Reflusso duodenogastrico: sintomi e trattamento

La DGR dello stomaco è uno stato patologico dello stomaco, in cui il contenuto alcalino del duodeno viene gettato nel contenuto acido dello stomaco. Tale patologia provoca l'apparizione di uno squilibrio nell'ambiente gastrico e si chiama reflusso gastrico duodenale. La condizione è raramente accompagnata da sintomi intensi, si verifica più spesso con l'attività fisica attiva di una persona o di notte durante il sonno.

La fusione del contenuto duodenale attraverso il piloro avviene approssimativamente in ogni nono soggetto adulto la cui vita è associata a bassa attività motoria e consumo di una grande porzione di cibo in una volta (impiegati). Il suo contributo alla progressione del fast food reflusso. Sotto l'influenza del contenuto duodenale, si sviluppano processi infiammatori nello stomaco.

Dove sorgono queste patologie?

Il reflusso duodenale-gastrico accompagna tali malattie croniche dell'apparato digerente come gastrite e ulcera peptica. Questa patologia non è considerata una malattia indipendente, pertanto, la gastrite e la duodenite sono considerate le cause del disturbo della conduzione unilaterale del cibo lungo il tratto gastrointestinale. A sua volta, la gastrite è associata a gravi anomalie nel lavoro del duodeno. Spesso quando viene rilevata una DGR, viene rivelata una malattia complessa: la gastroduodenite.

Per provocare l'emergere della patologia, ci sono diversi fattori associati alla violazione di uno stile di vita sano:

  • fumo di tabacco e sostanze stupefacenti;
  • abuso di alcol;
  • uso di medicinali non autorizzati durante il corso della gravidanza.

DGR può essere formato sotto l'influenza di interni

fonti: tono insufficiente dei muscoli circolari dei fori dello stomaco o ernia del diaframma nella regione dell'esofago. Fonti di patologia possono essere le conseguenze di una pressione troppo alta nel duodeno: colecistite, pancreatite, morbo di Botkin. È possibile rilevare la patologia dopo interventi chirurgici nella regione addominale: rimozione della cistifellea, imposizione di anastomosi con fissazione delle anse intestinali. Contribuire a una deviazione dalla norma di concentrazione nel succo gastrico contenente acidi biliari, enzimi pancreatici ed enzimi che degradano la lecitina.

Tipologia e grado di sviluppo del reflusso

A seconda del progresso del reflusso, ci sono 3 gradi di patologia,

Lancio del succo gastrico nell'esofago

Identificato mediante metodi diagnostici quando viene rilevata una malattia concomitante.

La metà dei pazienti con il contenuto del duodeno mostrava 1 grado di DGR, a cui la miscelazione dei contenuti gastrici con duodenali era insignificante.

Con il disturbo da reflusso, quattro pazienti su dieci hanno avuto una maggiore rottura dallo stomaco, che corrisponde al 2 ° grado di patologia.

Approssimativamente un paziente su dieci ha mostrato come risultato della diagnosi una grave interruzione del movimento del contenuto duodenale nello stomaco, che caratterizza il 3 ° grado della malattia.

Dovrebbe essere chiaro che il reflusso gastrico è identico alla gastroduodenite per tipo di malattia. A proposito di gastroduodenitis I testimonia le seguenti manifestazioni:

  • cattivo odore dalla bocca;
  • pesantezza nell'addome;
  • la voglia di vomitare.

Esistono altri segni di gastroduodenite, correlati alla gastrite:

  • sgabello a disagio sia nella direzione del liquido che nel lato della stitichezza;
  • flatulenza;
  • una diminuzione dell'appetito;
  • frequenti eruttazioni.

Secondo la tipologia del corso dei processi distruttivi, si distinguono quattro varietà di reflusso:

  1. Tipo di superficie, in cui sono interessate solo le cellule della mucosa. L'integrità dell'epitelio ghiandolare esocrino non è disturbata.
  2. Quando il reflusso è accompagnato da processi infiammatori, gonfiore e arrossamento della mucosa, è consuetudine parlare del tipo catarrale di patologia.
  3. Con un tipo di reflusso erosivo, la mucosa è caratterizzata da atrofia focale.
  4. La varietà biliare è coniugata con una violazione del deflusso della bile dalla colecisti nel duodeno.

Sintomi di reflusso

Il reflusso duodenale-gastrico in una forma separata non è facile da identificare, poiché i sintomi della patologia ripetono i segni di quasi tutte le malattie dell'apparato digerente. Il più caratteristico per DGR è:

  • dolori intensi di natura acuta nella regione epigastrica, che accompagnano la digestione del cibo;
  • una costante sensazione dolorosa di bruciore di stomaco;
  • flatulenza;
  • uno spesso rivestimento giallo sulla superficie della lingua;
  • l'ingresso di acidi biliari dal duodeno attraverso lo stomaco nell'esofago con conseguente eruttazione e amarezza nella cavità orale.

Se la dieta di un paziente un gran numero di carboidrati, quindi con DGR c'è un cattivo odore dalla bocca. Il cattivo odore è causato dalla penetrazione della bile nello stomaco dal duodeno attraverso il gatekeeper.

Reflusso di stomaco e rilevato in esami diagnostici osta laterale sospetto contenuto duodenale, ad esempio, fibrogastroduodenoscopy o altre tecniche diagnostiche che rilevano la presenza di altre condizioni patologiche del tratto gastrointestinale.

La presenza di reflusso è anche indicata da segni di capelli secchi e unghie che si spezzano velocemente, colore della pelle malsano, starnuti e angoli iperemici della bocca.

Diagnosi di reflusso

DGD è rilevato durante un esame visivo del paziente, anamnesi. Se un medico diventa sospettoso, vengono fatte diverse indicazioni per l'esame, che consentono di confutare o confermare la malattia. Contribuire alla rilevazione del reflusso:

  • Ultrasuoni degli organi della regione addominale. Nel corso dell'esame ecografico, vengono rivelate la natura e le fonti di anomalie nel funzionamento dello stomaco, della cistifellea, del pancreas o del duodeno;
  • l'esofagogastroduodenoscopia è l'immagine più precisa quando viene rilevato un reflusso, quando i dati ottenuti consentono una valutazione citologica e istologica del grado di danno alla mucosa e della natura della sua lesione (processo maligno o benigno);
  • analisi chimica del succo gastrico, che consente di determinare mediante titolazione anche piccole concentrazioni di enzimi del pancreas e degli acidi biliari;
  • misurazione con l'aiuto di indicatori di pH del succo gastrico durante il giorno. Se, dopo aver mangiato, il pH viene spostato sul lato alcalino, a giudicare la penetrazione del liquido duodenale nello stomaco e la miscelazione dei due liquidi.

Come viene trattato il reflusso?

Lo schema di trattamento del DRG è complesso e solo un medico qualificato può fare. Il problema rilevato nel corso di esami diagnostici in breve tempo viene eliminato con l'aiuto della corretta selezione del regime di trattamento, che comprenderà il trattamento medico, le procedure di fisioterapia e la normalizzazione della dieta. L'impatto della medicina tradizionale non è escluso.

L'obiettivo del complesso trattamento fisioterapeutico è il ripristino dello stato elastico dei muscoli addominali. Questa area include non solo esercizi fisici, ma anche procedure (miostimolatore elettrico per i muscoli della pressa addominale).

Il trattamento farmacologico ha diversi compiti per ridurre l'irritazione del succo pancreatico sulla mucosa gastrica e ripristinare la peristalsi intestinale al cibo unilateralmente. Per attuare questi compiti, il medico può prescrivere i seguenti farmaci:

  • la procinetica (Motilium, Passionx) ripristina il progresso del cibo in modo progressivo e fornisce un tono dei muscoli circolari muscolari del tubo digerente;
  • La riduzione dell'effetto nocivo degli acidi biliari sulla mucosa gastrica è aiutata da compresse e sospensioni Ovenson e Holudexan, così come i loro analoghi;
  • L'omeprazolo e i suoi analoghi riducono l'acidità dello stomaco, che crea una barriera all'attività degli acidi biliari nello stomaco;
  • quando si forma un reflusso erosivo, vengono prescritti farmaci come Almagel o Pilorid.

I preparati e le procedure fisioterapiche sono efficaci solo quando la nutrizione del paziente è normalizzata, quindi la dieta da reflusso è la principale direzione nel trattamento della patologia.

La fitoterapia nel caso della rilevazione DGR produce un effetto, ma la selezione delle erbe viene effettuata individualmente, a seconda della tolleranza individuale dei componenti della pianta, del grado della malattia e dei disturbi gastrointestinali associati. Altrimenti, è possibile aggravare la situazione e causare danni irreparabili al corpo.

Il succo della radice di sedano è uno dei mezzi più semplici per il trattamento del reflusso. Basta mezz'ora prima
prendere il cibo con un cucchiaio di succo. Un altro mezzo semplice - uno sciroppo di fiori di tarassaco è preparato dai fiori della pianta e 0,5 kg di zucchero. Se ci sono controindicazioni allo zucchero, è sostituito dal fruttosio. I fiori sono imbottiti con una bottiglia da 3 litri, proteggendo la secrezione di succo e versando in strati di zucchero (fruttosio). Usa un cucchiaio al giorno per prevenire il reflusso. Se DGR è già rilevato, la ricezione viene aumentata a 2-4 volte al giorno. Lo stesso sciroppo viene preparato dai fiori di camomilla con lo zucchero per ottenere lo sciroppo. Utilizzato anche come nel caso del dente di leone. Diversi decotti di erbe sono usati dai decotti. Ecco uno di questi, non diversamente dalla difficoltà nell'acquisto e nella preparazione. 1 parte di fiori di camomilla, 2 parti di assenzio e menta vengono mescolati bene, aggiungere acqua bollente fino a 1 litro e insistere per 2 ore. Dopo questo tempo, filtrare la soluzione e mangiare prima di mangiare 0,1 litri.

Prevenzione della DDR

Nel trattamento della DGR e la sua prevenzione non è raccomandata nella dieta per ricorrere alle seguenti azioni:

  • fumare e abusare bevande "calde". Al momento della esacerbazione della malattia - rinunciare completamente all'alcool;
  • Evita le bevande ad alto contenuto di caffeina, usa i farmaci solo come indicato da un medico;
  • Non superare il normale peso corporeo;
  • aderire alla dieta alimentare.

Il cibo dietetico comporta l'esclusione di alcuni prodotti dalla razione giornaliera e la maggiore inclusione di altri. È necessario smettere di consumare per un po ':

  • prodotti a base di cioccolato;
  • prodotti da forno, in particolare pane caldo morbido;
  • cibi affumicati, salati, affettati e fritti;
  • aglio e agrumi.

Nella dieta diurna dovrebbero includere prodotti a base di pesce e varietà a basso contenuto di grassi, latticini, verdure, frutta e bacche, zuppe, purea con l'inclusione di un gran numero di verdure.

Il numero di pasti al giorno dovrebbe essere aumentato e la dimensione della porzione dovrebbe essere ridotta. Pertanto, la pressione nella cavità del duodeno viene ridotta. Dopo aver mangiato, non fare il lavoro fisico, oltre a prendere una posizione sdraiata, per escludere il lancio di contenuti duodenali nella cavità dello stomaco.

Prognosi della malattia

Quando la violazione intenzionale della dieta, così come il trattamento prematura del paziente per un aiuto medico qualificato non è possibile lo sviluppo di ulcera gastrica. Stile di vita e alimentazione scorretti sono la causa della comparsa di tumori, compresi quelli maligni.

Se reflusso duodeno-gastrico tempestiva rilevato e correttamente diagnosticato, il suo trattamento produce l'effetto desiderato in cui i sintomi e il quadro clinico della malattia è ridotto e rimosso del tutto, cioè la prognosi della malattia con il suo trattamento competente è favorevole.

  • Sei stanco di dolori allo stomaco, nausea e vomito...
  • E questo costante bruciore di stomaco...
  • Per non parlare dei disturbi dello sgabello, che si alternano alla stitichezza...
  • A proposito di un buon umore da tutto questo e ricorda nauseante...

Pertanto, se soffri di un'ulcera o di una gastrite, ti consigliamo di leggere il blog di Sergei Korotov, capo dell'Istituto di malattie dell'apparato digerente.

Reflusso duodeno-gastrico: cerchiamo le ragioni e scegliamo il trattamento

Il reflusso duodeno-gastrico è una malattia gastroenterologica diagnosticata nel 15% delle persone assolutamente sane. A volte si verifica da solo, ma più spesso si accompagna e si sviluppa su uno sfondo di gastrite cronica, ulcere duodenali o stomaco, malattia da reflusso gastroesofageo.

Che cosa significa reflusso gastrico duodenale?

Con questa diagnosi, il contenuto del duodeno viene gettato nello spazio dello stomaco. L'autodiagnosi del reflusso gastrico duodenale si verifica solo nel 30% dei casi. In alcuni pazienti, la malattia si verifica riacutizzazione - si verifica improvvisamente durante il sonno o a causa di eccessivo sforzo fisico. Allo stesso tempo, non ci sono sintomi visibili e lo stato non ha un effetto negativo sul sistema digestivo. Pertanto, in tali casi, la DGR come malattia non viene considerata.

Reflusso duodeno-gastrico - cause

La malattia si verifica quando c'è una violazione della pervietà duodenale. Di conseguenza, la pressione all'interno del duodeno aumenta e la funzione di chiusura del gatekeeper è notevolmente indebolita. Quando lo sfintere pilorico non può svolgere le sue funzioni di base, il cibo che è passato allo stadio successivo del ciclo digestivo viene restituito allo stomaco.

Come in alcuni casi, la gastrite, il reflusso duodenale-gastrico causa questi motivi:

  • il fumo;
  • ernia del diaframma;
  • gozzo;
  • processi infiammatori nel pancreas o nel dotto biliare;
  • assumere farmaci che riducono il tono della muscolatura liscia dell'esofago;
  • invasioni elmintiche;
  • sviluppo anormale del duodeno;
  • sindromi congenite di rotazione incompleta dell'intestino e dell'intestino tenue;
  • mancanza di gastrina ormonale;
  • la gravidanza.

Il fenomeno del reflusso duodenale-gastrico ha diversi importanti fattori di rischio. Nella maggior parte dei casi, lo sviluppo del problema porta a:

  • consumo eccessivo di cibi grassi e piccanti;
  • cibo sbilanciato (secco);
  • abitudini alimentari irregolari;
  • ricevimento troppo lungo di farmaci antinfiammatori non steroidei o antispastici;
  • l'obesità;
  • diabete mellito;
  • pancreatite;
  • insufficienza pancreatica.

Reflusso duodeno-gastrico - grado

Come nel caso di qualsiasi altra malattia, la DGR ha diversi gradi di sviluppo. A seconda di quanto a lungo e attivamente progredisce, le manifestazioni dei vari sintomi cambiano. Il grado di reflusso duodenale-gastrico è determinato dal numero di acidi biliari contenuti in diverse parti dello stomaco. E prima viene diagnosticata la malattia, più facile sarà affrontarla.

DGR di 1 grado

Il grado più "semplice" è quello iniziale. Il reflusso duodeno-gastrico del 1 ° grado viene impostato quando si riscontra una quantità minima di bile nel reparto gastrico del piloro adiacente allo sfintere. I sintomi nel primo stadio potrebbero non manifestarsi affatto. E se i sintomi insorgono, la maggior parte dei pazienti non presta loro attenzione, considerando che il disagio è apparso come risultato di mangiare troppo "in fuga" e presto passerà.

DGD 2 gradi

Molti apprendono la loro diagnosi, proprio quando la malattia arriva al secondo stadio. Il reflusso duodeno-gastrico del 2 ° grado è diagnosticato in quei pazienti in cui la bile si trova nelle parti più alte dello stomaco - nell'antro o nella base. In questa fase, i sintomi diventano chiari e costantemente reminiscenza di se stessi, il che costringe il paziente a rivolgersi a uno specialista.

DGR 3 ° grado

Questa è la forma più complicata e trascurata della malattia. Il pronunciato reflusso duodenale-gastrico è determinato quando il contenuto del duodeno raggiunge il fondo dello stomaco e lo sfintere esofageo inferiore. Il terzo stadio è caratterizzato dalla manifestazione di tutti i sintomi principali. Inoltre, sono tutti pronunciati vivacemente e il disagio fornisce la quantità massima.

Reflusso duodeno-gastrico - segni

I sintomi della RDT sono simili sotto molti aspetti alle manifestazioni di altre malattie dell'apparato digerente. Questo è spiegato dalla loro relazione. Riconoscere il reflusso duodenale-gastrico cronico con i seguenti sintomi:

  • bruciore di stomaco, che di solito si verifica dopo aver mangiato;
  • nausea e possibili attacchi successivi di vomito con la bile;
  • eruttare con l'aria o con sapore aspro;
  • gonfiore e sensazione di scoppio dell'addome;
  • taglio o dolore addominale;
  • costante sapore amaro in bocca;
  • l'aspetto di un rivestimento giallastro sulla lingua.

Molto spesso il reflusso gastrico-duodenale si manifesta con il dolore. Le sensazioni spiacevoli, di regola, sono concentrate nella parte superiore dell'addome. Il dolore è ricorrente e per lo più tollerabile. Ma alcuni pazienti lamentano dolori troppo intensi e bruciori alla bocca dello stomaco, che compaiono quasi subito dopo aver mangiato, che vengono buttati fuori per alcune ore.

Come curare il reflusso duodenale gastrico?

Per recuperare più rapidamente, la terapia dovrebbe essere complessa e dovrebbe iniziare quando compaiono i primi segni. Prima di trattare la malattia da reflusso duodenale-gastrico, nominare esperti per determinare la causa del problema. Indipendentemente dal motivo per cui è comparsa la DGR, si raccomanda al paziente di riconsiderare il modo di vivere: non abusare di alcol e sigarette, di rifiutarsi di medicinali colagogici, caffeina, aspirina. Quando riflusso è molto importante controllare il peso e mantenere una dieta.

Reflusso duodeno-gastrico - trattamento con farmaci

Il compito principale della terapia farmacologica per DGR è quello di ripristinare le normali funzioni del tratto gastrointestinale e di monitorare la funzione di evacuazione del motore delle parti interessate del sistema digestivo. Come trattare il reflusso gastrico duodenale, dovrebbe determinare lo specialista. In generale, i medici nominano:

  1. Prokinetics - Cerucalum o Domperidone, - che contribuiscono alla rapida digestione del cibo, la sua assimilazione e avanzamento lungo i dotti dell'intestino tenue.
  2. Per proteggere la mucosa gastrica dall'effetto irritante del contenuto del duodeno, usare Omese, Nexium.
  3. Per far fronte al bruciore di stomaco aiuta mezzi come Almagel, Fosfalugel, Gaviskon.
  4. Rafforzare la peristalsi delle sezioni superiori del tubo digerente usando agonisti dei recettori della serotonina - citrato di mosapride.
  5. farmaci efficaci UDKH (acido ursodesossicolico), che rendono la tiri nel contenuto dello stomaco del duodeno solubile in acqua e meno aggressivo (in pratica, questo porta alla eliminazione del eruttazione, vomito, sollievo dal dolore amaro).

Reflusso duodeno-gastrico - trattamento con rimedi popolari

Questa malattia è curabile con metodi alternativi. Tuttavia, la maggior parte degli specialisti consiglia di ricorrere a loro solo come parte di una terapia complessa. Con la diagnosi di reflusso gastrico duodenale, le prescrizioni popolari dovrebbero essere selezionate dai medici e solo dopo aver determinato le cause dell'inizio della malattia. Altrimenti, le condizioni del paziente possono solo peggiorare.

Come curare il reflusso duodeno-gastrico con le erbe?

Preparazione e uso:

  1. Mescolare gli ingredienti in una ciotola in qualsiasi quantità. Puoi prendere "a occhio", le proporzioni chiare in questa ricetta non devono essere rispettate.
  2. Le erbe vengono versate con acqua bollente e insistono per 10-15 minuti.
  3. Il tè risultante è consigliato da bere tutti i giorni al mattino e alla sera.

Trattamento del reflusso gastrico duodenale con semi di lino

  • semi di lino - 1 cucchiaio. l.;
  • acqua 100 ml.

Preparazione e uso:

  1. I semi vengono versati in acqua fredda.
  2. La miscela deve essere infusa fino a quando i semi iniziano a gonfiarsi. In questa fase, il muco utile comincia ad emergere da loro.
  3. Il liquido risultante deve essere bevuto a stomaco vuoto per ¼ - ½ tazza.

Ayr e sage contro il reflusso duodeno-gastrico

  • radice aira - 50 g;
  • saggio - 50 g;
  • la radice dell'angelica è di 25 g;
  • acqua - 1 bicchiere.

Preparazione e uso:

  1. Prendi un cucchiaino di ogni miscela secca.
  2. L'acqua fa bollire e versa l'erba.
  3. Il farmaco deve fermentare per circa 20 minuti, dopodiché può essere filtrato e bevuto.
  4. Per rendere la miscela più deliziosa, è possibile aggiungervi del miele.
  5. Hai bisogno di bere medicine tre volte al giorno un'ora dopo aver mangiato.

Dieta con reflusso duodeno-gastrico - menu

Quasi tutte le malattie del tratto gastrointestinale sono trattate con una corretta alimentazione. E DGR non fa eccezione. Quando è necessaria una malattia da reflusso duodenale-gastrico, è necessaria una dieta rigorosa. Il cibo che mangi deve essere schiacciato a fondo. Vi è raccomandato un po ', ma 5 - 6 volte al giorno. I pazienti sono autorizzati a mangiare tali prodotti:

  • zuppe di verdure, borsch, zuppa senza arrostire;
  • pesce bollito, al vapore o al forno;
  • carne a basso contenuto di grassi, pollame;
  • salsiccia dietetica;
  • uova (non più di una al giorno);
  • verdure crude, bollite e stufate (soprattutto barbabietole e carote, verdure);
  • frutta non acida;
  • composte;
  • marmellata;
  • gelatina;
  • miele;
  • pane di segale o leggermente essiccato;
  • pasticcini imbattibili.

L'elenco dei prodotti categoricamente vietati include:

  • pane bianco fresco;
  • pasta sfoglia;
  • cottura;
  • pasta fritta;
  • grassi di origine animale, strutto;
  • funghi;
  • condimenti piccanti;
  • qualsiasi fagiolo;
  • cioccolato;
  • torte con burro o creme alla crema;
  • gelato

Qual è il reflusso gastrico duodenale? Sintomi e trattamento della malattia

DGR e le ragioni del suo verificarsi

Il reflusso duodenale-gastrico (DGR) si verifica in più della metà della popolazione. Nel 10-15% delle persone questa condizione si verifica sporadicamente, ad esempio, con uno sforzo fisico grave o durante il sonno. Questo stato non è manifestato da sintomi clinici e non è considerato una patologia.

La prevalenza delle informazioni mediche portò al fatto che il termine "reflusso duodeno-gastrico" cominciò a essere distorto. In alcuni mezzi di informazione, è possibile trovare reflusso gastrico duodenale o reflusso gastroduodenale. Queste opzioni sono errate.

Episodi prolungati e frequenti di DGR possono portare a una ristrutturazione irreversibile della mucosa gastrica, alla formazione di ulcere e allo sviluppo di gastrite cronica. La maggior parte dei casi di reflusso gastrico-duodenale-gastrico compare in pazienti sottoposti a chirurgia-gastrectomia.

Altri fattori che contribuiscono al problema:

  • intossicazione da alcool e fumo;
  • periodo di gravidanza;
  • malattie infiammatorie della cistifellea, del pancreas e del fegato;
  • prendendo alcuni farmaci che influenzano la muscolatura liscia dell'intestino e dello stomaco;
  • situazioni stressanti e imprecisioni nell'alimentazione;
  • eccesso di peso

Sintomo di reflusso duodenale-gastrico

Le manifestazioni cliniche della RDT sono non specifiche e simili alla maggior parte delle altre condizioni patologiche del tratto gastrointestinale. La DGR è spesso associata al reflusso gastro-esofageo (gettando il contenuto dello stomaco nell'esofago), poiché queste due malattie hanno fattori di sviluppo comuni.

I segni clinici della malattia dipendono dalle caratteristiche individuali del paziente e dalla gravità della malattia. La DGR può manifestarsi con i seguenti sintomi:

  • bruciore di stomaco e rigurgito;
  • dolore dietro lo sterno e nella regione epigastrica;
  • deglutizione dolorosa;
  • un retrogusto sgradevole e un odore dalla bocca;
  • una sensazione di trabocco dello stomaco;
  • gonfiore addominale;
  • nausea, meno spesso - vomito con una miscela di bile;
  • con la concomitante sconfitta dell'esofago, si verifica un'interruzione nel lavoro delle vie respiratorie (raucedine, tosse secca, sudorazione nella gola) e distruzione dello smalto dei denti.

Sfortunatamente, la gravità di DGR non corrisponde sempre alla gravità dei sintomi. Oltre l'80% dei casi di variazioni del pH nello stomaco e nell'esofago non sono accompagnati da sensazioni soggettive. Il paziente impara più spesso della malattia, quando si sviluppano cambiamenti irreversibili nella mucosa, c'è un'ulcera, una gastrite o altre complicazioni.

Criteri diagnostici

Per la diagnosi di GDR utilizzare:

  • pH-metria lungo, che consente di registrare la frequenza, la durata e il grado di espressione del reflusso;
  • radiografia con l'uso di mezzo di contrasto, attraverso il quale è possibile rilevare l'ingresso di contrasto dal duodeno nello stomaco, e anche per rilevare un'ernia del diaframma;
  • elettrogastroenterografia, che fornisce informazioni sull'attività contrattile dello stomaco e del duodeno;
  • FGDS (fibrogastroduodenoscopia), che consente di valutare la lesione della mucosa gastrica e dell'esofago, per identificare la presenza di ulcere, erosioni e valutare la gravità del processo patologico.

Se nel paziente viene rilevato un reflusso duodeno-gastrico durante l'esercizio programmato della GVHD, che non è accompagnato da un cambiamento nella mucosa gastrica e nei segni clinici, viene lasciato senza attenzione e non viene considerato una patologia.

Come trattare il reflusso gastrico duodenale?

La maggior parte dei pazienti si chiede se questo problema possa essere risolto. La malattia è ben curabile nelle fasi iniziali, quando la ristrutturazione irreversibile della mucosa gastrica non ha avuto inizio e il processo non ha acquisito un decorso cronico. In questi casi, un trattamento e una prevenzione adeguati proteggeranno dallo sviluppo delle complicanze DGR. Gli obiettivi della terapia sono di eliminare i sintomi, migliorare la qualità della vita del paziente, calmare la mucosa gastrica irritata, evitare o eliminare le complicanze della malattia.

  • dopo aver mangiato, non piegarsi in avanti e assumere una posizione orizzontale;
  • durante il sonno la testa dovrebbe essere massimamente elevata;
  • Non mangiare prima di andare a letto;
  • evitare abiti stretti e attillati, corsetti e cinture;
  • ci sono piccole porzioni;
  • La dieta in questa malattia implica il rifiuto di grassi, caffè, cioccolato, alcol e agrumi;
  • controlla il tuo peso;
  • evitare l'uso di farmaci che possono provocare reflusso (sedativi, nitrati, beta-bloccanti, tranquillanti, ecc.).

La terapia conservativa include:

  1. Prendendo preparazioni antiacido come Smecta, Almagel, ecc. Questi rimedi vengono utilizzati per eliminare i sintomi di bruciore di stomaco, eruttazione e retrogusto sgradevole in bocca.
  2. Prokinetics (Tserukal, Raglan, Motilium). Questi farmaci regolano e migliorano la motilità gastrica, accelerando il suo svuotamento.
  3. Farmaci antisecretori (Ranitidina, Omeprazolo). Sopprime la formazione di acido cloridrico e accelera il processo di rigenerazione della mucosa.
  4. L'assunzione di preparati enzimatici (Creonte, Festal, ecc.) È prescritta quando la DGR è associata a malattie pancreatiche.
  5. Stimolanti della secrezione gastrica e agenti che migliorano l'apporto di sangue nella parete dello stomaco (Pentagastrin, Euphyllin, Trental).
  6. Acido ursodesossicolico, che sostituisce gli acidi biliari tossici.

Terapia con rimedi popolari

I preparativi di medicina tradizionale sono usati nello schema di trattamento complesso insieme con medicine. Per il trattamento della malattia usare:

  • erbe medicinali a base di erbe con effetti calmanti (camomilla, salvia, erba di San Giovanni);
  • un po 'di semi di lino ha proprietà avvolgenti e lenisce la mucosa infiammata dello stomaco;
  • la tintura di piantaggine e il tè dell'olivello aumentano la motilità e favoriscono lo svuotamento dello stomaco.

Il trattamento con i rimedi popolari dovrebbe essere effettuato insieme alla terapia medica e sotto la supervisione di uno specialista, al fine di non aggravare il decorso della malattia e ottenere un effetto positivo duraturo.

Reflusso duodenogastrico: sintomi, trattamento

Il reflusso duodenogastrico è il lancio di cibo parzialmente digerito (noduli di cibo) dal dodicesimo duodeno nello stomaco. La patologia è molto comune - spesso visto come un segno di altre malattie del tratto gastrointestinale, ma come si può, anche se raramente, si manifestano come una malattia distinta, si è evidenziata in un nosology separata.

Informazioni generali

La malattia non appartiene a condizioni pericolose, ma soggettivamente provoca disagio fisiologico nei pazienti e peggiora significativamente la qualità della loro vita, e quindi attira l'attenzione costante dei gastroenterologi. D'altra parte Il reflusso duodenogastrico inesprimibile è osservato nel 15% della popolazione, in buona salute dal punto di vista della gastroenterologia - Le persone che non hanno mai lamentato in precedenza anomalie dal tratto digestivo. In questa categoria di sintomi di reflusso duodenali o appare letargico, che può essere facilmente agganciata oppure si manifesta a tutti, quindi in questo caso non considera come una patologia. Nelle persone sane, l'ingestione di cibo parzialmente digerito dal duodeno allo stomaco si osserva soprattutto di notte, dovuto al fatto che:

  • la gente mangia tardi la cena;
  • Lo sfintere di un piloro può rilassarsi di notte.

Lo sfintere pilorico è le fibre muscolari circolari nella parete dello stomaco nel punto di transizione di questo organo nel 12-colon. Hanno parzialmente "lasciato entrare" il cibo parzialmente digerito dallo stomaco nell'intestino e non gli permettono di tornare. Ciò impedisce conflitto fisiologico bolo mucosa gastrica, che ha un valore di pH diverso dovuta alla secrezione duodeno 12, enzimi dal pancreas e della cistifellea.

I gastroenterologi considerano il reflusso duodenogastrico una patologia nel caso in cui:

  • l'acidità del succo gastrico, determinata durante il pH-metria giornaliero, è superiore a 5, il che significa uno spostamento verso il lato alcalino;
  • un tale spostamento di acidità non è associato al mangiare.

Il reflusso duodenogastrico come patologia chiaramente delineata viene diagnosticato da diversi dati nel 28-32% dei pazienti. Uomini e donne ne soffrono all'incirca allo stesso modo. Un'impennata nel numero di casi di reflusso duodenogastrico è stata osservata nei giovani studenti - a causa di disturbi alimentari (soprattutto durante le sessioni studentesche).

Secondo una serie di gastroenterologi, reflusso duodeno si verifica in 45-100% dei casi di patologie croniche dello stomaco e del duodeno 12, ma non sempre diagnosticata (primo ochered- causa nedoobsledovaniya).

L'importanza della patologia è che può contribuire all'emergenza e all'ulteriore sviluppo di praticamente tutte le varietà di patologia gastrica - in primo luogo:

  • ulcera peptica;
  • infiammatorio;
  • tumore (in un remoto periodo di tempo).

Abbastanza spesso la malattia si sviluppa dopo alcuni tipi di intervento chirurgico sul tratto gastrointestinale - il più delle volte dopo:

  • colecistectomia (rimozione della cistifellea);
  • manipolazioni chirurgiche sui dotti biliari;
  • trattamento chirurgico del pancreas;
  • sutura dell'ulcera del duodeno.

Cause e sviluppo della patologia

Le cause più tipiche che portano al reflusso duodenogastrico sono:

  • attività motoria compromessa da parte dello stomaco e / o del duodeno;
  • aumento della pressione nel duodeno;
  • esame endoscopico del tratto gastrointestinale.

Grazie al miglioramento della tattica della fibrogastroduodenoscopia, sta diventando sempre più la causa di questa patologia. Se la bile si trova nello stomaco, significa che la causa del reflusso non era il FGD, ma altri fattori.

A sua volta, può verificarsi insufficienza pilorica dello stomaco:

  • a seguito di una violazione dello sviluppo fetale del feto - in particolare, con l'errato inserimento del tubo del cibo;
  • con anomalie acute croniche e gravi dello stomaco, che colpiscono principalmente il dipartimento pilorico, così come i dipartimenti limitrofi;
  • dopo l'intervento chirurgico per la patologia dello stomaco (non solo il suo dipartimento pilorico, ma anche i segmenti vicini - il loro funzionamento è correlato).

A causa della scuoiatura costante espressa contenuti 12 ulcera duodenale nei pressione stomaco aumenta ultima cavità, che a sua volta può causare l'aumento del reflusso gastroesofageo - gettato il contenuto dello stomaco nella porzione esofago.

Spesso questo accade se il reflusso duodenogastrico:

  • pronunciato;
  • a lungo termine non trattati;
  • sebbene siano stati fatti appuntamenti medici, ma è stato osservato per molto tempo.

La principale conseguenza patologica del reflusso duodenogastrico è l'azione aggressiva dei contenuti del duodeno sulla mucosa gastrica. Durante questo processo si verificano i seguenti processi:

  • contenuto di acido della colecisti e enzimi pancreatici corrodono la mucosa gastrica, grazie al quale gli ioni idrogeno del succo gastrico sono assorbiti nella parete dello stomaco. Ciò porta ad un aumento della produzione di acido cloridrico e ad un aumento crescente dell'acidità del succo gastrico;
  • questi stessi composti biologici danneggiano la struttura grassa delle cellule dello stomaco, aumentando così la loro sensibilità ai componenti aggressivi del succo gastrico (principalmente - all'acido cloridrico). Arriva un conflitto chimico tra il muro dello stomaco e il suo segreto (secrezioni).

Il reflusso duodenogastrico può verificarsi anche quando:

  • malattie funzionali dello stomaco - quelle per le quali i cambiamenti nella parete dell'organo non sono caratteristici - per esempio, con discinesia dello stomaco (violazione dell'attività motoria gastrica);
  • gastropatologia organica, che sono caratterizzati da anomalie fisico-anatomiche nella parete gastrica.

Molto spesso queste sono malattie e condizioni:

  • gastrite cronica;
  • Ulcera allo stomaco;
  • ulcera duodenale;
  • cancro allo stomaco;
  • riduzione del tono dello sfintere di Oddi (fibre muscolari circolari che circondano la confluenza del dotto biliare e il dotto pancreatico nel duodeno e 12 per regolare normale ingresso nella stessa di bile ed enzimi pancreatici);
  • duodenosi (violazione o completa cessazione dell'attività motoria del duodeno).

È necessario distinguere tra i legami di causa ed effetto della patologia del tratto gastrointestinale e il reflusso duodenogastrico:

  • con malattie funzionali del tubo digerente, prima c'è una violazione della motilità dello stomaco e dei segmenti iniziali dell'intestino tenue, quindi di conseguenza c'è un reflusso duodenogastrico;
  • con lesioni organiche del tratto gastrointestinale, il reflusso appare per la prima volta, e già provoca un disturbo dell'attività motoria del tubo digerente.

Questa sfumatura è un aiuto nella diagnosi.

Se l'attività del sito motore "stomaco-duodeno 12" diskoordinirovana (e in casi avanzati, è caotico e fa), allora questo porta già alla rottura della circolazione di contenuto gastrico del duodeno 12. "L'inceppamento "del grumo di cibo nello stomaco, a sua volta, porta a:

  • ulteriore aumento della gastrostasi (ristagno di cibo nello stomaco);
  • il verificarsi di duodenosi (ristagno del nodulo di cibo nel duodeno);
  • antiperistaltica (contrazione ondulatoria del tratto gastrointestinale nella direzione dal duodeno allo stomaco, sebbene la norma sia l'opposto);
  • aumentando il trasferimento di contenuti dal duodeno allo stomaco.

Il reflusso duodenogastrico si osserva principalmente con le seguenti combinazioni di disturbi gastrointestinali:

  • tono gastrico normale, spasmo pilorico dello stomaco e ristagno nel duodeno;
  • diminuzione del tono dello stomaco, apertura del piloro e aumento della pressione nel duodeno.

In precedenza, la teoria popolare era che il contenuto intestinale di fusione dal duodeno allo stomaco è una sorta di reazione protettiva del corpo per:

  • aumento dell'acidità del succo gastrico;
  • lesione infiammatoria della mucosa gastrica.

I sostenitori della teoria hanno sostenuto che, entrando nello stomaco, il contenuto alcalino duodenale neutralizza il contenuto acido dello stomaco, in modo che la sua mucosa non si corroda.

Infatti, gli acidi biliari, che fanno parte del contenuto duodenale, al contrario sono in grado di aumentare l'acidità del contenuto gastrico, che porta alla sua ulcerazione.

Sintomi di reflusso duodenogastrico

I sintomi più indicativi che si sviluppano con reflusso duodenogastrico sono:

  • dolore addominale;
  • fenomeni dispeptici;
  • flatulenza (gonfiore dovuto a una quantità eccessiva di gas nell'intestino).

Caratteristiche del dolore nel reflusso duodenogastrico:

  • sono osservati nella metà superiore dell'addome;
  • Versato, non avere una localizzazione chiara
  • per natura - spastico (spasmo sotto forma di attacchi);
  • con la forza - media o alta intensità;
  • si verificano 30-40 minuti dopo l'ingestione, a volte - prima (dipende dalla velocità del cibo dallo stomaco al 12-colon).

I fenomeni dispeptici che si presentano in questa malattia sono:

  • bruciore di stomaco (osservato per qualsiasi acidità del contenuto gastrico);
  • rigurgito (mini-versione di vomito) con cibo e contenuto acido;
  • ruttare con aria e contenuti acidi;
  • con progressione della condizione - vomito con una mescolanza di calcoli biliari;
  • sensazione di amarezza in bocca.

complicazioni

Conseguenze negative più pronunciate possono provocare complicazioni del reflusso duodenogastrico - prima di tutto:

  • malattia da reflusso gastroesofageo - gettando nell'esofago non solo il contenuto acido dello stomaco, ma anche il 12-duodeno alcalino, attivamente gettato nello stomaco;
  • adenocarcinoma - uno dei più neoplasie maligne dell'esofago, che si sviluppa dalle sue cellule ghiandolari. Il meccanismo di formazione del tumore è il seguente. Il contenuto del duodeno 12, ottenendo nello stomaco, aumenta la pressione in esso. A causa di questo, il contenuto dello stomaco flussi nell'esofago, provocando un cambiamento nelle mucose, versata in metaplasia - l'espansione della mucosa e la rigenerazione delle sue cellule, che alla fine trasformarsi in adenocarcinoma;
  • gastrite C tossico-chimica - un'infiammazione costantemente mantenuta della mucosa gastrica a causa degli effetti cronici su di esso di succo biliare e pancreatico, che sono componenti del contenuto del duodeno. Il più delle volte si verifica con un trattamento improprio del reflusso duodenogastrico.

diagnostica

I segni descritti di reflusso duodenogastrico non sono specifici: possono verificarsi in altre malattie gastrointestinali, che possono causare confusione nella diagnosi. Pertanto, per chiarire la diagnosi sono necessari ulteriori metodi di ricerca:

  • esame fisico-visivo del paziente, percussione (tapping), palpazione (sondaggio) e auscultazione (ascolto) dell'addome;
  • utensili;
  • laboratorio.

Abbastanza spesso il reflusso duodenogastrico viene diagnosticato accidentalmente:

  • durante un esame completo, che è stato nominato dal medico per altre sospette patologie del tratto gastrointestinale;
  • ad esami preventivi annuali.

L'esame visivo dei dati di un tale paziente è decisamente scarso - anche nel più rapido processo di lancio del contenuto duodenale nello stomaco questo non si manifesterà affatto nell'esame del paziente. L'unico segno che si verifica durante l'esame nel 95-97% dei casi è una marcata placca bianca-gialla sulla lingua in assenza di sclera gialla e mucose visibili.

Dati sulla palpazione addominale:

  • dolore nell'addome superiore;
  • a volte - la sensibilità della pelle, che è determinata dalla palpazione superficiale della parete addominale anteriore.

Auscultazione addominale:

  • Al momento della fusione del contenuto duodenale, è possibile sentire un aumento del rumore peristaltico e il ronzio nell'intestino.

I metodi strumentali di ricerca, più giustificati nella diagnosi di reflusso gastrico duodenale, sono:

  • pH-metrica intragastrico - misurazione dell'acidità del succo gastrico;
  • electrogastrography;
  • manometria antrodiodenale.

Il metodo più informativo per confermare il reflusso duodenogastrico è un pH-metria intragastrico di 24 ore. Durante di esso vengono registrate anche le più piccole fluttuazioni del pH del mezzo intragastrico, che non sono associate al consumo. Risultati più accurati dello studio sono ottenuti durante il periodo notturno, poiché il paziente non assume cibo in grado di regolare il pH dello stomaco.

Durante l'elettrogastrografia, i potenziali elettrici della parete gastrica sono registrati graficamente, che valutano indirettamente l'attività motoria dell'organo.

Durante la manometria antrodiodenale, la pressione intragastrica viene misurata in dinamica.

L'analisi dei dati di pH-metria, elettrogastrografia e manometria consente di stimare i cambiamenti nella motilità gastrica, vale a dire:

  • violazione della coordinazione del sistema motorio di questo corpo;
  • cambiamenti di pressione intragastrica.

Come metodi strumentali ausiliari nella diagnosi del metodo duodenogastrico, vengono utilizzati i seguenti:

Aiuteranno a condurre una diagnosi differenziale del reflusso duodenogastrico con altre malattie del tratto gastrointestinale.

Il metodo di indagine più informativo del laboratorio nel sospetto reflusso gastrico duodenale è l'analisi del succo gastrico - la presenza in esso di enzimi o bile pancreatici digestivi indica lo sviluppo del reflusso.

Diagnostica differenziale

Prima di diagnosticare il reflusso duodenogastrico, devono essere escluse le seguenti patologie simili a quelle della sintomatologia:

  • gastrite acuta con elevata acidità o esacerbazione della sua forma cronica;
  • forme erosive di gastrite;
  • ulcera allo stomaco;
  • acuta o esacerbazione della duodenite cronica (infiammazione) del duodeno;
  • ulcera del duodeno;
  • colecistite acuta;
  • colelitiasi;
  • colangite acuta (infiammazione dei dotti biliari);
  • acuta o esacerbazione di pancreatite cronica.

Trattamento del reflusso duodenogastrico

Nella maggior parte dei casi, i pazienti con reflusso duodenogastrico sono trattati in regime ambulatoriale. Il ricovero in ospedale è effettuato:

  • in vista di un'indagine più dettagliata;
  • con forte dolore e vomito;
  • con lo sviluppo di complicazioni di questa patologia.

Il trattamento della malattia può essere:

La terapia conservativa si basa su:

  • normalizzazione della dieta e della dieta;
  • normalizzazione dell'attività fisica;
  • con obesità - normalizzazione del peso corporeo con l'aiuto di attività fisica e diete, selezionate esclusivamente da un medico specialista;
  • rifiuto del caffè;
  • rifiuto di fumare e bere bevande alcoliche (anche con bassa gradazione alcolica);
  • terapia farmacologica;
  • trattamento di fisioterapia - ricevimento di acque minerali alcaline, massaggio dell'addome.

Le basi della nutrizione (dieta) con reflusso duodenogastrico sono le seguenti:

  • ricevimento di vitamine naturali;
  • inclusione nella dieta di alimenti con maggiore contenuto di fibre;
  • al centro della dieta dovrebbe essere carne a basso contenuto di grassi (tacchino, coniglio, manzo), porridge, kefir, latte cotto fermentato, yogurt, verdure, frutta e bacche;
  • necessario eliminare i cibi acidi, piccanti e fritti e gli alimenti che sono in grado di stimolare il rafforzamento della secrezione gastrica, cistifellea e del pancreas (carne, salamoia crauti, succo di pomodoro, aglio, pomodori - sia dolce e salata), così come il cibo spazzatura - hamburger, patatine, e così via;
  • nel periodo di esacerbazione sono raccomandati pasti frazionati frequenti (fino a 5-6 pasti al giorno);
  • dopo aver mangiato, la posizione verticale del corpo è raccomandata per 1 ora.

Come una terapia farmacologica nominare:

  • medicinali che normalizzano l'attività motoria dello stomaco e del duodeno;
  • cosiddetti procinetici selettivi - farmaci che migliorano il processo di svuotamento dello stomaco del suo contenuto e impediscono il lancio di cibo parzialmente digerito dal duodeno nello stomaco;
  • inibitori dell'attività degli acidi biliari (farmaci con azione soppressiva);
  • bloccanti della pompa protonica;
  • antiacidi - farmaci che normalizzano l'acidità aumentata dei contenuti gastrici.

Il paziente deve vietare rigorosamente l'assunzione incontrollata di medicinali in generale, i FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei) e il colagogo in particolare - possono aggravare il corso del reflusso duodenogastral.

Nel caso in cui le misure conservative non diano un risultato duraturo, o se la malattia progredisce, a causa dell'apertura del portiere, un certo numero di medici consiglia l'intervento chirurgico. Ma il gatekeeper effettuare plastica di alta qualità è tecnicamente difficile, e la sovrapposizione della anastomosi (fistola) tra il corpo dello stomaco e l'intestino tenue è appropriato, poiché in questo caso non è possibile formare una formazione che funzionalità potrebbe essere simile al gatekeeper.

prevenzione

La misura più efficace che previene il verificarsi di reflusso duodenogastrico è la regolazione della nutrizione. Grazie a lui impedisce:

  • interruzioni nel lavoro del gatekeeper;
  • malattie del tratto gastrointestinale, che prima o poi possono portare al reflusso duodenogastrico.

Uno dei principali postulati di una dieta ben consolidata è l'opposizione all'eccesso di cibo, che provoca abbastanza rapidamente un malfunzionamento della motilità dello stomaco e del duodeno. Inoltre, i metodi di prevenzione includono:

  • il comportamento tecnicamente competente delle FGD (in modo che non provochi una manifestazione spontanea di reflusso duodenogastrico);
  • assumere farmaci solo su prescrizione e sotto la supervisione di un medico;
  • individuazione tempestiva e trattamento della patologia del tratto gastrointestinale. Inoltre, aiuta ad evitare un intervento chirurgico sul tratto gastrointestinale, a causa del quale si può sviluppare un reflusso duodenogastrico;
  • esercizi fisici che aiutano a rafforzare il corpo corsetto muscolare e muscoli addominali, in modo che gli organi del tratto gastrointestinale (ad esempio, stomaco e duodeno 12) sono al loro posto designato della natura.

prospettiva

La prognosi è estremamente favorevole. Lo sviluppo sfavorevole del reflusso duodenogastrico si verifica a causa della sua negligenza e del verificarsi di complicanze. Nei casi gravi e remoti, si verificano violazioni gravi nella motilità del tratto gastrointestinale, che è irto di "perdita" dello stomaco e del duodeno dal normale atto di digestione. In questi casi, il paziente è costretto a nutrirsi per via parenterale (introducendo nutrienti attraverso il flusso sanguigno).

Kovtonyuk Oksana Vladimirovna, revisore medico, chirurgo, consulente medico

4,917 visualizzazioni in totale, 2 visualizzazioni oggi