • Gastroscopia.
  • Colangiopancreatografia retrograda endoscopica: il metodo si basa sull'identificazione nel duodeno di un sito in cui i dotti pancreatici e i dotti biliari convergono per valutare la loro pervietà.
  • Test Lundt: viene introdotto un liquido speciale nel corpo, che contribuisce alla secrezione accelerata degli ormoni duodenali. Di conseguenza, viene sviluppato il fluido pancreatico, che viene esaminato dopo la raccolta.
  • Il test secretin-pancreosimina - differisce dal metodo precedente in quanto gli ormoni (secretina e pancreosimina) vengono iniettati.

In totale sono noti circa 90 metodi di diagnosi della pancreatite cronica, ma la maggior parte di essi non è in grado di rilevare la malattia in una fase precoce, soprattutto nella sua forma asintomatica.

TRATTAMENTO

Con i sintomi, il trattamento di una forma acuta di pancreatite cronica viene eseguito solo in un ambiente stazionario e comporta una complessa applicazione di misure terapeutiche progettate per portare il pancreas alle prestazioni normali.

Trattamento complesso:

farmaci:

  • Droghe sulla base della drotaverina, contribuendo alla rimozione del dolore;
  • inibitori basati su omeprazolo, sopprimendo la secrezione della secrezione del pancreas;
  • enzimi pancreatici, che assumono una funzione sostitutiva nel pancreas durante il suo scarico;
  • agenti antibatterici per la prevenzione delle lesioni infettive dell'apparato digerente;
  • Soluzioni fisiologiche per il ripristino dell'equilibrio elettrolitico.

alimentare:

  • rifiuto di cibi grassi, piccanti e fritti;
  • rifiuto completo di alcol;
  • assunzione minima di grassi;
  • prevalenza nella dieta di proteine ​​di origine animale;
  • uso moderato di carboidrati e sale da cucina;
  • assunzione regolare di acque minerali.

Chirurgia:

  • metodo diretto - rimozione di pietre, resezione del pancreas e drenaggio della pseudocisti;
  • metodo indiretto - interventi chirurgici sugli organi del tratto gastrointestinale e nei dotti biliari.

-Droga libera:

  • l'applicazione del freddo nel pancreas;
  • fame medica nei primi 2 giorni dopo l'esacerbazione;
  • diminuzione dell'attività fisica.

Contemporaneamente al ripristino delle funzioni pancreatiche, il trattamento della riacutizzazione della pancreatite cronica dovrebbe mirare a prevenire le sue gravi complicanze e completare la riabilitazione del paziente.

COMPLICAZIONI

I sintomi dei pazienti ignorati e il trattamento di esacerbazione della pancreatite cronica spesso portano a complicazioni e decessi estremamente gravi.

La pancreatite cronica più comune porta al cancro del pancreas, che ha un decorso grave, è difficile da trattare e può causare la morte del paziente.

Altre complicazioni pericolose:

  • sanguinamento interno;
  • colestasi itterica;
  • lesioni infettive del corpo (ascessi, processi infiammatori nel tratto biliare);
  • la formazione di pseudocisti;
  • insufficienza renale;
  • shock ipovolemico;
  • sindrome da angoscia;
  • trombosi delle vene spleniche;
  • encefalopatia.

PREVENZIONE

Nella prevenzione delle esacerbazioni della pancreatite cronica, va ricordato che il rifiuto delle bevande alcoliche è il compito principale del paziente.

Altre misure preventive:

  • nutrizione equilibrata;
  • consumo moderato di fritto e piccante;
  • rifiuto di fumare;
  • controllo del peso corporeo;
  • uso di acque minerali (fino a 1,5 litri al giorno);
  • ricevimento di complessi vitaminici;
  • trattamento tempestivo del sistema digestivo;
  • consultazioni regolari con lo specialista del trattamento-gastroenterologo;
  • aderenza alle regole della terapia di mantenimento durante tutto l'anno;
  • assumere farmaci polienzimatici nei primi 6 mesi dopo la remissione (a volte - a vita);
  • uso attento dei farmaci (rigorosamente secondo la prescrizione medica e tenendo conto di tutte le controindicazioni);
  • esercizio fisico regolare, camminare all'aria aperta;
  • evitamento di situazioni stressanti e picchi nervosi;
  • riduzione dei rischi di infortuni meccanici (rigorosa osservanza delle norme di sicurezza sul posto di lavoro);
  • sostenere le funzioni protettive del corpo ad un livello sufficiente.

PREVISIONE PER IL RECUPERO

I sintomi dopo il trattamento di esacerbazione della pancreatite cronica si manifestano spesso nei casi di pazienti che ignorano le misure preventive e l'abuso di alcol.

Il trattamento richiede fino a 30 giorni. Alla fine di questo periodo, il paziente viene completamente recuperato, la capacità di lavoro viene ripristinata gradualmente in base alle condizioni generali del paziente.

Il periodo di remissione può durare abbastanza a lungo, ma, purtroppo, i rischi di esacerbazione della pancreatite cronica rimangono elevati.

Trovato un errore? Selezionalo e premi Ctrl + Invio

La pancreatite cronica è una malattia del tubo digerente, che è caratterizzata da una progressiva infiammazione del tessuto pancreatico. Come risultato del processo patologico è graduale.

Ti Piace Di Ulcere Allo Stomaco