Adenocarcinoma del pancreas

Le lesioni maligne del tessuto ghiandolare del pancreas si sviluppano quasi sempre rapidamente e al momento della loro individuazione raggiungono le ultime fasi.

Questo spiega l'alto tasso di mortalità nell'adenocarcinoma pancreatico.

Negli ultimi anni, gli oncologi di tutto il mondo hanno registrato un aumento dei casi di adenocarcinoma pancreatico: questo è attribuito al generale deterioramento dello stato ecologico del pianeta e alle caratteristiche nutrizionali degli esseri umani moderni.

  • Tutte le informazioni sul sito sono a scopo informativo e NON sono una guida all'azione!
  • Puoi mettere la DIAGNOSI PRECISA solo il DOTTORE!
  • Vi chiediamo gentilmente di NON prendere l'auto-medicazione, ma fissare un appuntamento con uno specialista!
  • Salute a te e ai tuoi cari! Non scoraggiarti

motivi

loading...

Sviluppo di adenocarcinoma del pancreas può essere associata a cattive abitudini (fumo, abuso di alcool), la dieta (grassi, piccanti, cibo in scatola), storia familiare, pancreatite cronica.

Tutti questi fattori non sono cause dirette della malattia, ma aumentano la probabilità che si verifichi. La medicina non fornisce ancora una risposta precisa alla domanda sul perché le cellule della ghiandola iniziano a mutare e condividere in modo incontrollabile, catturando i tessuti sani.

Ci sono altri fattori che, secondo gli oncologi, possono provocare mutazioni nelle cellule che portano alla loro degenerazione maligna:

  • presenza di diabete mellito;
  • malattia del fegato (cirrosi, epatite);
  • resezione di una parte dello stomaco;
  • ipodynamia: mancanza di movimento;
  • lavorare in un'azienda in cui vengono utilizzati agenti chimici come l'amianto, il benzopirene, la naftilammina e altri nel processo di fabbricazione.

Talvolta l'adenocarcinoma pancreatico si verifica nei giovani, ma il contingente più frequente di pazienti è rappresentato da persone sopra i 50 anni.

Foto: adenocarcinoma pancreatico

sintomi

loading...

Gli adenocarcinomi rappresentano il 95% di tutti i tumori pancreatici. Un tumore è un nodo di forma irregolare di circa 10 cm o più grande. Il processo maligno si diffonde rapidamente al tessuto funzionale dell'organo, mentre le cellule sane vengono sostituite con tessuto fibroso.

Il processo patologico può coprire rapidamente l'intera ghiandola e quindi diffondersi agli organi vicini - l'intestino, il fegato, la cistifellea, la milza, i linfonodi, i tessuti addominali. I sintomi di adenocarcinoma possono essere suddivisi in specifico e aspecifica.

I sintomi specifici includono:

  • aumento del livello della bile nel corpo, causato dall'otturazione del dotto biliare (questa condizione si manifesta con ittero, nausea, prurito cutaneo);
  • pancreatite secondaria (disfunzione enzimatica del pancreas e infiammazione dell'organo);
  • diabete mellito secondario dovuto all'insufficienza di insulina;
  • presenza di impurità nel sangue nelle urine e nelle feci;
  • ascite (gonfiore dovuto all'accumulo di liquido nel peritoneo).

Questi segni di solito si manifestano negli ultimi stadi del cancro del pancreas e indicano una progressione dei processi maligni.

A segni non specifici sono comuni per molte altre patologie manifestazioni:

  • dolore nell'ipocondrio destro e nell'addome inferiore;
  • disfunzione digestiva (stitichezza, diarrea, bruciore di stomaco);
  • perdita di peso e mancanza di appetito;
  • debolezza generale, letargia, stanchezza, mancanza di motivazione per le attività quotidiane;
  • anemia.

Nella fase di metastasi, la sintomatologia dipende dalla localizzazione delle lesioni tumorali secondarie. Quasi sempre, le metastasi sono accompagnate da forti dolori, specialmente se le cellule tumorali entrano nella congestione nervosa o nel tessuto osseo.

Quando il tumore cresce nell'intestino, ci sono pericolose complicazioni sotto forma di ostruzione e emorragia interna. Con più metastasi, il fegato sviluppa insufficienza d'organo acuta e coma epatico.

diagnostica

loading...

Sfortunatamente, è molto difficile riconoscere l'adenocarcinoma del pancreas nella sua fase iniziale, dal momento che tutte le manifestazioni sintomatiche assomigliano alla pancreatite o ad altre malattie del tubo digerente.

Se sospetti un cancro, sono prescritte le seguenti procedure:

  • esame del sangue clinico generale;
  • biochimica (analisi per proteine, zucchero, bilirubina, urea, marcatori e altri composti, il cui livello indica agli oncologi dei processi patologici che si verificano nel corpo);
  • pancreatografia endoscopica;
  • Ultrasuoni e altri metodi di imaging - CT, CT con contrasto, risonanza magnetica;
  • biopsia tissutale ed esame istologico del campione in laboratorio.

A volte per la diagnosi è necessario eseguire una revisione della cavità addominale mediante laparoscopia. Questo metodo consente agli oncologi di valutare visivamente le condizioni di organi e tessuti, nonché il grado di diffusione del tumore.

trattamento

loading...

Ad oggi, l'unico trattamento efficace per il cancro del pancreas è il metodo chirurgico. L'operazione è richiesta già nelle prime fasi della malattia.

L'intervento chirurgico è un processo molto complesso, durante il quale viene rimossa una parte significativa del pancreas insieme al tumore, i dotti della ghiandola e parte dell'intestino vengono eliminati. Successivamente vengono eseguite la ricostruzione dei dotti biliari e il ripristino della continuità intestinale. Questa operazione è possibile solo per il 10-30% dei pazienti, poiché i casi di diagnosi precoce di una forma localizzata di adenocarcinoma del pancreas sono piuttosto rari.

Foto di adenocarcinoma del colon possono essere visualizzate qui.

Va notato che anche dopo l'intervento chirurgico, l'aspettativa di vita dei pazienti con questo tipo di cancro non supera i 6-18 mesi. Cioè, non si tratta di una soglia di sopravvivenza a cinque anni in questo caso.

Nelle fasi successive, quando v'è una vasta metastasi ai linfonodi, polmoni, fegato, reni, ghiandole surrenali, trattamenti chirurgici radicali non sono consigliabili. I medici possono prescrivere le radiazioni e la terapia chimica. I tumori del pancreas hanno una caratteristica spiacevole - sono sufficientemente resistenti alla chemioterapia e sviluppano velocemente resistenza ai nuovi farmaci. Un singolo protocollo di trattamento per tumori di questo tipo non esiste.

Farmaci usati nel trattamento:

Tutto su adenocarcinoma del pancreas

loading...

Tra i molti tipi di cancro, l'adenocarcinoma pancreatico è una nosologia moderatamente comune. Tuttavia, tra i tessuti tumorali maligni di questo organo, l'adenocarcinoma è più spesso trovato. Questa forma di cancro comporta il coinvolgimento delle cellule ghiandolari, che rivestono il corpo e iniziano a dividere atipicamente, formando un tumore.

La malattia è localizzata in qualsiasi parte della ghiandola, ma spesso ostruisce i dotti escretori.
Il pancreas è un organo secretorio che svolge uno dei ruoli più importanti nel metabolismo e nella digestione. La ghiandola secerne ormoni che sono coinvolti nel metabolismo dei tessuti e una varietà di enzimi nel succo pancreatico che contribuiscono alla trasformazione dei cibi. La rottura del pancreas porta a gravi conseguenze per il corpo umano. Le statistiche mostrano che nel gruppo a rischio di cancro del pancreas fumano e bevono uomini anziani.

Cause di adenocarcinoma

loading...

Gli oncologi associano lo sviluppo dell'adenocarcinoma pancreatico con i seguenti fattori di rischio:

  • Violazioni di dieta e dieta. Mangiare grassi, cibo spazzatura, o il mancato rispetto con la molteplicità dei metodi di cibo porta alla rottura del pancreas e lo sviluppo di processi infiammatori che il cancro può essere complicato in futuro.
  • Cattive abitudini L'alcol influisce negativamente sul lavoro della ghiandola e il fumo, in linea di principio, aumenta il rischio di adenocarcinoma di qualsiasi localizzazione più volte.
  • Predisposizione genetica. Da tempo è stato dimostrato dalle statistiche che la presenza di cancro al pancreas in uno dei parenti aumenta la probabilità di sviluppo di patologia.
  • Malattie ereditarie La pancreatite è più rilevante qui, ma l'adenocarcinoma può anche essere causato, ad esempio, dalla poliposi o dalla sindrome di Gardner.
  • Chirurgia posticipata allo stomaco E. Tali manipolazioni portano a disturbi digestivi che colpiscono il pancreas e portano alla malignità.
  • Sostanze oncogene. Alcuni prodotti chimici o veleni, che a piccole dosi influenzano il corpo per lungo tempo, possono contribuire allo sviluppo del processo oncologico.
  • Obesità e ipodinia. Spesso sono componenti del disturbo digestivo.

Tutti questi fattori sono solo probabili segni che diffondono la ghiandola adenocarcinoma tra la popolazione. Non ci sono ragioni affidabili per la formazione di forme duttali o di altre forme della malattia.

Forme di adenocarcinoma

loading...

A seconda delle peculiarità della struttura atipica delle cellule, lo sviluppo di un tumore maligno può verificarsi in modo più o meno sfavorevole. Le forme del processo oncologico sono determinate dall'esame istologico e per il pancreas le più caratteristiche sono le seguenti:

  • Adenocarcinoma a cellule chiare altamente differenziato del pancreas. La struttura del tessuto appena formato assomiglia ai dotti della ghiandola, all'interno dei quali il muco è localizzato.
  • Un tumore a cellule chiare altamente differenziato con formazione di muco. Questo tipo di cancro è una cisti multipla con un segreto dentro. Le cisti possono lacerarsi e fondersi formando grosse cavità con il muco.
  • Adenocarcinoma a basso grado. Per un dato cancro del pancreas, le cellule di diverse forme e dimensioni sono caratteristiche. È da tali tumori che c'è un grande pericolo di diffondere metastasi.
  • Tumore spurio. Il tessuto appena formato è rappresentato non solo da cellule ghiandolari, ma con strutture separate di forma irregolare che non hanno la capacità di formare muco.
  • Cancro indifferenziato Tali adenocarcinomi non producono nulla, ma agiscono rapidamente sugli organi vicini e vengono trasportati in tutto il corpo dalla corrente di sangue e linfa.

Quadro clinico dell'adenocarcinoma pancreatico

loading...

È molto raro riconoscere il tumore pancreatico in modo indipendente, poiché la malattia è caratterizzata da sintomi non specifici. Per molto tempo, la nosologia procede in modo latente e una persona può solo osservare i disturbi nella percezione del gusto o dell'olfatto. L'unica eccezione è l'adenocarcinoma che scorre del pancreas, che distrugge il deflusso della bile e contribuisce alla comparsa di ittero meccanico.
Ulteriori manifestazioni cliniche di adenocarcinoma del pancreas:

  • prurito della pelle e nausea (a causa dell'occlusione dei dotti escretori);
  • infiammazione del pancreas con una clinica tipica (gonfiore, tenerezza, sgabelli, pesantezza);
  • il diabete mellito (è una conseguenza della ridotta produzione di insulina e si manifesta con poliuria, polidipsia, perdita di peso e altri sintomi tipici);
  • accumulo di liquido nella cavità addominale o ascite (nei casi avanzati di adenocarcinoma);
  • dolore nella regione epigastrica destra con irradiazione nella scapola, nel braccio, nella vita;
  • sindrome dispeptica;
  • letargia, apatia, insonnia (segni comuni di intossicazione con prodotti di tessuto tumorale);
  • sindrome anemica;
  • neoplasia sporgente sulla parete addominale anteriore dal tipo di ernia (solo con grandi dimensioni di adenocarcinoma).

La metastasi del tumore in altri organi porta alla comparsa di ulteriori segni clinici che caratterizzano la lesione della struttura anatomica in cui è stato formato il fuoco secondario.

Fasi della malattia

loading...

Le misure terapeutiche per l'adenocarcinoma della testa del pancreas, il suo corpo o altre strutture, dipendono dallo stadio del processo oncologico. Ogni tumore è caratterizzato da quattro fasi di sviluppo:

  • Il primo. L'adenocarcinoma è caratterizzato da piccole dimensioni (fino a 2 cm) e non va oltre il pancreas.
  • Il secondo. La malattia è una neoplasia di dimensioni superiori a 2 cm, ma senza germinazione in strutture anatomiche vicine e senza metastasi.
  • Il terzo. L'adenocarcinoma germoglia nelle strutture anatomiche più vicine, ma non influisce sull'aorta addominale e sull'arteria mesenterica.
  • quarto. Il cancro di qualsiasi localizzazione passa nell'ultima fase dopo la comparsa di metastasi di un personaggio distante, indipendentemente dalla germinazione nelle strutture o dimensioni adiacenti.

Diagnosi di adenocarcinoma pancreatico

loading...

I seguenti studi aiuteranno il medico generico a riconoscere l'adenocarcinoma:

  • Esame ecografico organi della cavità addominale. Questo metodo di diagnosi rivelerà la presenza di un tumore, la sua posizione e le sue dimensioni. Inoltre, il medico sarà in grado di ispezionare strutture localizzate da vicino e trovare fuochi secondari lì se raggiungono dimensioni significative.
  • Tomografia computerizzata. Il metodo di indagine più informativo, senza il quale il medico non ha il diritto di affermare la presenza di adenocarcinoma e di qualsiasi altro tumore nel paziente e di inviarlo all'oncologo. Il tomogramma mostra con precisione la localizzazione del tessuto tumorale, il grado della sua germinazione nell'organo, le dimensioni esatte e la presenza di metastasi.
  • Analisi del sangue biochimica. I parametri di enzimi, zucchero, ormoni indicano il grado di scompenso del pancreas. L'adenocarcinoma è sempre accompagnato da un'interruzione nel lavoro della struttura anatomica, ma questa ghiandola svolge funzioni molto importanti, pertanto la terapia sostitutiva viene prescritta immediatamente dopo l'ottenimento dei risultati.
  • angiografia. Il metodo di studio accurato dei vasi sanguigni, che viene condotto per rilevare la fornitura di sangue ad adenocarcinoma.
  • laparoscopia. Manipolazione chirurgica di natura diagnostica e terapeutica, che consente di valutare visivamente le condizioni del pancreas.
Il cancro di qualsiasi genesi e localizzazione è stabilito solo mediante biopsia con successivo esame istologico. Senza una conclusione dal laboratorio, l'oncologo non ha il diritto di diagnosticare l'adenocarcinoma, dal momento che non può essere sicuro della natura tumorale della neoplasia. L'eccezione è solo le situazioni urgenti, quando la vita del paziente dipende direttamente dalla velocità della terapia.

Principi del trattamento del tumore

loading...

Il trattamento efficace dell'adenocarcinoma pancreatico rimane in dubbio fino ad ora, poiché la rimozione del tumore non porta ancora ad un allungamento della vita dei pazienti. La particolarità di questo processo maligno è la resistenza delle cellule tumorali alle preparazioni chimiche, quindi la polichemioterapia con citostatici e metalli pesanti è inutile.

La base della terapia per l'adenocarcinoma della ghiandola di qualsiasi stadio è l'intervento chirurgico radicale. Durante l'operazione, cancella:

  • la testa del pancreas completamente;
  • l'intero duodeno;
  • cistifellea;
  • parte del dotto biliare comune;
  • diverse aree dello stomaco;
  • linfonodi vicini.
La manipolazione comprende non solo la rimozione del tessuto interessato, ma anche il ripristino dell'integrità del tubo digerente, che si ottiene mediante l'imposizione di varie anastomosi. La ghiandola viene raramente rimossa completamente, poiché ciò porta a un diabete mellito grave e progressivamente rapido, che è molto difficile da copiare. Ma in alcune situazioni, il dottore semplicemente non ha scelta.

Ulteriori metodi di trattamento (radioterapia e farmaci chimici in combinazione) sono condotti solo come preparazione per l'intervento chirurgico. Entrambi i metodi sono utilizzati contemporaneamente, ma la terapia farmacologica viene selezionata in base allo schema individuale con l'uso di diversi farmaci contemporaneamente. Solo in questo modo il medico sarà in grado di ottenere una reazione minima della neoplasia ai farmaci.

La quarta fase adenocarcinoma del pancreas richiede cure palliative, che ha lo scopo di estendere la vita del paziente e il rilievo del quadro clinico, ma non di più. Lo schema terapeutico viene selezionato in base a indicazioni vitali e in base alle caratteristiche del tumore e dei fuochi secondari.

Prognosi e prevenzione dell'adenocarcinoma pancreatico

loading...

Anche con una diagnosi tempestiva e un trattamento adeguato, la prognosi con adenocarcinoma del pancreas rimane deludente. L'organo viene colpito rapidamente e in modo irreversibile, quindi i pazienti, anche se guariti, vengono trasferiti alla terapia sostitutiva completa. Devono assumere farmaci ormonali, enzimi e molti altri farmaci.

Gli oncologi danno ai pazienti con cancro del pancreas un anno o due di vita, ma non di più. Secondo le statistiche, su 100 pazienti solo 2 vivono altri 5 anni.

La prevenzione è l'eliminazione di possibili fattori di rischio, così come una visita tempestiva al medico. Qualsiasi sintomo di disturbi digestivi può essere un segno di cancro, quindi non trascurare la visita di un medico. Particolarmente prudenti dovrebbero essere uomini di mezza età e anziani con cattive abitudini.

Trovato un errore? Selezionalo e premi Ctrl + Invio

Peculiarità dell'adenocarcinoma del pancreas e trattamento della malattia

loading...

L'adenocarcinoma del pancreas è una delle più comuni malattie oncologiche, caratterizzata da un effetto estremamente aggressivo su questo organo. Secondo le statistiche mediche, circa il 95% di tutti i tumori del pancreas sono adenocarcinoma. Questo tumore maligno prende le vite di ogni uomo e di ogni terza donna nel mondo.

Quindi, perché un così alto tasso di morti, quali cause dello sviluppo della patologia e dei metodi del suo trattamento?

Caratteristiche della malattia

loading...


Poiché l'adenocarcinoma della prostata è caratterizzato da uno sviluppo estremamente rapido, di solito viene diagnosticato nelle sue ultime fasi, il che spiega l'alto tasso di mortalità tra i pazienti con questa diagnosi.

L'adenocarcinoma è un nodo biancastro di configurazione non ideale, la cui dimensione varia da 10 cm in su. Il tumore si diffonde rapidamente alle cellule funzionanti dell'organo, mentre i tessuti normali sono sostituiti da sostanze fibrotiche.

Per la ragione che della varietà di questo tipo di tumore tende a rapido sviluppo, poi attraverso un piccolo periodo di tempo, le cellule mutanti della linfa o il flusso di sangue non solo diffondono rapidamente in tutto il cattura pancreas e gli organi vicini, formando metastasi in loro. Innanzitutto, sono interessati i seguenti aspetti:

  • Il fegato
  • La cistifellea.
  • Linfonodi
  • Stomaco.
  • Intestino.
  • Tessuti della cavità addominale.

L'adenocarcinoma ha diverse varietà:

  1. Altamente differenziato (caratterizzato da crescita lenta e metastasi tardive, curabile).
  2. Moderatamente differenziati (caratterizzati da una crescita più attiva, e diffusi in tutto il corpo, ma con un trattamento tempestivo, le probabilità di una remissione persistente sono abbastanza grandi).
  3. Basso differenziato (il cancro ghiandolare più pericoloso). È caratterizzato da divisione intensiva e rapida crescita.

Per il cancro ghiandolare è caratterizzato da 4 fasi di sviluppo:

  • Il primo Ha una dimensione di non più di 2 cm, si trova all'interno della ghiandola, non ha alcun effetto sui linfonodi e non ci sono metastasi.
  • Il secondo Il valore supera i 2 cm, altri segni sono simili allo stadio precedente.
  • Il terzo Il neoplasma colpisce organi vicini, le metastasi iniziano a manifestarsi, ma finora non influenzano il tronco celiaco e l'arteria mesenterica.
  • Quarto. Un tumore canceroso tocca l'arteria mesenterica e il tronco celiaco e le metastasi si trovano in organi strettamente localizzati.

Nel 50% di tutti gli episodi, l'anomalia si forma nella testa della prostata, in questo caso i medici parlano dell'adenocarcinoma della ghiandola. Se la patologia si forma nella metà esocrina dell'organo, questa condizione è definita come l'adenocarcinoma del dotto pancreatico.

Se il nodo cancerose trova nella coda o corpo ghiandolare, alla fine comincia a coprire la vena della milza, che è pieno di sviluppo di vene varicose dell'esofago e dello stomaco, così come splenomegalia. Eccessiva espansione delle vene dovute all'alta pressione sanguigna può portare a rottura, creando così una situazione estremamente pericolosa - in qualsiasi momento può verificarsi emorragia interna nella cavità peritoneale e nella prostata stessa.

Con un adenocarcinoma di basso grado (morbido), il nodo ha una massa densa, costituita da piccole cisti, massa gelatinosa e strutture del dotto, con confini sfocati.

Se il tumore è piccolo, potrebbero non esserci segni di presenza di un tumore. Questo è il motivo principale per cui i pazienti in ritardo si riferiscono ai medici. Man mano che aumenta, l'adenocarcinoma comprime i dotti della ghiandola, peggiorando in tal modo il deflusso del liquido biliare e del succo pancreatico, e in alcuni casi è in grado di tagliare completamente i dotti.

Fattori che provocano la ghiandola adenocarcinoma

loading...

È noto che l'adenocarcinoma nasce dalla deviazione del genoma di cellule assolutamente normali, che iniziano a mutare e alla riproduzione ostile. Tuttavia, perché ciò accade, la medicina non lo sa, quindi gli esperti esaminano e identificano ipoteticamente i possibili prerequisiti che portano al neoplasma maligno analizzando le cartelle cliniche dei pazienti con questa anomalia.

La medicina ritiene che l'insorgenza di adenocarcinoma della ghiandola prostatica sia facilitata da:

  1. Hobby dannosi (fumo, alcool).
  2. Dieta squilibrata (cibo oleoso, speziato, sottaceto).
  3. Predisposizione ereditaria
  4. Stile di vita inattivo.
  5. Pancreatite cronica
  6. L'obesità.
  7. Epatite.
  8. Predisposizione a malattie oncologiche.
  9. Cirrosi epatica.
  10. L'inattività fisica.
  11. Diabete mellito.
  12. Tagliare parte dello stomaco o della sua malattia.
  13. Lavorare in un settore in cui vengono utilizzati prodotti chimici, come ad esempio: benzopirene, amianto, naftilamina e così via.

Il tumore ghiandolare di questo organo è più spesso osservato in pazienti di età superiore ai 50 anni, ma può verificarsi anche in giovane età.

Sintomatologia della patologia

loading...


Va sottolineato che una particolare patologia sintomi dipendono dalla sua localizzazione e il grado di attività della sua crescita, per esempio se di piccole dimensioni tumori, la presenza di sintomi del cancro del pancreas e possono non essere avvertite dal paziente. Questo è il motivo principale per cui i pazienti in ritardo si riferiscono ai medici.

I sintomi della malattia sono:

  • Elevata presenza di bile nel corpo, provocata dal blocco del dotto biliare (manifestato da nausea, prurito della pelle e ittero meccanico).
  • Pancreatite secondaria (una violazione della funzione enzimatica e infiammazione della prostata).
  • Diabete mellito secondario a causa dell'insufficienza di insulina.
  • La presenza di particelle di sangue nelle urine e nelle feci.
  • Gonfiore dell'addome dovuto all'accumulo di liquido nella cavità addominale (ascite).

Tutta questa clinica è caratteristica per gli stadi avanzati dell'oncologia e indica i processi del cancro che si verificano attivamente.

Segni aspecifici, che sono anche caratteristici di altri fenomeni anormali:

  • Dolore nell'ipocondrio destro e nella parte inferiore del peritoneo.
  • Disturbi digestivi: diarrea, costipazione, bruciore di stomaco.
  • Perdita di peso corporeo e mancanza di appetito.
  • Indebolimento generale del corpo
  • Estrema fatica e letargia.
  • Apatia (il paziente perde interesse nelle attività quotidiane).
  • Lo sviluppo dell'anemia.
  • Temperatura (nelle fasi iniziale e finale della malattia).

Nella fase delle metastasi, la clinica dipende dalla posizione di altri focolai cancerogeni. Quasi sempre, il processo di metastasi è accompagnato da un dolore estremo, soprattutto quando le cellule tumorali entrano nel tessuto osseo e nei luoghi in cui i nervi sono concentrati.

Quando si penetra la neoplasia nell'intestino, si osservano ostruzione ed emorragia interna. Nel caso della presenza di numerose metastasi nel fegato, la carenza epatica acuta e una coma del corpo iniziano a formarsi.

Metodi diagnostici comuni

loading...

Ad oggi, non esistono metodi efficaci per stabilire l'adenocarcinoma della prostata nelle sue prime fasi di sviluppo. Il fatto è che i suoi segni hanno una grande somiglianza con manifestazioni di pancreatite e altre patologie del tratto gastrointestinale. Se si sospetta un cancro del pancreas ghiandolare, i medici prescrivono i seguenti esami:

  1. Campionamento clinico del sangue.
  2. Biochimica.
  3. Pancreatografia endoscopica.
  4. Stati Uniti.
  5. Tomografia computerizzata
  6. CT con contrasto.
  7. MR.
  8. Diodoscopia a raggi X a contrasto.
  9. Colangopancreatografia retrograda endoscopica.
  10. Biopsia dei tessuti.
  11. Studio istologico
  12. Laparoscopia.

Caratteristiche della terapia della malattia

loading...


Sfortunatamente, la medicina moderna può offrire solo un'opzione terapeutica efficace per questa oncologia maligna - l'intrusione chirurgica, che è necessaria nelle prime fasi della patologia.

L'operazione è estremamente difficile, in cui la particella della prostata viene tagliata insieme all'adenocarcinoma, mentre i dotti della ghiandola e una parte dell'intestino vengono rimossi. Tuttavia, tale trattamento chirurgico è possibile solo per il 10-30% dei pazienti, in quanto gli episodi di diagnosi di adenocarcinoma della ghiandola nella fase iniziale sono un fenomeno raro.

Se il tumore è stato rilevato nelle ultime fasi quando processo metastasi trasferisce ai polmoni, linfonodi, fegato, ghiandole surrenali, nel qual caso il trattamento chirurgico non sono più adeguate. In questa situazione, i medici possono raccomandare solo la terapia chimica e le radiazioni. Tuttavia, tumori della prostata sono altamente resistenti ai farmaci chemioterapici e possono facilmente adattarsi a nuovi farmaci. Ad oggi, non esiste una singola prescrizione (protocollo) per la terapia del cancro di questa varietà.

I farmaci non sono in grado di aiutare un paziente a riprendersi completamente da un tumore. Procedendo da questo, l'uso di farmaci è definito come terapia palliativa. Il compito principale di tale trattamento è migliorare il benessere del paziente e massimizzare la sua vita.

Farmaci prescritti per l'adenocarcinoma della prostata:

Il principale metodo di trattamento di un tumore in progressione rimane la chemioterapia, che è raccomandata in tutti i casi di questa malattia.

Un tipo di trattamento promettente può essere chiamato chemioembolizzazione arteriosa selettiva, che promuove il contatto prolungato di un tumore e chemioterapia in concentrazione aumentata. Ad oggi, questo metodo è in fase di studio, ma la sua efficacia promettente è già stata notata - l'aspettativa di vita delle persone aumenta e il tumore stesso diminuisce.

Misure preventive contro la malattia

La principale causa di adenocarcinoma pancreatico è la malnutrizione, quindi la dieta può ridurre la probabilità di cancro. Al fine di prevenire il cancro, dovrebbero essere preferiti cibi con cibi non grassi (dietetici).

Ridurre il rischio di sviluppare la malattia può essere un trattamento tempestivo di quelle patologie che possono portare al cancro:

  • Pancreatite cronica
  • Diabete mellito.
  • Adenoma pancreatico.

I medici sottolineano che se riduciamo l'effetto tossico dell'ambiente sul corpo del paziente, in altre parole, spostiamoci dalla città in un'area rurale dove la situazione ecologica è molto più pulita, il rischio di oncologia è significativamente ridotto.

Prognosi per un tumore ghiandolare della ghiandola

loading...

Per quanto riguarda le previsioni, dopo l'intervento del chirurgo e il buon esito dell'operazione, la durata della vita delle persone che sono state rilevate adenocarcinoma della prostata, è 6-18 mesi, i medici non sono nemmeno il discorso della sopravvivenza a cinque anni termine, come il traguardo di cinque anni può essere raggiunto solo il 5% operato.

Come accennato in precedenza, l'operazione è prescritta solo il 30% dei pazienti con questa patologia e molto spesso non dà il successo atteso, quindi l'aspettativa di vita in 3 anni è stata osservata solo nel 50% del numero totale di tutti i pazienti operati.

Senza trattamento chirurgico, vale a dire l'applicazione delle cure palliative, la durata della vita dei pazienti non supera i 12-24 mesi, solo il 2% di tutti i pazienti che hanno subito un intervento chirurgico non era stato fatto, è riuscito a sopravvivere per più di tre anni.

All'ultimo stadio di un tumore canceroso, il paziente diventa inutilizzabile e le possibilità di vita sono pari a zero.

conclusione

loading...

Per evitare questo terribile e estremamente pericoloso per la vita umana della malattia presso la minima deviazione dello stato di salute dovrebbe contattare un medico tempo moderno e attuale per il trattamento di malattie gastrointestinali e gli organi addominali. Osservare tutte le prescrizioni del medico, condurre uno stile di vita sano, mangiare bene e assolutamente abbandonare dipendenze.

Adenocarcinoma del pancreas

Adenocarcinoma del pancreas - cancro ghiandolare, tumore maligno dell'epitelio ghiandolare degli organi interni ed esterni.

Gli adenocarcinomi rappresentano circa il 95% di tutti i tumori maligni del pancreas. Questi tumori sono quasi due volte più frequenti negli uomini che nelle donne e 2-3 volte più spesso nei fumatori maligni rispetto ai non fumatori.

Un alto rischio di questa malattia è per i pazienti con pancreatite cronica.

Molto spesso questa malattia viene diagnosticata a circa 55 anni. Poco si sa sulle sue cause. Lo sviluppo del cancro del pancreas può essere associato al fumo, al diabete, all'esposizione all'amianto. Esistono mutazioni in cui aumenta la frequenza delle neoplasie maligne del pancreas.

Quando si esamina il pancreas colpito da un tumore maligno, viene rilevata pancreatite cronica (mancanza di enzimi). Pertanto, nei pazienti geneticamente predisposti alla pancreatite, aumenta il rischio di adenocarcinoma pancreatico. Inoltre, un aumento del rischio di cancro si verifica nelle famiglie con una mutazione del gene.

Sintomi di adenocarcinoma pancreatico

La prognosi è sfavorevole, dal momento che la malattia viene spesso diagnosticata in fasi avanzate, dal momento che non causa alcun sintomo fino a quando non diventa grande.
Pertanto, quando viene effettuata una diagnosi nell'80% dei casi, il tumore metastatizza già oltre il pancreas ai linfonodi vicini, al fegato o ai polmoni.

Il primo sintomo è di solito l'ittero causato da una violazione della pervietà del dotto biliare comune, poiché la maggior parte di questi tumori maligni si formano nella testa del pancreas. In giallo, non solo la pelle, ma anche le proteine ​​dell'occhio (sclera) e altri tessuti sono colorati. L'ittero è accompagnato da prurito.

Circa il 90% delle persone lamenta dolore intenso nella parte superiore dell'addome, che restituisce e perdita di peso, nausea, vomito, stitichezza. A causa del fatto che tali sintomi possono verificarsi in molte malattie, rendono difficile stabilire la diagnosi corretta. Molti pazienti lamentano forti dolori vicino alla testa del pancreas. Provano dolore sordo, come con gastrite o dolore nel quadrante superiore o inferiore dell'addome. Inoltre, il dolore può verificarsi nella regione lombare.

Tumori del corpo e della coda del pancreas (la parte centrale e la parte più lontana dal duodeno) possono bloccare la vena estendentesi dalla milza, causando un aumento della milza e vene varicose stomaco e dell'esofago. Di conseguenza, una forte espansione delle vene scoppiare e può sviluppare una grave emorragia, specialmente da varici esofagee. Se il tumore ha avuto origine nella testa del pancreas, una persona ha una drastica perdita di peso, forti dolori all'addome, e la presenza di grasso nelle feci.

  • Il cancro contribuisce ad una diminuzione del pancreas, quindi, praticamente non rilascia enzimi che possono abbattere il grasso. Per questo motivo, c'è grasso nelle feci. I movimenti intestinali grassi hanno uno strano odore e rimangono sulla superficie dell'acqua molto più a lungo rispetto alla gente comune. Inoltre, a causa del blocco del dotto biliare nell'intestino, le feci possono perdere il loro solito colore e diventare argilla e pallido. Allo stesso tempo, l'urina può scurirsi.
  • Inoltre, il cancro può essere accompagnato dall'apparizione del diabete, poiché il pancreas smette di produrre insulina.

Diagnosi di adenocarcinoma pancreatico

La diagnosi precoce è difficile.

Pertanto, non appena ci sono sintomi allarmanti (pallidi sgabelli, vomito, nausea, perdita di peso), si consiglia a una persona di consultare un medico che effettuerà la diagnosi. Quando si diagnostica la malattia, vengono utilizzati due tipi di esami: di laboratorio e strumentali.
Per sospetta adenocarcinoma pancreatico ultrasuoni comunemente usato (US), la tomografia computerizzata (CT) e endoscopica pancreatografia retrograda (radiografia, che permette di valutare la struttura del dotto pancreatico).

Il mezzo diagnostico più comune ed economico è l'ecografia. Con esso, è possibile rilevare il cancro del pancreas, ma ci sono anche errori nella diagnosi, perché un sensore ecografico può rilevare qualsiasi tumore. Se il medico dubita, prescrive metodi di diagnosi più moderni.

Per confermare la diagnosi, il medico preleva un campione di tessuto pancreatico per l'esame microscopico. Si ottiene iniettando l'ago attraverso la pelle sotto controllo
CT o ecografia.

Per escludere le metastasi gonfie dal fegato, il tessuto viene prelevato per la biopsia.

Se il medico sospetta l'adenocarcinoma pancreatico e i risultati degli studi non lo confermano, il pancreas viene esaminato chirurgicamente
per mezzo di.

Per diagnosticare una malattia complessa, come l'adenocarcinoma del pancreas, vengono utilizzati anche metodi di laboratorio. Alcuni indicatori nel sangue possono indirettamente indicare nella sconfitta del pancreas. Per questo, al paziente viene assegnato un esame del sangue biochimico, un'analisi per l'oncologia (l'alto contenuto di questa sostanza indica che c'è un tumore nel corpo).

Trattamento di adenocarcinoma pancreatico

La prognosi per questa malattia è molto sfavorevole. Entro 5 anni dalla diagnosi, meno del 2% dei pazienti sopravvive.

Grazie alla vasta metastasi (la diffusione è ai linfonodi, polmoni, ossa, fegato, pleura, o ghiandole surrenali), quando le tecniche di chirurgia radicale non funzionano, i medici prescrivono le radiazioni e la chemioterapia.

Il trattamento del cancro del pancreas può essere eseguito chirurgicamente. Nelle fasi iniziali dei medici malattia eseguire un'operazione complicata in cui parte del pancreas viene rimosso dai condotti e il duodeno, e poi ridotta con metodi ricostruttiva modo passaggio della bile e intestinale
contenuti.

L'operazione viene eseguita per i pazienti che non hanno diffuso il tumore ad altri organi. Il pancreas viene rimosso separatamente o insieme al duodeno. Anche dopo tale operazione, solo il 10% dei pazienti sopravvive per 5 anni indipendentemente dal tipo di ulteriore trattamento.

La mancanza di enzimi digestivi pancreatici è compensata dall'assunzione di enzimi. Se il diabete si sta sviluppando, potrebbe essere necessario prescrivere l'insulina.

Prognosi per adenocarcinoma pancreatico

Dopo l'intervento chirurgico, la durata della vita di una persona con carcinoma pancreatico è di 8-18 mesi. Durante il primo anno, la malattia può progredire e morire per l'80-96% dei pazienti, e l'aspettativa di vita a 5 anni dall'intervento è inerente solo all'1-5% dei pazienti. Il tumore sul pancreas è resistente a questi effetti a causa delle caratteristiche della struttura, e in particolare l'afflusso di sangue viene lavato molto rapidamente dal corpo
chemioterapia, quindi la chemioterapia spesso non funziona.

Profilassi dell'adenocarcinoma pancreatico

A causa del fatto che è difficile stabilire la causa dello sviluppo di adenocarcinoma del pancreas, non vi è alcuna garanzia che una persona non si ammalerà di questo tipo di cancro.

Ma per ridurre il rischio a un livello minimo, se una persona fuma, dovrebbe abbandonare la dipendenza. Inoltre, è necessario sforzarsi di escludere l'influenza sul corpo di sostanze nocive, ad esempio la polvere di amianto.

Se una persona è stata diagnosticata con diabete mellito o pancreatite cronica, è necessario un trattamento tempestivo, non si dovrebbe iniziare la malattia. Le persone sane, i medici consigliano di sottoporsi periodicamente a esami preventivi per le cisti, i tumori benigni o la pancreatite cronica. Attraverso l'implementazione di semplici raccomandazioni, una persona assicurerà una tempestiva individuazione del problema, se presente, e lo scopo di un trattamento efficace.

Adenocarcinoma del pancreas

Peculiarità della malattia, prognosi di sopravvivenza

Adenocarcinoma del pancreas

Secondo le moderne statistiche mediche, l'adenocarcinoma pancreatico è uno dei dieci tumori più maligni per la sua prevalenza. In media, tra i pazienti di cliniche oncologiche, ogni terza donna e ogni quarto uomo di dieci casi di cancro muoiono a causa di questa malattia. Il gruppo di rischio è rappresentato dai pazienti la cui età ha superato il confine di quarant'anni. Un'enorme influenza sulla possibilità di sviluppare il cancro del pancreas è anche il genere della persona e della sua razza. È stato stabilito ufficialmente che le probabilità di ottenere adenocarcinoma in rappresentanti della razza negroide sono molto più alte di quelle del resto della popolazione mondiale.

La prognosi di sopravvivenza per le persone oltre i 40 anni è minima, molti di loro hanno ancora solo un paio di anni. La malattia non è quasi influenzata da persone di età inferiore ai 30 anni. L'età critica per lo sviluppo di una forma inoperabile di adenocarcinoma pancreatico è di 70 anni. Va aggiunto che le cattive abitudini aumentano significativamente il rischio di ammalarsi.

Diagnosi e cause del cancro del pancreas

Gli oncologi dicono che molto spesso, quando viene rilevato un esame completo del paziente con adenocarcinoma del cancro corpo e la testa, insieme con la malattia ha anche lanciato pancreatite. Questo significa che ci sono tutti i presupposti per ritenere che i pazienti con una storia di famiglia ci sono stati casi di pancreatite cronica, hanno una predisposizione genetica per adenocarcinoma. In pratica, è stato dimostrato che qualsiasi mutazione genetica fissata all'interno di una singola famiglia aumenta il rischio di sviluppare il cancro.

Non è possibile stabilire cause iniziali assolutamente affidabili di adenocarcinoma, anche con l'attuale livello di sviluppo della medicina. C'è un'opinione che nel ruolo dei provocatori può agire sul diabete, sull'eccessivo consumo di tabacco e sul lavoro nella produzione dannosa, in particolare chimica e edilizia. In questo elenco, è necessario aggiungere e motivi fisiologici, come ad esempio: alcolismo in forma cronica, colecistite, pancreatite, abuso di piatti grassi e speziati.

Diagnosi del pancreas

Identificare l'adenocarcinoma del pancreas e la sua testa nelle fasi iniziali è molto problematico. Spesso i pazienti si rivolgono a uno specialista nella fase di diffusione attiva delle metastasi. La dimensione della formazione a questo punto può raggiungere parametri critici, il che rende il tumore classificato come non funzionante, e questo fatto influisce negativamente sull'ulteriore previsione di vita del paziente.

Il tumore stesso sembra una formazione nodulare biancastra che può essere localizzata sia all'interno che all'esterno dell'organo stesso. Con l'esame manuale, il nodo canceroso è denso, elastico nella consistenza. Le dimensioni del tumore variano da pochi centimetri a diverse decine di centimetri.

Caratteristica sintomatica dell'adenocarcinoma pancreatico

Sfortunatamente, il cancro del pancreas e la sua testa non presentano sintomi clinici particolari. Solo quando il tumore raggiunge dimensioni enormi, il paziente soffre di dolori, concentrandosi su quali pazienti vengono spesso sottoposti a una falsa diagnosi. Pertanto, nella maggior parte dei casi, l'adenocarcinoma del pancreas già diagnosticato in fase estesa la metastasi dei confini d'organo, per esempio, i linfonodi regionali, del fegato o polmoni. Durante questo periodo, molti pazienti riferiscono al medico di dolore acuto che si verifica nella testa dell'organo interessato. Con la palpazione, il dolore si trova anche nell'addome inferiore, nella parte bassa della schiena e nell'inguine. In ogni singolo caso della malattia compaiono sintomi non caratteristici di questa malattia. Tra questi possiamo affermare: un cambiamento nel peso corporeo, nausea, vomito, stitichezza, emicrania. Ma questi segni complicano solo la diagnosi, introducendo confusione nel quadro clinico del decorso della malattia. In singoli episodi, secondo la totalità dei vari sintomi, la malattia non può essere diagnosticata correttamente per diversi mesi.

Illustrativa può servire ittero sintomo che si verifica quando l'adenocarcinoma di ostruzione biliare quando metastasi spread neoplasia dalla testa del pancreas nella cistifellea. Tale comportamento tumorale è rilevato nel 20% del numero totale di casi stabiliti. Con ittero, il colore corrispondente viene acquisito da proteine ​​dell'occhio, pelle e altri tessuti epiteliali. Il paziente ha una reazione dermatologica acuta, prude costantemente.

Utilizzando un metodo di esame fisico per la diagnosi, uno specialista si basa solo sulle proprie sensazioni tattili. Durante questa procedura, il medico può rilevare evidenti cambiamenti fisiologici negli organi che possono essere provocati dall'adenocarcinoma. L'adenocarcinoma duttale del pancreas favorisce l'ingrossamento della cistifellea e del fegato, che aiuta a ricostruire accuratamente il tumore. La neoplasia, che viene rilevata dal metodo fisico, è perfettamente in grado di bloccare il flusso sanguigno nella vena che collega lo stomaco e la milza. Ciò provoca un aumento della milza e suggerisce la presenza di vene dilatate nello stomaco e nell'esofago. Negli ultimi stadi del cancro del pancreas, si sviluppa spesso un'emorragia interna. In una tale situazione, la prognosi per la sopravvivenza del paziente è zero. L'adenocarcinoma non è praticamente guarito.

Metodi di trattamento classico di adenocarcinoma

Trattamento di adenocarcinoma pancreatico

Il cancro può essere rimosso solo mediante rimozione chirurgica. Nel corso di un'operazione complessa, che viene eseguita solo nelle prime fasi della malattia, lo specialista rimuove la parte interessata dell'organo, i dotti e il duodeno. Dopodiché, usando la plastica ricostruttiva, riprende la via per l'ingresso di contenuti biliari e intestinali.

Se la malattia si trova negli ultimi stadi e le metastasi sono già penetrate negli organi vicini, un'operazione radicale non è più efficace. In questo caso, al paziente viene prescritto un ciclo di chemioterapia o, con allergie a farmaci citotossici, radioterapia. La chemioterapia per adenocarcinoma del pancreas non ha sempre successo.

I farmaci che potrebbero alleviare significativamente la condizione di tali pazienti semplicemente non sono lì. Numerose indagini hanno ancora la forma di una base puramente teorica. Solo la radioterapia può rallentare la crescita del tumore, limitando la sua crescita all'interno di un organo.

L'aspettativa di vita di tale oncologia anche dopo l'operazione dura solo un anno e mezzo. Nei primi 12 mesi, l'adenocarcinoma pancreatico muore per il 95% del numero totale di pazienti. Una pietra miliare di cinque anni è raggiunta solo nel 5% dei casi.

A causa delle peculiarità della sua struttura, questa formazione cancerosa è molto resistente all'azione medicinale. Al momento, il modo più efficace per curare il cancro al pancreas è posticipare un'operazione chirurgica e quindi seguire un corso speciale di chemioembolizzazione arteriosa selettiva. Grazie a questo metodo, il corpo del paziente è meno incline all'avvelenamento durante il trattamento.

Adenocarcinoma del pancreas

L'adenocarcinoma del pancreas è un tumore maligno che, secondo i dati statistici, rappresenta l'80% di tutti i tipi di neoplasie di questo organo. Il nome suggerisce che si verifica da cellule ghiandolari che sono presenti nella mucosa e tra l'epitelio dei dotti escretori.

Gli specialisti dividono tutti i tumori del pancreas in relazione all'apparato endocrino su:

  • Esocrino (non associato alla produzione di ormoni);
  • Endocrino (che influenza l'equilibrio ormonale).

L'adenocarcinoma è una parte dei cancri esocrini. Se prendiamo in considerazione la proporzione di casi di questo tipo di neoplasma nel nostro gruppo, allora rappresenta il 95%. Nella classificazione clinica dell'OMS del 2010, il tumore è chiamato "adenocarcinoma duttale". Il più comune tra gli uomini anziani con pancreatite cronica e dipendenza da alcol. ICD-10 è registrato con il codice C25 nella classe delle formazioni maligne.

Che cosa dice la statistica?

Lo studio dell'incidenza mostra che gli uomini sono ammalati 1,5 volte più spesso delle donne. La più alta prevalenza è osservata tra la popolazione del continente settentrionale e orientale (9 per 100.000 uomini), negli Stati Uniti e in Giappone - 7-9. I tassi di mortalità da adenocarcinoma del pancreas non differiscono dall'incidenza. Tra le donne negli stessi paesi, è 3,8-6 per 100.000.

In Russia, nel 2012, il tumore del pancreas negli uomini occupa il 10 ° posto (3,2%), nelle donne - il tredicesimo (2,7%) tra i tumori maligni.

Lo studio della relazione causa-effetto spiega queste caratteristiche:

  • bassa capacità diagnostica in queste aree;
  • differenze razziali;
  • un fattore così specifico, come la nutrizione.

L'importante ruolo dei fattori ambientali può essere valutato dall'aumento dell'incidenza dei migranti in arrivo da paesi con una bassa prevalenza di patologia nella zona di pericolo. Dopo 10 anni di vita in un nuovo posto, le persone della stessa fascia d'età hanno un netto aumento rispetto alla loro patria storica.

Fattori di rischio e probabili cause di patologia

Le cause del danno maligno al pancreas sono ancora sconosciute, pertanto gli scienziati suggeriscono fattori di rischio identificati in modo affidabile studiati su un gran numero di pazienti.

La massima attenzione è rivolta a:

  1. Fumo di tabacco - il rischio è proporzionale alla "esperienza" e all'intensità. Il cancro nel pancreas si sviluppa nel 2% dei fumatori (nei polmoni - nel 10%). Nel fumo di tabacco, il rischio di sviluppare il cancro raddoppia, questa ragione è dominata da un quarto paziente.
  2. Caratteristiche della nutrizione - l'opinione espressa sull'aumentata incidenza di persone che consumano molti prodotti di origine animale, il caffè e la mancanza di fibre vegetali, verdure e frutta. Tuttavia, non è considerato sufficientemente motivato.
  3. L'obesità, il diabete mellito di tipo II sono i fattori più plausibili nello sviluppo di adenocarcinoma. Il rischio aumenta rispetto alle persone senza diabete del 60% e persiste per almeno 10 anni. L'età più pericolosa è più di 50 anni.
  4. Pancreatite cronica - aumenta il rischio di adenocarcinoma 20 volte, indipendentemente dalla forma di infiammazione. I pazienti con pancreatite da più di cinque anni sono i più colpiti. L'insorgenza di una crescita maligna è spiegata dalla proliferazione dell'epitelio nei dotti e negli acini della ghiandola con una contemporanea interruzione del processo di ripristino della struttura dell'organo.
  5. Pancreatite ereditaria - occupa un posto speciale, aumenta la probabilità di degenerazione maligna 50 volte. Anche se si verifica nel 2% dei pazienti. La ragione è collegata a mutazioni nel gene PRSS1. Il 40% dei pazienti con forma ereditaria di pancreatite cronica sviluppa adenocarcinoma pancreatico. Unire altri fattori sopra elencati riduce significativamente l'età dei malati. Nella patogenesi, il ruolo principale è svolto dall'inattivazione interrotta dell'enzima tripsinogeno, per la quale il gene alterato risponde. Questo porta a "auto-digestione" delle cellule degli acini.
  6. Infezioni: è stato stabilito un legame con l'epatite virale trasmessa e l'Helicobacter pylori. I microrganismi sono importanti non solo come causa del cancro allo stomaco e al fegato, ma anche nella patologia del pancreas.
  7. sostanze chimiche cancerogene contenenti naftilammina, benzidina, benzopirene, amianto, acetilaminofluorene in settori associati ai pesticidi, gli esperti ritengono che sia importante fattore di complicazione.

La gastrectomia posticipata e la colecistectomia (rimozione dello stomaco e della cistifellea) non sono state ancora riconosciute per i fattori di rischio confermati. Ma continuano a essere studiati.

Come influisce l'ereditarietà?

La presenza nella famiglia di parenti con adenocarcinoma del pancreas è considerata un fattore predisponente. La vera forma familiare si manifesta nel 5% dei pazienti. E il livello di rischio è preso in considerazione vicino alla relazione del sangue:

  • se l'adenocarcinoma è malato uno dei genitori, fratelli o sorelle, il rischio aumenta di 2,3 volte;
  • con i due pazienti più vicini - 6 volte;
  • a tre - in 32 volte.

L'adenocarcinoma del protocollo si sviluppa in un contesto di varie sindromi genetiche, non ha un aspetto generale del meccanismo genetico affetto, o non è stato ancora stabilito. Il più comune è:

  • con nevo atipico melanoma multiplo;
  • sindrome Peitsa-Jagers (crescita nello stomaco, intestino di polipi amartomici - escrescenze di diversi tipi di tessuti);
  • pancreatite cronica ereditaria e adenocarcinoma familiare.

Caratteristiche dell'adenocarcinoma duttale

Dotti normali del pancreas che rivestono l'epitelio del tipo cubico e basso cilindrico. Nelle celle:

  • il nucleo è nell'area basale;
  • non c'è noia;
  • la mucina non è prodotta;
  • raramente c'è una divisione tipica della mitosi;
  • non ci sono funzionalità di colore avanzate e nuclei ingranditi.

Al 5% della prevalenza sono 7 forme miste di cancro del protocollo. Gli esperti richiamano l'attenzione sulla scorrettezza della sentenza sulla efficacia del trattamento nei risultati di somma con tumori adenocarcinoma, come tipi misti di tumori si verificano meno aggressivo, più comune nelle donne e caratterizzato da una prognosi migliore.

L'adenocarcinoma protoculare del pancreas si trova in diverse parti dell'organo:

  • nella testa con una frequenza del 75%;
  • nel corpo - 18% dei casi;
  • nella coda - nel 7% dei pazienti.

L'adenocarcinoma è un tumore denso senza una chiara struttura dei confini. Quando si taglia, l'architettura lobata rotta è visibile, il colore è grigio-giallo. In tumori di grandi dimensioni, si trovano le cisti. Le aree di emorragia e necrosis non sono caratteristiche.

Un tumore della testa del pancreas raggiunge 2,5-3,5 cm di diametro, e la localizzazione del corpo e la coda - la dimensione raggiunge i 10 cm modifiche pancreatici sono spesso associati con pancreatite cronica concomitante.. Pertanto, nel tessuto ci sono aree di fibrosi, atrofia del parenchima. Questo rende difficile stabilire i confini del tumore.

Lo studio delle caratteristiche del pathoanatomical ha mostrato che:

  • l'adenocarcinoma colpisce non solo il principale dotto pancreatico, ma anche i suoi ramificazioni di secondo e terzo ordine, persino l'epitelio delle uscite mucinose e sierose;
  • tumore ha una maggiore propensione per l'ampliamento e diffusione lungo la fibra nervosa (perineurale) rete ghiandola nervo è formata celiaca, mesenterica, epatica e plesso splenico;
  • una rete nervosa circostante densa contribuisce alla diffusione significativa del cancro.

I nodi nervosi e i plessi che circondano il tronco celiaco e l'arteria mesenterica superiore sono i più significativi in ​​termini di concentrazione delle cellule tumorali dai dotti pancreatici. È dimostrato che causano una ricaduta del cancro dopo la rimozione di una parte o dell'intero organo. Questo processo spiega l'impossibilità di una completa purificazione del corpo dopo l'operazione.

Caratteristiche istologiche

L'adenocarcinoma protocollo consiste di cellule ghiandolari che imitano le strutture normali. Crescono nel parenchima del corpo. In termini di grado di differenza,

  1. Un tumore altamente differenziato forma strutture ghiandolari patologiche, i dotti cambiano e assumono una forma irregolare, la direzione è caotica. Questa variante del tumore è chiamata "grande flusso". Le cellule tumorali sono rappresentate da un epitelio a strato singolo di tipo cuboide o cilindrico, con un citoplasma leggero. I nuclei delle cellule sono arrotondati, leggermente ingranditi, lo stadio della mitosi è raramente rilevato. Nei dotti interlobulari, l'epitelio normale è sostituito da quello cilindrico. Le cellule tumorali si trovano nei vasi sanguigni, nel dotto biliare comune, nella papilla del papero e nel duodeno.
  2. Tipo moderatamente differenziato - caratterizzato dalla presenza di molte piccole ghiandole tubulari con condotti. I nuclei nelle cellule tumorali hanno dimensioni diverse, il numero di mitosi è aumentato. Le strutture ghiandolari carenti sono rivelate sui confini del tumore.
  3. Scarsamente differenziato tipo - include molti cancro difettoso di piccole dimensioni sono interi strati e foci di cellule con nuclei di forme diverse, la sintesi di mucina è assente, diffusione perineurale o più recipienti.

La bassa differenziazione è caratterizzata da una rapida metastasi:

  • nel fegato;
  • peritoneo;
  • duodeno;
  • linfonodi;
  • stomaco;
  • la milza;
  • la cistifellea.

Come viene determinato lo stadio del tumore?

L'adenocarcinoma del pancreas è classificato secondo gli standard internazionali per le dimensioni del tumore, spuntando nei linfonodi e la presenza di metastasi. Ad esempio, a seconda della posizione e della dimensione, distinguono:

  • Tx è la situazione in cui i dati per la valutazione della crescita del tumore non sono sufficienti;
  • T (zero stage) - lo stadio iniziale o "precancro";
  • T1 - il bordo del tumore non va oltre il pancreas e la dimensione massima non è superiore a 2 cm di diametro;
  • T2 - come T1, ma la dimensione è superiore a 2 cm;
  • T3 - i confini si estendono oltre i limiti dell'organo, ma finora il tronco celiaco e l'arteria mesenterica superiore non sono coinvolti;
  • T4 (stadio 4) - la crescita è osservata sul tronco celiaco o nella zona dell'arteria mesenterica superiore.

Da dove viene il tumore metastatizzato?

Gli oncologi notano una maggiore frequenza di metastasi separate quando il tumore si trova nel corpo o nella coda del pancreas. È importante aumentare la durata della malattia. La quota di ciascuna localizzazione nella composizione totale dei casi è determinata:

  • il più spesso - il fegato (dal 53 al 60%);
  • polmoni e peritoneo (rispettivamente 10-12 e 11-16%);
  • ossa - fino al 7%;
  • ghiandole surrenali e reni - 5-6%;
  • pleura - 4-10%;
  • intestino tenue - 3%;
  • diaframma e milza - 2% ciascuno;
  • pericardio, miocardio e cervello - 1% ciascuno.
  • Il 5% cade su altri organi.

sintomi

La manifestazione clinica dell'adenocarcinoma del pancreas è determinata dalla localizzazione, dall'intensità, dallo stadio di crescita. Se le dimensioni sono piccole, il paziente non avverte alcun sintomo. Quando il nodo cresce, schiaccia i dotti, peggiora il deflusso delle secrezioni biliare e pancreatiche.

Esperienza dei pazienti:

  • periodi di nausea;
  • eruttazione di cibo non digerito;
  • diarrea;
  • perdita di appetito;
  • intenso dolore nella regione epigastrica, restituendo, sono descritti come "cingolati";
  • ittero della pelle e sclera;
  • perdita di peso;
  • prurito;
  • nelle feci c'è una mescolanza di sangue, a colori diventa più leggero del solito;
  • l'urina diventa scura, sono possibili segni di sanguinamento.

A una palpazione di uno stomaco al paziente scoprono:

  • tenerezza locale nella parte superiore;
  • una cistifellea allargata e tesa (in pazienti magri);
  • ingrandimento della milza.

La sindrome del dolore è correlata a:

  • con danni al tumore dei tronchi nervosi;
  • sviluppo dell'edema locale;
  • aumento della pressione nei dotti del pancreas e della bile con la loro espansione e trabocco;
  • germinazione di cellule perineural carcinogeniche;
  • disturbi trofici del corpo;
  • diffuso al plesso retroperitoneale;
  • segni di infiammazione nel parenchima della ghiandola e nei dotti biliari;
  • spasmo di tutte le strutture muscolari lisce (arterie);
  • sconfitta degli organi vicini.

I disturbi funzionali sotto forma di eruttazione, vomito, gonfiore sono spiegati:

  • spasmo di muscolatura liscia di grandi dotti, parete vascolare;
  • disturbo del pancreas trofico e degli organi circostanti;
  • regolazione neuroendocrina disturbata delle funzioni secretorie e motorie della cistifellea, dello stomaco, dell'intestino (quindi, diarrea, stitichezza, test delle feci).

La febbre spesso indica:

  • per l'infezione nel dotto biliare e nella vescica;
  • infiammazione del parenchima pancreatico;
  • decadimento del tumore;
  • suppurazione di cisti, fistole interne.

Una caratteristica del decorso clinico dell'adenocarcinoma è la non specificità dei sintomi. Nessuna di queste caratteristiche è caratteristica solo di questa malattia e non indica la localizzazione del tumore.

Metodi di diagnosi

La malattia può durare a lungo sotto la diagnosi di pancreatite cronica. È molto difficile individuare la fase iniziale. Sono utilizzati i seguenti metodi:

  • analisi generale del sangue e delle urine - l'indigestione porta ad anemia di tipo misto (B12-deficit + carenza di ferro), in caso di infezione nel sangue appare leucocitosi con uno spostamento della formula a sinistra;
  • lo studio di analisi del sangue biochimiche per il contenuto di azoto residuo, frazioni proteiche, glucosio, bilirubina, enzimi (fosfatasi alcalina, amilasi e transaminasi);
  • oncomarker e antigeni DuPan, CA19-9, TAG72, Spanl, CA125;
  • esame ecografico;
  • verifica endoscopicamente la pervietà dei dotti della cistifellea e del pancreas (colangopancreatografia retrograda);
  • con l'aiuto di una diodoscopia a raggi X dell'agente di contrasto è fatto;
  • La tomografia computerizzata è anche meglio utilizzata con il contrasto;
  • esame istologico e biopsia.

trattamento

La base del trattamento è la rimozione chirurgica. Le cellule pancreatiche maligne non rispondono ai farmaci citotossici.

Con l'adenocarcinoma, una resezione pancreatoduodenale classica viene eseguita nella regione della testa. L'operazione consiste in un'asportazione completa:

  • testa della ghiandola;
  • parti del duodeno;
  • la cistifellea;
  • se necessario, resezione dello stomaco e del dotto biliare comune.

Tra gli organi rimanenti si formano anastomosi per garantire la digestione. L'operazione è considerata grave, accompagnata da una letalità del 15%. Non tutti gli oncologi ritengono che sia giustificato, poiché la sopravvivenza nei prossimi anni è fornita solo a ogni decimo paziente operato. Significativamente più spesso, vengono utilizzati metodi chirurgici per eliminare l'ostruzione di dotti e ittero meccanico.

Come misura temporanea di sollievo (palliativo), una combinazione di chemioterapia con Gemzar viene utilizzata con l'irradiazione. È possibile fermare la crescita del tumore. Come anestetico, raccomandiamo:

La terapia di supporto include l'introduzione di preparati enzimatici per compensare la mancanza di succo pancreatico. Questi includono:

prospettiva

La prognosi della malattia è sfavorevole. Mentre non esiste un metodo chiaro per la diagnosi precoce, non c'è modo di fermare la crescita e le metastasi. Pertanto, la pratica degli oncologi mostra risultati deludenti:

  • l'aspettativa di vita dei pazienti dal momento della manifestazione dei segni di adenocarcinoma non è superiore a 1,5 anni;
  • solo il 2% sopravvive a 5 anni;
  • le operazioni ripetute consentono ai pazienti di vivere 4-5 anni.

L'attenzione principale dovrebbe essere rivolta alla prevenzione dei fattori di rischio, l'osservazione dei pazienti con disabilità familiari in oncologia. Resta da sperare nell'invenzione di nuovi metodi di trattamento.

Ti Piace Di Ulcere Allo Stomaco