Adenocarcinoma del pancreas

Le lesioni maligne del tessuto ghiandolare del pancreas si sviluppano quasi sempre rapidamente e al momento della loro individuazione raggiungono le ultime fasi.

Questo spiega l'alto tasso di mortalità nell'adenocarcinoma pancreatico.

Negli ultimi anni, gli oncologi di tutto il mondo hanno registrato un aumento dei casi di adenocarcinoma pancreatico: questo è attribuito al generale deterioramento dello stato ecologico del pianeta e alle caratteristiche nutrizionali degli esseri umani moderni.

  • Tutte le informazioni sul sito sono a scopo informativo e NON sono una guida all'azione!
  • Puoi mettere la DIAGNOSI PRECISA solo il DOTTORE!
  • Vi chiediamo gentilmente di NON prendere l'auto-medicazione, ma fissare un appuntamento con uno specialista!
  • Salute a te e ai tuoi cari! Non scoraggiarti

motivi

Sviluppo di adenocarcinoma del pancreas può essere associata a cattive abitudini (fumo, abuso di alcool), la dieta (grassi, piccanti, cibo in scatola), storia familiare, pancreatite cronica.

Tutti questi fattori non sono cause dirette della malattia, ma aumentano la probabilità che si verifichi. La medicina non fornisce ancora una risposta precisa alla domanda sul perché le cellule della ghiandola iniziano a mutare e condividere in modo incontrollabile, catturando i tessuti sani.

Ci sono altri fattori che, secondo gli oncologi, possono provocare mutazioni nelle cellule che portano alla loro degenerazione maligna:

  • presenza di diabete mellito;
  • malattia del fegato (cirrosi, epatite);
  • resezione di una parte dello stomaco;
  • ipodynamia: mancanza di movimento;
  • lavorare in un'azienda in cui vengono utilizzati agenti chimici come l'amianto, il benzopirene, la naftilammina e altri nel processo di fabbricazione.

Talvolta l'adenocarcinoma pancreatico si verifica nei giovani, ma il contingente più frequente di pazienti è rappresentato da persone sopra i 50 anni.

Foto: adenocarcinoma pancreatico

sintomi

Gli adenocarcinomi rappresentano il 95% di tutti i tumori pancreatici. Un tumore è un nodo di forma irregolare di circa 10 cm o più grande. Il processo maligno si diffonde rapidamente al tessuto funzionale dell'organo, mentre le cellule sane vengono sostituite con tessuto fibroso.

Il processo patologico può coprire rapidamente l'intera ghiandola e quindi diffondersi agli organi vicini - l'intestino, il fegato, la cistifellea, la milza, i linfonodi, i tessuti addominali. I sintomi di adenocarcinoma possono essere suddivisi in specifico e aspecifica.

I sintomi specifici includono:

  • aumento del livello della bile nel corpo, causato dall'otturazione del dotto biliare (questa condizione si manifesta con ittero, nausea, prurito cutaneo);
  • pancreatite secondaria (disfunzione enzimatica del pancreas e infiammazione dell'organo);
  • diabete mellito secondario dovuto all'insufficienza di insulina;
  • presenza di impurità nel sangue nelle urine e nelle feci;
  • ascite (gonfiore dovuto all'accumulo di liquido nel peritoneo).

Questi segni di solito si manifestano negli ultimi stadi del cancro del pancreas e indicano una progressione dei processi maligni.

A segni non specifici sono comuni per molte altre patologie manifestazioni:

  • dolore nell'ipocondrio destro e nell'addome inferiore;
  • disfunzione digestiva (stitichezza, diarrea, bruciore di stomaco);
  • perdita di peso e mancanza di appetito;
  • debolezza generale, letargia, stanchezza, mancanza di motivazione per le attività quotidiane;
  • anemia.

Nella fase di metastasi, la sintomatologia dipende dalla localizzazione delle lesioni tumorali secondarie. Quasi sempre, le metastasi sono accompagnate da forti dolori, specialmente se le cellule tumorali entrano nella congestione nervosa o nel tessuto osseo.

Quando il tumore cresce nell'intestino, ci sono pericolose complicazioni sotto forma di ostruzione e emorragia interna. Con più metastasi, il fegato sviluppa insufficienza d'organo acuta e coma epatico.

diagnostica

Sfortunatamente, è molto difficile riconoscere l'adenocarcinoma del pancreas nella sua fase iniziale, dal momento che tutte le manifestazioni sintomatiche assomigliano alla pancreatite o ad altre malattie del tubo digerente.

Se sospetti un cancro, sono prescritte le seguenti procedure:

  • esame del sangue clinico generale;
  • biochimica (analisi per proteine, zucchero, bilirubina, urea, marcatori e altri composti, il cui livello indica agli oncologi dei processi patologici che si verificano nel corpo);
  • pancreatografia endoscopica;
  • Ultrasuoni e altri metodi di imaging - CT, CT con contrasto, risonanza magnetica;
  • biopsia tissutale ed esame istologico del campione in laboratorio.

A volte per la diagnosi è necessario eseguire una revisione della cavità addominale mediante laparoscopia. Questo metodo consente agli oncologi di valutare visivamente le condizioni di organi e tessuti, nonché il grado di diffusione del tumore.

trattamento

Ad oggi, l'unico trattamento efficace per il cancro del pancreas è il metodo chirurgico. L'operazione è richiesta già nelle prime fasi della malattia.

L'intervento chirurgico è un processo molto complesso, durante il quale viene rimossa una parte significativa del pancreas insieme al tumore, i dotti della ghiandola e parte dell'intestino vengono eliminati. Successivamente vengono eseguite la ricostruzione dei dotti biliari e il ripristino della continuità intestinale. Questa operazione è possibile solo per il 10-30% dei pazienti, poiché i casi di diagnosi precoce di una forma localizzata di adenocarcinoma del pancreas sono piuttosto rari.

Foto di adenocarcinoma del colon possono essere visualizzate qui.

Va notato che anche dopo l'intervento chirurgico, l'aspettativa di vita dei pazienti con questo tipo di cancro non supera i 6-18 mesi. Cioè, non si tratta di una soglia di sopravvivenza a cinque anni in questo caso.

Nelle fasi successive, quando v'è una vasta metastasi ai linfonodi, polmoni, fegato, reni, ghiandole surrenali, trattamenti chirurgici radicali non sono consigliabili. I medici possono prescrivere le radiazioni e la terapia chimica. I tumori del pancreas hanno una caratteristica spiacevole - sono sufficientemente resistenti alla chemioterapia e sviluppano velocemente resistenza ai nuovi farmaci. Un singolo protocollo di trattamento per tumori di questo tipo non esiste.

Farmaci usati nel trattamento:

Come si sviluppa l'adenocarcinoma pancreatico

L'adenocarcinoma è una malattia che è considerata la forma più comune di cancro al pancreas. Di tutti i tumori maligni che possono verificarsi in questo corpo, circa l'80% ha rappresentato specificamente l'adenocarcinoma. In questo caso, il tumore si forma dalle cellule epiteliali della mucosa o dai dotti escretori del pancreas.

Secondo le statistiche, questa malattia è più spesso una conseguenza della forma cronica di pancreatite, e nella maggior parte dei casi colpisce gli uomini di età più avanzata o più anziana. È stato dimostrato che un'influenza molto grande sull'insorgenza di un disturbo così pericoloso, come l'adenocarcinoma del pancreas, ha anche cattive abitudini del paziente. Allora, qual è questa malattia e come identificarla nelle prime fasi dello sviluppo? Riguardo questo e molto altro, leggi oltre nel nostro articolo.

Quali fattori contribuiscono allo sviluppo del cancro del pancreas?

È noto che l'adenocarcinoma può colpire non solo il pancreas, ma anche la ghiandola mammaria o qualsiasi altro organo, che contiene cellule dell'epitelio ghiandolare. Le cause di questa neoplasia maligna, così come di qualsiasi altro cancro, non sono completamente comprese. Solo un fattore che influenza lo sviluppo di questa malattia non può essere confutato: è l'ereditarietà.

La predisposizione genetica allo sviluppo del cancro nell'uomo appare dovuta alla mutazione o alla riduzione del numero di cromosomi in alcuni geni responsabili della prevenzione dello sviluppo di un tumore maligno. In altre parole, le cellule del corpo sane e normali si mutano e si moltiplicano intensamente. Ecco perché una predisposizione dei parenti più stretti del paziente alla pancreatite cronica svolge un ruolo significativo nell'insorgenza di questa malattia.

L'adenocarcinoma del pancreas può anche svilupparsi sotto l'influenza dei seguenti fattori:

  • alimentazione inadeguata (consumo incontrollato di cibi acuti e grassi, nonché prodotti contenenti vari additivi chimici);
  • abuso di bevande alcoliche, fumo;
  • stile di vita sedentario;
  • produzione nociva, che comporta il lavoro con vari prodotti chimici (benzopirene, amianto, benzidina);
  • l'obesità;
  • diabete mellito;
  • l'abuso di diete;
  • consumo di caffè incontrollato o eccessivo;
  • altre malattie dell'apparato digerente (cirrosi epatica, colecistite, resezione dello stomaco, colelitiasi).

Metodi per diagnosticare la malattia

L'adenocarcinoma del pancreas si manifesta con una serie di sintomi specifici che consentono al medico di diagnosticare con precisione. Ma, nonostante questo fatto, tali pazienti sono necessariamente assegnati a condurre ulteriori studi, perché la causa di tale sintomatologia può diventare altre patologie del tratto gastrointestinale, ad esempio la colelitiasi.

Quando si diagnostica l'adenocarcinoma pancreatico o lo stesso seno, il paziente deve essere sottoposto a ecografia di questo organo. Questo metodo di esame del paziente consentirà al medico di determinare la dimensione e la posizione del tumore maligno. Inoltre, usando gli ultrasuoni, puoi scoprire in quale stadio di sviluppo si trova il cancro e se è opportuno eseguire un'operazione per rimuovere il tumore in questo caso.

Un altro metodo più moderno per diagnosticare le malattie oncologiche del pancreas, della mammella o di altri organi è la tomografia computerizzata. Permette di visualizzare l'organo interessato sul computer, di studiare più in dettaglio la struttura della neoplasia, di chiarirne la localizzazione e la presenza o l'assenza di metastasi in altri organi.

Ai nostri giorni, un test di laboratorio sul sangue del paziente per i marcatori on-line è molto popolare nella diagnosi di adenocarcinoma o cancro del pancreas. A giudicare dalle statistiche mediche, l'accuratezza di tale indagine diagnostica supera il 90%.

Classificazione di neoplasie maligne

Il pancreas è ben fornito di sangue, e per questo motivo diventa spesso un luogo di sviluppo di varie patologie oncologiche - primarie o secondarie. L'adenocarcinoma del pancreas nelle statistiche occupa l'ultimo posto da tutti i tumori di questo organo, poiché la percentuale di sopravvivenza con questa malattia è solo del 10%. Esistono diversi tipi di tumori maligni del pancreas.

  1. Adenocarcinoma: questo tipo di cancro è causato dalla mutazione dell'epitelio ghiandolare e più spesso colpisce la testa di questo organo. Distinguere questo tumore da altre patologie maligne del pancreas è quasi impossibile, poiché non è caratterizzata da sintomi specifici, come un cistoadenocarcinoma. L'adenocarcinoma del pancreas nella maggior parte dei casi colpisce la parte maschile della popolazione, ma nelle donne questa malattia ha spesso una localizzazione diversa e si verifica nella ghiandola mammaria. Per quanto riguarda le previsioni, con questo tipo di cancro è estremamente sfavorevole: ogni anno questa malattia prende la vita di circa 20 mila persone.
  2. Cistoadenocarcinoma: la causa di questo tumore è la malignità del cistoadenoma - neoplasia benigna del pancreas. Cistoadenocarcinoma differisce da altre malattie maligne di questo organo con sintomatologia molto vivido. Questo tipo di patologia da cancro può essere determinato utilizzando qualsiasi metodo di indagine. Percentuale di sopravvivenza tsistadenokartsinoma abbastanza alto, perché anche in una fase iniziale del suo sviluppo è già osservato aumento dei marker tumorali, che facilita notevolmente la diagnosi di laboratorio della malattia.
  3. Carcinoma - di tutti i tumori del tratto gastrointestinale, circa il 10% cade proprio sul carcinoma. Questa nuova crescita è più comune negli uomini che nelle donne (circa 1,5 volte). Il tumore è localizzato nella maggior parte dei casi nella testa della ghiandola, la parte caudale dell'organo è molto meno colpita. La causa più probabile di carcinoma è la forma cronica di pancreatite. I sintomi prevalenti della malattia sono emicrania, depressione, prurito e ittero della pelle.
  4. Sarcoma pancreatico - questo tipo di patologia maligna di questo organo è relativamente raro. Con questa forma di cancro, il tumore si trova nei condotti, nello stroma o nei vasi del pancreas. Caratteristiche specifiche che determinano la presenza di una neoplasia nel corpo di un paziente, non esiste, tuttavia, in malattia in stadio precoce può causare steatorrea (grassi fecali) e sintomi di ittero. Dopo un po ', l'ascite e la trombosi si attaccano a questi segni clinici, aumentano le dimensioni della milza e del fegato. La prognosi per il sarcoma è estremamente sfavorevole, poiché questo tumore è caratterizzato da una crescita e metastasi molto rapida.
  5. carcinoide - questa forma di cancro pancreatico colpisce principalmente la testa dell'organo e fornisce necessariamente metastasi ai linfonodi vicini. Questa crescita sta crescendo abbastanza lentamente, quindi la prognosi in questo caso è relativamente favorevole.

Sintomi clinici della malattia

L'adenocarcinoma del pancreas può manifestarsi con vari sintomi. Nella fase iniziale dello sviluppo di questo tumore, il paziente non nota alcun cambiamento nello stato di salute - questo è il motivo del trattamento tardivo da parte del medico.

Circa un paio di settimane o mesi prima della manifestazione dei sintomi sviluppati della malattia, i pazienti diventano intolleranti a determinati odori e sapori. Alcuni pazienti (circa 1-2%) prima dell'adenocarcinoma apparivano in esacerbazione di pancreatite cronica.

Ci sono segni specifici e non specifici di questa patologia.

Sintomi specifici di adenocarcinoma:

  • ittero della pelle e delle mucose;
  • nausea (a volte vomitando);
  • prurito della pelle;
  • ascite (il liquido si accumula nella cavità addominale);
  • diabete mellito (si sviluppa a causa del cancro delle cellule della ghiandola che producono insulina);
  • pancreatite secondaria (appare a causa del processo infiammatorio sviluppato e gravi disturbi funzionali nell'organo).

Segni non specifici della malattia

A questi sintomi del cancro includono le violazioni che si verificano non solo quando eventuali patologie oncologiche, ma anche nel caso dello sviluppo di infiammazione nelle infezioni del corpo o del tratto digerente:

  • una violazione della funzione digestiva del corpo - manifestata da bruciore di stomaco, nausea, flatulenza, frequente stitichezza o diarrea;
  • una diminuzione dell'appetito - in modo che il paziente rapidamente perde peso;
  • l'anemia;
  • sonno povero, apatia, letargia;
  • sensazioni dolorose - sorgono nella regione epigastrica e nell'ipocondrio destro. Il dolore può essere dato alla scapola, alla vita o essere di natura circoncisa;
  • comparsa di grasso nelle feci;
  • le masse fecali acquistano un colore chiaro;
  • oscuramento delle urine.

Prognosi della sopravvivenza con adenocarcinoma

Per i pazienti la cui età supera il limite di quarant'anni, la prognosi di sopravvivenza è minima - solo pochi anni. L'adenocarcinoma del pancreas praticamente non si verifica nell'età di 25-30 anni. Una grande influenza sullo sviluppo del cancro del pancreas è anche una gara. Quindi, nelle persone della razza negroide, la probabilità di sviluppare questa patologia oncologica è molto più alta che nei rappresentanti di altre razze. Va aggiunto che il fumo e l'alcolismo sono anche un fattore significativo nell'emergere non solo di adenocarcinoma, ma anche di altre malattie maligne.

Adenocarcinoma del pancreas o cancro ghiandolare

L'adenocarcinoma o il cancro del pancreas ghiandolare è il tipo istologico più comune di tumore di questo organo. Si manifesta in oltre l'80% dei casi di neoplasie diagnosticate, è formata dall'epitelio ghiandolare dell'organo. Più spesso localizzato nella testa dell'organo, si presenta negli uomini due volte più spesso delle donne.

L'adenocarcinoma del pancreas (APH) è una forma grave di cancro che è malamente trattabile e ha una prognosi molto scarsa. Il numero di pazienti in tutto il mondo cresce ogni anno, a causa del deterioramento dell'ambiente e della qualità della vita in generale. Il pericolo di questa malattia sta nel fatto che viene rilevato raramente nelle prime fasi. Il cancro del pancreas si trova nel 90% dei casi di oncologia di questo organo, per lo più persone di 50 anni.

Cos'è l'adenocarcinoma pancreatico?

Il pancreas è un importante organo di digestione. Si trova nello spazio retroperitoneale, vicino allo stomaco e al duodeno. Inoltre, è adiacente alla vena cava inferiore, l'aorta, la vena renale sinistra e il dotto biliare comune.

La prostata svolge una serie di funzioni:

  • assegna segreti (lipasi, amilasi, proteasi) che vengono attraverso condotti nel duodeno e sono coinvolti nella ripartizione dei grassi, proteine ​​e carboidrati;
  • produzione di insulina e glucagone. Questi ormoni controllano il metabolismo dei carboidrati. Grazie all'insulina, tutte le sostanze che entrano nel nostro stomaco, dopo la loro scissione, sono distribuite in tutto il corpo. Il glucagone regola anche i livelli di glucosio.

È a causa dei processi complessi che si verificano nel pancreas che esiste un'alta probabilità di patologie oncologiche.

La prostata comprende la testa, il corpo e la coda, oltre a due dotti escretori. In ognuna di queste parti può comparire il cancro, ma il più delle volte c'è un adenocarcinoma della testa del pancreas, che colpisce i dotti. Ha la forma di un nodo con tubercoli, non esiste una chiara delimitazione da un tessuto sano. La dimensione della neoplasia raggiunge un diametro di 10 cm e oltre. Il tumore si diffonde attraverso i linfonodi e il flusso sanguigno raggiunge il duodeno, il fegato, lo stomaco, i polmoni.

L'incidenza di picco cade su 60-70 anni, l'adenocarcinoma di un uomo spesso soffre. Nelle persone sotto i 30 anni, raramente viene diagnosticato.

Cause del cancro del pancreas

L'oncologia identifica tali fattori di rischio per l'insorgenza di un tumore pancreatico maligno:

  • dieta impropria. L'uso costante di cibi grassi, il consumo di cibo secco, nessun regime - tutto questo causa problemi di digestione;
  • cattive abitudini (alcol e fumo). È dimostrato che una persona che fuma un pacchetto di sigarette al giorno ha una probabilità 4 volte maggiore di sviluppare il cancro;
  • la presenza di un gene che può partecipare alla formazione di un tumore pancreatico;
  • malattie ereditarie Le malattie che sono ereditate e contribuiscono all'emergenza di APH includono: poliposi adenomatosa, sindrome di Gardner, atassia-telanegeotossia, pancreatite ereditaria. L'ultimo nel 40% dei casi causa il cancro nelle persone in età pensionabile;
  • operazioni sullo stomaco (gastroectomia o resezione). Tali interventi influenzano il sistema digestivo, motivo per cui il funzionamento del pancreas viene interrotto e il rischio di contrarre l'adenocarcinoma aumenta di 3 volte;
  • esposizione a prodotti chimici;
  • stile di vita sedentario, sovrappeso.

Tali malattie come la cirrosi epatica, il diabete mellito e la pancreatite, che perdono in forma cronica per lungo tempo, possono provocare la comparsa di un cancro.

Video informativo

Sintomi di adenocarcinoma pancreatico

I sintomi della fase iniziale della AHD sono spesso assenti o non sono evidenti. La persona ha perso l'appetito, è molto magro, soffre di mal di testa, debolezza generale e uno stato emotivo depresso. La metà dei pazienti ha nausea, vomito e disturbi digestivi (costipazione, bruciore di stomaco, ecc.).

Se il tumore si trova nella testa del pancreas, oltre ai sintomi di cui sopra, ci sono:

  • dolore dolorante allo stomaco e all'intestino, un senso di disagio. Questi sintomi si intensificano con lo sviluppo del cancro, il dolore diventa acuto, restituisce o inguine. Questa caratteristica è caratteristica dell'adenocarcinoma localizzata nel corpo o nella coda del pancreas;
  • ittero. Succede spesso quando la testa è ferita. Si sviluppa a causa della spremitura del dotto biliare. La pelle e le proteine ​​dell'occhio acquisiscono una tinta gialla. L'urina diventa scura e le feci diventano più chiare. L'oncologia di questo tipo è spesso manifestata dal sintomo di Courvoisier (ingrandimento della cistifellea);
  • diabete mellito secondario e pancreatite secondaria. Appaiono come conseguenza del funzionamento alterato del pancreas. Un aumento del livello di glucosio provoca sete, ma non è ancora possibile bere. La pancreatite intensificherà la sindrome del dolore, probabilmente la comparsa di macchie rosse sull'addome;
  • temperatura corporea elevata (38-39º);
  • sintomo di Tissot (aumento della trombosi nelle vene);
  • accumulo di liquido nella cavità addominale, sanguinamento. Il più pericoloso dei sintomi.

Quando l'adenocarcinoma raggiunge grandi dimensioni, può essere esaminato. Aumentare la cistifellea, la milza o il fegato.
Tutti i suddetti sintomi del cancro del pancreas compaiono quando il tumore non può più essere operato, il che riduce significativamente l'aspettativa di vita dei pazienti.

Quando il tumore raggiunge lo stadio di metastasi, compaiono nuovi sintomi più gravi che dipendono dall'organo interessato. Ad esempio, se si tratta di un adenocarcinoma del pancreas con metastasi al fegato - si sviluppa insufficienza epatica e nell'intestino - ostruzione e sanguinamento.

Tipi di cancro al pancreas

Esistono 3 gradi di differenziazione del cancro del pancreas:

  • l'adenocarcinoma di basso grado della ghiandola prostatica ha un colore fibroso, le cellule sono di diverse dimensioni, il nucleo è ovale e rotondo. Le cellule di melma sono prodotte in modo non uniforme;
  • adenocarcinoma altamente differenziato della prostata. Questa specie consiste di cellule epiteliali, che rappresentano strutture tubolari. Possono essere di diverse forme: ovali, rotondi, allungati o di forma irregolare. Il citoplasma nelle cellule è leggero, quando si macchia, è possibile vedere una grande quantità di muco prodotto da loro;
  • adenocarcinoma moderatamente differenziato della prostata è costituito da strutture del dotto di medie dimensioni e ghiandole tubulari del cancro di varie forme e dimensioni. Si differenzia dal tipo precedente in quanto le cellule si dividono più velocemente nel centro della malattia. Inoltre, vi è un alto rischio di complicanze gravi a causa di una rapida metastasi.

Differiscono nei cambiamenti patologici nelle cellule dell'organo. Con una forma altamente differenziata, questi cambiamenti sono minori, il che significa che il cancro si svilupperà lentamente, è più facile da trattare. Un basso grado indica che le cellule tumorali sono molto diverse dai tessuti sani. Il processo di divisione in essi è più veloce, il tumore si sta diffondendo.

L'adenocarcinoma del pancreas è il tipo istologico più comune. Rappresenta oltre il 90% dei casi. Il protozoo APH è molto aggressivo, si sviluppa rapidamente e metastatizza.

È diviso nei seguenti tipi:

  • Adenocarcinoma a cellule chiare del pancreas.
  • Adenocarcinoma mucinoso del pancreas.
  • Solidamente pseudopapillare.
  • Papillare.
  • Cystadenocarcinoma etcinocellulare.
  • Adenocarcinoma a cellule acinose.
  • Cistoadenocarcinoma sieroso.

Ci sono anche opzioni miste. Differiscono nella loro struttura morfologica. Nella maggior parte dei casi, vi è un adenocarcinoma duttale di basso grado del pancreas.

Fasi di adenocarcinoma pancreatico

  • 0 stadio - "cancro in atto". Ciò significa che i cambiamenti istologici nelle cellule iniziano solo a verificarsi. Questo processo è lungo, i sintomi sono assenti.
  • Lo stadio 1 è caratterizzato da un tumore delimitato dal pancreas. Non ci sono metastasi regionali e distanti. La fase 1 è divisa in 2 gruppi:
  1. o neoplasmi fino a 2 cm;
  2. o più di 2 cm.
  • Anche il cancro dello stadio pancreatico 2 è diviso in 2 sottogruppi:
  1. o il tumore si estende oltre la ghiandola, ma il tronco celiaco e l'arteria mesenterica non sono coinvolti;
  2. o ci sono metastasi nei linfonodi più vicini.
  • Lo stadio 3 si verifica quando il cancro colpisce il tronco celiaco e l'arteria mesenterica. Non ci sono metastasi a distanza.
  • L'adenocarcinoma pancreatico della fase 4 ha la prognosi più sfavorevole. Il tumore si diffonde attraverso i linfonodi, altri organi ne sono colpiti

Gradi di prevalenza della malattia

Diagnosi di adenocarcinoma

Quindi, poiché i sintomi nelle prime fasi della malattia sono praticamente assenti o si manifestano non specificamente, allora è molto difficile sospettare l'AUC. Nella maggior parte dei casi, le persone si rivolgono al medico con denunce di dolore o ittero e questi segni indicano l'incuria del problema. Molto importante è la diagnosi precoce del cancro del pancreas, che aiuterà a identificarlo nelle prime fasi. È in un sondaggio regolare e completo.
Per cominciare, il medico deve raccogliere una storia completa, è necessaria un'attenzione speciale per il diabete cronico e la pancreatite, possibili malattie ereditarie e operazioni trasferite sullo stomaco. L'esame fisiologico viene quindi effettuato. Un aumento della cistifellea, del fegato e della maggior parte del pancreas può parlare di adenocarcinoma.

Per confermare la diagnosi è necessario passare un'analisi biochimica e generale del sangue e delle urine, nonché un'analisi per i marcatori del cancro. I metodi di visualizzazione sono utilizzati per determinare la posizione del tumore, le sue dimensioni e il tipo. È possibile rilevare l'adenocarcinoma del pancreas sull'ecografia della cavità addominale o l'utilizzo di tomografia computerizzata. Questi metodi consentono di vedere la struttura del corpo e i disturbi in essi, per valutare il tipo e la prevalenza del cancro. Un'immagine più nitida mostra l'ecografia con un endoscopio, che viene portato direttamente nella neoplasia attraverso l'intestino. A volte vengono usati studi radiografici.

Secondo le indicazioni, nominare:

  • MRI (risolve gli stessi problemi che l'ecografia e la radiografia ma è più accurata, può rivelare anche le più piccole patologie);
  • Ciobiopsia di puntura. Prendendo un campione della neoplasia è necessario confermare il suo tipo e il grado di malignità. Fondamentalmente, questa analisi è prescritta per l'APH non resecabile;
  • Tomografia ad emissione di positroni. Un metodo molto accurato che consente di determinare la presenza di metastasi in tutti gli organi. Il PET è usato raramente a causa del suo alto costo;
  • Angiografia (utilizzata per visualizzare il sistema di afflusso di sangue al pancreas e al tumore stesso);
  • Laparoscopia. Questo è un metodo con l'uso di strumenti minimamente invasivi. Durante la laparoscopia, non solo puoi prendere in considerazione piccole metastasi e tumori, ma anche fare un esame di cancro o fluido.

Trattamento di adenocarcinoma pancreatico

Il principale e più efficace metodo di trattamento è la resezione della prostata, che è combinata con metodi non chirurgici. La possibilità di condurre un'operazione è determinata da criteri tabulari (ad esempio, la presenza di deformazioni del tronco celiaco, arterie mesenteriche epatiche e superiori, ecc.). Secondo le statistiche, solo il 15-20% dei pazienti opera.

Se il paziente ha sintomi di ittero meccanico, allora è necessario fermarlo. Il metodo principale per la rimozione della bile è il drenaggio extraepatico percutaneo. Secondo le indicazioni, è prescritto il drenaggio transpapillare endoscopico o l'escrezione biliare chirurgica. Solo dopo il sollievo dell'ittero può resezione.

Tipi di operazioni:

  • pancreatectomia distale (rimozione del pancreas distale a volte in combinazione con i linfonodi);
  • resezione pancreatoduodenale totale (rimozione dell'intero pancreas, milza, parte dello stomaco, intestino e linfonodi).

Tali interventi (specialmente la seconda opzione) molto spesso portano a complicazioni. Tra questi, sanguinamento, ascesso, insufficienza epatica. L'alimentazione con adenocarcinoma pancreatico dopo una resezione totale è difficile. Per tali pazienti, viene utilizzata la nutrizione nasoenterica (il cibo penetra nello stomaco attraverso una sonda inserita nell'apertura nasale). Eseguono tali manipolazioni per circa 5-7 giorni. Quindi il paziente può mangiare da solo, ma è necessario seguire una dieta rigorosa.

Dopo l'operazione vengono eseguite complesse chemioterapie e radiazioni mirate alla distruzione delle metastasi e alla prevenzione delle recidive. Quindi tutti i pazienti necessitano di un esame trimestrale, che include un esame del sangue per i marcatori onici, ecografia e risonanza magnetica (secondo le indicazioni).

Per i pazienti non operabili di confine (coloro per i quali l'operazione è possibile, ma molto probabilmente non darà i risultati) è un trattamento antitumorale effettuato volto a tradurre in tumori resecabili, quindi per rimuoverlo. Raggiungere questo non è sempre, ma solo nella metà dei casi

Il trattamento di adenocarcinoma pancreatico comprende anche:

  • terapia ormonale;
  • prendere antidolorifici per alleviare il dolore;
  • antidipressanty;
  • integratori enzimatici per mantenere la digestione;
  • immunoterapia, finalizzata a rafforzare e attivare le difese del corpo;
  • insulina per via endovenosa (come senza pancreas non è sufficiente).

Adenocarcinoma del pancreas: prognosi

Questa malattia ha tassi di sopravvivenza molto bassi. Questo è indicato dal numero di morti da APH per l'anno, che è quasi uguale al numero di casi.
Campo di trattamento complesso (resezione totale con la chemioterapia e radioterapia) persone vivono, in media 1,5-2 anni, a condizione che l'adenocarcinoma era la non proliferazione, e il trattamento è stato effettuato in tempo. 5 anni vivono solo il 20-30%.

Dopo una pancreatectomia distale, la probabilità di recidiva è elevata, a causa della quale il tasso di sopravvivenza a 5 anni diminuisce al 7%. Se la rimozione del tumore è impossibile, allora gli indici sono 3-4 volte più piccoli. Fino al 15% dei pazienti muore durante la resezione totale.

L'oncologia del pancreas è molto pericolosa. Pertanto, è meglio proteggersi da questa terribile diagnosi, osservando uno stile di vita sano e curando tempestivamente le malattie degli organi digestivi. Per coloro che sono a rischio, è necessario conoscere i sintomi di un tumore al pancreas e prestare attenzione a eventuali deviazioni di salute, oltre a sottoporsi a esami regolari.

Adenocarcinoma del pancreas

L'adenocarcinoma del pancreas è un tumore maligno che, secondo i dati statistici, rappresenta l'80% di tutti i tipi di neoplasie di questo organo. Il nome suggerisce che si verifica da cellule ghiandolari che sono presenti nella mucosa e tra l'epitelio dei dotti escretori.

Gli specialisti dividono tutti i tumori del pancreas in relazione all'apparato endocrino su:

  • Esocrino (non associato alla produzione di ormoni);
  • Endocrino (che influenza l'equilibrio ormonale).

L'adenocarcinoma è una parte dei cancri esocrini. Se prendiamo in considerazione la proporzione di casi di questo tipo di neoplasma nel nostro gruppo, allora rappresenta il 95%. Nella classificazione clinica dell'OMS del 2010, il tumore è chiamato "adenocarcinoma duttale". Il più comune tra gli uomini anziani con pancreatite cronica e dipendenza da alcol. ICD-10 è registrato con il codice C25 nella classe delle formazioni maligne.

Che cosa dice la statistica?

Lo studio dell'incidenza mostra che gli uomini sono ammalati 1,5 volte più spesso delle donne. La più alta prevalenza è osservata tra la popolazione del continente settentrionale e orientale (9 per 100.000 uomini), negli Stati Uniti e in Giappone - 7-9. I tassi di mortalità da adenocarcinoma del pancreas non differiscono dall'incidenza. Tra le donne negli stessi paesi, è 3,8-6 per 100.000.

In Russia, nel 2012, il tumore del pancreas negli uomini occupa il 10 ° posto (3,2%), nelle donne - il tredicesimo (2,7%) tra i tumori maligni.

Lo studio della relazione causa-effetto spiega queste caratteristiche:

  • bassa capacità diagnostica in queste aree;
  • differenze razziali;
  • un fattore così specifico, come la nutrizione.

L'importante ruolo dei fattori ambientali può essere valutato dall'aumento dell'incidenza dei migranti in arrivo da paesi con una bassa prevalenza di patologia nella zona di pericolo. Dopo 10 anni di vita in un nuovo posto, le persone della stessa fascia d'età hanno un netto aumento rispetto alla loro patria storica.

Fattori di rischio e probabili cause di patologia

Le cause del danno maligno al pancreas sono ancora sconosciute, pertanto gli scienziati suggeriscono fattori di rischio identificati in modo affidabile studiati su un gran numero di pazienti.

La massima attenzione è rivolta a:

  1. Fumo di tabacco - il rischio è proporzionale alla "esperienza" e all'intensità. Il cancro nel pancreas si sviluppa nel 2% dei fumatori (nei polmoni - nel 10%). Nel fumo di tabacco, il rischio di sviluppare il cancro raddoppia, questa ragione è dominata da un quarto paziente.
  2. Caratteristiche della nutrizione - l'opinione espressa sull'aumentata incidenza di persone che consumano molti prodotti di origine animale, il caffè e la mancanza di fibre vegetali, verdure e frutta. Tuttavia, non è considerato sufficientemente motivato.
  3. L'obesità, il diabete mellito di tipo II sono i fattori più plausibili nello sviluppo di adenocarcinoma. Il rischio aumenta rispetto alle persone senza diabete del 60% e persiste per almeno 10 anni. L'età più pericolosa è più di 50 anni.
  4. Pancreatite cronica - aumenta il rischio di adenocarcinoma 20 volte, indipendentemente dalla forma di infiammazione. I pazienti con pancreatite da più di cinque anni sono i più colpiti. L'insorgenza di una crescita maligna è spiegata dalla proliferazione dell'epitelio nei dotti e negli acini della ghiandola con una contemporanea interruzione del processo di ripristino della struttura dell'organo.
  5. Pancreatite ereditaria - occupa un posto speciale, aumenta la probabilità di degenerazione maligna 50 volte. Anche se si verifica nel 2% dei pazienti. La ragione è collegata a mutazioni nel gene PRSS1. Il 40% dei pazienti con forma ereditaria di pancreatite cronica sviluppa adenocarcinoma pancreatico. Unire altri fattori sopra elencati riduce significativamente l'età dei malati. Nella patogenesi, il ruolo principale è svolto dall'inattivazione interrotta dell'enzima tripsinogeno, per la quale il gene alterato risponde. Questo porta a "auto-digestione" delle cellule degli acini.
  6. Infezioni: è stato stabilito un legame con l'epatite virale trasmessa e l'Helicobacter pylori. I microrganismi sono importanti non solo come causa del cancro allo stomaco e al fegato, ma anche nella patologia del pancreas.
  7. sostanze chimiche cancerogene contenenti naftilammina, benzidina, benzopirene, amianto, acetilaminofluorene in settori associati ai pesticidi, gli esperti ritengono che sia importante fattore di complicazione.

La gastrectomia posticipata e la colecistectomia (rimozione dello stomaco e della cistifellea) non sono state ancora riconosciute per i fattori di rischio confermati. Ma continuano a essere studiati.

Come influisce l'ereditarietà?

La presenza nella famiglia di parenti con adenocarcinoma del pancreas è considerata un fattore predisponente. La vera forma familiare si manifesta nel 5% dei pazienti. E il livello di rischio è preso in considerazione vicino alla relazione del sangue:

  • se l'adenocarcinoma è malato uno dei genitori, fratelli o sorelle, il rischio aumenta di 2,3 volte;
  • con i due pazienti più vicini - 6 volte;
  • a tre - in 32 volte.

L'adenocarcinoma del protocollo si sviluppa in un contesto di varie sindromi genetiche, non ha un aspetto generale del meccanismo genetico affetto, o non è stato ancora stabilito. Il più comune è:

  • con nevo atipico melanoma multiplo;
  • sindrome Peitsa-Jagers (crescita nello stomaco, intestino di polipi amartomici - escrescenze di diversi tipi di tessuti);
  • pancreatite cronica ereditaria e adenocarcinoma familiare.

Caratteristiche dell'adenocarcinoma duttale

Dotti normali del pancreas che rivestono l'epitelio del tipo cubico e basso cilindrico. Nelle celle:

  • il nucleo è nell'area basale;
  • non c'è noia;
  • la mucina non è prodotta;
  • raramente c'è una divisione tipica della mitosi;
  • non ci sono funzionalità di colore avanzate e nuclei ingranditi.

Al 5% della prevalenza sono 7 forme miste di cancro del protocollo. Gli esperti richiamano l'attenzione sulla scorrettezza della sentenza sulla efficacia del trattamento nei risultati di somma con tumori adenocarcinoma, come tipi misti di tumori si verificano meno aggressivo, più comune nelle donne e caratterizzato da una prognosi migliore.

L'adenocarcinoma protoculare del pancreas si trova in diverse parti dell'organo:

  • nella testa con una frequenza del 75%;
  • nel corpo - 18% dei casi;
  • nella coda - nel 7% dei pazienti.

L'adenocarcinoma è un tumore denso senza una chiara struttura dei confini. Quando si taglia, l'architettura lobata rotta è visibile, il colore è grigio-giallo. In tumori di grandi dimensioni, si trovano le cisti. Le aree di emorragia e necrosis non sono caratteristiche.

Un tumore della testa del pancreas raggiunge 2,5-3,5 cm di diametro, e la localizzazione del corpo e la coda - la dimensione raggiunge i 10 cm modifiche pancreatici sono spesso associati con pancreatite cronica concomitante.. Pertanto, nel tessuto ci sono aree di fibrosi, atrofia del parenchima. Questo rende difficile stabilire i confini del tumore.

Lo studio delle caratteristiche del pathoanatomical ha mostrato che:

  • l'adenocarcinoma colpisce non solo il principale dotto pancreatico, ma anche i suoi ramificazioni di secondo e terzo ordine, persino l'epitelio delle uscite mucinose e sierose;
  • tumore ha una maggiore propensione per l'ampliamento e diffusione lungo la fibra nervosa (perineurale) rete ghiandola nervo è formata celiaca, mesenterica, epatica e plesso splenico;
  • una rete nervosa circostante densa contribuisce alla diffusione significativa del cancro.

I nodi nervosi e i plessi che circondano il tronco celiaco e l'arteria mesenterica superiore sono i più significativi in ​​termini di concentrazione delle cellule tumorali dai dotti pancreatici. È dimostrato che causano una ricaduta del cancro dopo la rimozione di una parte o dell'intero organo. Questo processo spiega l'impossibilità di una completa purificazione del corpo dopo l'operazione.

Caratteristiche istologiche

L'adenocarcinoma protocollo consiste di cellule ghiandolari che imitano le strutture normali. Crescono nel parenchima del corpo. In termini di grado di differenza,

  1. Un tumore altamente differenziato forma strutture ghiandolari patologiche, i dotti cambiano e assumono una forma irregolare, la direzione è caotica. Questa variante del tumore è chiamata "grande flusso". Le cellule tumorali sono rappresentate da un epitelio a strato singolo di tipo cuboide o cilindrico, con un citoplasma leggero. I nuclei delle cellule sono arrotondati, leggermente ingranditi, lo stadio della mitosi è raramente rilevato. Nei dotti interlobulari, l'epitelio normale è sostituito da quello cilindrico. Le cellule tumorali si trovano nei vasi sanguigni, nel dotto biliare comune, nella papilla del papero e nel duodeno.
  2. Tipo moderatamente differenziato - caratterizzato dalla presenza di molte piccole ghiandole tubulari con condotti. I nuclei nelle cellule tumorali hanno dimensioni diverse, il numero di mitosi è aumentato. Le strutture ghiandolari carenti sono rivelate sui confini del tumore.
  3. Scarsamente differenziato tipo - include molti cancro difettoso di piccole dimensioni sono interi strati e foci di cellule con nuclei di forme diverse, la sintesi di mucina è assente, diffusione perineurale o più recipienti.

La bassa differenziazione è caratterizzata da una rapida metastasi:

  • nel fegato;
  • peritoneo;
  • duodeno;
  • linfonodi;
  • stomaco;
  • la milza;
  • la cistifellea.

Come viene determinato lo stadio del tumore?

L'adenocarcinoma del pancreas è classificato secondo gli standard internazionali per le dimensioni del tumore, spuntando nei linfonodi e la presenza di metastasi. Ad esempio, a seconda della posizione e della dimensione, distinguono:

  • Tx è la situazione in cui i dati per la valutazione della crescita del tumore non sono sufficienti;
  • T (zero stage) - lo stadio iniziale o "precancro";
  • T1 - il bordo del tumore non va oltre il pancreas e la dimensione massima non è superiore a 2 cm di diametro;
  • T2 - come T1, ma la dimensione è superiore a 2 cm;
  • T3 - i confini si estendono oltre i limiti dell'organo, ma finora il tronco celiaco e l'arteria mesenterica superiore non sono coinvolti;
  • T4 (stadio 4) - la crescita è osservata sul tronco celiaco o nella zona dell'arteria mesenterica superiore.

Da dove viene il tumore metastatizzato?

Gli oncologi notano una maggiore frequenza di metastasi separate quando il tumore si trova nel corpo o nella coda del pancreas. È importante aumentare la durata della malattia. La quota di ciascuna localizzazione nella composizione totale dei casi è determinata:

  • il più spesso - il fegato (dal 53 al 60%);
  • polmoni e peritoneo (rispettivamente 10-12 e 11-16%);
  • ossa - fino al 7%;
  • ghiandole surrenali e reni - 5-6%;
  • pleura - 4-10%;
  • intestino tenue - 3%;
  • diaframma e milza - 2% ciascuno;
  • pericardio, miocardio e cervello - 1% ciascuno.
  • Il 5% cade su altri organi.

sintomi

La manifestazione clinica dell'adenocarcinoma del pancreas è determinata dalla localizzazione, dall'intensità, dallo stadio di crescita. Se le dimensioni sono piccole, il paziente non avverte alcun sintomo. Quando il nodo cresce, schiaccia i dotti, peggiora il deflusso delle secrezioni biliare e pancreatiche.

Esperienza dei pazienti:

  • periodi di nausea;
  • eruttazione di cibo non digerito;
  • diarrea;
  • perdita di appetito;
  • intenso dolore nella regione epigastrica, restituendo, sono descritti come "cingolati";
  • ittero della pelle e sclera;
  • perdita di peso;
  • prurito;
  • nelle feci c'è una mescolanza di sangue, a colori diventa più leggero del solito;
  • l'urina diventa scura, sono possibili segni di sanguinamento.

A una palpazione di uno stomaco al paziente scoprono:

  • tenerezza locale nella parte superiore;
  • una cistifellea allargata e tesa (in pazienti magri);
  • ingrandimento della milza.

La sindrome del dolore è correlata a:

  • con danni al tumore dei tronchi nervosi;
  • sviluppo dell'edema locale;
  • aumento della pressione nei dotti del pancreas e della bile con la loro espansione e trabocco;
  • germinazione di cellule perineural carcinogeniche;
  • disturbi trofici del corpo;
  • diffuso al plesso retroperitoneale;
  • segni di infiammazione nel parenchima della ghiandola e nei dotti biliari;
  • spasmo di tutte le strutture muscolari lisce (arterie);
  • sconfitta degli organi vicini.

I disturbi funzionali sotto forma di eruttazione, vomito, gonfiore sono spiegati:

  • spasmo di muscolatura liscia di grandi dotti, parete vascolare;
  • disturbo del pancreas trofico e degli organi circostanti;
  • regolazione neuroendocrina disturbata delle funzioni secretorie e motorie della cistifellea, dello stomaco, dell'intestino (quindi, diarrea, stitichezza, test delle feci).

La febbre spesso indica:

  • per l'infezione nel dotto biliare e nella vescica;
  • infiammazione del parenchima pancreatico;
  • decadimento del tumore;
  • suppurazione di cisti, fistole interne.

Una caratteristica del decorso clinico dell'adenocarcinoma è la non specificità dei sintomi. Nessuna di queste caratteristiche è caratteristica solo di questa malattia e non indica la localizzazione del tumore.

Metodi di diagnosi

La malattia può durare a lungo sotto la diagnosi di pancreatite cronica. È molto difficile individuare la fase iniziale. Sono utilizzati i seguenti metodi:

  • analisi generale del sangue e delle urine - l'indigestione porta ad anemia di tipo misto (B12-deficit + carenza di ferro), in caso di infezione nel sangue appare leucocitosi con uno spostamento della formula a sinistra;
  • lo studio di analisi del sangue biochimiche per il contenuto di azoto residuo, frazioni proteiche, glucosio, bilirubina, enzimi (fosfatasi alcalina, amilasi e transaminasi);
  • oncomarker e antigeni DuPan, CA19-9, TAG72, Spanl, CA125;
  • esame ecografico;
  • verifica endoscopicamente la pervietà dei dotti della cistifellea e del pancreas (colangopancreatografia retrograda);
  • con l'aiuto di una diodoscopia a raggi X dell'agente di contrasto è fatto;
  • La tomografia computerizzata è anche meglio utilizzata con il contrasto;
  • esame istologico e biopsia.

trattamento

La base del trattamento è la rimozione chirurgica. Le cellule pancreatiche maligne non rispondono ai farmaci citotossici.

Con l'adenocarcinoma, una resezione pancreatoduodenale classica viene eseguita nella regione della testa. L'operazione consiste in un'asportazione completa:

  • testa della ghiandola;
  • parti del duodeno;
  • la cistifellea;
  • se necessario, resezione dello stomaco e del dotto biliare comune.

Tra gli organi rimanenti si formano anastomosi per garantire la digestione. L'operazione è considerata grave, accompagnata da una letalità del 15%. Non tutti gli oncologi ritengono che sia giustificato, poiché la sopravvivenza nei prossimi anni è fornita solo a ogni decimo paziente operato. Significativamente più spesso, vengono utilizzati metodi chirurgici per eliminare l'ostruzione di dotti e ittero meccanico.

Come misura temporanea di sollievo (palliativo), una combinazione di chemioterapia con Gemzar viene utilizzata con l'irradiazione. È possibile fermare la crescita del tumore. Come anestetico, raccomandiamo:

La terapia di supporto include l'introduzione di preparati enzimatici per compensare la mancanza di succo pancreatico. Questi includono:

prospettiva

La prognosi della malattia è sfavorevole. Mentre non esiste un metodo chiaro per la diagnosi precoce, non c'è modo di fermare la crescita e le metastasi. Pertanto, la pratica degli oncologi mostra risultati deludenti:

  • l'aspettativa di vita dei pazienti dal momento della manifestazione dei segni di adenocarcinoma non è superiore a 1,5 anni;
  • solo il 2% sopravvive a 5 anni;
  • le operazioni ripetute consentono ai pazienti di vivere 4-5 anni.

L'attenzione principale dovrebbe essere rivolta alla prevenzione dei fattori di rischio, l'osservazione dei pazienti con disabilità familiari in oncologia. Resta da sperare nell'invenzione di nuovi metodi di trattamento.

Adenocarcinoma del pancreas - caratteristiche del decorso e trattamento della malattia

L'adenocarcinoma è una delle forme più frequenti di danno maligno al tessuto pancreatico. Il recupero e l'assenza di ricadute per diversi anni è possibile solo se l'adenocarcinoma viene diagnosticato nella fase iniziale del suo sviluppo.

Cause di adenocarcinoma pancreatico

Qualsiasi formazione maligna nel corpo è una conseguenza della mutazione di cellule sane, che iniziano a dividere intensamente e formare un tumore.

Ma i fattori esatti che contribuiscono alla distruzione della funzione cellulare nel cancro del pancreas non sono stati stabiliti.

La maggior parte dei pazienti ha mostrato un effetto a lungo termine sul corpo:

  • Resine di tabacco.
  • Cibo troppo grasso e piccante.
  • Sostanze chimiche. Il cancro della ghiandola è più spesso rilevato in coloro che sono impegnati in industrie impegnate nel trattamento dell'amianto, benzina.

Si ritiene inoltre che il processo del cancro possa essere avviato a causa di un metabolismo compromesso. Pertanto, uno stile di vita sedentario, grave obesità e mancanza di costante attività fisica provocano anche tumori maligni negli organi digestivi.

L'adenocarcinoma si applica anche a quelle patologie che sono registrate con parenti stretti. Cioè, un'ereditarietà sfavorevole dovrebbe farti prendere più cura della tua salute.

L'adenocarcinoma è formato dalle cellule dello strato mucoso delle pareti dell'organo o dall'epitelio, che riveste i dotti escretori dell'organo. In apparenza, questa formazione maligna è un nodo di forma irregolare, di colore biancastro e resiliente alla palpazione.

Si trova sia all'interno dell'organo stesso che all'esterno. In alcuni pazienti, i parametri di formazione raggiungono 10 cm di diametro. L'adenocarcinoma delle cellule tumorali si divide molto rapidamente e quindi il tessuto epiteliale viene sostituito da tessuto fibroso.

Sviluppandosi all'interno del pancreas, il tumore rapidamente lo oltrepassa, passa agli organi e ai tessuti vicini e metastatizza.

specie

L'adenocarcinoma della prostata è diviso in diverse forme, queste sono:

  • Adenocarcinoma a cellule chiare con un alto grado di differenziazione. Questo tumore forma strutture tubulari di diverse dimensioni e forma. La struttura di strutture tubulari simili o in modo diverso le ghiandole del cancro assomiglia ai dotti dell'organo. L'esame istologico rivela un epitelio cubico, cilindrico e appiattito nel rivestimento epiteliale. Il citoplasma delle cellule è omogeneo e leggero, nel lume delle ghiandole tubulari cancerose si trova in gran numero il muco.
  • Adenocarcinoma a cellule chiare con un alto grado di differenziazione e con il muco. Le ghiandole del cancro esternamente assomigliano alle cisti e contengono un segreto rosa chiaro. Lo studio rivela una grande quantità di muco e glicosaminoglicani acidi. Il rivestimento epiteliale è rappresentato da un epitelio cilindrico, in cui si trovano le cellule appiattite. Le singole cisti possono fondersi l'una con l'altra come risultato della rottura e si formano grandi nodi cistici con muco.
  • Adenocarcinoma a basso grado. È un tumore con uno stroma fibroso pronunciato e massicci gruppi alveolari di cellule di diverse forme e dimensioni. La formazione di strutture ghiandolari e ferruginose è rivelata. La melma nelle ghiandole viene prodotta e accumulata in modo non uniforme.
  • Adenocarcinoma scirroso. Oltre alle ghiandole cancerose nel tessuto tumorale sono cellule tumorali separate che formano catene. I nuclei di cellule di forma irregolare e di grandi dimensioni occupano una grande parte, spesso diverse cellule si trovano in una cellula. Le cellule tumorali di questa forma di adenocarcinoma non hanno la capacità di muco.
  • Adenocarcinoma a cellule chiare con un basso grado di differenziazione. Caratterizzato dalla formazione di grandi ghiandole del cancro con forma irregolare e con l'espansione dei lumi sotto forma di cisti. Le cellule grasse e il muco non producono.

Sintomi di patologia

Gli adenocarcinomi della prostata si manifestano con segni specifici e non specifici.

Alla prima fase della malattia, una persona non nota alcun cambiamento nel suo stato di salute, e questa è la ragione per il successivo appello per l'assistenza medica.

Circa un mese prima della comparsa della sintomatologia principale, può insorgere intolleranza nei gusti e negli odori individuali, nell'uno per cento dei pazienti si sviluppa una pancreatite con manifestazioni acute.

L'adenocarcinoma del pancreas ingrandisce la cistifellea e il fegato, il che aiuta a propagare accuratamente il tumore.

Il gruppo di sintomi specifici include:

  • Ittero meccanico della pelle e delle mucose, prurito e nausea. Questi segni della malattia sono causati dalla compressione o ostruzione dei dotti biliari da un tumore in crescita, che porta ad un aumento della quantità di bile nel corpo.
  • Lo sviluppo della pancreatite secondaria si manifesta con reazioni infiammatorie e un organo malfunzionante.
  • Diabete mellito, che si verifica quando il cancro è influenzato dalle cellule che producono insulina.
  • Ascite: accumulo di liquido nella cavità addominale negli ultimi stadi del cancro.

Segni aspecifici della malattia includono quelli che compaiono non solo nella maggior parte dei tumori maligni, ma anche in varie patologie infiammatorie e infettive del tratto gastrointestinale, questo è:

  • Dolore localizzato nella parte superiore dell'addome e sotto le costole a destra. Nel cancro del PZ spesso il dolore è dato nella parte bassa della schiena, scapola o ha un carattere shingling.
  • Disfunzione digestiva, manifestata da nausea, bruciore di stomaco, diarrea o stitichezza, flatulenza.
  • Mancanza di appetito e come risultato di questa diminuzione del peso usuale.
  • Letargia, apatia, disturbi del sonno.
  • Anemia.

Se le metastasi passano all'intestino, non è esclusa la comparsa di tali complicanze come l'ostruzione intestinale. Con danni al fegato, è possibile sviluppare un coma epatico. Se le cellule tumorali entrano nei polmoni, i sintomi principali saranno la tosse, quando il tumore si rompe, nell'espettorato compaiono delle strisce di espettorato.

Separatamente, si dovrebbe considerare un tale segno di adenocarcinoma della prostata, come la comparsa di grasso nelle feci. Il cancro cambia il funzionamento della ghiandola, che riduce la quantità di enzimi prodotti necessari per la scissione della parte grassa del cibo. Pertanto, il grasso appare nelle feci.

Quando si svuota l'intestino, si nota uno strano odore e le feci possono rimanere sulla superficie per lungo tempo, è molto difficile da lavare. Bloccare i dotti con la bile porta al fatto che i movimenti intestinali illuminano e acquisiscono una struttura argillosa. Alcuni dei pazienti ricevono urine scure.

Fasi di sviluppo

Ci sono quattro fasi di adenocarcinoma della prostata.

  • Nel primo stadio, la dimensione del tumore non supera i 2 cm, non va oltre gli organi, i linfonodi non sono interessati e non ci sono metastasi.
  • Nella seconda fase, il tumore è più di 2 cm, le restanti caratteristiche corrispondono al primo stadio.
  • Al terzo stadio, il tumore passa agli organi vicini e dà metastasi, ma non coglie l'arteria mesenterica e il tronco celiaco.
  • Al quarto stadio, l'arteria mesenterica e il tronco celiaco sono coinvolti nel processo del cancro, le metastasi sono rilevate negli organi remoti.

Diagnosi della malattia

Se il paziente mostra segni che indicano una possibile sconfitta del cancro del pancreas, viene solitamente assegnato uno schema diagnostico standard, che include:

  • Stati Uniti. La scansione della ghiandola consente di determinare in esso i cambiamenti morfologici, la presenza del tumore, la sua posizione e le dimensioni. Inoltre, quando si eseguono gli ultrasuoni, vengono esaminati altri organi addominali, questo è necessario per rilevare un fuoco secondario in essi.
  • CT. Questo metodo di ricerca viene effettuato con l'aiuto di moderne installazioni informatiche, permettendo al corpo di investigare strato per strato. Questo metodo rivela non solo la localizzazione dell'educazione, ma anche l'estensione della sua diffusione e penetrazione nelle pareti dell'organo. Spettacoli di tomografia computerizzata e metastasi in numerosi organi con ghiandola.
  • Biopsia: un prelievo bioptico, cioè un campione di tessuto prelevato dalla neoplasia, per l'esame istologico. Senza questo metodo, è impossibile confermare o negare il cancro di qualsiasi organo.
  • È richiesto un esame del sangue per rilevare i cambiamenti nel livello di enzimi, bilirubina, proteine ​​totali, urea e altri indicatori che indicano un processo patologico. Viene anche preso il sangue per determinare i consumatori.
  • L'angiografia è lo studio dei vasi sanguigni con materiale di contrasto e radiografia. Questo esame ci permette di rivelare le peculiarità del flusso sanguigno di un tumore in crescita.
  • La laparoscopia è un esame endoscopico della cavità addominale che aiuta i medici a valutare visivamente tutti i cambiamenti negli organi e nei tessuti.

Trattamento di adenocarcinoma pancreatico

L'unico metodo efficace di trattamento di adenocarcinoma del pancreas - un intervento chirurgico, durante il quale rimuove non solo una parte del corpo, ma anche i singoli segmenti dello stomaco, milza, intestino.

In futuro, se necessario, verrà utilizzata la plastica ricostruttiva, che ripristina artificialmente i dotti e garantisce la continuità intestinale.

Ma l'operazione è prescritta solo a pochi percento dei pazienti, dal momento che non è possibile eseguire l'operazione nelle fasi avanzate.

Altri trattamenti per l'adenocarcinoma della ghiandola sono la chemioterapia e l'esposizione alle radiazioni.

L'esposizione alle radiazioni ai pazienti con la prostata viene prescritta prima dell'operazione, dopo che è stata eseguita, e l'uso di tecniche speciali consente di irradiare l'organo immediatamente durante l'intervento. La radioterapia non viene quasi mai prescritta senza chemioterapia.

Negli ultimi stadi del cancro, viene scelto un trattamento palliativo, il cui obiettivo principale è alleviare i sintomi e prolungare la vita del paziente.

Prognosi della sopravvivenza del paziente

Se il paziente ha adenocarcinoma della prostata, quindi i medici non possono dare una prognosi favorevole. Il più spesso dal momento di sviluppo dei primi segni ovvi di cancro di questo organo e fino alla morte non passa più di due anni.

Secondo i dati statistici, solo 2 persone con cancro alla prostata da cento vivono senza ricaduta fino a 5 anni. Ma se un'operazione radicale è stata eseguita con successo nella fase iniziale della malattia, il 27% dei pazienti ha la possibilità di rimanere in vita.