Complicazioni comuni di appendicite: prima e dopo l'intervento chirurgico

Il processo infiammatorio nel processo appendicolare porta a una malattia addominale comune - appendicite. I suoi sintomi: dolore nella regione addominale, febbre e disturbi digestivi.

L'unico trattamento corretto per un attacco di appendicite acuta è l'appendicectomia - la rimozione chirurgica del processo. Se ciò non viene fatto, possono verificarsi gravi complicazioni che portano alla morte. Ciò che minaccia l'appendicite non trattata - il nostro articolo riguarda proprio questo.

Effetti preoperatori

Il processo infiammatorio in appendice si sviluppa con velocità e sintomi diversi.

In alcuni casi, entra in uno stadio cronico e potrebbe non manifestarsi da molto tempo.

A volte tra i primi segni della malattia prima dell'inizio di una condizione critica occorrono 6-8 ore, quindi non è possibile ritardare in alcun caso.

Complicazioni comuni di appendicite:

  • Perforazione delle pareti dell'appendice. La complicazione più comune dell'appendicite. In questo caso, c'è una rottura delle pareti dell'appendice, e il suo contenuto entra nella cavità addominale e porta allo sviluppo della sepsi degli organi interni. A seconda della durata del corso e del tipo di patologia, può verificarsi un'infezione grave, fino a un esito letale. Tali condizioni sono circa l'8-10% del numero totale di pazienti con diagnosi di appendicite. Con la peritonite purulenta, aumenta il rischio di un esito letale e l'aggravamento dei sintomi concomitanti. La peritonite purulenta è riportata in circa l'1% dei pazienti.
  • Infiltrazione appendicolare Si verifica quando le pareti degli organi adiacenti sono aderite. La frequenza di insorgenza è di circa il 3-5% dei casi di pratica clinica. Si sviluppa approssimativamente nel terzo - quinto giorno dopo la comparsa della malattia. L'inizio di un periodo affilato è caratterizzato da una sindrome dolorosa di localizzazione sfocata. Con il passare del tempo, l'intensità delle sensazioni del dolore diminuisce, nella cavità addominale vengono sondati i contorni dell'area infiammata. L'infiltrato infiammato acquisisce bordi più pronunciati e una struttura densa, il tono situato vicino ai muscoli aumenta leggermente. Dopo circa 1,5 - 2 settimane, il tumore si risolve, il dolore addominale si attenua, i sintomi infiammatori generali diminuiscono (i conteggi ematici ad alta temperatura e biochimici tornano alla normalità). In un certo numero di casi, la regione infiammatoria può causare lo sviluppo di un ascesso.
  • Ascesso. Si sviluppa sullo sfondo di suppurazione dell'infiltrato appendicolare o dopo un intervento chirurgico con una peritonite precedentemente diagnosticata. Di solito lo sviluppo della malattia si verifica dall'8 ° al 12 ° giorno. Tutti gli ascessi devono essere aperti e disinfettati. Per migliorare il deflusso di pus dalla ferita, viene eseguito il drenaggio. La terapia antibatterica è ampiamente utilizzata nel trattamento dell'ascesso.

La presenza di tali complicazioni è un'indicazione per un'operazione chirurgica urgente. Anche il periodo di riabilitazione richiede molto tempo e un ulteriore ciclo di trattamento farmacologico.

Complicazioni dopo la rimozione di appendicite

L'operazione, anche eseguita prima dell'inizio dei sintomi gravi, può anche dare complicazioni. La maggior parte di loro è la causa della morte dei pazienti, quindi tutti i segnali di avvertimento devono essere allertati.

Complicazioni comuni dopo l'intervento chirurgico:

  • Aderenze. Molto spesso si verificano dopo la rimozione dell'appendice. Caratterizzato dall'apparizione di dolori lancinanti e disagio palpabile. I picchi sono molto difficili da diagnosticare, perché non vedono i moderni dispositivi ad ultrasuoni e raggi X. Il trattamento di solito consiste nell'assunzione di farmaci di riassorbimento e di un metodo di rimozione laparoscopica.
  • Ernia. Appare spesso dopo l'operazione di rimozione dell'appendicite. Appare come il prolasso di una parte dell'intestino nel lume tra le fibre muscolari. Di solito si verifica quando le raccomandazioni del medico curante non sono soddisfatte, o dopo lo sforzo fisico. Visivamente si manifesta come un gonfiore nell'area della sutura chirurgica, che con il tempo può aumentare significativamente di dimensioni. Il trattamento è di solito chirurgico, è quello di orlare, troncare o rimuovere completamente l'area dell'intestino e della ghiandola.

Foto di ernia dopo appendicite

  • Ascesso postoperatorio Il più spesso manifestato dopo peritonite, può condurre a un'infezione di tutto il corpo. Il trattamento utilizza antibiotici e procedure di fisioterapia.
  • Pileflebite. Fortunatamente, questa è una conseguenza piuttosto rara dell'operazione di rimozione dell'appendicite. Il processo infiammatorio si estende al portale portale, al processo mesenterico e alla vena mesenterica. È accompagnato da febbre alta, dolore acuto nella cavità addominale e grave danno al fegato. Dopo uno stadio acuto, vi è un ascesso del fegato, sepsi e, di conseguenza, la morte. Il trattamento di questo disturbo è molto difficile e solitamente comporta l'introduzione di agenti antibatterici direttamente nei sistemi delle vene portale.
  • Fistole intestinali In rari casi (approssimativamente nello 0,2 - 0,8% dei pazienti) la rimozione dell'appendice provoca la comparsa di una fistola intestinale. Formano una sorta di "tunnel" tra la cavità intestinale e la superficie della pelle, in altri casi - le pareti degli organi interni. Le cause dell'aspetto della fistola sono scarse condizioni igieniche di appendicite suppurativa, errori grossolani del medico durante l'operazione, nonché infiammazione dei tessuti circostanti durante il drenaggio delle ferite interne e focolai di ascesso. Le fistole intestinali sono molto difficili da trattare, a volte è necessaria una resezione della zona interessata o la rimozione dello strato superiore dell'epitelio.

Inoltre, nel periodo post-operatorio, possono presentarsi altre condizioni che richiedono un parere medico. Possono essere la prova di vari disturbi e anche non avere alcuna relazione con l'operazione trasferita, ma servono come segno di una malattia completamente diversa.

temperatura

Un aumento della temperatura corporea dopo l'intervento può essere un indicatore di varie complicazioni. Il processo infiammatorio, la cui fonte era nell'appendice, può facilmente diffondersi ad altri organi, il che causa ulteriori problemi.

Le donne hanno spesso un'infiammazione delle appendici, che può rendere più difficile la diagnosi e la determinazione della causa esatta. Spesso i sintomi di appendicite acuta possono essere confusi con tali disturbi, quindi, prima dell'operazione (se non è urgente), è assolutamente necessario un ginecologo e l'esame ecografico degli organi pelvici.

La temperatura elevata può anche essere un sintomo di un ascesso o di altre malattie degli organi interni. Se la temperatura è aumentata dopo l'appendicectomia, sono necessari un esame supplementare e la consegna dei test di laboratorio.

Diarrea e stitichezza

I disturbi digestivi possono essere considerati come i sintomi principali e come conseguenze dell'appendicite. Spesso, le funzioni del tratto gastrointestinale vengono interrotte dopo l'intervento chirurgico.

In questo periodo, la stitichezza è la peggiore di tutte, perché al paziente è vietato spingere e tendere. Questo può portare a divergenze di cuciture, protrusione dell'ernia e altre conseguenze. Per prevenire i disturbi digestivi, è necessario seguire una dieta rigorosa e non consentire il consolidamento delle feci.

Dolore nell'addome

Questo sintomo può anche avere un'origine diversa. Di solito le sensazioni del dolore compaiono più tempo dopo l'operazione, ma passano completamente per tre o quattro settimane. Di solito basta la quantità di tessuto necessaria per la rigenerazione.

In alcuni casi, il dolore addominale può indicare la formazione di aderenze, ernia e altre conseguenze dell'appendicite. In ogni caso, la decisione più efficace sarà quella di consultare un medico e non tentare di liberarsi di sensazioni di disagio con l'aiuto di antidolorifici.

Per evitare che ciò accada, è importante chiedere aiuto all'ospedale in modo tempestivo e non ignorare i segnali di allarme che possono indicare lo sviluppo della malattia. Ciò che l'appendicite è pericolosa, e per quali complicazioni può portare, è raccontato in questo articolo.

Complicazioni dopo la rimozione di appendicite

Una delle malattie più comuni nelle persone che hanno bisogno di un intervento chirurgico è un'infiammazione dell'appendicite.

La parte atrofizzata del colon e un'appendice, sembra un'appendice vermiforme del cieco. Le appendici si formano tra l'intestino tenue e quello piccolo.

Per le cause di questa patologia, è consuetudine riferirsi all'apparizione di vermi, allo sviluppo di parassiti, ma è impossibile dire esattamente cosa effettivamente causa l'infiammazione dell'appendice.

I medici dicono che anticipare e prevenire la malattia è piuttosto difficile. Gli esperti non raccomandano di bere l'anestetico in caso di appendicite.

La ricezione impedirà al medico di diagnosticare correttamente il paziente. Per essere coinvolti in esso o questo l'esperto che nominerà o nominerà per passare o avere luogo solo gli ultrasuoni.

Grazie a loro sarà possibile capire quale forma ha l'appendice infiammatoria. Può essere intasato o gonfio. Può essere rimosso esclusivamente chirurgicamente.

Forme di appendicite

Ad oggi, la malattia è divisa in forma acuta e cronica. Nel primo caso, il quadro clinico è vivido.

Il paziente è molto malato e quindi senza ricovero di emergenza non può fare. In forma cronica, il paziente avverte una condizione causata da un'infiammazione acuta acuta senza sintomi.

Tipi di appendicite

Oggi ci sono 4 tipi di appendicite. Questi sono: catarrali, flemmoni, perforati; cancrena.

La diagnosi di appendicite catarrale viene messa in quel caso dal medico, se si nota la penetrazione dei leucociti nel guscio della membrana mucosa dell'organo vermicolare.

Phlegmonous è accompagnato dalla presenza di leucociti nella mucosa, così come da altri strati profondi di tessuto appendice.

Rottura osservato se la parete del cieco appendice infiammata sono interrotti, ma l'appendicite gangrenosa è influenzata da leucociti parete dell'appendice, che è completamente ammortizzato.

sintomatologia

I sintomi della malattia includono:

  • dolore acuto nella regione addominale, o meglio nella metà destra nella zona inguinale;
  • aumento della temperatura corporea;
  • vomito;
  • nausea.

Il dolore sarà costante e diretto, se proverai a fare un giro del tronco, diventerà ancora più forte.

Va notato che il caso non è escluso quando dopo un grave attacco di dolore la sindrome scompare.

I pazienti che assumono questo stato per quello che hanno ottenuto meglio, ma in realtà i sussidi di dolore porta un grande pericolo, che indica che il frammento del corpo di misurazione, non solo le terminazioni nervose cessato di dare risposta alla stimolazione.

L'analoga calmante del dolore con peritonite termina, che è una complicanza pericolosa dopo l'appendicite.

Possono anche essere osservati sintomi di problemi gastrointestinali. Una persona sentirà una sensazione di secchezza in bocca, potrebbe essere disturbato da diarrea, feci molli.

La pressione può saltare, il battito cardiaco aumenta a 100 battiti al minuto. La persona soffre di mancanza di respiro, che sarà provocata dal lavoro spezzato del cuore.

Se il paziente ha una forma cronica di appendicite, allora tutti i sintomi di cui sopra non compaiono, ad eccezione del dolore.

Le complicanze più comuni dopo l'appendicite

Naturalmente, i medici stabiliscono un obiettivo per escludere tutte le complicazioni dopo la rimozione dell'appendicite, ma a volte semplicemente non possono essere evitate.

Di seguito verranno presentati gli effetti più comuni dell'appendicite.

Perforazione delle pareti dell'appendice

In questo caso, si osservano rotture sulle pareti dell'appendice. Il contenuto di esso sarà nella cavità addominale, e questo provoca la sepsi di altri organi.

L'infezione può essere molto difficile. La fine letale non è esclusa. La perforazione simile delle pareti dell'appendicite si osserva nell'8-10% dei pazienti.

Nel caso si tratti di peritonite purulenta, il rischio di morte è elevato e l'aggravamento dei sintomi non è escluso. Una tale complicazione dopo appendicite è osservata nel 1% di pazienti.

Infiltrato appendicolare

Queste complicanze dopo l'operazione di rimuovere l'appendicite sono osservate nel caso di adesione di organi. La percentuale di tali casi è 3-5.

Lo sviluppo della complicanza inizia 3-5 giorni dopo la formazione della malattia. La sindrome del dolore è accompagnata da una localizzazione sfocata.

Nel tempo, il dolore si attenua e nell'area della cavità addominale compaiono i contorni dell'area infiammata.

L'infiltrazione con infiammazione acquisisce confini pronunciati e una struttura densa, e la tensione di parecchi muscoli situati sarà anche osservata.

Circa 2 settimane il tumore si ritirerà e il dolore si fermerà. Anche la temperatura diminuirà e il conteggio del sangue tornerà alla normalità.

In molti casi, è possibile che la parte infiammata dopo appendicite causi lo sviluppo di un ascesso. A proposito sarà detto di seguito.

ascesso

La malattia si sviluppa sullo sfondo di infiltrazioni o interventi chirurgici di suppurazione appendicolare nel caso di diagnosi di peritonite.

Di norma, lo sviluppo della malattia richiede 8-12 giorni. Tutti gli ascessi devono essere nascosti e disinfettati.

Al fine di migliorare il deflusso di pus, i medici mettono il drenaggio. Durante il trattamento delle complicazioni dopo l'appendicite, è consuetudine utilizzare farmaci antibatterici per la terapia farmacologica.

Se c'è una complicazione simile dopo l'appendicite, è necessario un intervento chirurgico urgente.

Dopo questo, il paziente aspetterà un lungo periodo di riabilitazione, accompagnato da un trattamento farmacologico.

Complicazioni dopo l'appendicectomia

Anche se l'operazione di rimozione dell'appendicite è stata effettuata prima dell'inizio dei sintomi gravi, ciò non garantisce che non si verifichino complicazioni.

Molte morti dopo l'appendicite fanno sì che le persone prestino maggiore attenzione a qualsiasi sintomo allarmante.

Di seguito sono riportate le complicanze più comuni che possono verificarsi dopo la rimozione di un'appendicite dolente.

aderenze

Una delle patologie più comuni che appare dopo la rimozione dell'appendice. Accompagnando tirando dolore e disagio.

La diagnosi è difficile da eseguire, perché gli ultrasuoni e i raggi X non li vedono. È necessario condurre un ciclo di trattamento con i riassorbitori e ricorrere a un metodo laparoscopico per rimuovere le aderenze.

ernia

Il fenomeno è molto frequente dopo l'appendicite. C'è un prolasso di parte dell'intestino nell'area del lume tra le fibre muscolari.

Se le raccomandazioni del medico non sono state soddisfatte, spesso non è possibile evitare una tale complicazione dopo l'appendicite. Tutto l'esercizio fisico è escluso dopo l'appendicite.

Assomiglia ad un'ernia, come un tumore nell'area della cucitura, aumentando di dimensioni. L'intervento è fornito. Il chirurgo lo podoshet, taglierà o rimuoverà una parte di un intestino e un epiploon.

ascesso

Si verifica nella maggior parte dei casi dopo appendicite con peritonite. È in grado di infettare organi.

È necessario un ciclo di antibiotici e speciali procedure di fisioterapia.

pileflebite

Complicazione molto rara dopo l'intervento chirurgico per rimuovere l'appendicite. C'è un'infiammazione che si estende al portale portale, alla vena mesenterica e al processo.

È accompagnato da un aumento della temperatura, grave danno al fegato, dolore acuto nella regione addominale.

Se questa è una fase acuta della patologia, allora tutto può condurre alla morte. Il trattamento è complesso, è necessario l'introduzione di antibiotici nel sistema del portale portale.

Fistole intestinali

Si verifica dopo appendicite nello 0,2-0,8% delle persone. Le fistole intestinali formano un tunnel nella zona dell'intestino e della pelle, e talvolta nelle pareti degli organi interni.

Le cause del loro aspetto possono essere scarse condizioni igieniche di appendicite purulenta, errori di un chirurgo, infiammazione dei tessuti durante il drenaggio delle ferite interne e focolai di sviluppo di ascessi.

Trattare la patologia è difficile. A volte i medici prescrivono una resezione dell'area interessata e anche la rimozione dello strato superiore dell'epitelio.

Va notato che il verificarsi di complicazioni contribuisce a ignorare il parere di un medico, la mancanza di non conformità con le norme igieniche, la violazione del regime.

Il deterioramento della condizione può essere osservato il 5 ° -6 ° giorno dopo l'operazione.

Questo parlerà dello sviluppo di processi patologici negli organi interni. Durante il periodo postin vigore ci sono casi in cui sarà necessario consultarsi con il medico curante.

Non evitare questo, al contrario, il tuo corpo segnala che altri disturbi si sviluppano, potrebbero non avere nemmeno a che fare con l'appendicectomia.

È importante prestare la dovuta attenzione alla tua salute e non esitare a chiedere aiuto a un medico.

Aumento della temperatura corporea

Il processo infiammatorio può interessare altri organi e pertanto è possibile che si presentino problemi di salute aggiuntivi.

Le donne spesso soffrono di infiammazione delle appendici, il che complica la diagnosi e la causa esatta della malattia.

Spesso, i sintomi della forma acuta di appendicite possono essere confusi con patologie simili, ma perché i medici prescrivono visita ginecologica ed ecografia pelvica, se l'operazione non è un'emergenza.

Inoltre, un aumento della temperatura corporea suggerisce che sono possibili ascessi o altre malattie degli organi interni.

Se la temperatura aumenta dopo l'operazione, è necessario sottoporsi a un ulteriore esame e ripetere i test.

Disturbi digestivi

La diarrea e la stitichezza possono parlare di un malfunzionamento nel funzionamento delle funzioni del tratto digestivo dopo appendicite. In questo momento, il paziente è affetto da stitichezza, il tiro e lo sforzo non possono, perché è irto di protrusione di ernie, rotture di cuciture e altri problemi.

Per non avere un disturbo digestivo, bisogna aderire alla dieta, assicurandosi che la sedia non sia fissata.

Dolore nell'addome

Di regola, per 3-4 settimane di dolore dopo l'intervento chirurgico non dovrebbe essere. È necessario tanto tempo per il passaggio del processo di rigenerazione dei tessuti.

In alcuni casi, il dolore parla di ernie, spighe e quindi non bere antidolorifici, vale la pena visitare un medico.

Vale la pena notare che l'appendicite si trova spesso nella pratica medica dei medici. La patologia richiede ospedalizzazione e chirurgia urgenti.

Il fatto è che l'infiammazione può rapidamente spostarsi su altri organi, il che comporterà molte gravi conseguenze.

Per non farlo, è importante venire in ufficio in tempo per chiamare un'ambulanza. Non ignorare quei segnali del corpo che parlano dello sviluppo del disturbo.

L'appendicite è pericolosa e anche le morti sono state osservate con successo anche durante una operazione di successo, di cui si sta già parlando quando i pazienti trascurano la propria salute.

prevenzione

Non esistono misure preventive speciali di appendicite, ma ci sono alcune regole che vale la pena osservare per ridurre il rischio di infiammazione nella regione dell'appendice del cieco.

Di seguito troverai consigli utili:

  1. Regola la dieta. Ridurre il consumo nella dieta di erbe fresche (prezzemolo, cipolle verdi, aneto, acetosa, lattuga), verdure dure e frutta matura, semi di girasole, prelibatezze grasse e affumicate.
  2. Prenditi cura della tua salute. Vale la pena passare a tutti i segnali di un malfunzionamento nel tuo corpo. Ci sono stati casi nella pratica medica in cui l'infiammazione dell'appendice è stata provocata dalla penetrazione di microrganismi patogeni in essa.
  3. Effettuare il rilevamento di invasioni helminthic, così come trattamento tempestivo.

Riassumendo

Lasciare che l'appendicite non sia considerata una malattia pericolosa, ma la patologia ha un alto rischio di complicanze dopo la rimozione chirurgica del processo del cieco. Di regola, appaiono nel 5% delle persone dopo l'appendicite.

Il paziente può contare su cure mediche qualificate, ma è importante non perdere il momento e consultare un medico in modo tempestivo.

Assicurati di seguire tutte le raccomandazioni di uno specialista durante il processo di riabilitazione dopo l'appendicite.

Devi indossare una benda, le donne possono mettersi le mutandine. Questa misura faciliterà non solo l'eliminazione delle complicazioni dopo l'appendicite, ma anche il mantenimento della cucitura in ordine, senza causarne la difettosità.

Presta attenzione alla tua salute e, se è stata rilevata un'appendicite, cerca di fare tutto ciò che il medico indica per evitare problemi in futuro.

Le complicanze più frequenti nei pazienti con appendicite acuta


Lo sviluppo di appendicite acuta richiede quasi sempre un intervento chirurgico urgente, durante il quale viene rimossa l'appendice vermiforme infiammata. Per i chirurghi chirurgici ricorrere e anche nel caso in cui la diagnosi causa dubbi. Tale trattamento è spiegato dal fatto che le complicazioni di appendicite acuta sono talvolta così gravi da poter condurre alla morte. L'operazione - l'appendicectomia, il rischio di una parte di appendicite, che è pericolosa per una persona, lo minimizza.

Quando possono verificarsi complicanze con appendicite

L'infiammazione acuta dell'appendice nell'uomo passa in più fasi. Innanzitutto, i cambiamenti catarrali si verificano nelle pareti dei processi, di solito durano per 48 ore. In questo momento, non ci sono quasi mai complicazioni serie. Dopo la fase catarrale, seguono i cambiamenti distruttivi, l'appendicite dalla catarrale può diventare flemmonica e quindi cancrena. Questa fase dura da due a cinque giorni. Durante questo periodo c'è una fusione purulenta delle pareti dell'appendice e un possibile sviluppo di una serie di complicazioni pericolose, come la perforazione con conseguente peritonite, infiltrazione e numerose altre patologie. Se in questo periodo non vi è alcun trattamento chirurgico, allora ci sono altre complicanze dell'appendicite, che possono causare la morte. Nel tardo periodo dell'appendicite, che si verifica il quinto giorno dopo l'inizio dell'infiammazione dell'appendice, si sviluppa una peritonite diffusa e appaiono spesso ascessi appendicolari e pylephlebitis.

Varie complicazioni sono possibili dopo l'operazione. Le cause delle complicanze postoperatorie sono associate a operazioni premature, diagnosi tardiva di appendicite acuta, con errori del chirurgo. I disordini più spesso patologici dopo l'operazione si sviluppano in persone di età, con malattie croniche nell'anamnesi. Parte delle complicazioni può essere causata dall'inosservanza delle raccomandazioni del paziente nel periodo postoperatorio.

Pertanto, le complicazioni nei pazienti con appendicite acuta possono essere suddivise in due gruppi. Questi sono quelli che si sviluppano durante il periodo preoperatorio e si sviluppano dopo l'intervento chirurgico. Il trattamento delle complicanze dipende dal loro tipo, dalle condizioni del paziente e richiede sempre un atteggiamento molto attento del chirurgo.

Complicazioni di appendicite durante il periodo preoperatorio

Lo sviluppo di complicazioni prima dell'operazione è nella maggior parte dei casi associato al trattamento tardivo di una persona in un istituto medico. Cambiamenti patologici meno frequenti nell'appendice e nelle strutture circostanti si sviluppano a causa di una tattica erroneamente scelta di condurre e trattare un paziente da un medico. Le complicanze più pericolose che si sviluppano prima dell'operazione includono peritonite diffusa, infiltrato appendicolare, infiammazione della vena porta-vilflebite, ascesso in diverse parti della cavità addominale.

Infiltrato appendicolare

C'è un'infiltrazione appendicolare dovuta alla diffusione dell'infiammazione in via di sviluppo negli organi e nei tessuti accanto all'appendice, è l'epiploon, il loops del piccolo e il cieco. Come risultato dell'infiammazione, tutte queste strutture sono saldate insieme e si forma un infiltrato, che rappresenta una formazione densa con dolore moderato nella parte inferiore destra dell'addome. Questa complicazione di solito si verifica 3-4 giorni dopo l'inizio di un attacco, i cui sintomi principali dipendono dallo stadio di sviluppo. In una fase iniziale, l'infiltrato è simile nelle caratteristiche alle forme distruttive dell'appendicite, cioè il paziente ha dolore, sintomi di intossicazione, segni di irritazione del peritoneo. Dopo che la fase iniziale arriva tardi, si manifesta un dolore moderato, una leggera leucocitosi, un aumento della temperatura a 37-38 gradi. Quando la palpazione nell'addome inferiore è determinata da un tumore denso, non caratterizzato da grave dolore.

Se il paziente ha un infiltrato appendicolare, l'appendicectomia viene ritardata. Questo approccio al trattamento è spiegato dal fatto che quando l'appendice infiammata viene rimossa, i cicli intestinali saldati ad esso, l'omento, il mesentere possono essere danneggiati. E questo, a sua volta, porta allo sviluppo di pazienti potenzialmente letali con complicanze postoperatorie. L'infiltrazione appendicolare viene trattata in un ospedale con metodi conservativi, tra cui:

  • Preparati antibatterici Gli antibiotici sono necessari per eliminare l'infiammazione.
  • Uso del freddo, che consente di limitare la diffusione dell'infiammazione.
  • Anestetici o blocco bilaterale con novocaina.
  • Anticoagulanti - farmaci che diluiscono il sangue e prevengono la formazione di coaguli di sangue.
  • Fisioterapia con effetto di riassorbimento.

Durante l'intero trattamento, i pazienti devono attenersi al rigoroso riposo a letto e alla dieta. Si consiglia di mangiare meno cibi con fibre grossolane.

L'infiltrazione appendicolare può continuare a manifestarsi in modi diversi. Con una variante favorevole del suo corso, si dissolve entro un mese e mezzo, se è sfavorevole, è soppressa e complicata da un ascesso. In questo caso, il paziente ha i seguenti sintomi:

  • Aumentare la temperatura corporea a 38 gradi e oltre.
  • Accelerazione dei sintomi di intossicazione.
  • Tachicardia, brividi.
  • L'infiltrazione diventa dolorosa quando l'addome viene palpato.

Un ascesso può penetrare nella cavità addominale con lo sviluppo della peritonite. In quasi l'80% dei casi, l'infiltrato appendicolare viene assorbito dall'influenza della terapia e successivamente la rimozione pianificata dell'appendice viene mostrata dopo circa due mesi. Accade anche che venga rilevata l'infiltrazione e quando viene eseguita un'operazione per appendicite acuta. In questo caso, l'appendice non viene rimossa, ma viene eseguito il drenaggio e la ferita viene suturata.

ascesso

Gli ascessi appendicolari si verificano a causa della suppurazione dell'infiltrato già formato o quando il processo patologico è limitato nella peritonite. In quest'ultimo caso, l'ascesso si verifica più spesso dopo l'intervento chirurgico. L'ascesso preoperatorio si forma circa 10 giorni dopo l'inizio della reazione infiammatoria nell'appendice. Senza trattamento, l'ascesso può essere aperto e il contenuto purulento entra nella cavità addominale. L'autopsia dell'ascesso è indicata dai seguenti sintomi:

  • Rapido deterioramento del benessere generale.
  • Sindrome febbrile - temperatura, brividi periodici.
  • Segni di intossicazione.
  • Nel sangue, la crescita dei leucociti.

L'ascesso appendicolare può essere trovato nella fossa ileale destra, tra le anse dell'intestino, retroperitoneo, nella tasca di Douglas (cavità rettale-vescicola), nello spazio sub-diaframmatico. Se l'ascesso si trova nella tasca di Douglas, ai sintomi comuni vengono aggiunti sintomi come la sedia dolorosa e rapida, l'irradiazione del dolore nel retto e nel perineo. Per chiarire la diagnosi, gli esami rettali e vaginali vengono eseguiti nelle donne, a seguito del quale è possibile rilevare un ascesso - un infiltrato con un ammorbidimento iniziale.

L'ascesso viene trattato chirurgicamente, viene aperto, drenato e successivamente utilizzato antibiotici.

perforazione

A 3-4 giorni dall'insorgenza dell'infiammazione nell'appendice si sviluppano le sue forme distruttive, portando allo scioglimento delle pareti o alla perforazione. Di conseguenza, i contenuti purulenti, insieme a un numero enorme di batteri, entrano nella cavità addominale e sviluppano la peritonite. I sintomi di questa complicazione includono:

  • La diffusione del dolore in tutte le parti dell'addome.
  • Aumento della temperatura fino a 39 gradi.
  • Tachicardia più di 120 battiti al minuto.
  • Segni esterni - un affinamento di tratti del viso, un tono della pelle terrena, ansia.
  • Ristagno di gas e feci

Quando la palpazione rivela il gonfiore, il sintomo di Shchetkin-Blumberg è positivo in tutti i reparti. Nella peritonite, viene indicata un'operazione di emergenza, prima che l'intervento chirurgico del paziente venga preparato mediante l'introduzione di agenti antibatterici e farmaci anti-shock.

Complicazioni postoperatorie in pazienti con appendicite acuta

L'appendicite postoperatoria complicata porta allo sviluppo di patologie dalla ferita e dagli organi interni. Le complicazioni dopo l'operazione sono divise in diversi gruppi, si riferiscono a:

  • Complicazioni rivelate dal lato di una ferita cucita. Questo è un ematoma, infiltrazione, suppurazione, divergenza dei bordi della ferita, sanguinamento, fistola.
  • Reazioni infiammatorie acute dalla cavità addominale. Molto spesso questi sono infiltrati e ascessi, che si formano in diverse parti della cavità addominale. Inoltre, dopo l'intervento chirurgico, può svilupparsi una peritonite locale o generale.
  • Complicazioni che colpiscono gli organi del tubo digerente. L'appendicectomia può causare ostruzione intestinale, sanguinamento, formazione di fistole in diverse parti dell'intestino.
  • Complicazioni dal cuore, vasi sanguigni e sistema respiratorio. Nel periodo postoperatorio, alcuni pazienti hanno tromboflebiti, pilephlebitis, embolia polmonare, polmonite, ascessi nei polmoni.
  • Complicazioni dal sistema urinario - cistite acuta e nefrite, ritenzione urinaria.

La maggior parte delle complicazioni del periodo postoperatorio sono impedite dall'attuazione delle raccomandazioni del medico. Quindi, per esempio, l'ostruzione intestinale può verificarsi quando la dieta non viene rispettata e sotto l'influenza di un'attività fisica insufficiente. La tromboflebite viene prevenuta mediante l'uso di lino a compressione prima e dopo l'operazione, mediante l'introduzione di anticoagulanti.

Complicazioni di appendicite acuta dal lato della ferita sono considerate le più frequenti, ma allo stesso tempo le più sicure. Lo sviluppo della patologia è giudicato dall'aspetto di compattazione nella regione della ferita, un aumento della temperatura totale e locale, il rilascio di pus dalla cucitura. Il trattamento consiste nel ri-trattamento della ferita, nell'introduzione del drenaggio, nell'uso di antibiotici.

Le complicanze più gravi dopo l'intervento chirurgico comprendono la pleiflebitis e le fistole intestinali.

pileflebite

Pileflebitis è una delle complicanze più gravi di appendicite acuta. Quando il processo purulento pyleflebite dall'appendice si estende alla vena porta del fegato e dei suoi rami, con conseguente formazione di numerosi ascessi nel corpo. La malattia si sviluppa rapidamente, può essere una conseguenza dell'appendicite acuta non trattata. Ma la maggior parte dei pazienti ha una complicazione di appendicectomia. I sintomi della malattia possono manifestarsi dopo 3-4 giorni dall'intervento e dopo un mese e mezzo. I segni più evidenti di pylephlebitis sono:

  • Un brusco salto nella temperatura corporea, brividi.
  • Il polso è frequente e debole.
  • Dolore nell'ipocondrio destro. Possono irradiare alla scapola, alla vita.
  • Allargamento del fegato e della milza.
  • La pelle è pallida, il viso è drenato dal colore itterico.

Quando il pyleflebite è molto letale, raramente il paziente può salvare. Il risultato dipende da come questa complicazione verrà rilevata nel tempo e l'operazione verrà eseguita. Durante l'intervento chirurgico, gli ascessi vengono aperti, drenati e vengono usati antibiotici e anticoagulanti.

Fistole intestinali

Le fistole intestinali nei pazienti con appendicectomia si verificano per diversi motivi. Questo è più spesso:

  • Infiammazione, estendendosi agli anelli intestinali e alla loro distruzione.
  • Inosservanza della tecnica operativa.
  • Piaghe da decubito che si sviluppano sotto la pressione di stretti tamponi e scarichi usati nell'intervento chirurgico.

Lo sviluppo delle fistole intestinali può essere valutato dall'intensificazione del dolore nella regione ileale destra circa una settimana dopo la rimozione dell'appendice infiammata. Possono esserci segni di ostruzione intestinale. Se la ferita non è completamente chiusa, il contenuto intestinale viene rilasciato attraverso la cucitura. I pazienti molto più duri soffrono di formazione di fistola con una ferita suturata - il contenuto dell'intestino penetra nella cavità addominale, dove si sviluppa l'infiammazione purulenta. Le fistole formate vengono eliminate chirurgicamente.

L'appendicite complicata richiede un'attenta diagnosi, l'individuazione di cambiamenti patologici e un trattamento rapido. A volte la vita del paziente dipende dalla tempestiva operazione di emergenza. Il rischio per i chirurghi esperti di complicanze dopo l'appendicectomia può già assumere in base all'età del paziente, la presenza nella sua storia di malattie croniche, come il diabete mellito. I cambiamenti indesiderati si verificano spesso nei pazienti obesi. Tutti questi fattori sono presi in considerazione sia nel periodo preoperatorio che postoperatorio.

Ridurre al minimo il numero possibile di complicazioni può essere solo una chiamata tempestiva al medico. L'operazione precoce è la prevenzione di un gruppo di complicanze più gravi e accorcia il periodo di recupero.

19. Prime complicazioni dopo l'intervento chirurgico per appendicite acuta.

Le prime complicazioni si verificano entro due settimane dall'intervento. Questo gruppo include la maggior parte delle complicazioni della ferita postoperatoria (processi infiammatori purulenti, divergenza dei bordi della ferita, sanguinamento dalla ferita della parete addominale anteriore) e tutte le complicazioni da organi adiacenti.

Sanguinamento dalle navi del mesenteresi pone nel corso di errori tecnici durante l'operazione o con un processo infiammatorio / necrotico in corso che porta al sanguinamento erosivo. Una caratteristica della clinica per il sanguinamento postoperatorio è la presenza di segni di perdita di sangue acuta e il rapido sviluppo della peritonite. Questa complicazione richiede un immediato reintervento.

L'incoerenza del moncone dell'appendicem / t si sviluppa nelle prime ore e giorni dopo l'appendicectomia. Si verifica più spesso in pazienti con forme distruttive di appendicite, con il gatto modificato non solo l'appendice vermiforme, ma anche la cupola del cieco, che rende difficile elaborare il moncone dell'appendice. Con lo sviluppo di questa complicazione, la peritonite fecale si sviluppa rapidamente, il che richiede una revisione immediata della cavità addominale.

20. Complicazioni tardive dopo l'intervento chirurgico per appendicite acuta.

Le complicazioni tardive postoperatorie si sviluppano quando scade il periodo postoperatorio di due settimane. Questi includono complicanze da una ferita postin vigore- ascesso, infiltrazione, ernia postoperatoria, fistola della legatura, neurinomi di cicatrici, cicatrici cheloidi;processi infiammatori acuti nella cavità addominale- ascessi, infiltrati, bastoni;complicazioni del tratto digestivo- Malattia adesiva e ostruzione intestinale meccanica acuta.

Ostruzione intestinale dinamicaè causato da cambiamenti funzionali nella motilità della muscolatura intestinale senza la presenza di disturbi meccanici che impediscono il movimento dei contenuti intestinali. Il più delle volte è di natura paralitica. La peristalsi dell'intestino cessa, si verifica un rigonfiamento con la cessazione del processo di assorbimento e congestione venosa nella parete intestinale.clinica:il primo sintomo è il rigonfiamento I-I dell'intestino, non associato al dolore. L'aumento del gonfiore è accompagnato dal vomito all'inizio del contenuto dello stomaco, poi della bile, e nel tardo periodo dai polpacci. Il gonfiore prolungato dell'intestino porta a danneggiare la parete intestinale, che è accompagnata dalla penetrazione di batteri attraverso di essa nella cavità addominale. Ciò porta alla comparsa di sintomi di peritonite secondaria.

Infiltrato postoperatorioè formato nell'angolo ileo-cecale come conseguenza delle informazioni rimanenti dopo la rimozione dell'appendice vermiforme. In questo caso, viene determinata una formazione a forma di tumore nella regione ileo-cecale destra, che è dolorosa dopo la palpazione. Il trattamento dell'infiltrato postoperatorio è conservativo: introduzione di antibiotici ad ampio spettro, terapia di disintossicazione, UHF, sanguisughe.

Ascesso sottodiaframmaticocomplicazione i-i di peritonite e har-sya mediante accumulo di pus m / a diaframma (dall'alto) e organi interni - fegato, stomaco, milza, omento, cappi intestinali (dal basso). A volte un ascesso può essere localizzato nello spazio retroperitoneale.

Ascessi dello spazio di Douglassi formano nel corso del flusso di essudato infiammatorio nella cavità pelvica. Uno dei primi segni di un ascesso pelvico è l'i-esimo fenomeno disurico, i desideri di defecazione, il tenesmo, i dolori smussati nell'addome inferiore, i brividi, la febbre alta. Con l'esame rettale e vaginale, si può determinare il doloroso gonfiore nello spazio di Douglas. Nel centro dell'infiltrazione viene spesso rilevata una parte della fluttuazione; un ascesso. Nel periodo iniziale di questa complicanza, viene eseguito un trattamento conservativo (antibiotici, clisteri con infusione di camomilla) e quando l'ascesso si forma, viene eseguito dalla sua apertura.

Ascessi Meskheshechnye. clinica: dolore all'addome, frequenti feci molli, brividi, debolezza generale. Poi ci sono sintomi di irritazione del peritoneo, paresi dell'intestino. Quando palpando l'addome, si rivela una formazione simile a un tumore nella cavità addominale di diversa localizzazione, più spesso nel mezzo dell'addome.

pileflebite- trombosi delle vene mesenterica e portale. Si sviluppa come risultato di processi necrotici e trombosi dei vasi del mesentere del processo con la successiva lesione dei vasi mesenterici e della vena porta. La gravità della clinica è determinata dal tasso e dalla prevalenza dell'occlusione delle vene epatiche. La complicazione inizia spesso in modo acuto, 1-2 giorni dopo l'appendicectomia. Il paziente ha un forte dolore nella regione epigastrica o nell'ipocondrio destro, che ricorda l'intensità degli attacchi della colica epatica. Il dolore è accompagnato da nausea, vomito spesso sanguinante, collasso. Per questa complicazione, la temperatura del carattere frenetico, l'aspetto della sclera itterica e della pelle come conseguenza dell'epatite tossica sono caratteristici. Ci sono dolori addominali nell'ipocondrio destro, ingrossamento del fegato, ascite, insufficienza epatica-renale. Spesso si osserva versamento sieroso nella cavità pleurica destra. A volte una vena portale trombotica destra ingrandita ed edema del legamento duodenale epatico può causare compressione del dotto biliare comune con successivo ittero meccanico.

PE.Si verifica nelle prime 2 settimane dopo l'operazione. La clinica dell'embolia polmonare dipende dalla dimensione dell'embolo e dal grado di ostruzione del lume dell'arteria. Con il blocco completo dell'arteria polmonare, la morte avviene istantaneamente o nei minuti successivi all'embolia. Il principale segno di questa complicanza è un improvviso deterioramento della condizione generale, manifestata da un forte dolore toracico, una grave mancanza di respiro, una respirazione tesa, intermittente, frequente e una scomparsa quasi istantanea dell'impulso. Il pallore tagliente della pelle viene sostituito dalla cianosi del viso e della metà superiore del tronco. C'è una carenza acuta del cuore destro, il paziente perde conoscenza e muore rapidamente.

Complicazioni di appendicite

Complicazioni di appendicite si formano a seconda del momento del decorso del processo infiammatorio. Il primo giorno del processo patologico, di norma, è caratterizzato dall'assenza di complicazioni, poiché il processo non va oltre il processo di tipo worm. Tuttavia, in caso di trattamento intempestivo o errato, possono insorgere complicazioni quali perforazione del processo, peritonite o tromboflebite delle vene del mesentere dopo alcuni giorni.

Per prevenire lo sviluppo di complicazioni di appendicite acuta, è necessario contattare l'istituzione medica in modo tempestivo. Patologia diagnosticata tempestivamente e intervento chirurgico per rimuovere l'appendice vermiforme infiammata è la prevenzione della formazione di condizioni potenzialmente letali.

classificazione

Complicazioni di appendicite si formano sotto l'influenza di vari fattori. Molti dei seguenti effetti possono svilupparsi nel corpo umano, sia durante il periodo pre-operatorio che dopo l'intervento chirurgico.

Le complicanze preoperatorie sono formate da un prolungato decorso della malattia senza trattamento. Occasionalmente, possono verificarsi alterazioni patologiche dell'appendice a causa di tattiche terapeutiche scelte in modo improprio. Sulla base dell'appendicite, nel corpo del paziente possono formarsi patologie così pericolose - infiltrazione appendicolare, ascesso, flemmone retroperitoneale, pylephlebitis e peritonite.

E le complicanze postoperatorie sono caratterizzate da un segno clinico-anatomico. Possono apparire diverse settimane dopo il trattamento chirurgico. Questo gruppo include le conseguenze associate alle lesioni postoperatorie e alle patologie degli organi vicini.

Sviluppare le conseguenze dopo la rimozione dell'appendicite può per vari motivi. Molto spesso, i medici diagnosticano complicazioni in questi casi:

  • in seguito alla ricerca di un aiuto medico;
  • diagnosi prematura;
  • errori nell'operazione;
  • inosservanza delle raccomandazioni del medico nel periodo postoperatorio;
  • sviluppo di malattie croniche o acute di organi vicini.

Le complicanze nel periodo postoperatorio possono essere di diverse varietà a seconda della localizzazione:

  • al posto della ferita operativa;
  • nella cavità addominale;
  • in organi e sistemi vicini.

Molti pazienti sono interessati alla domanda su quali potrebbero essere le conseguenze dopo l'intervento chirurgico. I medici hanno determinato che le complicazioni dopo l'intervento chirurgico sono suddivise in:

  • presto - può essere formato entro due settimane dopo l'operazione. Questi includono la divergenza dei bordi della ferita, la peritonite, il sanguinamento e i cambiamenti patologici dalla vicinanza degli organi;
  • in ritardo - due settimane dopo il trattamento chirurgico, possono formarsi fistole della ferita, suppurazione, ascessi, infiltrati, cicatrici cheloide, ostruzione intestinale, aderenze nella cavità addominale.

perforazione

Perforazione si riferisce a complicazioni precoci. Si forma diversi giorni dopo l'infiammazione dell'organo, specialmente quando la forma è distruttiva. Con questa patologia si verifica la fusione purulenta delle pareti dell'appendice e del flusso di pus nella cavità addominale. La perforazione è sempre accompagnata da peritonite.

Clinicamente, una condizione patologica è caratterizzata da tali manifestazioni:

  • progressione del dolore nell'addome;
  • febbre alta;
  • nausea e vomito;
  • ebbrezza;
  • sintomi positivi di peritonite.

Nell'appendicite acuta, la perforazione dell'organo si manifesta nel 2,7% dei pazienti la cui terapia è iniziata precocemente nella formazione della malattia e negli stadi finali della formazione della malattia, la perforazione si sviluppa nel 6,3% dei pazienti.

Infiltrato appendicolare

Questa complicazione è tipica per l'appendicite acuta nell'1-3% dei pazienti. Si sviluppa a causa del trattamento tardivo del paziente per cure mediche. Il quadro clinico dell'infiltrato si manifesta 3-5 giorni dopo lo sviluppo della malattia ed è provocato dalla diffusione del processo infiammatorio dall'appendice agli organi e ai tessuti vicini.

Agli albori della patologia si manifesta il quadro clinico dell'appendicite distruttiva: forte dolore addominale, segni di peritonite, febbre, intossicazione. All'ultimo stadio di questo effetto, la sindrome del dolore si attenua, il benessere generale del paziente migliora, ma la temperatura è superiore alla norma. Quando palpate l'appendice, il medico non determina la tensione muscolare dell'addome. Tuttavia, nella giusta zona ileale, può essere determinata una mobilità densa, leggermente dolorosa e inattiva.

Nel caso di un infiltrato appendicolare diagnosticato, viene rimandata un'operazione per rimuovere (appendicectomia) l'appendice infiammata e viene prescritta una terapia conservativa a base di antibiotici.

Come conseguenza della terapia, l'infiltrato può dissolversi o essere ascesso. Se non vi è suppurazione nella zona infiammata, la formazione può scomparire in 3-5 settimane dal momento dello sviluppo della patologia. In caso di decorso sfavorevole, l'infiltrato inizia a gonfiarsi e porta alla formazione di peritonite.

Ascesso appendicolare

Forme complicate di appendicite acuta si formano in vari stadi di progressione della patologia e vengono diagnosticate solo nello 0,1-2% dei pazienti.

Gli ascessi appendicolari possono formarsi nei seguenti reparti anatomici:

  • nella regione ileale destra;
  • nell'approfondimento tra la vescica e il retto (tasca di Douglas) - negli uomini e tra il retto e l'utero - nelle donne;
  • sotto il diaframma;
  • tra i cappi dell'intestino;
  • spazio retroperitoneale.

I principali segni che aiuteranno a stabilire la complicazione del paziente sono i seguenti:

  • ebbrezza;
  • ipertermia;
  • aumento di leucociti e alto livello di VES nell'analisi generale del sangue;
  • sindrome da dolore grave

L'ascesso dello spazio di Douglas, oltre ai sintomi generali, è caratterizzato da manifestazioni disuriche, frequente desiderio di defecare, sensazione di dolore nel retto e nel perineo. La formazione purulenta di questa localizzazione può essere trattata attraverso il retto, o attraverso la vagina - nelle donne.

L'ascesso sottodiaframmatico si manifesta nella depressione sub-diaframmatica destra. In caso di sviluppo di una formazione purulenta, segni marcati di intossicazione, difficoltà di respirazione, tosse improduttiva e dolore toracico. Quando si esamina un'area infiammata, il medico diagnostica un addome morbido, un grosso volume di fegato e dolore alla palpazione, una respirazione lieve e appena percettibile nella parte inferiore del polmone destro.

La formazione purulenta di Meskheshechnoe è caratterizzata da una clinica debolmente espressa agli stadi iniziali del processo patologico. All'aumentare dell'ascesso, tensione muscolare della parete addominale, attacchi di dolore, infiltrazione palpabile, temperatura corporea elevata.

La diagnosi di ascesso appendicolare può essere effettuata con l'aiuto degli ultrasuoni della cavità addominale e la malattia viene eliminata aprendo la formazione purulenta. Dopo aver lavato la cavità, viene installato il drenaggio e la ferita viene cucita nel tubo. I giorni successivi, gli scarichi vengono lavati per rimuovere i residui di pus e introdurre farmaci nella cavità.

pileflebite

Questa complicanza di appendicite acuta, come la pylephlebitis, è caratterizzata da grave infiammazione settica purulenta della vena porta del fegato con formazione di ulcere multiple. Caratterizzato dal rapido sviluppo di intossicazione, febbre, aumento del volume del fegato e della milza, pallore della pelle, tachicardia e ipotensione.

L'esito letale in questa patologia raggiunge il 97% dei casi. La terapia si basa sull'uso di antibiotici e anticoagulanti. Se nel corpo del paziente si formano ascessi, devono essere aperti e lavati.

peritonite

La peritonite è un'infiammazione del peritoneo, che agisce come conseguenza dell'appendicite acuta. Il processo infiammatorio delimitato locale del peritoneo è caratterizzato da tale quadro clinico:

  • sindrome da dolore grave;
  • ipertermia;
  • sbiancamento della pelle;
  • tachicardia.

Il medico può diagnosticare questa complicanza con l'aiuto della definizione del sintomo di Shchetkin-Blumberg - quando si preme in un'area dolorosa il dolore non aumenta e, con un'omissione acuta, si nota la comparsa di dolore più grave.

La terapia consiste nell'applicare metodi conservativi - antibatterici, disintossicanti, sintomatici; e drenaggio chirurgico di focolai purulenti.

Fistole intestinali

Una delle complicazioni tardive che si verificano dopo la rimozione dell'appendicite sono le fistole intestinali. Appaiono quando le pareti dei circuiti intestinali più vicini sono danneggiate con successiva distruzione. Inoltre, i motivi per la formazione di fistola includono tali fattori:

  • tecnologia di processo compromessa;
  • spremitura dei tessuti della cavità addominale con tovaglioli di garza troppo densi.

Se il chirurgo non cuce completamente la ferita, allora il contenuto intestinale inizia a fluire attraverso la ferita, che porta alla formazione di una fistola. Con le ferite di una ferita, i sintomi della malattia peggiorano.

In caso di formazione di fistola, 4-6 giorni dopo l'intervento chirurgico di rimozione dell'organo, il paziente avverte i primi attacchi dolorosi nella zona ileale destra, dove viene anche rilevata una profonda infiltrazione. In casi estremi, i medici diagnosticano sintomi di intestino e peritonite compromessa.

La terapia è prescritta dal medico su base individuale. Il trattamento farmacologico si basa sull'uso di farmaci antibatterici e antinfiammatori. Oltre al trattamento farmacologico, viene eseguita la rimozione chirurgica delle fistole.

L'apertura arbitraria della fistola inizia 10-25 giorni dopo l'intervento. Nel 10% dei casi, questa complicanza porta alla morte dei pazienti.

Sulla base di quanto precede, possiamo concludere che per prevenire la formazione di complicanze di appendicite può essere opportuno cercare aiuto medico, in quanto un'appendicectomia tempestiva e corretta contribuisce al recupero più rapido del paziente.

Complicazioni dopo la rimozione di appendicite

A causa del fatto che il rischio di un intervento chirurgico non necessario è molto inferiore al rischio di mancata perforazione dell'appendicite, i chirurghi ricorrono all'appendicectomia anche in caso di dubbi sulla sua infiammazione.

Al paziente può essere prescritto un riposo a letto per ulteriori osservazioni, ma se le sue condizioni non migliorano, i medici producono un'asportazione dell'appendice, cioè rimuovono l'appendice.

La rimozione di un'appendice è una semplice operazione eseguita in anestesia generale, che richiede non più di mezz'ora. L'uso di farmaci e antibiotici moderni ha ridotto significativamente la probabilità di possibili complicanze, ma possono comunque verificarsi.

Conseguenze dell'appendicectomia

Dopo l'operazione per rimuovere l'appendice durante il periodo di guarigione, la persona operata può sentire dolore periodico, che si arresta dopo uno o due mesi.

Gonfiore temporaneo indica che il sistema digestivo sta gradualmente tornando al suo normale funzionamento e questo significa che sta arrivando la fase di recupero.

Possibili complicazioni dopo la rimozione dell'appendicite

Nel caso in cui l'intervento chirurgico per rimuovere l'appendicite acuta sia stato eseguito in modo errato o si siano verificati malfunzionamenti da parte del corpo durante il periodo di guarigione, sono possibili diverse complicanze postoperatorie:

  • Al quinto o settimo giorno, potrebbe apparire un restringimento nell'area della cucitura, la temperatura corporea sale a 37-38 gradi e oltre. Questo potrebbe indicare la presenza di infiammazione purulenta.
  • formazione Aumento adesione, che a sua volta può causare ancora più grave complicazione - adesivo occlusione intestinale, che si manifesta con nausea, vomito, gonfiore addominale, mancanza di gas e sgabello, crampi dolore addominale.
  • La presenza di ascessi della cavità addominale è evidenziata da sintomi quali: un aumento della temperatura nell'ottavo - dal dodicesimo giorno al trentotto - quaranta gradi, il verificarsi di dolore addominale, cambiamenti nelle analisi del sangue, brividi.
  • La partenza dalla ferita del contenuto intestinale (feci liquide) indica una complicazione così formidabile come la fistola intestinale.
  • Una delle complicanze più gravi dopo la rimozione dell'appendicite acuta è la tromboflebite purulenta della vena porta - pylephlebitis. Sembra, di regola, in termini precoci, in due o tre giorni e fino a due o tre settimane dopo l'operazione. Sviluppo di complicanze si verificano rapidamente: la condizione del paziente diventa grave a causa del dolore nel quadrante in alto a destra, brividi, debolezza, febbre fino a trenta-9-40 gradi, forte sudorazione. C'è ittero della pelle e sclera, fegato ingrossato, milza.

A differenza dell'appendicite, c'è una malattia che è molto difficile da diagnosticare - una pneumatosi pronunciata dell'intestino.