Necrosi pancreatica: prognosi e tattica terapeutica

Il fatto che non sia desiderabile mangiare grassi, speziati e salati è un fatto ben noto. Ma sfortunatamente, solo alcuni cercano di seguire le raccomandazioni dei dietologi. Il resto ricorda le regole del mangiare sano solo quando arriva tardi o molto tardi.

L'herpes zoster nell'ipocondrio, una condizione generale povera, è un'occasione per rivolgersi con urgenza a un istituto medico. Dopotutto, tali sintomi sono dati da patologie pancreatiche.

Il pancreas Un po 'dell'organo

Il pancreas si trova nel peritoneo dietro lo stomaco e vicino al duodeno. Questo piccolo organo pesa circa 80 g in un adulto. Funzioni della ghiandola:

  • isolamento di enzimi per la digestione del cibo;
  • produzione di insulina.

Necrosi. Definizione e motivi

La causa della necrosi è la pancreatite.

Cos'è la necrosi o la necrosi pancreatica? Questo è l'estinzione dei siti o l'organo nel suo complesso.

La necrosi non è una diagnosi clinica, in quanto è stabilita da un medico non-frequentante, ma, di regola, da un patologo all'obitorio.

Questa condizione si sviluppa come complicazione nella forma distruttiva della pancreatite.

La causa della malattia è la pancreatite, ma i fattori che causano questa patologia possono essere considerati la causa della necrosi d'organo. Cosa causa questa patologia:

  1. alcool in dosi elevate e regolarmente;
  2. eccesso di cibi grassi e pesanti nella dieta;
  3. patologia dei dotti biliari;
  4. intervento chirurgico sugli organi del peritoneo.

Di regola, un attacco acuto della malattia si verifica spontaneamente dopo le libazioni e la festa dell'addome. Molto raramente la pancreatite si sviluppa per altri motivi:

  • invasione elmintica;
  • infezione;
  • disturbi nel lavoro dello sfintere di Oddi;
  • trauma e intossicazione;
  • esame endoscopico;
  • patologia congenita degli organi;
  • conseguenza dell'intervento chirurgico.

Necrosi pancreatica classificazione

La necrosi pancreatica è di 3 tipi.

La necrosi del pancreas è una condizione urgente.

Qualsiasi previsione sulle condizioni del paziente viene effettuata in base al tipo di patologia. Esistono i seguenti tipi di necrosi pancreatica:

  1. focale piccola, media e grande: i criteri diagnostici variano poco e la diagnosi dipende dal grado di lesione della ghiandola;
  2. subtotale: quasi l'intero organo è interessato;
  3. totale - questa diagnosi pone il patologo, poiché il paziente muore nel 100% dei casi.

La necrosi sterile e infettiva è distinta dal grado di sconfitta della microflora patogena.

Nel secondo tipo di necrosi, la previsione è sfavorevole, poiché le tossine entrano immediatamente nella circolazione sistemica e il paziente sviluppa sepsi e insufficienza multiorgano.

Necrosi pancreatica Meccanismo di sviluppo della malattia

Se parlare figurativamente, la ragione di sviluppo di un necrosis è una digestione da un organismo di sé. A causa dell'eccesso di alcol, il cibo, si verifica l'attivazione prematura degli enzimi digestivi. Normalmente, queste sostanze iniziano a funzionare solo a contatto con la bile.

Il processo di digestione inizia nell'intestino. Se gli enzimi non hanno tempo o non possono lasciare il pancreas, iniziano a rompere i tessuti dell'organo.

Il primo ad iniziare a lavorare gli enzimi che abbattono i grassi. Quindi - scindendo i composti proteici. Di conseguenza, il pancreas muore.

Guarda un video sulle malattie del pancreas:

Misure diagnostiche

Con pancreonosi, si osserva la diarrea.

La necrosi pancreatica non ha segni specifici, pertanto il medico deve tenere conto della storia clinica del paziente durante la diagnosi. Su ciò che il paziente si lamenta:

  • il dolore;
  • nausea;
  • vomito, che non facilita le condizioni del paziente;
  • la diarrea si sviluppa;
  • la disidratazione;
  • in rari casi - macchie cianotiche appaiono sulla pelle dell'addome.

Il medico dovrebbe annotare il momento dell'inizio dei primi sintomi e le condizioni del paziente al momento dell'attacco. Ciò implica una risposta alle seguenti domande:

  1. se il paziente ha dipendenza da alcol;
  2. Se fosse al momento di un attacco di intossicazione alcolica;
  3. Il paziente ha malattie del dotto epatico e biliare.

Per la diagnosi, vengono mostrati test di laboratorio di sangue, urina per determinare il livello di amilasi. Dai metodi strumentali sono mostrati ultrasuoni, CT o MRI. Questo ci permette di vedere una violazione nella struttura del parenchima dell'organo, la presenza di focolai di necrosi.

Trattamento di questa patologia

Il ricovero in ospedale è la migliore tattica terapeutica.

Le statistiche di recupero dei pazienti con questa malattia non sembrano interessanti. Ma il trattamento dovrebbe essere effettuato in pieno.

Quindi il paziente ha una possibilità di recupero. Tattiche terapeutiche per la necrosi pancreatica:

  • ricovero nel reparto di chirurgia o rianimazione;
  • l'introduzione di farmaci che bloccano la secrezione degli enzimi digestivi;
  • completo rifiuto del cibo per diversi giorni;
  • eliminazione della disidratazione per via orale o endovenosa;
  • se la funzione epatica non viene ripristinata e i dotti biliari sono bloccati, l'alimentazione endovenosa è indicata per un lungo periodo;
  • emosorbimento: rimuovere le sostanze tossiche dal sangue;
  • la preparazione "Somatostatin" è indicata per lo scopo;
  • antibiotici nella natura infettiva della malattia.

Nei casi più gravi, è indicato l'intervento chirurgico. Un'indicazione rigorosa per l'operazione è l'infezione dell'organo e la mancanza di risposta alla terapia conservativa.

Con una forma sterile di patologia, l'indicazione per il trattamento chirurgico è il fallimento del trattamento farmacologico, un'alta probabilità di infezione dell'organo, la diffusione di processi necrotici in altri organi del peritoneo. Il trattamento operativo è diviso in 3 tipi:

  1. Emergenza - entro 24 ore dal momento del ricevimento del paziente in un ospedale.
  2. Urgente: si svolgono se la situazione non migliora entro 72 ore.
  3. Gli ultimi sono prescritti entro 14 giorni dal ricovero in ospedale se la terapia conservativa non apporta sollievo.

La complessità del trattamento chirurgico risiede nell'assenza di una metodologia uniforme per le indicazioni degli interventi e la loro tempistica. Il ritorno alla vita normale dopo l'intervento chirurgico dipende dal comportamento del paziente, dal momento che la dieta dovrà essere mantenuta a vita.

Spesso nei pazienti con necrosi pancreatica, il diabete si sviluppa a causa di una ridotta produzione di insulina.

previsioni

La prognosi per questa malattia è triste. Se viene riscontrata una necrosi totale, significa che la diagnosi è già stata determinata dal patologo. Con altri tipi di patologia, le possibilità di recupero rimangono basse.

Pertanto, nel caso di un intervento chirurgico di emergenza, il tasso di sopravvivenza dei pazienti è compreso tra il 25 e il 50%. Se l'intervento viene eseguito dopo 3 giorni, le probabilità di successo sono 2 volte inferiori rispetto alla chirurgia d'urgenza.

Possibili complicazioni - sanguinamento, processi purulenti, ascessi - riducono le possibilità di recupero. Tipicamente, il paziente avrà bisogno di diversi interventi, un lungo periodo di permanenza nell'unità di terapia intensiva, una riabilitazione complessa.

Il pancreas è un organo gentile che non può essere sostituito, proprio come vivere senza di esso. E il normale lavoro di questo corpo dipende dal comportamento del suo proprietario. Abbi cura di lui.

Trovato un errore? Selezionalo e premi Ctrl + Invio, per informarci

Necrosi pancreatica

Quando siamo colpiti da un disturbo, tutti i problemi e le gioie si ritirano sullo sfondo. Soprattutto se questa malattia è mortale. Una di queste terribili diagnosi è la necrosi del pancreas (necrosi pancreatica), che è riconosciuta come una delle malattie più pericolose della cavità addominale, poiché può colpire l'intero tratto digestivo. Spesso, la malattia si verifica nelle giovani donne.

Cos'è la necrosi?

La necrosi pancreatica è un fenomeno patologico caratterizzato dal cambiamento e dalla morte dei suoi tessuti. Si verifica a seguito dello sviluppo di pancreatite acuta. La funzione del pancreas è quella di produrre enzimi digestivi che entrano nel duodeno e permettono all'organismo di digerire grassi, proteine ​​e carboidrati, generalmente favorendo la digestione. Se i dotti della ghiandola sono danneggiati o invalicabili, gli enzimi iniziano ad agire sul pancreas stesso, dissolvendolo e digerendolo.

Classificazione della necrosi pancreatica

La necrosi della ghiandola può essere focale o estesa, caratterizzata come progressiva o letargica. A seconda di come passa la malattia pancreatica, è considerato emostatico, edematoso, distruttivo o funzionale. Possibile necrosi pancreatica di emorragico. La necrosi edematosa acuta della ghiandola si presta a trattamento conservativo se le misure vengono prese in modo tempestivo.

Con la necrosi, c'è un edema del parenchima, la pressione sugli aumenti del pancreas e il movimento lungo i dotti è compromesso. Se la malattia non viene interrotta, gli enzimi alimentari distruggeranno il ferro, il processo di decomposizione procederà. Ciò può causare l'ingresso di pus dal pancreas nella cavità addominale, con conseguente peritonite acuta, sepsi purulenta. Questa situazione minaccia la vita del paziente e richiede un intervento chirurgico immediato.

La necrosi pancreatica è secondaria alla pancreatite acuta. A seconda di dove si manifesta la necrosi pancreatica, viene chiamata locale, quando è interessata una sola regione anatomica, diffusa, se vi sono due o più regioni di questo tipo. Si differenzia nella profondità della sconfitta. La necrosi del pancreas può essere superficiale, profonda, totale. Sulla base di come la malattia progredisce e si sviluppa, è riconosciuta come ricorrente, progressiva, regressiva, fulminante o abortiva.

malattia lieve - un edema diffuso o necrosi della ghiandola con piccole tasche. In media grado di diffusa o necrosi pancreatica localizzata è caratterizzata da sacche lunghi di dimensioni maggiori. In grave necrosi pancreatica è carattere diffuso o totale, ha grandi tasche. C'è anche una fase terribile in cui la necrosi accompagnato da varie complicazioni che portano a conseguenze irreversibili e, di conseguenza al pancreas, muore. C'è una differenza nell'origine della necrosi pancreatica.

Cause della necrosi pancreatica

La pancreatite acuta - la causa della malattia, che contribuiscono alla comparsa di malattie delle vie biliari, traumi, infezioni, parassiti, malformazioni congenite, chirurgia sperimentato in precedenza, intossicazione alimentare, problemi con sfintere di Oddi, organi patologia nell'addome, l'uso eccessivo di alcol, cibi grassi. Spesso quest'ultimo è colpevole di necrosi della ghiandola.

I sintomi della malattia

Il principale sintomo della necrosi pancreatica è, soprattutto, un forte dolore sotto le costole sul lato sinistro. Spesso circonda, passa attorno a tutto il corpo, dando alla scapola e alla spalla, dando luogo a una falsa sensazione che si tratti di un attacco di cuore. Segni di malattia pancreatica - macchie bluastre sui fianchi nella cavità addominale, disturbi della sedia, nausea. La parete addominale diventa tesa, la sua palpazione provoca sensazioni dolorose.

L'accumulo di liquidi può verificarsi nel pericardio e nella cavità pleurica. Allo stesso tempo, una temperatura più elevata diventa, sulla pelle del pancreas può apparire rossore, o, al contrario, diventerà più pallido. Tutto questo, di regola, è accompagnato da una maggiore formazione di gas, gonfiore, nausea. La forma cronica della necrosi pancreatica presenta complicanze quali diarrea, diabete, ittero, distrofia del fegato, sanguinamento intestinale e gastrico.

Diagnosi del pancreas

Se la presenza di disagio nella cavità addominale e nel pancreas inizia a disturbare, se c'è il sospetto che questa sia una necrosi della ghiandola, allora dovresti consultare un terapeuta. Dopo aver esaminato il paziente, scoprendo tutte le circostanze, fa una palpazione, scopre la presenza, la natura e la posizione delle manifestazioni dolorose. Se viene trovata una patologia della ghiandola, il paziente si rivolge all'endocrinologo. Il terapeuta, nel caso della necrosi del pancreas, prescrive una prescrizione per i farmaci infiammatori, raccomanda la nutrizione terapeutica e gli enzimi.

Dopo aver passato il trattamento e nuovi test, il medico decide se continuare a combattere la necrosi pancreatica o accertare la ritirata della malattia. L'endocrinologo interviene quando il paziente osserva disturbi nella produzione di insulina e prescrive una dose calibrata con precisione di un analogo artificiale. Un oncologo può anche essere collegato al trattamento se neoplasmi o tumori si trovano sulla ghiandola.

Ultrasuoni, risonanza magnetica e tomografia computerizzata consentono di comprendere le condizioni del pancreas, vedere se c'è un ascesso, gonfiore, se ci sono segni di infiammazione, se ci sono deformità, cambiamenti di dimensioni o neoplasie. Gli ultrasuoni aiuteranno a capire l'ecogenicità del parenchima e la presenza di essudato, per determinare la presenza di pietre e cisti sulla ghiandola, per comprendere le condizioni dei dotti. Computer e risonanza magnetica sono simili agli ultrasuoni in quanto possono dimostrare le condizioni del pancreas, ma lo fanno con maggiore accuratezza.

La ricerca di laboratorio fornisce informazioni sui processi che avvengono nella ghiandola, sullo stato degli enzimi digestivi e degli ormoni. Un aumento del livello di amilasi nel sangue e nelle urine confermerà la presenza di necrosi pancreatica. Il livello di glucosio nel sangue indicherà anomalie nel sistema endocrino. Solo con i dati di tutti gli esami che aiuteranno a controllare le condizioni della ghiandola, l'esperto metterà la diagnosi finale.

Metodi di trattamento

Nella maggior parte dei casi, la necrosi pancreatica viene notata in una fase precoce, quindi viene somministrata una dieta speciale insieme al corso dei farmaci. Per un po ', un paziente con un paziente pancreatico può essere sottoposto a uno sciopero della fame medica per rimuovere le tossine. Spesso prescrivono antispasmodici, antischiuma, agenti immunostimolanti e antibatterici. In una fase iniziale della necrosi del pancreas, è possibile evitare l'intervento chirurgico, che è pericoloso, poiché è difficile scoprire quali aree sono state colpite.

Preparazioni medicinali

Per il trattamento del pancreas, vengono utilizzati diuretici, viene eseguito un blocco locale di novocaina. Per combattere la necrosi della ghiandola sono stati usati antistaminici, farmaci spasmolitici iniettati per via endovenosa in presenza di dolore severo. Un paziente con un pancreas malato ottiene insulina, se ha un livello più elevato di glucosio nel sangue, vengono utilizzati inibitori della proteasi. I pazienti prendono il colagogo, se non ci sono pietre nella cistifellea.

Le acque minerali contenenti alcali, il raffreddamento del pancreas e la fame possono essere rilevanti. Se la malattia è stata notata in tempo, diagnosticata e sottoposta a trattamento tempestivo, il recupero e lo smaltimento dei sintomi di necrosi sono possibili in 1-2 settimane. Quando la ghiandola non è guarita dal punto di vista terapeutico, il paziente viene indirizzato al chirurgo.

Mezzi della gente

Durante l'esacerbazione della necrosi, il paziente avverte forti dolori. Tuttavia, non solo la medicina tradizionale è in grado di far fronte a questo. Se non vuoi imbottirti di chimica, prova a trattare il pancreas con rimedi popolari. Per questo vengono utilizzate piante e bacche in grado di combattere l'infiammazione e ridurre il dolore alla necrosi. Scopriamo come trattare il pancreas con rimedi naturali.

Un decotto di Sophora giapponese sarà utile. Spoon l'erba con un bicchiere di acqua bollente e lasciare per diverse ore. Bevi che il brodo sia caldo, mangia prima di mangiare. Il corso di Sophora per la lotta contro la necrosi della ghiandola non dovrebbe durare più di dieci giorni. Prima di riutilizzarlo dovrebbero trascorrere diverse settimane. L'azione di Sophora è principalmente finalizzata ad alleviare il dolore dalla necrosi pancreatica.

Come agente antinfiammatorio per la necrosi, i mirtilli sono utili. Preparare foglie o frutti di bosco, non importa, secchi o freschi. Usa la bevanda come un pancreas quotidiano. L'immortelle possiede un'azione simile. Un cucchiaio di immortelle secco dovrebbe essere versato un bicchiere di acqua bollente. Il brodo risultante, che deve essere diviso tre volte, dovrebbe essere sufficiente per un giorno. Questo è un buon strumento per il trattamento della necrosi della ghiandola. Il trattamento dei rimedi popolari del pancreas prevede l'uso del decotto di avena. Rimuove ancora l'irritazione, contribuisce alla rimozione delle tossine.

Cibo nutrizione

La necrosi pancreatica del pancreas impone alcune restrizioni alla dieta del paziente. Può avere zuppe vegetariane con cereali, come farina d'avena, grano saraceno, riso o semolino. Nella zuppa possono essere i vermicelli, non superflui saranno i seguenti ortaggi: carote, patate, zucchine, zucca. Aggiungi carne a basso contenuto di grassi, filetto di pollo o manzo al menu. Questi tipi di carne sono una buona soluzione per i pazienti con necrosi pancreatica.

Permesso con un porridge di pancreas malato, cotto sull'acqua, dove è accettabile aggiungere un po 'di latte. Non sono vietate le frittate al bianco d'uovo, la pasta bollita, la cagliata calcinata, il latte, le bevande al latte acido, le bacche dolci e la frutta. I pazienti con necrosi della ghiandola dovrebbero ricevere almeno 10 grammi di oli vegetali raffinati al giorno.

Proibito di mangiare tutti i pazienti con necrosi cancro sarà il caffè e il cacao, minestre brodi, alcool, carne e salumi affumicati, cibi in scatola, pesci grassi, soda, funghi, pane fresco, marmellata, tuorlo d'uovo, panna, orzo, miglio, orzo cereali, pasticcini Non è possibile includere nella dieta per i pazienti con cavolo pancreatico, uva, fichi, peperoni dolci, banane, aglio, cipolle.

prospettiva

La necrosi del pancreas è riconosciuta come una delle malattie più pericolose. Anche se la diagnosi è stata fatta in tempo e il trattamento è iniziato, la probabilità di un esito letale è del 70 percento. C'è un'opportunità per il recupero. Come fattori importanti per lui ad avere bisogno di menzionare l'estensione della malattia, così come il trattamento tempestivo al medico e iniziare il trattamento di pancreas come estesa necrosi era diventato, se ci sono altre malattie, l'età del paziente, e le complicazioni sono sorti.

I medici non promettono un miracolo: se la necrosi pancreatica può essere superata, il paziente diventa disabile e alcune attività saranno vietate per lui. Quindi, sarà controindicato in qualsiasi lavoro in cui non vi è alcuna possibilità di mangiare normalmente, richiedendo stress psico-emotivo, attività fisica, associato a sostanze velenose.

Se siete fortunati e necrosi del pancreas è familiare a voi solo per sentito dire, si tratta di una possibilità di pensare a se essere così irresponsabile per quanto riguarda la loro salute, mangiare fast food, consumare alcolici in quantità eccessiva. Forse è necessario riformare e andare su uno stile di vita sano, cibo sano, l'esercizio fisico, se una tale diagnosi, come pancreas, sarà sempre si ottiene una festa.

Le informazioni presentate in questo articolo sono solo a scopo informativo. I materiali dell'articolo non richiedono un trattamento indipendente. Solo un medico qualificato può diagnosticare e dare consigli sul trattamento in base alle caratteristiche individuali del singolo paziente.

Necrosi pancreatica

La necrosi del pancreas è un processo patologico, tra le cui manifestazioni principali si annovera una deformazione graduale e la successiva morte dei tessuti dell'organo sotto l'influenza di vari fattori dannosi.

necrosi pancreatica è una complicazione della malattia come pancreatite acuta, ed è oggi considerato una delle malattie più gravi della cavità addominale, che soffre spesso non solo pancreas, ma anche altri organi digestivi. I più sensibili a questa patologia sono i giovani, più spesso le donne. La prognosi per lo sviluppo della necrosi e il successo del trattamento dipende in gran parte dalla sua tempestiva diagnosi.

Di per sé, la pancreatite necrotica acuta si sviluppa in 3 fasi:

  • sul primo di essi - la fase della tossiemia - la formazione di tossine batteriche che non possono essere rilevate nel sangue;
  • sul secondo - si forma un ascesso nel pancreas e / o organi adiacenti;
  • Il terzo stadio è caratterizzato da segni quali la presenza di alterazioni purulente nel tessuto dell'organo e del suo tessuto retroperitoneale.

Classificazione della necrosi

Nella medicina moderna, la pancreatite necrotica acuta è suddivisa in base a:

  • diffondere il processo su: focale ed esteso;
  • la natura della corrente su: lenta e progressiva;
  • tipo di processo patologico su: emorragico, edematoso, funzionale, emostatico e distruttivo.

Trattamento conservativo tempestivo è necrotico pancreatite acuta edematosa forme più favorevoli in cui il corpo si sviluppa edema parenchimale con conseguente aumento della pressione sul pankreotsity e disturbi del microcircolo.

In assenza di terapia, il processo necrotico progredirà, portando alla digestione della ghiandola dall'interno tramite enzimi alimentari. La fase successiva della malattia sarà l'ingresso di pus nella cavità addominale e lo sviluppo di peritonite acuta. In una tale situazione, il trattamento comporta un'operazione urgente, altrimenti il ​​paziente morirà per sepsi purulenta.

Cause della necrosi pancreatica

Il trattamento della necrosi pancreatica deve iniziare con l'identificazione e il successivo smaltimento della causa del suo sviluppo, poiché nel caso opposto è possibile sviluppare un processo di ripetizione.

Secondo le statistiche mediche, circa il 70% dei pazienti con diagnosi di "pancreatite necrotica acuta" utilizzava bevande alcoliche eccessive per un lungo periodo di tempo. Un altro terzo dei pazienti ha una storia di colelitiasi. Oltre a questi fattori principali che contribuiscono allo sviluppo della necrosi pancreatica, ci sono altri motivi, tra cui:

  • eccesso di cibo regolare;
  • abuso di cibi grassi e fritti;
  • lesioni subite e chirurgia addominale;
  • ulcera peptica del duodeno e dello stomaco;
  • malattie infettive e virali;
  • violazione del deflusso in colecistite calcanea, discinesia biliare e colangite;
  • sindrome di coagulazione del sangue disseminata intravascolare.

Lo sviluppo della necrosi pancreatica può provocare uno stress grave e uno stress emotivo prolungato, nonché un consumo improprio di alcuni farmaci.

Sintomi di pancreatite acuta necrosi

I segni della pancreatonecrosi dipendono sia dalla varietà del processo patologico in atto, sia dalle caratteristiche individuali dell'organismo.

Il principale sintomo della necrosi pancreatica è il dolore con un luogo di localizzazione nell'ipocondrio sinistro, sebbene spesso possa diffondersi nella zona delle spalle e nell'area sottostante le costole.
L'intensità della sindrome del dolore, di regola, è espressa in modi diversi - da insignificante a insopportabile - e corrisponde alla gravità della malattia. Statistiche mostrano:

  • dolore moderato nel 6% dei pazienti;
  • forte - nel 40%;
  • intollerabile - fino al 50% dei casi, la decima parte dei quali è accompagnata dallo sviluppo del collasso.

La somiglianza delle sensazioni dolorose con attacchi cardiaci spesso induce in errore una persona sulla malattia, ma la principale differenza da esse è una marcata riduzione del dolore quando si è seduti in posizione seduta con le gambe piegate verso l'addome.

  • impulsi emetici costanti, che provocano vomito eccessivo, che non porta a un miglioramento del benessere;
  • alta temperatura;
  • pallore senza causa o, al contrario, il rossore della pelle;
  • un sintomo di Gray-Turner, manifestato nella comparsa di macchie cianotiche sui lati della cavità addominale;
  • una costante sensazione di gonfiore e flatulenza;
  • sensazioni spiacevoli durante la palpazione della parete addominale anteriore dell'addome.

Diagnosi e trattamento

La diagnosi di necrosi del pancreas è stabilita sulla base dei reclami dei pazienti, del quadro clinico e di vari metodi di ricerca che consentono non solo di rivelare il processo patologico stesso, ma anche di stabilirne le cause. In questo caso, solitamente usi:

  • esami delle urine e del sangue;
  • ultrasuoni (ultrasuoni), che consente di determinare l'ecogenicità del parenchima e la presenza di essudato;
  • risonanza magnetica (MRI) e tomografia computerizzata (CT);
  • angiografia;
  • laparoscopia.

I metodi di terapia sono scelti in base al quadro clinico e allo stadio della malattia, nonché alle condizioni del paziente.

Il più delle volte, al primo stadio della malattia viene diagnosticata una pancreatite acuta necrotica. Il trattamento farmacologico viene selezionato individualmente e include una dieta specifica o inedia temporanea per scopi medici, la disintossicazione del corpo, così come la nomina di farmaci antispasmodici, antienzimatici, antibatterici e immunostimolanti.

Il trattamento con il metodo chirurgico nella fase iniziale della necrosi è ingiustificato, poiché è difficile determinare quale parte del pancreas abbia subito il processo patologico.

Il trattamento della necrosi pancreatica di qualsiasi forma è possibile solo in un ambiente ospedaliero, che è causato dalla necessità di partecipazione di molti specialisti ristretti, e in casi di emergenza - e dalla squadra di rianimazione.

prospettiva

La prognosi per il processo di necrosi del pancreas è piuttosto deludente: anche con il trattamento tempestivo e moderno, la mortalità varia dal 40 al 70%. La possibilità di recupero dipende da:

  • l'età del paziente;
  • la gravità della malattia;
  • malattie concomitanti;
  • la presenza di complicazioni;
  • la vastità delle lesioni;
  • l'inizio e l'intensità del trattamento.

Al momento del recupero, il paziente spesso riceve una disabilità o controindicazioni al lavoro:

  • assumendo l'uso del lavoro fisico di gravità moderata e severa;
  • associato a un elevato stress emotivo, nonché a veleni pancreatici ed epatotropici;
  • costretto a rompere la dieta e la dieta.

Coloro che ottengono un biglietto felice per recuperare dopo una malattia così pericolosa come la pancreatite necrotica acuta, durante il resto della tua vita devi essere molto attento alla tua salute, mettendo tabù su tutti gli eccessi. Mantenendo uno stile di vita sano, una dieta razionale e una dieta, è possibile riportare il corpo al normale funzionamento ed evitare ulteriori problemi di salute.

Necrosi del pancreas: cos'è, sintomi, trattamento, complicanze

Quando si parla di pancreatite grave, si tratta principalmente della necrosi del tessuto pancreatico. La necrosi pancreatica si verifica nel 10-20% dei pazienti. In questi casi, le complicanze sistemiche sono causate da disturbi della funzione del tratto gastrointestinale e del pancreas. La diagnosi di necrosi pancreatica, la cui mortalità è di circa l'80% quando infettata, ha una prognosi estremamente sfavorevole.

Cos'è la necrosi pancreatica?

Sotto necrosi si intende la morte dei tessuti, che è stata provocata da varie patologie pancreatiche, che si basano sull'infiammazione della ghiandola. I propri enzimi vengono attivati ​​prematuramente, erodendo così le pareti vascolari e il tessuto connettivo.

Tra le cause della necrosi c'è l'abuso di alcol, cibi grassi, malattie del dotto biliare e della vescica. Spesso, per l'emergere della necrosi pancreatica, la responsabilità ricade sui farmaci, la cui assunzione o il dosaggio sono errati.

I sintomi della necrosi pancreatica del pancreas:

  • Forte dolore al tendroma nell'ipocondrio sinistro.
  • Dolore che dà alla scapola, alla spalla e alla schiena.
  • Nausea e vomito.
  • Gonfiore e aumento della produzione di gas.
  • Aumento della temperatura corporea.
  • Cambia il colore della pelle: dal pallore al rossore.
  • Macchie cianotiche ai lati.
  • Palpazione dolorosa della cavità addominale.

E 'possibile curare la necrosi pancreatica e le sue complicanze

La necrosi e la necrosi sterili con infezione differiscono significativamente nella gravità del decorso (la letalità è di circa il 10% e il 30%, rispettivamente). Il rischio di infezione secondaria con necrosi pancreatica varia tra il 40-70%.

L'infezione può essere precoce o tardiva. Un ruolo importante è giocato dal momento della comparsa del sospetto di necrosi del pancreas. I sintomi dell'infezione associata (febbre, leucocitosi), la comparsa di segni sistemici o l'approfondimento della gravità dell'infezione del pancreas sono confermati con CT. La presenza di cavità nello spessore dei tessuti necrotici è generalmente considerata un segno di infezione (un sintomo non permanente). Confermare la presenza di infezione e identificare il microrganismo (principalmente la microflora del tubo digerente) può essere effettuato solo mediante puntura percutanea del pancreas sotto il controllo di ecografia o CT. Attualmente differenziare necrosi pancreatica infetta nel senso stretto della parola - di ascesso pancreatico, entità chiaramente definite che compaiono nelle fasi successive della malattia, per lo più sono liquidi in natura, ha segnato una prognosi migliore e rispondere meglio al trattamento. La rilevazione di questa complicanza comporta un trattamento intensivo, spesso chirurgico, ma è anche possibile eseguire il drenaggio percutaneo.

Complicazioni sistemiche della necrosi pancreatica

Lo shock grave è dovuto principalmente all'ipovolemia e alla diminuzione del volume plasmatico, il sequestro del fluido nel terzo spazio. Nonostante le misure di rianimazione intensiva, potrebbe non esserci risposta all'infusione di soluzioni di elettrolita dell'acqua e di sostituti del plasma, nonché a farmaci vasoattivi.
Insufficienza respiratoria: l'ipossiemia precoce si manifesta come reazione al dolore, dovuta a cause meccaniche (versamento nella cavità pleurica o addominale), edema polmonare a seguito di danni alla struttura. A volte esiste una sindrome da distress respiratorio degli adulti, che richiede una ventilazione ausiliaria con una pressione positiva di fine espirazione.
Insufficienza renale: è oliguria funzionale differenziata a causa di una diminuzione del volume di riempimento del flusso sanguigno, che di volta in volta aumenta l'ipertensione intra-addominale in ascite. In questi casi è necessaria l'emodialisi.
Altre complicazioni:

  • citostomecrosi della cute o del tessuto sottocutaneo con ecchimosi ai lati - Sindrome di Gray-Turner (Gray-Turner) o periombelicale - Sindrome di Kulen;
    • complicanze neurologiche, principalmente precoci (disturbi della coscienza e del comportamento);
    • depositi di cristalli nella retina (molto rari);
    • complicazioni da sistemi cardiovascolari e osteoarticolari (a causa di microtrombosi, embolia, che portano alla cancrena distale degli arti inferiori e alla necrosi del midollo osseo).

Con queste complicanze viene eseguita la terapia sintomatica, ma prima si determina la causa alla radice della necrosi e la presenza di infezione.

Complicanze addominali della necrosi pancreatica

L'infezione intestinale si verifica prevalentemente nell'intestino trasversale nell'angolo destro, dove si verifica l'infiltrazione enzimatica del suo mesentere. A volte questo porta alla necrosi con perforazione e, negli ultimi stadi della malattia, alla stenosi. I cambiamenti necrotici possono anche verificarsi nel duodeno e raramente nello stomaco. La disfunzione duodenale (la causa del vomito), che viene osservata abbastanza spesso, è causata da infiammazione e compressione duodenale molto più spesso di stenosi e pseudocisti reali (che si verificano in seguito).
Il sanguinamento si verifica quando le arterie delle pareti arteriose nello spessore del tessuto necrotico e sono caratterizzate da un decorso particolarmente grave.

Pseudocisti di pancreas: che cos'è?

Le pseudocisti pancreatiche, le cosiddette ossa acute, sono accumuli di fluidi pancreatici e sono confinate a tessuti o granulazioni fibrosi. Nella maggior parte dei casi, la loro formazione è preceduta dalla comparsa di versamento peripancreatico nelle prime fasi della malattia. Le pseudocisti si verificano nel 5-15% dei casi di pancreatite acuta, sono localizzati principalmente nella zona peripancreatica, talvolta a notevole distanza dalla ghiandola. Sintomi frequenti: dolore, nausea, vomito. Le dimensioni delle cisti variano da 1 a 20 cm e, a seconda del luogo, possono causare sintomi di compressione (disfagia, ittero, ipertensione portale segmentale, ecc.). Sanguinare il lume della cisti è una complicazione rara, ma può portare alla morte.
In uno studio biochimico viene rilevato un aumento del livello di amilasi o della sua ricrescita. Informazioni importanti sono ottenute con i metodi di imaging radiografico (ecografia, tomografia computerizzata). Con colangiopancreatografia retrograda endoscopica, è possibile rilevare le comunicazioni dal dotto virundo (il rischio di infezione). Le principali complicanze sono l'infezione della cisti (la sua trasformazione in un ascesso), la compressione del sistema digestivo, la rottura (intraperitoneale, nella cavità del tubo digerente), il sanguinamento.
La regressione spontanea delle pseudocisti si osserva in almeno il 50% dei casi, possibilmente di più. La terapia medica in uno stadio precoce della malattia (somatostatina) promuove un aumento della frequenza di sviluppo inverso di queste strutture. La regressione si verifica entro le prime 10-12 settimane, a volte diversi mesi. Ma le pseudocisti percutanee di puntura del pancreas o il suo trattamento chirurgico è suggerito in caso di complicanze.

Cos'è la necrosi pancreatica?

Secondo esperti competenti, la necrosi pancreatica del pancreas è nella lista delle più pericolose malattie degli organi della cavità addominale e può essere sia una complicanza della pancreatite acuta che una malattia indipendente. Più spesso (fino al 70%) i giovani ne soffrono (ugualmente persone di entrambi i sessi).

Concetto e forme della malattia

Che cosa è al pancreas? Si tratta di una malattia in cui a causa di rapida progressione processo infiammatorio in cellule del pancreas autodigestione avviene inizialmente e morire loro (necrosi della ghiandola testa o di coda), per cui il gonfiore osservato e distruzione del corpo e lo sviluppo di insufficienza organica multipla.

Il pericolo della malattia sta nel fatto che le possibilità di sopravvivenza, anche con un trattamento tempestivo iniziato, sono piccole, e nel caso della necrosi pancreatica totale e della formazione di ascessi pancreatici sono pari a zero.

Esistono diverse varietà di necrosi pancreatica. La classificazione viene effettuata secondo determinati criteri in base a:

  • processo necrotico e prevalenza: totale, diffuso, limitato;
  • presenza di infezione - sterile (grasso, emorragico, misto), infetto;
  • decorso della malattia: progressivo, abortivo.

Secondo le statistiche, il modo migliore per trattare è la pancreonecrosi adiposa sterile.

Quali fattori contribuiscono all'insorgere della necrosi

Le cause della necrosi pancreatica sono diverse e l'alcol, come molti pensano, è diffuso, ma non l'unico. Se parliamo di numeri, allora la necrosi pancreatica sullo sfondo di bevande forti si sta sviluppando solo nel 70% dei casi. Il restante 30% è tossicodipendenza, nutrizione squilibrata, patologie epatiche e pancreatiche, anomalie congenite dell'apparato digerente. Quindi, può essere affermato con sicurezza: nessuno di noi è assicurato contro questo disturbo.

Ci sono tre fattori principali che contribuiscono allo sviluppo della malattia: alimentare (più comune), obturazionale e reflusso.

Il fattore almentare implica il ricevimento episodico e (o) sistematico di bevande calde, l'abuso di cibi grassi e malsani. Il processo di distruzione del pancreas innesca una combinazione di questi due motivi, ad esempio, abbondanti feste festive.

Con un fattore di otturazione, i dotti della ghiandola sono intasati, il che aumenta notevolmente la pressione intraprotettiva e attiva la produzione di enzimi. È osservato nelle malattie del dotto biliare e della colelitiasi.

Come risultato del fattore di riflusso, i proenzimi vengono attivati ​​e viene avviato il processo di reazione enzimatica. Ciò è dovuto al colaggio della bile dal duodeno al pancreas. Le ragioni per lo sviluppo del fattore sono lesioni contusioni nell'addome, complicanze postoperatorie, intossicazione alimentare, patologia della ghiandola, obesità.

Il meccanismo di sviluppo

Al centro dello sviluppo della necrosi pancreatica vi è l'indebolimento delle forze protettive del pancreas. La necrosi di cellule si sviluppa in tre fasi:

  1. Tossiemia. Aumentando la secrezione esterna della ghiandola, il deflusso dei succhi pancreatici viene disturbato, causando un esteso danno d'organo. Nel sangue si accumulano tossine di eziologia batterica, che penetrano nel fegato, nei reni, nel cuore, nel cervello. Continuano i 5-9 giorni.
  2. Ascesso, che in assenza di una terapia adeguata si forma non solo direttamente nella ghiandola, ma colpisce anche gli organi vicini.
  3. Cambiamenti purulenti nella ghiandola e nel tessuto retroperitoneale.

La terza fase è la più pericolosa, di solito porta alla morte.

Sintomi e complicanze

Questa malattia ha una sintomatologia chiaramente espressa, quindi è estremamente difficile confonderlo con qualsiasi altro disturbo.

Il quadro clinico è i seguenti sintomi di necrosi pancreatica:

  1. Sindrome del dolore. Una persona soffre di herpes zoster nella parte sinistra dell'addome, che danno nell'avambraccio, lo sterno. Più si sviluppa il processo di distruzione, più debole è il dolore. Questo è un sintomo molto brutto, poiché significa che si è verificata la necrosi della maggior parte delle cellule. I pazienti notano l'attenuazione del dolore in posizione supina sul lato con le gambe retratte fino all'addome.
  2. Vomito indomabile con coaguli di sangue e bile.
  3. Disidratazione a causa di vomito pesante La pelle diventa secca, pallida, si forma una placca sulla lingua. La secrezione urinaria è praticamente assente. Il paziente vuole costantemente bere.
  4. Aumento del contenuto di gas nell'intestino. I processi di fermentazione portano a gonfiore, ritenzione di gas, stitichezza.
  5. Intossicazione a causa di tossine. La temperatura aumenta, la pressione sanguigna, al contrario, diminuisce. Il paziente sperimenta debolezza, dispnea. La penetrazione di tossine nel cervello può innescare l'encefalopatia. La tossiemia grave porta al coma.
  6. Decolorazione della pelle: arrossamento dovuto a vasodilatazione, pallore - con intossicazione. A causa di ematomi interni ed emorragie nei tessuti molli sulla schiena, glutei, stomaco, è possibile osservare le manifestazioni di macchie blu e viola.
  7. Sanguinamento interno dovuto a livelli aumentati di elastasi.

Effetti molto pericolosi della necrosi pancreatica, che comprendono sanguinamento e patologia negli organi del tubo digerente, fistole, diabete e altre complicanze.

Metodi diagnostici

Per fare una diagnosi, il medico avrà bisogno di una serie di informazioni ottenute attraverso un'accurata visita medica, compreso un sondaggio e l'esame del paziente. Per confermare i segni della necrosi pancreatica, devono essere effettuati studi necessari e aggiuntivi.

Le misure diagnostiche necessarie laboratorio includono: conteggio completo del sangue, urine. Per un esame più dettagliato del paziente si tiene la diagnostica dello strumento: pancreatici Uniti, vie biliari, tomografia computerizzata, X-ray e forare la cavità addominale, una laparoscopia diagnostica, ecc...

È necessario capire che il successo della terapia dipende dal trattamento tempestivo iniziato e condotto correttamente. Le probabilità di guarigione sono significativamente più elevate nei pazienti in cui la necrosi pancreatica viene rilevata nella fase iniziale.

Come trattare la pancronecrosi

È possibile curare una persona che soffre di una forma di necrosi pancreatica? I medici non danno una risposta definitiva a questa domanda. Tutto dipenderà dalle caratteristiche individuali del corpo, dall'età del paziente, dallo stadio della malattia. In ogni caso, dopo la diagnosi, il trattamento inizia immediatamente.

Il paziente deve essere ricoverato in ospedale nel reparto di terapia intensiva del reparto chirurgico, dove viene fornito un riposo completo e viene prescritta la fame terapeutica. Sono esclusi i carichi e i pasti. Nutrizione parenterale

Particolare attenzione è rivolta al rispetto del regime idrico. Un paziente deve bere almeno 1,5 litri di liquidi al giorno (acqua minerale senza gas). Per alleviare il dolore sull'addome, il freddo è messo.

Quindi il paziente viene trasferito a una dieta terapeutica (frazionaria), che include piatti di vapore, stufati, bolliti che non irritano lo stomaco. Il cibo è servito in una forma calda, tritata o tritata.

Il trattamento della pancronecrosi è finalizzato a fermare la necrosi delle cellule nel pancreas, eliminando l'intossicazione, prevenendo la formazione di ascessi e l'insorgenza di un ascesso.

La terapia può essere conservativa (medicamento) e operativa.

Il trattamento conservativo è finalizzato a:

  1. Riduzione della sindrome del dolore. Sono prescritti spasmolitici, analgesici non narcotici e blocco di novocaina. I farmaci sono ammessi, ad eccezione della morfina.
  2. Soppressione della secrezione pancreatica e della secrezione gastrica mediante somministrazione endovenosa di agenti antifenzali e uso di anticolinergici, lavanda gastrica.
  3. Ripristino del bilancio idrico mediante introduzione endovenosa di colloidi.
  4. Riduzione degli impulsi emetici. Cerucal è indicato (iniezione intramuscolare).
  5. Forzare la diuresi e ridurre il gonfiore della ghiandola - terapia per infusione in associazione con diuretici.
  6. Purificazione del sangue dalle tossine (soluzione di Ringer, ecc.).
  7. Sopprimendo la secrezione di succo gastrico, il ripristino della funzione endocrina del pancreas, riducendo l'emorragia interna introducendo l'ormone dell'ipotalamo.
  8. Prevenzione di sviluppo di ascessi - antisettici, immunostimolant.

Inoltre, al medico curante possono essere prescritti antibiotici per distruggere la microflora patogena.

Se al paziente viene diagnosticata la prima fase di necrosi pancreatica, l'operazione non viene eseguita perché non si sa quale parte della ghiandola sia soggetta a necrosi. Se le condizioni del paziente sono gravi, l'intervento chirurgico non è solo consigliabile, ma è l'unica possibilità per la vita, in quanto consente il drenaggio delle cavità riempite di liquido ed elimina i fuochi necrotici.

Allo stesso tempo, per motivi di sicurezza del paziente, i medici preferiscono utilizzare un'alternativa ai metodi chirurgici classici (chirurgia mini-invasiva), poiché le operazioni aperte del paziente spesso portano alla morte del paziente da necrosi pancreatica.

Riabilitazione, previsioni

Dopo l'intervento chirurgico, non puoi essere dimesso prima di 40-50 giorni. Il periodo di recupero dovrebbe includere una dieta raccomandata da un medico, una terapia fisica, una fisioterapia, un trattamento di sanatorio, l'uso di farmaci polienzimatici per una buona digestione del cibo. I medici consigliano sempre ai loro pazienti acqua minerale, fango terapeutico - questi metodi si sono dimostrati nella cura e nella prevenzione delle malattie.

La riabilitazione è mirata ad aumentare il potenziale adattativo del corpo.

Purtroppo, le proiezioni non possono essere considerati favorevole pancreonecrosis. Anche se il paziente ha possibilità di sopravvivenza (la percentuale di probabilità di morte è molto elevato - tra il 15 e il 40%), dovrebbe essere molto attenti alla loro salute, evitare cattive abitudini, seguire un sistema razionale di cibo e di consultare il medico regolarmente.

Tutto sulle ghiandole
e sistema ormonale

Necrosi del pancreas (pancreatite necrotizzante) - una delle malattie più terribili e mortali della cavità addominale. È nella distruzione e morte delle cellule della ghiandola. La mortalità con necrosi pancreatica è del 40-70%, anche nel caso di trattamento tempestivo. Ciò è dovuto al fatto che la malattia è estremamente difficile da rilevare nella prima fase, e i pazienti arrivano al medico quando il processo è già andato troppo lontano.

La ragione della diagnosi tardiva è che molti esami, inclusa la radiografia, non sono in grado di rilevare focolai microscopici di necrosi nel tessuto ghiandolare.

Nota. La diagnosi di "pancreatonecrosi" è più spesso definita come patomorfologica, vale a dire a quelli stabiliti dal patologo all'autopsia del corpo del paziente.

Con lo sviluppo della necrosi pancreatica, il pancreas soffre dei suoi stessi enzimi digestivi e inizia a digerire se stesso. Inoltre, gli enzimi iniziano a distruggere i vasi sanguigni e la necrosi si diffonde agli organi e ai tessuti vicini.

La posizione del pancreas: confina strettamente con l'intestino e lo stomaco e si trova anche vicino al fegato, alla cistifellea, alla milza

Tipi di necrosi pancreatica

La classificazione della necrosi pancreatica viene effettuata in molti modi. A seconda del volume dei tessuti affetti da patologia, si verifica la necrosi del pancreas:

  1. Locale (limitato): piccolo-focale, medio-focale, grande-focale.
  2. Comune: subtotale o totale.

I pazienti con necrosi pancreatica di piccole e medie dimensioni raggiungono il medico molto raramente. Questa fase è spesso scoperta per caso. Con la necrosi subtotale, quasi tutte le cellule dell'organo sono colpite, e nel totale - la ghiandola è morta.

Nota. Al fine di sviluppare correttamente tattiche e strategie di trattamento, è importante identificare correttamente il tipo di malattia.

Dalla velocità dello sviluppo, si distinguono le forme lente e progressive.

A seconda della presenza di microrganismi estranei nel pancreas, si distingue la necrosi pancreatica sterile e infettiva. Nel secondo caso, i microbi entrano anche nel flusso sanguigno insieme ad enzimi e prodotti di infiammazione, il che porta ad uno shock tossico-infettivo e alla sepsi, vale a dire più spesso - alla morte.

Secondo le peculiarità del corso, si distinguono diversi tipi di pancreastonecrosi:

  • edema;
  • emorragica;
  • emostatico
  • grasso;
  • misto.

Di questi tipi, prognosticamente la più favorevole è la pancreatite necrotizzante edematosa.

Cause della necrosi pancreatica

Nella maggior parte dei casi, la causa del danno pancreatico è l'alcol e la malnutrizione

La causa principale della necrosi pancreatica è la pancreatite acuta o esacerbazione della cronica. La necrosi pancreatica si sviluppa dalla pancreatite nei casi più trascurati e complessi.

A loro volta, le cause della pancreatite acuta sono:

  • Abuso di bevande alcoliche, specialmente in combinazione con cibi grassi.
  • Malattia di calcoli biliari e altri disturbi della colecisti e delle vie biliari.
  • Un'ulcera peptica.
  • Cibo scorretto, che include una quantità eccessiva di cibi grassi.
  • Trauma pancreatico, meccanico e fisico.

Inoltre, la necrosi pancreatica può svilupparsi con avvelenamento grave e malattie infettive, talvolta parassitarie. A volte la pancreatite necrotica si sviluppa sulla base di:

  • disfunzione dello sfintere di Oddi;
  • malformazioni congenite del pancreas;
  • operazioni sugli organi della cavità addominale.

I sintomi della necrosi pancreatica sono i sintomi di un "addome acuto", vale a dire patologia che richiede un intervento chirurgico immediato

Diagnosi e sintomatologia

La più grande difficoltà nella diagnosi della necrosi pancreatica è che la malattia non ha quasi nessun sintomo particolare con cui potrebbe essere isolata.

Momenti ansiosi nella storia:

  • problemi del dotto biliare;
  • alcolismo, ammissione alla clinica in stato di intossicazione;
  • pancreatite acuta.

Il paziente si lamenta di gonfiore, dolore avvolgente, nausea. L'intensità del dolore può essere diversa, fino a estremamente forte, e il luogo principale della sua localizzazione è l'ipocondrio sinistro.

Dolore nell'ipocondrio sinistro, nausea e debolezza indicano problemi nel pancreas. Con tali sintomi, è necessario cercare immediatamente un aiuto medico.

Il vomito indomabile, non associato all'assunzione di cibo, contiene impurità di bile e sangue e continua anche a stomaco vuoto. Inoltre, può verificarsi la diarrea, che in combinazione con il vomito porta alla disidratazione. Si sviluppa la secchezza della pelle e delle mucose, inizia la febbre. Sulle superfici laterali dell'addome compaiono macchie bluastre (il risultato di emorragie interne).

A causa di grave intossicazione, si sviluppano confusione e coma.

I risultati degli studi diagnostici sulla necrosi pancreatica:

  • Alto contenuto di amilasi, lipasi ed elastasi nelle urine e nel sangue.
  • Ultrasuoni, risonanza magnetica, TC rivelano un cambiamento nella struttura e nelle dimensioni del pancreas, la presenza di calcoli nei dotti biliari.
  • La presenza di focolai di necrosi è evidente con endoscopia e laparoscopia, ma questi metodi sono usati solo in casi estremi.

È importante fare una diagnosi differenziale rispetto ad altre malattie infiammatorie della cavità addominale, ileo, aortico addominale aneurisma rottura, perforazione di organi cavi, coliche biliari, infarto del miocardio.

La laparoscopia è un metodo delicato di intervento chirurgico, molto più sicuro rispetto al metodo aperto

Trattamento e prognosi postoperatoria

Il trattamento della necrosi pancreatica è diviso in conservativo e chirurgico.

Importante! L'intervento chirurgico è il modo più rapido ed efficace, ma non è consigliabile effettuarlo nei primi 5-6 giorni dall'insorgenza del processo patologico a causa del fatto che è possibile una valutazione inaccurata dell'estensione del danno tissutale.

Trattamento conservativo

La terapia conservativa viene utilizzata come preparazione per la chirurgia o per la necrosi pancreatica focale ridotta. Lo scopo di tale trattamento sono: neutralizzazione degli enzimi, disintossicazione, anestesia e prevenzione delle complicanze.

Per questo, viene eseguita una serie di procedure, tra cui:

  • terapia infusionale (infusione endovenosa di soluzioni saline);
  • applicazione di analgesici, antispastici, blocchi di novocaina;
  • corso di antibiotici;
  • Gordoks, Contrikal come mezzo per inibire l'azione degli enzimi proteolitici;
  • antistaminici;
  • trattamento sintomatico.

Inoltre, il pancreas e il corpo del paziente forniscono un completo riposo, alimentare via IV e con l'aiuto di un trattamento speciale, che coinvolge digiuno parecchi giorni in lunghezza, e una completa mancanza di attività fisica.

La nutrizione e l'erogazione di farmaci attraverso il catetere consentono di non disturbare il corpo malato e di non preoccuparsi che i farmaci arriveranno insieme al vomito

Trattamento chirurgico

L'intervento chirurgico viene effettuato in quasi tutti i casi di necrosi pancreatica per ripristinare il corretto deflusso delle secrezioni pancreatiche e della bile, la rimozione del tessuto morto e del pus.

I metodi di trattamento chirurgico sono diversi: laparotomia, laparoscopia, puntura addominale.

Così, con necrosi pancreatica limitata eseguita minimamente invasiva nekroektomiya laparoscopica, e quando rilasciato - manipolazione nekroektomiya aperta per sbarazzarsi del pus, infiammatorio e conduzione drenaggio della cavità addominale. Inoltre, il chirurgo solleva la questione della rimozione del sangue e fermare l'emorragia intra-addominale.

prospettiva

Nel caso della necrosi pancreatica, le previsioni dopo l'intervento sono difficili da compilare, poiché l'esito della malattia dipende da molti fattori. La mortalità media nei casi non più difficili e non più semplici è di circa il 45-50%.

L'età avanzata associata all'ipertensione arteriosa riduce drasticamente le possibilità di recupero

Esistono sette criteri, ognuno dei quali aumenta la probabilità di un esito letale:

  • l'età supera i 50 anni;
  • glicemia alta;
  • alti tassi di calcio nel sangue;
  • violazione dell'equilibrio acido-base con lo sviluppo di acidosi;
  • ipertensione;
  • un salto nel livello di urea, LDH e AST;
  • esteso gonfiore e emorragia interna.

In totale, danno risultati quasi al cento per cento negativi.

A una pancreatite non è necessario essere impegnato in un auto-trattamento e usare non i mezzi prescritti dal dottore. Il modo più semplice per prevenire il problema e, quindi, non iniziare l'infiammazione del pancreas allo stato di necrosi e sottoporsi regolarmente a esami.