Che trattare un'infiammazione di un intestino?

malattia infiammatoria intestinale - una delle patologie più comuni in coloro che abusano di alcol, permettendo errore periodico nella dieta, il fumo. colite intestinali possono sviluppare sullo sfondo di lesioni infettive del tratto gastrointestinale, lo stress cronico e nervosismo, inattività fisica (indebolimento della forza muscolare causata da uno stile di vita sedentario). Lentamente progredendo processo infiammatorio nel colon può essere innescato da malattie vascolari in cui un aumento del rischio di aterosclerosi superiori ed inferiori arterie mesenterica forniscono il flusso di sangue e la nutrizione colon.

colite trattamento è diretto non solo per eliminare la causa, provocato reazioni immunopatologici, ma anche per rafforzare lo stato immunitario del paziente che riguardano il funzionamento e la formazione e lo sviluppo dell'immunità antivirale e meccanismi di difesa antimicrobica. Tale riduzione della resistenza generale dell'organismo crea le condizioni per la riproduzione e la crescita di microrganismi patogeni così importante trattamento fase di colite cronica è una correzione di stile di vita e dieta.

Che trattare un'infiammazione di un intestino?

Nutrizione preventiva al trattamento

Con qualsiasi forma di infiammazione nell'intestino, ai pazienti viene assegnato un trattamento e una tavola profilattica n. 4 secondo Pevzner. Questa dieta è indicata per le lesioni intestinali acute, comprese le forme associate di infiammazione (ad esempio, gastroduodenite o gastroenterite) e malattie infettive intestinali (salmonellosi, dissenteria, ecc.). La durata di tale nutrizione dovrebbe essere stabilita dal medico individualmente, ma nella maggior parte dei casi il periodo minimo per ottenere una remissione stabile con la colite cronica è di 6 mesi.

La tabella numero 4 ha le sue caratteristiche, ad esempio:

  • una diminuzione dell'apporto calorico giornaliero della dieta a 1900-2000 calorie riducendo la quantità di carboidrati e grassi nei cibi (il valore calorico può essere aumentato dalle singole indicazioni, ad esempio, per i pazienti obesi 3-4 gradi);
  • consumo di sale e zucchero;
  • completa esclusione dalla dieta di eventuali condimenti, spezie e spezie che siano in grado di avere un effetto stimolante e irritante sull'intestino infiammato (ad eccezione di alcuni tipi di erbe fresche, ad esempio finocchio, aneto e basilico);
  • preparazione di piatti con metodi parsimoniosi di trattamento termico (bollitura in acqua leggermente salata, tempra sotto un coperchio, cottura a vapore o lamina).

Fino a quando non si ottiene una remissione stabile, l'uso di cibi e bevande calde e fredde è proibito. Le bevande con latte acido e altri prodotti dal frigorifero prima dell'uso devono essere conservati a temperatura ambiente per circa 20-30 minuti. Anche l'acqua potabile per i pazienti con gastrite deve essere a temperatura ambiente: l'uso di bevande refrigerate può scatenare uno spasmo delle pareti intestinali infiammate e causare dolore crampi. La nutrizione per eventuali malattie del tratto gastrointestinale dovrebbe essere frequente - 5-6 volte al giorno. Il volume di servizio raccomandato per una persona che pesa 70 kg è 260 g.

Importante! Durante il periodo di corrente acuta, viene mostrato l'agitazione meccanica del cibo. Ciò significa che tutti i piatti devono essere serviti in uno stato frantumato, purè, purea o pastoso.

Quando vengono mostrati i tavoli di trattamento

Prodotti per pazienti con colite

È importante non solo seguire le raccomandazioni per l'alimentazione terapeutica e preventiva, ma anche scegliere i prodotti giusti per preparare menu con intestino infiammato. Un elenco dettagliato dei prodotti consentiti e vietati per la colite è indicato nella tabella.

Alimenti per pazienti con colite

Trattamento delle malattie infiammatorie intestinali


Il processo infiammatorio a livello intestinale può essere causato da infezione, avvelenamento, nutrizione scorretta, patologia autoimmune, disbiosi e altri fattori.

Il trattamento dell'infiammazione dell'intestino viene prescritto tenendo conto della causa della malattia e dei sintomi prevalenti. Include:

  • farmaci;
  • nutrizione terapeutica;
  • fitoterapia.

Nell'infiammazione autoimmune grave, può essere necessario l'intervento chirurgico.

Terapia farmacologica

I farmaci per l'infiammazione dell'intestino hanno effetti etiotropici, patogenetici o sintomatici. Il medico può prescrivere i seguenti farmaci:

  • antibiotici,
  • ormoni e citostatici,
  • preparati di sulfasalazina e suoi analoghi,
  • probiotici,
  • Soluzioni saline per uso orale o parenterale,
  • antispasmodici e procinetici,
  • enzimi.

I rimedi eziotropici eliminano la causa della malattia. Quindi, con l'infiammazione infettiva dell'intestino, vengono utilizzati antibiotici, che sono scarsamente assorbiti dal tratto digestivo e agiscono principalmente localmente. Se viene rilevata un'invasione elmintica, vengono utilizzati farmaci antielmintici.

Per il trattamento dell'infiammazione dell'intestino, i farmaci che normalizzano la composizione della microflora sono quasi sempre mostrati. Questi possono essere pro-, pre-ed eubiotici. In enterocolite cronica, talvolta è necessaria la somministrazione parenterale di vitamine, poiché non sono formate o scarsamente assorbite nell'intestino.

Per normalizzare il tono e la peristalsi dell'intestino, un medico può prescrivere procinetici e antispastici. Questi ultimi hanno un effetto analgesico. A seconda di ciò che prevale nella clinica - costipazione o diarrea - usa lassativi o antidiarroici. Per ridurre la generazione di gas e rimuovere le tossine dal tratto digestivo, vengono utilizzati enterosorbenti. Con l'infiammazione dell'intestino tenue, il trattamento di solito comporta la nomina di agenti enzimatici, poiché la digestione principale e l'assorbimento dei nutrienti avviene precisamente in questa sezione dell'apparato digerente.

Se l'infiammazione è acuta e accompagnata da disidratazione e grave intossicazione (letargia, febbre), iniettare per via endovenosa l'infusione. Le soluzioni saline aiutano a eliminare i disturbi dell'elettrolito dell'acqua e rimuovono le sostanze tossiche dal corpo.

Importante: i farmaci prescritti per la colite o l'enterite devono essere assunti regolarmente secondo le raccomandazioni del medico, assicurando una pronta guarigione.

dieta

La terapia farmacologica per la malattia infiammatoria intestinale è necessariamente eseguita sullo sfondo di una dieta. Se l'infiammazione è accompagnata da diarrea, il menu include riso, banane, pane di grano, che contribuiscono all'eliminazione della diarrea. Se prevale la stitichezza, allora devi consumare più frutta secca, bevande con latte acido, frutta e verdura.

Tutto il cibo dovrebbe essere preparato con ingredienti naturali. Per quanto riguarda il trattamento termico, i piatti dovrebbero essere cotti al vapore, bolliti, in umido e cotti al forno. Fritto e affumicato non può essere mangiato, così come aggiungere varie spezie. Piatti taglienti e salati irritano un intestino già infiammato. Il cibo dovrebbe essere diviso - c'è spesso e gradualmente. Informazioni dettagliate sulla nutrizione in questa patologia possono essere ottenute dall'articolo: La dieta terapeutica per l'infiammazione dell'intestino.

Metodi tradizionali di trattamento

I rimedi popolari per l'infiammazione dell'intestino hanno spesso un effetto positivo pronunciato. Per la loro preparazione utilizzare piante con proprietà antinfiammatorie, antimicrobiche, restitutive e antispasmodiche - camomilla, erba di San Giovanni, achillea, cicoria, salvia. Con la diarrea si usano agenti astringenti e avvolgenti: corteccia di quercia, semi di lino e così via. Di seguito sono riportate alcune ricette popolari comprovate.

Infuso di cicoria sul latte

10 g di cicoria o 1 cucchiaio versare un bicchiere di latte caldo fresco e lasciare per 1 ora. Filtra il rimedio e bevilo per ¼ di tazza 4 volte al giorno. Per migliorare il gusto e le qualità medicinali della bevanda, puoi aggiungere un po 'di miele naturale. I fiori e l'erba di cicoria con infiammazione dell'intestino hanno effetto antimicrobico, antinfiammatorio e tonico.

Infusione di mirtilli

3 cucchiai di bacche versano acqua bollente (½ litro). Se possibile, è utile aggiungere foglie di mirtillo. Dopo 8 ore, l'infusione di mirtilli richiede 150-170 ml 4 volte al giorno.

Decotto di saggio

Foglie di salvia (10 g) versare acqua bollente (½ litro). Dopo 1-2 ore, il brodo è pronto. Utilizzare il farmaco a 100 ml 4 volte al giorno. Se hai l'infiammazione dell'intestino e cosa trattarlo, non hai ancora scelto, quindi inizia con un brodo di salvia. Questo strumento non è solo molto efficace, ma anche semplice in termini di cottura.

Rimedi erboristici


Tutti gli ingredienti sono presi in quantità uguali e mescolati. Per 1 litro di acqua bollente, sono necessari 2 cucchiai di miscela vegetale. Per meglio insistere, è avvolto in un asciugamano e lasciato per tutta la notte. Prendi un decotto di ¼ di tazza 4 volte al giorno per ½ ora prima dei pasti. Il trattamento dell'infiammazione dell'intestino con questo rimedio popolare deve essere continuato per almeno 2 settimane.

Semi di lino

I semi di lino sotto forma di decotto avvolgono la mucosa intestinale e accelerano il suo recupero. 15 grammi di semi vengono versati acqua calda (1 bicchiere) e insistono per diverse ore. Bere in una forma calda con l'aggiunta di una piccola quantità di olio d'oliva (1-2 cucchiaini) al mattino a stomaco vuoto per 1 bicchiere.

Decotto di chicchi di grano

Il cereale (3 cucchiai) viene lavato in acqua fredda, posto in una padella e aggiunto acqua (1 litro). Cuocere a fuoco basso per 1 ora. Filtra e bevi calorosamente durante il giorno.

Importante: prima di poter rimuovere l'infiammazione dell'intestino con la fitoterapia, è necessario sottoporsi a uno screening. Dopo tutto, i sintomi di enterocolite possono manifestarsi con molte malattie gravi.

Trattamento chirurgico

Di solito, l'operazione è necessaria per il morbo di Crohn grave e la colite ulcerosa, così come per le complicanze (perforazione, restringimento dell'intestino). In questi casi, la parte interessata dell'intestino viene rimossa, ripristinando l'integrità e la pervietà dell'intestino.

A volte, quando la maggior parte dell'intestino crasso viene rimossa, viene creata una colostomia sulla parete dell'addome, attraverso la quale la materia fecale scompare. Il Kolostoma è un ano artificiale che collega il lume del colon con la superficie esterna della parete addominale. Usato nella lesione dell'intestino inferiore

Fortunatamente, con l'infiammazione dell'intestino crasso, il trattamento chirurgico viene eseguito solo in rari casi.

Ma forse è più corretto trattare non una conseguenza, ma una ragione?

Raccomandiamo di leggere la storia di Olga Kirovtseva, di come ha curato lo stomaco. Leggi l'articolo >>

Infiammazione dell'intestino: sintomi e trattamento

L'intestino è considerato uno degli elementi più importanti del tratto gastrointestinale, costituito dall'intestino tenue e piccolo, il duodeno.

Lo scopo principale di questo corpo è quello di digerire il cibo e la sua scissione a composti elementari attraverso enzimi digestivi. L'infiammazione dell'intestino, i cui sintomi e trattamenti sono estremamente sgradevoli e prolungati, è considerata una delle più comuni malattie dell'apparato digerente, non dipendente da rapporti sessuali e di età.

motivi

I processi infiammatori a livello intestinale si presentano come conseguenza di varie cause, suddivise in diversi gruppi:

  • L'infezione. L'infiammazione si verifica a causa dell'ingresso nell'intestino di vari batteri: salmonella, shigella, E. coli; virus e anche gli organismi più semplici;
  • parassiti;
  • Processi di forma autoimmune Questa è una situazione particolare in cui il sistema immunitario vede le cellule della mucosa intestinale come estranee e inizia a produrre anticorpi per combatterli, con conseguente infiammazione;
  • Disposizione genetica. Alcune malattie dell'intestino e l'insufficienza congenita degli enzimi possono essere ereditate;
  • Inosservanza della dieta. consumo eccessivo di cibi affumicate, salati, grassi, troppo può causare infiammazione del tratto gastrointestinale o area, in particolare tenue e del duodeno;
  • Rifornimento di sangue incompleto di vasi che attraversano le pareti dell'intestino a seguito di cambiamenti aterosclerotici e assottigliamento del canale dell'arteria;
  • Cambiamenti nella microflora sana. L'infiammazione della mucosa intestinale si verifica a causa del predominio della flora patogena.

Tipi di infiammazione

I processi infiammatori a livello intestinale, a seconda della loro durata, delle cause di origine e del luogo di studio sono suddivisi in diversi tipi.

Nel luogo di formazione di infiammazione, si distinguono i seguenti:

  • retto;
  • Intestino crasso;
  • duodeno;
  • Il cieco;
  • Sigma.

La durata dell'infiammazione varia:

  • Infiammazione acuta, fino a 1 mese;
  • Cronico, che dura fino a sei mesi.

A causa della formazione di infiammazione si dividono in:

  • Infettiva, la cui causa può servire come qualsiasi agente patogeno;
  • Non infettivo, le cui cause sono tutti gli altri fattori.

retto

Una tale spiacevole malattia, come un'infiammazione del retto o una proctite, può insorgere come risultato dei seguenti motivi:

  • L'uso di cibi piccanti e salati, bevande alcoliche, hobby per fast food, non conformità con una certa dieta;
  • Tali malattie come emorroidi e costipazione regolare;
  • Malattie veneree e malattie degli organi pelvici;
  • Immunità indebolita.

Per ripristinare e mantenere il giusto livello di immunità, è necessario monitorare la propria salute, evitare lo stress, assumere vitamine.

La proctite può essere rilevata in due forme: acuta e cronica. Con la proctite acuta è interessata solo la parte superficiale della mucosa. Se si ignora il trattamento, la forma acuta di proctite diventa cronica, in cui è interessata l'intera mucosa del retto.

Se c'è un'infiammazione del retto, i sintomi e il trattamento per diversi tipi di esso è diverso.

Per la proctite acuta, le seguenti manifestazioni sintomatiche sono caratteristiche:

  • Dolore all'inguine e alla zona del retto, particolarmente manifestato durante lo svuotamento;
  • Presenza di sangue e componenti purulenti nelle feci;
  • Temperatura aumentata;
  • Deterioramento dello stato di salute;
  • Diarrea regolare o stitichezza.

La proctite cronica si manifesta in questo modo:

  • Dolore che si verifica periodicamente nel retto e nell'ano;
  • Stitichezza costante;
  • La presenza di muco durante la defecazione.

duodeno

La causa dell'infiammazione nel duodeno (duodenite) è considerata un trauma della mucosa, che si verifica quando il contenuto dello stomaco con maggiore acidità entra nell'intestino.

L'infiammazione del duodeno è dovuta ai seguenti fattori:

  • Avvelenamento da cibo;
  • Eccessiva passione per cibi piccanti e alcolici;
  • Danneggiamento della mucosa con corpi estranei.

L'infiammazione cronica è causata da malattie dell'apparato digerente:

  • Epatite acuta e cronica;
  • colecistite;
  • Gastrite e ulcere gastriche;
  • Malattie intestinali croniche di eziologia sconosciuta;
  • giardiasi;
  • Tumori del pancreas;
  • La sindrome di Whipple;
  • Ischemia dell'intestino;
  • Sensazioni spiacevoli allo stomaco, nausea, gonfiore.

Una delle principali cause di duodenite dovrebbe essere chiamata un'infezione batterica, originata da Helicobacter pylori, un microrganismo speciale che causa anche gastrite e malattie da ulcera.

L'infiammazione del duodeno può a lungo non manifestarsi in alcun modo, perdendo senza alcun sintomo che disturbi il corpo. Tuttavia, alcuni sintomi della malattia si manifestano periodicamente:

  • Diminuzione dell'appetito e scarsa digestione;
  • La sensazione di pesantezza allo stomaco, una sensazione irragionevole di eccesso di cibo;
  • Manifestazione di flatulenza, eruttazione, diarrea;
  • Anemia, come evidenza di emorragia interna;
  • Dolore nella parte superiore dell'addome e nel suo centro;
  • Occorrenza periodica di vomito e nausea;
  • Dolore che si verifica a stomaco vuoto e durante la notte, dando via nello sterno.

Colon sigmoide

La causa principale di infiammazione del colon sigmoideo (sigmoidite) deve essere ricercata nella natura specifica dell'anatomia intestinale. Il rischio di infiammazione è maggiore quanto più l'intestino ha l'intestino, perché il suo contenuto può ristagnare e impedire il passaggio delle feci. Proctite, colite ulcerosa, morbo di Crohn, così come disbatteriosi e varie infezioni intestinali possono servire come cause dell'infiammazione. La maggior parte dei casi è associata a scarsa circolazione in alcune parti del colon. La sigmoidite può portare a gravi conseguenze sotto forma di gravi malattie gastrointestinali.

Un trattamento serio è necessario se viene rilevata un'infiammazione del colon sigmoideo, i cui sintomi sono i seguenti:

  • Dolore acuto sul lato sinistro del torace;
  • Dolore pulsante, dando nella gamba sinistra e nella parte bassa della schiena;
  • Rumore regolare nell'addome e gonfiore;
  • Frequente movimento intestinale con uno sgabello dall'odore pungente, presenza di pus nelle feci;
  • Nausea e non passando il vomito;
  • Una febbre con sintomi di avvelenamento.

La sigmoidite cronica è caratterizzata da una costante sensazione di gonfiore e accompagnata da dolore, defecazione, insonnia, rapida stanchezza e irritabilità del paziente.

I sintomi della sigmoidite cronica possono diminuire per un po 'e poi peggiorare di nuovo. I motivi della recidiva possono essere:

  • Stress fisico, stress;
  • Inosservanza della dieta;
  • Sottoraffreddamento del corpo;
  • traumi;
  • L'infezione.

Il cieco

L'infiammazione del cieco (tiflit) con le sue manifestazioni sintomatiche è molto simile all'appendicite, ad eccezione del momento dell'inizio del dolore. Con il tifo il dolore si verifica un paio d'ore dopo aver mangiato nell'ileo.

Il paziente dovrebbe prendere sul serio la sua vita, se l'infiammazione si trova nel cieco, i cui sintomi sono i seguenti:

  • Aspetto delle impurità del sangue nelle feci;
  • Affaticamento rapido e debolezza generale;
  • l'anemia;
  • Cambiamento nei consueti movimenti intestinali;
  • Forte perdita di peso;
  • Aumento della flatulenza;
  • Dolori regolari nell'addome inferiore.

Intestino crasso

Una delle più comuni malattie dell'apparato digerente è l'infiammazione del colon o della colite. Le cause della colite sono infezioni, cibo malsano, nonché l'ingestione di veleni usati nella vita quotidiana e nell'industria.

Questo tipo di malattia può insorgere e come separato, a causa di violazioni nel sistema immunitario o essere il risultato di alcune disfunzioni dello stomaco e dell'intestino tenue.

La medicina distingue quattro tipi di infiammazione dell'intestino crasso:

Se una diagnosi come l'infiammazione dell'intestino crasso, i sintomi, il trattamento è diverso per diversi tipi di esso.

Sintomi di infiammazione dell'intestino crasso

La colite acuta è caratterizzata dai seguenti sintomi:

  • Dolore addominale periodico accompagnato da uno sgabello instabile;
  • L'aspetto nelle feci di muco e impurità del sangue;
  • Letargia e febbre sullo sfondo della malattia generale;
  • Spinta dolorosa per defecare.

Con insufficiente terapia o mancanza di esso, la colite acuta può trasformarsi in cronica, la cui sintomatologia è simile sotto molti aspetti ad acuta, tuttavia, il trattamento è molto più lungo e più difficile. I principali segni di colite cronica sono:

  • Dolore spasmodico nell'addome;
  • Debolezza e nausea;
  • Mancanza di desiderio di mangiare;
  • Aumento del volume dell'addome e flatulenza.

La colite ulcerosa è un'infiammazione della mucosa dell'intestino crasso con comparsa di ulcere. Questa infiammazione può svilupparsi per un lungo periodo di tempo con esacerbazioni periodiche. Il sintomo più comune di questa malattia è il dolore addominale inferiore, manifestato da attacchi periodici. Dopo un breve periodo di tempo, la defecazione passa con il sangue e la quantità di sangue scaricata raggiunge spesso 300 ml alla volta.

Nel caso di esacerbazioni, il sangue può fluire in un intero flusso, che porta ad un forte calo della pressione sanguigna. Probabilmente, il colon è teso con la formazione di peritonite.

Con la colite spastica le secrezioni fecali del paziente si manifestano sotto forma di piccoli grumi densi. Con questo sintomo, è necessario eseguire i test necessari e l'esame del paziente con attrezzature speciali.

Trattamento dell'infiammazione dell'intestino

Con l'infiammazione dell'intestino, il trattamento viene prescritto a seconda delle cause della malattia e dei sintomi espressi. Il trattamento può essere effettuato con tali metodi:

  • Preparazioni medicinali;
  • Nutrimento terapeutico;
  • Fototerapia.

Nel trattamento dell'infiammazione, i farmaci hanno un effetto patogenetico, etiotropo e sintomatico.

Trattamento dell'infiammazione dell'intestino

I farmaci etiotrope sono prescritti per eliminare la causa della malattia. Per cause infettive, vengono prescritti antibiotici che agiscono localmente. I farmaci antelmintici sono prescritti per la rilevazione dell'invasione elmintica. Se viene rilevata la colite ulcerosa o il morbo di Crohn, vengono prescritti ormoni glucocorticoidi citotossici. Per eliminare i processi infiammatori, sulfa e mesalazine sono utilizzati sotto forma di schiuma, compresse e supposte. Quando si prescrivono le candele, l'efficacia del principio attivo aumenta significativamente e il rischio di effetti collaterali è ridotto al minimo. Inoltre, per una pronta guarigione di erosioni e ulcere, un dottore nomina candele e microclasti a base di olio di olivello spinoso.

Il trattamento farmacologico deve essere eseguito insieme alla stretta osservanza di una dieta. Nel caso in cui l'infiammazione sia accompagnata da diarrea, banane, pane integrale, riso sono inclusi nel menu. In presenza di stitichezza, la dieta include frutta secca, verdura, frutta e bevande con latte acido.

Dieta con infiammazione dell'intestino significa cucinare per una coppia e solo da ingredienti naturali. Inoltre ha permesso di mangiare stufati, piatti bolliti e al forno. Dalla dieta, è necessario escludere rigorosamente i piatti fritti e affumicati, così come l'uso di varie spezie nella loro preparazione, dal momento che il tratto intestinale non dovrebbe essere irritato in ogni caso. È necessario organizzare un pasto diviso - mangiare spesso e in piccole porzioni.

Dieta per l'infiammazione dell'intestino

Con l'infiammazione dell'intestino, i sintomi e il trattamento con i rimedi popolari sono anche appropriati. Hanno un effetto benefico sulla mucosa intestinale, specialmente con la colite ulcerosa. Per preparare questi rimedi, vengono utilizzate le piante che hanno proprietà antimicrobiche, antinfiammatorie, antispasmodiche e restitutive. Ampiamente usati erano l'erba di San Giovanni, cicoria, salvia, achillea, camomilla, salvia. Se uno dei sintomi è la diarrea, è necessario prendere fondi basati su semi di lino e corteccia di quercia - hanno un'azione avvolgente e astringente.

Come diagnosticare e liberarsi dall'infiammazione dell'intestino

Non tutti sanno cosa può portare all'infiammazione cronica dell'intestino. La causa più comune di questo è la penetrazione dell'infezione. Può essere batteri e virus. In molti pazienti viene rilevata una lesione combinata dell'intestino tenue e crasso. Si chiama enterocolite. Se lo stomaco è coinvolto nel processo, allora si sviluppa la gastroduodenite.

Il tubo digerente è un tubo costituito da diversi organi. Il processo di digestione del cibo inizia nella bocca e finisce nell'intestino crasso. Si formano le feci, che vengono espulse dal corpo. La lunghezza dell'intestino negli adulti è di 4 m. In ogni reparto, il cibo è soggetto a vari cambiamenti.

Distinguere tra intestino tenue e piccolo. La più grave è l'infiammazione acuta. Se non trattato, diventa cronico. Adulti e bambini di qualsiasi età sono malati. Esistono i seguenti tipi di infiammazione dell'intestino:

Il più comune è la sconfitta totale di un reparto. A volte nel processo sono coinvolte due aree adiacenti dell'intestino. Un esempio è proctosigmoidite. Infiammazione dell'ulcera molto comune. Questa malattia può svilupparsi indipendentemente o contro un'altra patologia (colecistite, pancreatite).

Infiammazione dell'intestino tenue

È una malattia molto comune come l'enterite. Con esso, l'intestino tenue si infiamma. Ciò causa una violazione della digestione e della distrofia dello strato mucoso. Distinguere tra enterite acuta e cronica. Il processo può coinvolgere duodenumerica, magra e ileo. Annualmente nei paesi sviluppati vengono rilevati oltre 3 miliardi di nuovi casi di enterite acuta. Le persone che non vanno dal medico e non seguono una dieta muoiono prima.

Ci sono le seguenti cause di infiammazione acuta dell'intestino tenue nei bambini e negli adulti:

  • dissenteria;
  • salmonellosi;
  • yersiniosi;
  • infezione da enterobatteri;
  • infezioni da adenovirus e enterovirus;
  • infezione da protozoi (lamblia);
  • ascariasis;
  • enterobiosis.

L'enterite cronica si sviluppa sullo sfondo di acuta se non si osservano le raccomandazioni del medico. I fattori di rischio per questa patologia includono: disbatteriosi, uso incontrollato di antibiotici e FANS, epatite, colecistite, pancreatite, gastrite, ulcera peptica. L'enterite cronica è causata da altre malattie. Si sviluppa di nuovo.

Nell'infiammazione acuta dell'intestino, i sintomi non sono specifici. L'enterite acuta è caratterizzata da diarrea, vomito, nausea, segni di intossicazione del corpo (brividi, febbre, mal di testa). Con l'eziologia virale della malattia, i disturbi respiratori si sviluppano sotto forma di rinite e congestione nasale. La frequenza delle defecazioni con infiammazione acuta raggiunge 10-20 al giorno. Ciò porta alla perdita di liquidi e all'ispessimento del sangue.

In assenza di cure adeguate, lo shock ipovolemico può svilupparsi. La flatulenza è un sintomo comune della malattia. Con l'infiammazione cronica della mucosa intestinale, il quadro clinico è più scarso. L'enterite si manifesta con il frequente bisogno di defecare, flatulenza, ritardo della lingua, dolore sordo nell'addome, calo della pressione, tachicardia, debolezza.

Nelle feci si trovano spesso resti di cibo. Quando il metabolismo lipidico viene violato, le feci diventano unte e lucenti. I sintomi comuni sono caratteristici di enterite cronica di grado grave e moderato. Esacerbazioni sono osservate sullo sfondo di bere alcolici o di rifiutarsi di seguire una dieta. L'infiammazione cronica porta spesso a ipovitaminosi, perdita di peso, processi di fermentazione.

Infiammazione dell'intestino crasso

L'intestino tenue comunica con lo spessore. L'infiammazione può procedere in base al tipo di colite. La sconfitta dell'intestino inferiore è causata dai seguenti fattori:

  • irregolare e malnutrizione;
  • abuso di bevande alcoliche;
  • l'uso di prodotti di scarsa qualità;
  • pancreatite;
  • enteriti;
  • intossicazione alimentare;
  • presenza di parassiti (elminti);
  • l'epatite;
  • gastrite;
  • violazione dell'equilibrio acido-base;
  • ischemia dei tessuti su uno sfondo di disturbi del flusso sanguigno.

La causa dell'infiammazione può essere costituita da farmaci antinfiammatori del gruppo FANS. A seconda della causa principale, si distinguono le seguenti forme di colite:

  • ulcerosa;
  • infettive;
  • alimentare;
  • ischemico;
  • tossici;
  • radiazioni.

L'infiammazione acuta a livello intestinale è caratterizzata da un frequente bisogno di urinare, brontolio, dolore nel basso addome, diarrea, dolore acuto e parossistico. La sedia è accelerata a 20-30 volte al giorno. Nelle feci si trova sangue, muco o pus. Ha un odore sgradevole. I sintomi più comuni includono febbre e secchezza della pelle e delle mucose. A pazienti l'appetito è ridotto. Il dolore si fa sentire nell'addome inferiore. Con la totale sconfitta dell'intestino, non ha una chiara localizzazione.

La condizione è normalizzata dopo 1-2 giorni. Con l'infiammazione prolungata, è possibile lo sviluppo di complicazioni (shock, ascesso, pielonefrite, sepsi). La colite cronica si manifesta chiaramente solo nella fase di esacerbazione. È caratterizzato da dolori dolorosi, feci frequenti, falsi desideri (tenesmo), gonfiore, brontolio durante e dopo il cibo. Una caratteristica distintiva è l'intensificazione dei sintomi dopo aver mangiato. Con lesioni ulcerative dell'intestino crasso nelle feci, si trovano le vene del sangue.

Le forme più comuni di colite sono proctite e sigmoidite. Spesso si formano ulcere sulla mucosa intestinale. Causano sanguinamento rettale. L'infiammazione cronica a lungo termine porta ad un peggioramento del benessere generale, perdita di peso, debolezza, mal di testa. Il sonno di una notte può essere disturbato.

Sviluppo della colite ulcerosa

Negli adulti e negli adolescenti viene spesso diagnosticata una patologia come la colite ulcerosa. Con esso, l'infiammazione colpisce tutte le parti dell'intestino crasso. Il tasso di incidenza è fino a 80 casi ogni 100 mila persone. Molto spesso sono malati di volti femminili. L'incidenza del picco cade sull'adolescenza e sugli anziani. Le cause esatte della colite ulcerosa non sono state identificate.

Con questa forma di infiammazione dell'intestino, si osservano i seguenti sintomi:

  • sanguinamento rettale;
  • il dolore;
  • tenesmo;
  • dolore durante la defecazione;
  • sconvolto delle feci dal tipo di diarrea (con la sconfitta del colon discendente);
  • perdita di peso;
  • la debolezza;
  • mancanza di appetito.

Nei pazienti, l'intestino può allargarsi e ispessirsi. Si chiama megacolumn. Il segno principale di questa patologia è il dolore. Quando sigmoideo, si sente a sinistra nell'ileo. Se un bambino è malato, allora può diventare irritabile. Con la colite ulcerosa, ci sono spesso sintomi extraintestinali. Questi includono lesioni cutanee, dolori articolari, ridotta acuità visiva. Spesso sviluppa vasculite, miosite e glomerulonefrite.

Conseguenze dell'infiammazione dell'intestino

Se non vi è alcun trattamento per la rilevazione dell'infiammazione dell'intestino, allora la probabilità di complicanze è alta. Colite e enterite possono portare alle seguenti conseguenze:

  • la disidratazione;
  • trombosi;
  • l'anemia;
  • la formazione di un megacolon;
  • sanguinamento massiccio;
  • carenze vitaminiche;
  • danno ad altri organi (reni, ossa, muscoli, articolazioni);
  • adesione di infezione secondaria;
  • shock ipovolemico;
  • perforazione della parete intestinale;
  • peritonite;
  • complicanze suppurative.

La presenza di colite ulcerosa aumenta il rischio di sviluppare il cancro dell'intestino. Una complicazione pericolosa è la formazione di un megacolon. Questa è un'espansione tossica dell'intestino sullo sfondo della colite ulcerosa. Le pareti diventano sottili e possono strapparsi. Questo è irto di sviluppo di peritonite e shock. L'enterite diventa spesso causa di carenza di vitamine, anemia, osteoporosi e distrofia.

Come identificare l'infiammazione

Prima di trattare l'infiammazione dell'intestino, è necessario confermare una diagnosi preliminare. Ciò richiederà i seguenti studi:

  • FEGDS;
  • ultrasuoni;
  • Raggi X;
  • clisma opaco;
  • colonscopia;
  • sigmoidoscopia;
  • esame rettale digitale;
  • analisi delle feci;
  • analisi cliniche generali.

Per escludere malattie maligne, viene preso un pezzo di mucosa. FEGDS consente di valutare lo stato del dipartimento iniziale del duodeno ed escludere la gastrite e l'ulcera peptica. Se c'è un sospetto di colite, è necessaria una colonscopia. Questo studio prevede l'introduzione di un tubo attraverso l'ano. Il medico studia a fondo le condizioni della mucosa dell'intestino crasso. Spesso c'è un'infiammazione dei linfonodi dell'intestino.

Di grande valore sono i dati di laboratorio. Durante l'analisi, vengono rilevate le seguenti violazioni:

  • cambiare il pH delle feci;
  • kreatoreya;
  • amylorrhea;
  • steatorrea;
  • gozzo;
  • l'anemia;
  • accelerazione di ESR;
  • leucocitosi.

Per escludere malattie parassitarie, le feci vengono analizzate per le uova di elminti e protozoi. Quando si effettua una diagnosi, è necessario escludere emorroidi, ragadi anali, pancreatite, colecistite, paraprocitite, morbo di Crohn, ulcera, malattia del fegato.

Come eliminare l'infiammazione

Per rimuovere un'infiammazione acuta è necessario nelle condizioni di un ospedale. Dopo aver eliminato la sindrome del dolore e altri sintomi, è necessario continuare a essere trattati a casa. Quando l'enterite infettiva o la colite si sviluppano contro lo sfondo di un'infezione intestinale acuta, i pazienti vengono ospedalizzati in una scatola. Che per curare i pazienti, è noto solo al medico. In caso di infiammazione acuta dell'intestino tenue è necessario osservare il riposo a letto, seguire una dieta, bere di più, assumere antidolorifici.

Con lo sviluppo della diarrea, vengono usati farmaci astringenti. Il più comunemente usato per il trattamento è Loperamide e Imodium. Nella forma grave di enterite infettiva, possono essere prescritti antimicrobici. Con lo sviluppo della disbiosi, vengono mostrati gli eubiotici. L'enterite cronica nella fase di remissione viene curata a casa. I pazienti sono mostrati la dieta numero 4. In caso di esacerbazione, è necessario arricchire la dieta con proteine ​​animali.

È necessario evitare di irritare la mucosa intestinale. Questo aiuterà a rimuovere l'infiammazione. Quando la digestione viene disturbata, vengono utilizzati preparati enzimatici (Festal, Panzinorm). Spesso prescritto farmaci come Karsil ed Essentiale Forte. Con grave diarrea, vengono usati antisettici e farmaci avvolgenti. Nei casi più gravi è necessaria la terapia infusionale.

Con l'infiammazione del colon, i sintomi, il trattamento è leggermente diverso da quelli con enterite. La terapia con colite comprende la dieta, l'assunzione di antibiotici (se c'è un agente infettivo). Con sigmoidite e proctite, vengono mostrati antidolorifici e candele di guarigione. I pazienti sono invitati a bere succo di patate. Quando si individuano le uova elmintiche, devono essere assunti farmaci antielmintici.

Tutti i pazienti dovrebbero dimenticare l'alcol. Con grave dolore, viene usata la droga Drotaverin. La diarrea aiuta a liberarsi dalle droghe astringenti e avvolgenti. Il regime di trattamento include spesso sorbenti (Enterosgel), enzimi ed eubiotici. Con la stipsi persistente, viene eseguita idrocolonoterapia.

Se si trova un nodo nei due punti, potrebbe essere necessaria un'operazione. Enterite e colite spesso si sviluppano contemporaneamente. L'infiammazione isolata è molto meno comune. Per evitare questa patologia, devi mangiare bene, curare altre malattie e rinunciare all'alcool.

Infiammazione dell'intestino Come e cosa trattare la malattia?

Sintomi generali dei cambiamenti infiammatori nell'intestino

Nella maggior parte dei casi, l'infiammazione dà segni di se stessi che infastidiscono il paziente e li costringono ad andare in un istituto medico. Sintomi di infiammazione dell'intestino:

  • Dolore nell'addome. Spesso, i pazienti non possono indicare con precisione la localizzazione del dolore, ma caratterizzano come spremitura o rottura, non sapendo che hanno infiammato intestino. Di regola, le pillole come il dolore si fermano solo per un breve periodo di tempo. La condizione assomiglia alla sindrome dell'intestino irritabile.
  • Aspetto della nausea dopo aver mangiato (spesso questo segno indica un'infiammazione dell'intestino tenue o del duodeno).
  • Vomito dopo aver mangiato, indicando l'infiammazione nelle parti superiori.
  • Gonfiore. Questo segno indica l'inadeguatezza degli enzimi coinvolti nel processo digestivo.
  • Disturbi delle feci (costipazione prolungata o diarrea frequente).
  • Perdita di peso, dicendo l'insufficienza di assorbimento di sostanze vitali da parte delle pareti dell'intestino.
  • L'anemia che deriva dall'impossibilità dell'organo interessato "prende" la giusta quantità di ferro dal cibo che entra nel corpo.
  • La temperatura elevata (dall'alto al basso grado) è un classico segno di suppurazione nel corpo.

infiammatorie intestinali dalla natura della malattia suddivisa in acuta (malattia progredisce pesantemente, fino a un mese) e cronica (per la malattia può essere lenta con periodi di riacutizzazione, un periodo di dura fino a un anno). Per localizzazione della suppurazione, la malattia è suddivisa nelle seguenti malattie:

  1. enterite - un processo infiammatorio, localizzato nell'intestino, che cattura sia la sua parte separata che l'intero organo;
  2. duodenite - infiammazione del duodeno; la malattia nella maggior parte dei casi inizia con il primo reparto, dove lo stomaco passa nell'intestino;
  3. mesadenite - infiammazione dei linfonodi, che può provocare patologia della mucosa; nella maggior parte dei casi, la suppurazione si verifica a causa della penetrazione di virus e infezioni;
  4. colite - infiammazione della mucosa dell'intestino crasso; nella maggior parte dei casi, l'infiammazione colpisce l'intero corpo, ma in alcune parti vi è anche suppurazione.

Cause di malattie infiammatorie

La patologia può essere provocata per una serie di motivi. Il più comune di questi sono:

  1. Infezioni: l'infiammazione è causata da protozoi, virus o batteri. Molto spesso nei pazienti si trovano rotavirus, salmonella, E. coli, dissenteria amebica.

  • Le invasioni di Glistovye (il più delle volte questa ragione si verifica nei bambini).
  • Disturbi autoimmuni, in cui le cellule della mucosa intestinale vengono percepite dal corpo come estranee, quindi inizia lo sviluppo di anticorpi, che sono la causa dell'infiammazione del tratto gastrointestinale.
  • Difetti congeniti della digestione Ad esempio, la mancanza di alcuni enzimi nei genitori può essere trasmessa geneticamente e rilevata nel bambino.
  • Mangiare in modo inappropriato è l'abuso di cibi fritti, spezie, salse acide, cibi affumicati e grassi.
  • Alcolismo e fumo di tabacco.
  • Violazione dell'equilibrio della microflora intestinale, farmaci, "uccisione" di una microflora utile.
  • Considerare i sintomi delle lesioni più comuni e gravi - colite ulcerosa e malattia di Crohn.

    Colite ulcerosa

    La colite ulcerosa è un'infiammazione cronica dell'intestino crasso o dell'intero organo. La malattia di solito si sviluppa molto lentamente, quindi è già presente in forma cronica. Sullo sfondo della colite ulcerosa, i pazienti sviluppano ulcere sanguinanti che passano nel retto. La colite ulcerosa può presentarsi sotto forma di:

    Ma forse è più corretto trattare non una conseguenza, ma una ragione? Raccomandiamo di leggere la storia di Olga Kirovtseva, di come ha curato lo stomaco. Leggi l'articolo >>

    • proctite (il sito di infiammazione è localizzato nella zona del retto);
    • proctosigmoidite (combinazione di infiammazione sigmoidea e retto);
    • colite sinistra (infiammazione sigmoidea e colon);
    • pancitopatia (malattia dell'intestino universale);
    • colite fulminante (infiammazione dell'intestino con siti necrotici rapidi).

    La forma più grave negli adulti è il pancitismo, la colite fulminante è rara, ma è questa forma di malattia che dà la più grande letalità.

    La malattia di Crohn

    La grave malattia dell'intestino, accompagnata da necrosi e granulomatosi, è chiamata malattia di Crohn. Le lesioni patologiche si estendono non solo alla mucosa intestinale, ma anche ai tessuti più profondi. Nei casi avanzati, il processo patologico può portare alla formazione di fistole, alla successiva cicatrizzazione dei tessuti, alla comparsa di aderenze. La malattia di Crohn causa forti dolori e frequenti diarree. Ciò è dovuto a una violazione dell'assorbimento di nutrienti.

    Il quadro clinico della malattia di Crohn è vario: dalla corrente più semplice a una condizione grave. I sintomi appaiono sia improvvisamente che gradualmente. La malattia di Crohn può essere sospettata dai seguenti segni:

    • frequenti attacchi di diarrea;
    • crampi e dolore nell'addome;
    • diminuzione dell'appetito;
    • mescolanza di sangue nelle feci;
    • nausea, vomito;
    • grave perdita di peso;
    • la comparsa di ulcere.

    Diagnosi della malattia

    Di solito dopo anamnesi il medico può fare una diagnosi preliminare - "malattia infiammatoria intestinale", ma per chiarire il modello di malattia e la diagnosi accurata è necessario fare qualche ricerca supplementare.

    1. Esame del sangue clinico. Come risultato di un esame del sangue, si può stabilire un aumento della velocità di eritrosedimentazione - un sintomo classico per le malattie infiammatorie. Viene anche determinato un numero eccessivo di leucociti.
    2. Il coprogramma è uno studio delle feci, che consente di determinare il numero di enzimi alimentari e di valutare la qualità dello stomaco.
    3. L'analisi batteriologica delle feci è uno studio sui batteri. Con l'aiuto di questa analisi, è possibile non solo identificare questi o altri batteri patogeni, ma anche determinare la loro sensibilità agli antibiotici.
    4. Fibroezofagogastroduodenoskopiya - studio multifunzionale utilizzando un sistema a fibre ottiche (un tubo con una macchina fotografica e illuminazione integrato), che permette di valutare la condizione della mucosa dello stomaco e del duodeno. Se necessario, durante l'analisi, i medici possono prendere un pezzo di tessuto su una biopsia.
    5. La colonscopia è un'analisi simile a PEGD, ma il sistema viene inserito attraverso l'ano e viene valutata la mucosa dell'intestino crasso. Puoi diagnosticare l'infiammazione e valutarli.
    6. L'endoscopia di incapsulamento video è il metodo di esame più moderno, durante il quale il paziente ingoia una capsula che attraversa tutte le parti dell'intestino. Le informazioni percepite dalla capsula vengono trasmesse a un computer speciale tramite onde radio e elaborate dal programma. Pertanto, i medici ricevono tutti i dati sullo stato del tratto gastrointestinale del paziente.

    Trattamento dell'infiammazione dell'intestino

    La scelta della terapia, piuttosto che il trattamento dell'infiammazione intestinale, si basa sulla scoperta della causa dell'infiammazione. A seconda di cosa ha causato l'infiammazione, viene selezionato il principale complesso di farmaci e viene determinata la strategia, come trattare il disturbo con i farmaci più efficaci.

    Per rimuovere la malattia infiammatoria intestinale, la maggior parte degli antibiotici comunemente usati (Sumamed, Klatsid, Flemoksin Soljutab, bandiere), agenti immunosoppressori, antielmintici (albendazolo, piperazina, Praziquantel) e candele con metiluratsilom.

    Un fattore importante nel trattamento delle malattie infiammatorie è il rispetto della dieta. Ai pazienti è vietato mangiare carne grassa, carne affumicata, cibi fritti, cibi salati e acidi. Il cibo è cucinato per una coppia, si consiglia ai pazienti di aderire alla dieta numero 5, come con gastrite e ulcera gastrica. Mangia meglio a casa, piuttosto che fare uno spuntino veloce. Su consiglio di un medico, è possibile bere erbe che alleviano l'infiammazione.

    Per eliminare le tossine, ai pazienti vengono assegnati assorbenti che legano le sostanze nocive e assicurano il normale funzionamento dell'intestino. Con una carenza di enzimi, tali farmaci sono raccomandati: Mezim, Pancreatina, Pangrol e Creonte. Per la rimozione degli spasmi vengono tradizionalmente prescritti antispastici - No-shpu, Trimedat, Spazmomen o Mebeverin.

    Come trattare l'infiammazione dell'intestino crasso?

    L'infiammazione della mucosa del colon, o la colite, è una malattia di origine infettiva, inebriante o parassitaria. La colite primaria è causata da un danno alla mucosa dovuto al contatto diretto con il patogeno. Secondario - è una conseguenza delle patologie dell'apparato gastrointestinale: pancreatite, colecistite, gastrite e altre malattie. A volte l'infiammazione ha ragioni extragastriche, ad esempio, come manifestazione di una reazione allergica.

    Cause di infiammazione dell'intestino crasso

    La causa principale della colite - cambiamenti nella natura funzionale o morfologica, si sono verificati nei tessuti mucosi dell'intestino. Di norma, la lesione appare come risultato della dissenteria batterica trasferita, dell'invasione elmintica, dell'avvelenamento grave, della presenza costante nel tratto gastrointestinale di focolai di infezione cronica.

    Fattori che possono contribuire allo sviluppo dell'infiammazione:

    • predisposizione ereditaria;
    • dieta impropria;
    • ristagno nella zona pelvica e alterazione dell'afflusso di sangue all'intestino;
    • attività vitale dei parassiti;
    • gozzo;
    • uso a lungo termine di antibiotici;
    • debole immunità;
    • esaurimento fisico;
    • Nervosismo eccessivo.

    Sullo sfondo di fattori monouso, quando per qualche motivo le funzioni protettive dell'intestino si riducono, l'effetto dell'agente causale porta a danneggiare le cellule mucose che rivestono le pareti del colon dall'interno. Si sviluppa un focolaio di infiammazione, che a prima vista può esistere asintomaticamente.

    Se la colite acuta dura a lungo con un quadro clinico cancellato, l'infiammazione può andare in uno stadio cronico. È importante identificare la malattia primaria nel tempo, prestando attenzione anche a segni minori di patologia. La colite acuta è ben curabile, ma in assenza di una terapia adeguata e di un trattamento cronico, la malattia diventa lunga e dolorosa.

    Sintomi di infiammazione del colon

    La colite acuta può essere violenta, con sintomi generali e locali pronunciati:

    • gonfiore addominale;
    • il dolore;
    • il rilascio di muco dall'ano;
    • impurità del sangue purulento negli escrementi;
    • frequente desiderio doloroso di defecare;
    • diarrea.

    Queste manifestazioni sono spesso accompagnate da malessere generale, vomito, febbre, debolezza, perdita di peso. Tali segni pronunciati rendono il paziente consultare un medico e condurre una diagnosi tempestiva.

    Durante l'esame dell'intestino crasso ha rivelato:

    • edema della mucosa;
    • ispessimento e iperemia delle pareti della zona interessata dell'intestino;
    • secrezione di una grande quantità di muco ea volte - e secrezione purulenta;
    • erosione e ulcerazione dello strato mucoso;
    • piccole emorragie.

    Un esame del sangue clinico mostra un aumento dei livelli di ESR e leucociti.

    È possibile un'altra immagine della malattia. Per diverse settimane il paziente può avere problemi con feci fluide, turbolenza e disagio nell'addome e altri sintomi locali. Ma, dal momento che sono insignificanti, il paziente da molto tempo non attribuisce importanza a loro e non si associa a un processo infiammatorio grave. Durante il periodo di flusso latente, la colite passa in una forma cronica.

    Sintomi di infiammazione cronica del colon

    La colite cronica, oltre all'infiammazione della mucosa, acquisisce anche altre manifestazioni sgradevoli. Ci sono cambiamenti nelle pareti stesse dell'intestino: sono accorciati, c'è un restringimento del lume sulla zona interessata. apporto di sangue Disturbed alla zona malata, ulcere superficiali sono più profonde e vanno nello strato muscolare spessore dell'intestino sviluppare suppurazione può apparire tumori - pseudopolipi.

    Lo studio del sangue fornisce un quadro chiaro dell'infiammazione (pronunciata leucocitosi), una grande quantità di muco leucocitario è anche rilevata nelle feci. I risultati del coprogramma mostrano la presenza di flora patogena, eritrociti.

    Il paziente nota i seguenti sintomi:

    • problemi con le feci: frequenti diarrea, stitichezza, la loro combinazione alternata;
    • dolore in tutto l'addome senza localizzazione specifica;
    • frequente impulso improduttivo alla toilette con rilascio di muco con striature di sangue invece di feci;
    • aumento della gassificazione e costante gonfiore;
    • feci fetide.

    Il benessere generale del paziente può essere abbastanza soddisfacente o estremamente scomodo. Straziante con lo stomaco è aggravato da nausea, eruttazione, mancanza di appetito, sapore amaro in bocca. Sullo sfondo di debolezza e malessere, la capacità di lavoro diminuisce, appaiono irritabilità e nervosismo.

    Tipi di malattia

    La colite è un nome comune per le malattie infiammatorie dell'intestino crasso, che comprende un numero di diagnosi separate. La colite è suddivisa per specie in base alla causa e alle manifestazioni specifiche di una specifica patologia.

    Colite ulcerosa non specifica

    Un tipo di infiammazione del colon di natura cronica è la colite ulcerosa non specifica. L'eziologia di questa malattia non è completamente compresa. È associato a un difetto nel sistema immunitario, in conseguenza del quale le sostanze irritanti, che normalmente non causano alcuna reazione in un corpo sano, causano una grave infiammazione in un paziente con colite ulcerosa. Una delle ipotesi sull'origine della malattia è una predisposizione genetica.

    Secondo le statistiche, questa patologia è più spesso diagnosticata nelle giovani donne dai 20 ai 40 anni, principalmente - nei residenti urbani, che indirettamente possono parlare dell'impatto sulla patogenesi del fattore ambientale e dello stile di vita.

    La colite ulcerosa non specifica è espressa in infiammazione emorragica del colon con tali manifestazioni:

    • una forte sindrome del dolore, più spesso nella parte sinistra dell'addome;
    • costipazione cronica;
    • febbre di basso grado;
    • sensazioni di disagio nelle articolazioni;
    • sanguinamento dal retto;
    • scarico di sangue e pus dall'ano.

    Nel tempo, questi sintomi diventano meno pronunciati, formando uno stato di remissione, ma con l'aggravamento della malattia le condizioni del paziente diventano difficili. Soffre di dolore, la diarrea, a causa di anemia di perdita di sangue si sviluppa, esaurimento fisico.

    La colite ulcerosa non specifica è estremamente pericolosa per le sue complicanze:

    • la formazione di espansione intestinale;
    • insorgenza di sanguinamento interno;
    • la possibilità di perforazione della parete intestinale;
    • rischio di peritonite;
    • formazione di condizioni per lo sviluppo dell'oncologia.
    Infiammazione spastica dell'intestino crasso

    Con il nome di questa patologia è logico supporre che sia basata su spasmi intestinali. E questo, in effetti, è così: le contrazioni delle pareti intestinali di diversa forza e frequenza portano alla comparsa di sintomi spiacevoli nel paziente:

    La colite spastica si riferisce a disturbi funzionali, cioè, in realtà, non è una patologia grave. La sua ragione risiede nei piani psicologico e neurologico. Gli spasmi involontari appaiono più spesso sullo sfondo di stress, stanchezza cronica, sovraccarico fisico e nervoso, uno shock provato. Trattare questa malattia con il rilassamento della muscolatura liscia dell'intestino e, cosa più importante, il rafforzamento generale e i sedativi.

    Colite pseudomembranosa

    L'infiammazione pseudomembranosa è il risultato della disbiosi intestinale con riproduzione incontrollata di microrganismi opportunistici.

    Questa forma di colite si sviluppa sullo sfondo di assumere antibiotici, che interrompono l'equilibrio della microflora intestinale a favore di microbi potenzialmente pericolosi.

    I sintomi che accompagnano la colite pseudomembranosa:

    1. Diarrea, comparsa durante la terapia antibiotica, specialmente se trattata con farmaci tetracicline. Se alcuni giorni dopo la fine del corso viene ripristinata la normale sedia, la diagnosi di colite viene fatta in forma lieve.
    2. L'infiammazione di gravità moderata è caratterizzata dalla persistenza della diarrea dopo l'abolizione dei farmaci antibatterici. Le feci sono acquose, con muco e sangue. Dolore all'addome, peggio al momento della defecazione. C'è frequente bisogno di andare in bagno, compresi quelli falsi, quando non c'è lo svuotamento dell'intestino. Appaiono e crescono i segni di intossicazione: febbre, brividi, debolezza, nausea.
    3. Grave colite pseudomembranosa - stato critico in cui l'intossicazione e sintomi locali allineare gravi complicazioni come disturbi cardiaci (tachicardia, perdita di carico), lo sviluppo di squilibrio elettrolitico, insufficienza metabolica.
    enterocolite

    Enterocolite è una malattia che combina il processo infiammatorio nell'intestino crasso con lesioni della mucosa gastrica. Enterocolite acuta si verifica in risposta a infezioni o effetti non infettivi: allergeni, sostanze chimiche, veleni, intossicazione alimentare. L'infiammazione primaria si sviluppa improvvisamente:

    • crampi addominali;
    • gonfiore e brontolio;
    • la nausea, il vomito è possibile;
    • grave diarrea.

    Se l'enterocolite è di origine infettiva, le impurità del sangue e del muco nelle feci si legano alla dispepsia, un aumento della temperatura corporea, uno stato di intossicazione. Quando senti il ​​tuo addome, i fuochi del dolore sono determinati e una placca abbondante cade sulla lingua.

    Trattamento per enterocolite acuta:

    1. Sintomatico - sollievo dal dolore con antispastici.
    2. Riduzione del carico sul tratto gastrointestinale - una dieta liquida per 2 - 3 giorni.
    3. Quando avveleni, devi lavarti lo stomaco.
    4. Al fine di evitare la disidratazione con grave diarrea e vomito - il controllo del flusso di liquidi nel corpo, la ricezione di Regidron.
    5. Quando viene rilevata un'infezione intestinale, viene utilizzata la terapia antibiotica.
    6. L'intossicazione viene eliminata attraverso il trattamento di disintossicazione.

    Un'infiammazione non trattata può essere trasformata in una malattia cronica. In questo caso, la lesione superficiale delle mucose si sviluppa ulteriormente e penetra nella parete intestinale e nello strato sottomucoso dello stomaco. Il decorso della malattia - con periodi di esacerbazioni e remissioni, nel tempo, si formano violazioni permanenti della funzione intestinale.

    Colon ischemia

    La colite ischemica è una forma di infiammazione dell'intestino, la cui causa è l'afflusso di sangue disturbato del colon. La sconfitta può verificarsi su qualsiasi sito, ma più spesso è l'area della curvatura splenica, raramente il colon sigmoideo, discendente o trasverso del colon.

    Una cattiva circolazione del sangue porta ad un limitato apporto di pareti intestinali, a causa della quale vi sono focolai di ischemia. Sintomi di questa condizione: dolore episodico epigastrico che si verifica dopo aver mangiato, diarrea e gonfiore dopo i pasti, a volte - vomito. Nel tempo, c'è una perdita di peso corporeo.

    In caso di violazione acuta dell'erogazione di sangue, associata al blocco dei vasi sanguigni, si verificano processi necrotici, che sono espressi:

    • dolore acuto con localizzazione nella parte sinistra dell'addome;
    • segni di ostruzione intestinale;
    • sanguinamento dall'ano;
    • sviluppo di peritonite.

    Trattamento dell'infiammazione dell'intestino crasso (parte inferiore)

    Il trattamento della colite dipende dalla diagnosi specifica e dalla gravità dei sintomi. Se l'infiammazione polmonare causata da avvelenamento, potrebbero essere necessari alcuni giorni in seguito a lavanda gastrica, la ricezione di assorbenti, bere abbondante e la dieta, la più grave è la malattia più a lungo e richiedono approccio più grave, spesso - in ospedale.

    La mancanza di un trattamento adeguato può portare a complicazioni pericolose: ostruzione intestinale, peritonite, ascesso epatico. Per evitare spiacevoli conseguenze in caso di segni di infiammazione del colon, è necessario contattare uno specialista - un proctologo o gastroenterologo. Soprattutto è necessario sbrigarsi, se i sintomi sono comparsi sullo sfondo di una malattia infettiva o immediatamente dopo, a causa di intossicazione alimentare, avvelenamento da sostanze chimiche, assunzione di droga.

    Dieta nella colite

    Con qualsiasi forma di colite, è indicata una dieta terapeutica rigorosa. Più spesso i pazienti iniziano ad osservarlo indipendentemente, scaricando intuitivamente il tratto digestivo. Il medico nomina un numero di tabella 4, che esclude i prodotti che provocano fermentazione e putrefazione nell'intestino. Nutrizione nella colite significa rinunciare al cibo che irrita le mucose: cibi taglienti, salati, grassi, fritti, cibi acidi, spezie, latte.

    Verdura, frutta, bacche, dolci temporaneamente proibiti. Il cibo deve essere liquido o semi-liquido, pulito, temperatura confortevole - non caldo o freddo. La modalità delicata dovrebbe essere seguita per tutto il trattamento e qualche tempo dopo. All'inizio della malattia, è meglio rinunciare completamente al cibo per un paio di giorni e limitarsi a bere in abbondanza.

    Clisteri curativi

    Enemas in colite sono fatti solo secondo la prescrizione del medico, se necessario, lavare l'intestino da agenti infettivi e contenuti, consegna diretta di sostanze terapeutiche alla mucosa.

    1. Clisteri antisettici con infusione di camomilla, calendula, collagene aiutano ad alleviare gonfiore e arrossamento, leniscono le mucose, distruggono la microflora patologica a livello locale.
    2. L'introduzione del colon dell'olivello spinoso favorisce la guarigione e la riparazione della mucosa.
    mozione

    Quando l'infiammazione dell'intestino è controindicata la permanenza a lungo termine in posizione seduta. L'assenza di movimento provoca la stagnazione del colon, porta a un povero apporto di sangue alle pareti, scarsa peristalsi, causando stitichezza e intossicazione con i vitelli.

    Per attivare il lavoro dell'intestino e ripristinare la circolazione del sangue, è necessario l'esercizio fisico: camminare, sollevare il ginocchio in posizione eretta, ginnastica di Kegel, ecc. Esercizi semplici possono essere eseguiti anche con il riposo a letto.

    Terapia farmacologica

    L'assunzione di farmaci per la colite dipende dalla sua forma e viene prescritta solo dopo aver chiarito la diagnosi e stabilita la sua causa:

    1. Gli antibiotici, i sulfinamidi, i farmaci antivirali, i farmaci antiparassitari sono indicati quando si trova un agente patogeno: virus, infezione, vermi, protozoi, microrganismi, ecc.
    2. Con la colite pseudomembranosa, l'assunzione di antibiotici, al contrario, deve essere interrotta.
    3. Per alleviare spasmi e dolori prescritti compresse o iniezioni no-shpu, supposte rettali con papaverina.
    4. Quando l'intossicazione, i segni di intossicazione, le infezioni sono raccomandate enterosorbenti (Polyphepan, Enterosgel).
    5. Per rilassare le pareti dell'intestino, per eliminare la stitichezza, puoi assumere antistaminici - Bicromato, Intal e altri, solo su appuntamento di uno specialista.
    6. Quando si disidrata per via endovenosa, viene iniettata una soluzione di cloruro di sodio.
    7. La sedia liquida è fissata con l'aiuto di bevande astringenti: decotti di corteccia di quercia, crosta di melograno, camomilla, erba di erba di San Giovanni.
    8. Con la colite ulcerosa non specifica, le lesioni necrotiche ed erosive della mucosa, vengono trattate con supposte con metiluracile, olio di olivello spinoso e altri preparati di guarigione.
    9. Nei casi gravi di infiammazione, sono prescritti glucocorticosteroidi (idrocortisone, betamethosone e altri).
    10. Per ripristinare la biocenosi intestinale si consiglia l'assunzione di probiotici.

    Trattamento chirurgico dell'infiammazione dell'intestino crasso

    intervento chirurgico ad un'infiammazione del colon può essere necessario per lo sviluppo di complicanze (perforazione, peritonite), processi necrotici, ostruzione dell'intestino luminale infezione ostruzione transizione dei tessuti circostanti.

    Colite pigra, che non si presta alla terapia conservativa, serve come fonte permanente di infezione e cattive condizioni del paziente, si raccomanda anche di eliminarla con un intervento chirurgico. L'intervento spesso richiede una colite ulcerosa non specifica.

    Terapia di supporto per la colite cronica

    In proctite cronica flusso al di fuori di esacerbazioni, si raccomanda di eseguire misure generali di rafforzamento e di prevenzione in condizioni sanatorio-resort:

    • procedure di fango;
    • bagni di radon;
    • trattamento con acqua minerale;
    • massaggio terapeutico;
    • la ginnastica;
    • fisioterapia.

    Il trattamento dell'infiammazione dell'intestino crasso richiede un approccio lungo e completo per prevenire le ricadute, con forma acuta - il passaggio a uno stadio cronico. In nessun caso puoi prendere tu stesso le medicine o ignorare i sintomi dell'infiammazione. In caso di reclami che non si verificano entro 2 o 3 giorni, consultare il medico.