Cancro al pancreas: segni e manifestazioni, quanti vivono, come trattare

Il tumore al pancreas si riferisce a forme piuttosto aggressive di tumori maligni ed è comune ovunque. Non c'erano differenze geografiche nell'incidenza del suo verificarsi, ma è noto che le persone nei paesi industrialmente sviluppati si ammalano più spesso.

Tra tutti i tumori maligni, il cancro del pancreas non supera il 3%, ma sulla mortalità, questo tipo di tumore occupa un sicuro quarto posto, il che lo rende molto pericoloso. Inoltre, ogni anno il numero di casi in diversi paesi continua a crescere costantemente.

Si ritiene che la malattia sia ugualmente comune negli uomini e nelle donne, tuttavia alcune fonti indicano che ci sono un po 'più uomini malati. Forse questo è dovuto alla maggiore prevalenza di abitudini nocive (in particolare, il fumo) tra i maschi.

Come molti altri tumori, Il tumore al pancreas colpisce principalmente la parte anziana della popolazione e si verifica in pazienti di età superiore ai 60 anni. A questa età, i meccanismi naturali di protezione antitumorale sono ridotti, si accumulano varie mutazioni spontanee e vengono violati i processi di divisione cellulare. Va anche notato che la maggior parte delle persone anziane ha già cambiamenti patologici nella ghiandola (pancreatite, cisti), che contribuiscono anche alla crescita del cancro.

Molto spesso, la presenza di un tumore non è accompagnata da alcun sintomo specifico, e le lamentele sono fatte dai pazienti già nei casi di vasta portata della malattia. In parte, questo non è dovuto sempre a buoni risultati terapeutici e ad una prognosi sfavorevole.

Cancro della testa del pancreas costituisce più della metà dei casi di tutti i tumori della localizzazione indicata. Fino a un terzo dei pazienti ha un danno pancreatico totale. Le manifestazioni del tumore sono determinate dall'area in cui si trova, ma i sintomi compaiono prima nella sconfitta della testa del pancreas.

Cause del cancro

Le cause del cancro del pancreas sono molteplici e i fattori che contribuiscono sono abbastanza diffusi tra la popolazione.

I principali fattori di rischio per i tumori pancreatici includono:

  • il fumo;
  • Caratteristiche di nutrizione;
  • La presenza di malattie della stessa ghiandola - pancreatite, cisti, diabete mellito;
  • Malattie delle vie biliari;
  • Fattori ereditari e mutazioni geniche acquisite.

fumo causa lo sviluppo di molti tipi di tumori maligni, tra cui il cancro del pancreas. Sostanze cancerogene, penetrando nei polmoni con fumo per inalazione, si diffondono con il sangue in tutto il corpo, realizzando il suo effetto negativo in vari organi. Nel pancreas, i fumatori possono rilevare iperplasia dell'epitelio duttale, che può diventare una fonte di trasformazione maligna in futuro. Forse, con la diffusione più frequente di questa dipendenza tra gli uomini, c'è una frequenza un po 'più alta di morbilità tra di loro.

lineamenti alimentazione in non piccola parte contribuiscono alla sconfitta del parenchima pancreatico. Abuso di cibi grassi e fritti, alcool provoca eccessiva secrezione di enzimi digestivi, espansione dei dotti, congestione della secrezione in essi con infiammazione e danno del tessuto ghiandolare.

Malattie croniche pancreas, accompagnati dalla sua infiammazione, atrofia isolotti, la crescita del tessuto connettivo con lobi compressione (pancreatite cronica, il diabete, cisti dopo infiammazione acuta o necrosi e simili. d.) sono stati a volte che aumentano il rischio di cancro. Nel frattempo, la pancreatite cronica si trova nella maggior parte delle persone anziane e può anche essere un substrato per diabete mellito di tipo 2, in cui il rischio di carcinoma aumenta della metà.

pancreatite e altre malattie croniche del tratto gastrointestinale possono riguardare condizioni precancerose

Malattie delle vie biliari, per esempio, la presenza di calcoli biliari, cirrosi impedisce normali condotti di evacuazione del pancreas, che porta alla stagnazione di secrezioni, danno cellulare epiteliale, infiammazione e sclerosi del secondario, e può diventare la base per lo sviluppo del cancro.

Il ruolo dei fattori ereditari e i disordini genetici continuano ad essere investigati. I casi familiari della malattia sono noti e più del 90% dei pazienti ha trovato una mutazione del gene p53 e K-ras. Lo studio delle anomalie genetiche della popolazione cancro del pancreas non ha ancora effettuato, però, ben presto si può verificare questa possibilità, che faciliterà la diagnosi precoce della malattia, soprattutto in storia familiare sfavorevole.

Poiché carcinoma pone solito nel tessuto già alterata, come l'adenoma processi (tumore benigno ghiandolare), pancreatite cronica e cisti pancreatica può essere considerato precancerosa.

Come si può vedere, un ruolo importante nella genesi del cancro interpretato da effetti negativi esterni, che la maggior parte di noi non attribuiamo molta importanza, mentre tali regole semplici come una dieta equilibrata, uno stile di vita sano, l'eliminazione delle cattive abitudini in gran aiuto misura a mantenere un pancreas sano, anche in vecchiaia.

Peculiarità della classificazione dei tumori pancreatici

struttura pancreatica

Il pancreas è molto importante non solo per il corretto funzionamento del sistema digestivo. Come sapete, svolge anche la funzione endocrina, producendo ormoni, in particolare insulina, glucagone, ecc.

La maggior parte dell'organo è formata dal tessuto ghiandolare che produce enzimi digestivi e la funzione endocrina viene eseguita da cellule specializzate raggruppate nelle cosiddette isole di Langerhans.

Poiché la parte principale del pancreas è rappresentata dal parenchima esocrino, spesso diventa la fonte di tumori cancerosi.

Classificazione dei tumori maligni del pancreas base della loro struttura istologica, la localizzazione, il grado di danneggiamento d'organo, linfonodi, e così via. D. In base a tutte le caratteristiche di cui sopra è stabilito e lo stadio della malattia.

A seconda della struttura istologica, si distinguono diversi tipi di neoplasie:

  1. adenocarcinoma;
  2. tsistadenokartsinoma;
  3. Carcinoma a cellule squamose;
  4. Carcinoma a cellule acinose.

Queste varietà sono caratteristiche della ghiandola esocrina e la forma più frequente è l'adenocarcinoma diversi gradi di differenziazione, che si verificano in oltre il 90% dei casi.

Il tumore del dipartimento endocrino viene diagnosticato molto meno spesso e la sua varietà è determinata dal tipo di cellule endocrine da cui proviene (insulinoma, glucagonoma, ecc.). Questi tumori, di regola, non sono maligni, ma a causa dell'attività ormonale e la possibilità di crescita a dimensioni considerevoli, possono portare a effetti avversi significativi.

Tradizionalmente, il sistema TNM è usato per classificare il cancro, Tuttavia, è usato solo per i tumori della ghiandola esocrina. Sulla base dei dati che caratterizzano il tumore (T), il coinvolgimento dei linfonodi (N) e la presenza o assenza di metastasi (M) sono identificati stadio della malattia:

  • IA - caratterizza il tumore fino a 2 cm, situato all'interno della ghiandola, i linfonodi non sono interessati e le metastasi distanti sono assenti;
  • IB - la neoplasia supera i 2 cm, ma è ancora localizzata nella ghiandola, non oltre i suoi confini; le metastasi ai linfonodi e gli organi distanti non sono caratteristici;
  • IIA - la neoplasia va oltre il pancreas, ma i grandi tronchi arteriosi (celiaca, arteria mesenterica superiore) rimangono intatti; Non ci sono metastasi in questo stadio;
  • IIB - un tumore fino a 2 cm o più, può andare oltre i confini dell'organo, non crescendo nei vasi, ma le metastasi vengono rilevate nei vicini linfonodi;
  • III - il tumore è impiantato nel tronco celiaco, l'arteria mesenterica superiore, metastasi linfatiche regionali sono possibili, ma non ce ne sono distanti;
  • Stadio IV - il grado più grave di lesione tumorale, accompagnato dalla rilevazione di metastasi a distanza, indipendentemente dalle dimensioni del tumore stesso, dalla presenza o dall'assenza di cambiamenti nei linfonodi.

Come ogni altro tumore maligno, il cancro del pancreas è peculiare a diffondersi in tutto il corpo sotto forma di metastasi. La via principale è linfatica (con flusso linfatico) e più spesso i linfonodi della regione della testa dell'organo sono affetti, celiaci, mesenterici, retroperitoneali.

metastasi del cancro del pancreas al fegato

La via ematogena è realizzata dal sistema circolatorio e le metastasi possono essere rilevate nei polmoni, nelle ossa e in altri organi e caratterizzano il processo di vasta portata. Le metastasi epatiche sono rilevate in circa la metà dei pazienti e possono anche essere prese per il cancro del fegato, non essendo loro.

Poiché il pancreas è coperto su tre lati del peritoneo, quando raggiunge la superficie del tumore, la dispersione si verifica cellule tumorali sierose coprono l'addome - carcinomatosi che sottende modo l'impianto di diffusione.

Manifestazioni di un tumore al pancreas

Non ci sono sintomi specifici del cancro del pancreas e spesso i segni di un tumore sono causati dal danno agli organi vicini della cavità addominale quando crescono per neoplasia.

I primi sintomi come un cambiamento nel gusto, la perdita di appetito o di debolezza non sempre portano il paziente a consultare immediatamente un medico, poiché possono essere presenti anche molte altre malattie.

Spesso il tumore cresce per un tempo piuttosto lungo, non causa alcuna ansietà nel paziente stesso, ma con un'indagine dettagliata sarà comunque chiaro che il tratto gastrointestinale non va bene. Il fatto che la maggior parte dei tumori colpisce le persone anziane, o quelli con altre malattie dell'apparato digerente, così i sintomi di disturbi nella cavità addominale non sono rari, familiare e può rimanere nelle prime fasi, senza la giusta attenzione.

l'ittero è un sintomo allarmante caratteristico di vari disturbi gastrointestinali

Le manifestazioni del cancro del pancreas dipendono non solo dallo stadio della lesione, ma anche dalla localizzazione del tumore nell'organo. I più comuni sono:

  1. Dolore nell'addome;
  2. ittero;
  3. Nausea e vomito;
  4. Debolezza, diminuzione dell'appetito;
  5. Perdita di peso

Una caratteristica della ghiandola lesioni parenchima è la tendenza a pazienti trombosi della localizzazione differente, a causa dell'esposizione al flusso sanguigno di enzimi proteolitici eccesso viola i sistemi lavoro coagulazione e anticoagulanti coordinati.

Tutte le manifestazioni di cancro possono essere raggruppate in tre fenomeni:

  • Otturazione - associata con dotti biliari germinazione, intestino, pancreas condotto stesso, che è pieno di ittero, aumentando la pressione nel tratto biliare, disturbi di passaggio delle masse alimentari sul duodeno;
  • Ontoksikatsii - associata con la progressione del tumore e isolando suoi vari prodotti metabolici, così come i processi violazione digestione nell'intestino tenue a causa della mancanza di enzimi pancreatici (perdita di appetito, debolezza, febbre, ecc...);
  • Il fenomeno della compressione è causato dalla compressione dei tronchi nervosi con un nodo tumorale, accompagnata da una sindrome del dolore.

Poiché il dotto biliare comune e il dotto pancreatico si aprono insieme nel duodeno, cancro della testa della ghiandola, spremere e crescere in un certo numero di tessuti localizzati, è accompagnato da difficoltà di deflusso della bile con segni di ittero. Inoltre, è possibile sondare una cistifellea ingrandita (un sintomo di Courvoisier), che indica la sconfitta della testa del pancreas.

Cancro del corpo del pancreas è caratterizzato principalmente dalla sindrome del dolore, quando il dolore è localizzato nell'epigastrio, nella regione lombare, nell'ipocondrio sinistro e viene rafforzato quando il paziente assume una posizione sdraiata.

Cancro alla coda del pancreas viene diagnosticata relativamente raramente e i sintomi si manifestano solo negli stadi più avanzati. Come regola, è dolore e gonfiore nel germinazione di splenica trombosi venosa, è possibile, aumentando la pressione nel sistema portale, che è carico di un ingrossamento della milza, e varici esofagee.

I primi sintomi espressi del cancro si riducono all'inizio del dolore e in alcune settimane può essere attaccato l'ittero.

dolore è il segno più frequente e più caratteristico, indipendentemente dal sito di crescita della neoplasia. Un'alta intensità accompagna il gonfiore del corpo ed è anche possibile con la crescita del neoplasma nei plessi e vasi nervosi. I pazienti descrivono diversamente il dolore: costante stupida o acuta e intensa, localizzata nell'epigastrio, nell'ipocondrio destro o sinistro, che dà alla regione interscapolare che circonda l'epigastrio. Spesso i dolori aumentano con un errore nell'alimentazione (cibi fritti, piccanti, grassi, alcolici), così come di notte e di sera, poi i pazienti assumono una postura forzata - seduti, leggermente piegati in avanti.

Il dolore nel cancro del pancreas sono simili a quelli di esacerbazione acuta o pancreatite cronica, osteocondrosi o ernia discale, quindi ci possono essere casi la diagnosi di cancro in ritardo.

germinazione del tumore e metastasi nel 12-colon

È considerata una manifestazione molto significativa del cancro del pancreas itterizia, diagnosticato nell'80% dei pazienti con cancro della testa dell'organo. Le sue cause sono germinazione di un tumore del dotto biliare comune o compressione da un ingrossamento dovuto a metastasi linfonodi. Violazione passaggio della bile nel duodeno 12 aumenta la cistifellea, assorbimento attraverso i suoi pigmenti biliari parete bilirubina nuovo al sangue, e la pelle e mucose quindi acquisire una tinta gialla. L'accumulo nella pelle degli acidi biliari provoca intenso prurito e favorisce la comparsa di pettini, e i pazienti sono soggetti a irritabilità, ansia, disturbi del sonno.

Non ci sono sintomi meno importanti della neoplasia pancreatica diminuire disturbi del peso e della diarrea:. Vomito, nausea, diarrea, appetito deterioramento, ecc violazione digestione a causa della mancanza di enzimi che normalmente prodotta da apparecchi esocrina pancreas, e anche con ostruzione biliare. Inoltre, il carattere delle feci - la steatorrea cambia, quando le feci contengono una grande quantità di grasso non stoppato.

Sintomi simili di dispepsia possono verificarsi con il cancro allo stomaco, specialmente quando il tumore si diffonde al pancreas. La situazione inversa: il cancro al pancreas si sviluppa nella parete dello stomaco, che porta alla distruzione di contenuti passaggio, restringimento del antro, etc. Tali casi richiedono una diagnosi accurata e di determinare la fonte primaria di crescita dei tumori, in quanto determinerà il futuro e le tattiche di trattamento e la prognosi...

Come risultato della sconfitta delle isole di Langerhans, i sintomi del diabete dovuti alla mancanza di insulina possono essere aggiunti ai segni descritti di un tumore.

Con l'aumentare della progressione del tumore sintomi generali intossicazione, febbre, peggioramento della digestione e peso notevolmente ridotto. In questi casi, un grave grado di danno pancreatico è già diagnosticato.

Le forme rare di neoplasma della ghiandola endocrina si manifestano per sintomi caratteristici di violazioni del livello di un ormone. Pertanto, gli insulinomi sono accompagnati da ipoglicemia, ansia, sudorazione, svenimento. La gastrina è caratterizzata dalla formazione di ulcere nello stomaco a causa dell'aumentata produzione di gastrina. I glucagoni si manifestano con diarrea, sete e aumento della diuresi.

Come rilevare un tumore?

Rilevazione del cancro del pancreas non è un compito facile. Nelle prime fasi del rilevamento è molto difficile a causa di scarsi sintomi e di alcuni e non specifici reclami. Spesso, i pazienti stessi rimandano la visita dal medico. Soffrendo a lungo con pancreatite cronica, processi infiammatori nello stomaco o nell'intestino, i pazienti cancellano i sintomi dei disturbi digestivi o del dolore sulla patologia esistente.

La diagnosi della malattia inizia con una visita dal medico, che esaminerà, palperà lo stomaco e scoprirà in dettaglio la natura dei disturbi e dei sintomi. Successivamente verranno assegnati esami di laboratorio e strumentali.

Gli esami del sangue generali e biochimici sono obbligatori per il sospetto cancro del pancreas, ed è possibile identificarli nel pancreas tali cambiamenti come:

  • Anemia, leucocitosi, aumento della VES;
  • Diminuzione della quantità di proteine ​​totali e albumina, aumento della bilirubina, enzimi epatici (AST, ALT), fosfatasi alcalina, amilasi, ecc.

Un posto speciale è occupato da determinazione di marcatori tumorali, in particolare, CA-19-9, tuttavia, questo indice aumenta significativamente solo nel caso di una massiva lesione tumorale, mentre nella prima fase del tumore potrebbe non cambiare affatto.

Tra i metodi strumentali per la rilevazione del cancro del pancreas hanno un alto valore diagnostico ultrasuono, CT con contrasto, MRI, biopsia con verifica morfologica della diagnosi.

Attualmente, il solito studio ecografico è preferito endoscopico quando il sensore si trova nel lume dello stomaco o del duodeno. Una distanza così ravvicinata dal pancreas permette di sospettare un tumore anche di piccole dimensioni.

Tra i metodi radiografici utilizzati CT, così come retrogrado colangiopancreatografia, permettendo l'utilizzo di un mezzo di contrasto per visualizzare il dotto escretore della ghiandola, che, nei tumori, sarà ristretto o non attraverserà in aree separate.

Differenze tra pancreatite e cancro del pancreas nell'imaging TC (in alto) e nella tomografia a emissione di positroni usando i radiofarmaci (in basso)

Il metodo più accurato di diagnosi può essere considerato ago sottile biopsia di puntura, a cui viene prelevato il frammento del tumore per l'esame istologico. C'è anche una biopsia nella laparoscopia diagnostica.

Per rilevare lesioni dello stomaco o dell'intestino, è possibile introdurre un materiale di contrasto ai raggi X seguito da roentgenografia, fibrogastroduodenoscopia.

In alcuni casi, i medici vengono in aiuto dei medici radionuclide studio (Scintigrafia), così come le tecniche chirurgiche fino alla laparoscopia.

Anche con l'uso di tutto l'arsenale dei moderni metodi di ricerca, la diagnosi di adenocarcinoma pancreatico è molto complicata, e gli scienziati sono costantemente alla ricerca di modi semplici e accessibili che possano diventare screening.

È interessante notare che una vera svolta in questa direzione è stata fatta dallo studente quindicenne D. Andraka dagli Stati Uniti, il cui stretto amico di famiglia soffriva di cancro al pancreas. Andraka ha inventato un semplice test per il cancro utilizzando carta, che ricorda un analogo per diagnosticare il diabete. Con l'aiuto di carta speciale impregnata di anticorpi al mesoteliene secreto dalle cellule tumorali, è possibile ipotizzare la presenza di neoplasie con una probabilità superiore al 90%.

trattamento

Il trattamento del cancro del pancreas è un compito molto difficile per gli oncologi. Questo perché la maggior parte dei pazienti, quando sono vecchi, soffre di varie altre malattie che rendono difficile eseguire l'operazione o utilizzare altri metodi. Inoltre, il tumore si trova, di regola, in stadi avanzati, quando la germinazione di grandi vasi e altri organi rende impossibile rimuovere completamente il tumore.

La mortalità postoperatoria è, secondo diversi dati, fino al 30-40%, che è associato ad un alto rischio di complicanze. Traumatica sul funzionamento del volume, la necessità di rimuovere budello frammenta vescica e del dotto biliare, così come i prodotti di vari enzimi coinvolti ghiandola predisporre alla scarsa cuciture guasto rigenerazione possibilità di emorragia, necrosi della ghiandola parenchima e t. D.

La principale e più efficace è la rimozione chirurgica del tumore, Tuttavia, anche in questo caso, con la coincidenza più favorevole, i pazienti vivono circa un anno. Con una combinazione di chirurgia, chemioterapia e radioterapia, l'aspettativa di vita può aumentare fino a un anno e mezzo.

I principali tipi di interventi chirurgici sono la chirurgia radicale e il palliativo. trattamento radicale comporta la rimozione della parte colpita della ghiandola con un frammento duodeno tumore e intestino digiuno, gastrico, cistifellea e la porzione distale del dotto biliare comune. Naturalmente, i linfonodi e le fibre sono anche soggetti a rimozione. Nel caso del cancro del corpo e della coda della ghiandola, la milza è inclusa nello scopo dell'intervento. È chiaro che con una tale operazione è difficile aspettarsi una buona salute e una completa guarigione, ma tuttavia prolunga la vita.

Opzione di chirurgia per il cancro della testa della prostata. Organi allocati in grigio, soggetti a rimozione insieme a parte della ghiandola e del tumore

In rari casi, il tumore totale viene rimosso tutto il pancreas, tuttavia, in seguito sviluppare gravi di diabete, mal suscettibili di correzione di insulina, pesano in modo significativo verso il basso le previsioni. Il tasso di sopravvivenza a cinque anni dei pazienti operati con forme di cancro trascurate non supera il 10%.

Tali metodi di trattamento come la chemioterapia e l'irradiazione sono spesso usati in congiunzione con l'intervento chirurgico, e isolato il loro appuntamento è effettuato solo in casi di controindicazioni all'operazione.

Quando si esegue la chemioterapia con diversi farmaci contemporaneamente, si può ottenere una certa regressione del tumore, ma una ricaduta è inevitabile.

L'esposizione alle radiazioni viene eseguita sia prima che durante l'operazione, sia durante o dopo di essa, e la sopravvivenza dei pazienti è di circa un anno. Esiste un'alta probabilità di reazioni alle radiazioni nei pazienti anziani.

Dieta nel cancro del pancreas comporta l'uso di alimenti facilmente digeribili, che non richiede la produzione di un gran numero di enzimi. È necessario escludere prodotti grassi, fritti, piccanti, prodotti affumicati, cibo in scatola dalla razione, così come qualsiasi alcool, tè forte e caffè. Nel caso del diabete, sarà necessario rifiutare i carboidrati (confetteria, prodotti da forno, frutta dolce, ecc.).

Molti pazienti, che ha scoperto il cancro del pancreas, sono inclini a auto-medicare con rimedi popolari, tuttavia, è improbabile che siano efficaci in tali gravi forme di cancro, così si dovrebbe preferire la medicina tradizionale, che, se non curata, almeno per prolungare la vita e faciliterà la sofferenza.

Il tumore al pancreas è un tumore insidioso che è rimasto nascosto per lungo tempo sotto la "maschera" della pancreatite o addirittura completamente asintomatico. È impossibile prevenire il cancro, ma prevenirlo con l'aiuto di misure preventive per tutti, e ciò richiede un'alimentazione corretta, uno stile di vita sano e visite regolari dal medico se vi sono segni di una lesione pancreatica.

Neoplasie nel pancreas

Esistono diversi tipi di neoplasie del pancreas. Il primo posto in termini di prevalenza appartiene all'adenocarcinoma dei dotti della ghiandola, o adenocarcinoma duodenale. Le cellule tumorali hanno origine nei dotti escretori dell'organo, la crescita è molto aggressiva.

Tra tutti i tumori di natura maligna, il cancro del pancreas occupa solo il 2%, ma è al 4 ° posto per motivi di morte per cancro. Più comune negli uomini. L'età varia da 30 a 70 anni, il picco cade nel periodo dopo 70 anni. Nel 75% dei casi, è il tumore della testa del pancreas.

Cause della malattia

La causa del cancro del pancreas non è stabilita, tuttavia è possibile identificare i fattori più significativi nello sviluppo della malattia.

  1. Fumo di tabacco Il rischio di sentire una diagnosi deludente, come il cancro del pancreas, aumenta nei fumatori almeno 1,5 volte. Quanto più una persona fuma, tanto più alto è il rischio della malattia. Questo è attribuito all'azione della nitrosamina contenuta nel fumo di tabacco. Dopo la cessazione del fumo, il rischio diminuisce dopo 10-15 anni.
  2. Di grande importanza è la nutrizione. Negativo sulla condizione del corpo colpisce l'uso di grandi quantità di carne e cibi grassi e riduce significativamente il rischio di piatti di malattie da verdure e frutta, soprattutto quelli freschi.
  3. Se un paziente ha subito un'operazione per resecare lo stomaco in passato, il rischio di sviluppare il cancro aumenta significativamente. Ciò è spiegato dal fatto che una minore quantità di contenuto acido è prodotta dallo stomaco operato, in conseguenza del quale i batteri si moltiplicano intensivamente e producono una grande quantità di nitrato reduttasi, la formazione di composti nitrosi aumenta.
  4. Operazione colecistectomia. L'aumento del livello di colecistochinina aumenta il rischio di sviluppare il cancro della ghiandola. Il suo numero, a sua volta, aumenta dopo colecistectomia, con persistente reflusso duodenogastrico.
  5. Una malattia come il diabete è spesso il segno principale di un tumore pancreatico o di un fattore predisponente.
  6. La pancreatite cronica aumenta significativamente il rischio di sviluppare la malattia (15 volte), anche se è ereditaria.
  7. Alcuni prodotti chimici industriali aumentano la probabilità di sviluppare il cancro della ghiandola 4-7 volte. Questi includono DDT (DDD ed etilene), benzina e benzidina.
  8. Il basso livello socio-economico influenza la crescita della morbilità.
  9. La flebite della parte inferiore della gamba è pericolosa a causa di una trombosi improvvisa accidentale, inoltre contribuisce allo sviluppo del cancro mucinoso.
  10. Le malattie del tessuto muscolare (polimiosite e dermatomiosite) sono talvolta di natura tumorale e si sviluppano sullo sfondo del cancro della ghiandola.
  11. La rimozione delle tonsille (tonsillectomia) in alcune osservazioni ha mostrato una diminuzione del numero di malattie tumorali.
  12. Eredità. Nel 3% dei casi di cancro del pancreas, si può parlare di una malattia di famiglia.
  1. adenocarcinoma del pancreas;
  2. tumore a cellule squamose;
  3. cancro cistoadenocarcinomatoso;
  4. un tumore a cellule acinose;
  5. cancro indifferenziato.

Circa l'80% rappresentava l'adenocarcinoma.

Fasi del cancro al pancreas

  1. Il primo stadio è caratterizzato da una crescita limitata del tumore all'interno del tessuto pancreatico. Il tumore non va oltre i confini dell'organo.
  2. Il secondo stadio ha sottostati A e B. Nello stadio A, il tumore colpisce non solo il tessuto della ghiandola stessa, ma anche il duodeno e il dotto biliare. Non c'è metastasi ai linfonodi. Lo stadio B è caratterizzato da un tumore di qualsiasi dimensione e la sua diffusione ai linfonodi.
  3. Il terzo stadio significa la diffusione del tumore a tali organi e strutture anatomiche: stomaco, milza, intestino crasso, vasi grandi e nervi.
  4. Il quarto stadio indica la metastasi del tumore in altri organi lungo le vie linfatiche: i polmoni, il fegato.

Classificazione delle fasi della malattia.

  1. Tumore primitivo T.
  2. Il tumore primitivo non è rilevabile da T0.
  3. Il tumore primario del pancreas è limitato dal parenchima dell'organo T1.
  4. Il tumore misurato ha una dimensione massima di 2 cm. T1a.
  5. La dimensione massima del tumore è superiore a 2 cm T1b.
  6. Il tumore si è diffuso a tali strutture anatomiche (dotto biliare comune, tessuti che circondano il pancreas, duodeno). T2.
  7. Il tumore si è diffuso a tali strutture anatomiche: colon, milza, stomaco, vasi sanguigni di grandi dimensioni adiacenti. T3.
  8. Distribuzione di cellule tumorali in linfonodi regionali. N.
  9. Non ci sono informazioni sufficienti per valutare la condizione dei linfonodi regionali. NX.
  10. Non ci sono segni di diffusione ai linfonodi regionali. N0.
  11. Le metastasi si trovano nei linfonodi regionali. N1.
  12. Presenza di metastasi separate. M.

Metodi di metastasi tumorali

Le cellule tumorali si diffondono attraverso il sistema attraverso i vasi sanguigni, i vasi linfatici e la germinazione negli organi e nei tessuti circostanti.
Per via linfatica, le cellule tumorali entrano nei linfonodi dello spazio retroperitoneale e della cavità addominale.
Sui vasi sanguigni delle cellule tumorali sono inseriti nei polmoni, fegato, reni, tessuto osseo.
L'impianto causa la carcinomatosi addominale e l'ascite causata da un tumore canceroso.

La prognosi per questa malattia è estremamente sfavorevole. Durante l'anno, circa il 20% dei pazienti con adenocarcinoma vivo, il tasso di sopravvivenza a cinque anni non è superiore al 3%.

Prognosi per tumori operabili: dopo trattamento radicale operativo, il tasso di sopravvivenza a cinque anni per dati diversi è compreso tra il 3 e il 25%. Il valore è la dimensione del tumore. Con un diametro di 2 cm, il tasso di sopravvivenza aumenta al 30%. In assenza della parte residua del tumore e della necessità di separarlo dai vasi, il tasso di sopravvivenza raggiunge il 35%. Se il cancro del pancreas non si è diffuso ai linfonodi, il 55% dei pazienti ha una possibilità di sopravvivenza a cinque anni.

Diffondere nei tessuti circostanti metastasi a distanza riduce il tasso medio di sopravvivenza a 2-6 mesi. La sopravvivenza dipende da quanti sintomi prevalgono nel quadro clinico (specialmente xerostomia, cachessia, mancanza di appetito, dispnea) e le condizioni generali del paziente.

Quanti vivono con un tumore maligno della ghiandola del primo stadio?

La previsione in questa fase è la più favorevole, perché Il tumore è relativamente piccolo e non va oltre la ghiandola. Inoltre, la diagnosi è possibile, il tumore ha una dimensione di circa 2 cm. Il trattamento di un tale paziente è complesso, il che consente di ottenere risultati significativi e prolungare la vita del paziente per molti anni.

Se al paziente è stato diagnosticato un cancro al pancreas del secondo stadio, le probabilità si riducono significativamente. Il cancro cresce negli organi vicini e nei linfonodi, tuttavia le metastasi non sono ancora iniziate. Di tutti i pazienti in questa fase, solo il 50% è operativo, la chemioterapia e la radioterapia aumentano le probabilità. Entro cinque anni circa il 30% dei pazienti sopravvive.

Quanti pazienti vivono con il terzo stadio del cancro del pancreas?

In questa fase, ci sono sintomi di grave intossicazione del corpo, il cancro del pancreas prende una rotta severa e talvolta l'intervento chirurgico aggrava malattie concomitanti o peggiora il benessere del paziente. La terapia combinata prolunga un po 'la vita, sopprime la diffusione delle metastasi e la crescita del focus del tumore. Condurre una chemioterapia non influisce in modo significativo sulla durata della vita, ma ostacola la crescita del tumore.

Il quarto stadio della malattia è trascurato. Le condizioni del paziente peggiorano bruscamente, non tutte le istituzioni mediche prendono questo paziente, perché nel corpo ci sono già più metastasi. Il tasso di sopravvivenza a cinque anni non sarà superiore al 4%. La terapia di combinazione è prolungata da un po '.

Diagnosi della malattia

  1. Radiografia e radiografia dello stomaco e del duodeno rivelano le deformità degli organi. Ciò è dovuto alla spremitura o alla germinazione del tumore. Con l'aiuto della duodenografia rilassata, viene determinata la deformazione dell'intestino pilorico e duodenale, lo spostamento di questi organi e il restringimento del loro lume. Questi segni sono caratteristici del cancro della testa della ghiandola. L'irrigazione rivela compressione del colon trasverso e difetti di riempimento associati alla germinazione del tumore.
  2. La tomografia computerizzata è ampiamente usata per diagnosticare tumori pancreatici. Il metodo consente di rivelare la dimensione, la posizione, le metastasi del cancro. La TC consente al 90% dei pazienti di identificare un segno di cancro al pancreas - un allargamento dei dotti biliari intraepatici che si sviluppa con ittero meccanico.
  3. Diagnosi ecografica È possibile rilevare un aumento delle dimensioni della ghiandola, un cambiamento nell'omogeneità della struttura, contorni sfocati e condotti dilatati. Il tumore può assorbire gli ultrasuoni, a causa dei quali il margine posteriore dell'organo non è visibile.
  4. I metodi diagnostici endoscopici includono.
    • Fibroscopia (stomaco e duodeno). C'è una deformazione dello stomaco o del duodeno, la germinazione del tumore. In quest'ultimo caso, è possibile prelevare un campione bioptico per l'esame istologico.
    • Pankreatoholangioskopiya. È fatto per via orale Consente di valutare visivamente le condizioni del principale dotto biliare pancreatico e comune, rilevare un tumore e restringere il lume dei dotti.
    • Metodo di diagnosi laparoscopica. Con l'aiuto di esso, viene valutata la condizione degli organi coinvolti nel processo: il fegato e la cistifellea. Con ittero meccanico, la superficie inferiore del fegato è di colore giallo-verde, la cistifellea è tesa e tesa. Nei punti in pendenza della cavità addominale il liquido si accumula e si sviluppa l'ascite.
    • Il metodo endoscopico a raggi X comporta l'uso di pancreatocholangiografia retrograda endoscopica sotto il controllo di una macchina a raggi X (televisione a raggi X). I dotti sono dilatati e ristretti per segmenti in diversi siti, il condotto della ghiandola si restringe, a volte è completamente bloccato.
  5. Metodi diagnostici a raggi X di diagnosi.
    • Colangiografia transepatica percutanea. Introdurre l'ago attraverso la pelle e il parenchima del fegato nei dotti biliari sotto il controllo della televisione a raggi X. Sono colorati con una sostanza a contrasto a raggi X. Di conseguenza, si osservano segni di ittero meccanico: la dilatazione dei dotti e la cistifellea tesa.
    • Metodo angiografico (celiachia, splenoportografia, mesentericografia). L'immagine mostra un restringimento dei vasi, la presenza di arterie e vene tumorali, il lume dei vasi può essere ristretto, le loro pareti sono rigide. Spesso puoi vedere contorni ulcerati e un gruppo di mezzi di contrasto.
  6. Il metodo diagnostico del radionuclide o la grafia pancreatocitica rivelano un focolaio freddo (corrispondente alla localizzazione del tumore). I contorni della ghiandola sono deformi e sfocati. L'escrezione della preparazione farmaceutica nell'intestino viene bloccata.

Qual è la qualità e l'aspettativa di vita dei pazienti con diagnosi di carcinoma pancreatico?

L'intervento chirurgico sul pancreas non è attualmente pericoloso, tuttavia, la maggior parte dei pazienti muore entro i prossimi cinque anni dall'intervento. Ciò è dovuto alla diagnosi tardiva della malattia. Meno di due anni, ci sono quelli che hanno un tumore che è inutilizzabile. Tali pazienti subiscono un intervento palliativo per alleviare la condizione ed eliminare la spremitura dei dotti epatici.

Cosa succede dopo aver rimosso una parte della ghiandola e quali misure possono essere prese per migliorare la qualità della vita di un paziente diagnosticato con carcinoma pancreatico?

A seconda di quale parte del corpo e di quanto è stato rimosso, il paziente può affrontare tali problemi:

  1. digestione compromessa a causa della diminuzione della produzione di enzimi da parte del pancreas;
  2. Insufficiente produzione di insulina, che porta ad un aumento del livello di zucchero nel siero.

La carenza di enzimi e ormoni può essere reintegrata con l'aiuto di farmaci.

Nel primo caso è sufficiente usare droghe come Creon, Penzinorm. Questi sono analoghi artificiali degli enzimi del corpo umano, che si sono dimostrati efficaci. Dopo l'operazione, il paziente deve consumarli ad ogni pasto. Lo scopo di questa terapia è eliminare l'insufficienza della digestione, che si manifesta con flatulenza e diarrea. La dose del farmaco viene scelta dal medico in base alla dieta del paziente e alla prevalenza di qualsiasi sintomo.

Quanto in media dovresti usare i preparati enzimatici al giorno?

Ogni giorno, in media, il paziente avrà bisogno da 6 a 12 capsule, la dose può essere aggiustata. Non dimenticare che il farmaco è necessario anche con piccoli snack. I preparati enzimatici non hanno quasi alcun effetto collaterale, tranne che per possibili reazioni allergiche rare.

Se, dopo un trattamento chirurgico, il paziente ha cambiamenti nel livello di zucchero nel sangue, vengono prescritti farmaci per il suo controllo. Nei casi a basso rischio con bassi livelli di glucosio nel sangue, al paziente viene prescritta una dieta e farmaci ipoglicemici compressi. Se la funzionalità della ghiandola è significativamente ridotta, è necessario un ormone insulina. Il farmaco viene iniettato solo per iniezione. Il medico determinerà quante unità di insulina sono necessarie in ciascun caso. Ad oggi, ci sono diversi analoghi dell'insulina umana, ottenuti da ingegneria genetica o di origine animale, anche se sottoposti a terapia insulinica, il paziente non dovrebbe dimenticare la dieta e le visite regolari dal medico, specialmente nelle prime fasi del recupero.

Se il tumore si è diffuso agli organi vicini, vale a dire la milza, allora durante l'intervento è necessario rimuoverlo. La vita è possibile senza questo corpo. La milza è un organo immunitario, quindi dopo la sua rimozione il paziente è suscettibile a varie malattie infettive, in particolare alla natura batterica. Pertanto, nel periodo postoperatorio, vengono eseguite le vaccinazioni necessarie. Se possibile, si ripetono ogni 5 anni. Tale paziente ha bisogno di un attento approccio speciale, la questione della nomina di farmaci antibatterici è decisa in ogni caso di una malattia infettiva. Inoltre, nella milza, è in corso il processo di distruzione delle cellule del sangue. Particolarmente pericolosa è la rimozione della milza da un successivo aumento del livello delle piastrine nel sangue. Questo può portare a trombosi, quindi è importante essere sotto costante controllo medico, se necessario, per sottoporsi al trattamento con farmaci appropriati.

La diagnosi differenziale del cancro del pancreas è associata a tali malattie:

  • colelitiasi;
  • cancro del capezzolo del fater e dei dotti biliari;
  • La malattia di Botkin;
  • pancreatite inducibile.

la diagnosi di difficoltà di cancro al pancreas è difficile, soprattutto quando il tumore nel corpo e la coda, a causa della topografia della posizione del corpo (retroperitoneale), i sintomi non specifici generali (dolore, perdita di peso, disturbi diarrea) assenza di specifici metodi di esame.

Prima di tutto, è necessario escludere malattie maligne di altri organi e sistemi: cancro dello stomaco, fegato, tratto biliare e cistifellea, intestino crasso e reni. Questi tumori possono metastatizzare nei linfonodi delle porte epatiche e del suo parenchima.

Cancro al pancreas (previsioni)

Durante molti anni di monitoraggio di questa malattia, i medici sono stati in grado di scoprire che il cancro del pancreas è una malattia aggressiva. Tra le malattie simili, il cancro del pancreas è al 4 ° posto nella mortalità.

Poiché il pancreas è collegato ai linfonodi, si trova vicino agli organi vitali, le metastasi possono diffondersi e creare connessioni maligne.

Quando un tumore pancreatico viene rilevato in una fase precoce, può essere utilizzato, il che aumenterà le possibilità di sopravvivenza e il pieno recupero di una persona.

In caso di intervento chirurgico, l'intero organo può essere rimosso dal paziente. L'assenza di una ghiandola non è mortale, ma può portare molti problemi di salute.

Quando non c'è pancreas nel corpo, una persona ha spesso una carenza di enzimi, che il pancreas secerne per la digestione completa e qualitativa del cibo. Dalla catena del normale processo di digestione cade un collegamento a causa del quale c'è una scissione del cibo, il suo ulteriore assorbimento. Correggeremo la mancanza di enzimi accettando per tutta la vita i preparati enzimatici o l'insulina.

Il problema è che nelle fasi iniziali il cancro del pancreas è difficile da rilevare, la sintomatologia non è pronunciata e in alcuni casi non viene affatto osservata.

Quindi si scopre che il paziente si rivolge al medico con danno completo al corpo, così come la comparsa di focolai secondari cancerogeni sugli organi vicini.

Poiché il tumore del pancreas è aggressivo, l'operazione non può essere assegnata a tutti i pazienti. Se il paziente ha un tumore non operabile, il paziente rimane circa 7-8 mesi.

La durata della vita del paziente può essere prevista solo in base alla sua condizione e al grado di sviluppo della malattia. Un ruolo importante può giocare l'età del paziente, il tasso di diffusione delle metastasi, il tenore di vita, le condizioni generali, il numero di tumori secondari negli organi vicini.

I medici notano un basso tasso di sopravvivenza a 5 anni per il cancro del pancreas. Negli ultimi anni, il tasso di sopravvivenza è aumentato.

Alla fine degli anni '90, l'indicatore fluttuava intorno al 2-3%. Il tumore al pancreas è influenzato dagli anziani. Con l'inizio della vecchiaia, l'immunità diventa debole, non può più resistere.

Qual è il tasso di sopravvivenza nelle diverse fasi del cancro del pancreas?

I-stage. In questa fase di sviluppo, è di piccole dimensioni e si trova negli strati superiori del tessuto pancreatico.

Al paziente viene prescritta un'operazione per rimuovere il tumore, un trattamento prolungato e una prevenzione costante.

Il problema è che al primo stadio il tumore pancreatico è relativamente asintomatico, il che complica notevolmente la sua diagnosi. Nella prima fase, la chirurgia non garantisce una cura al 100%.

Dopo l'intervento chirurgico, solo la metà dei pazienti può mostrare un risultato positivo. Quando si utilizzano metodi di trattamento, i pazienti potrebbero non sopravvivere per un anno.

II stadio. In questa fase, il tumore non differisce in termini di dimensioni, ma ha già il tempo di influenzare il sistema linfatico.

I medici dividono condizionalmente il secondo stadio del cancro del pancreas in 2 gradi: 2A e 2B. Durante 2A nel corpo umano, si osservano forti lesioni di cellulosa, duodeno e vasi.

Le metastasi non sono prodotte. Con un grado di 2B, la formazione primaria maligna può aumentare, è fuori dall'organo. Inizia a crescere nel tessuto ghiandolare e nei linfonodi più vicini.

Le prime metastasi iniziano a formarsi. La probabilità di sopravvivenza è notevolmente ridotta dai 2 stadi del cancro. Tra i medici, si ritiene che un caso complesso nel cancro del pancreas sia la formazione di un tumore sulla testa.

Con l'intervento chirurgico, il chirurgo rimuove completamente la testa, la cistifellea, i linfonodi, il dotto biliare, il duodeno. Dopo che tutte le parti necessarie sono state rimosse dal corpo, il chirurgo ripristina completamente l'integrità del tratto digestivo (tratto gastrointestinale).

La mortalità dopo l'operazione per rimuovere l'educazione maligna è di circa il 9-13%. Anche con questa situazione positiva, solo circa il 7% di tutti i pazienti sopravvive cinque anni dopo l'intervento chirurgico e il trattamento completo.

Si può dire una prognosi positiva se, dopo aver eseguito tutte le procedure necessarie, le cellule tumorali non riappaiono.

Se i medici hanno rilevato il cancro diffuso in 2 fasi, durante l'operazione l'organo viene completamente rimosso. Inoltre, il chirurgo può rimuovere la parte superiore dello stomaco, milza, parte dei linfonodi, il duodeno.

Con una rimozione così massiccia, il dottore cuce il dotto biliare nell'intestino tenue. Il problema è che a causa della rimozione di un gran numero di organi importanti, può svilupparsi una forma grave di diabete mellito.

Dopo l'intervento chirurgico, durante l'anno, solo il 45% dei pazienti sopravvive.

III stadio. La durata nel cancro del pancreas dello stadio 3 dipende solo dalla rapidità con cui si sviluppa il tumore. In questa fase, la formazione maligna cresce negli organi e nei vasi più vicini (stomaco, intestino, connessioni nervose, milza e altri).

Poiché il tumore ha cominciato a germinare negli organi, il tumore non può essere operato. I medici possono prescrivere operazioni che non eliminano completamente il tumore, ma complicano significativamente il suo sviluppo.

Come abbiamo detto, la rimozione completa non è possibile, quando si combinano diversi metodi di trattamento si può alleviare la salute del paziente. La chirurgia per rimuovere parte del tumore può prolungare la vita del paziente di una media di 9 mesi.

IV stadio. A causa del fatto che il cancro del pancreas mostra molto poco dei suoi sintomi, è in questa fase che metà dei casi noti riesce a registrare un disturbo.

Questo stadio è serio, poiché le formazioni tumorali secondarie si sono formate negli organi vicini (reni, polmoni, stomaco). Possibile intossicazione o grandi accumuli di liquido nella cavità addominale, che peggioreranno significativamente le condizioni del paziente.

Naturalmente, in questa fase, la prognosi della guarigione non è affatto favorevole. La durata della vita del paziente in questa fase dipende solo dal numero totale di metastasi, nonché dal livello di intossicazione e dolore sperimentato da una persona.

Per facilitare la condizione, la chemioterapia può essere prescritta. Se il trattamento è di qualità sufficiente, allora una persona sarà in grado di vivere circa un anno. Ci sono pochissimi casi del genere (circa il 5%). In altri casi, la vita del paziente può durare da 2 settimane a 1-2 mesi.

In questa fase, i medici stanno facendo tutto il possibile per sostenere la vita del paziente. Il paziente dovrà rendersi conto, il fatto che la terapia a lungo termine non cura il cancro al pancreas, ma lo aiuterà a vivere ancora un po 'di tempo.

Il tipo di cancro può anche svolgere un ruolo importante nella vita del paziente. Quindi, in una forma, un tumore maligno può svilupparsi a lungo, e in un altro caso molto rapidamente.

Nel corso di molti anni di ricerche, i medici hanno diviso i tumori del pancreas secondo la struttura istologica in specie:

  • Carcinoma a cellule squamose di ferro È una forma molto seria, dal momento che dopo la diagnosi è stabilito il paziente non può vivere per 1 anno.
  • Adenocarcinoma Protocollo. Formata nella testa dell'organo. Il tumore può crescere fino a 5 centimetri. Durante l'anno, solo il 15% sopravvive e il tasso di sopravvivenza a cinque anni è dell'1%.
  • Pankreatoblastomy. Questo tipo di tumore viene diagnosticato principalmente nei bambini.
  • Adenocarcinomi a cellule giganti. Una caratteristica di questa specie sono tumori molto grandi.

Una volta che si nota la minima stranezza nel lavoro del tratto gastrointestinale, è necessario consultare immediatamente un medico. Questo aiuterà a diagnosticare la malattia in una fase iniziale, il che aumenterà le probabilità di una cura completa.

Trattamento del carcinoma della testa del pancreas

Il cancro della testa del pancreas è considerato uno dei tumori più aggressivi, la prognosi di sopravvivenza in cui nella maggior parte dei casi è sfavorevole. Ciò è dovuto al fatto che è estremamente raro identificare la malattia nella fase iniziale. Molto spesso, il tumore viene rilevato in uno stadio in cui la rimozione radicale non è più possibile.

Descrizione della patologia

Il cancro della testa del pancreas sta progredendo rapidamente. In questo caso, la metastasi tumorale porta al fatto che la prognosi di sopravvivenza a 5 anni dopo l'individuazione della malattia è solo dell'1%. Secondo le statistiche, questa percentuale include pazienti che sono stati diagnosticati in una fase precoce.

In medicina, lo sviluppo di un tumore nella testa del pancreas è classificato in fasi:

  1. A zero stadio la neoplasia maligna inizia solo a svilupparsi. Le manifestazioni cliniche sono completamente assenti e il tumore stesso non si è ancora metastatizzato.
  2. Nel primo stadio la neoplasia aumenta e raggiunge circa 2 cm. Le metastasi sono ancora assenti. A questo punto, la malattia può essere rilevata accidentalmente durante un esame di routine o nella diagnosi di altre patologie del pancreas. Con il trattamento in questa fase, la prognosi per la sopravvivenza e il completo recupero dal neoplasma è favorevole.
  3. Al secondo stadio compaiono i primi sintomi, i fuochi della malattia si diffondono gradualmente alla coda e al corpo del pancreas. Ma gli organi vicini non metastatizzano il tumore. Il corso del trattamento in questa fase consiste in un intervento chirurgico seguito da chemioterapia. La prognosi in questo caso è meno favorevole, ma la terapia condotta consente di prolungare una vita al paziente.
  4. Al terzo stadio, la malattia colpisce i vasi sanguigni e le terminazioni nervose e le manifestazioni cliniche diventano pronunciate. Il tumore inizia a metastatizzare, quindi anche l'operazione eseguita non ha un effetto positivo. In generale, le misure terapeutiche in questa fase sono volte a ridurre la sindrome del dolore. L'outlook è sfavorevole.
  5. Il quarto stadio non risponde al trattamento. Multiple metastasi diffuse ad altri organi e linfonodi. Il paziente ha una forte intossicazione del corpo. Il trattamento è sintomatico, cercando di alleviare la condizione del paziente. La sopravvivenza in questa fase è impossibile.

In media, con il tumore al pancreas, la prognosi per la sopravvivenza al quarto stadio è di 6 mesi. Se l'ittero si sviluppa a questo punto, i medici eseguono il drenaggio endoscopico o extra epatico.

Nel 70% dei casi di cancro del pancreas, la malattia colpisce la testa. La neoplasia stessa può essere diffusa, nodulare o esofitica. Metastatizza il tumore attraverso la linfa, il sangue o germinando negli organi vicini.

Cause dello sviluppo

Per determinare la causa immediata che porta a un tumore alla testa del pancreas, gli scienziati non sono stati in grado di farlo, sebbene la malattia stessa sia attivamente studiata. La maggior parte della patologia si sviluppa negli uomini da oltre 50 anni. Inoltre, ci sono una serie di fattori negativi che possono avere un impatto diretto sullo sviluppo di questo tipo di cancro:

  1. Cibo sbagliato È dimostrato che il consumo incontrollato di grassi animali contribuisce alla produzione di una grande quantità di colecistochinina. Una quantità eccessiva di questo ormone può provocare iperplasia delle cellule.
  2. Fumo. Anche dopo una sigaretta affumicata, gli agenti cancerogeni entrano nel sangue e il livello dei lipidi aumenta. Pertanto, il fumo aumenta il rischio di sviluppare iperplasia (proliferazione) dei tessuti ghiandolari.
  3. Pancreatite cronica Il ristagno della secrezione infiammatoria può favorire la degenerazione di cellule benigne in cellule maligne.
  4. Le malattie della colecisti possono aumentare il rischio di sviluppare un tumore. Particolarmente pericolose sono patologie come la colecistite calcicola cronica, la sindrome postcolecistectomia e la CLS (colelitiasi).
  5. Eccessivo consumo di bevande alcoliche. Le persone che soffrono di alcolismo spesso soffrono di pancreatite cronica, il che significa che aumentano anche le probabilità di sviluppare un tumore.

Non l'ultimo ruolo nello sviluppo di neoplasie maligne è giocato da predisposizione ereditaria. In altre parole, se la malattia è già stata diagnosticata nel genere, le probabilità di insorgenza aumentano notevolmente. Inoltre, studi recenti hanno dimostrato che le persone a rischio sono le persone che lavorano in condizioni dannose.

Quadro clinico

Il sintomo principale del cancro alla testa del pancreas è il dolore. Di solito è localizzato nella parte superiore dell'addome e può restituire. Sensazioni dolorose derivano dal clampaggio del dotto biliare, dalle terminazioni nervose e dalla esacerbazione della pancreatite che si sviluppa con il cancro. La sindrome del dolore è spesso peggiore durante la notte o dopo aver mangiato cibi grassi. Nelle fasi iniziali, di solito non ci sono sintomi. Inoltre, con il cancro della testa del pancreas, i sintomi possono essere i seguenti:

  • una forte diminuzione del peso, raggiungendo l'anoressia;
  • mancanza di appetito;
  • nausea e vomito;
  • debolezza generale;
  • eruttazione;
  • la sete;
  • bocca secca;
  • Persistente sensazione di pesantezza nell'addome.

Più tardi, il quadro clinico cambia. Il tumore aumenta di dimensioni e inizia a germinare nei tessuti e negli organi vicini. Il paziente ha sintomi come ittero della pelle e delle mucose, scolorimento delle feci, forte prurito, l'urina diventa scura. A volte ci sono epistassi, mal di testa e tachicardia (battito cardiaco accelerato).

Un ulteriore segno del progresso della malattia diventa ascite (accumulo di liquido nella cavità addominale). Il paziente può avere trombi nelle vene degli arti inferiori, sanguinamento intestinale, interruzione del cuore e infarto della milza. In alcune situazioni si sviluppa un'insufficienza epatica che richiede un ricovero immediato.

Metodi diagnostici

Un paziente con sospetto cancro alla testa del pancreas viene inviato per la prima volta a un gastroenterologo. Dopo aver studiato l'anamnesi, lo specialista scrive la direzione per passare l'esame strumentale e di laboratorio al paziente.

In un esame del sangue biochimico, la presenza di un tumore può indicare un eccessivo contenuto di bilirubina diretta. Quando uno studio clinico nel sangue rivela un gran numero di piastrine e leucociti. La realizzazione del coprogramma mostra l'assenza di stercobilina nelle feci (il pigmento che si verifica quando si elabora la bilirubina), ma vi sono fibre alimentari grasse e non digerite. Tra gli studi strumentali che possono determinare quanto è stata colpita la testa del pancreas, ci sono cose come:

  • tomografia computerizzata multispirale di organi addominali;
  • TC (tomografia computerizzata) del pancreas;
  • ecografia;
  • biopsia dei tessuti colpiti;
  • colangiopancreatografia retrograda.

Per determinare lo stadio del cancro, viene utilizzato l'ecografia endoscopica. Inoltre, lo studio aiuta a identificare i danni ai linfonodi e ai vasi. Se la diagnosi è difficile, al paziente viene diagnosticata una laparoscopia diagnostica.

Tattiche di trattamento

Per il trattamento di pazienti con carcinoma della testa del pancreas, vengono utilizzati diversi metodi, tra cui la radioterapia, la chemioterapia, l'intervento chirurgico. Spesso, i medici combinano i metodi di cui sopra. Il più grande risultato terapeutico con questa malattia è l'escissione chirurgica del tumore.

Il trattamento del cancro della testa del pancreas nelle fasi iniziali viene effettuato con l'aiuto della resezione pancreatoduodenale. Durante la procedura, il medico rimuove la testa e il duodeno, quindi ricostruisce il dotto biliare e il tratto gastrointestinale. Con questa resezione vengono rimossi anche i linfonodi e le navi regionali.

A causa dell'alto rischio di recidiva, la chemioterapia o la radioterapia vengono solitamente eseguite dopo tutti gli interventi chirurgici in quasi tutti i casi. In questo caso, il trattamento con radiazioni è consentito non prima di 2 settimane dopo l'operazione. Tali misure consentono la distruzione delle cellule tumorali che potrebbero rimanere nel sistema linfatico e circolatorio.

Nei casi in cui l'operazione è poco pratica, al paziente viene prescritta la chemioterapia. Tale trattamento è effettuato da corsi. La loro durata e quantità dipendono direttamente dalla presenza di metastasi e dalla dimensione della lesione. Ma tale trattamento per il cancro della testa del pancreas è piuttosto palliativo.

Spesso, le indicazioni per la radioterapia sono tumori inoperabili o recidiva del cancro del pancreas. Il trattamento con le radiazioni è controindicato in caso di grave esaurimento, ulcera gastrica e colestasi extraepatica.

Se il cancro viene rilevato in una fase avanzata, l'intervento chirurgico può solo alleviare la condizione del paziente. Tali operazioni aiutano a normalizzare la funzionalità del pancreas o eliminare l'ittero.

Nutrizione dopo chirurgia e misure preventive

Dopo l'operazione, al paziente viene prescritta una certa dieta. Aiuta a ripristinare le difese del corpo e normalizzare gli organi digestivi. Come con qualsiasi patologia del pancreas, l'elenco dei prodotti vietati include:

  • cibi fritti, grassi, fritti;
  • sottaceti;
  • soda;
  • dolci;
  • carne e pesce grassi.

All'inizio, al paziente vengono somministrati solo porridge liquidi cucinati sull'acqua, minestre con verdure e tè non zuccherato. Dopo 2 settimane, in assenza di complicazioni, alla dieta vengono aggiunti pesce bollito a basso contenuto di grassi, verdure in umido e frutta non acida cotta al forno. Ma anche in questo momento tutto il cibo viene preliminarmente macinato e sottoposto a trattamento termico.

Le misure per ridurre il rischio di sviluppare questo tipo di cancro sono abbastanza semplici. Prima di tutto, è necessario razionalizzare la nutrizione. È meglio seguire una dieta a basso contenuto calorico e includere quante più fibre possibili di origine vegetale.

Inoltre, dovrai smettere di usare alcol e fumare. Si consigliano esami medici regolari almeno una volta all'anno. Al minimo sospetto o alla comparsa di dolore, è necessario consultare immediatamente un medico. Tali semplici regole aumenteranno le possibilità di non incontrare mai un cancro alla testa del pancreas.