Restauro del colon dopo una colonscopia

Nella medicina moderna, ci sono molti metodi alternativi per esaminare l'area intestinale nel corpo umano, ma la colonscopia endoscopica è la più informativa, a breve termine e minimamente traumatica. Alcuni pazienti hanno molta paura del dolore durante questa procedura diagnostica, mentre altri sono molto preoccupati di come condurre correttamente ricostruzione del colon dopo colonscopia.

Indicazioni per colonscopia

Una colonscopia è una procedura diagnostica piuttosto sgradevole per il paziente, che consente un esame molto qualitativo della sua area rettale. I colonscopi non possono nascondere ulcere, oncologia, polipi e varie lesioni del tessuto epiteliale. Questa diagnosi endoscopica è necessaria per passare periodicamente a tutte le persone, in particolare a quelle che cadono nel gruppo a rischio di malattie che colpiscono la parte inferiore del sistema digestivo. Inoltre, quando si esegue una diagnosi colonscopica, un endoscopista può:

• rimuovere il corpo estraneo dall'area rettale del corpo umano,

Controindicazioni alla colonscopia

• I bambini sotto i 14 anni e le donne in gravidanza non devono essere sottoposti ad un esame diagnostico con una colonscopia virtuale.

Sensazioni dopo una colonscopia

Cosa prova il paziente dopo la procedura:

• I frequenti meteorismi sono una conseguenza della presenza di aria residua in un'area caratteristica del corpo umano, che l'endoscopista non ha potuto evidenziare. Quest'aria durante la diagnosi colonscopica è forzata nel retto per espandere il suo lume.

I medici consigliano ai pazienti dopo aver completato la diagnosi di colonscopia un paio d'ore prima di sdraiarsi ancora sullo stomaco. Come ripristinare l'intestino dopo una colonscopia diagnostica? Tali raccomandazioni dovrebbero essere prese in considerazione:

• Se sei interessato alla questione dell'uscita corretta dal cibo dietetico privo di scorie, allora ti affrettiamo a rassicurarti: in assenza di altre raccomandazioni mediche, non è richiesto alcun ritorno graduale alla normale dieta del paziente. Il paziente può mangiare immediatamente dopo il completamento di una colonscopia diagnostica, qualsiasi cosa desideri.

Da quanto precede, si può concludere che ricostruzione del colon dopo colonscopia con il normale corso del processo diagnostico non richiede alcun tempo speciale e spese personali. Una persona può tornare quasi immediatamente ad uno stile di vita abituale.

Recupero dopo una colonscopia

La preparazione per la procedura di colonscopia richiede una dieta speciale per diversi giorni e una pulizia approfondita dell'intestino dai resti delle feci, il processo di esame provoca anche una reazione del corpo. Pertanto, il recupero dopo una colonscopia richiede tempo, rispetto della dieta e dell'esercizio fisico. I termini della riabilitazione dipendono dalla diagnosi del paziente, dalle malattie concomitanti e dalla presenza di complicanze.

Reazioni del corpo alla colonscopia

Dopo l'esame, lo stato generale di salute del paziente di solito peggiora. Le conseguenze della colonscopia si manifestano quasi sempre:

  • debolezza, vertigini;
  • peso quando si cammina;
  • violazione delle feci;
  • leggera scarica sanguinante dall'ano;
  • dolore nell'addome.

Tali reazioni del corpo non sono complicazioni. La corretta routine quotidiana, la limitazione dell'attività fisica e la dieta dopo una colonscopia dell'intestino senza intervento medico in un giorno o due portano la salute del paziente alla normalità.

Debolezza e vertigini

La debolezza può essere una risposta:

  1. Per i farmaci che vengono utilizzati per l'anestesia generale.
  2. Anche prima della procedura e la prima volta dopo una persona non mangia nulla, quindi si indebolisce a causa di insufficiente assunzione di sostanze nutritive.
  3. Un senso di debolezza può portare a una malattia.

Debolezza e vertigini subito dopo la colonscopia non sono considerate patologie. Se i sintomi iniziano a peggiorare, allora questa condizione provoca ansia e richiede un intervento medico.

Violazione della defecazione

L'esame con l'uso di un endoscopio interrompe la normale vita della microflora nell'intestino e causa traumi alla superficie della mucosa. Pertanto, spesso i pazienti lamentano che lo stomaco fa male dopo una colonscopia e la sedia è rotta. Questo si manifesta con la dispepsia o viceversa con un ritardo nelle feci. Inoltre, le feci possono contenere una piccola quantità di sangue, a volte muco.

  • Diarrea dopo una colonscopia - il risultato di un disturbo temporaneo dell'assorbimento di liquido dalle feci nel lume dell'intestino crasso, quindi le feci acquisiscono una consistenza liquida.
  • costipazione - una conseguenza del rallentamento dell'attività motoria dell'intestino inferiore.

Isolamento del sangue dall'ano

Lo scarico sanguigno dal retto in piccole quantità dopo l'esame non dovrebbe spaventare. Ciò è dovuto a un trauma alla mucosa intestinale durante l'esame o è una risposta a una biopsia o alla rimozione di polipi nell'intestino luminale.

Se c'è poco sangue e non ci sono altri sintomi, questa è la norma. Non è richiesto un trattamento speciale, di solito passa rapidamente senza interventi speciali.

Sindrome del dolore

La maggior parte dei pazienti inizialmente lamentano dolore addominale dopo l'esame. Questo non dovrebbe anche causare preoccupazione:

  • Questa è la risposta del corpo allo stiramento e al trauma della parete intestinale da parte dell'endoscopio.
  • L'iniezione di aria nel lume dell'intestino allo scopo di raddrizzare le pieghe e una vista migliore anche non passa senza lasciare traccia.

Nutrizione dopo colonscopia

La nutrizione dopo una colonscopia dell'intestino è nominata dal medico curante. Prende in considerazione le condizioni generali del paziente, la sua malattia e il modo in cui il paziente ha sofferto la manipolazione.

Per ripristinare l'intestino dopo che la colonscopia era più veloce, i medici consigliano di iniziare a mangiare con piccole porzioni, prodotti facilmente digeribili, ma i piatti dovrebbero contenere un numero sufficiente di componenti proteici. Inoltre, puoi assumere integratori complessi di vitamine e minerali.

  • frutta, verdura;
  • prodotti a base di pesce bolliti o al vapore;
  • uova sode;
  • Zuppe, cotte su brodo vegetale, condite con verdure o burro.

Astenersi temporaneamente dal mangiare:

  • carne o pesce fritto o affumicato;
  • salsicce;
  • qualsiasi tipo di cibo in scatola;
  • cereali integrali;
  • focacce pasticceria.

Puoi mangiare il pane leggermente secco della cottura di ieri.

Il restauro della microflora intestinale è beneficamente influenzato da un'ampia varietà di prodotti a base di latte fermentato - kefir naturale, yogurt e altri.

È anche necessario prendere probiotici allo stesso tempo. Le forme di dosaggio capsulare più efficaci.

All'atto di osservanza di regole di un cibo la sedia appare di solito durante 2-3 giorni.

Cosa fare con diverse complicazioni

In quei casi in cui i suddetti sintomi dopo un giorno o due non passano, ma si intensificano, si può sospettare che questo è il modo in cui le complicazioni si manifestano dopo la colonscopia dell'intestino. È necessario rivolgersi urgentemente al dottore per scoperta della ragione di un'indisposizione e l'aiuto qualificato.

Con debolezza

Aiuta a ripristinare la salute normale:

  • Infusioni endovenose di soluzione fisiologica Il volume di liquido perso a causa di diarrea è compensato.
  • Iniezioni di reosorbilatto o agenti simili contenenti sostanze minerali.
  • Stimola efficacemente il sistema immunitario, oltre che nervoso e muscolare, iniettando vitamine dai gruppi B e C.

Con la diarrea

Puoi usare i dispositivi medici:

  • Smektoy: un pacchetto tre volte al giorno.
  • Loperamide. Inibisce il progresso della massa delle feci attraverso l'intestino, nel frattempo assorbe il fluido in eccesso e la formazione di feci di consistenza normale.
  • Forte di Hilak. Prendi 40 gocce tre volte al giorno. Mezzi efficaci per stimolare la crescita della microflora sana nella cavità intestinale.

Ottimo anche per le feci liquide dopo che la colonscopia viene cucinata in modo indipendente:

  • Erba di San Giovanni;
  • rizomi della sanguisuga;
  • mirtilli;
  • del frutto di ciliegia.

Con costipazione

In questo caso, i farmaci del gruppo lassativo aiuteranno:

  • Dufalac - stimola la peristalsi intestinale. Hai bisogno di prendere 25 ml al mattino durante un pasto.
  • Bisacodyl - aumenta la secrezione della secrezione mucosa delle ghiandole dell'intestino crasso, facilitando così il movimento delle feci. Prendi 2 pillole prima di andare a letto.
  • Forlax: ripristina la motilità intestinale. Prendi un pacchetto una volta al giorno.

Con l'assegnazione di sangue

La complicazione della secrezione di sangue dopo colonscopia è considerata una combinazione di sintomi:

  • assegnazione significativa di sangue scarlatto dall'ano;
  • declino progressivo della pressione sanguigna e aumento della debolezza;
  • aumento della frequenza cardiaca.

Tali sintomi segnalano sanguinamento interno. La condizione richiede una chiamata immediata al medico, fino a quando non diventa minaccioso.

L'aiuto è fornito in un ambiente ospedaliero, dove vengono eseguite terapie emostatiche. In situazioni gravi, si versa plasma o sangue.

Con l'assegnazione di pus

La febbre, accompagnata da un aumento della temperatura corporea e una secrezione purulenta, indicano l'insorgenza del processo infiammatorio nel lume dell'intestino crasso a seguito dell'infezione durante l'esame.

Il trattamento consiste nell'appuntamento:

  • agenti antibatterici;
  • terapia di disintossicazione.

Con la sindrome da dolore intensivo

Se il paziente dopo la colonscopia ha dolore insopportabile, accompagnato da:

  • vomito senza sollievo;
  • condizione grave con perdita di coscienza;
  • gonfiore;
  • il paziente giace su un fianco, le gambe piegate al petto;
  • La parete anteriore dell'addome è tesa e assume una forma di placca.

Tali sintomi possono parlare di una complicanza pericolosa - perforazione del muro dell'intestino crasso. Questa complicanza è rara, ma le misure devono essere urgenti, cioè ricovero urgente e chirurgia d'urgenza, altrimenti il ​​paziente potrebbe morire.

Prevenzione delle complicanze

La colonscopia si riferisce a metodi invasivi di esame, cioè, viene eseguita mediante penetrazione profonda del colonoscopio attraverso il lume dell'intestino crasso. Il metodo di esame fornisce risultati accurati, ma è prescritto solo se vi sono indicazioni rigorose.

Per evitare complicazioni, è necessario condurre un esame approfondito del corpo prima della manipolazione e scoprire se ci sono controindicazioni al paziente e quindi prepararsi adeguatamente alla procedura. Dopo la manipolazione, è richiesto anche un periodo di recupero, che richiede diversi giorni.

Malattie in cui la colonscopia è controindicata:

  • malattia dell'intestino ulceroso;
  • protrusioni erniali;
  • con una grave condizione generale.

Preparazione per il sondaggio:

  • 7 giorni prima dell'orario stabilito, iniziare a mangiare seguendo il principio di una dieta priva di scorie.
  • 12 ore prima del test completamente per rinunciare al cibo.
  • La vigilia prima di andare a letto e al mattino fare un clistere purificante.

conclusione

La colonscopia consente al medico-coloproctologo:

  • Esaminare le superfici interne delle pareti dell'intestino crasso nel più piccolo dettaglio;
  • mettere la diagnosi corretta;
  • nominare un trattamento adeguato

La procedura ha molte possibilità, quindi è difficile sostituirla con un'altra.

La stretta osservanza di tutti i requisiti prima e dopo la procedura riduce significativamente i termini del periodo di recupero e la sensazione di disagio passa rapidamente.

Nutrizione dopo colonscopia dell'intestino

Il restauro del solito lavoro dell'intestino è sotto la supervisione del medico curante. La nutrizione dopo colonscopia dell'intestino è un momento chiave nella prevenzione delle complicanze dopo la manipolazione. Per il ripristino più rapido della funzione intestinale, viene introdotto un menu delicato con pasti frazionari e frequenti. I prodotti sono facilmente digeribili, con un sacco di vitamine, minerali, che non possono ferire le pareti intestinali. Spesso dopo una colonscopia, osservando una dieta, i pazienti dimenticano il senso della misura, la necessità di ripristinare gradualmente il normale funzionamento dell'intestino, inclusi gli alimenti esclusi nella dieta a piccole dosi. Questo può portare a complicazioni - stitichezza, diarrea, gonfiore, gas, sanguinamento.

Per escludere la possibilità di provocare stitichezza, ricorda di osservare il bilancio idrico, bevi almeno 2-2,5 litri di acqua al giorno. Si consiglia di effettuare il menu prendendo in considerazione 6-7 pasti con un intervallo di 1,5-2 ore. Per 30-40 minuti prima di mangiare, è necessario bere 1 bicchiere d'acqua. Il cibo non è consumato dai liquidi. Per un efficace lavoro di succo gastrico, digestione completa del cibo, è importante sostenere una pausa di 40 minuti. Il cibo deve essere caldo: la temperatura dei piatti freddi - sopra i 15 gradi, i piatti caldi - fino a 62 gradi.

Prodotti consentiti

Dopo una colonscopia, il cibo è autorizzato sulla base dei polmoni per assimilare i prodotti:

  • Zuppa sulla base di brodo di verdure, pesce magro (merluzzo, passera, merluzzo, tonno, rombo, merlano, triglie, trota), pollame (pollo, tacchino);
  • Uovo bollito, morbido, frittata cucinata su un bagno di vapore;
  • Pesce bollito di tipo magro;
  • Pesce cucinato con un bagno di vapore;
  • Porridge di farina d'avena, riso, grano saraceno, mango, senza latte;
  • Fresco, stufato, bollito, cotto su un bagno di vapore;
  • Cagliata, yogurt, yogurt, latte cotto fermentato;
  • Frutta secca inzuppata;
  • Infuso di rosa canina, tè su preparazioni erboristiche, composte, gelatina;
  • Zephyr, giuggiola, miele;
  • Cereali, pane di segale

Prodotti vietati

Dal cibo sono esclusi:

  • Prodotti a base di carne fritti, pesce;
  • Salsiccia, cibi in scatola, carne affumicata, sottaceti, marinate;
  • Cereali integrali;
  • Lenticchie, ceci, fagioli, piselli, riso;
  • dolciaria;
  • pasticcerie;
  • Prodotti a base di maccheroni;
  • Ravanello, ravanello, cipolla, aglio;
  • Funghi in qualsiasi forma;
  • Uovo fritto;
  • Caffè appena macinato;
  • Prodotti contenenti fave di cacao;
  • alcol;
  • Piatti taglienti e grassi.

Menu di esempio

Come menu indicativo per la settimana, puoi utilizzare l'opzione:

  • Colazione: porridge liquido, tè;
  • Seconda colazione: massa di ricotta;
  • Pranzo: zuppa di verdure, petto bollito;
  • Merenda pomeridiana: kefir;
  • Snack: yogurt;
  • Cena: porridge di grano saraceno, carne bollita.
  • Colazione: casseruola di ricotta, kissel;
  • Seconda colazione: composta;
  • Pranzo: brodo di pollo con gnocchi;
  • Merenda pomeridiana: kefir;
  • Spuntino: yogurt, banana;
  • Cena: stufato stufato di verdure.
  • Colazione: uova strapazzate, tè;
  • Seconda colazione: hamburger fermentato;
  • Pranzo: zuppa di spaghetti;
  • Snack: massa di cagliata;
  • Snack: composta di mele;
  • Cena: pesce al vapore, purea di patate.
  • Colazione: porridge di riso, composta;
  • Seconda colazione: pesca;
  • Pranzo: zuppa di verdure (senza cavoli);
  • Spuntino: gelatina, torta di mele;
  • Snack: infusione di rosa canina;
  • Cena: zucchine ripiene di carne e riso.
  • Colazione: uovo alla coque, tè con latte;
  • Seconda colazione: yogurt, mela;
  • Pranzo: petto di pollo, cotto con formaggio, verdure al forno;
  • Merenda pomeridiana: kefir;
  • Spuntino: gelatina di yogurt, fiocchi di latte, frutta;
  • Cena: riso cotto, stufato di carne bollita.
  • Colazione: porridge di farina d'avena, tè;
  • Seconda colazione: insalata di mele e carote in umido;
  • Pranzo: carne, cotta in salsa di panna acida; riso bollito;
  • Merenda pomeridiana: ryazhenka;
  • Spuntino: tè;
  • Cena: pesce bollito, patate al forno.
  • Colazione: frittata, al vapore, tè;
  • Seconda colazione: ricotta, banana;
  • Pranzo: pilaf con frutta, verdure al vapore, pane con il contenuto di crusca;
  • Merenda pomeridiana: infusione di rosa canina, crostini;
  • Snack: gelatina, frutta;
  • Cena: carne al forno con patate, pilaf di carne bollita, tè.

Le porzioni devono essere ridotte al minimo, ogni pasto è calcolato sulla base di 200-250 grammi di pasti pronti in totale, escluso il tè. Tra i pasti, dovresti seguire la regola: bere un bicchiere d'acqua 40 minuti dopo aver mangiato. Il medico curante può raccomandare altre opzioni di menu, tenendo conto delle condizioni del paziente prima della colonscopia, dopo la manipolazione. L'opzione di menu mostra che il recupero dopo la procedura può avvenire con una dieta a tutti gli effetti, senza compromettere le sensazioni gustative.

Mangiare dopo una colonscopia sotto anestesia

La colonscopia è un metodo endoscopico per lo studio della parte spessa e sottile dell'intestino. Invasivo (interno, eseguito mediante l'introduzione di strumenti speciali) viene eseguito, con alcune indicazioni, implicando la manipolazione in anestesia. In questo caso, viene prescritta una dieta con un numero elevato di restrizioni.

Alcune ore dopo l'anestesia, sono consentiti diversi sorsi d'acqua ordinaria. Se l'assunzione di liquidi è presa dal corpo in modo positivo, senza nausea, vomitando, la quantità di acqua bevuta aumenta gradualmente. Bere può essere filtrato, da bottiglie o acqua bollita, con un intervallo di 20-30 minuti.

Nei primi giorni non puoi mangiare, bere:

  • latte;
  • Bevande gassate;
  • Prodotti che includono una grande quantità di fibre vegetali;
  • Sciroppi concentrati contenenti zucchero.

La tabella dietetica corretta include una transizione graduale dagli alimenti liquidi a quelli più solidi:

  • Il primo giorno o due possono essere esclusivamente cibo liquido (brodi di carne di uccello bianca);
  • Dopo un paio di giorni, al paziente viene data una strofinata di minestre e brodi a basso contenuto di grassi, yogurt con basso contenuto di grassi, gelatine, mousse;
  • Alla fine della settimana è permesso lavare il piatto.

Il cibo dovrebbe essere ingerito frequentemente, in piccole porzioni.

Il cibo duro viene introdotto gradualmente nella dieta, delicatamente. Nei primi giorni dopo l'introduzione di cibi solidi è opportuno limitare 30-50 grammi al giorno.

Potenza dopo l'applicazione di Fortrans

Quando il gastroenterologo incaricato del trattamento nomina l'esame colonscopico dell'intestino, durante la fase preparatoria al paziente vengono solitamente prescritti Fortrans, pulizia dei clisteri. Il farmaco è un forte lassativo, usato per pulire l'intestino dalle scorie sulle pareti, le feci prima dell'esame. L'uso del farmaco ha caratteristiche, il dosaggio del medicinale è calcolato dal medico, in base al peso del paziente.

La preparazione per l'esame colonscopico inizia 2-3 giorni prima della procedura. La fase di purificazione, soggetta a rifiuto di mangiare un giorno prima della colonscopia, dura circa un giorno dal momento del ricevimento di Fortrans, il farmaco inizia ad agire dopo diverse ore, l'effetto termina dopo 5-6 ore.

Dopo l'applicazione richiede Fortrans ripristino della microflora nello stomaco, poiché il farmaco viene eliminato dal scorie e lavaggi batteri utili dallo stomaco, intestino, dopo di che può apparire malattia dysbacteriosis.

Per ripristinare la microflora intestinale, un medico può essere prescritto Lineks o Bifidumbacterin. La dieta dopo l'uso di Fortrans ha bisogno di un alimento delicato, magro, eliminando cibi ricchi di fibre, bevande con gas per escludere la possibilità di danni alla mucosa intestinale. Nei primi giorni si dovrebbe iniziare la mattina con riso o porridge di avena in acqua, senza sale, zucchero o spezie.

Per escludere la possibilità di disidratazione, dovresti bere abbastanza acqua, perché durante la procedura di purificazione, una notevole quantità di acqua viene rimossa dal corpo, richiedendo il reintegro. Il cibo, come in altri casi, viene introdotto in piccole porzioni. I piatti sono consigliati per cucinare da prodotti: pollo, tacchini, conigli. La dieta comprende prodotti caseari a basso contenuto di grassi: yogurt, kefir, ricotta; verdure fresche, stufate, riso o farina d'avena, mela, succhi di pomodoro.

Quali sintomi dovrebbero essere tenuti sotto controllo

Dopo la colonscopia, la sedia appare il 2-3 giorno, a condizione che la dieta sia seguita dopo la procedura di esame, le raccomandazioni del medico. Se non mangi abbastanza fibra - il periodo di normalizzazione della sedia viene posticipato, non puoi andare in bagno per altri 1-3 giorni.

A quali sintomi dovrebbe prestare attenzione il paziente dopo la manipolazione? Se sei preoccupato per il dolore, il gas nell'intestino, i dolori allo stomaco, la ragione è nell'aria pompata nell'intestino durante la manipolazione, che viene pompata con l'aiuto di un colonsoscopo dopo la fine dello studio. Per facilitare, è permesso prendere carbone attivo dal calcolo di 1 compressa per 10 kg di peso. È vietato assumere lassativi senza il consenso di un medico.

La diarrea si verifica in genere a causa di un consumo improprio di farmaci durante la fase preparatoria o a causa della reazione del sistema nervoso. Se la diarrea dura meno di 48 ore, non è richiesto alcun trattamento aggiuntivo. Tuttavia, il medico può prescrivere farmaci: Smecta, Loperamide e Hilak Forte.

In caso di diarrea prolungata, se si riscontra sangue nelle feci, consultare immediatamente un medico per ulteriori consigli per ripristinare la salute.

Dopo l'operazione sull'intestino, eseguita simultaneamente con la colonscopia, si dovrebbe prestare attenzione al benessere: il basso addome, sanguinamento durante il movimento intestinale può far male. Questo può essere un segno di complicazioni, un'occasione per un appello ripetuto al medico curante.

Oltre a una corretta alimentazione e una maggiore attenzione per la salute, è necessario seguire lo stile di vita. Se possibile, escludere cattive abitudini, rifiutare di consumare alcol, sostituire attività sportive con una passeggiata serale o con esercizi leggeri, yoga. Per il periodo di recupero dopo una colonscopia, è necessario interrompere il sollevamento pesi. Se, a causa di determinate circostanze, è richiesto un farmaco, è altamente auspicabile coordinare il loro uso con il medico curante. Alla fine del periodo di recupero, il paziente può mangiare come prima e condurre uno stile di vita normale.

Cosa fare se lo stomaco fa male dopo una colonscopia

Molti pazienti hanno spesso mal di stomaco dopo una colonscopia, cosa fare in questo caso? Prima di tutto, va notato che tale colonscopia e per quello che viene effettuata. Molte malattie dell'intestino crasso non possono essere diagnosticate in modo tempestivo e preciso in modo non invasivo, quindi in questi casi viene utilizzata la colonscopia. Questo è un metodo invasivo di esame dell'intestino, grazie al quale è possibile rilevare in tempo neoplasie e altre malattie e iniziare il trattamento in tempo. Al momento, questo metodo è il più preciso. Con l'aiuto di un endoscopio con una microcamera inserita nell'ano, uno specialista può esaminare le pareti dell'organo e vedere tutti i processi infiammatori e altre condizioni patologiche. Questa procedura è piuttosto dolorosa e spiacevole, tuttavia, con una preparazione adeguata è possibile evitare conseguenze negative sotto forma di dolore e altri problemi.

Indicazioni e controindicazioni per colonscopia

Questa procedura consente di identificare il quadro generale delle condizioni del paziente, in particolare se vi sono sospetti di malattia grave. Quando si prepara la procedura, è necessario scegliere un medico qualificato che si avvicini responsabilmente alla procedura e rispetti tutte le norme sanitarie e igieniche.

Ragioni per la colonscopia:

  • mancanza di appetito e una forte diminuzione del peso corporeo;
  • dolore intenso frequente nell'addome;
  • dolore durante il movimento intestinale;
  • scarica di sangue durante la defecazione;
  • costipazione;
  • colite ulcerosa non specifica.

Questi segni possono essere la causa di una grave malattia. Pertanto, al fine di fornire un'assistenza qualificata e tempestiva, un esperto dovrebbe diagnosticare con precisione conducendo un esame endoscopico dell'intestino. Tuttavia, quando si nomina la procedura, è necessario prendere in considerazione le norme fisiologiche del singolo organismo.

Nonostante il fatto che grazie a questo metodo di esame sia possibile conoscere la diagnosi esatta, prelevare un campione di tessuto per biopsia, vedere polipi e tumori, la colonscopia ha controindicazioni e conseguenze.

Controindicazioni alla procedura:

  • ernia;
  • peritonite;
  • gravi malattie infettive;
  • disturbi emorragici;
  • malattie polmonari;
  • problemi con il cuore.

Conseguenze della colonscopia

Per evitare spiacevoli conseguenze o complicazioni, il paziente deve essere adeguatamente preparato prima della procedura. Per cominciare, è necessario identificare le malattie in cui la colonscopia è controindicata o identificare patologie che possono complicare il sondaggio.

La procedura di esame sarà più sicura e indolore e il recupero dopo una colonscopia sarà più rapido se il paziente è consapevole della necessità di una preparazione corretta e delle possibili conseguenze. Il rispetto di una dieta ridotta, la limitazione degli alimenti che saturano lo stomaco con i gas, lo svuotamento completo dell'intestino contribuirà a rendere più accurata la diagnosi e minimizzare le conseguenze.

Una delle conseguenze gravi dopo questo sondaggio è la lesione intestinale ricevuta durante la procedura.

Anche se la colonscopia ha avuto successo, dopo la procedura si consiglia di trascorrere del tempo in ospedale sotto la supervisione del personale medico, soprattutto se è stata condotta in anestesia generale. Con l'anestesia locale, è accettabile lasciare la clinica non meno di un'ora dopo l'esame.

Come ripristinare l'intestino dopo una colonscopia

Il restauro del colon dopo una colonscopia dovrebbe essere graduale per evitare la stitichezza. Restrizioni nel bere e nel cibo dopo la ricerca non lo sono, ma non saltare e mangiare troppo cibo. Molto spesso dopo colonscopia dell'intestino, la microflora intestinale è rotta, quindi le feci possono cambiare, si verifica stitichezza o diarrea.

Inizialmente, si consiglia al paziente di usare cibo facilmente digeribile e risparmiando in piccole porzioni. In alcuni casi, uno specialista può scegliere una dieta speciale, ricca di fibre, minerali e vitamine. Benvenuto frutta e verdura fresca, pesce al vapore, zuppe a basso contenuto di grassi su brodi vegetali. La prima sedia dopo una colonscopia può apparire tra un paio di giorni.

Mangiare cibi grassi, cibi affumicati, cibo in scatola, carne fritta e pesce priva una persona dell'opportunità di andare in bagno un paio di giorni e può peggiorare le sue condizioni.

Per ripristinare la microflora intestinale danneggiata, si raccomanda di arricchire la dieta con prodotti a base di latte fermentato e probiotici in forma solubile.

Molti pazienti dopo una serie di procedure, ci sono sensazioni spiacevoli nell'addome sotto forma di gonfiore e pesantezza, gas inquietanti. Ciò è dovuto al fatto che durante l'esame l'intestino è stato pompato con aria. Il gonfiore viene rimosso con l'aiuto di assorbenti o di un tubo del gas. Prendiamo carbone attivo in un dosaggio di 1 compressa per 10 kg di peso corporeo. Lassativi e clisteri dopo la procedura sono controindicati senza consultare uno specialista. Peristalsi intestinale e disturbi delle feci vengono ripristinati con l'aiuto di farmaci come Smecta, Hilak Fote, Loperamide, Dufalac e altri. Con dolori dolorosi nell'addome, gli analgesici sono consentiti. Quando vengono prescritti dolori attorno all'ano e all'ano, vengono prescritti gel anestetizzanti o pomate per uso topico.

Assunzione categoricamente vietata di farmaci che diluiscono il sangue!

Se il dolore addominale non è tenuto per molto tempo, fa male con forza il basso addome, la temperatura corporea aumenta, sviluppato nausea, vomito e diarrea e sangue nelle feci lì, si dovrebbe vedere immediatamente un medico. Se possibile, è necessario contattare la clinica dove è stato effettuato l'esame. Non lasciare che le cose vadano da sole, la salute e la vita dipendono da questo. Le complicazioni dopo una colonscopia dovrebbero essere trattate.

Come recuperare da una colonscopia?

Esistono molti modi diversi per diagnosticare le malattie intestinali. Uno di questi è una colonscopia - una procedura minimamente invasiva per esaminare le sezioni terminali dell'intestino con l'aiuto di un apparato speciale - un endoscopio. Grazie a lui, il medico può vedere le condizioni del retto, del sigma e del colon parziale. Questo strumento è un tubo flessibile con ottica e un sistema di iniezione d'aria, nonché una pinza per l'esecuzione di una biopsia.

La colonscopia è un metodo di diagnosi abbastanza comune, ma richiede una preparazione speciale. E, prima di tutto, il paziente deve osservare una dieta speciale prima della procedura. Cosa fa dieta senza scorie, vale a dire:

  1. Prodotti con un sacco di fibre - verdure, verdure, cereali, cereali. Ma indesiderabile dal kashannaya e anche da tutti i tipi di legumi.
  2. Carne magra permessa, pesce, albume d'uovo, prodotti di latte acido - ricotta grattugiata, yogurt.
  3. Puoi mangiare 4-5 volte al giorno, in piccole porzioni. In questo momento non è desiderabile mangiare carne e porridge insieme.
  4. È meglio non combinare prodotti caseari con frutta e verdura.
  5. Di bevande preferite acqua minerale a basso contenuto di carbonio, tè Karkade, tè verde, succhi di frutta freschi.
  6. Cibi in scatola, funghi, carne grassa, caffè, tè nero, condimenti e salse piccanti - è meglio escludere.

Si ritiene che una tale dieta normalizzi il lavoro del tratto gastrointestinale. Il paziente inizia a mangiare in questo modo, almeno 5-7 giorni prima della manipolazione. Incluso anche nella preparazione di campioni speciali per l'allergia alle droghe di anestesia. 12 ore prima dell'inizio della procedura, il paziente non è più lì, e per due volte messo clistere. personale medico deve preparare attrezzature sterili, testati per la presenza di certi patogeni, a causa del rischio di infezione da HIV, epatite B e C. Il molto colonscopia deve essere eseguita nelle stesse condizioni di sterilità.

Indicazioni per colonscopia

  1. Sanguinamento dal retto
  2. Ostruzione intestinale acuta
  3. Colite ulcerosa idiopatica (NJC)
  4. La malattia di Crohn
  5. Vari oggetti estranei nel retto
  6. Diagnosi differenziale di neoplasie dell'intestino

Tuttavia, con tutta la relativa sicurezza della procedura, ci sono una serie di controindicazioni, in cui la colonscopia non solo non sarà utile, ma può anche essere pericolosa.

Le controindicazioni includono:

  1. Insufficienza cardiaca e polmonare cronica in fasi di scompenso
  2. Morbo di Crohn e colite ulcerosa nelle fasi di esacerbazione
  3. Colite gravemente ulcerosa e ischemica
  4. Alcune malattie del sangue (malattie del sistema di coagulazione)
  5. Ernia (linee di pancia inguinali, bianche)
  6. Infezioni intestinali acute e infezioni di altri organi

Conseguenze di una colonscopia

La percentuale di complicanze dopo la colonscopia è piccola, ma non esiste. L'endoscopista possiede tutte le competenze necessarie per la qualità e la sicurezza della manipolazione. Tuttavia, il rischio è ancora lì. Le conseguenze della colonscopia includono:

  1. Perforazione dell'intestino, può essere nell'1% dei casi. È necessaria un'operazione di emergenza durante la quale i chirurghi riparano la parete dell'organo danneggiata.
  2. Il sanguinamento intestinale si verifica anche più raramente - 0,1%. Il sangue può comparire sia al momento della procedura che dopo di esso, dopo alcuni giorni. Nel vaso sanguinante o adrenalina iniettata, o viene cauterizzato da coagulanti speciali. Se il sangue è apparso in quel momento, la procedura viene immediatamente interrotta. Se dopo poche ore o giorni - l'operazione viene eseguita in anestesia.
  3. Complicazioni associate alla fornitura di anestesia - insufficienza respiratoria acuta, che richiede misure rianimatorie.
  4. Infezione da HIV, virus dell'epatite B e C, sifilide e infezioni intestinali.
  5. Dolore nella proiezione dell'intestino associato con l'influenza di tessuti infiammati, polipi e processi tumorali.
  6. In casi molto rari, c'è una rottura della milza.

Problemi con le feci

Come ogni misura invasiva, una colonscopia spezzerà la microflora, in questo caso, nell'intestino. Ciò porterà ad un disturbo nelle feci - forse sia diarrea che costipazione. Nelle feci all'inizio, possono essere presenti muco e un po 'di sangue - si verifica a causa di una piccola lesione alla parete intestinale. La diarrea si verifica a seguito di una violazione della funzione principale dell'intestino crasso e della stitichezza dovuta a spasmi. Per evitare questo, è necessario assumere farmaci.

  1. Smecta: aiuta a riparare la mucosa intestinale danneggiata.
  2. Forte di Hilak: le sue capsule contengono batteri che normalizzano la microflora.
  3. Loperamide - rallenta il passaggio delle feci.
  1. Dufalac: il farmaco viene assunto al mattino. Rafforza la peristalsi dell'intestino, che consente alle feci di muoversi lungo l'intestino.
  2. Prelax è un lassativo facile, favorisce l'attrazione dell'acqua nel lume intestinale, stimola la muscolatura liscia.
  3. Senad - i recettori irritanti dell'intestino significano attivamente promuove la sua peristalsi.
  4. È possibile utilizzare detergenti inclusi - olio di mandorle, olio di vaselina.

Nutrizione dopo la procedura

Se la colonscopia è stata eseguita a scopo diagnostico, dopo di ciò il paziente può tornare alla dieta abituale. Qualche tempo dopo la procedura può essere flatulenza, che è una conseguenza di aria che entra nell'intestino durante la procedura. Se le preoccupazioni di gonfiore per diversi giorni, si consiglia di prendere enterosorbenti (Polysorb, BAU).

Se la colonscopia è stata eseguita con uno scopo terapeutico, il cibo deve essere reso delicato e facilmente assimilabile al fine di escludere una forte peristalsi nell'intestino. Il cibo dovrebbe essere ricco di macro e microelementi, con una predominanza di prodotti vegetali. Questo sarà un buon mezzo per prevenire il sanguinamento e le infezioni intestinali. È proibito mangiare troppo e lavare i cibi.

Prima di tutto, al paziente dovrebbe essere detto al paziente della sua nutrizione. Se il proctologo o il chirurgo generale ha rimosso i polipi dell'intestino, quindi i primi 2-4 giorni, tutti i piatti dovrebbero avere una consistenza gelatinosa o liquida. Non puoi mangiare pane, cibi solidi, cibi contenenti fibre, latticini. Il numero di pasti può essere il giorno 6-8. Il paziente deve mangiare ogni 2-3 ore, anche di notte, in lotti di 250-300 millilitri.

In una settimana e mezzo dopo la procedura, puoi iniziare a mangiare purea di frutta e bacche, prodotti caseari - palle di neve, kefir, fiocchi di latte magri. Il latte intero, così come grassi, fritti, salati, piccanti, affumicati, in salamoia non può essere consumato.

Dopo tre settimane, la dieta del paziente diventa la più equilibrata. Porridge consentito, cotto nel latte, brodo basso contenuto di grassi, patate in qualsiasi forma, eccetto succhi di frutta fritti e spremute fresche. Da fonti di proteine ​​preferite di pesce, pollame, coniglio, manzo, tacchino. Si consiglia di rimuovere dalla dieta i prodotti ad alto contenuto di fibre.

Cosa fare dopo una colonscopia è impossibile?

Dopo una colonscopia, non è possibile lasciare immediatamente l'ospedale: per qualche ora in più il paziente è sotto la supervisione del personale medico, soprattutto se durante la procedura è stata utilizzata l'anestesia. Se c'era un'anestesia locale, entro un'ora puoi andartene.

Non ci sono restrizioni sull'assunzione di acqua e cibo, ma per circa tre settimane il paziente deve seguire le raccomandazioni sopra riportate sulla nutrizione. Di regola, una sedia dopo la manipolazione appare nel giorno 2-3 con l'account che il paziente osserva il cibo. Se la dieta è povera di fibre, la sedia apparirà tra qualche giorno.

La comparsa di dolore nell'intestino è dovuta alla natura stessa della procedura, tuttavia, è possibile assumere qualsiasi farmaco antidolorifico solo previo accordo con il medico. Lo stesso vale per i lassativi. Se flatulenza preoccupa il paziente per più di cinque giorni e i farmaci prescritti non aiutano, l'aria viene pompata indietro dall'endoscopio.

Tenendo pienamente vietato dopo i preparati di ferro colonscopia (ferrumlek, Sorbifer, Aktiferrin e altri) e disaggregants (aspirina e altri) come inibiscono la funzione delle piastrine necessarie per la guarigione della mucosa intestinale danneggiata. La loro ricezione è meglio interrotta temporaneamente dopo aver parlato con il medico che prescrive questi farmaci.

Cosa fare dopo una colonscopia

colonscopia È un esame diagnostico minimamente invasivo delle mucose (pareti interne) delle parti terminali dell'intestino (intestino crasso). Questa procedura è l'introduzione di una speciale sonda endoscopica flessibile (colonscopio) nel colon del paziente attraverso l'ano. Il colonscopio stesso è un tubo flessibile sottile con un diametro di 1 cm e una lunghezza di circa 1,5 m con una piccola lampadina e una micro-telecamera all'estremità. Utilizzato per identificare le malattie del colon, che non possono essere rilevate con altri metodi o per confermare la diagnosi, quando vi è il sospetto di una neoplasia. Questo studio è altamente informativo e accurato.

Colonscopia: indicazioni per la conduzione:

  1. Diagnosi differenziale dei processi infiammatori e tumorali, delucidazione della prevalenza e del tipo di alterazioni patologiche nell'intestino;
  2. Colite ulcerosa non specifica;
  3. Malattia di Crohn;
  4. Emorragia rettale;
  5. Dolore nell'intestino senza cause consolidate, accompagnato da flatulenza;
  6. Diarrea prolungata con l'impossibilità di stabilire una diagnosi accurata;
  7. Corpo estraneo nel retto;
  8. Ostruzione intestinale acuta;
  9. costipazione;
  10. Sospetto della formazione di polipi in diverse parti del tratto gastrointestinale o tumori;
  11. Endometriosi, tumori delle ovaie e dell'utero;
  12. Anemia di origine sconosciuta,
  13. La colonscopia deve essere eseguita da tutte le persone di età superiore ai 50 anni, specialmente se i loro parenti hanno avuto casi di cancro del tratto gastrointestinale o morbo di Crohn.
  14. Solo colonscopia permette una serie di procedure endoscopiche - rimuovere polipi intraluminale fermano sanguinamento intestinale, intestinale ripristinando la pervietà nel rilevare costrizioni patologiche (stenosi), recuperare oggetti estranei.
  15. Nel processo del sondaggio, è disponibile una registrazione video, istantanee fotografiche, una biopsia (prendendo il tessuto per ulteriori esami).

Al fine di evitare gravi conseguenze e complicazioni dopo una colonscopia, l'esame deve essere prescritto rigorosamente secondo le indicazioni del medico e tenendo conto del livello di rischio di tutte le controindicazioni disponibili.

Le principali controindicazioni per la colonscopia sono:

  • Infezioni acute del retto, nonché infezioni acute del corpo di qualsiasi localizzazione;
  • Perforazione dell'intestino;
  • Morbo di Crohn e colite ulcerosa in forma acuta;
  • peritonite;
  • Patologie del sistema di coagulazione del sangue;
  • Colite ulcerosa o ischemica in forma grave, associata a rischio di sanguinamento o perforazione della parete intestinale;
  • Insufficienza cardiaca e polmonare cronica, grave;
  • ictus;
  • Crepe anali, esacerbazione di emorroidi, paraproctiti, trombosi di emorroidi.
  • Grandi ernie;
  • Condizioni di shock

Per prevenire complicazioni dopo una colonscopia, il paziente deve essere adeguatamente preparato. Il paziente viene attentamente esaminato per le malattie concomitanti e controindicazioni, che possono complicare la procedura e il processo di recupero dopo di esso.

Preparazione per la colonscopia dell'intestino

Prima del passaggio di una colonscopia, sarà necessario un importante processo di preparazione dell'intestino, che comprende i seguenti passaggi:

  1. Rispetto di una dieta speciale senza scorie per 5-7 giorni prima della procedura;
  2. Alla vigilia della procedura, i pazienti sono invitati a bere almeno 3,5 litri di acqua;
  3. Astinenza dal cibo e assunzione di acqua per 12 ore prima che inizi la procedura;
  4. Effettuare un clistere pulizia la sera e al mattino prima della procedura per migliorare l'efficacia della sua condotta. Il volume del clistere deve essere di almeno 1,5 litri, impostare fino a quando non viene fuori solo acqua pura;
  5. Esecuzione di un test di allergia per identificare le allergie ai farmaci per l'anestesia.
  6. In alcuni casi, alla vigilia dello studio, al paziente può essere offerto di assumere lassativi speciali, che vengono selezionati dal medico individualmente per ciascun paziente.

Se il paziente rispetta queste semplici raccomandazioni, il rischio di conseguenze indesiderate dopo la procedura è minimo. Non è inoltre necessario utilizzare anestetici o anestesia locale. In alcuni casi, il cosiddetto "Colonscopia sotto anestesia" - Durante la procedura, il paziente è immerso nel sonno del farmaco (quindi viene chiamata anche una tale opzione della procedura "colonscopia in un sogno"), e subito dopo si sveglia. La colonscopia sotto anestesia generale viene eseguita su richiesta del paziente, se ha troppa paura del dolore, o quando viene assunto un polipo o una biopsia contemporaneamente alla diagnosi.

Una delle complicanze più comuni è il trauma alla parete intestinale. Pertanto, una colonscopia diagnostica efficace dovrebbe essere condotta da una persona qualificata con esperienza nel rispetto di tutte le norme del presente endoscopiche standard di manipolazione e di igiene per la prevenzione delle infezioni.

Dieta dopo colonscopia dell'intestino

Dopo aver completato l'esame endoscopico, l'intestino deve riprendere la sua normale funzione. Sii pronto, ci vorranno diversi giorni. Il posto principale nella prevenzione delle spiacevoli conseguenze della colonscopia è una corretta alimentazione e dieta.

Per un rapido recupero, sono necessari pasti frazionari frequenti in piccole porzioni. Il cibo dovrebbe essere ben assorbito per non appesantire l'intestino. Il cibo deve contenere un sacco di vitamine, minerali e proteine ​​che permettono al corpo di recuperare più rapidamente dopo la procedura, così come ridurre il rischio di infezione e sanguinamento intestinale. L'eccesso di cibo è altamente controindicato. Durante invasivo mucosa della parete intestinale ha subito danni minori, perché dovrebbe prestare particolare attenzione alla ricezione dei probiotici per ripristinare la microflora intestinale. Controlla con il tuo medico quale farmaco usi meglio.

Menu dopo la colonscopia dell'intestino Durante i primi giorni dovrebbero includere piatti facilmente digeribili come:

  1. Pesci magri (lucioperca, nasello, luccio, merluzzo) al vapore;
  2. Ricotta con una percentuale minima di grassi
  3. Yogurt naturale
  4. Kefir e latte scremato
  5. Zuppe povere di grassi su brodi vegetali
  6. uova
  7. Frutta e verdura

Dopo una colonscopia, escludere dall'uso i seguenti prodotti:

  1. alcol:
  2. Carne fritta
  3. Pesce grasso
  4. Prodotti semilavorati, salsicce, salsicce,
  5. Salumi e sottaceti
  6. Pasticceria fresca, pane e dolciumi
  7. Cibo in scatola
  8. Porridge di cereali integrali

Possibili conseguenze di una colonscopia

La procedura di colonscopia con la sua accuratezza e informatività è minimamente dolorosa. Ma sfortunatamente, durante il periodo di recupero successivo, i pazienti provano varie sensazioni spiacevoli in diversi gradi:

Le conseguenze più gravi sono il sanguinamento nella regione del polipo distante e la perforazione intestinale.

Malessere generale, debolezza dopo colonscopia

Nelle prime ore dopo la procedura, il paziente può manifestare malessere generale, debolezza, vertigini, dolore addominale, dolore durante la deambulazione e nausea. Queste sensazioni derivano dal fatto che interrompono la loro azione, utilizzate per colonscopia antidolorifici o anestesia. Lo stesso stato di debolezza e nausea può verificarsi a causa del fatto che la persona che per molto tempo non mangiano prima della procedura e dopo - il corpo ha bisogno di rifornimento energetico e nuove sostanze nutritive. Non dimenticare di sentimenti emotivi su questo sondaggio e il successivo periodo di recupero. Pertanto, dopo la procedura, si raccomanda al paziente di mangiare secondo le raccomandazioni del medico e alcune ore per sdraiarsi sul fianco in uno stato rilassato. Di norma, questi sentimenti spiacevoli vanno da soli in pochi giorni. Per aiutarti a recuperare rapidamente la tua forza dopo la procedura, puoi i seguenti appuntamenti:

  1. Ripristinare la composizione del sale acqua e del sangue e rimuovere l'intossicazione, soluzioni fisiologiche
  2. L'assunzione di vitamine, in particolare i gruppi B e C - sono necessari per rafforzare l'immunità, il corretto funzionamento dei sistemi nervoso e muscolare.

Se si ha la febbre durante le prime 24 ore dopo l'esame, è possibile che nell'intestino dell'infezione sia iniziato un processo infiammatorio. Questa è una complicazione nel processo di recupero dopo una colonscopia, è necessario consultare immediatamente un medico.

Dolore dopo una colonscopia

Il verificarsi di dolore dopo colonscopia dovuto al fatto che durante la procedura della mucosa del colon può essere danneggiato da l'endoscopio e allungata sotto l'influenza di aria aspirata. Pertanto, in molti pazienti può verificarsi una sindrome da dolore facile e una sensazione di disagio dopo la manipolazione e di per sé non dovrebbe destare preoccupazione.

Se il dolore è pronunciato brillante e difficile da sopportare, allora c'è la probabilità di tali complicazioni come la perforazione dell'intestino. La probabilità di una simile complicazione è estremamente ridotta e inferiore all'1%. In questo caso, oltre al dolore, si possono osservare sintomi come vomito, non emorragia rettale, gonfiore o tensione muscolare della parete addominale.

Nel caso in cui questi sintomi siano aggravati, ciò può indicare una peritonite. In questo caso, è necessario un intervento chirurgico urgente per ripristinare la parete del colon.

Scarica dal colon dopo una colonscopia

In alcuni casi particolari, colonscopia può provocare sanguinamento causato da biopsia endoscopica (fettine di tessuto otschipyvanie per istologia) o la rimozione del polipo dal ciclo endoscopica e la parete del trauma dell'intestino fino alla sua perforazione.

Se l'emorragia dopo la manipolazione endoscopica è moderato, non accompagnata da dolore addominale o l'ano, non chiamare qualsiasi altro disagio sotto forma di debolezza e vertigini - questo è considerato normale e passerà da solo dopo i primi due - tre giorni.

Ma dovresti cercare immediatamente un aiuto medico se ti accorgi dei seguenti sintomi:

  • L'aspetto di una quantità significativa di sangue scarlatto dall'ano;
  • Un forte calo della pressione sanguigna;
  • Grave dolore addominale
  • Debolezza, vertigini e perdita di coscienza in rapida crescita;
  • Il cuore inizia a battere.

Tutti questi sintomi possono indicare sanguinamento nel colon causati in casi estremamente rari, la perforazione dell'intestino o lesioni alla milza, spesso - sanguinamento zona polipi. Solo con il ricovero tempestivo è possibile prendere il controllo di queste complicanze.

Inoltre, dopo la colonscopia dall'ano può apparire supporto purulenta - è una testimonianza del fatto che nel corso della procedura è stato portato l'infezione e infiammazione del colon è iniziata. Di regola, questa condizione è accompagnata da un malessere generale e da un aumento della temperatura corporea. Non è consigliabile abbattere la temperatura da soli in modo da non lubrificare i sintomi. È necessario cercare un aiuto medico per stabilire la vera causa della febbre e interrompere il processo infiammatorio effettuando una terapia antibatterica.

Flatulenza, gonfiore dopo una colonscopia.

Durante una colonscopia, il medico fornisce aria all'intestino attraverso un endoscopio. Questo è necessario per diffondere la parete intestinale e migliorare la vista, così come per facilitare l'introduzione dell'endoscopio nel retto. Dopo la procedura, quest'aria rimane ancora nell'intestino per qualche tempo, causando disagio, sensazione di gonfiore e flatulenza.

Queste conseguenze indesiderabili, di regola, passano indipendentemente. Se ciò non accade per un po 'di tempo, puoi assumere un enterosorbente (ad esempio, 4-5 compresse di carbone attivo).

Va notato che flatulenza e gonfiore dopo una colonscopia non si verifica praticamente se durante la procedura è stata utilizzata CO2 invece dell'aria. Sfortunatamente, un dispositivo speciale chiamato CO2 insufflazione endoscopica (UCR) non è rappresentato in tutte le cliniche.

Violazione della defecazione dopo una colonscopia

Poiché la colonscopia è un metodo invasivo, la sua esecuzione causa un certo trauma alla mucosa della parete intestinale, rompe la sua microflora. Questo intervento influenza il normale funzionamento dell'intestino. Nei primi giorni dopo la procedura possono verificarsi stitichezza o diarrea. Nelle feci possono apparire impurità di sangue, pus o muco. Per facilitare la condizione aiuterà a prescrivere i farmaci prescritti dal medico per le indicazioni.

La stitichezza si verifica a seguito di uno spasmo della parete intestinale. I muscoli rilassanti aiuteranno l'assunzione dei seguenti lassativi.

La diarrea dopo colonscopia deriva dal fatto che durante l'esame nell'intestino il processo di assorbimento dell'acqua dalle feci viene interrotto e le feci allo sbocco rimangono liquide. Per facilitare questa condizione aiuterà i seguenti farmaci:

  1. Smecta
  2. loperamide
  3. Hilak
  4. Brodi di erba di San Giovanni, bacche e mirtilli.

Per qualsiasi manifestazione di una violazione del processo di movimento intestinale, è necessario informare il medico curante per la selezione di farmaci appropriati. Non è consigliabile assumere farmaci in modo indipendente, in modo da non danneggiare la salute.

Chi nomina una colonscopia?

La colonscopia viene eseguita solo secondo le indicazioni. È nominato, di regola, dal gastroenterologo.

Dove passare attraverso la colonscopia?

Prima di scegliere una clinica per la colonscopia, assicurati di chiedere la qualifica del medico ricevente e di conoscere le recensioni sul suo lavoro. Presta attenzione in primo luogo alle nuove recensioni sull'endoscopista.