Caratteristiche della riabilitazione dopo la rimozione dell'appendicite

La riabilitazione dopo appendicite dura circa due mesi, durante i quali il paziente deve aderire a determinate restrizioni. Il suo termine dipende dalla salute generale del paziente, dall'età e dalla presenza di complicanze prima o dopo l'intervento chirurgico.

Le persone giovani e di mezza età, aderenti a uno stile di vita attivo, vengono ripristinate più rapidamente. I bambini e i pazienti obesi hanno bisogno di più tempo per tornare completamente alla normale vita normale.

I primi giorni dopo l'operazione

loading...

Al termine dell'operazione, il paziente sulla barella viene trasportato in reparto, dove sarà sotto l'attenta supervisione dello staff medico per controllare il ritiro dall'anestesia. Al fine di prevenire il soffocamento in caso di vomito, che può essere dovuto all'effetto collaterale del farmaco, il paziente si rivolge a un lato sano. Se le complicazioni sono assenti, quindi 8 ore dopo l'operazione, il paziente può essere sollevato nel letto e fare movimenti cauti. Dopo la rimozione dell'appendicite, gli antidolorifici iniettabili e gli antibiotici per la prevenzione delle complicanze infettive sono prescritti per diversi giorni.

Con tutte le raccomandazioni del dottore, il ricupero da un'operazione di appendicite di solito va senza complicazioni. Il più pesante per il paziente è il primo giorno. Il tempo trascorso in ospedale, di norma, non supera i 10 giorni.

Durante questo periodo:

  • monitoraggio giornaliero della temperatura corporea;
  • misurazione regolare della pressione sanguigna;
  • controllo sul ripristino della minzione e della defecazione;
  • ispezione e medicazione della sutura postoperatoria;
  • monitorare lo sviluppo di possibili complicanze postoperatorie.

Con la rimozione dell'appendicite, il periodo postoperatorio, vale a dire la sua durata, la gravità del decorso e la presenza di complicanze, dipende in gran parte dal metodo scelto per l'intervento chirurgico (laparoscopia o operazione cavitaria).

Nutrizione dopo l'intervento chirurgico

loading...

La riabilitazione dopo l'appendicite include l'aderenza a una determinata dieta per almeno due settimane. Il primo giorno postoperatorio non può essere mangiato, è consentito bere solo acqua normale e minerale senza gas o kefir con contenuto di grassi pari allo 0%. Il secondo giorno, devi iniziare a mangiare per ripristinare il tratto digestivo. Dovresti mangiare cibi che non causano gonfiore e una sensazione di pesantezza nell'intestino. La dieta deve essere divisa: si raccomanda di mangiare in piccole porzioni, dividendo in 5 o 6 ricevimenti.

Raccomandazione: nel periodo postoperatorio, l'uso di latticini a basso contenuto di grassi è utile. Contribuiranno alla rapida normalizzazione del tratto digestivo e al ripristino della microflora intestinale interrotta dopo l'uso di antibiotici.

Permesso di utilizzare nei prodotti del periodo post-operatorio

I primi tre giorni dopo l'operazione è necessario mangiare gelatina alimentare facilmente digeribile o consistenza liquida. Sono ammessi i seguenti prodotti:

  • porridge liquido;
  • purè di patate, carote, zucchine o zucca;
  • brodo di riso;
  • yogurt o yogurt senza grassi;
  • carne di pollo bollita in forma grattugiata;
  • brodo di pollo;
  • gelatina e gelatina.

Il quarto giorno è possibile aggiungere alla dieta pane nero o crusca, mele cotte, zuppe con purè di patate con aneto e prezzemolo, porridge duro, carne bollita e pesce magro. Con ogni giorno successivo, sarà possibile espandere l'elenco di prodotti sempre di più, ritornando gradualmente al regime familiare di dieta. La dieta utilizzata deve essere necessariamente concordata con il medico curante. Nonostante alcune limitazioni, è necessario avere una nutrizione completa e ricca di vitamine e minerali, poiché durante la riabilitazione il corpo ha bisogno di ulteriore supporto.

Delle bevande consentite per far bollire il dogrose, succhi appena diluiti, composte, acqua minerale senza gas, tè nero a base di erbe o debole. La quantità di liquido consumato al giorno dovrebbe essere nella quantità totale di 1,5-2 litri.

Vietato l'uso nei prodotti del periodo post-operatorio

Quando si scarica dall'ospedale per altri 14 giorni dopo il periodo di intervento chirurgico dopo la rimozione dell'appendicite, non è permesso mangiare cibi che portano all'irritazione della mucosa, alla formazione di gas e ai processi di fermentazione nell'intestino. Prima di tutto, lo scopo di una tale dieta è prevenire la rottura delle cuciture interne e ridurre il carico nutrizionale sul corpo. È necessario aderire a tali regole:

  • limitare la quantità di sale;
  • non aggiungere spezie e condimenti durante la preparazione del cibo, ma anche ketchup e maionese;
  • escludere i legumi dalla dieta;
  • rifiutare i prodotti da forno;
  • Evitare l'uso di verdure come pomodori, peperoni, cavoli e cipolle crude;
  • eliminare completamente carne affumicata, salsicce, carne grassa e pesce.

Nel periodo postoperatorio, inoltre, non è permesso bere bevande gassate, succhi di uva e cavoli e qualsiasi bevanda contenente alcool nella loro composizione.

Attività fisica nel periodo postoperatorio

loading...

Nel processo di riabilitazione dopo rimozione di appendicite, è necessario aderire a determinate limitazioni di attività fisica. Ciò velocizzerà il recupero e ridurrà al minimo il rischio di possibili complicazioni. Alzarsi dal letto e iniziare a camminare è permesso tre giorni dopo l'operazione. Durante il periodo di recupero iniziale, si consiglia di utilizzare una benda di supporto, in particolare per i pazienti in sovrappeso.

Suggerimento: per evitare divisioni della cucitura, si consiglia di tenere lo stomaco quando si effettuano movimenti improvvisi come starnuti, tosse o risate.


Uno stile di vita sedentario nel processo di riabilitazione non è meno pericoloso dell'alto sforzo fisico. Può causare la formazione di aderenze, disturbi circolatori o lo sviluppo di atrofia muscolare. A questo proposito, quasi immediatamente dopo l'intervento chirurgico in consultazione con un medico in posizione supina si raccomanda di eseguire un complesso speciale di terapia fisica.

Nei primi due mesi di attività fisica dovrebbe essere limitato alla camminata quotidiana e alla ginnastica terapeutica. Durante questo periodo è vietato trasportare e sollevare pesi superiori a 3 kg. Dopo 14 giorni dall'intervento, se non ci sono controindicazioni, è permesso riprendere l'attività sessuale. Quando la cicatrice postoperatoria è completamente guarita, si consiglia di visitare la piscina.

Ulteriori informazioni sulle regole nutrizionali dopo la rimozione dell'appendicite possono essere apprese dal video:

Ma forse è più corretto trattare non una conseguenza, ma una ragione?

Raccomandiamo di leggere la storia di Olga Kirovtseva, di come ha curato lo stomaco. Leggi l'articolo >>

Antibiotici per appendicite

loading...

L'uso di antibiotici nell'appendicite è più ampiamente studiato in aggiunta all'appendicectomia e di solito non è considerato il trattamento principale.

Un certo numero di piccoli studi dimostrano l'efficacia dell'uso per il trattamento degli antibiotici da soli con appendicite. Tuttavia, quando si sceglie un trattamento di questo tipo, deve essere considerata un'alta incidenza di recidive. La rimozione chirurgica dell'appendice è stabilita come standard per il trattamento dell'appendicite acuta.

Molto spesso, a seguito di appendicite e dopo appendicectomia, si verificano complicazioni infettive e infiammatorie. Queste complicazioni possono andare dalla semplice suppurazione della ferita alle complicazioni gravi che mettono in pericolo la vita, come lo shock settico con insufficienza multiorgano.

L'uso di antibiotici in appendicite

loading...

Le indicazioni, il tipo e la durata della terapia antibiotica sono oggetto di numerosi studi e molte discussioni. L'uso più diffuso di antibiotici per la prevenzione delle infezioni della ferita. In pratica, non vi è dubbio che l'introduzione di una singola dose di antibiotici ad ampio spettro prima dell'intervento riduce significativamente il rischio di suppurazione della ferita. Nei pazienti che non hanno subito la profilassi antibiotica preoperatoria, sono state rilevate complicanze infettive nella ferita con una frequenza dal 9% al 30% nelle prime fasi dell'appendicite. Nelle fasi avanzate delle complicanze della ferita infettiva raggiungono l'80%. È dimostrato che la somministrazione profilattica di antibiotici prima dell'appendicectomia riduce l'incidenza dell'infezione della ferita nell'appendicite non complicata a meno del 5%.

Numerosi studi sono stati dedicati alla valutazione dell'efficacia di vari antibiotici nell'appendicite. Per diversi decenni, per la terapia antibiotica dopo appendicectomia, sono stati utilizzati aminoglicosidi con eccellente attività contro microrganismi gram-negativi e a basso costo. Tuttavia, l'alto costo del monitoraggio del livello di antibiotico nel sangue contribuisce al costo complessivo del loro uso. L'uso di aminoglicosidi è combinato con un rischio del 10% di ototossicità e un tasso di effetto nefrotossico superiore al 25%. L'azretra ha uno spettro di attività aminoglicosidica simile nei confronti dei microrganismi aerobi gram-negativi. Allo stesso tempo, quando si utilizza aztreonama, non è necessario monitorare il livello del farmaco nel sangue e non vi è alcun rischio di oto- e nefrotossicità. Pertanto, aztreonam è una scelta eccellente per la terapia di associazione con clindamicina o metronidazolo (come farmaci che agiscono su microrganismi anaerobici). Le cefalosporine sono state ampiamente studiate come agenti ad ampio spettro per la monoterapia. Con la monoterapia con cefalosporine, ci sono meno difficoltà con la somministrazione del farmaco, mentre la tossicità complessiva del farmaco è anche inferiore. Per le malattie infettive infiammatorie dell'apparato digerente, come l'appendicite, è ampiamente raccomandato l'utilizzo di cefalosporine di seconda generazione, come cefotetan Θ e cefoxitina. Cefamandolo e cefoperazone hanno una minore attività contro il Bacteroides fragilis e pertanto, con l'appendicite, non devono essere considerati come farmaci di prima linea. I fluorochinoloni, ad esempio la ciprofloxacina, sono spesso usati in combinazione con un secondo farmaco, come il metronidazolo, che agisce sugli anaerobi. Tali antibiotici come l'imipenem sono molto efficaci come la monoterapia. Tali farmaci sono spesso tenuti in riserva per il caso di sepsi generalizzata o infezione intraospedaliera, e quindi non dovrebbero essere ampiamente usati nei casi di appendicite non complicata.

La durata della terapia antibiotica con appendicite è meno studiata. Con appendicite semplice, è sufficiente avere una singola iniezione preventiva dell'antibiotico prima dell'operazione. In appendicite distruttiva, un antibiotico può essere dato un breve corso (1 giorno) dopo l'intervento chirurgico. In caso di appendicite perforata, si raccomanda un ciclo completo di somministrazione antibiotica di 7-10 giorni. Spesso la durata della terapia antibiotica si basa sull'osservazione clinica. Spesso gli antibiotici vengono prescritti fino a quando il paziente entro 24-48 ore non mostra un aumento di temperatura o fino a quando si verifica un miglioramento clinico.

Appendicite purulenta, periodo postoperatorio - trattamento, carico, dieta

loading...

L'appendicite è una delle operazioni più semplici e allo stesso tempo comuni. Il rischio di infiammazione dell'appendice si riscontra sia nei neonati che negli anziani.

Nella struttura di questa patologia, la maggior parte dei casi è un'appendicite non complicata, che viene rimossa con un metodo laparoscopico, senza eseguire un taglio completo. Tuttavia, le forme complicate richiedono un intervento cavitario in piena regola e maggiore attenzione nel periodo post-operatorio tardivo e tardivo.

Caratteristiche del periodo postin vigore con appendicite purulenta

loading...

I pazienti con appendicite purulenta ricevono un po 'più di attenzione rispetto a quelli che hanno un'appendicite non complicata, che è associata ad un aumentato rischio di complicanze sia nel periodo postoperatorio precoce che tardivo.

Come con la variante non complicata dell'infiammazione dell'appendice, con una variante purulenta della malattia, è possibile un aumento della temperatura corporea. Questa è la reazione naturale del corpo all'intervento chirurgico, ma nel caso dell'appendicite purulenta, l'aumento della temperatura è spesso più pronunciato e prolungato.

I primi giorni dopo l'intervento chirurgico dovrebbero essere il più delicati possibile in termini di attività motoria e nutrizione.

Tuttavia, nel caso dell'attività motoria, è importante mantenere un equilibrio - da un lato, è importante non esagerare, provocando così lo sviluppo di complicazioni, d'altro canto, il movimento è uno dei principali fattori che impediscono la malattia di adesione che accompagna qualsiasi intervento chirurgico.

Particolare attenzione viene prestata alla cura della ferita postoperatoria, che consente non solo di evitare complicazioni purulente, ma anche di rilevare a tempo debito eventuali deviazioni durante il periodo postoperatorio.

Come passare il primo giorno dopo l'appendicectomia

loading...

Le caratteristiche del corso delle prime 24 ore dopo l'intervento chirurgico per l'infiammazione dell'appendice dipendono sia dal tipo di anestesia che dall'appendicite complicata o meno.

Più comunemente, viene utilizzata l'anestesia generale o l'anestesia spinale o epidurale. Con l'anestesia generale, il paziente si sveglia dopo un certo tempo dopo l'intervento, senza ricordare nulla dal momento della somministrazione del farmaco.

Nel caso di anestesia spinale o epidurale, tutto è in qualche modo diverso, il paziente è ancora cosciente tutto il tempo. Ogni opzione ha i suoi vantaggi e svantaggi puramente medici, le opinioni dei pazienti sono anche divise - alcuni credono che sia meglio dormire il più a lungo possibile, mentre altri non amano il periodo di recupero un po 'più spiacevole dopo l'anestesia generale.

La nutrizione nel primo giorno dipende da un particolare ospedale e da un particolare specialista. Succede anche che sotto il divieto del primo giorno ci sia anche acqua, e qualche volta è permesso e sfregato il cibo.

Dall'attività motoria, il massimo per il primo giorno - rotolare e sedersi a letto.

Quali antibiotici sono prescritti dopo la rimozione dell'appendicite

loading...

Usando farmaci antibatterici, il campo dell'intervento chirurgico per appendicite sia complicata che non complicata ha ridotto significativamente la probabilità di complicanze, soprattutto nel primo periodo postoperatorio.

Al fine di prevenire complicazioni settiche nei primi giorni del periodo postoperatorio, vengono utilizzati agenti antibatterici di un ampio spettro di azione, poiché non è noto in anticipo quali specie di microrganismi siano più pericolose in ciascun caso particolare.

Quanto dura il periodo postoperatorio

loading...

Il periodo postoperatorio, e da esso si intende il tempo trascorso dal momento della fine dell'intervento operativo e fino alla completa guarigione, è convenzionalmente suddiviso in anticipo e in ritardo.

Il primo periodo postoperatorio dura sei giorni e quasi sempre avviene all'interno delle mura dell'ospedale, perché in questo momento il rischio di sviluppo di complicazioni potenzialmente letali è più alto. Il periodo postoperatorio tardivo dura dal sesto giorno fino al completo recupero.

I rischi di sviluppare complicanze in questo momento sono leggermente inferiori, spesso passa a casa.

Quanti giorni è il congedo per malattia dopo l'appendicite

loading...

Il periodo durante il quale il congedo per malattia può essere erogato direttamente dipende dalla legislazione del paese in cui è stato rilasciato, dalle caratteristiche di questo intervento chirurgico, dalla presenza o dall'assenza di complicanze e dalle condizioni generali del corpo.

In alcuni casi, principalmente con la rimozione laparoscopica, senza eseguire un'operazione cavitaria, un foglio di disabilità può essere rilasciato per tre giorni. In assenza di complicazioni, le buone condizioni del paziente e il suo desiderio di cure ospedaliere possono essere così brevi.

Nel caso di appendicite non complicata e chirurgia laparoscopica (anche senza complicazioni), l'ospedale può essere rilasciato per un periodo da cinque a dieci giorni - con questo intervento, il trauma è minimo e il recupero è il più veloce possibile.

Le opzioni complicate come l'appendicite purulenta, flemmonica e cancrena richiedono una completa cavità orale e il periodo di invalidità in questo caso può arrivare fino a trenta giorni.

In caso di complicazioni o persistenza delle condizioni difficili del paziente, la durata della degenza può essere prolungata e per più di trenta giorni dalla commissione medica.

Quali raccomandazioni vengono date al paziente dopo la rimozione dell'appendicite

loading...

Che tipo di dieta dovrei seguire

Il primo giorno dopo l'intervento, soprattutto se il paziente viene dal medico della vecchia scuola, può proibire non solo di mangiare qualsiasi cosa, ma anche di bere.

Inoltre, il cibo consiste principalmente di cereali o zuppe calde e asciugate. Si raccomanda di includere nella dieta prodotti a base di latte acido in grado di normalizzare la motilità intestinale (dopo anestesia generale si osserva spesso la sua oppressione pronunciata).

In una settimana puoi tornare a una dieta più familiare, ma senza eccessi: i grassi pesanti, i cibi fritti e l'alcol sono controindicati. L'opzione migliore è una dieta sana e razionale.

Attività fisica consentita

Per quanto riguarda le attività fisiche appropriate, non c'era un'opinione comune tra gli specialisti. I medici della vecchia scuola, per la maggior parte, raccomandano di astenersi dall'attività motoria, specialmente nel primo periodo postoperatorio.

D'altra parte, ci sono prove che supportano l'attività fisica precoce. Quindi, ci sono studi, i cui risultati indicano una diminuzione della probabilità di sviluppare aderenze nei pazienti che camminavano molti chilometri al giorno su base giornaliera.

Tuttavia, è generalmente accettato che il secondo giorno dopo l'intervento chirurgico, il permesso è di rotolare sul letto e sedersi, e camminare il terzo o il quarto giorno.

Questo si riferisce all'operazione addominale, con la rimozione laparoscopica della modalità motoria estesa molto prima.

Possibili complicazioni

loading...

Problemi con una diagnosi tempestiva e un trattamento appropriato (o la sua qualità) possono portare allo sviluppo di complicazioni piuttosto gravi, spesso pericolose per la vita di questa malattia apparentemente frivola.

Una delle complicanze più frequenti è la suppurazione di una ferita postoperatoria, che a volte accade anche nonostante l'uso di agenti antibatterici.
Peritonite, o infiammazione del peritoneo - senza trattamento tempestivo con metodi chirurgici e massiccia terapia antibiotica è fatale.

Infiltrati - questa formazione si forma in assenza di un trattamento tempestivo dai tessuti della appendice più vermiforme, così come gli organi circostanti (principalmente l'intestino tenue e piccolo, così come l'omento).

Ascesso nella cavità addominale - può svilupparsi a causa della comparsa di un versamento infetto, in presenza di ematomi intra-addominali, così come in situazioni in cui vi sono alcuni problemi con i punti del moncone dell'appendice.

Phlegmon, che si estende allo spazio retroperitoneale. Una condizione patologica abbastanza grave, in cui il processo patologico non è chiaramente delimitato da tessuti sani.

Tromboflebiti delle vene degli arti inferiori e del bacino piccolo, pylephlebitis, tromboembolismo dell'arteria polmonare.

Come è il recupero dopo la rimozione dell'appendicite nei bambini

loading...

Nell'infanzia, spesso il periodo di recupero è ancora più breve rispetto agli adulti. Un problema importante in termini di diagnosi tempestiva può essere visto solo l'appendicite nei bambini piccoli.

Tuttavia, il recupero rapido è possibile solo se il bambino e i genitori seguono chiaramente le raccomandazioni ricevute riguardo al regime motorio e nutrizionale, specialmente nei primi giorni dopo l'intervento.

Il problema principale qui è far sì che il bambino rispetti tutte le raccomandazioni, il che a volte è piuttosto difficile. È anche importante il più presto possibile la prevenzione delle aderenze, che, sebbene si verifichi meno frequentemente nei bambini che negli adulti, è ancora possibile.

La rimozione dell'appendice è considerata uno degli interventi chirurgici più semplici. Tuttavia, l'atteggiamento frivolo del paziente verso il periodo postoperatorio potenzialmente minaccia con una serie di complicazioni, alcune delle quali dovranno essere trattate con un re-intervento chirurgico.

Allo stesso tempo, se vengono seguite tutte le raccomandazioni, la probabilità di complicanze nel periodo postoperatorio precoce o tardivo è minima.

Maggiori informazioni su quale dieta dovrebbe essere seguita dopo l'operazione verrà appreso durante la visione di un video:

Antibiotici per e dopo l'appendicite

loading...

L'approccio principale nel trattamento dell'appendicite è ancora esclusivamente l'intervento chirurgico. Gli antibiotici per e dopo l'appendicite sono prescritti tranne che per la prevenzione e il trattamento delle complicanze infettive postoperatorie.

Trattamento di appendicite con antibiotici

loading...

L'appendicite acuta non può essere trattata con antibiotici da solo - la terapia farmacologica completa solo la procedura per il trattamento chirurgico della malattia.

Indicazioni per l'uso di antibiotici per appendicite

loading...

Tra le indicazioni: prevenzione dell'insorgenza di processi infettivi anaerobici che si sviluppano dopo le operazioni sugli organi peritoneali e in aggiunta di infezioni intra-addominali, inclusi ascessi nel peritoneo e peritonite.

Antibiotici dopo la rimozione di appendicite

All'inizio del periodo postoperatorio (i primi 2 giorni), al paziente vengono prescritti antibiotici per prevenire la possibilità di infezione.

Forma del problema

loading...

Zinacef è un antibiotico della categoria della nuova generazione di farmaci. Aiuta ad eliminare i microbi patogeni di una varietà di specie. È iniettato - in / m o in / in.

Dalatsin è un antibiotico che colpisce efficacemente vari tipi di batteri, che sono gli agenti causali dei processi infiammatori purulenti. Può essere assunto per via orale o iniettato in / me / in modi.

Metrogil è un antibiotico con un potente effetto sui più semplici batteri e microbi unicellulari che vivono in condizioni di mancanza di ossigeno. Il farmaco è spesso usato nel trattamento dell'appendicite acuta.

Tienam combina antibiotico e enzima, che impedisce la distruzione dell'antibiotico. Ciò consente al farmaco di evitare la scissione durante il passaggio attraverso i reni, così come la distruzione sotto l'influenza di enzimi batterici. Colpisce efficacemente microbi patogeni di vario tipo. Utilizzato nel trattamento della fase acuta dell'appendicite, che si svolge in forma grave.

Imipinem è un antibiotico che elimina efficacemente la maggior parte delle varietà di batteri patogeni. Ha una resistenza contro gli enzimi batterici che distruggono altri antibiotici. È prescritto per la transizione dell'appendicite in forma grave, nei casi in cui altri farmaci antibatterici non danno un risultato.

Meronem ha proprietà simili a Imipin, ma è meno incline alla distruzione quando passa attraverso i reni, quindi è considerato un mezzo più efficace.

Le proprietà degli antibiotici per e dopo l'appendicite vengono esaminate usando l'esempio di Zinacef.

farmacodinamica

loading...

Il medicinale è un antibiotico appartenente alla categoria delle cefalosporine (2a generazione). Il suo principio attivo è cefuroxime, che possiede proprietà battericide. Questo componente agisce su singoli anaerobi gram-negativi e gram-positivi e aerobi (tra questi anche microbi che producono la b-lattamasi).

farmacocinetica

loading...

Dopo la somministrazione di un picco di concentrazione sostanza / m attivo nel siero del sangue raggiunge dopo 30-45 minuti, dopo somministrazione / a - dopo 10-15 minuti. Cefuroxime è in grado di passare attivamente in tutti i liquidi e i tessuti. In concentrazioni terapeutiche si accumulano nelle ossa, tessuti molli, espettorato, la pelle e la bile, e in aggiunta, nel liquido pleurico e intraoculare e il miocardio.

Il legame del principio attivo alle proteine ​​plasmatiche è del 35-50%. Cefuroxime non passa il percorso del metabolismo e la sua emivita è di 1,2 ore. Va notato che nei neonati e negli anziani, così come nei pazienti con disturbi nel lavoro dei reni, questo periodo può essere 4-5 volte più lungo.

Il medicinale viene somministrato attraverso i reni, praticamente invariato (85-90%), per tutto il giorno. Ma la maggior parte del principio attivo viene escreto nelle prime 6 ore.

Uso di antibiotici in appendicite durante la gravidanza

In gravidanza, non puoi prescrivere il farmaco Dalacin.

Metrogil è controindicato nel primo trimestre, ma se necessario, tenendo conto delle possibili conseguenze negative per il feto, il medico può prescriverlo al 2 ° e 3 ° trimestre.

Anche Zinacef è vietato per l'uso nel primo trimestre. Al 2 ° e 3 ° trimestre, e anche durante il periodo dell'allattamento, il farmaco deve essere somministrato con cautela.

Controindicazioni

Controindicazioni per tutti i farmaci è l'intolleranza individuale dei singoli componenti e principi attivi dei farmaci. Dalacin e Metrogil non possono essere assunti in presenza di gravi disturbi nel lavoro dei reni con il fegato.

Zinatsef non può essere prescritto se il paziente ha la tendenza a sviluppare emorragie o patologie gastrointestinali (es. Colite ulcerosa).

Metrogil è vietato ai bambini di età inferiore a 2 anni e, inoltre, con lesioni organiche del sistema nervoso centrale (come l'epilessia) e la tendenza a sviluppare convulsioni convulsive. Non può anche essere prescritto se il paziente ha malattie del sangue (anche nella storia). I pazienti di età inferiore ai 18 anni non possono combinare il farmaco con amoxicillina.

Dalacin non è prescritto per i bambini fino al 1 ° mese dopo la nascita, ma anche per la colite, innescata dall'uso di farmaci antibatterici (anche nella storia).

Effetti collaterali di antibiotici con appendicite

Tra le reazioni avverse durante l'assunzione di questi antibiotici sono più probabilità di verificarsi vertigini, mal di testa, crampi, vomito, nausea, diarrea, e in aggiunta, rash cutaneo, orticaria e prurito, anafilassi, trombotsito- e leucopenia, e mughetto.

A causa dell'uso di Zinatsef a volte tali reazioni possono verificarsi:

  • organi dell'Assemblea nazionale: danni all'udito;
  • organi del tratto gastrointestinale: dolore nella regione epigastrica e in aggiunta colite pseudomembranosa;
  • organi del sistema genito-urinario: disturbi nel lavoro dei reni;
  • organi del sistema ematopoietico: eosinofilia, così come forma emolitica dell'anemia;
  • allergie: edema di Quincke, spasmi bronchiali, sindrome di Lyell;
  • tra le reazioni locali: dolore e arrossamento, così come la comparsa di un ascesso nel sito di iniezione della / m iniezione; in caso di somministrazione endovenosa, possono svilupparsi flebite o tromboflebite.

L'uso di Metrogil può portare alla comparsa di tali reazioni avverse:

  • organi dell'Assemblea nazionale: problemi di orientamento nello spazio e coordinamento dei movimenti, disturbi della veglia e dei regimi di sonno e sensazione di confusione. Inoltre, ci può essere una sensazione di debolezza o irritabilità, così come una maggiore eccitabilità, sono possibili allucinazioni. In alcuni casi, si sviluppa la polineuropatia;
  • organi del tubo digerente: stitichezza, gusto metallico o secchezza nella cavità orale, sviluppo di anoressia, glossite o stomatite. Inoltre, la comparsa di disturbi della funzione pancreatica (malattie come la pancreatite);
  • organi del sistema genito-urinario: comparsa di bruciore, prurito, arrossamento del perineo, sviluppo di poliuria o disuria, nonché oscuramento delle urine;
  • Altre reazioni: una rinite allergica, un aumento della temperatura e in aggiunta una variazione di ECG e neutropenia.

Utilizzando Meronema di solito non causa reazioni avverse, ma in alcuni casi ci possono essere sintomi come indigestione, l'anemia, angioedema, e la modifica dei parametri di test di funzionalità epatica.

Dosaggio e somministrazione

Il dosaggio di Zinacef per gli adulti è 0,5-1,5 g tre volte al giorno ogni 8 ore. Per i bambini, il dosaggio è calcolato in un rapporto di 30-100 mg / kg ogni 6-8 ore.

Dalacin per somministrazione orale - per gli adulti, il dosaggio è 0,15-0,6 g dopo ogni 6 ore. Per i bambini, è 10-20 mg / kg. Quando somministrato in / in o in / m per gli adulti, il dosaggio è di 0,3-0,6 g ad intervalli di 8-12 ore e per i bambini - 10-40 mg / kg con un intervallo di 6-8 ore.

Metrogyl può essere utilizzato sia in soluzioni iniettabili che in compresse. Il dosaggio è scelto dal medico curante - dipende dal grado di esacerbazione dell'appendicite e dall'età del paziente.

Thienam per gli adulti con somministrazione di iv è somministrato in un dosaggio di 0,5 g del farmaco (questo è 50 ml della soluzione di iniezione) ad intervalli di 6 ore. Nel caso della somministrazione I / m, il dosaggio è di 0,75 g del farmaco a un intervallo di 12 ore.

Imipenem deve essere somministrato iv in un modo. Per gli adulti, il dosaggio del farmaco è di 2 g al giorno.

Meronem è introdotto in / nel metodo. Per gli adulti, il dosaggio è di 0,5 grammi di farmaco a intervalli di 6 ore o 1 g ad intervalli di 8 ore. Per i bambini, il dosaggio è calcolato in un rapporto di 20-30 mg / kg di peso corporeo. Con l'introduzione / m, il dosaggio per un adulto è di 0,3-0,75 g 2-3 volte al giorno.

Quanti giorni gli antibiotici pungono dopo l'appendicite

La durata della terapia con l'uso di antibiotici durante la riabilitazione dopo un'operazione per rimuovere l'appendicite dipende da diversi fattori.

Se la messa a fuoco infettiva è remota, il corso del trattamento antibiotico è di 24 ore dopo la procedura. Complicanze simili si presentano in questi casi:

  • quando si rimuove l'appendicite che ha una forma cancrena.

Un processo infettivo debole comporta la nomina di un corso di 48 ore di assunzione di antibiotici. Può verificarsi nelle seguenti condizioni:

  • sviluppo del processo infettivo intra-addominale di varie eziologie con focolai purulenti locali;
  • Traumi intestinali tardivi (dopo più di 12 ore) o razioni gastroduodenali, in cui non si sviluppa la peritonite pronunciata.

Un processo infettivo moderato richiede un trattamento antibiotico di 5 giorni. Può svilupparsi in questi casi:

  • un processo infettivo pronunciato (tipo misto) nel peritoneo.

La forma grave del processo infettivo richiede un corso di 5+ giorni. Può verificarsi a causa di tali violazioni:

  • un grave processo infettivo nel peritoneo, originato da una fonte difficile da controllare (ad esempio, a causa dello sviluppo di una forma infetta di necrosi pancreatica);
  • processo infettivo postoperatorio nel peritoneo.

overdose

In caso di overdose di Zinatsef, è possibile lo sviluppo di tali segni (organi dell'Assemblea Nazionale): l'apparizione di convulsioni, lo stato di sovraeccitazione, l'apparizione di un tremore. Per eliminare queste manifestazioni del disturbo richiede un trattamento sintomatico. Se c'è stato un sovradosaggio grave, per ridurre la concentrazione del principio attivo nel corpo sarà necessaria la dialisi peritoneale o l'emodialisi.

Come risultato del sovradosaggio di Metrogil, i pazienti sviluppano sintomi come vomito con nausea, mal di testa con vertigini e atassia. In seguito a sovradosaggio acuto (in forma grave) il metronidazolo può sviluppare un attacco di epilessia o polineuropatia. Per eliminare i sintomi è necessario eseguire la procedura di lavanda gastrica e somministrare al paziente enterosorbenti.

Interazioni con altri farmaci

Grazie al collegamento Zinatsefa e altri farmaci nefrotossici (ad esempio, i diuretici "loop" o aminoglicosidi) aumentato i loro effetti tossici sui reni, soprattutto per quanto riguarda i pazienti anziani o coloro che sono stati precedentemente osservato nei disturbi renali. sostanza attiva Zinatsefa inibisce la sintesi dei gruppi della vitamina K Di conseguenza, quando si collega il farmaco con i FANS, l'aggregazione piastrinica verifica processo di degradazione, aumentando così il rischio di emorragia. Tale effetto è dovuto ad una combinazione e cefuroxime e anticoagulanti.

Quando si collega Metrogil con anticoagulanti di effetti indiretti, la durata del tempo di protrombina aumenta. Inoltre, questo farmaco causa intolleranza all'etanolo. Nel caso di una combinazione del componente attivo Metrogil (metronidazolo) con disulfiram, il rischio di complicanze di natura neurologica può aumentare. Pertanto, è necessario diluire l'assunzione di questi farmaci nel tempo - alla fine del corso del trattamento con disulfiram per iniziare il trattamento Metrogil può essere di almeno 2 settimane più tardi.

Il composto con cimetidina indebolisce la velocità del metabolismo del principio attivo nel fegato, cosicché aumenta la velocità del suo accumulo nel plasma sanguigno. Ciò causa un aumento del rischio di reazioni avverse. I farmaci che stimolano gli enzimi dei processi ossidativi microsomiali nel fegato aumentano il tasso di escrezione e il metabolismo del metronidazolo.

Se Metrogil viene utilizzato con farmaci al litio, la concentrazione di litio nel sangue aumenta. Le proprietà del metronidazolo vengono potenziate se combinate con sulfonamidi e con altri farmaci che hanno un effetto antimicrobico.

Dalacin non può essere combinato con ampicillina, eritromicina e in aggiunta gluconato di calcio, barbiturici, solfato di magnesio e anche aminofillina. Nel caso di una combinazione con farmaci antidiarroici, il rischio di colite pseudomembranosa può aumentare. Dalatsin migliora anche le proprietà dei rilassanti muscolari, a seguito del quale è possibile combinare questi farmaci solo sotto la supervisione del medico curante.

Tienam in combinazione con un probenide non è raccomandato, poiché in questo caso si verifica un leggero aumento dell'emivita di Tienam e della sua concentrazione nel plasma. Quando il farmaco viene combinato con acido valproico, il suo livello di concentrazione sierica diminuisce. Di conseguenza, l'attività convulsiva può aumentare - quindi, è necessario monitorare attentamente il livello di concentrazione di acido valproico quando combinato con Tienam. Miscelazione in una siringa Tienam e altri antibiotici non sono consentiti, ma è consentita la somministrazione contemporanea isolata con aminoglicosidi.

La combinazione di Meronem e farmaci potenzialmente nefrotossici può causare reazioni collaterali. Inoltre, Meronem è in grado di ridurre significativamente la concentrazione di acido valprobico, quindi i suoi indicatori devono essere attentamente monitorati con l'uso combinato di questi farmaci. Il probenecid è in grado di influenzare la durata del tempo di dimezzamento di Meronem, a causa del quale aumenta la concentrazione di quest'ultimo nel sangue.

Appendicite. Diagnosi e trattamento Recupero dopo la cancellazione

Diagnosi di appendicite

Esame di un paziente con appendicite

Laparoscopia diagnostica con appendicite

Analizza con appendicite

Ultrasuono con appendicite

Diagnosi di appendicite cronica

Possibili cambiamenti nell'appendicite cronica

  • per rivelare segni di infiammazione.
  • leucocitosi moderata;
  • aumento della VES (tasso di sedimentazione degli eritrociti).
  • escludere la patologia degli organi urinari.
  • nessun cambiamento patologico.

Esame ad ultrasuoni degli organi addominali

  • per rivelare la patologia dell'appendice;
  • Escludere la patologia degli organi pelvici e dell'addome.
  • ispessimento (più di 3 millimetri) pareti dell'appendice;
  • ampliamento dell'appendice (diametro più di 7 millimetri);
  • un segno di infiammazione sotto forma di aumento dell'ecogenicità dei tessuti.

Radiografia dell'intestino con sostanza di contrasto

  • Identificare i segni di obliterazione parziale o completa dell'appendice.
  • il contrasto dell'agente di contrasto nel lume dell'appendice;
  • non passaggio di materiale di contrasto nella cavità dell'appendice;
  • riempimento frammentato dell'appendice.

Tomografia computerizzata della cavità addominale

  • determinare la condizione dell'appendice;
  • escludere la patologia di altri organi.
  • infiammazione dell'appendice e dei tessuti adiacenti;
  • un aumento delle dimensioni dell'appendice e delle sue mura.
  • conferma visiva della diagnosi di appendicite cronica;
  • esclusione di altre patologie degli organi addominali.
  • cambiamenti nell'appendice a seguito di infiammazione cronica (aumentare la curvatura);
  • La presenza di aderenze tra organi e tessuti che circondano l'appendice;
  • edema, mucocele, empiema dell'appendice;
  • infiammazione dei tessuti circostanti.

Tipi di operazioni per la rimozione di appendicite

Rimozione di appendicite con metodo classico (appendicectomia classica)

Tessuto adiposo sottocutaneo

Aponeurosi del muscolo addominale obliquo esterno

Tagliare con forbici speciali.

Muscolo addominale obliquo esterno

Offset a parte il divaricatore (strumento chirurgico per lo stretching di tessuti molli).

Muscolo addominale obliquo e trasversale interno

Scorrevole con due strumenti contundenti - morsetti chiusi - parallelo alle fibre muscolari o alle dita.

Spostamento a parte con un oggetto contundente o con le mani.

(cavità interna della cavità addominale)

Prendi due pinzette o pinze e tagliarle tra di loro con un bisturi.

Senza attendere la peritonite: l'appendicite viene trattata con antibiotici

La terapia antibiotica per appendicite acuta nei bambini è almeno non meno efficace che negli adulti. È necessaria una ricerca più ampia sull'applicazione di questo metodo

L'appendicite è una malattia ben nota, che, di regola, non è difficile da diagnosticare. È un'infiammazione dell'appendice dell'appendice di diverso grado di gravità. L'incidenza di appendicite acuta è di 4-5 casi ogni 1000 persone all'anno, manifestata a qualsiasi età, più spesso nel giovane e medio. Tra le malattie chirurgiche acute degli organi della cavità addominale, l'appendicite acuta è dell'89,1%, occupando il primo posto tra di loro.

Il trattamento standard di appendicite - è una procedura chirurgica, è una routine, se non complicato la perforazione appendicite e peritonite (infiammazione del peritoneo), effettuato su base giornaliera in molti reparti chirurgici in tutto il mondo. Recentemente, più spesso utilizzare il metodo di laparoscopia, che consente di rimuovere l'appendice senza tagliare la cavità addominale.

laparoscopia - un moderno metodo di chirurgia, in cui le operazioni sugli organi interni sono eseguite attraverso piccoli fori. Quando appendicite attraverso un foro, una telecamera viene inserita in un cavo in fibra ottica flessibile per monitorare il progresso dell'operazione, il secondo - strumenti chirurgici per la rimozione del processo.

La laparoscopia, essendo un metodo meno traumatico dell'intervento chirurgico rispetto alla chirurgia tradizionale, rimane comunque un metodo invasivo e costoso per il paziente stesso, il servizio sanitario pubblico o la compagnia assicurativa, a seconda di chi paga per il trattamento. Inoltre, la riabilitazione del paziente richiede tempo, durante il quale viene ridotta la qualità della sua vita.

Nel febbraio di quest'anno sulla rivista Pediatrics ha pubblicato un articolo di un gruppo di scienziati dell'Università di Southampton (Regno Unito), che è una revisione sistematica di dati ottenuti negli studi di trattamento conservativo di appendicite acuta non complicata nei bambini.

Che cos'è questo trattamento conservativo e, soprattutto, a chi viene mostrato esattamente?

Al momento del ricovero in ospedale, il bambino viene diagnosticato. Di norma, l'appendicite acuta non complicata viene diagnosticata sulla base dei seguenti sintomi, che durano non più di 36 ore:

  • dolore nel plesso solare o sopra l'ombelico, migrazione verso la regione iliaca destra;
  • nausea, vomito, mancanza di appetito;
  • un leggero aumento della temperatura.

L'esame in un'analisi sangue osservato aumento di leucociti e altri marcatori infiammatori a US - nella regione struttura cilindrica iliaca destra incomprimibile visto da 0,8 a 1,1 centimetri colpo feci. I sondaggi dovrebbero confermare che l'appendice non è perforata.

Al bambino diagnosticato versare per via endovenosa i preparativi per la reidratazione all'astensione dal pasto e bere mentre la nausea e il vomito non passano. Il paziente riceve quindi uno o due antibiotici ad ampio spettro somministrati per via endovenosa. Gli analgesici vengono somministrati con cautela, in modo da non mascherare l'intensificazione del dolore o la febbre.

Se i sintomi scompaiono entro 48 ore, il bambino viene dimesso a casa con la nomina di antibiotici per somministrazione orale per 10 giorni con una visita di follow-up dal medico.

Oltre al fatto che questo protocollo di trattamento è molto più economico rispetto alla chirurgia e meglio tollerata dal paziente, v'è un'acquisizione morale, serio: un bambino di meno manca la scuola ei suoi genitori - funziona così come entrambi evitano stress associato con qualsiasi operazione.

Numerosi studi hanno dimostrato l'efficacia del trattamento conservativo dell'appendicite non complicata. Quali sono i risultati della meta-analisi pubblicata a febbraio?

Un team guidato da Nigel Hall, professore di chirurgia pediatrica presso l'Università di Southampton ha analizzato i dati della letteratura medica nel corso degli ultimi 10 anni e ha incluso nella sua revisione di 10 studi per un totale di 413 bambini che hanno ricevuto il trattamento conservativo di appendicite.

Nigel Hall. Foto da researchgate.net

Nessuno degli studi ha riportato complicazioni da questo tipo di trattamento, anche se il 14% di tutti i pazienti è rientrato in ospedale per appendicite qualche tempo dopo il trattamento.

Il professor Hall, che non solo insegna all'università, ma è anche un consulente e chirurgo praticante al Southampton Children's Hospital, ha commentato i risultati dello studio:

"L'appendicite acuta è una delle malattie più comuni al mondo, che richiede un intervento immediato, e la chirurgia è stata a lungo il gold standard del trattamento. Tuttavia, questo è un metodo invasivo e costoso, per non parlare del fatto che opprime moralmente il bambino stesso e la sua famiglia. La nostra revisione dimostra che gli antibiotici possono essere un metodo alternativo per il trattamento dei bambini. Quando abbiamo confrontato i dati del nostro lavoro con gli studi del metodo sugli adulti, eravamo convinti che la terapia antibiotica per l'appendicite acuta nei bambini sia almeno non meno efficace che negli adulti. Ora è necessaria una ricerca più ampia sull'applicazione di questo metodo. "

L'Istituto Nazionale per la Ricerca Sanitaria ha stanziato un contributo di 483 000 sterline per un trial randomizzato controllato che si terrà l'Università di Southampton, in collaborazione con le Università di Bristol e Liverpool e University College London.

Attualmente, il team scientifico di Nigel Hall sta conducendo uno studio preliminare di un anno, dividendo i bambini che entrano con l'appendicite. Sono divisi in 2 gruppi: uno riceve l'intervento chirurgico, l'altro - la terapia antibiotica. Secondo Hall, ciò consentirà sia di ottenere dati sull'efficacia comparativa di entrambi i metodi, sia di valutare le opportunità di reclutare partecipanti in uno studio su larga scala.

Antibiotici per appendicite

Trattamento conservativo per appendicite acuta con antibiotici

L'appendicite è un'infiammazione dell'appendice o appendice del cieco. La malattia è acuta, quindi richiede un intervento immediato. Dai tempi sovietici in Russia, si ritiene comunemente che un'appendice debba essere "tagliata". Ma la medicina è già riuscita a fare molto. Nei paesi sviluppati a livello medico, l'appendicite viene sempre più trattata con antibiotici. Il trattamento conservativo dell'appendicite acuta non è meno efficace dell'intervento chirurgico. Inoltre, dagli antibiotici ci sono molte meno conseguenze che dalla chirurgia.

Miti e idee sbagliate sull'appendicite

È successo che nella società russa ci sono molti miti e idee sbagliate sull'infiammazione dell'appendice. Sono così fermamente impressi nella mente di molte persone che a volte è impossibile cambiare idea. Dovresti conoscere la verità sull'appendicite almeno per mantenere la tua salute:

  1. Molti credono che l'appendice possa essere rimossa in anticipo, senza aspettare che si accenda. Non è così. È possibile rimuovere l'appendice solo dopo l'infiammazione. Se esegui un'operazione senza necessità acuta, puoi affrontare gravi conseguenze negative. Pertanto, nessun buon medico non opererà una persona la cui appendice non è infiammata.
  2. Si ritiene inoltre che l'appendice può diventare infiammata solo nei bambini e negli adolescenti. Smentire questo mito può persone che si trovano ad affrontare la malattia in età adulta. Anche questi casi non sono rari. Né l'età né sesso non hanno alcun effetto sul rischio di infiammazione appenditsita.Lyudi spesso credono che il trattamento conservativo di appendicite acuta - cioè, l'uso di antibiotici - è inaccettabile. Ma è anche un errore, perché compresse su misura spesso aiutare a curare l'appendicite.
  3. Importante! L'appendicite è la malattia addominale più comune e frequente. Puoi vivere una vita e non incontrare un'infiammazione dell'appendice, ma le statistiche mostrano che la possibilità è molto alta.

Perché l'appendice divampa?

Va detto immediatamente che le cause esatte dell'infiammazione dell'appendice non sono ancora state stabilite. Il processo è abbastanza imprevedibile e non è ancora possibile capire perché la malattia si manifesti in ciascun caso particolare. Ma ci sono 2 condizioni che devono essere osservate per l'aspetto della malattia:

  1. La presenza di batteri nell'intestino umano.
  2. Intasamento della lumina dell'appendice con masse calicolari.

Se queste condizioni non vengono soddisfatte o se ne osserva solo una, l'appendice non può infiammarsi.

Molte persone credono che il rischio di infiammazione aumenta se una persona consuma semi, così come i semi di vari frutti. I medici non lo confermano, ma non si affrettano a negarlo. Molto probabilmente, la reazione del corpo a questi prodotti è individuale e in alcune persone possono effettivamente provocare la malattia. Inoltre, l'infiammazione è spesso promossa da corpi estranei inghiottiti dall'uomo. I bambini spesso inghiottono piccole parti di giocattoli. Questo porta al mito che l'appendicite è solo nei bambini.

Sintomi di appendicite

Per iniziare il trattamento in tempo per l'appendicite, è necessario essere in grado di riconoscerne i sintomi. La sintomatologia della malattia è molto ampia, ma il primo e sicuro segno è un forte dolore acuto. All'inizio è persino impossibile determinarne la localizzazione - sembra che l'addome nella regione dell'intestino faccia semplicemente male.

I sintomi più comuni di appendicite sono:

  • un dolore acuto nell'addome, che dopo 4-5 ore "passa" nella regione iliaca destra;
  • diarrea e vomito - compagni quasi obbligatori dell'infiammazione dell'appendice;
  • oscuramento del colore dell'urina;
  • bocca e lingua asciutte;
  • aumento della temperatura corporea a 39-40 gradi.

Pochi sanno che, a seconda della struttura del corpo, l'appendicite in persone diverse può trovarsi in posti diversi: qualcuno più in alto, qualcuno più in basso. Se l'appendice è più alta, il dolore sarà percepito sul lato destro delle costole e, se si trova in basso, farà male nella regione pelvica.

L'appendicite, che non è stata curata in modo tempestivo, può diventare cronica. Questo tipo di malattia ha i suoi sintomi:

  • dolore periodico sul lato destro dell'addome;
  • aumento del dolore durante la deambulazione, la guida e altre forme di movimento;
  • il dolore è più spesso sentito di no.

E 'efficace trattare l'appendicite con antibiotici?

Gli antibiotici in appendicite sembrano molte persone una sorta di sciocchezza, ma in realtà questo è un modo molto efficace di trattamento. La cosa principale è capire che anche per il trattamento antibiotico è necessario chiamare un'ambulanza e andare in ospedale. Dopo tutto, i farmaci più importanti vengono somministrati per via endovenosa e solo un medico o un infermiere possono farlo. La risposta alla domanda se l'appendicite può essere curata senza riferirsi a un medico è strettamente negativa.

Gli scienziati di tutto il mondo hanno condotto ripetutamente ricerche. Nel corso di questi studi, i pazienti hanno assunto 2 antibiotici per 2 giorni. Il primo è stato somministrato ai pazienti in vena ogni 12 ore e il secondo allo stesso posto ogni 8 ore. Successivamente, per altri 7 giorni, i pazienti hanno preso il terzo antibiotico per via orale (attraverso la bocca). I risultati di tali studi sono stati impressionanti. Nell'80% dei casi, i pazienti si sono liberati dell'infiammazione dell'appendice - questo non è meno efficace dell'operazione. Inoltre, le complicanze dopo gli antibiotici erano meno comuni rispetto a dopo l'intervento chirurgico.

Importante! Il trattamento conservativo o chirurgico dovrebbe essere sempre tempestivo. È un trattamento chirurgico che ti permette di sbarazzarti della malattia senza aspettare i suoi progressi nella fase cronica.

Quali antibiotici sono usati?

A proposito di ciò che gli antibiotici solitamente trattano dell'appendicite, puoi chiedere al medico. Ci sono molti mezzi e diversi farmaci sono usati in diversi ospedali. Ma ci sono tra loro il più popolare e comune:

  • Zinacef è un nuovo antibiotico che uccide efficacemente i batteri. Dal momento che sono i batteri che eccitano il processo infiammatorio, il farmaco ha un evidente beneficio. Viene somministrato per via intramuscolare e endovenosa.
  • Dalacin - è un'alternativa al farmaco precedente, ma può anche essere assunto per via orale. Può essere somministrato a bambini di età superiore a 1 mese.
  • Metrogil - un altro farmaco che uccide attivamente i parassiti. È usato non solo con appendicite, ma anche con ulcere gastriche.
  • Imipenem è un antibiotico resistente agli enzimi di vari microrganismi. Questo farmaco è usato per malattie gravi, quando altri farmaci non sono più efficaci.
  • Tienam è un analogo approssimativo del farmaco precedente, ma non è adatto per il trattamento dell'appendicite cronica. È usato solo per appendicite acuta.
  • Meronem è un altro analogo di imipenem, ma, secondo molti medici, è ancora più efficace.

Vale la pena affidarsi ai rimedi popolari?

La risposta a questa domanda è ovvia - no. I metodi popolari contro l'appendicite sono inefficaci. Qualcuno certamente aiuterà, ma tutto ciò è puramente individuale e fortemente abbellito. Nessuno proibisce di provare i rimedi popolari, ma devono accompagnare il trattamento conservativo dell'appendicite con antibiotici e non sostituirlo.

Se al posto degli antibiotici venisse scelto l'intervento chirurgico, i rimedi popolari possono aiutare la rapida guarigione della cicatrice. Vari unguenti e creme possono essere utilizzati solo dopo aver consultato un medico in anticipo. Ma affidarsi completamente alla medicina popolare è severamente sconsigliato.

Come e in quali casi dovrei usare gli antibiotici?

Il trattamento conservativo dell'appendicite acuta deve necessariamente essere basato sulla terapia antibiotica. La decisione di prescrivere antibiotici può essere presa solo da un medico. L'automedicazione è inaccettabile! Se ignori il richiamo di un'ambulanza e un viaggio in ospedale, può svilupparsi una forma cronica della malattia (e probabilmente si svilupperà).

Le ragioni principali per il trattamento dell'appendicite con antibiotici:

  1. La fase catarrale (iniziale) dello sviluppo della malattia. In questo caso, i farmaci aiutano ad evitare l'intervento chirurgico e calmano l'appendice "infuria".
  2. Prepararsi per la chirurgia. Farmaci e chirurgia possono essere combinati - questo è uno dei modi più efficaci per trattare l'appendicite. L'assunzione di pillole prima dell'intervento riduce il rischio di complicanze.
  3. Rifiuto categoriale del paziente dall'operazione. Se il medico raccomanda un intervento chirurgico, ma il paziente insiste sull'opposto, verrà medicato.
  4. Casi complessi per la diagnosi di una malattia. Se l'ospedale non è in grado di determinare con precisione se l'appendicite è o meno (la malattia può "mascherare"), allora i farmaci antibatterici aiutano a evitare un'operazione inutile.

Importante! I medici sanno esattamente quali principi di trattamento per l'appendicite acuta dovrebbero essere utilizzati in ciascun caso specifico. Se il medico sostiene che è meglio eseguire l'operazione, la persona adulta dovrebbe difficilmente discutere con lui.

Prova dell'efficacia del trattamento farmacologico. statistica

Il trattamento conservativo dell'appendicite acuta è veramente efficace. Non sempre, perché ci sono casi in cui non puoi fare a meno di un intervento chirurgico. In particolare, è un'appendicite cronica - deve sempre essere "tagliata". Ma il più delle volte la terapia antibiotica è sufficiente per una cura completa della malattia.

Così, diversi anni fa, il British Medical Journal ha condotto un'analisi su larga scala della condizione di 900 persone con un'appendice infiammata. Di questi, 430 sono stati operati e 470 hanno ricevuto antibiotici. Il tasso di successo delle cure mediche era del 63% e nel 37% dei casi richiedeva ancora un'operazione. Inoltre, nei pazienti con "compresse", le complicanze si sono verificate del 31% meno frequentemente rispetto a quelle che erano state operate. Gli autori dello studio hanno concluso che le pillole non sempre aiutano a evitare un intervento chirurgico, ma se riescono, il rischio di complicazioni dopo la malattia diventa minimo. L'American Journal dell'American College of Surgeons ha condotto uno studio simile tra bambini e adolescenti di età compresa tra 7 e 17 anni. Gli antibiotici sono stati somministrati a 30 pazienti e il 93% di essi ha avuto un forte miglioramento generale in 24 ore.

risultati

Il trattamento conservativo dell'appendicite acuta ha senso. I farmaci affrontano efficacemente la malattia e aiutano ad evitare gravi complicazioni. Ma prima di scegliere il tipo di trattamento è necessario ascoltare l'opinione del medico. È desiderabile che le parole del dottore siano decisive. Solo in questo modo un paziente può evitare complicanze e gravi conseguenze dell'appendicite acuta.

La scelta del metodo di trattamento dell'appendicite acuta

L'infiammazione dell'appendice vermiforme del cieco, vale a dire l'appendice, richiede un ciclo di terapia correttamente selezionato. Il trattamento dell'appendicite, nonostante l'apparente facilità della malattia, dovrebbe essere istruttivo, tempestivo ed efficace. Come si può curare l'appendicite dovrebbe essere deciso dal chirurgo solo dopo aver esaminato il paziente, valutando la diagnosi e la sintomatologia della malattia.

Metodi di trattamento per l'infiammazione dell'appendice

Con appendicite acuta per evitare complicazioni e stabilizzare rapidamente il benessere generale di una persona aiuterà con l'operazione. Per essere sicuro che una persona che ha chiesto aiuto ha un'infiammazione dell'appendice, il chirurgo deve eseguire una serie di test, analisi e esami strumentali. L'appendicite nelle sue manifestazioni cliniche è simile a una serie di altre malattie, alcune delle quali possono essere trattate in modo conservativo. Alcuni patogeni simili nei sintomi con appendicite necessitano anche di un'operazione di emergenza o programmata.

La corretta definizione della diagnosi dipende dalla professionalità del chirurgo, dall'accuratezza di tutti gli studi, dalle indagini di altri specialisti. Le difficoltà nella diagnosi sono associate alla posizione atipica dell'appendice, in cui il quadro clinico tipico della malattia cambia. È particolarmente difficile identificare lo sviluppo dell'infiammazione nei bambini e nelle persone di età. Il primo non può descrivere esattamente quali cambiamenti nel loro stato di salute li infastidiscono. Nei pazienti anziani, i sintomi con infiammazione acuta dell'appendice sono di solito levigati, nelle persone di età compresa spesso non c'è la sindrome del dolore. Pertanto, l'ispezione del chirurgo deve essere sempre attento. Un paziente con sospetto di appendicite rimane in ospedale fino a quando la diagnosi non viene esclusa o confermata.

Come trattare un paziente con sospetto di appendicite dovrebbe essere risolto solo da un medico. Se viene proposta un'operazione, allora non può essere abbandonata, in quanto ciò può portare a gravi complicazioni. Durante l'intervento chirurgico, è possibile stabilire con precisione una diagnosi e, se necessario, rimuovere l'appendice o, nel corso dell'intervento chirurgico, decidere se sottoporre nuovamente a trattamento ulteriori altri organi addominali.

Il trattamento di appendicite con infiammazione acuta è possibile solo chirurgicamente. Ma ci sono anche forme di appendicite, in cui può essere offerta la terapia antibiotica. Va inoltre ricordato che la probabilità di sviluppare complicanze gravi dipende da quale aiuto sarà dato al paziente nelle prime ore della malattia.

Pronto soccorso con appendicite

Quando compaiono i sintomi che indicano il possibile sviluppo di appendicite, è necessario comportarsi correttamente. Prima di tutto devi chiamare un'ambulanza, solo uno specialista qualificato può decidere come trattare la tua malattia e se hai bisogno di ricovero in ospedale. Prima dell'arrivo di un medico, è necessario seguire queste raccomandazioni:

  • È necessario andare a letto e cercare di non fare movimenti bruschi.
  • Non bere farmaci per il dolore, lassativi. L'uso di lassativi porterà ad un aumento della peristalsi e ciò potrebbe comportare la rottura dell'appendice infiammata e, di conseguenza, lo sviluppo della peritonite. Gli anestetici appianano la clinica della malattia e rendono difficile la diagnosi.
  • Puoi mettere una borsa dell'acqua calda nell'area del dolore con il ghiaccio. È necessario pulirlo dopo 15-20 minuti e applicare nuovamente dopo una breve pausa. È vietato utilizzare il calore, in quanto in caso di infiammazione acuta si favorisce un rapido sviluppo del processo purulento nell'organo.
  • Si consiglia di non mangiare e bere meno prima di esaminare il medico e di stabilire una diagnosi.

La cessazione del dolore non è un motivo valido per rifiutare di esaminare il chirurgo. A volte la cessazione del dolore indica uno sviluppo più serio del processo purulento e necrotico nell'appendice. Il dolore potrebbe non essere all'inizio dello sviluppo della peritonite.

Trattamento chirurgico dell'appendicite

Con l'istituzione di un'appendicite acuta, l'operazione non è posticipata. Si ritiene che l'intervento chirurgico entro due ore dall'ammissione di un paziente con appendicite all'ospedale sia il trattamento ottimale. Con questo approccio, vengono registrate le minori complicanze e il tempo di recupero non richiede molto tempo. La rimozione di un'appendice infiammata può essere eseguita in modo tradizionale e con l'ausilio di apparecchiature endoscopiche.

  • L'operazione tradizionale consiste nel creare un taglio sulla parete addominale nell'area dell'appendice infiammata. Dopo aver tagliato tutti i tessuti molli, il chirurgo esamina l'appendice e i tessuti circostanti, rimuove l'organo, conduce la ferita e la sutura. Dopo un intervento chirurgico semplice, il recupero dura da due a tre settimane, di solito i pazienti tollerano facilmente tale procedura chirurgica.
  • L'operazione endoscopica consiste nella creazione di piccole incisioni sulla parete addominale. Attraverso queste incisioni, viene inserito un endoscopio, il chirurgo esamina l'area del dolore dall'interno e decide di rimuovere l'organo. Dopo l'intervento endoscopico, il periodo di recupero richiede solo pochi giorni e il paziente non ha difficoltà associate al periodo di recupero dopo l'appendicectomia tradizionale.

Con appendicite acuta negli ospedali ordinari, il più delle volte possono solo offrire una normale operazione, viene eseguita gratuitamente. Se esiste una possibilità, i medici offrono un intervento endoscopico, sebbene vi siano anche alcune controindicazioni.

Uso di antibiotici in appendicite

Per diversi decenni, è stata sostenuta la teoria che, con l'appendicite acuta, l'unico trattamento efficace è l'operazione. Nonostante questo, in alcuni casi, è possibile il trattamento dell'infiammazione dell'appendice e con l'aiuto della terapia antibatterica. Se è possibile applicare antibiotici per cura di un'infiammazione di un'appendice vermiforme il dottore deve risolvere solo. La selezione indipendente di farmaci porterà allo stesso risultato - varie complicazioni che possono davvero richiedere un intervento chirurgico d'urgenza. Gli antibiotici per i pazienti con sospetta appendicite sono prescritti nei seguenti casi:

  • Quando è stabilito che l'infiammazione è nella fase iniziale, catarrale del suo sviluppo. Con una buona immunità e un trattamento precoce con farmaci antibatterici, in alcuni casi, l'ulteriore infiammazione può essere interrotta e il paziente non avrà bisogno di un intervento chirurgico.
  • Nella fase di preparazione per l'operazione. Il trattamento con antibiotici deve iniziare prima dell'intervento chirurgico, questo eviterà complicazioni gravi. Se durante l'appendicectomia viene accertato che vi sono numerosi segni di infiammazione, la terapia antibiotica deve essere prolungata per diversi giorni.
  • Gli antibiotici sono prescritti se il paziente rifiuta categoricamente l'intervento chirurgico. Una persona malata dovrebbe capire che la terapia antibatterica non è sempre possibile per fermare il processo infiammatorio e quindi non si dovrebbe considerare che la sostituzione dell'operazione con i farmaci aiuterà a recuperare.
  • La terapia antibiotica viene utilizzata in casi difficili da diagnosticare. L'appendicite è spesso mascherata per altre malattie e se, al momento della diagnosi non è iniziata, è possibile un trattamento antinfiammatorio, quindi è possibile la perforazione dell'organo infiammato.

La decisione di scegliere un metodo di trattamento dell'appendicite deve essere affidata al chirurgo curante. Il rifiuto del ricovero in ospedale e l'operazione possono essere fatali. Soprattutto l'indipendenza non dovrebbe essere mostrata se si sospetta un'infiammazione dell'appendice nei bambini piccoli.

Antibiotici per appendicite

L'uso di antibiotici nell'appendicite è più ampiamente studiato in aggiunta all'appendicectomia e di solito non è considerato il trattamento principale.

Un certo numero di piccoli studi dimostrano l'efficacia dell'uso per il trattamento degli antibiotici da soli con appendicite. Tuttavia, quando si sceglie un trattamento di questo tipo, deve essere considerata un'alta incidenza di recidive. La rimozione chirurgica dell'appendice è stabilita come standard per il trattamento dell'appendicite acuta.

Molto spesso, a seguito di appendicite e dopo appendicectomia, si verificano complicazioni infettive e infiammatorie. Queste complicazioni possono andare dalla semplice suppurazione della ferita alle complicazioni gravi che mettono in pericolo la vita, come lo shock settico con insufficienza multiorgano.

L'uso di antibiotici in appendicite

Le indicazioni, il tipo e la durata della terapia antibiotica sono oggetto di numerosi studi e molte discussioni. L'uso più diffuso di antibiotici per la prevenzione delle infezioni della ferita. In pratica, non vi è dubbio che l'introduzione di una singola dose di antibiotici ad ampio spettro prima dell'intervento riduce significativamente il rischio di suppurazione della ferita. Nei pazienti che non hanno subito la profilassi antibiotica preoperatoria, sono state rilevate complicanze infettive nella ferita con una frequenza dal 9% al 30% nelle prime fasi dell'appendicite. Nelle fasi avanzate delle complicanze della ferita infettiva raggiungono l'80%. È dimostrato che la somministrazione profilattica di antibiotici prima dell'appendicectomia riduce l'incidenza dell'infezione della ferita nell'appendicite non complicata a meno del 5%.

Numerosi studi sono stati dedicati alla valutazione dell'efficacia di vari antibiotici nell'appendicite. Per diversi decenni, per la terapia antibiotica dopo appendicectomia, sono stati utilizzati aminoglicosidi con eccellente attività contro microrganismi gram-negativi e a basso costo. Tuttavia, l'alto costo del monitoraggio del livello di antibiotico nel sangue contribuisce al costo complessivo del loro uso. L'uso di aminoglicosidi è combinato con un rischio del 10% di ototossicità e un tasso di effetto nefrotossico superiore al 25%. L'azretra ha uno spettro di attività aminoglicosidica simile nei confronti dei microrganismi aerobi gram-negativi. Allo stesso tempo, quando si utilizza aztreonama, non è necessario monitorare il livello del farmaco nel sangue e non vi è alcun rischio di oto- e nefrotossicità. Pertanto, aztreonam è una scelta eccellente per la terapia di associazione con clindamicina o metronidazolo (come farmaci che agiscono su microrganismi anaerobici). Le cefalosporine sono state ampiamente studiate come agenti ad ampio spettro per la monoterapia. Con la monoterapia con cefalosporine, ci sono meno difficoltà con la somministrazione del farmaco, mentre la tossicità complessiva del farmaco è anche inferiore. Per le malattie infettive infiammatorie dell'apparato digerente, come l'appendicite, è ampiamente raccomandato l'utilizzo di cefalosporine di seconda generazione, come cefotetan Θ e cefoxitina. Cefamandolo e cefoperazone hanno una minore attività contro il Bacteroides fragilis e pertanto, con l'appendicite, non devono essere considerati come farmaci di prima linea. I fluorochinoloni, ad esempio la ciprofloxacina, sono spesso usati in combinazione con un secondo farmaco, come il metronidazolo, che agisce sugli anaerobi. Tali antibiotici come l'imipenem sono molto efficaci come la monoterapia. Tali farmaci sono spesso tenuti in riserva per il caso di sepsi generalizzata o infezione intraospedaliera, e quindi non dovrebbero essere ampiamente usati nei casi di appendicite non complicata.

La durata della terapia antibiotica con appendicite è meno studiata. Con appendicite semplice, è sufficiente avere una singola iniezione preventiva dell'antibiotico prima dell'operazione. In appendicite distruttiva, un antibiotico può essere dato un breve corso (1 giorno) dopo l'intervento chirurgico. In caso di appendicite perforata, si raccomanda un ciclo completo di somministrazione antibiotica di 7-10 giorni. Spesso la durata della terapia antibiotica si basa sull'osservazione clinica. Spesso gli antibiotici vengono prescritti fino a quando il paziente entro 24-48 ore non mostra un aumento di temperatura o fino a quando si verifica un miglioramento clinico.

Appendicite. Cause, sintomi, diagnosi e trattamento.

Le caratteristiche principali dell'anatomia dell'appendice:

  • Il diametro dell'appendice nell'uomo adulto varia da 6 a 8 mm.
  • La lunghezza può variare da 1 a 30 cm. In media, da 5 a 10 cm.
  • L'appendice si trova in relazione al cieco internamente e leggermente posteriormente. Ma potrebbero esserci altre varianti di posizione (vedi sotto).
  • Sotto la membrana mucosa dell'appendice c'è un grande accumulo di tessuto linfoide. La sua funzione è la neutralizzazione dei patogeni. Pertanto, l'appendice viene spesso chiamata "amigdala addominale".
  • Fuori l'appendice è ricoperta da un film sottile - peritoneo. Sembra essere sospeso su di esso. In esso sono le navi che alimentano l'appendice vermiforme.
Il tessuto linfoide appare nell'appendice del bambino a partire dalla 2a settimana di vita. Teoricamente, a questa età, lo sviluppo dell'appendicite è già possibile. Dopo 30 anni, la quantità di tessuto linfoide diminuisce e dopo 60 anni viene sostituita da un tessuto connettivo denso. Ciò rende impossibile lo sviluppo dell'infiammazione.

Varianti della posizione errata dell'appendice: