Come trattare l'infiammazione dell'intestino crasso?

L'infiammazione della mucosa del colon, o la colite, è una malattia di origine infettiva, inebriante o parassitaria. La colite primaria è causata da un danno alla mucosa dovuto al contatto diretto con il patogeno. Secondario - è una conseguenza delle patologie dell'apparato gastrointestinale: pancreatite, colecistite, gastrite e altre malattie. A volte l'infiammazione ha ragioni extragastriche, ad esempio, come manifestazione di una reazione allergica.

Cause di infiammazione dell'intestino crasso

La causa principale della colite - cambiamenti nella natura funzionale o morfologica, si sono verificati nei tessuti mucosi dell'intestino. Di norma, la lesione appare come risultato della dissenteria batterica trasferita, dell'invasione elmintica, dell'avvelenamento grave, della presenza costante nel tratto gastrointestinale di focolai di infezione cronica.

Fattori che possono contribuire allo sviluppo dell'infiammazione:

  • predisposizione ereditaria;
  • dieta impropria;
  • ristagno nella zona pelvica e alterazione dell'afflusso di sangue all'intestino;
  • attività vitale dei parassiti;
  • gozzo;
  • uso a lungo termine di antibiotici;
  • debole immunità;
  • esaurimento fisico;
  • Nervosismo eccessivo.

Sullo sfondo di fattori monouso, quando per qualche motivo le funzioni protettive dell'intestino si riducono, l'effetto dell'agente causale porta a danneggiare le cellule mucose che rivestono le pareti del colon dall'interno. Si sviluppa un focolaio di infiammazione, che a prima vista può esistere asintomaticamente.

Se la colite acuta dura a lungo con un quadro clinico cancellato, l'infiammazione può andare in uno stadio cronico. È importante identificare la malattia primaria nel tempo, prestando attenzione anche a segni minori di patologia. La colite acuta è ben curabile, ma in assenza di una terapia adeguata e di un trattamento cronico, la malattia diventa lunga e dolorosa.

Sintomi di infiammazione del colon

La colite acuta può essere violenta, con sintomi generali e locali pronunciati:

  • gonfiore addominale;
  • il dolore;
  • il rilascio di muco dall'ano;
  • impurità del sangue purulento negli escrementi;
  • frequente desiderio doloroso di defecare;
  • diarrea.

Queste manifestazioni sono spesso accompagnate da malessere generale, vomito, febbre, debolezza, perdita di peso. Tali segni pronunciati rendono il paziente consultare un medico e condurre una diagnosi tempestiva.

Durante l'esame dell'intestino crasso ha rivelato:

  • edema della mucosa;
  • ispessimento e iperemia delle pareti della zona interessata dell'intestino;
  • secrezione di una grande quantità di muco ea volte - e secrezione purulenta;
  • erosione e ulcerazione dello strato mucoso;
  • piccole emorragie.

Un esame del sangue clinico mostra un aumento dei livelli di ESR e leucociti.

È possibile un'altra immagine della malattia. Per diverse settimane il paziente può avere problemi con feci fluide, turbolenza e disagio nell'addome e altri sintomi locali. Ma, dal momento che sono insignificanti, il paziente da molto tempo non attribuisce importanza a loro e non si associa a un processo infiammatorio grave. Durante il periodo di flusso latente, la colite passa in una forma cronica.

Sintomi di infiammazione cronica del colon

La colite cronica, oltre all'infiammazione della mucosa, acquisisce anche altre manifestazioni sgradevoli. Ci sono cambiamenti nelle pareti stesse dell'intestino: sono accorciati, c'è un restringimento del lume sulla zona interessata. apporto di sangue Disturbed alla zona malata, ulcere superficiali sono più profonde e vanno nello strato muscolare spessore dell'intestino sviluppare suppurazione può apparire tumori - pseudopolipi.

Lo studio del sangue fornisce un quadro chiaro dell'infiammazione (pronunciata leucocitosi), una grande quantità di muco leucocitario è anche rilevata nelle feci. I risultati del coprogramma mostrano la presenza di flora patogena, eritrociti.

Il paziente nota i seguenti sintomi:

  • problemi con le feci: frequenti diarrea, stitichezza, la loro combinazione alternata;
  • dolore in tutto l'addome senza localizzazione specifica;
  • frequente impulso improduttivo alla toilette con rilascio di muco con striature di sangue invece di feci;
  • aumento della gassificazione e costante gonfiore;
  • feci fetide.

Il benessere generale del paziente può essere abbastanza soddisfacente o estremamente scomodo. Straziante con lo stomaco è aggravato da nausea, eruttazione, mancanza di appetito, sapore amaro in bocca. Sullo sfondo di debolezza e malessere, la capacità di lavoro diminuisce, appaiono irritabilità e nervosismo.

Tipi di malattia

La colite è un nome comune per le malattie infiammatorie dell'intestino crasso, che comprende un numero di diagnosi separate. La colite è suddivisa per specie in base alla causa e alle manifestazioni specifiche di una specifica patologia.

Colite ulcerosa non specifica

Un tipo di infiammazione del colon di natura cronica è la colite ulcerosa non specifica. L'eziologia di questa malattia non è completamente compresa. È associato a un difetto nel sistema immunitario, in conseguenza del quale le sostanze irritanti, che normalmente non causano alcuna reazione in un corpo sano, causano una grave infiammazione in un paziente con colite ulcerosa. Una delle ipotesi sull'origine della malattia è una predisposizione genetica.

Secondo le statistiche, questa patologia è più spesso diagnosticata nelle giovani donne dai 20 ai 40 anni, principalmente - nei residenti urbani, che indirettamente possono parlare dell'impatto sulla patogenesi del fattore ambientale e dello stile di vita.

La colite ulcerosa non specifica è espressa in infiammazione emorragica del colon con tali manifestazioni:

  • una forte sindrome del dolore, più spesso nella parte sinistra dell'addome;
  • costipazione cronica;
  • febbre di basso grado;
  • sensazioni di disagio nelle articolazioni;
  • sanguinamento dal retto;
  • scarico di sangue e pus dall'ano.

Nel tempo, questi sintomi diventano meno pronunciati, formando uno stato di remissione, ma con l'aggravamento della malattia le condizioni del paziente diventano difficili. Soffre di dolore, la diarrea, a causa di anemia di perdita di sangue si sviluppa, esaurimento fisico.

La colite ulcerosa non specifica è estremamente pericolosa per le sue complicanze:

  • la formazione di espansione intestinale;
  • insorgenza di sanguinamento interno;
  • la possibilità di perforazione della parete intestinale;
  • rischio di peritonite;
  • formazione di condizioni per lo sviluppo dell'oncologia.
Infiammazione spastica dell'intestino crasso

Con il nome di questa patologia è logico supporre che sia basata su spasmi intestinali. E questo, in effetti, è così: le contrazioni delle pareti intestinali di diversa forza e frequenza portano alla comparsa di sintomi spiacevoli nel paziente:

La colite spastica si riferisce a disturbi funzionali, cioè, in realtà, non è una patologia grave. La sua ragione risiede nei piani psicologico e neurologico. Gli spasmi involontari appaiono più spesso sullo sfondo di stress, stanchezza cronica, sovraccarico fisico e nervoso, uno shock provato. Trattare questa malattia con il rilassamento della muscolatura liscia dell'intestino e, cosa più importante, il rafforzamento generale e i sedativi.

Colite pseudomembranosa

L'infiammazione pseudomembranosa è il risultato della disbiosi intestinale con riproduzione incontrollata di microrganismi opportunistici.

Questa forma di colite si sviluppa sullo sfondo di assumere antibiotici, che interrompono l'equilibrio della microflora intestinale a favore di microbi potenzialmente pericolosi.

I sintomi che accompagnano la colite pseudomembranosa:

  1. Diarrea, comparsa durante la terapia antibiotica, specialmente se trattata con farmaci tetracicline. Se alcuni giorni dopo la fine del corso viene ripristinata la normale sedia, la diagnosi di colite viene fatta in forma lieve.
  2. L'infiammazione di gravità moderata è caratterizzata dalla persistenza della diarrea dopo l'abolizione dei farmaci antibatterici. Le feci sono acquose, con muco e sangue. Dolore all'addome, peggio al momento della defecazione. C'è frequente bisogno di andare in bagno, compresi quelli falsi, quando non c'è lo svuotamento dell'intestino. Appaiono e crescono i segni di intossicazione: febbre, brividi, debolezza, nausea.
  3. Grave colite pseudomembranosa - stato critico in cui l'intossicazione e sintomi locali allineare gravi complicazioni come disturbi cardiaci (tachicardia, perdita di carico), lo sviluppo di squilibrio elettrolitico, insufficienza metabolica.
enterocolite

Enterocolite è una malattia che combina il processo infiammatorio nell'intestino crasso con lesioni della mucosa gastrica. Enterocolite acuta si verifica in risposta a infezioni o effetti non infettivi: allergeni, sostanze chimiche, veleni, intossicazione alimentare. L'infiammazione primaria si sviluppa improvvisamente:

  • crampi addominali;
  • gonfiore e brontolio;
  • la nausea, il vomito è possibile;
  • grave diarrea.

Se l'enterocolite è di origine infettiva, le impurità del sangue e del muco nelle feci si legano alla dispepsia, un aumento della temperatura corporea, uno stato di intossicazione. Quando senti il ​​tuo addome, i fuochi del dolore sono determinati e una placca abbondante cade sulla lingua.

Trattamento per enterocolite acuta:

  1. Sintomatico - sollievo dal dolore con antispastici.
  2. Riduzione del carico sul tratto gastrointestinale - una dieta liquida per 2 - 3 giorni.
  3. Quando avveleni, devi lavarti lo stomaco.
  4. Al fine di evitare la disidratazione con grave diarrea e vomito - il controllo del flusso di liquidi nel corpo, la ricezione di Regidron.
  5. Quando viene rilevata un'infezione intestinale, viene utilizzata la terapia antibiotica.
  6. L'intossicazione viene eliminata attraverso il trattamento di disintossicazione.

Un'infiammazione non trattata può essere trasformata in una malattia cronica. In questo caso, la lesione superficiale delle mucose si sviluppa ulteriormente e penetra nella parete intestinale e nello strato sottomucoso dello stomaco. Il decorso della malattia - con periodi di esacerbazioni e remissioni, nel tempo, si formano violazioni permanenti della funzione intestinale.

Colon ischemia

La colite ischemica è una forma di infiammazione dell'intestino, la cui causa è l'afflusso di sangue disturbato del colon. La sconfitta può verificarsi su qualsiasi sito, ma più spesso è l'area della curvatura splenica, raramente il colon sigmoideo, discendente o trasverso del colon.

Una cattiva circolazione del sangue porta ad un limitato apporto di pareti intestinali, a causa della quale vi sono focolai di ischemia. Sintomi di questa condizione: dolore episodico epigastrico che si verifica dopo aver mangiato, diarrea e gonfiore dopo i pasti, a volte - vomito. Nel tempo, c'è una perdita di peso corporeo.

In caso di violazione acuta dell'erogazione di sangue, associata al blocco dei vasi sanguigni, si verificano processi necrotici, che sono espressi:

  • dolore acuto con localizzazione nella parte sinistra dell'addome;
  • segni di ostruzione intestinale;
  • sanguinamento dall'ano;
  • sviluppo di peritonite.

Trattamento dell'infiammazione dell'intestino crasso (parte inferiore)

Il trattamento della colite dipende dalla diagnosi specifica e dalla gravità dei sintomi. Se l'infiammazione polmonare causata da avvelenamento, potrebbero essere necessari alcuni giorni in seguito a lavanda gastrica, la ricezione di assorbenti, bere abbondante e la dieta, la più grave è la malattia più a lungo e richiedono approccio più grave, spesso - in ospedale.

La mancanza di un trattamento adeguato può portare a complicazioni pericolose: ostruzione intestinale, peritonite, ascesso epatico. Per evitare spiacevoli conseguenze in caso di segni di infiammazione del colon, è necessario contattare uno specialista - un proctologo o gastroenterologo. Soprattutto è necessario sbrigarsi, se i sintomi sono comparsi sullo sfondo di una malattia infettiva o immediatamente dopo, a causa di intossicazione alimentare, avvelenamento da sostanze chimiche, assunzione di droga.

Dieta nella colite

Con qualsiasi forma di colite, è indicata una dieta terapeutica rigorosa. Più spesso i pazienti iniziano ad osservarlo indipendentemente, scaricando intuitivamente il tratto digestivo. Il medico nomina un numero di tabella 4, che esclude i prodotti che provocano fermentazione e putrefazione nell'intestino. Nutrizione nella colite significa rinunciare al cibo che irrita le mucose: cibi taglienti, salati, grassi, fritti, cibi acidi, spezie, latte.

Verdura, frutta, bacche, dolci temporaneamente proibiti. Il cibo deve essere liquido o semi-liquido, pulito, temperatura confortevole - non caldo o freddo. La modalità delicata dovrebbe essere seguita per tutto il trattamento e qualche tempo dopo. All'inizio della malattia, è meglio rinunciare completamente al cibo per un paio di giorni e limitarsi a bere in abbondanza.

Clisteri curativi

Enemas in colite sono fatti solo secondo la prescrizione del medico, se necessario, lavare l'intestino da agenti infettivi e contenuti, consegna diretta di sostanze terapeutiche alla mucosa.

  1. Clisteri antisettici con infusione di camomilla, calendula, collagene aiutano ad alleviare gonfiore e arrossamento, leniscono le mucose, distruggono la microflora patologica a livello locale.
  2. L'introduzione del colon dell'olivello spinoso favorisce la guarigione e la riparazione della mucosa.
mozione

Quando l'infiammazione dell'intestino è controindicata la permanenza a lungo termine in posizione seduta. L'assenza di movimento provoca la stagnazione del colon, porta a un povero apporto di sangue alle pareti, scarsa peristalsi, causando stitichezza e intossicazione con i vitelli.

Per attivare il lavoro dell'intestino e ripristinare la circolazione del sangue, è necessario l'esercizio fisico: camminare, sollevare il ginocchio in posizione eretta, ginnastica di Kegel, ecc. Esercizi semplici possono essere eseguiti anche con il riposo a letto.

Terapia farmacologica

L'assunzione di farmaci per la colite dipende dalla sua forma e viene prescritta solo dopo aver chiarito la diagnosi e stabilita la sua causa:

  1. Gli antibiotici, i sulfinamidi, i farmaci antivirali, i farmaci antiparassitari sono indicati quando si trova un agente patogeno: virus, infezione, vermi, protozoi, microrganismi, ecc.
  2. Con la colite pseudomembranosa, l'assunzione di antibiotici, al contrario, deve essere interrotta.
  3. Per alleviare spasmi e dolori prescritti compresse o iniezioni no-shpu, supposte rettali con papaverina.
  4. Quando l'intossicazione, i segni di intossicazione, le infezioni sono raccomandate enterosorbenti (Polyphepan, Enterosgel).
  5. Per rilassare le pareti dell'intestino, per eliminare la stitichezza, puoi assumere antistaminici - Bicromato, Intal e altri, solo su appuntamento di uno specialista.
  6. Quando si disidrata per via endovenosa, viene iniettata una soluzione di cloruro di sodio.
  7. La sedia liquida è fissata con l'aiuto di bevande astringenti: decotti di corteccia di quercia, crosta di melograno, camomilla, erba di erba di San Giovanni.
  8. Con la colite ulcerosa non specifica, le lesioni necrotiche ed erosive della mucosa, vengono trattate con supposte con metiluracile, olio di olivello spinoso e altri preparati di guarigione.
  9. Nei casi gravi di infiammazione, sono prescritti glucocorticosteroidi (idrocortisone, betamethosone e altri).
  10. Per ripristinare la biocenosi intestinale si consiglia l'assunzione di probiotici.

Trattamento chirurgico dell'infiammazione dell'intestino crasso

intervento chirurgico ad un'infiammazione del colon può essere necessario per lo sviluppo di complicanze (perforazione, peritonite), processi necrotici, ostruzione dell'intestino luminale infezione ostruzione transizione dei tessuti circostanti.

Colite pigra, che non si presta alla terapia conservativa, serve come fonte permanente di infezione e cattive condizioni del paziente, si raccomanda anche di eliminarla con un intervento chirurgico. L'intervento spesso richiede una colite ulcerosa non specifica.

Terapia di supporto per la colite cronica

In proctite cronica flusso al di fuori di esacerbazioni, si raccomanda di eseguire misure generali di rafforzamento e di prevenzione in condizioni sanatorio-resort:

  • procedure di fango;
  • bagni di radon;
  • trattamento con acqua minerale;
  • massaggio terapeutico;
  • la ginnastica;
  • fisioterapia.

Il trattamento dell'infiammazione dell'intestino crasso richiede un approccio lungo e completo per prevenire le ricadute, con forma acuta - il passaggio a uno stadio cronico. In nessun caso puoi prendere tu stesso le medicine o ignorare i sintomi dell'infiammazione. In caso di reclami che non si verificano entro 2 o 3 giorni, consultare il medico.

Infiammazione dell'intestino: sintomi e trattamento

Dolori addominali costanti, diarrea o stitichezza - questi sintomi sono familiari a molte persone. naturalmente, non vanno sempre dal medico con loro, considerando che la ragione è un disturbo digestivo banale. Tuttavia, spesso questi segni possono indicare una malattia molto più grave. Questa è l'infiammazione dell'intestino. I sintomi e il trattamento di questa malattia sono descritti in questo articolo.

Descrizione della malattia

L'infiammazione dell'intestino, in senso stretto, non è affatto una singola malattia, ma un termine quotidiano che combina varie patologie di questo organo. Colpiscono varie parti di esso e possono anche avere un'origine o un'eziologia diversa. Tuttavia, sono uniti da uno - processi patologici nella mucosa intestinale, che portano a sintomi spiacevoli e una diminuzione della funzionalità di questo organo.

La struttura dell'intestino

L'intestino umano è il suo organo più lungo, composto da molte sezioni. Di conseguenza, i processi patologici, compresa l'infiammazione dell'intestino, possono verificarsi in qualsiasi parte di esso.

La prima parte dell'intestino, che inizia dopo lo stomaco, è l'intestino tenue o l'intestino tenue. In questo reparto c'è una scissione di polimeri biologici in composti monomerici che possono essere assimilati dal corpo: acidi grassi, amminoacidi e monosaccaridi. L'assorbimento di queste sostanze nel sangue avviene anche nell'intestino tenue. L'intestino tenue è diviso in tre parti principali: duodeno, digiuno e ileo. L'infiammazione dell'intestino tenue nel suo complesso è chiamata enterite, infiammazione dell'ileo - ileite, ulcera duodenale - duodenite.

L'intestino crasso o l'intestino crasso è chiamato dipartimento, che inizia dopo il magro e termina con l'apertura anale. Lo scopo di questo dipartimento è quello di raccogliere residui di cibo non digerito dall'intestino tenue e portarli fuori. Inoltre, nel colon, acqua, elettroliti e alcune vitamine vengono assorbite nel sangue.

L'intestino crasso ha diversi elementi:

  • il cieco,
  • colon,
  • colon sigmoide,
  • retto,
  • appendice (appendice).

L'infiammazione del retto si chiama proctite, sigmoide - sigmoidite, cieco - tiflite, appendicite - appendicite.

enterite

Enterite o infiammazione dell'intestino tenue - una delle più comuni malattie infiammatorie dell'apparato digerente. L'enterite spesso accompagna malattie infettive acute come la febbre tifoide, il colera, l'infezione da enterovirus, la salmonellosi. Inoltre, l'enterite è possibile con epatite, colecistite, pancreatite, ulcera gastrica. L'enterite cronica è raramente una malattia primaria. Le esacerbazioni si verificano più spesso contro una dieta o abuso di alcol. Tuttavia, l'infiammazione si diffonde spesso ad altri reparti del tratto gastrointestinale, e ci sono malattie come la gastroenterite e l'enterocolite.

colite

La colite è un'infiammazione dell'intestino crasso. La causa dell'infiammazione acuta dell'intestino crasso è il più delle volte un'infezione, ad esempio la dissenteria o l'intossicazione alimentare. infiammazione cronica dell'intestino crasso può essere causato da processi autoimmuni, disturbi circolatori o dysbiosis, gastrite, enterite, pancreatite, malnutrizione. A volte la causa dell'infiammazione dell'intestino crasso è un trauma meccanico (ad esempio a causa dell'abuso di clisteri). Non sempre c'è infiammazione dell'intera superficie dell'intestino crasso. Di solito, un particolare reparto è interessato - una linea retta, una cieca, un colon sigmoideo o un colon.

Cause di infiammazione dell'intestino

Le cause delle malattie infiammatorie possono essere diverse. La conoscenza della natura eziologica della malattia determina in larga misura la strategia per il suo trattamento, poiché in molti casi è sufficiente rimuovere la causa che ha causato la guarigione.

Quali fattori influenzano più spesso l'insorgenza di malattie infiammatorie intestinali:

  • infezioni batteriche (meno spesso virali);
  • sconfiggere i parassiti multicellulari - elminti;
  • abuso di farmaci, come antibiotici;
  • malattie autoimmuni, ad es. morbo di Crohn;
  • violazioni a lungo termine della dieta;
  • avvelenamento da sostanze tossiche;
  • esposizione alle radiazioni;
  • disturbo circolatorio;
  • Altre malattie del tratto gastrointestinale - gastrite, pancreatite, colecistite, discinesia biliare, epatite;
  • sovrappeso, inattività;
  • lo stress;
  • ipotiroidismo;
  • infiammazione della vescica, prostata.

In alcuni processi infiammatori nell'intestino, ad esempio, nella colite ulcerosa non specifica, l'eziologia rimane poco chiara. In alcuni casi, l'insorgenza dell'infiammazione dell'intestino è influenzata da fattori genetici ed ereditari, sebbene questo fattore, molto probabilmente, non possa essere definito decisivo.

Le donne e gli uomini soffrono di malattie infiammatorie intestinali all'incirca alla stessa frequenza.

Dieta sbagliata

La causa dell'infiammazione dell'intestino è spesso una dieta scorretta. Possono apparire nel caso, se una persona consuma un sacco di grassi, fritti, salati, affumicati e cibi piccanti, cibi pronti, insufficiente quantità di fibra. Inoltre, le abitudini alimentari negative sono un fattore negativo: lunghe pause tra un pasto, un eccesso di cibo frequente, cibo in fretta e asciutto.

Infezioni batteriche come causa di infiammazione dell'intestino

Nella maggior parte dei casi, i batteri patogeni diventano la causa diretta della colite infettiva. Ciò è dovuto al fatto che per qualche motivo la quantità di microflora normale del colon diminuisce. Tuttavia, come si suol dire, un luogo sacro non è mai vuoto. Di conseguenza, vari microrganismi patogeni - stafilococchi, streptococchi, salmonella ed Escherichia coli - si trovano nell'intestino. Le tossine che producono portano a danneggiare la mucosa. Nel duodeno, la causa dell'infiammazione della mucosa può essere la riproduzione di batteri del tipo Helicobacter pylori.

sintomi

L'infiammazione dell'intestino è raramente osservata per tutta la sua lunghezza, di regola, uno dei suoi reparti soffre. Pertanto, i sintomi di diversi tipi di infiammazione possono differire. Distinguere anche tra forme di malattia croniche e acute, con il proprio insieme caratteristico di sintomi. Una forma acuta è una forma in cui si osservano sintomi negativi non più lunghi di 1 mese. E i sintomi delle forme croniche possono di solito essere osservati in una persona per molti mesi, o anche anni.

Sintomi di enterite

Quando enterite è caratterizzata da sintomi come diarrea, derivanti principalmente dopo un pasto ricco e frequente (fino a 20 volte al giorno) o uno sgabello liquido viscoso contenente molta particelle di cibo non digerito. Un sintomo caratteristico nell'enterite è la smussatura del dolore nell'ombelico o nel iliaco destro. A volte il dolore può assumere la natura della colica. I sintomi di enterite possono anche essere perdita di peso, debolezza, anemia, pelle secca, unghie fragili, perdita di capelli. Questi fenomeni sono dovuti al fatto che i nutrienti non sono completamente assorbiti nell'intestino tenue. Un sintomo comune di enterite nelle donne è un disturbo del ciclo mestruale. Tra i sintomi della forma acuta di enterite è la febbre, mal di testa.

Sintomi di colite

Quando la colite cronica è caratterizzata dalla presenza di tali sintomi come il dolore sordo, localizzato lungo la linea lungo la quale si trova il colon - questa è la parete anteriore della metà inferiore dell'addome. Il dolore può essere aggravato a causa di errori nella dieta e, a causa di influenze meccaniche, ad esempio dopo un viaggio nel trasporto. Tuttavia, non è stata osservata una dipendenza dal dolore così chiara sull'assunzione di cibo, come con l'enterite, con la colite.

Anche tra i sintomi sono comuni sgabelli e flatulenza, nausea, mancanza di appetito. Un sintomo caratteristico della colite ulcerosa è la diarrea, associata alla stitichezza. Le feci nella colite sono solitamente liquide, ma il volume delle feci è piccolo. Tuttavia, può anche verificarsi costipazione. La sintomatologia durante l'esacerbazione comprende anche dolori acuti nell'addome, sangue e muco nelle feci, falsi desideri di defecazione, febbre, debolezza e malessere.

Diagnosi di infiammazione

Affinché il trattamento abbia successo, è prima necessario stabilire la causa della malattia. Quando la diagnosi è necessario non solo per determinare suo genere ed eziologia, ma anche per separare il processo infiammatorio nell'intestino da altre malattie del tratto gastrointestinale, per esempio, tumori, pancreatite e colecistite, discinesia biliare, sindrome dell'intestino irritabile. Nelle donne, i processi infiammatori nell'intestino spesso mascherano disturbi puramente femminili, ad esempio l'adnexite.

Quando si imposta la diagnosi, il medico, prima di tutto, chiede al paziente i suoi sintomi, conduce la palpazione del basso addome. Per la diagnosi dei metodi utilizzati intestino inferiori come colonscopia (esame endoscopico di tutto il colon) o sigmoidoscopia (esame endoscopico del retto e sigma). I metodi endoscopici possono anche essere usati per esaminare la superficie interna dell'intestino superiore. Ad esempio, il metodo fibroezofagogastroduodenoskopii in cui è inserito attraverso la bocca sonda speciale viene utilizzato per lo studio dello stomaco e del duodeno.

Estremamente utile in molti casi è un coprogramma - un metodo che consente la struttura delle feci per determinare il reparto in cui si sviluppa il processo patologico. Utilizzato anche l'analisi batteriologica delle feci, che consente di determinare la struttura della microflora del colon.

Anche molto utile nel fare una diagnosi è un esame del sangue. Un alto livello di leucociti e di VES nel sangue di solito indica la presenza di un processo infiammatorio.

trattamento

Il trattamento dipende dalla varietà della malattia. Nella maggior parte dei casi, la terapia infiammatoria intestinale è conservativa. I metodi principali sono medicine e dieta.

Se la malattia è causata da batteri, il trattamento viene effettuato con l'aiuto di antibiotici, se l'infezione da elminti è un farmaco antielmintico. Per la rimozione dell'infiammazione possono essere prescritti farmaci antinfiammatori corticosteroidi, ad esempio il prednisolone.

Nel caso in cui l'infiammazione sia causata da malattie autoimmuni, il trattamento viene effettuato con l'aiuto di farmaci immunosoppressivi.

Per ripristinare microflora benefica, preparati probiotici usati (Lineks, Bifidumbacterin) per la purificazione delle tossine - chelanti (carboni attivi, smectite, POLYSORB, enterosorbent). Se i sintomi suggerendo la mancanza di enzimi pancreatici, mostra l'uso di farmaci contenenti enzimi digestivi - Mezim, Festal, Creonte, spasmi - spasmolytics (drotaverine, papaverina). Per il trattamento della flatulenza vengono utilizzati gli antischiuma (Espumizan). Quando diarrea trattamenti sintomatici comprendono farmaci che riducono la motilità intestinale (loperamide), costipazione - diverse classi di lassativi (estratto di Senna, preparazioni di cellulosa).

Trattamento dell'infiammazione forma cronica può essere effettuata e per mezzo di medicina tradizionale, preparati vegetali, aventi un'azione astringente e antinfiammatoria, per esempio, decotti di corteccia di quercia, camomilla, iperico.

Nel trattamento, tuttavia, si dovrebbe tenere presente che tutti i farmaci hanno controindicazioni ed effetti collaterali. Pertanto, il trattamento con farmaci ormonali antinfiammatori non può essere eseguito più a lungo che entro 5 giorni, ei lassativi sono controindicati nel sanguinamento e nelle emorroidi.

dieta

Il trattamento di qualsiasi tipo di infiammazione del tratto gastrointestinale implica il rispetto della dieta. Dieta significa rifiuto di cibi che irritano la mucosa. Questo alcol, caffè, piatti affumicati e speziati, carne grassa, prodotti in scatola, bevande gassate. Inoltre, è necessario mangiare cibi cotti, non fritti. Tra le varietà di carne e pesce si raccomandano varietà a basso contenuto di grassi. I pasti dovrebbero essere abbastanza frequenti - 5-6 volte al giorno, si consiglia una bevanda generosa, specialmente con diarrea grave. Una dieta più dettagliata dovrebbe essere composta da un dietologo o gastroenterologo, in base alle caratteristiche della malattia.

Prevenzione dell'infiammazione del tratto digestivo

È possibile prevenire le malattie infiammatorie del tratto digestivo? Nella maggior parte dei casi, questo è del tutto possibile, perché la causa delle malattie sono la dieta sbagliata, le infezioni batteriche, l'abuso di alcool e farmaci. Oltre al rischio di infiammazione influenzano lo stress, il diabete, la mancanza di vitamine e oligoelementi nel corpo, malattie croniche di altri organi interni - gastrite, colecistite. Di conseguenza, un'attenzione particolare alla propria salute e stile di vita aiuterà ad evitare tali spiacevoli malattie come l'enterite e la colite.

Infiammazione dell'intestino: sintomi e trattamento

Infiammazione dell'intestino - i sintomi principali:

  • debolezza
  • Dolore nell'addome
  • Aumento della temperatura
  • nausea
  • Muco nelle feci
  • Perdita di peso
  • vomito
  • Dolore nell'ombelico
  • Sangue nelle feci
  • Secchezza della pelle
  • Rumbling nell'addome
  • Gengive sanguinanti
  • costipazione
  • Sedia liquida
  • Pelle pallida
  • Perdita di capelli
  • Zaeda agli angoli della bocca
  • Aumento del volume dello stomaco
  • flatulenza
  • Defecazione dolorosa

L'infiammazione dell'intestino è una malattia gastroenterologica che può essere localizzata nel piccolo, nell'intestino crasso o nel sigmoide. A seconda della localizzazione del processo infiammatorio, anche il quadro clinico si manifesterà.

I sintomi di infiammazione dell'intestino sono piuttosto aspecifici, e quindi condurre in modo indipendente un ciclo di terapia (prendere antibiotici e altre medicine) o usare i rimedi popolari non dovrebbero esserlo. Tali azioni possono solo esacerbare il decorso della malattia gastroenterologica.

Restrizioni su età e sesso non hanno una malattia. Allo stesso modo viene diagnosticata l'infiammazione dell'intestino in un bambino e in un adulto. A patto che vengano intraprese tempestivamente misure terapeutiche specifiche, è possibile evitare complicazioni.

La diagnosi si basa sull'esame fisico del paziente e su altre misure diagnostiche. Da risultati di analisi il dottore può precisamente definire o determinare, come trattare un'infiammazione di un intestino, quali previsioni saranno nell'ulteriore.

eziologia

Le ragioni per lo sviluppo di una tale malattia gastroenterologica sono convenzionalmente divise in due gruppi: infettivi o non infettivi. Il primo gruppo include i seguenti fattori eziologici:

Trattamento della malattia infiammatoria intestinale e sintomi causati da questa eziologia, sono aspecifici, e la malattia è molto contagiosa, cioè può essere trasmesso da un malato al sano attraverso articoli casalinghi, o non conformità con l'igiene personale.

Il secondo gruppo di fattori eziologici include:

  • malattie gastroenterologiche croniche e non conformità con diete prescritte;
  • dieta impropria;
  • abuso di alcol;
  • incontrollata e ingiustificata dallo stato di assunzione di farmaci per la salute;
  • avvelenamento con tossine, sostanze chimiche, metalli pesanti, veleni;
  • disturbi circolatori nel tratto gastrointestinale;
  • conseguenze dopo l'intervento chirurgico sulla cavità addominale;
  • complicazioni dopo irradiazione gamma;
  • allergia alimentare;
  • diminuzione del tono intestinale;
  • malattie autoimmuni;
  • infiammazione di organi e tessuti vicini;
  • lesioni della cavità addominale;
  • attività fisica eccessiva, stress costante;
  • malattie degli organi pelvici, comprese le malattie sessualmente trasmissibili.

In rari casi, l'infiammazione dell'intestino crasso o altra localizzazione non è stabilita eziologicamente.

classificazione

Lo sviluppo della malattia è caratterizzato da numerosi indicatori clinici e morfologici.

La localizzazione distingue tali forme della malattia:

  • infiammazione dell'intestino tenue;
  • infiammazione dell'intestino crasso;
  • sconfitta del duodeno;
  • infiammazione del colon sigmoideo;
  • sconfitta del cieco.

In base alla durata del processo infiammatorio, vengono prese in considerazione le seguenti forme:

  • acuto - fino a un mese;
  • cronico - più di sei mesi.

Secondo l'eziologia, l'intestino infiammato può essere causato dai seguenti motivi:

  • natura infettiva;
  • non infettive.

I segni dell'infiammazione dell'intestino nelle donne e negli uomini dipenderanno dalla localizzazione del processo patologico.

sintomatologia

I sintomi di infiammazione del colon sono i seguenti:

  • dolori addominali di natura spasmodica;
  • aumento del volume addominale e aumento della flatulenza;
  • nausea e vomito;
  • il dolore nell'addome può essere accompagnato da uno sgabello instabile;
  • nelle masse fecali può apparire una mescolanza di muco e sangue;
  • un doloroso atto di defecazione;
  • costipazione, che può essere bruscamente sostituita da attacchi di diarrea;
  • letargia, debolezza crescente;
  • elevata, in alcuni casi, alta temperatura corporea.

Sintomi di infiammazione dell'intestino tenue:

  • dolore localizzato nell'ombelico;
  • Diarrea, che non è dovuta alle abitudini alimentari;
  • convulsioni agli angoli della bocca;
  • gengive sanguinanti;
  • aumento della secchezza della pelle, capelli fragili;
  • lo sgabello è liquido, schiumoso, offensivo, contiene particelle alimentari non digerite;
  • crescente debolezza, temperatura corporea subfebrilla.

L'infiammazione dei linfonodi dell'intestino ha un sintomo simile, ma il carattere del dolore cambia - la sindrome del dolore aumenta con la deambulazione, la guida e altri tipi di attività motoria.

Se il cieco è interessato, può essere presente il seguente quadro clinico:

  • forte perdita di peso;
  • aumento della flatulenza;
  • l'anemia;
  • sangue nelle feci;
  • debolezza, pallore della pelle;
  • dolore quasi costante nell'addome inferiore;
  • cambiare la frequenza e la consistenza delle feci.

Il processo infiammatorio nell'area del colon sigmoideo sarà caratterizzato come segue:

  • brontolio nell'addome, gonfiore;
  • i dolori all'addome possono essere irradiati alla gamba sinistra;
  • nelle masse fecali può esserci una mescolanza di pus;
  • nella parte sinistra del torace può essere presente dolore;
  • nausea con vomito multiplo;
  • aumento della temperatura;
  • sintomi di intossicazione alimentare

Per quanto riguarda il processo infiammatorio nel duodeno, la sintomatologia non può manifestarsi a lungo. In generale, il complesso sintomatico sarà caratterizzato come segue:

  • il dolore si localizza nell'addome superiore;
  • sensazione di pienezza dello stomaco anche con una minima quantità di cibo;
  • occasionalmente ci possono essere nausea e vomito;
  • aumento della flatulenza;
  • "Dolori affamati";
  • eruttazione con un odore sgradevole;
  • sintomatologia dell'anemia.

È possibile rimuovere correttamente l'infiammazione dell'intestino se si stabilisce la causa del suo verificarsi e la localizzazione precisa. La terapia dovrebbe essere completa. Indipendentemente dall'assunzione di antibiotici e altri farmaci, se viene diagnosticata l'infiammazione dell'intestino tenue (o altra localizzazione), è impossibile - questo può portare allo sviluppo di complicanze.

diagnostica

Se i sintomi si verificano, consultare un gastroenterologo per un consiglio. Prima di tutto, viene eseguito un esame fisico del paziente, durante il quale il medico determina la natura del decorso clinico e raccoglie un'anamnesi personale.

Il programma diagnostico può includere:

  • esame del sangue clinico generale;
  • BAC;
  • coprogram;
  • studi batteriologici di feci;
  • Esame a raggi X del tratto gastrointestinale con mezzo di contrasto;
  • esame endoscopico;
  • endoscopia capsulare.

Secondo i risultati dello studio, il medico può non solo fare una diagnosi accurata, ma anche determinare cosa trattare l'infiammazione dell'intestino.

trattamento

Il trattamento dell'infiammazione intestinale dovrebbe essere solo complesso: assunzione di farmaci (inclusa la necessità di bere antibiotici), aderenza alla dieta. Le erbe per l'infiammazione dell'intestino possono essere utilizzate, ma solo in consultazione con il medico curante.

La domanda di ospedalizzazione è decisa su base individuale. Se non vi è alcun rischio di complicanze gravi, la terapia può essere eseguita a casa. Un approccio integrato alla terapia rende più facile il lavoro dell'intestino negli adulti e nei bambini.

Un medico può prescrivere questi medicinali:

  • antibiotici;
  • antinfiammatorio non steroideo;
  • probiotici;
  • chelanti;
  • adsorbenti;
  • aminosalicilati.

Il trattamento con antibiotici è prescritto nella natura infettiva dello sviluppo del processo patologico. Lo schema di assunzione di farmaci è determinato su base individuale.

Il trattamento dell'infiammazione dell'intestino con i rimedi popolari è possibile, ma questo deve essere concordato con il medico curante. Le seguenti erbe possono essere utilizzate:

È importante capire che qualsiasi medicina per l'infiammazione dell'intestino dovrebbe essere prescritta solo dal medico curante. Questo è particolarmente vero per gli antibiotici.

Tuttavia, antibiotici e altri farmaci non produrranno il giusto effetto terapeutico a meno che la dieta non venga osservata in caso di infiammazione dell'intestino. L'elenco dei prodotti vietati e consentiti è determinato da un gastroenterologo. La nutrizione per l'infiammazione dell'intestino implica raccomandazioni di questo genere:

  • Esclusione di conserve acute, grassi, salate, marinate;
  • prodotti esclusi che causano fermentazione e aumento della flatulenza;
  • il cibo deve essere diviso, 5-6 volte al giorno, con un intervallo di tempo di 2-3 ore;
  • corretto regime di consumo;
  • il cibo deve essere caldo, liquido, consistenza mucosa.

A condizione che tutte le raccomandazioni del medico siano eseguite correttamente e tempestivamente, il trattamento anche a casa dà risultati positivi.

prevenzione

Le raccomandazioni profilattiche sono le seguenti:

  • nutrizione tempestiva e corretta;
  • eliminazione del consumo eccessivo di bevande alcoliche;
  • prevenzione di malattie infettive;
  • esami preventivi nei gastroenterologi.

Quando i primi sintomi dell'infiammazione devono consultare un medico e non eseguire personalmente la terapia antibiotica. Ciò contribuirà ad evitare lo sviluppo di gravi complicanze.

Se pensi di avere Infiammazione dell'intestino e i sintomi caratteristici di questa malattia, quindi un gastroenterologo può aiutarti.

Inoltre suggeriamo di utilizzare il nostro servizio di diagnosi online, che, in base ai sintomi, seleziona le malattie probabili.

I vermi nei bambini sono piuttosto comuni, poiché sono più esposti all'ambiente e gli elminti entrano nel loro corpo con le mani sporche, attraverso la sabbia e i cibi scarsamente lavati (verdura e frutta). Alcuni elminti vengono trasmessi attraverso il sangue della madre al bambino in utero, e quindi appare già con parassiti che vivono nell'intestino o in altri organi digestivi.

Colite nei bambini - infiammazione dell'intestino, che alla fine porta alla distrofia dello strato mucoso di questo organo - questo processo è irto della sua disfunzione. Nella stragrande maggioranza dei casi, la malattia viene diagnosticata nei pazienti di età media e superiore, ma il rischio di formazione rimane nei neonati e nei bambini della scuola materna.

Il Dolihokolon è un processo patologico caratterizzato dal fatto che alcune parti dell'intestino crasso si allungano. In questo caso, il diametro e lo spessore delle pareti dell'organo non cambiano. Chiara delineazione del sesso e dell'età, questo processo patologico non ha, quindi, diagnosticato dolichokolon nei bambini e negli adulti.

Gastroenterocolite (toxicoinfection alimentare) è una malattia infiammatoria che porta a una lesione del tratto gastrointestinale, localizzata principalmente nell'intestino tenue o crasso. Rappresenta un grande pericolo causato da una possibile disidratazione del corpo in assenza di controllo sufficiente. Caratterizzato da un avvio veloce e una corrente rapida. Di norma, in 3-4 giorni, se si osservano le raccomandazioni del medico, oltre alla nomina di un trattamento adeguato, i sintomi della malattia si attenuano.

I processi infiammatori che si verificano nella mucosa intestinale sono una grave malattia del tratto digerente, che viene indicato come enterocolite. L'infiammazione può interessare sia l'intestino tenue (enterite) sia lo spessore (colite), e dopo di ciò, se non vengono prese misure mediche, l'intero guscio intestinale ne risente. La enterocolite più comune nei bambini, ma anche gli adulti conoscono i sintomi di questo disturbo, che nella gente è chiamato "indigestione".

Con l'aiuto di esercizi fisici e autocontrollo, la maggior parte delle persone può fare a meno della medicina.

Come trattare l'infiammazione dell'intestino

L'infiammazione dell'intestino negli adulti e nei bambini è accompagnata da una serie di sintomi spiacevoli, che possono essere eliminati con farmaci e rimedi popolari. E una corretta alimentazione aiuterà a rafforzare e rafforzare l'effetto terapeutico dei farmaci.

L'intestino infiammato provoca grande disagio

Quali sono i processi infiammatori dell'intestino

L'infiammazione dell'intestino è un termine collettivo che si riferisce a qualsiasi processo patologico che si verifica nelle mucose di varie parti del corpo. Con qualsiasi forma di malattia, il processo di assorbimento dei nutrienti si deteriora, il che influisce negativamente sulla salute generale. Le malattie possono manifestarsi in forma acuta o cronica.

Tipi di patologia:

  • duodenite - il processo infiammatorio è localizzato nel duodeno;
  • enterite - i cambiamenti patologici sono diagnosticati in un piccolo compartimento o in tutto l'intestino tenue;
  • ileite - il punto focale dell'infiammazione è nell'ileo;
  • colite - la malattia copre tutte le parti dell'intestino;
  • tiflit - infiammazione del cieco;
  • proctite - un processo infiammatorio nell'area della mucosa rettale;
  • colite ulcerosa - infiammazione dell'intestino crasso;
  • criptite: i seni anali del retto si infiammano.

Isolare la malattia di Crohn - patologia autoimmune, che può infiammare qualsiasi parte del tratto gastrointestinale.

Duodenite - infiammazione del duodeno

Cause di un intestino infiammato

Le cause dello sviluppo del processo infiammatorio possono essere di origine infettiva e non infettiva. Il più delle volte, la malattia si sviluppa in uno sfondo di nutrizione squilibrata, hobby di cibo dannoso, stile di vita malsano. Promuovere lo sviluppo della patologia può essere un lungo ricevimento di potenti medicine, avvelenamento con sali di metalli pesanti, allergia, irradiazione intestinale.

Le principali cause di infiammazione dell'intestino:

  • penetrazione del tratto gastrointestinale di batteri e virus - embrione di colera, Staphylococcus aureus, E. coli;
  • processi autoimmuni;
  • infestazioni da elminti, infezione da funghi e protozoi;
  • Aterosclerosi: i focolai infiammatori sono causati da una violazione dell'afflusso di sangue alla parete intestinale;
  • fattore genetico;
  • cambiamento nella flora intestinale.
I problemi con il tratto gastrointestinale si verificano spesso nelle donne durante la gravidanza - è associato a cambiamenti nel background ormonale.

Staphylococcus aureus dopo ingestione nell'intestino provoca disturbi nel suo lavoro

I sintomi della malattia intestinale

Segni di infiammazione dell'intestino si manifestano raramente improvvisamente, più spesso la malattia si sviluppa lentamente, senza sintomi pronunciati. Il principale sintomo del processo infiammatorio è la sindrome del dolore. Se il dolore è localizzato nella zona dell'ombelico, indica un problema con il piccolo intestino, dolore addominale si verifica quando i problemi nell'intestino crasso, sensazioni sgradevoli nell'ano segnalano le patologie del retto.

Sintomi di infiammazione:

  • nausea, vomito dopo aver mangiato;
  • una forte perdita di peso, anemia, pelle pallida, frequenti attacchi di vertigini a causa di una violazione dell'assorbimento di elementi nutritivi;
  • flatulenza, gonfiore dovuto all'insufficiente isolamento degli enzimi;
  • con processi patologici nell'intestino crasso, ci sono problemi con le feci - la diarrea è sostituita dalla stitichezza;
  • I capelli e la pelle si asciugano, appaiono le gite, le gengive iniziano a sanguinare;
  • quando la colite nelle feci appare impurità di sangue e muco, con feci enteriche hanno una consistenza liquida, schiumosa.

La nausea dopo aver mangiato può indicare problemi nell'intestino

diagnostica

Se ci sono segni di infiammazione del tratto gastrointestinale, è necessario visitare il gastroenterologo. Al primo esame il medico fa storia medica per impostare la diagnosi preliminare - cattura la lamentela principale del paziente, la presenza di patologie congenite e croniche, conduce un esame visivo e palpazione dell'addome. I metodi di diagnosi sono gli stessi per un adulto e un bambino, ma i bambini piccoli e le donne in gravidanza cercano di non assegnare studi correlati all'irradiazione.

Analisi cliniche:

  • coprogramma - permette di rivelare la presenza di patologie nelle parti inferiori dell'intestino;
  • lo studio delle feci per la presenza di impurità ematiche;
  • biochimica per escludere la presenza di tumori maligni;
  • un esame del sangue clinico - per la presenza di un processo infiammatorio indica un alto livello di ESR e leucociti;
  • analisi batteriologica delle feci.

L'analisi delle masse fecali aiuterà a identificare la causa dell'infiammazione dell'intestino

Oltre ai test, al paziente viene prescritta la diagnostica strumentale - gastroscopia, sigmoidoscopia, colonscopia, biopsia, endoscopia. I metodi consentono di rivelare le posizioni e il grado di cambiamenti patologici.

Trattamento di intestini a casa

Come trattare l'infiammazione, il medico dirà. La terapia ha lo scopo di eliminare le cause, arrestando i sintomi. Per eliminare l'infiammazione, vengono utilizzati vari gruppi di farmaci in combinazione con la dieta e i rimedi popolari.

medicazione

La scelta dei farmaci dipende dalla forma e dalla gravità della patologia, dalla presenza di malattie concomitanti. Per curare completamente la malattia, ci vuole un sacco di tempo e fatica.

Quali farmaci sono usati nel trattamento:

  1. Aminosalicilati - Mesalamina, sodio olsalazina. Ridurre la manifestazione del processo infiammatorio, prolungare lo stadio di remissione.
  2. Farmaci anti-infiammatori sotto forma di candele e clisteri - Salofalk, in pediatria usano Rectodel. Permette di eliminare rapidamente i sintomi sgradevoli dovuti al rapido assorbimento.
  3. Corticosteroidi sotto forma di compresse e supposte - Prednisolone, Budesonide. Consentire di interrompere rapidamente la manifestazione della forma acuta del processo infiammatorio. Nonostante la sua efficacia, ci sono molti effetti collaterali, quindi non possono richiedere più di 5 giorni.
  4. Inibitori del TNF - Remicade. Assegnare patologie autoimmuni.
  5. Immunomodulatori - Immunal, Viferon. Prendili 2-3 mesi.
  6. Compresse con azione anti-infiammatoria e antibatterica - Metronidazolo, Mezavant, Salosinolo. Aiutare a sbarazzarsi di microrganismi patogeni.
  7. Farmaci antimicrobici e antifungini - Ciprofloxacina, Ftalazolo, Levomicetina, Nistatina.
  8. Anthelmintic significa: Vermox, Decaris. Assegna per le invasioni helminthic.
  9. Preparati enzimatici - Mezim, Creonte. Aiuta a migliorare la digestione e l'assorbimento del cibo.
  10. Sorbenti - Smecta, Polysorb. Purifica l'intestino dalle sostanze tossiche.

Salofalk è un efficace farmaco anti-infiammatorio

È obbligatorio per i pazienti prescrivere farmaci per il sollievo delle manifestazioni dispeptiche della malattia. Espumizan aiutare ad affrontare con flatulenza, loperamide e nifuroxazide per combattere la diarrea, costipazione somministrato bisacodyl, Kafiol. Dopo l'assunzione di antibiotici, è necessario ripristinare la microflora intestinale con prebiotici e probiotici - Laktusan, Lineks.

Terapia con rimedi popolari

Per eliminare manifestazioni della malattia, come terapia aggiuntiva, utilizzare decotti e infusi di erbe anti-infiammatori che vengono assunti per via orale o utilizzati per clisteri, contribuire a migliorare prodotti per la salute e delle api.

Raccolta di erbe

Con l'enterite, una raccolta di 30 g di celidonia, 60 g di infiorescenza di camomilla, 60 g di erba di San Giovanni aiuterà. Per la preparazione del presente, 1 cucchiaio. l. miscela preparare 240 ml di acqua bollente, lasciare in un contenitore chiuso per 10 ore. Prendi 120 ml di farmaco tre volte al giorno per mezz'ora prima dei pasti. La durata della terapia è di 10 giorni.

Il brodo di erbe normalizza lo stato dell'intestino

Brodo d'avena

Aiuta ad affrontare i disturbi del tratto gastrointestinale dell'avena.

Come cucinare:

  1. Lavare più volte 180 grammi di farina d'avena.
  2. Versare le materie prime preparate 1 litro di acqua calda.
  3. Un'ora per cuocere a fuoco lento la miscela.
  4. Pan per avvolgere, insistono 5 ore.

Normalizzare il tratto gastrointestinale aiuterà il brodo di avena

Bere 120 ml di bevanda medicinale al mattino e alla sera 40 minuti prima di mangiare.

Durata del trattamento - 2-3 settimane.

Infuso di avena sul latte

Se l'intestino colpisce il bambino, si versano 150 g di chicchi di avena lavati in 400 ml di latte caldo, versati in una bottiglia di thermos, lasciati raffreddare completamente. Prima di andare a letto, somministrare 120 ml della bevanda, continuare il trattamento per 3-4 giorni.

L'avena con latte fa bene a trattare l'intestino di un bambino

Semi di lino con infiammazione dell'intestino

Il seme di lino contiene un muco utile, che avvolge le pareti dell'intestino: il dolore scompare, le feci vengono normalizzate. Preparare 300 ml di acqua bollente 10 g di materie prime, lasciare agire per 10 minuti, agitare bene, scolare. Bevi 110 ml di farmaci ogni giorno prima di colazione.

I semi di lino sono molto utili per l'intestino

Come alleviare l'infiammazione con propoli

Per preparare la medicina, hai bisogno di 50 g di propoli per versare 500 ml di vodka, pulirla per una settimana in un luogo buio e scuoterla tutti i giorni. Mezz'ora prima di ogni pasto, diluire 10 gocce di tintura in 100 ml di acqua calda, la durata della terapia - 10-15 giorni.

È sufficiente consumare ogni giorno 50-100 ml di miele di qualità per migliorare la condizione delle patologie intestinali, per ridurre la probabilità del loro aspetto.

La tintura con propoli ripristinerà l'intestino

Dieta per l'infiammazione dell'intestino

Senza una dieta per far fronte alle infiammazioni del tubo digerente è quasi impossibile. La base della dieta dovrebbe essere verdure di stagione, frutta, prodotti a base di latte acido, carne e pesce di varietà a basso contenuto di grassi. I prodotti dovrebbero essere bolliti, in umido o cotti a vapore, per avere una temperatura confortevole.

Prodotti vietati:

  • piatti fast food, grassi, speziati, dotati;
  • pane bianco fresco o di segale - puoi mangiare solo i prodotti da forno di ieri;
  • cereali da cereali integrali, orzo e semola di frumento;
  • la pasta - può essere aggiunta in quantità minime nelle minestre;
  • legumi da granella;
  • latte, panna, nella fase acuta non puoi bere e bere latte inacidito;
  • carne grassa, pesce, salsicce;
  • cibo in scatola, salse, bevande gassate;
  • verdure e frutta nella loro forma grezza.

Non mangiare cibi piccanti con l'infiammazione dell'intestino