Cancro al pancreas: quanti pazienti vivono in diverse fasi di oncologia

Ho mangiato delizioso, grasso, dolce. Bevuto bevande alcoliche, anche abusato. A volte era turbata dai ghiaietti nell'ipocondrio, ma non prestava attenzione. Farò male e passerà. La diagnosi di "cancro del pancreas" era spaventosa, terrorizzata. C'era una domanda quanti vivono in questo onkopatologii, in quanto vi è un trattamento e quello di aspettare in futuro.

Il pancreas Un po 'di anatomia

Il pancreas si trova dietro lo stomaco.

Il pancreas è l'organo dell'apparato digerente. Le funzioni del corpo sono di produrre enzimi per digerire il cibo e produrre un ormone insulina che regola la scissione del glucosio.

È un grande organo che si trova dietro lo stomaco e preme contro il duodeno. Dimensioni lineari della ghiandola:

  1. lunghezza - da 14 a 22 cm;
  2. larghezza - da 3 a 9 cm;
  3. spessore - da 2 a 3 cm.

Nei bambini questo organo è di piccole dimensioni e mobile rispetto alle pareti del peritoneo. Quando un bambino ha 5 anni, il pancreas assume l'aspetto di un aspetto tipico di un adulto.

Oncologia del pancreas. sintomatologia

La precondizione per lo sviluppo del cancro può essere la pancreatite cronica.

Il carcinoma del pancreas è una neoplasia maligna, scolpita dai tessuti dell'organo. È un tipo raro di cancro.

L'età media dei pazienti è di 50 anni e oltre. Ma a 30 anni c'è il rischio di sviluppare questa patologia. Prerequisiti per lo sviluppo di questo tipo di cancro:

  • pancreatite cronica, compresi quelli di parenti stretti;
  • fumo e abuso di alcool;
  • storia del diabete;
  • sidro Hippel-Lindau - malattia genetica del tumore;
  • effetto tossico cronico dell'amianto.

La patologia sintomatica è difficile, perché nelle prime fasi della malattia stessa non si manifesta. Occasionalmente ci sono dolori epigastrici, quindi i pazienti non si precipitano dal medico. Cosa dovrebbe avvisare le fasi iniziali:

  1. Il dolore nell'epigastrio è più brillante;
  2. aumento del dolore durante la notte;
  3. gravità dopo aver mangiato;
  4. perdita di peso senza un motivo apparente e cambiando le abitudini alimentari;
  5. debolezza generale;
  6. diminuita attività e prestazioni.

In assenza di una corretta diagnosi e trattamento, la malattia si sviluppa e vengono aggiunti ulteriori sintomi:

  • ittero con un cambiamento nel colore della pelle in marrone verdastro;
  • feci quasi bianche leggere;
  • prurito cutaneo;
  • completa perdita di appetito;
  • fenomeni dispeptici - nausea, vomito, disturbi della defecazione.

I tumori del pancreas si metastatizzano già nelle fasi iniziali. Le metastasi a distanza si trovano nel fegato, in altri organi del peritoneo, nelle ossa, nei polmoni.

Fasi della malattia

Il cancro al pancreas ha 4 fasi.

Il cancro al pancreas è un nome da collezione. Il processo può influenzare il corpo, la testa o la coda dell'organo.

A seconda di quale parte del corpo è interessata, diagnosticata con gastrina, adenocarcinoma, insulina.

L'aspettativa di vita del paziente dipende dallo stadio del processo oncologico. Si distinguono le seguenti fasi del cancro:

  1. Il primo stadio è una piccola formazione, non va oltre i limiti del corpo, non ci sono metastasi.
  2. Il secondo stadio è diviso in 2 sottostati - 2A e 2B. In entrambi i casi, il tumore inizia ad aumentare e andare oltre il pancreas. Questi sottotesti si differenziano per il fatto che nel primo caso i linfonodi non sono interessati e nel secondo caso le cellule tumorali si trovano nei linfonodi più vicini.
  3. Il terzo stadio ha interessato i maggiori organi, vasi, nodi nervosi maggiori.
  4. Il quarto stadio - il tumore attivamente metastatizza. Fegato danneggiato, polmoni, sistema linfatico.

Il video parlerà del cancro al pancreas:

diagnostica

L'ecografia è il metodo principale per diagnosticare un tumore.

Le misure diagnostiche sono difficili, poiché i sintomi della malattia sono simili ad altre patologie del fegato e del pancreas.

Inoltre, la maggior parte dei pazienti sono persone anziane con un sacco di diverse malattie.

Il medico dovrebbe avvertire lo sviluppo di ittero senza febbre, l'assenza di calcoli biliari nell'anamnesi e al momento attuale. I tumori dell'organo non sono palpabili.

Per sondare e rilevare una neoplasia è possibile quando il carcinoma è grande. I principali metodi di diagnosi - un esame visivo con l'hardware:

  • ultrasuoni;
  • per immagini;
  • esami del sangue - generali, biochimica, primi segnali;
  • studi endoscopici;
  • angiografia;
  • duodenography.

Quando viene rilevato un tumore, viene effettuata una biopsia tissutale e un esame istologico dei campioni.

Tattica di trattamento e fattori che influenzano la sopravvivenza

Il tumore al pancreas è una malattia con una prognosi sfavorevole.

Il tumore al pancreas è una malattia con una prognosi sfavorevole.

La maggior parte dei pazienti arriva già dal medico nelle fasi avanzate del cancro, quando metastasi distanti sono già state rilevate in vari organi e sistemi. La sopravvivenza del paziente è influenzata dai seguenti fattori:

  1. stadio della patologia;
  2. la presenza di metastasi e quali organi influenzano;
  3. posizione della lesione: testa, coda, corpo dell'organo;
  4. tipo di tumore - operabile o inutilizzabile. Solo il 40% dei casi di carcinoma pancreatico può essere operato;
  5. tipo di operazione - se l'intervento è diretto al trattamento o è palliativo, finalizzato a ridurre il dolore e migliorare la qualità della vita nelle ultime fasi del cancro, la chirurgia;
  6. tipo di trattamento - intervento chirurgico, chemioterapia, radioterapia;
    con il cancro inoperabile, le indicazioni per altri metodi sono cure mediche o palliative;
  7. età del paziente, malattie concomitanti;
  8. l'umore del paziente e il desiderio di combattere la malattia.

Nelle tattiche terapeutiche per il carcinoma pancreatico sono inclusi i seguenti metodi:

  • L'intervento chirurgico è lo standard per il trattamento dell'oncologia pancreatica. Ma solo il 40% dei casi soddisfa i criteri per l'operazione. Il terzo stadio è già inutilizzabile.
  • Radiazione radio - utilizzata come tecnica aggiuntiva dopo l'intervento chirurgico. Se non è possibile rimuovere il tumore, è indicato come trattamento principale e cure palliative.
  • La chemioterapia - viene eseguita dopo l'intervento chirurgico, come metodo ausiliario. Quando un tumore non operabile viene assegnato come primario.

Applicare la terapia con farmaci aggressivi per fermare il dolore e mantenere la qualità della vita nelle cure palliative.

La durata della sopravvivenza per diagnosi diverse

Nel cancro del pancreas, è necessario l'intervento chirurgico.

Se nella testa dell'organo si trova un tumore - e questo è il 90% dei casi - solo il 5% dei pazienti mostra un intervento chirurgico.

Con un trattamento e una cura adeguati, la vita del paziente dopo la resezione non è superiore a un anno e mezzo. Con cancro inoperabile, ma con la dovuta attenzione per l'aspettativa di vita del paziente fino a 7 mesi.

Se le metastasi si trovano negli organi e nei tessuti vicini, dopo la diagnosi la durata della vita è di 2,5 mesi. Questo è dati statistici. Durante la diagnosi e il calcolo dell'aspettativa di vita, i medici prendono in considerazione quanto segue:

  • La forma operabile - il tumore è all'interno dell'organo. Non ci sono metastasi nei vasi sanguigni più vicini. Calcolare il tempo di sopravvivenza è impossibile, dal momento che la rimozione della ghiandola è un intervento complesso con risposta imprevedibile del corpo al trattamento. Spesso i pazienti muoiono per complicazioni sviluppate dopo la resezione. Ma in circostanze favorevoli, le probabilità di entrare nelle statistiche di sopravvivenza quinquennale sono grandi.

L'intervento chirurgico è effettuato a:

  1. assenza di sindrome del dolore;
  2. la neoplasia si trova nella testa dell'organo;
  3. non vi è alcuna perdita di peso catastrofica;
  4. il tumore non si sovrappone ai dotti biliari. È questo fattore che ritarda il trattamento del paziente dal medico.
  • Cancro localmente diffuso: il tumore è andato oltre il corpo. Sono state rilevate metastasi nei tessuti più vicini. Il trattamento chirurgico è impossibile, così come la definizione di metastasi a distanza. La previsione si inserisce nelle statistiche complessive.
  • Tumore metastatico - nel 50% dei pazienti, il cancro viene diagnosticato già in questa fase. Il trattamento operativo non è effettuato. Le metastasi si sono diffuse ai grandi organi. L'outlook è sfavorevole.

Cosa consigliano i medici?

La pancreatite può provocare la formazione di tumori.

Uno dei principali fattori che possono provocare la formazione di un tumore nel pancreas è la pancreatite.

Con i processi infiammatori nel pancreas, anche nel passato remoto e non in uno stadio cronico, questo organo dovrebbe ricevere un'attenzione speciale per tutta la vita.

Se viene rilevato un carcinoma pancreatico, il paziente deve preferibilmente essere collocato in una struttura medica.

Dal momento che il disturbo è accompagnato da un forte dolore, una diminuzione della qualità della vita. Il trattamento principale per tali pazienti è l'assistenza palliativa per tutta la vita.

Trovato un errore? Selezionalo e premi Ctrl + Invio, per informarci

Durata nel cancro del pancreas

Il tumore al pancreas è una malattia in cui i sintomi clinici si manifestano spesso nelle ultime fasi, quando le previsioni sono sfavorevoli e la lotta attraverso la rimozione rapida ha già poco effetto. La ragione è che il tumore cresce nei tessuti adiacenti e dà più metastasi, specialmente se la trasformazione maligna ha colpito i vasi sanguigni. Le cellule maligne sfigurate con flusso sanguigno possono essere consegnate ad altre parti del corpo.

Durata della vita in base alla localizzazione delle neoplasie

L'oncogenesi di questa malattia è stata poco studiata. Tuttavia, è stata rivelata una dipendenza diretta dell'aspetto del tumore sulla presenza di processi infiammatori nel pancreas e nella cistifellea. I pazienti con pancreaticulocistiti si trovano nella zona a rischio immediato. Anche per i fattori oncologici è il fumo di tabacco: i fumatori che fumano più di un pacchetto di sigarette al giorno soffrono di cancro al pancreas tre volte più spesso rispetto ai non fumatori. Soprattutto questo vale per coloro che accompagnano il fumo con l'ingestione di cibo: non è un segreto che molti fumatori amano "lavare" la nicotina con un sorso di caffè.

Più spesso, il tumore del pancreas è localizzato nella testa dell'organo, questo è circa il 70% dei casi diagnosticati. Il corpo del pancreas è affetto da cancro nel 20% dei pazienti e la coda è meno frequente - solo uno dei dieci casi.

La prognosi di una malattia oncologica pancreatica dipende in gran parte non solo dallo stadio in cui è stata diagnosticata la malattia, ma anche da quale parte del pancreas è interessata.

La testa, il corpo, la coda sono i componenti del pancreas. Più della metà dei casi di cancro al pancreas sono diagnosticati con localizzazione nella testa.

Il trattamento operatorio ha prescritto una percentuale molto piccola di pazienti con questa diagnosi - non più del 5%. In questo caso, il tumore della testa è osservato nel 90% dei pazienti. Riguardo ai sintomi con carcinoma pancreatico resettile:

  • ittero - fino al 90% dei pazienti,
  • ittero e sintomo del dolore - 25%,
  • ittero senza sintomo doloroso - 50%.

Secondo le previsioni più ottimistiche, tali pazienti vivono non più di un anno e mezzo.

Con il carcinoma pancreatico non operabile (questa diagnosi viene effettuata in quasi la metà dei pazienti, il 46%), l'aspettativa di vita media dopo la diagnosi è più che dimezzata, a sette mesi. In generale, il tumore viene rilevato nella testa della ghiandola, in otto casi su dieci. la sintomatologia:

  • ittero - in tre quarti dei pazienti,
  • nell'80% - sintomo doloroso fortemente pronunciato,
  • ittero indolore - 15% dei pazienti.

Se vengono diagnosticate più metastasi (che è quasi la metà dei pazienti), l'intero pancreas è solitamente colpito, tutte le sue parti sono il corpo, la coda, la testa. Praticamente tutti i pazienti con questa diagnosi hanno una sindrome dolorosa molto grave, mentre:

  • ittero - in un terzo dei pazienti,
  • ittero indolore - solo uno su venti.

Vivere con una diagnosi del genere in media due mesi e mezzo.

Da cosa dipende la prevedibile aspettativa di vita?

Quando gli esperti diagnosticano il cancro del pancreas, tale variabilità come:

  • localizzazione,
  • valore,
  • di lunghezza,
  • metastasi.

È possibile determinare in modo completo a quale stadio si trova la malattia e quanto vivrà il paziente, solo dopo un esame clinico completo. E solo dopo la diagnosi è possibile determinare i metodi di trattamento, oltre a fare una previsione sulla durata della vita del paziente.

Con la diagnosi di "cancro del pancreas", la malattia è classificata principalmente in base alla possibilità di rimuovere il tumore in modo operativo. Qui possiamo distinguere le seguenti categorie di cancro pancreatico:

  • operabile,
  • localmente prevalente,
  • metastatico.

Il carcinoma pancreatico operabile è un tipo di tumore localizzato nei limiti anatomici e fisiologici dell'organo, o non metastatizza nei vasi sanguigni di grande riempimento (vene e arterie) quando va oltre i suoi limiti. L'assenza di metastasi non fa altro che spingere la data della diagnosi: in questa fase, la diagnosi è molto difficile, ed è difficile dire per quanto tempo il paziente vivrà.

Il tumore del pancreas nella fase di operabilità è rivelato solo in uno dei dieci pazienti.

Il tumore pancreatico localmente diffuso si metastatizza solo agli organi e ai tessuti vicini, interessando i grandi vasi sanguigni circostanti (arterie e vene). In questo caso, non è possibile diagnosticare metastasi a distanza, così come la rimozione del tumore mediante intervento chirurgico. Il cancro al pancreas nella fase di prevalenza locale è diagnosticato in più di un terzo dei pazienti affetti da questa malattia.

Il cancro del pancreas nella fase metastatica è diagnosticato in più della metà dei pazienti. In questo caso, i tumori maligni si trovano nell'intera cavità addominale e nei linfonodi.

Questa classificazione è di gran lunga il modo migliore per determinare la curabilità o incurbilità del cancro del pancreas.

sintomatologia

Una peculiarità del cancro del pancreas è che, al momento della manifestazione dei sintomi, la malattia è solitamente incurabile e si può applicare solo la medicina palliativa. Il palliativo ha lo scopo di alleviare i sintomi (principalmente i sintomi del dolore) e di facilitare la durata della vita residua, indipendentemente dal numero di persone che vivono.

I pazienti con carcinoma pancreatico presentano i seguenti sintomi:

  • forte dolore
  • forte perdita di peso significativa.

In assenza di sindrome del dolore, perdita di peso e ittero meccanico, il tumore del pancreas può essere trattato chirurgicamente. Questo si applica ai casi in cui il tumore si trova nella testa del pancreas e, a causa della posizione anatomica, non influisce sui dotti biliari. Questa circostanza rimanda la diagnosi tempestiva del cancro. L'assenza di sindrome del dolore e significativa perdita di peso, accompagnata da ittero meccanico, al contrario, consente di identificare il cancro della ghiandola in uno stadio precedente, quando è consigliabile applicare il metodo chirurgico di trattamento.

Ciò riguarda principalmente il cancro della testa del pancreas, perché con questa localizzazione del tumore il tumore cresce nei dotti biliari, rendendo difficile il normale funzionamento della cistifellea. Se il tumore è localizzato nel corpo del pancreas, la sintomatologia si manifesta in ritardo, il sintomo principale è un forte dolore acuto che si diffonde all'intero dorso. Tale dolore è causato da una lesione maligna del plesso celiaco. Se un paziente cerca aiuto medico in questa fase, è solitamente incurabile e le aspettative di vita sono estremamente sfavorevoli.

Inoltre, il tumore può diffondersi al duodeno, con i sintomi più pronunciati - vomito e nausea. Ciò è causato da un disturbo della peristalsi dovuto alla metastasi del cancro del pancreas nel plesso celiaco.

Cosa determina la prognosi dell'aspettativa di vita

Fondamentalmente, la durata della vita di un paziente con cancro pancreatico "dipende dallo stadio in cui è stata diagnosticata la malattia. Anche la localizzazione della neoplasia maligna (testa, corpo, coda) è importante, ma ciò può solo prolungare un poco la durata della vita. Nel fare ciò, fare previsioni e parlare della qualità della vita può essere solo nei casi in cui il paziente riceve tutte le medicine necessarie.

I medici-oncologi considerano un'opzione ottimale quando un paziente con carcinoma pancreatico nell'ultimo quarto stadio è in un ospedale - l'hospice è ottimale, dove il paziente riceve l'intero complesso di misure necessarie per ridurre la sindrome del dolore, oltre che la cura. Importante supporto psicologico negli ultimi giorni della vita del paziente: nelle fasi termiche vicino a lui ci devono essere parenti e amici. Nella maggior parte dei casi, con il carcinoma pancreatico di grado 4, la previsione è sfavorevole. Molti pazienti muoiono entro un anno dalla diagnosi.

Il tumore al pancreas è una malattia oncologica con diagnosi sfavorevole, poiché è molto difficile diagnosticare la malattia in una fase precoce. Più spesso le neoplasie appaiono su uno sfondo di una pancreatite - un'infiammazione di un pancreas. Pertanto, è necessario prestare la massima attenzione al trattamento di questa malattia. Quando viene diagnosticato un tumore al pancreas, il trattamento principale è la terapia palliativa.

Tumore al pancreas 1-2-3-4 stadio (grado)

Ci sono fasi di sviluppo del tumore, accettate dagli specialisti dei centri oncologici per la comodità della diagnosi e del trattamento. La classificazione del cancro del pancreas ha quattro fasi. Lo stadio zero è caratterizzato dalla divisione cellulare in uno strato. La neoplasia non può essere individuata, il corpo non risponde, i sintomi sono completamente assenti. Dalla fase successiva (secondo la classificazione generale) la malattia diventa distinguibile, diagnosticabile, resecabile. Il cancro del pancreas del 4 ° grado non può essere operato, il trattamento è il più difficile possibile, poiché le metastasi sono distanti dal focolare.

Cancro al pancreas nella fase 1

Il tumore in questa fase è resecabile (non supera i due centimetri di diametro). L'estensione del tumore pancreatico prima e seconda ha le più alte previsioni di sopravvivenza. La malattia è riconosciuta in un momento in cui non ha ancora raggiunto i limiti, è localizzata nella coda, nella testa o nel corpo della ghiandola. Tutti i tipi di operazioni sono consentite, un particolare tipo è scelto dal medico curante, un trattamento complesso e uno stile di vita sano ti permettono di vivere a lungo.

Cancro della testa del pancreas della fase 2

Nei linfonodi a 2 stadi, gli organi di confine (senza metastasi) sono già colpiti, l'intossicazione è minima. Questo stadio è adatto per il trattamento chirurgico:

  • resezione con radioterapia e chemioterapia
  • pancreatectomia - distale (il corpo e la coda sono rimossi) o totale (l'intero organo insieme alla testa)
  • Operazione Whipple - parti di organi adiacenti e linfonodi

Del numero totale di pazienti con questa diagnosi (compresi i tumori della testa) solo la metà è operabile, la letalità è del 10 - 2% e il tasso di sopravvivenza a cinque anni è previsto del 30%. La sopravvivenza raddoppia il decorso postoperatorio del 5-FU.

Cancro del pancreas di 3 gradi

Ogni anno in Russia da 450mila nuovi ammalati di malattie oncologiche muoiono 300mila (in Europa la cifra raggiunge i 2,7 milioni). Nella fase 3, la terapia con citochine viene utilizzata al posto della chemioterapia (non vi è alcun effetto tossico), la cui efficacia raggiunge i 2/3. I medici hanno creato due preparati genici di IFN-IFN e TNF-T, che sono stati testati presso l'Istituto di Oncologia di San Pietroburgo. Attivano il meccanismo di autodistruzione nelle cellule interessate, aumentando contemporaneamente l'immunità del sano.

Nervi e vasi nella fase 3 sono affetti dalla malattia, ma il tumore non è passato agli organi vicini. Per classificazione, la malattia è grave, molte operazioni sono piene di diabete grave, che riduce la qualità della vita (resezione duodenale, ectomia di linfa e milza). Le operazioni tipo palliative predominano, pulendo il dotto biliare o smistandolo. Lo smistamento elimina il reintervento in un anno (ogni quinto paziente ne ha bisogno). La chemioterapia riduce il tumore (temporaneamente), l'aspettativa di vita non aumenta. Il trattamento combinato prolunga la vita per un anno, previene le metastasi, sopprime il focus del neoplasma.

L'ultimo stadio 4 del cancro del pancreas

L'ultima fase (secondo la classificazione generale) è caratterizzata dalla proliferazione incontrollata di cellule (non controllate) dell'organo. L'intossicazione dei loro corpi è massima osservata, la malattia è completamente iniziata. Per trattare la fase 4, vengono prese poche cliniche, le formazioni fatali raggiungono i polmoni (melanoma, mieloma multiplo), ossa, cervello, fegato. La dimensione della neoplasia può essere qualsiasi cosa, la durata della vita dell'ultimo stadio non supera i cinque anni.

Il trattamento migliorerà solo la salute, allevia il dolore, senza di esso, la durata della vita è drasticamente ridotta a mesi. Sopravvivenza del cancro del pancreas Lo stadio 4 al di sotto del 4% delle attività attive aumenta di tre volte, tra cui: l'operazione di Whipple (escissione di linfonodi, bile, parti dello stomaco, testa del pancreas, duodeno). Strenare o drenare il dotto biliare (meno frequentemente deviato), la chemioterapia con 5-fluorouracile, carboplatino, Campto, Gemzar.

Tumore pancreatico inoperabile

I casi più difficili si verificano nella testa del pancreas. In questa situazione, il dottore, di regola, rifiuta di intervento chirurgico. Il fatto è che il pancreas è strettamente intrecciato con altri organi e questo porta allo sviluppo di metastasi nella maggior parte di essi. Inoltre, è estremamente difficile tagliare solo le cellule interessate. Per determinare lo stadio della malattia è necessario un esame completo. 2, 3 e 4 livelli non sono utilizzabili. Nella seconda fase, un certo numero di organi sono interessati e il terzo mostra una lesione dell'intera regione addominale.

Lo stadio terminale del cancro del pancreas è l'ultimo. È un processo incontrollato per aumentare la crescita delle cellule tumorali e diffonderle in tutto il corpo. Il trattamento alla fase terminale è impossibile. Se la malattia ha raggiunto questo grado, allora una marcata manifestazione di sintomi. Il metodo palliativo è l'unico nel trattamento della malattia nell'ultimo grado. La chemioterapia, la radioterapia può migliorare significativamente la qualità della vita.

Complicazioni del cancro del pancreas

Con il cancro del pancreas si sviluppano numerose complicanze. Questi sono diabete mellito, disturbi del carattere trofico, disfunzione della colecisti, sindrome da malassorbimento. Nella stragrande maggioranza dei pazienti, il tumore si estende ad organi come fegato, polmoni e linfonodi. La complicazione più grave che può verificarsi è insufficienza epatica-renale. In tale situazione, il paziente manifesta letargia pronunciata, rifiuto di eseguire trattamenti, forte dolore, mancanza di volontà di mangiare. Si osserva anche la diuresi e nelle urine si trovano i cilindri, gli eritrociti e le proteine. Nei casi più gravi di cancro, il paziente sviluppa uno stato delirante che richiede un intervento psichiatrico. Spesso questa condizione porta alla morte del paziente. Per facilitare le condizioni del paziente, è possibile trasferirlo all'emodialisi. Tutto il trattamento è finalizzato a combattere l'intossicazione, lo shock e la prevenzione di altre complicanze.

Cancro al pancreas (previsioni)

Durante molti anni di monitoraggio di questa malattia, i medici sono stati in grado di scoprire che il cancro del pancreas è una malattia aggressiva. Tra le malattie simili, il cancro del pancreas è al 4 ° posto nella mortalità.

Poiché il pancreas è collegato ai linfonodi, si trova vicino agli organi vitali, le metastasi possono diffondersi e creare connessioni maligne.

Quando un tumore pancreatico viene rilevato in una fase precoce, può essere utilizzato, il che aumenterà le possibilità di sopravvivenza e il pieno recupero di una persona.

In caso di intervento chirurgico, l'intero organo può essere rimosso dal paziente. L'assenza di una ghiandola non è mortale, ma può portare molti problemi di salute.

Quando non c'è pancreas nel corpo, una persona ha spesso una carenza di enzimi, che il pancreas secerne per la digestione completa e qualitativa del cibo. Dalla catena del normale processo di digestione cade un collegamento a causa del quale c'è una scissione del cibo, il suo ulteriore assorbimento. Correggeremo la mancanza di enzimi accettando per tutta la vita i preparati enzimatici o l'insulina.

Il problema è che nelle fasi iniziali il cancro del pancreas è difficile da rilevare, la sintomatologia non è pronunciata e in alcuni casi non viene affatto osservata.

Quindi si scopre che il paziente si rivolge al medico con danno completo al corpo, così come la comparsa di focolai secondari cancerogeni sugli organi vicini.

Poiché il tumore del pancreas è aggressivo, l'operazione non può essere assegnata a tutti i pazienti. Se il paziente ha un tumore non operabile, il paziente rimane circa 7-8 mesi.

La durata della vita del paziente può essere prevista solo in base alla sua condizione e al grado di sviluppo della malattia. Un ruolo importante può giocare l'età del paziente, il tasso di diffusione delle metastasi, il tenore di vita, le condizioni generali, il numero di tumori secondari negli organi vicini.

I medici notano un basso tasso di sopravvivenza a 5 anni per il cancro del pancreas. Negli ultimi anni, il tasso di sopravvivenza è aumentato.

Alla fine degli anni '90, l'indicatore fluttuava intorno al 2-3%. Il tumore al pancreas è influenzato dagli anziani. Con l'inizio della vecchiaia, l'immunità diventa debole, non può più resistere.

Qual è il tasso di sopravvivenza nelle diverse fasi del cancro del pancreas?

I-stage. In questa fase di sviluppo, è di piccole dimensioni e si trova negli strati superiori del tessuto pancreatico.

Al paziente viene prescritta un'operazione per rimuovere il tumore, un trattamento prolungato e una prevenzione costante.

Il problema è che al primo stadio il tumore pancreatico è relativamente asintomatico, il che complica notevolmente la sua diagnosi. Nella prima fase, la chirurgia non garantisce una cura al 100%.

Dopo l'intervento chirurgico, solo la metà dei pazienti può mostrare un risultato positivo. Quando si utilizzano metodi di trattamento, i pazienti potrebbero non sopravvivere per un anno.

II stadio. In questa fase, il tumore non differisce in termini di dimensioni, ma ha già il tempo di influenzare il sistema linfatico.

I medici dividono condizionalmente il secondo stadio del cancro del pancreas in 2 gradi: 2A e 2B. Durante 2A nel corpo umano, si osservano forti lesioni di cellulosa, duodeno e vasi.

Le metastasi non sono prodotte. Con un grado di 2B, la formazione primaria maligna può aumentare, è fuori dall'organo. Inizia a crescere nel tessuto ghiandolare e nei linfonodi più vicini.

Le prime metastasi iniziano a formarsi. La probabilità di sopravvivenza è notevolmente ridotta dai 2 stadi del cancro. Tra i medici, si ritiene che un caso complesso nel cancro del pancreas sia la formazione di un tumore sulla testa.

Con l'intervento chirurgico, il chirurgo rimuove completamente la testa, la cistifellea, i linfonodi, il dotto biliare, il duodeno. Dopo che tutte le parti necessarie sono state rimosse dal corpo, il chirurgo ripristina completamente l'integrità del tratto digestivo (tratto gastrointestinale).

La mortalità dopo l'operazione per rimuovere l'educazione maligna è di circa il 9-13%. Anche con questa situazione positiva, solo circa il 7% di tutti i pazienti sopravvive cinque anni dopo l'intervento chirurgico e il trattamento completo.

Si può dire una prognosi positiva se, dopo aver eseguito tutte le procedure necessarie, le cellule tumorali non riappaiono.

Se i medici hanno rilevato il cancro diffuso in 2 fasi, durante l'operazione l'organo viene completamente rimosso. Inoltre, il chirurgo può rimuovere la parte superiore dello stomaco, milza, parte dei linfonodi, il duodeno.

Con una rimozione così massiccia, il dottore cuce il dotto biliare nell'intestino tenue. Il problema è che a causa della rimozione di un gran numero di organi importanti, può svilupparsi una forma grave di diabete mellito.

Dopo l'intervento chirurgico, durante l'anno, solo il 45% dei pazienti sopravvive.

III stadio. La durata nel cancro del pancreas dello stadio 3 dipende solo dalla rapidità con cui si sviluppa il tumore. In questa fase, la formazione maligna cresce negli organi e nei vasi più vicini (stomaco, intestino, connessioni nervose, milza e altri).

Poiché il tumore ha cominciato a germinare negli organi, il tumore non può essere operato. I medici possono prescrivere operazioni che non eliminano completamente il tumore, ma complicano significativamente il suo sviluppo.

Come abbiamo detto, la rimozione completa non è possibile, quando si combinano diversi metodi di trattamento si può alleviare la salute del paziente. La chirurgia per rimuovere parte del tumore può prolungare la vita del paziente di una media di 9 mesi.

IV stadio. A causa del fatto che il cancro del pancreas mostra molto poco dei suoi sintomi, è in questa fase che metà dei casi noti riesce a registrare un disturbo.

Questo stadio è serio, poiché le formazioni tumorali secondarie si sono formate negli organi vicini (reni, polmoni, stomaco). Possibile intossicazione o grandi accumuli di liquido nella cavità addominale, che peggioreranno significativamente le condizioni del paziente.

Naturalmente, in questa fase, la prognosi della guarigione non è affatto favorevole. La durata della vita del paziente in questa fase dipende solo dal numero totale di metastasi, nonché dal livello di intossicazione e dolore sperimentato da una persona.

Per facilitare la condizione, la chemioterapia può essere prescritta. Se il trattamento è di qualità sufficiente, allora una persona sarà in grado di vivere circa un anno. Ci sono pochissimi casi del genere (circa il 5%). In altri casi, la vita del paziente può durare da 2 settimane a 1-2 mesi.

In questa fase, i medici stanno facendo tutto il possibile per sostenere la vita del paziente. Il paziente dovrà rendersi conto, il fatto che la terapia a lungo termine non cura il cancro al pancreas, ma lo aiuterà a vivere ancora un po 'di tempo.

Il tipo di cancro può anche svolgere un ruolo importante nella vita del paziente. Quindi, in una forma, un tumore maligno può svilupparsi a lungo, e in un altro caso molto rapidamente.

Nel corso di molti anni di ricerche, i medici hanno diviso i tumori del pancreas secondo la struttura istologica in specie:

  • Carcinoma a cellule squamose di ferro È una forma molto seria, dal momento che dopo la diagnosi è stabilito il paziente non può vivere per 1 anno.
  • Adenocarcinoma Protocollo. Formata nella testa dell'organo. Il tumore può crescere fino a 5 centimetri. Durante l'anno, solo il 15% sopravvive e il tasso di sopravvivenza a cinque anni è dell'1%.
  • Pankreatoblastomy. Questo tipo di tumore viene diagnosticato principalmente nei bambini.
  • Adenocarcinomi a cellule giganti. Una caratteristica di questa specie sono tumori molto grandi.

Una volta che si nota la minima stranezza nel lavoro del tratto gastrointestinale, è necessario consultare immediatamente un medico. Questo aiuterà a diagnosticare la malattia in una fase iniziale, il che aumenterà le probabilità di una cura completa.

Tumori pancreatici benigni e maligni

Un tumore pancreatico è una patologia grave, la cui essenza è nella crescita di tumori originati dai dotti o dallo strato parenchimatico dell'organo. La malattia non può durare per molti anni, anche a stadi estremi, i pazienti sono confusi con i segni di ansia con altri disturbi dell'apparato digerente. La peculiarità della malattia consiste nella rapida crescita del tumore, la propensione alla rapida metastasi nel peritoneo, nel sistema osseo, nel tratto respiratorio.

Negli ultimi decenni, c'è stata una tendenza verso un aumento del numero di persone che sono morte da un tumore pancreatico. Tra le altre oncopatologie, la malattia è al quarto posto nella letalità. La malattia non è rara, ogni anno a 10 persone su 100.000 viene diagnosticato un tumore pancreatico. Nel gruppo a rischio - uomini, viene assegnato un ruolo importante al fattore età - le persone con più di 60 anni sono più confermate dallo sviluppo di neoplasie nel corpo.

classificazione

I tumori che colpiscono il pancreas sono classificati:

  • per origine - su benigni e maligni;
  • al sito di localizzazione - neoplasmi della testa, corpo, coda;
  • sull'istologia - sulle neoplasie di origine epiteliale, disontogenetica, metastatica;
  • sui disturbi funzionali - il decorso della malattia senza disturbi, con uno stato funzionale indeterminato, con disfunzione del pancreas (ipo e iperfunzione).

Neoplasie benigne e maligne

La qualità benigna del tumore è un criterio importante per determinare il decorso della malattia e la prognosi per il recupero. Le neoplasie benigne sono in grado di crescere, ma non causano sintomi fortemente negativi e letalità. Le varietà di tali tumori sono molte:

  • emangiomi - formazioni patologiche da cellule dei vasi sanguigni;
  • fibromi - neoplasie di strutture di tessuto fibroso;
  • lipomi - neoplasie dal tessuto adiposo;
  • neurione: formazione di tessuto nervoso e nodi nervosi;
  • adenomi - tumori da tessuti ghiandolari.

Le ghiandole benigne della ghiandola sono classificate secondo i gradi di sviluppo:

  • iniziale - formazione di piccole dimensioni;
  • tardi - il tumore è voluminoso, preme sui condotti, vasi e terminazioni nervose; riposa contro gli organi vicini.

Il tumore maligno del pancreas è una condizione pericolosa con esito sfavorevole. Tumore alla testa più comune (75% dei casi), il corpo della ghiandola e della coda sono raramente coinvolti nel processo oncologico.

Tutte le neoplasie maligne sono suddivise in categorie:

  • cancro - cilindro e squamoso, acinoso-cellulare;
  • sarcoma - angio, fibro-, linfatico, carcinosarcoma;
  • tumori maligni cistici.

Nella classificazione delle formazioni pancreatiche maligne, la focalizzazione merita un'attenzione particolare sul palco. La tattica del trattamento e la sopravvivenza del paziente dipendono dallo stadio. I tumori cancerosi si dividono in:

  • "Cancro in atto": stadio zero, nessun sintomo della malattia, mutazione di un piccolo numero di cellule pancreatiche;
  • 1 stadio (1A e 1B) - la formazione patologica si trova sul pancreas (senza andare oltre i limiti), la dimensione non è superiore a 20 mm; la sintomatologia è più spesso assente, qualche volta c'è una nausea con vomito e dolori insignificanti;
  • Stadio 2 (2A e 2B) - il primo è caratterizzato dalla germinazione del neoplasma negli organi adiacenti e nel dotto biliare; inizia la seconda metastasi ai linfonodi regionali; Aumento dei dolori nella fase 2, inizio della perdita di peso, vomito e diarrea sono episodici;
  • Fase 3: sono interessate la vena porta e le grandi navi di altri organi (intestino, fegato, milza);
  • Fase 4 - ampie metastasi, inclusi organi distanti (cervello, ovaie); lo stato è estremamente difficile.

I fattori provocatori

Le cause esatte che causano la crescita di tumori nel pancreas non sono stabilite. I fattori di rischio che sono in grado di iniziare l'oncologia sono determinati. Fino al 40% dei casi di neoplasie della ghiandola non hanno un'eziologia affidabile. Il meccanismo di formazione del tumore è associato a una violazione della difesa immunitaria contro le cellule atipiche che periodicamente si manifestano nel corpo. Quando le forze immunitarie diventano più deboli, le cellule atipiche iniziano a moltiplicarsi attivamente e dare origine alla crescita del tumore.

Fattori che aumentano la suscettibilità alla comparsa di neoplasie nel pancreas:

  • pancreatite cronica - la malattia dovuta al decorso prolungato e alle esacerbazioni regolari crea condizioni per la mutazione cellulare;
  • pancreatite ereditaria;
  • Fumo e alcolismo, contribuendo alla violazione della circolazione sanguigna e dei processi metabolici nel corpo;
  • malattie endocrine - obesità, diabete mellito;
  • L'ulcera allo stomaco e il PDC causano la crescita della flora patogena, che porta all'accumulo di tossine nell'organismo e provoca la crescita del tumore;
  • malattia infiammatoria dell'intestino - malattia di Crohn, NJC;
  • malnutrizione (carne grassa e riciclata, caffè, fast food);
  • malattie della cavità orale (lesione cariosa, gengivite);
  • la presenza di altre oncopatologie (neoplasie nell'intestino, polmoni, fegato, reni);
  • il fattore età;
  • fattore ereditario;
  • operazioni trasferite sugli organi del tubo digerente;
  • stile di vita sedentario.

A condizioni precancerose portano adenoma pancreatico, policistosi e pancreatite in forma cronica.

sintomatologia

I sintomi di un tumore pancreatico sono molteplici e sono dovuti al grado e alla localizzazione del tumore. I segni clinici nelle fasi primarie sono assenti. La malattia inizia a manifestarsi con l'aumentare della formazione patologica - quando cresce e si estende oltre la ghiandola, i segni primari sono fissi.

Con i sintomi del pancreas della testa oncologica sono i seguenti:

  • dolore nell'ipocondrio destro, intensificazione quando inclinato in avanti e scomparendo quando le gambe vengono premute verso l'addome;
  • prurito della pelle;
  • sviluppo di steatorrea (feci grasse), le masse delle feci diventano liquefatte e maleodoranti;
  • ittero meccanico con ingiallimento della pelle, scurimento delle urine e chiarificazione delle feci;
  • la perdita di peso è una manifestazione classica presente nel 90% dei pazienti; l'esaurimento è associato a una violazione dell'assorbimento dei grassi nell'intestino a causa della disfunzione pancreatica della ghiandola;
  • Anoressia (rifiuto totale o parziale del cibo contro la mancanza di appetito) si osserva nel 64% dei casi;
  • Il vomito è un segno che indica la spremitura del duodeno da parte del corpo del tumore;
  • emorragie interne nell'esofago sullo sfondo delle vene varicose.

Se la neoplasia è localizzata nel corpo o nella coda della ghiandola, il quadro clinico cambia:

  • l'ascite si sviluppa;
  • milza ingrossata;
  • il paziente perde bruscamente il peso;
  • il dolore è sentito nell'ipocondrio sinistro.

Con l'oncopatologia, i sintomi si sviluppano sempre di più - il dolore si intensifica, l'esaurimento progredisce. La crescita delle metastasi inizia - le cellule mutate vengono trasportate in tutto il corpo, interessando tutti i sistemi - dai linfonodi agli organi respiratori. La stessa neoplasia può crescere nei dotti della colecisti, nelle vene grandi e negli organi localizzati in modo ravvicinato - si verifica la penetrazione del tumore.

diagnostica

La diagnosi di neoplasie nel pancreas nelle fasi iniziali è complicata a causa dei sintomi lubrificati. Pertanto, solo nel 30% dei casi la malattia viene diagnosticata entro 2 mesi dall'esordio della malattia. Se sospettato di oncopatologia, la ricerca di laboratorio è organizzata:

  • L'analisi di un sangue generale - a presenza di neoplasmi in lui o lui l'ESR e un livello di piastrine alza, leykotsitoz si sviluppa, le cadute di emoglobina;
  • la biochimica mostrerà un aumento della concentrazione di bilirubina ed enzimi epatici;
  • la rilevazione di marcatori specifici del tumore del sangue è un metodo affidabile, ma non tutti i marker tumorali vengono rilevati nelle fasi iniziali.

La diagnosi di "tumore pancreatico" è confermata in modo affidabile dai dati degli esami strumentali:

  • ecografia della cavità addominale;
  • La TC e la risonanza magnetica possono rilevare i tumori più piccoli fino a 10 mm e le metastasi;
  • Colangiopancreatografia retrograda aiuta a rilevare neoplasie con una dimensione superiore a 20 mm.

La biopsia è necessaria per l'analisi istologica dei tessuti e per determinare il tipo di neoplasma. L'assunzione di tessuti per l'esame viene eseguita in modo speciale, durante la laparoscopia diagnostica o durante l'operazione di resezione del tumore.

trattamento

Il trattamento di un tumore pancreatico viene eseguito chirurgicamente. I metodi conservativi sono impotenti contro la neoplasia esistente. Il successo dell'operazione dipende dallo stadio della malattia e dal tipo di lesioni nella ghiandola. In un corso semplice (senza metastasi), l'operazione è finalizzata alla scadenza non solo del sito patologico, ma dell'intera ghiandola per ridurre il rischio di recidiva. A volte vengono rimosse anche la cistifellea, il duodeno, la parte dell'intestino.

Dopo la resezione, viene prescritta una terapia sostitutiva (prendendo enzimi che facilitano la digestione). La radioterapia viene mostrata insieme alla chemioterapia per la distruzione delle cellule tumorali e la rimozione della sindrome del dolore. Negativo - nell'effetto negativo delle radiazioni su tutto il corpo.

Con il corso in corso della patologia, quando l'escissione completa della neoplasia è impossibile, l'operazione viene eseguita per alleviare la condizione - le metastasi devono essere rimosse, l'ostruzione intestinale viene eliminata. Occasionalmente, la parte del tumore cresce se comprime i processi nervosi e causa un dolore intenso.

Nel periodo postoperatorio, il paziente deve aderire alla dieta. Il principio principale della nutrizione è l'alto contenuto di proteine ​​e grassi digeribili per mantenere un peso stabile ed evitare la distrofia. I prodotti sono selezionati per la portabilità, la cosa principale - un rifiuto completo da alcool, arrosto e cibo con additivi sintetici.

sopravvivenza

La prognosi per un tumore pancreatico è sfavorevole. Secondo le statistiche, i pazienti con neoplasia maligna non vivono più di sei mesi. In 1 persona su 10, il tumore è operabile e dopo la rimozione vi è la possibilità di una sopravvivenza a 5 anni.

Tuttavia, quando il tumore viene rilevato allo stadio zero, il trattamento ha esito positivo nel 99% dei casi. Ma questo accade raramente, se durante l'indagine trovi casualmente un ammasso di cellule mutate. La stragrande maggioranza dei casi - cancro inoperabile del 4o grado.

Un tumore al pancreas è una diagnosi terribile. L'insidiosità della malattia sta nel suo sviluppo nascosto - i pazienti per anni non sospettano la presenza di tumori. Pertanto, è importante per le persone a rischio (per età, sesso, storia familiare di malattie) sottoporsi a regolari esami preventivi della cavità addominale.

Cancro pancreatico inoperabile

Il cancro al pancreas annualmente prende la vita a migliaia di persone e, sfortunatamente, le statistiche sulla diagnosi di nuovi casi sono deludenti. Non oltre il 10% di esperienza ha una soglia di cinque anni, la causa di tale bassa sopravvivenza è la successiva individuazione del tumore. Nel 90% dei casi, si verifica un cancro pancreatico inoperabile e il trattamento in questo caso è solo palliativo.

Dati etimologici e statistici

La prevalenza della malattia in diversi paesi varia da 9 a 11 persone per centomila persone. I residenti dei paesi economicamente sviluppati sono più inclini alla patologia, a causa della malnutrizione, del ritmo di vita e della situazione ambientale. La popolazione dei paesi asiatici e africani ha meno probabilità di ammalarsi che negli Stati Uniti e in Europa. Gli uomini sono un po 'più malati delle donne. L'età, il cancro del pancreas più spesso colpisce le persone anziane e di mezza età, dopo quaranta anni, ci sono casi isolati del precedente sviluppo di oncologia.

Nel 90% dei casi, il tumore maligno si trova nella testa della ghiandola e solo il restante 10% si trova nel corpo o nella coda dell'organo. Secondo il segno istologico, l'adenocarcinoma è leader, si manifesta in più del 75% dei casi.

Un fatto interessante! Nella maggior parte dei casi, il tumore viene diagnosticato quando le sue dimensioni superano i quattro centimetri. È a queste dimensioni che la neoplasia inizia a germinare in organi, vene e vasi vicini, ei sintomi diventano più pronunciati e disturbano il loro proprietario.

Sintomi di un tumore non operabile

La neoplasia, che misura oltre due centimetri e tocca organi vitali e possibilmente ha anche metastasi, non è utilizzabile. In questa condizione, il cancro viene più spesso rilevato, in quanto il quadro clinico diventa pronunciato.

Il dolore nel tratto gastrointestinale sono i sintomi della malattia

Le principali manifestazioni del cancro pancreatico inoperabile includono:

  • dolore all'addome, principalmente a sinistra ipocondrio e bassa schiena. Il dolore è peggiore durante la notte;
  • c'è una perdita di appetito e con esso la perdita di peso;
  • tormento, sete costante e bocca secca;
  • ittero meccanico, si manifesta nell'ingiallimento della pelle e delle mucose, in particolare delle proteine ​​dell'occhio;
  • tromboflebite delle estremità. C'è un'irragionezione irragionevole a prima vista delle vene degli arti inferiori, che non è accompagnata da vene varicose e altre patologie;
  • aumento dell'addome. Nelle fasi successive, la dimensione del peritoneo può raggiungere dimensioni enormi, questo sintomo è associato a carcinosi;
  • nausea, vomito, eruttazione con un odore sgradevole;
  • debolezza generale, vertigini, perdita di capacità di lavorare - questi segni si verificano sullo sfondo dell'anemia progressiva.

Cosa causa un tumore?

Un tumore non operabile non appare immediatamente. Inizialmente, una cellula sana degenera in una cellula maligna e, nel tempo, si divide, si moltiplica, aumentando la dimensione in una nuova formazione. Di norma, quando inizia a mostrarsi un'operazione radicale, non è più possibile produrre.

Abitudini nocive che danneggiano il corpo

Le ragioni esatte della degenerazione di una cellula sana in una cellula atipica rimangono sconosciute fino alla fine.

Ma ci sono una serie di fattori che possono scatenare l'insorgere della malattia, questi includono:

  • la presenza di pancreatite cronica, il processo infiammatorio a lungo nel pancreas è accompagnato dalla comparsa di radicali liberi in grandi quantità. Accumulandosi nell'organo, sono capaci di provocare la degenerazione dei tessuti sani;
  • dieta scorretta, predominanza di cibi malsani, prevalentemente di origine animale e alimenti geneticamente modificati;
  • penetrazione nel corpo di agenti cancerogeni di natura chimica e fisica, lavorando in una produzione dannosa senza misure di protezione adeguate o vivendo in un ambiente di disastro ecologico;
  • abuso di alcool e fumo;
  • predisposizione genetica e presenza di geni mutanti p53 e K-ras.

Procedure diagnostiche

Importante! Prima viene rilevato un tumore, maggiore è la probabilità di guarire per la malattia.

Diagnosi del cancro del pancreas

Il cancro inoperabile, localizzato nel pancreas, viene rilevato utilizzando le seguenti misure diagnostiche:

  • esame ecografico È necessario esaminare tutti gli organi dello spazio addominale e retroperitoneale;
  • computer e risonanza magnetica. Un secondo metodo più informativo, in quanto offre una migliore opportunità di vedere i tessuti molli della ghiandola;
  • La colangiopancreatografia retrograda endoscopica - questa procedura non può diagnosticare l'oncologia, ma aiuta a identificare le pietre nei dotti biliari che possono causare ittero ostruttivo, uno dei segni di cancro;
  • un esame del sangue per i consumatori. I marcatori CA 19-9 e CEA mostrano la concentrazione nel sangue di specifiche proteine ​​caratteristiche delle cellule tumorali della ghiandola;
  • biopsia - è l'unico modo affidabile per rilevare la presenza di formazione maligna e composizione istologica del tumore. Prendi del materiale sul campione con un ago speciale sotto il controllo di una risonanza magnetica o di una macchina ad ultrasuoni.

Trattamento del cancro non operabile

Sfortunatamente, il gonfiore inutilizzabile non può essere rimosso. Pertanto, il trattamento in questo caso viene effettuato al fine di alleviare le sensazioni dolorose da manifestazioni sintomatiche e prolungare la vita del paziente. Il funzionamento in questo caso può essere effettuata, ma non per rimuovere i tumori, e per ripristinare la pervietà delle vie biliari e dello stomaco, disturbi come conseguenza della crescita tumorale. La formazione maligna può essere parzialmente rimossa, ma tali manipolazioni non possono influenzare il recupero.

Il trattamento sintomatico si basa sull'introduzione di antidolorifici di medicinali per la disintossicazione. Tale terapia facilita la sofferenza del paziente e migliora la qualità della sua vita. La chemioterapia è anche usata per scopi palliativi. Permette di rallentare la diffusione del processo tumorale e ridurre le dimensioni della formazione, il che facilita le condizioni del paziente.

Chemioterapia per il cancro

Ma quando si utilizza la chemioterapia, si deve notare la presenza di effetti collaterali, il più frequente è:

  • nausea e vomito;
  • stomatiti;
  • mancanza di appetito;
  • diarrea;
  • forte debolezza.

Lo stesso vale per la radioterapia. Questo metodo non può sbarazzarsi della malattia, ma arresta il processo del cancro, rallentando così il progresso della patologia.

Sfortunatamente, un tumore inoperabile ha solo una prognosi negativa. Sopravvivere con questa diagnosi non è possibile, perché le cellule tumorali rimangono nel corpo e continuano a progredire, interrompendo il lavoro di tutti i sistemi e gli organi. Il miglior risultato che può essere ottenuto con una neoplasia maligna inoperabile è il prolungamento della vita del paziente e l'alleviamento della sua condizione. Vivere con una diagnosi del genere può essere di diversi anni con un corso di terapia adeguatamente selezionato.

Per prevenire lo sviluppo di un processo irreversibile, è importante rivolgersi tempestivamente all'assistenza medica e trattare le patologie infiammatorie croniche. Particolarmente attenti dovrebbero essere le persone che soffrono di malattie del tratto gastrointestinale al fine di prevenire l'insorgenza possibile di cancro. In una fase iniziale, è possibile superare la malattia.